Le schede di B/=\S: Luca MARRONE

Pubblicato da andrea smarso lunedì 1 febbraio 2016 21:50, vedi , , , , , , , , , , , | Nessun commento

Luca Marrone
Nato a/il:Torino il 28/03/1990
Nazionalità:Italiana
Contratto:Prestito fino a Giugno 2016
Ruolo:Centrocampista
Altezza:186 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas VeronaGen. 2016 - 2016A120 
Carpi2015 - Gen. 2016A9 (+4CI)1 (+0) 
Juventus2014 - 2015A00 
Sassuolo2013 - 2014A150 
Juventus2012 - 2013A10 (+4CI +1CL)1 (+0 +0) 
Juventus2011 - 2012A3 (+3CI)1 (+0) 
Siena2010 - 2011B18 (+1CI)1 (+0) 
Juventus2009 - 2010A20 
Giovanili Juventus1998 - 2010--- 
Giovanili Lascaris1995 - 1998--- 
LEGENDA: CI=Coppa Italia, CL=Champions League

Gran gol su assist di tacco di BORRIELLOTributo dai tifosi del CARPI

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 1 Febbraio 2016
Cresciuto nelle giovanili juventine ed individuato forse troppo precipitosamente come il nuovo PIRLO, Luca MARRONE regista 'vecchio stampo' da piazzare davanti alla difesa per rubare palloni e rilanciare velocemente l'azione, si è un po' perso e non ha saputo ritrovarsi ne al SASSUOLO (dov'era in comproprietà) ne durante i 6 mesi del recentissimo prestito al CARPI dove peraltro ha avuto anche qualche problema con lo staff tecnico emiliano.
Ora un'altra occasione nell'HELLAS praticamente condannato alla retrocessione dove potrà mettere a disposizione i suoi talenti con un tecnico bravo ma molto esigente come DELNERI: Saprà finalmente imporsi? I bianconeri proprietari del cartellino e la carriera apparentemente già in fase calante di un giocatore forse troppo lento persino per il calcio italiano lo sperano tanto, Verona potrebbe essere una delle ultime possibilità di livello...

ALLA JUVE DAI PULCINI ALLA PRIMAVERA
Dopo l'iniziale parentesi fra i bimbi della LASCARIS, Luca viene notato a 8 anni dagli emissari bianconeri che lo portano alla JUVE dove il ragazzino trascorrerà tutte le giovanili a partire dalla categoria dei Pulcini sino ad arrivare alla Primavera.
Dopo due vittorie al Torneo di Viareggio per lui si aprono le porte della prima squadra dall'annata 2009-10 dove esordisce in Serie A e fa in tempo a mettere a segno un'altra presenza prima di essere mandato in cadetteria a 'farsi le ossa'.

AL SIENA CON CONTE
Nella stagione 2010-11 Luca affronta l'infinito ed impegnativo torneo della Serie B in prestito al SIENA col compagno di squadra IMMOBILE: Nessuno dei due è una prima scelta per mister CONTE che però lo utilizza nemmeno di rado e con 18 presenze ed un gol contribuisce alla promozione in Serie A dei toscani retrocessi solo l'annata prima (in quella rosa anche MARCONE e COPPOLA).

RITORNO ALLA JUVE
Tornato in bianconero per fine prestito Luca ritrova CONTE e forse spera di giocare molto di più di quanto il mister non gli conceda: 3 sole presenze nel 2011-12 con il primo gol in Serie A a mitigare molto parzialmente l'annata a vuoto di un giovane in cerca di opportunità in una big dove anche gente più esperta di lui fa fatica a farsi largo.
Nella stagione successiva l'allenatore lo vuole impostare come difensore centrale e MARRONE in quel ruolo mette a segno qualche presenza in più (compresa quella in Champions League contro il CELTIC) ma alla fine conterà solo 10 gettoni: Troppo pochi per quanto il talentuoso centrocampista della cantera zebrata che vorrebbe emulare MARCHISIO.

AL SASSUOLO IN (PESANTE) COMPROPRIETÀ
Nella stagione 2013-14 passa in comproprietà al neopromosso SASSUOLO nell'affare che coinvolge BERARDI il cui cartellino viene diviso a metà coi bianconeri: Il valore di MARRONE è fissato a 9 milioni! Non male per uno che fin'ora ha mantenuto poco di quanto promesso...

AMARO SECONDO RITORNO IN BIANCONERO
A fine stagione la JUVENTUS riprende in mano la completa proprietà del calciatore per 5 milioni pagabili in 3 anni ma per Luca sarà una sfortunatissima stagione nella quale, a causa di vari infortuni, non gioca mai e conclude l'annata senza nemmeno una presenza ne in campionato ne negli altri tornei in cui la JUVE è chiamata a concorrere.

PRESTITO AL CARPI E ORA ALL'HELLAS
Per ritrovare forma e spirito Luca viene mandato in prestito ancora da una neopromossa emiliana: Il CARPI di SANNINO e del diesse SOGLIANO coppia che si scioglierà in breve tempo dopo l'esonero di entrambi...
Anche l'avventura del centrocampista non sarà da ricordare perchè, tra incomprensioni con lo staf tecnico e prestazioni non all'altezza, il giocatore fino a Gennaio gioca solo 9 gare (ma trova comunque il gol a fine Ottobre nella sconfitta col FROSINONE).
Ora la Mission Impossible al VERONA ormai condannato alla retrocessione: Ultima chiamata per MARRONE?

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore, questo invece il profilo Twitter e qui quello su Instagram.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]



ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Luca Marrone
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luca Marrone (Torino, 28 marzo 1990) è un calciatore italiano, centrocampista del Verona in prestito dalla Juventus.

Caratteristiche tecniche
Centrocampista centrale abile nel recuperare palloni e nel reimpostare l'azione, è anche dotato di un buon tiro. Predilige il ruolo di regista basso davanti alla difesa, tuttavia può essere utilizzato all'occorrenza con buoni risultati anche come difensore centrale.

Carriera
- Club
Juventus
Inizia giocare a calcio dall'età di 5 anni nel Lascaris, per poi passare al settore giovanile della Juventus. Fa tutta la trafila nelle squadre giovanili, iniziando dai Pulcini fino alla Primavera.
Nel febbraio 2009 vince, con la formazione Primavera, il Torneo di Viareggio, ripetendosi nell'annata successiva.
Nella stagione 2009-2010 viene aggregato alla prima squadra. Il 23 agosto 2009, a 19 anni, esordisce in Serie A allo Stadio Olimpico in Juventus-Chievo (1-0), dove rimedia anche il suo primo cartellino giallo dopo pochi secondi. La sua seconda presenza arriva il 19 settembre contro il Livorno (2-0).

Siena
Il 1º luglio 2010 passa in prestito al Siena, in Serie B, in uno scambio che porta in Toscana anche il compagno di squadra Ciro Immobile. Esordisce con la maglia del Siena il 18 settembre 2010 contro l'Atalanta, venendo sostituito al 76º minuto di gioco, partita vinta 1-0 con gol di Salvatore Mastronunzio. Una settimana dopo gioca tutti i novanta minuti contro il Piacenza, sfida vinta 1-0. Segna il suo primo gol in Serie B l'8 dicembre 2010 nel recupero della 14ª giornata contro il Vicenza, gara terminata 2-2. Ottiene 18 presenze e contribuisce alla promozione del Siena in Serie A, grazie al secondo posto in campionato.

Il ritorno alla Juventus
Terminato il prestito ritorna alla Juventus per la stagione 2011-2012, dove ritrova Conte come allenatore. Il 21 gennaio 2012, nella partita contro l'Atalanta, subentra a Simone Pepe nella ripresa e fornisce l'assist per il gol del 2-0 di Giaccherini, che dà alla Juventus il titolo di campione d'inverno. Il 6 maggio 2012 conquista lo scudetto con la maglia bianconera con una giornata d'anticipo, nella partita giocata sul campo neutro di Trieste contro il Cagliari e vinta 2 a 0, in concomitanza con la vittoria dell'Inter contro il Milan per 4 a 2. Il 13 maggio, nell'ultima partita di campionato, giocata in casa contro l'Atalanta, mette a segno il suo primo gol in Serie A, con un tiro potente scagliato all'incrocio dei pali, grazie ad un assist di tacco da parte di Marco Borriello.
La stagione 2012-2013 inizia con la vittoria della Supercoppa italiana allo Stadio Nazionale di Pechino, grazie al punteggio di 4-2 sul Napoli. Durante la preparazione estiva, il tecnico Antonio Conte lo prova spesso nel ruolo di vice-Bonucci come difensore centrale. In questo ruolo, data l'assenza di Chiellini per un infortunio avvenuto durante gli Europei, esordisce durante la prima giornata di campionato, contro il Parma (vinta 2-0). Il 6 marzo 2013 colleziona la sua prima presenza in Champions League, giocando da titolare il ritorno degli ottavi di finale contro il Celtic allo Juventus Stadium (2-0). Il 5 maggio successivo, grazie al successo interno della Juventus sul Palermo per 1-0, vince – con tre giornate d'anticipo – il secondo scudetto consecutivo.

Sassuolo
Il 2 settembre 2013 la Juventus e il Sassuolo stipulano un accordo per il trasferimento del calciatore alla società neroverde in comproprietà (per la metà del cartellino di Domenico Berardi). Il Sassuolo acquisisce la metà del cartellino del calciatore, valutato complessivamente 9 milioni di euro. Esordisce il 20 ottobre, nella partita casalinga contro il Bologna, dove i neroverdi raccolgono anche il loro primo successo assoluto in massima serie.
Il 20 giugno 2014 Juventus e Sassuolo rinnovano la partecipazione del cartellino.

Il secondo ritorno alla Juventus
Il 3 luglio 2014 la Juventus comunica di aver riscattato l'intero cartellino per 5 milioni di euro, pagabili in tre anni. A causa di vari problemi fisici, Marrone è tuttavia costretto a saltare praticamente tutta la stagione, nella quale non ottiene nessuna presenza in gare ufficiali.

Prestito al Carpi
L'8 luglio 2015 passa in prestito fino a fine stagione al Carpi. Segna il suo primo gol con la sua nuova maglia il 28 ottobre 2015 nella sconfitta contro il Frosinone.

Prestito all'Hellas Verona
Dopo diversi problemi con i tecnici del Carpi, decide di cambiare e passa ancora in prestito fino a fine stagione all'Hellas Verona. Nella partita di campionato del 7 febbraio 2016 contro l'Inter, finita 3 a 3, Marrone è l'unico giocatore negli ultimi 10 anni ad aver fornito tre assist da palla ferma (due corner e una punizione) in una singola partita.

Prestito allo Zulte Waregem
Il 30 agosto 2016 viene ufficializzato dalla Juventus il trasferimento in prestito annuale allo SV Zulte Waregem, squadra che milita nella massima serie belga. Il 18 marzo 2017 vince la Coppa di Belgio.

- Nazionale
Tra le nazionali giovanili ha giocato con l'Under-17 e l'Under-19.
Il 13 ottobre 2009 esordisce nella Nazionale Under-21, con il tecnico Casiraghi, entrando nel secondo tempo della partita Italia-Bosnia ed Erzegovina (1-1), valida per le qualificazioni all'Europeo 2011. Il 3 marzo 2010 segna il suo primo gol con l'Under-21 nella partita Italia-Ungheria (2-0) disputata a Rieti.
Dopo la mancata qualificazione per l'Europeo 2011, causa l'eliminazione nel play-off contro la Bielorussia, Marrone diventa uno dei giocatori più esperti del centrocampo nel nuovo ciclo guidato inizialmente da Ciro Ferrara e poi da Devis Mangia, tanto da indossare la fascia di capitano della Nazionale Under-21.
Il 27 maggio 2013 viene incluso dal tecnico Devis Mangia tra i 23 convocati che prenderanno parte all'Europeo Under-21 in Israele. poi perso in finale contro la Spagna per 2-4.
Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei Mondiali 2014.

Palmarès
- Club
Competizioni giovanili
Torneo di Viareggio: 2 Juventus: 2009, 2010

Competizioni nazionali
Campionato italiano: 3 Juventus: 2011-2012, 2012-2013, 2014-2015
Supercoppa italiana: 2 Juventus: 2012, 2013
Coppa Italia: 1 Juventus: 2014-2015

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-18 +   -   =
BARI
Bari, Marrone: "Qui per essere protagonista"
30.08.2017 15:38 di Flavio Insalata Twitter: @@flavioinsa
Luca Marrone e il Bari, un matrimonio che finalmente si è celebrato. Dopo il corteggiamento nello scorso mercato estivo il 27enne centrocampista arriva dalla Juventus dopo una stagione in Belgio allo Zulte Waregem, con cui ha conquistato la Coppa Nazionale e l'accesso in Europa League: " Ho scelto Bari perché volevo tornare in Italia dopo esperienza all’estero e perché è la squadra che mi ha cercato di più. Conoscevo Grosso, motivo in più per venire qui".Utlizzabile sia come difensore che come centrocampista si rimette a Grosso che deciderà che farne tatticamente: " La posizione la decide il mister, sono a disposizione. Lo scorso anno ho giocato per lo più da difensore centrale, ma sono nato come centrocampista. In difesa hai più responsabilità, dietro di te c'è solo il portiere. Sono stato impiegato spesso nella difesa a 3, ma in Belgio ho giocato anche nella difesa a 4, i numeri contano poco. Credo di poter essere impiegato indistintamente in tutti e due i ruoli". Marrone torna in Italia per vivere una stagione di protagonista, dopo le ultime esperienze poco fortunate a Carpi e Verona: "Arrivato a 27 anni voglio vivere una stagione da protagonista. L'anno passato ho vissuto la mia miglior stagione, punto a migliorarmi ancora. Dopo Carpi e Verona voglio togliermi l’etichetta del giocatore che in Italia ha subito troppi infortuni e non all'altezza".

FONTE: TuttoCalcioPuglia.com


IN PRIMO PIANO
Bari, Marrone ha sciolto le riserve: la Juve pagherà una parte dell'ingaggio
22.08.2017 09:10 di Davide Abrescia
Ormai sembra fatta. Luca Marrone è ad un passo dal vestire la maglia biancorossa: stando a quanto riporta la Gazzetta del Mezzogiorno, il giocatore bianconero avrebbe sciolto le riserve ed avrebbe ceduto alle avances biancorosse. A far la differenza, però, è il contributo della Juve, la società bianconera pagherà una parte del lauto ingaggio dell'ex Hellas Verona. L'annuncio potrebbe arrivare già in settimana.

FONTE: TuttoCalcioPuglia.com


STAGIONE 2016-17 +   -   =
EX VERONA
Ex Verona, Marrone vince la Coppa del Belgio
Lo Zulte Waregem vince ai calci di rigore la finale contro l’Oostende

di Redazione Hellas1903, 19/03/2017, 14:41

Luca Marrone, al Verona da gennaio a giugno della scorsa stagione, vince il suo primo trofeo in Belgio.
Ieri sera infatti, lo Zulte Waregem, compagine di Jupiler League dove il mediano è approdato in prestito alla fine agosto dalla Juventus, ha alzato al cielo la Beker van Belgie, vale a dire la Coppa nazionale.
L’avversario in finale era l’Oostende, e il match è stato deciso ai calci di rigore, dopo il 3-3 dei tempi regolamentari. Il punteggio finale è stato 7-5 per la squadra dell’ex gialloblù, ieri rimasto in panchina.

NEWS
Ex Verona, Marrone: “Faccio bene allo Zulte e mi riprendo la Juve”
Il mediano: “La Jupiler League è un campionato competitivo”

di Raffaele Campo, 29/09/2016, 21:31

Luca Marrone, all’Hellas da gennaio a giugno dell’ultima stagione (12 presenze in gialloblù), sta vivendo un grande momento nella Jupiler League belga, con la maglia dello Zulte Waregem, primo in classifica con quattro lunghezze in più dell’Anderlecht dopo otto giornate di campionato.
Intervistato dal sito “voetbalkrant.com”, il calciatore ha svelato il motivo per cui ha scelto di ripartire dal Belgio: “In estate ho parlato con altri club italiani, in particolare con Bologna, Cagliari e Genoa. Tuttavia, volevo provare un’esperienza all’estero e giocare per una squadra da prime posizioni. Qui c’è un gruppo molto affamato e vogliamo fare bene: ogni sabato giochiamo per vincere. Inoltre, prima di venire qui avevo parlato col mio ex compagno di squadra Mame Thiam (allo Zulte la scorsa stagione, ndr), il quale mi ha assicurato che il campionato belga è molto competitivo”.
Infine, Marrone non nasconde il suo obiettivo personale: “Voglio fare molto bene qui per tornare e prendermi un posto nella Juventus. Con i bianconeri ho un contratto fino al 2019 e loro non hanno comunque mai voluto vendermi”.
Traduzione a cura di Anastasia Cilli

FONTE: Hellas1903.it


Marrone, ecco la prima foto con la maglia dello Zulte Waregem

Fabrizio Romano 30-08-2016 14:18
Arrivederci Italia, dopo le esperienza con Carpi ed Hellas Verona, Luca Marrone lascia la Juventus in prestito per trasferirisi in Belgio. Il centrocampista classe 1990 ha firmato il suo nuovo contratto con lo Zulte Waregem ed è ora pronto per una nuova avventura. Dopo aver siglato il nuovo accordo, il calciatore ha poi indossato per la prima volta la maglia della sua nuova squadra.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Juventus, Marrone e Audero potrebbero essere promossi in prima squadra
di Niccolò Mariotto
30 LUG 2016

Le norme federali attualmente in vigore in Serie A che prevedono rose formate al massimo da 25 giocatori, di cui 4 cresciuti nel vivaio del club, impongono la Juventus a pensare a qualche soluzione per riuscire a rispettare tali parametri.

Melbourne Victory vs Juventus FC - 2016 International Champions Cup Australia
Al momento l'unico giocatore cresciuto nel vivaio bianconero è Claudio Marchisio. Potrebbero prendere quindi quota le candidature di Luca Marrone e del giovane portiere Emil Audero. I due, impegnati in questi giorni nelle amichevoli che la Juventus ha disputato in Australia e ad Honk Hong, si sono messi in mostra agli occhi di mister Allegri il quale avrebbe ormai deciso di promuoverli in prima squadra.

Marrone, dopo i prestiti all'Hellas Verona e al Carpi dello scorso anno, potrebbe quindi tornare a vestire la maglia della Juventus per una stagione intera, un'occasione che il centrocampista non vuole assolutamente lasciarsi scappare.? Audero invece sarebbe alla prima stagione in assoluto tra i professionisti dopo l'ottima stagione disputata lo scorso anno con la Primavera bianconera.

FONTE: 90Min.com


STAGIONE 2015-16 +   -   =
Marrone come Bonucci: il Verona ci prova
18 giugno 2016

Con Moras a scadenza di contratto ed Helander in partenza, l’Hellas pensa a rimpolpare l’organico intensificando le trattative con la Juventus.
La Vecchia Signora vuole Ionita ed eventuali contropartite tecniche non sono un problema: in particolare si valuta il ritorno in gialloblù del classe ’90 Luca Marrone, nella stagione appena conclusa utilizzato da vertice basso del centrocampo ma estremamente duttile, tanto da sapersi districare anche in mezzo alla difesa, sullo stile Bonucci.
Con l’impiego di Marrone il gioco verrebbe impostato direttamente dalle retrovie con la manovra che ne guadagnerebbe in imprevedibilità.
Assieme a Ganz, da Torino e’ pronto dunque a tornare Marrone, vero e proprio lusso per la Cadetteria. Ionita il sacrificato.
M.Cor.

FONTE: HellasNews.it


Buon compleanno Luca!
28/3/2016
Tanti auguri Luca!

La Società, lo staff tecnico e tutti i compagni di squadra
augurano buon compleanno a Luca Marrone.
Il centrocampista compie oggi 26 anni.

L'amichevole con l'ND Gorica finisce 5-0

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


SERIE A
Hellas, Marrone: "Vogliamo la salvezza. Futuro? Decideranno i club"
18.03.2016 09.58 di Pietro Lazzerini Twitter: @@PietroLazze
Luca Marrone domenica affronterà i suoi ex compagni del Carpi e al Corriere di Verona ha dichiarato: "Sarà il match della vita. Non possiamo permetterci il lusso di chinare la testa adesso. Fino a quando i numeri non ci condanneranno continueremo a lottare per la salvezza". Poi parlando del proprio futuro: "Adesso vedo solo la salvezza del Verona, motivo per cui lotterò fino all'ultimo respiro. Io sono in prestito dalla Juventus, decideranno i bianconeri insieme all'Hellas".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


'Progetto Scuola': Marrone protagonista a S. Pietro in Cariano
14/3/2016
San Pietro in Cariano (Verona) - Sale in cattedra Luca Marrone. Il centrocampista si è raccontato attraverso le domande dei circa 200 studenti della scuola 'Carlotta Ascheri' di S. Pietro in Cariano, durante la nuova tappa del ‘Progetto Scuola-Gioca con la tua classe’. Dall’emozione dell’esordio in serie A a 19 anni, alla condivisione dello spogliatoio con il suo grande idolo Andrea Pirlo, passando dal racconto di come è oggi la sua vita a Verona e con i compagni di squadra. Azioni di giusto fairplay in campo, l’importanza del calcio femminile e il sacrificio che unisce lo sport con lo studio: questi i temi sollevati dai piccoli giornalisti improvvisati. Non solo foto e autografi di rito, ma anche cori da stadio e palleggi sono stati la giusta conclusione di una giornata speciale tra i banchi di scuola.

Marrone: «Prestazione eccezionale, ci crediamo»
20/2/2016

Verona - Ecco le principali dichiarazioni di Luca Marrone, rilasciate al termine di Hellas Verona-Chievo (3-1):
«Io migliore in campo? Oggi la squadra ha fatto una prestazione eccezionale fatta di grinta, intensità, furore agonistico e tecnico. Sono punti che ci rilanciano in chiave salvezza, siamo contenti di aver vinto davanti ai nostri tifosi che ci hanno dato una mano. Percepiamo anche in settimana la loro vicinanza, è uno stimolo in più per far bene e per cercare di raggiungere un obiettivo difficile. Come abbiamo preparato la partita? Le motivazioni erano diverse, questo sì è visto e siamo contenti. Dobbiamo ancora lavorare tanto ma questa è la strada giusta. Il mio apporto? A Carpi la società ha fatto delle scelte, ma io sono contento di essere arrivato in una piazza importante. Ora godiamoci questa vittoria, poi penseremo a Udine e a giocare con il coltello fra i denti. Sappiamo che dobbiamo continuare a pedalare, basta poco per riagganciare quelle che ci stanno davanti. La salvezza? Le prossime partite ci diranno tanto per il futuro, incontriamo delle squadre che lottano con noi per la salvezza. Se resto anche in Serie B? Qua mi trovo bene, Juventus e Verona si troveranno per decidere. Qua c'è tutto per fare bene, mi sto trovando bene».

#AskMarrone ecco le risposte di Luca
17/2/2016
Verona – Di seguito le risposte di Luca Marrone all'#Ask proposto sulla nostra pagina ufficiale di Facebook. Grazie a tutti per le domande, pubblichiamo le domande che ci sono piaciute di più, quelle di Marco Marchesini, Leonardo Sassi e Umberto Vittone.

Marco Marchesini: La sua prima impressione del Verona e della sua gente? Pensa che giocare nel mitico Hellas sia un passo avanti della sua carriera?
«Sono arrivato in una società importante, questo lo spiega la sua storia e gli ultimi anni importantissimi che ha fatto in campionato. Per quanto riguarda l'accoglienza è stata bella, sia da parte della Società che della città di Verona e sono molto contento della scelta che ho fatto».

Leonardo Sassi: Tre assist nella gara contro l'Inter e un ottimo inizio con la maglia gialloblù, pensi di essere un uomo chiave per questo sogno chiamato salvezza?
«Siamo tutti degli uomini chiave. Tutta la squadra deve essere importante per raggiungere un obiettivo a cui chi è da solo non può arrivare. La cosa importante è il gruppo, l'unione tra squadra, tifosi e società. L'unione farà la differenza per raggiungere la salvezza».

Umberto Vittone: Quali calciatori e quali allenatori sono stati importanti per la tua crescita?
«Ho avuto la fortuna di allenarmi e di giocare con calciatori importanti, da Pirlo a Marchisio per arrivare in difesa con Bonucci, Barzagli e Chiellini. Ho imparato da questi campioni, e per gli allenatori dico Maddaloni e Storgato, che ho avuto nel settore giovanile della Juventus e mi hanno aiutato nella mia crescita».

FONTE: HellasVerona.it


THE FG-FILES: Luca Marrone, Hellas Verona
DI EDOARDO DEL GRANDE — FEB 11, 2016

"Alla Juve ho appreso tanto", - ha proseguito Marrone - poi ho continuato a esercitarmi. Tre assist su calcio piazzato in una sola partita, Verona-Inter: roba da Pirlo. Gigi Delneri ha spiegato il suo calcio, fra regole e linee-guida, lunedì sera alla Facoltà di Scienze Motorie di Verona, relatore con Marco Crespi e Andrea Giani, coach di Scaligera Basket e Bluvolley Verona.

Il centrocampista dell'Hellas Verona Luca Marrone è balzato agli onori della crocaca per il triplo assist che ha portato al pareggio dei gialloblu contro l'Inter. Ed ecco come ha beffato la difesa nerazzurra: "Sapevamo che l'Inter difende prevalentemente a zona sulle palle inattive e abbiamo individuato il punto da attaccare: tra il primo palo e il centro area".

CHE MAESTRI - E se Marrone ha conquistato un'importanza di rilievo per il Verona, lo stesso si può dire anche in ambito fantacalcistico, dove il torinese classe 1990 si è imposto d'autorità come uno degli affari più convenienti nel rapporto qualità/prezzo: del resto Marrone ha avuto modo di poter osservare da vicino e studiare tutti i giorni i segreti di gente come Pirlo e Del Piero grazie agli allenamenti quotidiani vissuti alla Juventus, come lui stesso ha ammesso alla Rosea: "Cercavo di carpire i loro segreti, dalla rincorsa al modo di calciare, e miglioravo anche solo stando a guardarli". Il salto di qualità? Per questo Delneri ha deciso di farmi battere le punizioni.

Carriera? Gli infortuni mi hanno frenato, a Verona voglio trovare quella continuità che mi è sempre mancata. Non quello dell'anno scorso, perché non ho mai giocato. Sto a centrocampo da quando ero piccolo, lì mi sento a mio agio anche se posso adattarmi come difensore. Nel secondo giocai di più.

Nel mondo del calcio si fa presto a passare da "predestinato" e "futura stella" a "pedina utile per il mercato". A Verona Marrone si sente importante: "Delneri mi chiede di dirigere il gioco e gestire i tempi. Per la prima volta mi affidano una squadra: sento la responsabilità e voglio fare bene".

FONTE: NS-Game.com


SERIE A
Ciak, non si gira. Verona, sfortuna gialloblù senza Viviani e Marrone
11.02.2016 12.30 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Ciak, non si gira. Sfortuna gialloblù, Luigi Delneri dovrà fare a meno di entrambi i registi per la gara di stasera contro la Lazio. Niente Luca Marrone, neo innesto ma subito squalificato, e niente Federico Viviani, fermo per un problema alla caviglia. Per l'ex Latina la sfortuna è fattore che lo ha tormentato per gran parte della stagione. Pubalgia e caviglia, poi operata, hanno lasciato Viviani fuori per quattordici gare compresa quella di questa sera. Marrone è arrivato per sostituirlo, per essergli alternativa e magari, col tempo, pure compagno di reparto. L'inizio, contro l'Inter, è stato col botto. Tre gol per i suoi, tre assist per un ragazzo che al Carpi non è riuscito a trovare la sua dimensione. Stasera Delneri dovrà adattare Greco nella posizione, ma davanti al rientrante Biglia non sarà certo semplice per l'Hellas trovare gioco e quadra senza i giovani registi. Viviani e Marrone, la sfortuna vede gialloblù.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Hellas Verona, Marrone: “Punizioni? Ho imparato da Pirlo e Del Piero”

Redazione 09-02-2016 11:30
Luca Marrone ci sa fare. Tre assist su calcio piazzato in una sola partita, Verona-Inter: roba da Pirlo. In effetti il centrocampista del Verona ha imparato a battere le punizioni proprio dal "mago" bresciano e da Alex Del Piero: "Ale e Andrea se la cavavano – si legge nelle pagine de La Gazzetta dello Sport - Cercavo di rubare i segreti di Del Piero e Pirlo. Osservavo come calciavano, come prendevano la rincorsa. Anche solo guardandoli, imparavo e miglioravo. Un giorno Andrea calciò 10 punizioni e fece 9 gol. Alla Juve ho appreso tanto, poi ho continuato a esercitarmi. Appena sono arrivato a Verona, Delneri ha preso questa decisione: i calci piazzati li batto io. E contro l’Inter tutto è andato alla perfezione. Adesso mi piacerebbe segnare su punizione: mi sto allenando molto per riuscirci".

Antonio Conte aveva previsto un grande futuro per Marrone, che ancora non è esploso: "Ho perso un po’ di tempo per gli infortuni. Adesso voglio correre veloce. Anche per questo ho scelto una piazza come Verona: qui cerco la continuità che mi è sempre mancata. Delneri ha fiducia in me e io voglio vivere quattro mesi di fuoco per rilanciarmi. Mi sento un centrocampista. Con Conte avevo disputato alcune buone partite da vice Bonucci: in pratica giocavo come sempre, solo qualche metro più indietro. Sto a centrocampo da quando ero piccolo, lì mi sento a mio agio anche se posso adattarmi come difensore".

Primo gol in serie A in un giorno speciale: "Juve-Atalanta, ultima giornata del 2011-12, la festa scudetto allo Stadium, l’addio di Del Piero. Infatti nessuno si ricorda del mio gol... Scherzo: fu emozionante, il giorno più bello della mia carriera". A Verona Marrone si sente importante: "Delneri mi chiede di dirigere il gioco e gestire i tempi. E poi di fare il leader, di usare la mia personalità per aiutare i compagni. Per la prima volta mi affidano una squadra: sento la responsabilità e voglio fare bene. Juve-Napoli? Se riesco, andrò allo Stadium a tifare Juve. Immagino una gara equilibrata, risolta da un calcio piazzato".

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Marrone: «Felice di aver dato il mio contributo»
Postata il 07/02/2016 alle ore 14:47

Verona - Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista Luca Marrone, rilasciate al termine di Hellas Verona-Inter (3-3): «Oggi la squadra ha dimostrato il proprio valore contro una grande come l'Inter. Siamo soddisfatti in parte, abbiamo assaggiato la vittoria ma questa è la strada giusta. Abbiamo studiato l'Inter, sapevamo che sui calci pizzati potevamo far male. Possiamo dire la nostra, ce la possiamo giocare con tutti, noi ci crediamo e con un paio di vittorie possiamo agganciare chi ci sta sopra. Il mio momento a Verona? Questo è l'ambiente ideale per farmi crescere al massimo. Sono felice di aver contribuito con 3 assist, a tratti abbiamo messo sotto l'Inter. La squadra è viva, lo abbiamo dimostrato in queste ultime partite, il gruppo mi ha accolto bene e ci sono dei calciatori importanti. Sono contento per la mia scelta, questa è una piazza bellissima e anche i tifosi oggi ci hanno dato una grande mano. Ora bisogna andare a Roma e giocarcela».

Marrone: «Arrivo con grandi motivazioni»
Postata il 02/02/2016 alle ore 14:00

Verona - Le dichiarazioni del centrocampista Luca Marrone, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

A VERONA CON GRANDE DETERMINAZIONE
«Arrivo qui con grandi motivazioni. Io e l'Hellas Verona abbiamo gli stessi obiettivi, riscattarci dopo un inizio di stagione non esaltante. Voglio portare le mie qualità, il mister mi ha voluto e il direttore mi ha presentato un progetto interessante. Li ringrazio per la fiducia e per l'opportunità che mi hanno concesso, questo per me è un grande punto di partenza. L'impatto con il pubblico? Mi hanno parlato tutti bene della città, della società e della tifoseria. I tifosi ci sono sempre vicini, la curva è sempre piena e noi daremo tutto per onorare la maglia. Dovremo uscire dal campo esausti ma consapevoli di aver dato tutto».

OBIETTIVO SALVEZZA
«Obiettivo salvezza? Sappiamo tutti che occupiamo una posizione di classifica difficile, ma una vittoria potrebbe cambiare tutto, soprattutto nella nostra testa. Ci servono i tre punti per far scattare la scintilla di cui la squadra ha bisogno. Stiamo lavorando bene in allenamento e vincere sarebbe importante dal punto di vista mentale. La mia volontà di rimanere qui? Il Verona è una società attrezzata, lo ha dimostrato in questi anni di Serie A, dove ha sempre fatto molto bene. Io vengo qui per giocarmi le mie carte, in futuro vedremo. Se resto anche in Serie B? Alla cadetteria non ci penso neanche, altrimenti non sarei venuto a Verona. Che atmosfera ho trovato? Mi sono trovato subito bene, conoscevo già qualche compagno che mi ha aiutato nel mio inserimento. Il mister mi ha voluto, cercava un calciatore con le mie caratteristiche. Sono un centrocampista, mi piace giocare davanti alla difesa, impostare l'azione da dietro e recuperare palloni per lanciarli verso le punte. Domenica sono stato sfortunato per aver preso l'influenza, ma ora è tutto risolto e spero di poter scendere presto in campo».

LA MIA CARRIERA
«La mia carriera? Credo mi sia mancata la continuità di cui un giovane ha bisogno. Carpi? Cercavo stimoli nuovi e importanti, che il Verona sono certo mi darà».


Comunicato medico: Luca Marrone
Postata il 31/01/2016 alle ore 13:30

Torino - L'Hellas Verona FC informa che il calciatore Luca Marrone ha lasciato il ritiro di Torino per fare rientro a Verona in quanto alle prese con una sindrome influenzale.

FONTE: HellasVerona.it


ALTRE NOTIZIE
Verona, niente Torino per Marrone: out per influenza
31.01.2016 13.55 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Niente Torino per Luca Marrone: attraverso il proprio profilo ufficiale su Twitter, il Verona ha informato che il centrocampista, vittima di una sindrome influenzale, ha lasciato il ritiro nel capoluogo piemontese, dove gli scaligeri giocheranno contro i granata.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Marrone ha firmato per il Verona
Postata il 28/01/2016 alle ore 18:45

Verona - L’Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo temporaneo, le prestazioni sportive del calciatore classe 1990 Luca Marrone. Il centrocampista, di proprietà della Juventus, ha disputato i primi cinque mesi di campionato nel Carpi. Marrone ha già sostenuto le visite mediche e ha scelto l'8 come numero di maglia.

FONTE: HellasVerona.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
Verona, domani le visite di Marrone
28 gennaio alle 00:38
E' fatta per l'arrivo di Luca Marrone al Verona. Domani il centrocampista di proprietà della Juventus, ma in prestito al Carpi fino a gennaio, sosterrà le visite mediche con il suo nuovo club, come riporta Sky Sport.

Marrone al Verona, ci siamo
27 gennaio alle 17:21
Luca Marrone al Verona, ci siamo: il centrocampista scuola Juve ha di fatto chiuso la sua parentesi al Carpi. Il jolly di centrocampo e difesa rimarrà in Veneto fino a fine stagione.

Verona, Siligardi per arrivare a Marrone
26 gennaio alle 12:57
Il Verona cerca rinforzi sul mercato per provare a centrare una salvezza difficile. Come scrive Tuttosport, nel mirino degli scaligeri c'è Marrone, centrocampista di scuola Juve ora al Carpi. Per cedere l'ex Sassuolo il club biancorosso vuole Siligardi.

FONTE: CalcioMercato.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Carpi, sfida Samp-Verona per Marrone
26.01.2016 12.53 di Raffaella Bon
Si accende la sfida per l'acquisto del centrocampista del Carpi Luca Marrone, dopo i contatti negli ultimi giorni con il Verona, anche la Sampdoria si è fatta avanti per il calciatore ex Juventus.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, in giornata contatti per Marrone
25.01.2016 11.06 di Raffaella Bon
Continua il testa a testa fra Sampdoria e Verona per Luca Marrone, centrocampista oggi al Carpi ma di proprietà della Juventus. Secondo quanto appreso dalla nostra redazione nella giornata di oggi il club del presidente Setti ha in programma una serie di contatti per cercare di sbloccare la situazione e garantire così un nuovo centrocampista a Luigi Delneri.

SERIE A
Carpi, vicinissimo l'addio di Marrone: Samp destinazione preferita
24.01.2016 21.43 di Alessandra Stefanelli
Come riportato da Gianlucadimarzio.com, potrebbe profilarsi una nuova esperienza per il centrocampista Luca Marrone. Il calciatore scuola Juventus è stato escluso dalla lista di convocati per l'Inter ed è sempre più lontano dal Braglia. Sulle sue tracce ci sono il Verona, che lo vuole per sostituire l'infortunato Viviani, e la Sampdoria. Proprio quest'ultima piazza sarebbe quella più gradita al calciatore, che la considera decisamente più importante e stimolante.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Carpi, Marrone non convocato: il giocatore aspetta Sampdoria e Hellas
Luca Marrone - Cordoba

Gianluca Di Marzio 23-01-2016 14:11
Intrigo Marrone. Il centrocampista, in prestito dalla Juventus, non è stato convocato dal Carpi per la sfida di domani contro l'Inter. Scelta tecnica? Non proprio. Il suo nome negli ultimi giorni è stato infatti accostato a Verona e Sampdoria, pronte a sfidarsi per Marrone. E il giocatore sembra aver deciso la priorità: prima di chiudere con l'Hellas, aspetterà finché potrà i bluerchiati. Samp e Verona si sono fatte avanti, ora la palla passa a Marrone.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


MERCATO – Marrone preferisce la Sampdoria all’Hellas Verona
Luca Marrone, centrocampista della Juventus in prestito al Carpi, potrebbe approdare alla Sampdoria in questa sessione di mercato

di redazionejuvenews, 23/01/2016, 20:27
Gianluca Di Marzio, tramite il suo sito internet ufficiale,ha rivelato che Luca Marrone è ad un passo dall’addio al Carpi. Il centrocampista, in prestito dalla Juventus, non è stato convocato dal Carpi per la sfida di domani contro l’Inter. Il suo nome negli ultimi giorni è stato accostato a Verona e Sampdoria e il giocatore sembra aver deciso la priorità: prima di chiudere con l’Hellas, aspetterà finché potrà i blucerchiati.

FONTE: JuveNews.eu


Sabelli al Carpi: Marrone al Verona per Siligardi?
21 gennaio alle 11:51
Fumata bianca per Stefano Sabelli al Carpi. Secondo la Gazzetta dello Sport, il terzino destro arriva in prestito oneroso (300mila euro) dal Bari con diritto di riscatto fissato a 2,2 milioni, che diventerà obbligo in caso di salvezza. Lo stesso Carpi non molla il centrocampista de Guzman del Napoli e chiede Siligardi al Verona: possibile scambio con Marrone, l'alternativa è Falco del Bologna. Verona e Carpi sono entrambi interessati a D'Alessandro dell'Atalanta. In uscita Jankovic da una parte, Spolli (al Chievo), Wilczek (al Brondby), Lazzari, Gabriel Silva e Borriello dall'altra

FONTE: CalcioMercato.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ds Carpi: "Felici per Sabelli. De Guzman? Complicato"
21.01.2016 13.20 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
[...]

Carpi molto attivo fra entrate e uscite. Tra i movimenti previsti può esserci anche quello di uno scambio Siligardi-Marrone col Verona?
"Siamo in una fase dove le società si scambiano informazioni. Noi dobbiamo fare uscita".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO VERONA
Si complica la strada per Marrone del Carpi

20/01/2016 13:33
Il Carpi sta valutando attentamente le richieste per Luca Marrone (anche se è la Juventus a decidere, essendo proprietaria del suo cartellino). Il centrocampista classe '90 ha avuto qualche difficoltà ad imporsi nella squadra di Castori. Il Verona ci sta pensando da tempo, ma la concorrenza è alta e le attenzioni di Sampdoria e Palermo stanno complicando la trattativa per portare Marrone in gialloblù. Il Carpi è alla ricerca di un esterno offensivo. Valuta Jankovic, ma preferirebbe Siligardi.

FONTE: TGGialloBlu.it


Verona, piace Marrone del Carpi: possibile scambio con Siligardi
Gianluca Di Marzio 20-01-2016 11:10
Buona personalità ed un futuro promettente davanti a sè, le prestazioni di Luca Marrone con la maglia del Carpi hanno suscitato l'interesse concreto dell'Hellas Verona. Il centrocampista, di proprietà della Juventus e richiesto anche dalla Sampdoria, piace infatti al club del presidente Setti, pronto a proporre uno scambio con Luca Siligardi: della possibile trattativa si parlerà oggi, con il Carpi chiamato a dare l'eventuale ok definitivo per formalizzare l'affare. E con Luca Marrone che potrebbe, per davvero, prendere la strada per Verona.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


09:31 | 17/01
Ritorno di fiamma per Luca Marrone, oggi in panchina

Il classe '90 di proprietà della Juventus Luca Marrone, quest'anno al Carpi, fino a ora è riuscito a totalizzare appena nove presenze. Poco spazio per il giocatore ex Sassuolo, che in maglia neroverde aveva ottenuto più spazio, ma che adesso la Juventus potrebbe richiamare per girare a un'altra società: la Sampdoria.

Vincenzo Montella aveva già una volta provato l'assalto al giocatore, quando allenava la Fiorentina, così come il Doria ci aveva provato nel gennaio dell'anno scorso: all'epoca, però, il centrocampista piemontese preferì andare al Cordoba, che fece poi saltare l'affare dopo le visite mediche del giocatore. Anche oggi Marrone, nella sfida tra Carpi e Sampdoria, si accomoderà in panchina, pronto eventualmente a subentrare: potrà guardare da bordocampo quella che nella prossima settimana, in caso di trattativa intensificata, potrebbe diventare la sua nuova squadra.
di Mario Petillo @Mario_Petillo

FONTE: SampNews24.com


Marrone: “La salvezza col Carpi sarebbe come uno scudetto con la Juve”
Il centrocampista del Carpi, Luca Marrone, nonostante il periodo negativo, è comunque ottimista per i prossimi incontri

Lapresse

11 novembre 2015 19:17 - Alessandro De Padova
“Per quale motivo ho scelto di venire a Carpi? Era la soluzione ideale per rilanciarmi dopo una stagione un po’ difficile in cui ho giocato poco. Poi mi piacciono le sfide importanti e la salvezza col Carpi per me equivarrebbe ad uno scudetto con la Juve, quindi cercherò fino alla fine di raggiungere l’obiettivo”.

A dirlo per “Qui Tv” è il centrocampista Luca Marrone, torinese doc, da sempre legato ai colori bianconeri.

“Stiamo attraversando un periodo poco fortunato – ha aggiunto -, ma prima o poi la ruota girerà anche a nostro favore. Il Sassuolo mi è sembrato una squadra ordinata, che sapeva quello che doveva fare. Abbiamo avuto anche noi le nostre occasioni, ma non le abbiamo concretizzate. E’ andata così, guardiamo avanti fiduciosi. Sono convinto che possiamo venir fuori da questa situazione”.

E ancora: “Vincere una partita già ci farebbe vedere le cose con occhi diversi. Speriamo che il vento soffi anche a nostro favore, ma noi dobbiamo pensare a dare tutto quello che abbiamo in partita e in settimana e provarci sempre, perché la fortuna aiuta gli audaci”.

FONTE: CalcioWeb.eu


08.07.2015 18:30 - in: La squadra
Marrone in prestito al Carpi

Il centrale torinese giocherà il prossimo anno in Serie A con la maglia della squadra emiliana
Luca Marrone disputerà la stagione 2015/16 in prestito al Carpi sotto la guida del tecnico Fabrizio Castori, l'allenatore che ha conquistato con i biancorossi la prima storica promozione in Serie A.
La Juventus comunica infatti di aver raggiunto l’accordo con la società emiliana per la cessione a titolo temporaneo delle prestazioni sportive del giocatore.
Marrone, classe 1990, è cresciuto nelle giovanili della Juventus esordendo in Prima Squadra nella massima serie nell’agosto 2009. Per lui in totale 23 presenze ed una rete con la Juve.

FONTE: Juventus.com


Juve, quale futuro per Marrone?

27 maggio alle 16:12
C'è un primato poco invidiabile che Luca Marrone condivide con Rubinho: quello dell'unico giocatore della Juve senza nemmeno un minuto di gioco in competizioni ufficiali. A un palmares che nel frattempo ha visto il frutto del vivaio aggiungere un altro Scudetto ed una Coppa Italia alla propria collezione, ha fatto da contraltare una stagione condizionata da troppi infortuni e un contesto in cui Max Allegri non gli ha mai dato spazio. L'ultima opportunità arriverà sabato pomeriggio a Verona, nel frattempo anche la partita col Napoli è scivolata via con Marrone addirittura rimasto in tribuna quando alla vigilia sembrava potesse essere arrivato il suo momento almeno per uno spezzone.

L'ultima presenza di Marrone ormai risale al 2 marzo 2014, quando con il Sassuolo sostituì dopo l'intervallo Brighi contro il Parma. Ed ora quale futuro si prospetta per lui? Sotto contratto fino al 2019 con la Juve, l'ipotesi prestito è l'unica che rimane in piedi anche se non sarà facile trovare una società disposta a puntare su di lui considerando un'integrità fisica che di fatto lo avrà tenuto lontano dal campo per un anno e mezzo quando la prossima stagione sarà iniziata: il precedente di gennaio con il Cordoba rimane un pessimo biglietto da visita.

FONTE: CalcioMercato.com


ROMA 06/03/2014
STAGE A ROMA DAL 10 AL 12 MARZO: SONO 31 I CONVOCATI DI PRANDELLI

Stage a Roma dal 10 al 12 marzo: sono 31 i convocati di Prandelli
Uno stage a cento giorni dal Mondiale per vedere all’opera alcuni dei giovani più interessanti del nostro campionato. Sono 31 i convocati di Cesare Prandelli per il raduno in programma a Roma da lunedì 10 a mercoledì 12 marzo. L’appuntamento è fissato per lunedì a mezzogiorno all’Hotel Parco dei Principi: primo allenamento nel pomeriggio al Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa, doppia seduta martedì e allenamento conclusivo nella mattinata di mercoledì.

L’elenco dei convocati
Portieri: Bardi (Livorno), Leali (Spezia), Mirante (Parma), Perin (Genoa), Scuffet (Udinese);
Difensori: Biraghi (Catania), Brivio (Atalanta), Camporese (Cesena), Ceccherini (Livorno), Darmian (Torino), De Silvestri (Sampdoria), Murru (Cagliari), Romagnoli (Roma), Rugani (Empoli);
Centrocampisti: Baselli (Atalanta), Bellomo (Spezia), Benassi (Livorno), Bernardeschi (Crotone), Bertolacci (Genoa), Bonaventura (Atalanta), Dezi (Crotone), Gagliardini (Cesena), Marrone (Sassuolo), Soriano (Sampdoria), Viviani (Latina);
Attaccanti: Cerri (Parma), Comi (Virtus Lanciano), Gabbiadini (Sampdoria), Paloschi (Chievo Verona), Sau (Cagliari), Zaza (Sassuolo).

[...]

FONTE: FIGC.it


02.09.2013 14:20 - in: Comunicati Ufficiali
Operazioni con il Sassuolo per Marrone e Berardi
Il centrocampista alla società Emiliana in comproprietà. Acquisita quella dell’attaccante, che rimane in neroverde in prestito.


La Juventus ha perfezionato con il Sassuolo due operazioni di mercato. Luca Marrone è stato ceduto a titolo definitivo agli emiliani, da cui la stessa Juventus ha poi acquisito la comproprietà del centrocampista.

Contestualmente la società bianconera ha acquistato a titolo definitivo dal Sassuolo il diritto alle prestazioni sportive di Domenico Berardi, per il quale è stato poi stipulato un accordo di partecipazione. Nella stagione 2013/14 l’attaccante rimarrà in Emilia, con la formula del prestito.

FONTE: Juventus.com


ROMA 28/05/2013
MANGIA: “LE CONVOCAZIONI PER L’EUROPEO IL MOMENTO PIÙ DIFFICILE”

Mangia: “Le convocazioni per l’Europeo il momento più difficile”
“E’ stato il momento più difficile della mia gestione”. Così Devis Mangia commenta in conferenza stampa le convocazioni per il Campionato Europeo e la decisione sofferta di lasciare in Italia Baselli, Fedato, Frascatore, Romagnoli e Jacopo Sala: “Ho fatto queste scelte – spiega - con la massima onestà e ritenendo che fossero le più funzionali per questa squadra. La cosa che sottolineo e che mi fa enormemente piacere è che anche i giocatori che non sono nella lista dei 23 sono voluti restare qui con i compagni. Questo è un bellissimo segnale”.
Devis Mangia non punta sui singoli ma sul gruppo, anche se non sottovaluta l’importanza di poter contare sul talento di Marco Verratti: “È un giocatore intelligente, verrà aiutato da tutti i suoi compagni. Inoltre nel corso della seconda parte nella stagione appena terminata a Parigi ha giocato con lo stesso nostro sistema di gioco, quindi non credo ci sia tanto da dire."

Il 5 giugno il primo banco di prova sarà con l’Inghilterra: "Stiamo lavorando in funzione del Campionato Europeo – avverte Mangia - e la coincidenza sta nel fatto che il sistema di gioco utilizzato dall'Inghilterra è un sistema di riferimento per tante nazionali che partecipano a questa fase finale, quindi tutto il lavoro è utile anche in funzione della prima gara con l'Inghilterra”.

I numeri di maglia degli Azzurrini convocati per l’Europeo:
Portieri: 1 Bardi (Novara), 12 Colombi (Modena), 22 Leali (Virtus Lanciano);
Difensori: 13 Bianchetti (Hellas Verona), 3 Biraghi (Cittadella), 6 Caldirola (Brescia), 5 Capuano (Pescara), 23 Crimi (Grosseto), 2 Donati (Grosseto), 19 Regini (Empoli);
Centrocampisti: 16 Bertolacci (Genoa), 7 Florenzi (Roma), 10 Insigne Lorenzo (Napoli), 8 Marrone (Juventus), 21 Rossi (Brescia), 15 Sansone (Parma), 18 Saponara (Empoli), 4 Verratti (Paris St. Germain);
Attaccanti: 20 Borini (Liverpool), 14 Destro (Roma), 11 Gabbiadini (Bologna), 9 Immobile (Genoa), 17 Paloschi (Chievo).

[...]

FONTE: FIGC.it


La Juve vola ai quarti di Champions
Matri-Quagliarella: Celtic battuto 2-0

ALBERTO GASPARRI 6 Marzo 2013
[...]

LE PAGELLE
[...]
Marrone 6,5 Al debutto in Champions se la cava alla sua maniera: tranquillità e nessuna sbavatura
[...]

IL TABELLINO
JUVENTUS-CELTIC 2-0

Juventus (3-5-2): Buffon 7; Barzagli 7, Marrone 6,5, Bonucci 6; Padoin 6, Vidal 6,5 (21' st Isla 6), Pirlo 6 (24' st Giaccherini 6), Pogba 7, Peluso 6 (13' st Asamoah 6); Quagliarella 6,5, Matri 6,5. A disp.: Storari, Chiellini, Vucinic, Giovinco. All.: Conte 7

Celtic (4-3-2-1): Forster 6; Matthews 6 (7' st Forrest 6), Kayal 5, Wilson 5, Izaguirre 5; Wanyama 5 (1' st Ambrose 6), Mulgrew 5,5, Ledley 5,5; Commons 5,5 (28' st Lassad 5,5), Samaras 5; Hooper 5. A disp.: Zaluska, Miku, Stokes, McGeouch. All.: Lennon 5,5

Arbitro: Aydinus (Turchia)
Marcatori: 24' Matri, 20' st Quagliarella (J)
Ammoniti: Peluso (J), Izaguirre (C)
Espulsi: -

FONTE: SportMediaset.Mediaset.it


Conte: A vicenda chiusa, parlerò io. De Laurentiis, ora basta!
Redazione. 29 Luglio 2012
[...]

A Berlino la Juve batte l'Hertha: 2-0 - Si parte con una Juve schierata con il 3-5-2; ma alcuni interpreti sono fuori ruolo. Dato per scontato il maggiore stato di forma dei tedeschi che iniziano la stagione tra pochi giorni, vediamo come si sono mossi i nostri.
Difesa rabberciata con Lichtsteiner al centro-destra, il promettente e giovanissimo Masi nella zona centrale e Lucio spostato a sinistra dopo le magre figure rimediate alle prime due uscite da centrale.
A centrocampo trio centrale, da destra, Vidal-Marrone-Asamoah. Sugli esterni Padoin e De Ceglie, la cui partita dura pochi minuti, sostituito dal giovane sudafricano Untersee. In attacco, la coppia titolare del momento, Matri-Quagliarella.
Al minuto 20', Matri, che fino a quel momento non ne aveva azzeccata una, approfitta di un contropiede, di un fuorigioco fatto male e di un'uscita a raccogliere farfalle del portiere avversario e insacca l'1-0. Potrebbe essere questa la dimostrazione della teoria che uno che la sa buttare dentro anche quando gioca male è meglio tenerlo in rosa. La partita prosegue con i tedeschi, più agili nella corsa, a fare la partita e i bianconeri a tentare di colpire in contropiede.
Nel secondo tempo rimangono negli spogliatoi Lucio (botta alla caviglia) e Matri. Al loro posto entrano Pazienza e Boakye. E qui Conte fa una mossa solo in parte sorprendente: piazza Luca Marrone al centro della difesa, a ribadire ancora una volta quanto per lui sia fondamentale avere, anche nel reparto arretrato, un elemento che sappia impostare l'azione e dia del "tu" alla palla piuttosto che un muro invalicabile ma che rilanci alla "viva il parroco", come si diceva una volta. Dalla metà della seconda frazione inizia il valzer dei cambi con il match che non ha più nulla da dire se non il gol di Krasic, buono forse a spingere eventuali acquirenti al passo decisivo.

Problemi per De Ceglie e Lucio - Piove sul bagnato per la difesa bianconera. Lucio non è rientrato nel secondo tempo per un problema alla caviglia; per lui non dovrebbero tuttavia esserci problemi. Da valutare più attentamente invece la situazione di De Ceglie, che ha dovuto dar forfait già dopo una ventina di minuti per un risentimento muscolare: occorrerà capire se è recuperabile per Pechino.
In questa situazione di difficoltà la nota lieta è data dai giovani che sono subentrati: Masi ormai sembra non più solo un prospetto, ma già una certezza (e sarà da valutare bene se non sia opportuno discutere con la Pro Vercelli per trattenerlo alla Juve sin da subito), Rugani (prodotto del vivaio Empoli) e Untersee, entrambi del 1994, che si sono entrambi ben disimpegnati. Per non parlare di Luca Marrone che, spostato in difesa da Conte, ha dato un'ennesima prova della sua bravura e della sua duttilità.

A Conte è piaciuto Marrone - Non solo Scommessopoli, ma anche considerazioni tecniche sulla gara da parte di Antonio Conte, che ha apprezzato in modo particolare la prova di due giocatori schierati in ruoli non loro abituali, come Lichtsteiner e il giovane Marrone:
"Sono contento della prova, in particolare di quella di alcuni giocatori che hanno dovuto provare un ruolo diverso dal solito, come Marrone e Lichtsteiner. Qualcuno deve ancora assorbire i carichi di lavoro e altri ancora devono assimilare i meccanismi. Direi che queste sono attenuanti da considerare, pensando ai momenti della gara in cui abbiamo sofferto maggiormente. Ho fatto i complimenti perchè comunque nel reparto difensivo siamo tirati, quindi devono essere fatte delle attente valutazioni. Lichtsteiner mi è piaciuto molto in quella posizione. E' stato provato lì anche in settimana. Così come anche il test di Marrone è stato molto positivo e andrò avanti perché lì penso che Marrone possa avere un grande futuro lì"..

[...]

FONTE: Ju29ro.com


di Samuele Maggio
13/mag/2012 16.55.00
Dopo aver vinto lo Scudetto con una giornata d'anticipo, la Juventus chiude il suo campionato imbattuta superando per 3-1 l'Atalanta nell'ultima gionrata di Serie A.
[...]

FORMAZIONI - Conte dà spazio ad alcune delle seconde linee rimaste più in ombra nel corso della staginoe. C'è Storari tra i pali, Estigarribia, Padoin e Marrone in mezzo al campo. Davanti, ovviamente, tocca ad Alessandro Del Piero. Colantuono, da parte sua, opta per la migliore Atalanta possibile.

PARTITA - Si gioca per la grande festa della Signora, i ritmi sono da tipica partita di fine stagione... o inizio estate, fate voi. Si trotterella in campo, l'Atalanta prova ad infastidire la Juve con qualche ripartenza rapida, nella giornata del tripudio bianconero tutto deve essere perfetto. E non sono ammessi disturbatori.

Così dopo appena 10 minuti, al primo affondo, i padroni di casa passano avanti. Marrone raccoglie un delizioso tacco di Borriello e scarica il pallone all'incrocio dei pali della porta difesa da Frezzolini. Lo Juventus Stadium si stropiccia gli occhi prima delle lacrime, quelle che arriveranno poco prima della mezzora.

[...]

PROMOSSI&BOCCIATI - E' bello vedere gli elementi meno utilizzati correre ed impegnarsi al massimo anche in una partita quasi inutile. Gente come Marrone e Padoin, emblema del lavoro fatto da Conte sulla mentalità dei bianconeri. E poi c'è il Capitano, perfetto in una domenica perfetta. Nell'Atalanta si fanno apprezzare per intraprendenza Schelotto e Bonaventura.

FONTE: Goal.com


23/01/2012
Marrone, un ostinato juventino:Un posticino me lo guadagnerò
Bianconero da quando aveva sei anni: «L’assist? Avrò avuto i piedi congelati...»

Luca Marrone, 21 anni, suo l'assist per il gol di Giaccherini all'Atalanta

MASSIMILIANO NEROZZI
TORINO
Per grado di juventinità, devono aver usato lo stampino di Claudio Marchisio; per bravura e successo, si vedrà. Tifoso bianconero fin da piccolo, e per questo scelse la Juve e non il Toro quando entrambi bussarono per l’arruolamento, è arrivato tra i grandi facendosi tutte le giovanili: questo è Luca Marrone, di anni 21, da Bosconero, provincia di Torino. Altro pezzo made in Juve. Dopo un trailer di 78 minuti in Coppa Italia, e un’apparizione di tre, ci ha messo la zampa a Bergamo: perfetto tocco d’esterno destro, oltre la trincea nemica, mettendo Giaccherini davanti alla porta. Talmente bello da non prendersi troppo sul serio: «Ci sono riuscito solo perché avevo i piedi ghiacciati».

Pare invece non si tratti di un caso, racconta Vincenzo, papà Marrone, che sarà di parte ma l’ha visto giocare dai primi anni nel Lascaris, a cinque anni e mezzo: «Quei colpi li ha sempre avuti, solo ora li tenta un po’ meno. Anche perché a questi livelli è più difficile». Più che l’assist, a lui non par vero nulla: «Faccio ancora fatica a pensare che Luca sia arrivato lì, il pallone è sempre stato un gioco». Avviato da papà: «Da piccolo non era neppure appassionato, lo diventò dopo le prime volte». Da lì, è stato un via vai tra allenamenti e campetti, per seguirlo ovunque. Sabato sera, dalla tv: «È stata una bella sensazione - dice ancora Vincenzo - anche se quando gioca sono sempre in agitazione. Capitava pure quando era piccolo». Come tradizione è rimasta la telefonata: «Ci sentiamo sempre, dopo ogni partita o allenamento». Da papà a primo dei critici: «L’ho sentito anche sabato sera e gli ho detto: “Potevi fare meglio”. Scherzo, gli ho fatto i complimenti». Primo difetto da limare: «Fa pochi gol, anche se è normale, da quando in Primavera iniziò a giocare davanti alla difesa». Quello, del resto, è il mestiere che Luca s’è scelto: «Mi vedo regista basso, alla Pirlo», ha confessato finita la sfida con l’Atalanta.

L’obiettivo, invece, è giocare qualche minuto in più. «E lui è uno testardo - racconta ancora papà Vincenzo e quando Conte ha detto che avrebbe voluto tenerlo, Luca mi ha detto: “Sono felice, se lavoro duro magari un posticino riesco a ritagliarmelo”». La fiducia dell’allenatore arrivò in estate ed è stata ribadita ora, che diverse squadre bussavano per averlo. Se l’è tenuto la Juve, che domani potrebbe schierarlo dall’inizio, contro la Roma, in un centrocampo orfano di Marchisio. Da juventino a juventino, miglior clone non poteva esserci.

FONTE: LaStampa.it


La vetrina dei giovani talenti: Luca Marrone, il metronomo della Juventus
Rapa Luciano 15 giugno 2010
Luca Marrone, centrocampista diciannovenne della Juventus, è uno dei tanti paradossi del calcio italiano che sembra voler ritardare all’infinito, specie in un club di prima fascia, il lancio dei suoi giovani migliori: appena due presenze in Serie A ma perno della Nazionale Under 21.

Ricordate Fabregas titolare dell’Arsenal ad appena diciassette anni? In Italia non sarebbe possibile. Luca Marrone, è un talento dal futuro assicurato: centrocampista centrale, recupera una quantità industriale di palloni per poi impostare con rapidità ed efficacia l’azione offensiva della sua squadra. Un po’ De Rossi ed un po’ Yaya Tourè, se vogliamo, con qualche vaga somiglianza anche con Pizarro e Liverani per la visione di gioco. Inoltre possiede una facilità di calcio davvero impressionante come ha dimostrato nella sfida tra le rappresentative Under 21 di Italia ed Ungheria: il gol del definitivo 2-0 per gli Azzurrini, infatti, è stato siglato proprio da Marrone con un tiro di sinistro preciso e potente scagliato da circa 18 metri.

Cresciuto nel settore giovanile della Juventus con maestri del calibro di Marchio, Storgato, Maddaloni e Bruni, il talentino bianconero era stimatissimo sia da Zaccheroni ch,ovviamente,e dal suo antico mentore Ferrara, vale a dire gli allenatori dell’ultima annata calcistica juventina. Facile prevedere per lui un futuro luminoso, magari dopo un anno in prestito sull’esempio di Claudio Marchisio che è tornato alla Juventus dalla porta principale dopo una stagione di apprendistato ad Empoli. Il nuovo allenatore bianconero Gigi Del Neri, tuttavia, sembra prediligere centrocampisti delle sue caratteristiche e, nonostante la linea mediana bianconera sia affollata e passibile di ulteriori innesti (Palombo? Ledesma? Hernanes?), Marrone potrebbe giocarsi le sue carte nel ritiro estivo per ritagliarsi uno spazio importante a Torino già dalla stagione 2010/11.

FONTE: IlPallonaro.com


23/ago/2009 23.50.18
Juventus-Chievo 1-0: La 'testata' di Iaquinta vale tre punti difficili
I bianconeri ringraziano il loro attaccante per il primo successo stagionale.

[...]

Le squadre si allungano un po’. Ferrara fa esordire Marrone in Serie A, per rinforzare il centrocampo dato che Tiago è costretto ad uscire causa i crampi. Dopo due minuti dal suo esordio, Marrone si becca il primo giallo per un fallo su Yepes.

[...]

Vittoria Melchioni

TABELLINO
JUVENTUS-CHIEVO 1-0
MARCATORI: 11’ Iaquinta (J)

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon 6; Grygera 6, Cannavaro 6.5, Chiellini 6.5, Salihamidzic 6 (45’ De Ceglie 6); Tiago 6.5 (73’Marrone sv) , Poulsen 6, Marchisio 7; Diego 7 (86’ Camoranesi sv); Iaquinta 7, Amauri 7. A disposizione: Manninger, Legrotaglie, Molinaro, Trezeguet. All: Ferrara 6.

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino 6; N.Frey 6, Morero 6, Yepes 6.5, Mantovani 6; Luciano 6, Rigoni 6, Marcolini 6 (65’ Bentivoglio 6); Pinzi 7 (83’ De Paula sv); Bogdani 6 (70’Granoche sv), Pellissier 6.5. A disposizione: Squizzi, Malagò, Scardina, Ariatti. All: Di Carlo 6.5

ARBITRO: Gava 6

FONTE: Goal.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBologna Fusco

#VeronaBologna highlights


Wallpapers gallery