Le schede di B/=\S: Simone CALVANO

Pubblicato da andrea smarso lunedì 2 luglio 2012 19:30, vedi , , , , , , , , | Nessun commento

Nato a/il:Milano (MI) il 11/07/1993
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2020
Ruolo:Centrocampista centrale
Altezza:183 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
Carriera da giocatore +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2017 - 2018A-- 
Reggiana2016 - 2017Lega Pro280 
TuttocuoioGen. 2016 - 2016Lega Pro150 
Teramo2015 - Gen. 2016Lega Pro120 
Pistoiese2014 - 2015Lega Pro352 
AlbinoleffeGen. 2014 - 20141^ Divisione112 
Virtus Lanciano2013 - Gen. 2014B00 
San MarinoGen. 2013 - 20131^ Divisione90 
Hellas Verona2012 - Gen. 2013B00 
Milan2011-2012A10 
Milan2011-2012Primavera121 
Milan2010-2011Primavera191 
Milan2009-2010Primavera11 
AtalantaFino al 2010Giovanili11 

Simone, abile anche negli inserimenti, va in gol di testa contro i pari età dell'ALBINOLEFFE

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 2 Luglio 2012
Cresciuto nelle giovanili dell'ATALANTA e pagato praticamente a peso d'oro dal MILAN che nel 2010 sborsa la bellezza di 300mila Euro per avere questo promettentissimo 17enne, Simone ha totalizzato 12 presenze con le nazionali giovanili azzurre partendo dall'Under 16 e finendo all'Under 19 passando per i Mondiali Under 17 in Egitto.

L'ex rossonero è un centrocampista centrale naturale ma può giocare anche da mediano metodista (pur non possedendo la forza atletica di un TACHTSIDIS risulta forse più tecnico e veloce) e da centrocampista esterno all'occorrenza; dotato di mezzi tecnici importanti questo baby fenomeno è stato seguito in passato da JUVENTUS ed ARSENAL ma il 'Diavolo' lo considera giustamente incedibile anche se nella passata stagione è stato spesso frenato dagli infortuni e nello scorso Maggio, dopo un brutto scontro in allenamento, ha riportato una lesione ai legamenti della caviglia: sottoposto ad intervento chirurgico per la ricostruzione dei legamenti del comparto laterale della caviglia sinistra la prognosi per il ritorno all'attività sportiva è fissata per l'inizio di Agosto...

Questo è il suo profilo Instagram ufficiale.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Simone Calvano
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Simone Calvano (Milano, 11 luglio 1993) è un calciatore italiano, centrocampista del Verona.

Caratteristiche tecniche
Nasce calcisticamente come mediano ma privilegia il ruolo di interno destro, può ricoprire anche il ruolo di centrocampista centrale.

Carriera
Gioca nelle giovanili dell'Atalanta fino al 2010 quando è acquistato dal Milan con la cui Primavera vince la Coppa Italia di categoria. Debutta in prima squadra 26 gennaio 2012 in Coppa Italia nella partita Milan-Lazio 3-1, sostituendo Robinho all'89'.

La stagione successiva viene acquistato dal Verona in prestito con diritto di riscatto della comproprietà, per giocare in Serie B, ma non trovando posto, è mandato in prestito al San Marino.

Le stagioni successive le passa giocando, sempre in prestito, in Lega Pro (tranne una breve parentesi in Serie B al Lanciano durata 6 mesi in cui non ha mai giocato), per poi cambiare 6 squadre in 3 anni e mezzo (oltre al Lanciano ha giocato anche alla Pistoiese, al Teramo, al Tuttocuoio e alla Reggiana) trovando abbastanza spazio.

Nell'estate 2017, dopo essere stato vanamente cercato dall'Ascoli e dal Carpi in Serie B, rientra al Verona nella stagione 2017-2018 dove inizialmente rimane fuori lista, ma dopo l'infortunio di Zaccagni, è inserito nella lista.

Esordisce in prima squadra il 29 novembre 2017 nel derby di Coppa Italia 2017-2018 contro il Chievo, sostituendo Lee al 91', e in Serie A il 10 dicembre 2017 nella partita SPAL-Hellas Verona 2-2, subentrando all'80' al posto di Verde. Dopo aver giocato solo 2 partite in tutto il girone d'andata, nel girone di ritorno incomincia a trovare più spazio subentrando sempre a partita in corso.

- Nazionale
Dal 2008 al 2012 ha fatto parte delle rappresentative giovanili collezionando 12 presenze.


Simone Calvano
From Wikipedia, the free encyclopedia

Simone Calvano (born 11 July 1993) is an [Italian professional footballer who plays as a midfielder for Hellas Verona F.C..

Club career
- Early career
Calvano joined Milan from Atalanta in January 2010. He spent two seasons and a half in the club's under-20 team, being part of the squad who won the Coppa Italia Primavera in 2010, 25 years after the team's last success in the competition.
Calvano made his official debut for the first team on 26 January 2012, coming on as a substitute in a Coppa Italia quarter-finals game against Lazio, which Milan won 3–1.

- Hellas Verona
At the beginning of the 2012–13 season, Calvano was signed by Serie B club Hellas Verona on a loan deal with an option for the co-ownership. During the January transfer window, Verona redeemed the player's co-ownership and sent him on loan to Prima Divisione club San Marino for the remainder of the season.

- International career
Calvano has made up a total of 12 caps with Italy U-16, Italy U-17, Italy U-18 and Italy U-19 since October 2008.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-18 +   -   =
Calvano out circa un mese
aprile 6, 2018

Simone Calvano è stato sottoposto agli esami diagnostici che hanno evidenziato una lesione distrattiva di primo grado all’adduttore destro. I tempi di recupero saranno valutati in base all’evoluzione del quadro clinico. Fonte: hellasverona.it

Calvano: “Giocare a San Siro è sempre stato il mio sogno. Peccato per il risultato”
aprile 2, 2018

“Giocare in questo stadio, lo stadio della mia città a due passi da casa, è sempre stato il mio sogno! Ho potuto realizzarlo ieri (sabato, ndr) e sono molto felice! Grazie a chi ci ha sempre creduto e a chi è stato sempre al mio fianco! Peccato per il risultato ma non è ancora finita… Non molliamo”. Questo il messaggio pubblicato su Instagram da Simone Calvano all’indomani della sconfitta di San Siro contro l’Inter.

FONTE: HellasLive.it


CUORE GIALLOBLU
SIMONE CALVANO
#VERONACHIEVO

13/MARZO/2018 - 12:30
Verona - Grinta, dedizione, tanta corsa e interventi decisi: queste le qualità messe in campo nel derby di sabato sera da Simone Calvano, che si aggiudica ancora una volta la tappa del Cuore Gialloblù. La sua prestazione attenta e determinata lo ha portato a raccogliere 74 voti, contro i 67 di Antonio Caracciolo, autore del gol che ha permesso al Verona di vincere una partita tanto importante quanto difficile. Al terzo posto troviamo un altro difensore, Alex Ferrari, che ha totalizzato 35 preferenze.

Cambia la situazione nella classifica generale: Calvano sale in testa a quota 174 voti, davanti a Romulo e Buchel, rispettivamente a 145 e 127.

FONTE: HellasVerona.it


VISTO DA NOI
Adelante los Calvanos
La rivincita di Simone Calvano, da predestinato al dimenticatoio, fino alla gara col Torino

di Lorenzo Fabiano, @lollofab 27/02/2018, 00:16
Getty Images

Dalle stalle alle stelle. Andiamoci piano, tuttavia sarebbe esercizio consigliabile tornare allo scorso mese di novembre e rileggere i commenti alla notizia dell’inserimento di Simone Calvano in rosa al posto dell’infortunato Zaccagni (a proposito, i nostri più affettuosi auguri di pronto recupero). Diciamo non ne trovereste né di generosi né tantomeno di carini. Suo malgrado, in autunno il povero Calvano era ritratto come il bidone di turno, l’ennesimo sgarro perpetrato ai danni dell’Hellas dallo spietato Filippo Fusco, lo sceriffo dell’avida contea di Settingham.
Non che dopo la bella prova offerta al debutto con il Torino, in questa gelida coda di febbraio Calvano sia improvvisamente diventato l’erede di Johan Neeskens, ma di sicuro non è nemmeno quella patacca che il pregiudizio ci ha propinato per mesi e mesi.

La sua è semmai una storia tutta da raccontare: corre il 2010 quando il Milan mette gli occhi su di lui e lo preleva appena diciassettenne dall’Atalanta sborsando una cifra vicina al milione di euro. All’epoca Allegri e Galliani ripongono grande fiducia nel ragazzo: dopo aver militato nella Primavera arriva così il giorno del debutto in prima squadra in un match di Coppa Italia contro la Lazio, quando sia pur per pochi minuti entra in campo al posto di Robinho.

Sembra un predestinato, ma la stagione successiva il Milan lo gira in prestito al Verona per farlo giocare di più. E qui Calvano diventa sinonimo di calvario. A Simone saltano i legamenti del ginocchio e da quel momento ha inizio un’odissea che lo vede girovagare per mezza Italia, cambiando sette squadre in tre anni tra Lega Pro e serie D. Dopo una buona stagione a Reggio Emilia, la scorsa estate torna all’Hellas che però non lo include nella lista dei convocabili. Lui si allena con la Primavera di Porta, fino a che è l’infortunio a Zaccagni ad aprirgli le porte della prima squadra.

Inserito in lista, debutta in serie A a Ferrara negli ultimi sciagurati minuti in cui il Verona getta alle ortiche la vittoria sulla Spal. Superfluo aggiungere che le ironie sul suo conto si sprechino. Poi lo si vede per qualche altro scampolo nello scetticismo più integrale, fino all’esordio dal primo minuto contro il Torino. Risultato alla fine uno dei migliori in campo, ha stupito per come ha saputo dar prova di sicurezza, affidabilità, e soprattutto personalità.
Schierato nel mezzo del centrocampo, ha messo piede, muscoli e cervello a disposizione della squadra. Più che da debuttante, si è mosso con la padronanza del titolare di lungo corso. Era il giorno che aspettava da tempo e sognava da ragazzo prima che la sorte gli si abbattesse contro. Era la sua grande occasione; l’ha colta in pieno andando persino oltre il preconcetto. Quando lo scorso novembre Fusco disse che Calvano sarebbe stato utile, ricordiamo bene come sul ds piovvero strali a saette. Partiti a gennaio Bessa e Bruno Zuculini, a centrocampo non si è intervenuti sul mercato, sposando la linea dell’autarchia (e dell’austerity).

In questo contesto il sarcasmo imperante additava Simone Calvano come la madre di tutte le penurie, il capobrocco di broccolandia. Ora ci troviamo qui a leggere elogi sul suo conto lungo tutto il fronte della stampa nazionale. Siamo contenti per lui, uno che dopo aver passato le pene dell’inferno vede finalmente bagliori di luce in fondo al tunnel. Bella storia di riscatto, ma pure un monito: il Verona sta faticosamente cercando un assetto di equilibrio sul campo. Ci auguriamo lo possa trovare al più presto. Ne venisse ogni tanto un po’ anche da fuori, non diciamo cambierebbe molto le cose, ma di sicuro male non farebbe. Adelante los Calvanos!

FONTE: Hellas1903.it



Il giorno dopo la prima da titolare in Serie A. L’emozione di Simone Calvano
febbraio 26, 2018

Emozionante la prima da titolare in Serie A con vittoria!! Grazie a chi mi è stato sempre vicino e a chi ha creduto in me anche nei momenti più difficili! Grazie anche al mio agente Carlo Alberto Belloni che mi ha aiutato a crescere come calciatore e come uomo sempre credendo in me! Questo il messaggio e la foto pubblicati sui social da Simone Calvano all’indomani dell’esordio in Serie A dal 1’, coinciso col ritorno alla vittoria dell’Hellas Verona.

La favola e l’esempio di Simone Calvano
febbraio 26, 2018

Da promessa del calcio italiano a gregario in Lega Pro. Da fuori rosa in Serie A all’esordio nel massimo campionato italiano. In pochi mesi è cambiata radicalmente la vita di Simone Calvano. Arrivato a Verona nell’estate del 2012, prima di calcare il campo con l’Hellas, ha cercato fortuna con le maglie di San Marino, Lanciano, Albinoleffe, Piatoiese, Teramo, Tuttocuoio e Reggiana. Questa estate, dopo le richieste insistenti dell’Ascoli (triennale pronto, ndr) viene messo in disparte durante il ritiro, ma il club di Maurizio Setti si ricrede e decide di dargli una possibilità, prolungandogli il contratto sino al 2020 ed inserendolo in lista al posto dell’infortunato Zaccagni. L’esordio in Prima Squadra nel derby di Coppa Italia contro il Chievo, debutto in Serie A che si registra invece a Ferrara, contro la Spal, lo scorso 10 dicembre. Da allora, eccezion fatta per le sfide contro Milan e Udinese dove rimane in panchina, diventa la prima scelta di Fabio Pecchia, con Calvano che scavalca nelle gerarchie anche il più esperto Fossati. La grinta e la determinazione del ragazzo, che non ha mai mollato nonostante diversi infortuni ed ostacoli sul proprio cammino, vengono premiati con l’esordio in Serie A dal 1’, al Bentegodi contro il Torino. Una partita di cuore, grinta e la giusta cattiveria agonistica, coronata col successo dell’Hellas Verona, il quinto in campionato, davanti al pubblico amico. Solo i crampi al 76’ lo hanno mandato ko, ma l’applauso del Bentegodi sancisce la sua rinascita. Simone Calvano ha dimostrato, a dispetto di scettici e parolieri, di poterci stare eccome in Prima Squadra e di potersi ritagliare, anche in Serie A, uno spazio da protagonista. La salvezza dell’Hellas Verona passa anche da Calvano. Un esempio per tutti, una certezza per i gialloblù.

FONTE: HellasLive.it


PECCHIA: «LA VITTORIA DI TUTTI. ANCHE A BENEVENTO PRETENDO LO STESSO SPIRITO»
25/FEBBRAIO/2018 - 18:35
Verona - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, al termine di Hellas Verona-Torino, 26a giornata della Serie A TIM 2017/18

«Questa vittoria ci voleva, è stata sofferta ma abbiamo conquistato 3 punti molto importanti meritando il risultato. L'approccio alla gara è stato buono e siamo passati in vantaggio mantenendo bene il campo, mentre nel secondo tempo abbiamo preso gol su una ripartenza e questo mi fa arrabbiare. Alla fine però siamo stati bravi a segnare il secondo gol e a portare a casa il risultato. Valoti? Ha nelle corde questa propensione ad arrivare in porta e di essere pericoloso, sono felice per lui ma l'importante è che si faccia gol. Calvano? Oggi ha esordito dal primo minuto, ha disputato una grande prestazione, ma sono contento anche di come è entrato Fossati. Abbiamo bisogno di tutti nella rosa così come del pubblico, che oggi ci ha spinto e ci ha aiutato ad ottenere questa vittoria. Benevento? Da qui alla fine non ci sono partite diverse l'una dall'altra, ogni gara vale 3 punti, bisogna rimanere aggrappati alle squadre che ci precedono. Come rivedere questo Verona? In qualsiasi modo, anche a costo di cambiarne 10. Loro sono in salute, noi dobbiamo andare al Vigorito con l'entusiasmo e la forza che ci ha dato questa vittoria, convinti di poter raggiungere il nostro obiettivo».

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Centrocampo Verona, Calvano è pronto
In mediana Pecchia può cambiare: con il Torino c’è una soluzione nuova da provare

di Redazione Hellas1903, 21/02/2018, 10:46

Finora è sempre entrato offrendo un contributo di valore, Simone Calvano.
Per lui, adesso, si può profilare il debutto da titolare. Domenica, con il Torino, Fabio Pecchia valuterà il suo impiego dall’inizio.
Una soluzione nuova per un centrocampo che, nelle ultime giornate, ha sofferto la pressione avversaria. La coppia Büchel-Valoti non è riuscita a consolidarsi. Per Calvano, con i granata, potrebbe esserci una chance da titolare.

FONTE: Hellas1903.it


CUORE GIALLOBLU
SIMONE CALVANO
#SAMPVERONA

13/FEBBRAIO/2018 - 17:30
Verona - Cuore Gialloblù: Simone Calvano si aggiudica anche la tappa relativa alla trasferta contro la Sampdoria, raggiungento la prima posizione, davanti a Nicolas e Romulo, che completano il podio.
Nella classifica generale Romulo è in testa alla graduatoria con 132 preferenze, davanti a Heurtaux e Verde, rispettivamente a quota 95 e 91 voti.

FONTE: HellasVerona.it


Il sogno di Calvano: scartato da tutti esordisce in Serie A
L’ex Primavera del Milan è riuscito a trovare spazio nel massimo campionato. Sei mesi fa era in Serie C

di Redazione Il Milanista, 09/02/2018, 11:39
MILANO – Quella di Simone Calvano è una storia di sogni e perseveranza. Adesso è un giocatore del Verona, che il 10 dicembre ha esordito in Serie A, ma sei mesi fa non veniva nemmeno convocato dalla Reggiana. A 17 anni il Milan lo preleva dalla Primavera dell’Atalanta. A Milanello attira l’attenzione di Seedorf e Allegri, che tenendolo sott’occhio lo fa esordire in Coppa Italia contro la Lazio. Il sogno sembra sempre più vicino, ma per la stagione successiva il Milan lo gira al Verona. In Veneto Calvano rimedia un tremendo infortunio ai legamenti, che condizionerà totalmente la sua carriera. Accantonato l’infortunio, Calvano riparte dalle categorie più basse, cambiando ben 7 squadre in 3 anni, rimbalzando tra Lega Pro e Serie D.

LA SVOLTA – L’Hellas, che detiene ancora la proprietà del suo cartellino, ad inizio stagione decide di non farlo partire. Calvano non viene incluso in nessuna lista e si allena con la Primavera, ma l’emergenza difensiva degli scaligeri gli permette di rimanere a Verona. A novembre la dirigenza gialloblù decide di rinnovargli il contratto fino al 2020 e reintegrarlo nella lista per la Serie A. Il sogno si realizza contro la Spal, ma Calvano si è guadagnato 91 minuti di Serie A fino ad oggi. Non esattamente un minutaggio da titolare, ma dopo la lunga avventura nelle serie inferiori appare comunque straordinario.

FONTE: IlMilanista.it


La strana parabola di Calvano: dalla tribuna in Serie C all’esordio in Serie A in 6 mesi
Da predestinato nel Milan di Allegri all’infortunio di Verona che lo ha portato a girovagare tra Lega Pro e Dilettanti per 4 anni senza grandi soddisfazioni, fino al ritorno ‘casuale’ agli scaligeri e l’esordio in Serie A a 24 anni. Ecco la storia di Simone Calvano che fino a 6 mesi fa faticava a trovare spazio in Serie C con la Reggiana.
7 FEBBRAIO 2018 15:24 di Michele Mazzeo

Passare dalla tribuna in Lega Pro all’esordio in Serie A in soli sei mesi non è una cosa che accade spesso nella carriera di un calciatore, specialmente se quel treno che passa una volta nella vita per la massima Serie sembrava già perso. Eppure Simone Calvano ci è riuscito a 24 anni, grazie al Verona, a tante coincidenze e una perseveranza fuori dal comune, e adesso sta facendo di tutto affinché su quel treno ci possa rimanere.

Dall’Atalanta all’esordio con il Milan di Allegri
Per comprendere la “strana” parabola calcistica del milanese classe ’93 dobbiamo fare un balzo indietro nel tempo di quasi 8 anni, cioè al 2010 quando all’età di 17 anni il Milan lo strappò all’Atalanta, società nella quale è cresciuto, per quasi 1 milione di euro. Una cifra che faceva di Simone Calvano un predestinato, a maggior ragione quando Clarence Seedorf, all’epoca bandiera dei rossoneri, lo mise sotto la propria ala protettiva negli allenamenti in prima squadra. Ma il centrocampista olandese non fu l’unico ad accorgersi del suo talento: l’allora allenatore dei meneghini Massimiliano Allegri ne segue lo sviluppo e il 26 gennaio 2012 lo fa esordire “con i grandi” in Coppa Italia nella partita Milan-Lazio 3-1, entrando al posto di Robinho all'89’.

in foto: Il rendimento squadra per squadra di Simone Calvano in tutta la sua carriera fino ad oggi (fonte Transfermarkt)

“Fatal Verona”: l’infortunio ai legamenti
La strada verso una carriera importante sembra essere spianata, ma, come spesso accade, nel momento in cui bisogna oltrepassare quel confine tra promessa per il futuro e risorsa per il presente, accade un imprevisto che ne condiziona l’ascesa. Dopo due stagioni passate nella primavera di Giovanni Stroppa, infatti, il centrocampista viene ceduto in prestito con diritto di riscatto (divenuta poi cessione a titolo definitivo l’anno seguente) all’Hellas Verona, ma un brutto infortunio ai legamenti della caviglia sinistra non gli consente di ritagliarsi il suo spazio tra le fila degli scaligeri.

Sette squadre in quattro anni: tour tra Lega Pro e Serie D
E così a gennaio del 2013 comincia il suo tour di prestiti in giro per l’Italia tra Lega Pro e Serie D che lo vede approdare prima al San Marino, poi al Lanciano (con cui non è mai sceso in campo), all’Albinoleffe, alla Pistoiese, al Teramo, al Tuttocuoio e infine, lo scorso anno, alla Reggiana dove, dopo una buona prima parte di stagione, finisce a fare la riserva per chiudere poi l’annata, nel momento decisivo (quello dei playoff per la promozione in Serie B), addirittura in tribuna. Ormai sembrava dunque che il destino del non più giovanissimo Simone Calvano fosse segnato: calciatore destinato a divincolarsi nel mare magnum delle Serie minori aspirando al massimo alla cadetteria.

in foto: Il rendimento di Simone Calvano nelle ultime gare della scorsa stagione con la Reggiana in Lega Pro (fonte Transfermarkt)

Il destino toglie, il destino dà: dalla tribuna in Serie C al debutto in Serie A
Ma ecco che lo stesso destino che qualche anno prima gli aveva tolto adesso gli dà: dovrebbe partire ancora prestito in Serie C (il nuovo “vecchio” nome della Lega Pro), ma la questione Albertazzi, l’infortunio di Bianchetti e soprattutto quello di Zaccagni convincono gli scaligeri a tenerlo a disposizione di mister Pecchia per la nuova avventura in Serie A. All’inizio si allena con la Primavera e non viene inserito nella lista dei 25 non potendo quindi giocare con la prima squadra, destinato quindi a ripreparare le valige in vista del mercato di gennaio.

Ma a novembre arriva la svolta: prolunga il suo contratto in scadenza con l’Hellas fino al 2020 e viene reintegrato nella lista del club gialloblù per il campionato di Serie A. Dopo alcune partite in cui viene lasciato in panchina fino al 90’, Pecchia nella gara contro la Spal del 10 dicembre scorso a dieci minuti dal termine decide che è arrivato il momento di far esordire in Serie A Simone Calvano. Da lì ad oggi ha giocato altri cinque spezzoni di partita contro Juventus, Napoli, Fiorentina, Crotone e Roma, per un totale di 91 minuti complessivi. Non un grande bottino certo, ma se si pensa che solo sei mesi fa veniva lasciato fuori in Lega Pro non è poi così male come secondo inizio.


FONTE: https://calcio.fanpage.it/la-strana-parabola-di-calvano-dalla-tribuna-in-serie-c-all-esordio-in-serie-a-in-6-mesi/
http://calcio.fanpage.it


Calvano: “Emozione unica l’esordio in Serie A”
dicembre 11, 2017

Emozione unica l’esordio in Serie A ma peccato per il risultato, si va avanti sempre a testa alta”. Questo il commento sui social del centrocampista dell’Hellas Verona, Simone Calvano, all’indomani dell’esordio nella massima serie italiana allo stadio Mazza di Ferrara.

L’esordio in Serie A di Simone Calvano
dicembre 11, 2017

Stadio Mazza, minuto 35 del secondo tempo. Fabio Pecchia chiama in panchina Verde, al suo posto entra Calvano. Calvano chi? Avranno pensato i più. Centrocampista classe 1993 cresciuto nei settori giovanili di Atalanta e Milan, Simone è arrivato a Verona nell’estate del 2012 e dopo i prestiti a San Marino, Albinoleffe, Pistoiese, Teramo, Tuttocuoio e Reggiana, grazie alla fiducia che in lui hanno riposto la società (prolungato il contratto fino al 2020, ndr) e l’allenatore, ieri è arrivato il tanto atteso debutto in Serie A. Una prima da dimenticare solo per la beffa finale che ha visto l’Hellas Verona farsi rimontare dallo 0-2 al 2-2 in due minuti, nello scontro salvezza in casa della Spal. Mercoledì in coppa Italia, Calvano potrebbe avere maggiore minutaggio nella sua Milano, un giocatore su cui Fusco e Pecchia hanno deciso di puntare.

Calvano: “È stata un’emozione unica”
novembre 30, 2017

“Chi mi conosce lo sa che non sono il tipo di persona che ama queste cose scritte qui ma esordire con questa maglia e tornare a giocare dopo aver passato mesi difficili è stata un’emozione unica… Ringrazio chi ha sempre creduto in me nella buona e nella cattiva sorte, chi mi è stato vicino anche nei momenti difficili! Mi avete dato la forza per non mollare mai e passare serate come questa! Grazie”. Questo il commento e la foto pubblicati sui social dal centrocampista dell’Hellas Verona, Simone Calvano, dopo la prima in gialloblù nel derby di Coppa Italia vinto contro il Chievo di Maran.

FONTE: HellasLive.it



Verona - L'Hellas Verona FC comunica che il calciatore Mattia Zaccagni, in seguito al persistere dell'infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio sinistro, è stato sottoposto a una visita specialistica che ha evidenziato la necessità di una terapia conservativa della durata di almeno 30 giorni.
Contestualmente, il calciatore è stato temporaneamente rimosso dalla lista dei calciatori utilizzabili depositata presso la Lega Serie A, e al suo posto è stato inserito Simone Calvano, che sarà già convocabile per la sfida di lunedì contro il Bologna. Il centrocampista, che ha scelto la maglia numero 23, ha inoltre prolungato il proprio contratto con l'Hellas Verona fino al 30 giugno 2020.

FONTE: HellasVerona.it


Pronto il rinnovo fino al 2020 per Calvano
ottobre 24, 2017

Il centrocampista classe 1993 dell’Hellas Verona, Simone Calvano, in scadenza col club gialloblù il prossimo 30 giugno, la settimana prossima rinnoverà il contratto con la società presieduta da Maurizio Setti fino al 2020.

Calvano si sta allenando a Peschiera
settembre 14, 2017

Il centrocampista dell’Hellas Verona, Simone Calvano, da ieri si sta allenando a Peschiera con la squadra di Fabio Pecchia. L’ex Milan, sotto contratto col club gialloblù fino al prossimo 30 giugno, durante le visite mediche svolte a luglio, aveva accusato un’aritmia cardiaca. Superato il problema fisico, il mediano lunedì è arrivato a Verona e ha ricevuto l’ok dai medici per l’idoneità sportiva.

FONTE: HellasLive.it


MERCATO
Calciomercato: Carpi su Simone Calvano
Nome nuovo per il centrocampo del Carpi: vicino all’Ascoli, Simone Calvano ha poi rifiutato il bianconero ed ora si profila una intesa con i biancorossi

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli 10/07/2017, 12:18

Nome nuovo per il centrocampo del Carpi: la dirigenza emiliana è al lavoro per consegnare ad Antonio Calabro un nuovo mediano che risponde al nome di Simone Calvano. Classe 1993, di proprietà dell’Hellas Verona, cresciuto nella primavera del Milan e con 28 presenze nella Reggiana dell’anno scorso. In trattativa con l’Ascoli, il giocatore ha poi rifiutato il bianconero ed ora si profila una intesa con i biancorossi. Il suo cartellino ha un valore di 200 mila euro.

FONTE: CarpiCalcioNews.it


Salta il passaggio di Calvano all’Ascoli. La settimana prossima atteso in ritiro a Primiero
luglio 9, 2017

Il centrocampista Simone Calvano non andrà all’Ascoli. La trattativa è saltata e l’ex Milan è atteso la settimana prossima in ritiro a Primiero. In scadenza di contratto con l’Hellas Verona nel 2018, la società di Maurizio Setti valuterà poi se rinnovargli il contratto. Su Calvano, da quanto appreso da Hellas Live, c’è l’interesse del Carpi.

FONTE: HellasLive.it


STAGIONE 2016-2017 +   -   =
L’Ascoli ha pronto un triennale per Calvano. L’Hellas Verona chiede circa 150.000 euro
giugno 30, 2017

Il centrocampista classe 1993 dell’Hellas Verona, Simone Calvano, nell’ultima stagione in prestito alla Reggiana, ha richieste dalla Serie B (Ascoli, Carpi, Ternana, ndr) e da diversi club di Lega Pro. L’agente Carlo Alberto Belloni nei giorni scorsi ha incontrato sia il ds gialloblù Fusco che quello bianconero, Giaretta. La richiesta del club di via Francia per l’ex Milan è di circa 150.000 euro ed una percentuale sulla futura rivendita, cifra che l’Ascoli vorrebbe portare intorno ai 100.000, marchigiani che hanno pronto un triennale per Calvano, in scadenza con l’Hellas Verona il 30 giugno 2018. Il futuro di Calvano si deciderà quindi nei primi giorni di luglio, ma la volontà del centrocampista è quella di ripartire da Ascoli.

FONTE: HellasLive.it


CALCIOMERCATO
Il Verona cede Calvano all'Ascoli
30/06/2017 12:13
Il futuro di Simone Calvano sarà lontano da Verona. Il centrocampista, l'anno scorso in prestito alla Reggiana, è pronto a trasferirsi ad Ascoli in maniera definitiva (contratto triennale). L'ex prodigio della Primavera del Milan, era stato acquistato dall'Hellas nel 2012 ma il classe 1993 non aveva mai convinto con la maglia scaligera (0 presenze ufficiali) e aveva sempre giocato in prestito girando l'Italia tra San Marino, Lanciano, Albinoleffe, Pistoiese, Teramo e Tuttocuoio. Nell'ultima stagione, a Reggio Emilia, Calvano ha disputato un ottimo campionato al vertice in Lega Pro: ora ha la possibilità di confrontarsi in Serie B con la maglia dei marchigiani. L.VAL.
FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE B
Ascoli, per il centrocampo si guarda all'Hellas: piace Calvano
13.06.2017 22:38 di Claudia Marrone Twitter: @claudilyn87
Scadrà a fine mese il prestito di Simone Calvano alla Reggiana, ed ecco che sul centrocampista piomba l'Ascoli. Secondo quanto riferisce Sky, il classe '93, di proprietà dell'Hellas Verona, è vicino al vestire la casacca bianconera.

LEGA PRO
ESCLUSIVA TMW - Ag. Calvano: “Reggiana, stagione top. Futuro, parola al Verona"
07.04.2017 11.59 di Giuseppe Granieri
“Calvano, da grande promessa del Milan quando militava nel settore giovanile e nella Primavera, ha poi fatto una lunga gavetta in Lega Pro, quasi 3 anni e mezzo, collezionando 109 presenze, 4 gol e 5 assist. Quest’anno, poi, alla Reggiana ha messo insieme 27 presenze e 3 assist fino ad ora, risultando il centrocampista più utilizzato della rosa e, nonostante il cambio di allenatore, è riuscito comunque a battere la concorrenza interna”. Parla così, a TuttoMercatoWeb.com, il procuratore Carlo Alberto Belloni.

Qual è la situazione contrattuale del giocatore?
“Appartiene all’Hellas Verona, società con la quale ha ancora un anno di contratto: alla Reggiana è in prestito con diritto di riscatto e controriscatto”.

Quale potrà essere il futuro, dopo l’ottima stagione in Emilia?
“Dipenderà, ovviamente, dal club scaligero: il destino di Simone potrebbe cambiare se il Verona il prossimo anno sarà in A, come tutti speriamo, o in B”.

Le richieste, comunque, non mancano.
“A gennaio scorso abbiamo ricevuto due offerte da club di B: sul piatto c’era un triennale ma, alla fine, abbiamo preferito restare a Reggio Emilia per completare il percorso”.

Soddisfatti della piazza emiliana?
“Assolutamente sì: è stata una scommessa vinta, sia per Simone, sia per il direttore sportivo Andrea Grammatica che per il sottoscritto. La Reggiana è un club blasonato, con un passato importante e che ora disputerà i play-off”.

Dopo qualche sbandata, il giocatore ha ripreso la giusta strada che uno con le sue potenzialità merita di fare.
“Simone ha fatto degli errori di gioventù che ha pagato a caro prezzo, se ne è reso conto ed ora è più maturo ed è diventato uomo: oggi è un giocatore completo, una mezzala capace di fare la doppia fase egregiamente. Può ambire a palcoscenici importanti e non mi stupirei se tra un paio d’anni si dovesse riparlare di lui in serie A: la strada, ovviamente, è ancora lunga ma Simone ha finalmente trovato la via giusta”.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Latina, piace Calvano della Reggiana
14.12.2016 22:23 di Raffaella Bon
Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione il Latina avrebbe messo nel mirino il centrocampista classe '93 Simone Calvano attualmente in forza alla Reggiana in Lega Pro, ma di proprietà dell'Hellas Verona e autore di una buona prima parte di campionato.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


LEGA PRO
Il Milan lo acquistò per 1 milione: Calvano, il pupillo di Seedorf rinato alla Reggiana
di Nicolo Schira, @NicoSchira 09/10/2016, 13:08

All’età di 17 anni il Milan lo strappò all’Atalanta per quasi 1 milione di euro. Cifra da predestinato per il centrocampista Simone Calvano, coccolato negli allenamenti in prima squadra da un totem rossonero del calibro di Clarence Seedorf. Il centrocampista del futuro secondo i dirigenti rossoneri, queste le dichiarazioni dell’epoca al momento della presentazione di rito. Un grave infortunio ai legamenti ne ha, però, frenato l’ascesa e nel 2013 il club di via Aldo Rossi l’ha ceduto a titolo definitivo al Verona. Per molti sembrava essersi, ormai, perso nel mare magnum della Lega Pro, dove ha vestito le maglie di Pistoiese, Teramo e Tuttocuoio. Sempre in prestito perché il Verona non ha voluto smettere di credere nelle qualità del classe ’93. In estate il passaggio alla Reggiana: ancora in terza serie ma con l’obiettivo di lottare per la promozione. Un passo in avanti per cercare la definitiva maturazione dopo l’ultimo positivo biennio fra Abruzzo e Toscana. Prestazioni maiuscole quelle in maglia granata che hanno riacceso l’attenzione degli addetti ai lavori. Quel ragazzo che aveva fatto innamorare Galliani è pronto a riconquistare palcoscenici importanti. Scusate il ritardo: Calvano é tornato…

FONTE: GazzaMercato.it


Ufficiale: Calvano alla Reggiana
29/LUGLIO/2016 - 11:43
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver trasferito a titolo temporaneo, con diritto di riscatto e contro riscatto, le prestazioni sportive del calciatore classe 1993 Simone Calvano all'AC Reggiana 1919.

FONTE: HellasVerona.it


Pisa su Calvano
18 luglio 2016

Simone Calvano, ventiduenne ex promessa milanista mai esplosa, e’ rientrato dal prestito al Tuttocuoio e ora è entrato nelle mire di Gattuso, allenatore del Pisa neopromosso in serie B.
“Ringhio” lo conosce bene dai tempi del vivaio rossonero e lo ha messo nella lista della spesa del club di Berlusconi. A riferirlo è la Gazzetta dello Sport.

FONTE: HellasNews.it


STAGIONE 2015-2016 +   -   =
CALVANO é un nuovo giocatore neroverde
05-01-2016 17:40 - News Prima Squadra

L´A.C.TUTTOCUOIO comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del centrocampista,classe ´93, Simone Calvano.
Nato nelle giovanili del Milan, di proprietà dell´ Hellas Verona arriva in prestito nel club di Ponte a Egola dal Teramo.

Fonte: Addetto stampa

FONTE: TuttoCuoioCalcio.com


LEGA PRO
UFFICIALE: Teramo, terminato il prestito di Calvano dall'Hellas Verona
30.12.2015 12.12 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Fonte: teramocalcio.net
La S.S. Teramo Calcio comunica l'avvenuta conclusione dell'esperienza in biancorosso con il centrocampista Simone Calvano, arrivato in prestito dall'Hellas Verona.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Verona, Calvano in prestito al Teramo
Il centrocampista classe '93 ha vestito le maglie di San Marino, Lanciano, Albinoleffe e Pistoiese in Lega Pro

sabato 1 agosto 2015
TERAMO - Il Teramo ha ratificato l'accordo con il centrocampista Simone Calvano, classe 1993, che arriva in prestito con diritto di riscatto dall'Hellas Verona. Questo quanto comunicato dal Teramo: "La S.S. Teramo Calcio comunica l’avvenuta ratifica dell’accordo con il centrocampista Simone Calvano, classe 1993, che arriva in prestito con diritto di riscatto dall’Hellas Verona. Calvano inizia il suo iter calcistico con le giovanili dell’Atalanta, prima di trasferirsi al Milan all’età di 16 anni; nella stagione 2010/11 diventa un punto di forza della Primavera rossonera, facendo anche il suo debutto in Coppa Italia con la prima squadra. Ceduto poi in prestito all’Hellas Verona, vive la sua prima vera esperienza tra i “Pro” a San Marino e, l’anno successivo, con la Virtus Lanciano, ma è con l’Albinoleffe che fa notare le sue qualità, siglando due reti sul finire del campionato, prologo all’ottima, ultima annata disputata da titolare con la casacca della Pistoiese, dove ripete lo score realizzativo precedente".

FONTE: TuttoSport.com


STAGIONE 2014-2015 +   -   =
LEGA PRO
Pistoiese, forti richiami dalla Serie B per Calvano
18.05.2015 10.20 di Gianluca Losco Twitter: @MrLosco
Dopo l'ottima stagione disputata quest'anno con la maglia della Pistoiese, Simone Calvano potrebbe trovare spazio il prossimo anno in Serie B. Secondo quanto raccolto da tuttob.com, infatti, sulle tracce del centrocampista, che è di proprietà del Verona, ci sarebbero Avellino, Modena e anche Teramo, squadra impegnata nei playoff di Lega Pro.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


LEGA PRO
Pistoiese, retroscena legato a Calvano: declinata una ricca offerta
04.02.2015 15.01 di Alessandra Stefanelli
Il centrocampista classe '93 Simone Calvano faceva gola a molti club, tanto da aver ricevuto numerose proposte per lasciare la Pistoiese già a gennaio. Come riportato da Tuttolegapro.com, dalla Serie B si erano mosse Avellino e Crotone, che continuano a tessere i contatti col Verona proprietario del cartellino in prospettiva giugno. L'Ascoli lo voleva prima di virare su Altobelli, tuttavia l'offerta più importante era stata recapitata dal Teramo. Un contratto da settantamila euro netti da qui a giugno per strapparlo ai toscani. L'ultimo giorno di mercato gli abruzzesi erano ritornati alla carica, pronti a tutto pur di portarlo alla corte di Vivarini. Calvano ha ringraziato per l'offerta, ma non se l'è sentita di abbandonare una squadra che vive un momento di grande difficoltà (un punto nelle ultime sei gare) e così ha preferito restare a Pistoia.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ESCLUSIVE TB
ESCLUSIVA TB - Simone Calvano: "Pistoiese la squadra giusta per esplodere. Con Lucarelli sto crescendo tanto. La B..."
10.11.2014 21:45 di Redazione TuttoB.com
Giovani talenti crescono e appaiono pronti al definitivo salto di qualità. La maturazione di Simone Calvano appare essersi completata alla Pistoiese in Lega Pro. Merito della grinta del centrocampista milanese e degli insegnamenti di mister Cristiano Lucarelli. Il classe '93 è considerato uno dei talenti più importanti della sua nidiata, tanto da vantare, a soli ventuno anni, trascorsi importanti con le maglie di Milan ed Hellas Verona (titolare del suo cartellino). Ragazzo solare e tranquillo, ha respinto al mittente le tante etichette circolate senza motivo sul suo conto. Intercettato nel centro di Milano, dove si godeva il giorno di relax, la mezzala ha fatto il punto della situazione sulla sua annata:

"A Pistoia mi trovo splendidamente. Ho trovato la piazza giusta per impormi nel calcio che conta e giocare con continuità. Ringrazio la società per la fiducia che ha riposto nel sottoscritto in estate e mister Cristiano Lucarelli per gli insegnamenti e i consigli quotidiani che mi dedica".

L'obiettivo è tornare in B...
"Il sogno sarebbe riuscirci con questa maglia. Siamo un bel gruppo e ci stiamo togliendo diverse soddisfazioni. La cadetteria l'ho già assaggiata, ma ho avuto poco spazio ed ero giovanissimo. Adesso sono cresciuto e maturato molto. Sono pronto l'anno prossimo per dire la mia anche in categorie superiori".

FONTE: TuttoB.com


Ufficiale: Simone Calvano alla Pistoiese
Postata il 22/07/2014 alle ore 17:22
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo, le prestazioni sportive del calciatore Simone Calvano alla società US Pistoiese 1921.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2013-2014 +   -   =
ALTRE NOTIZIE
Albinoleffe, Calvano: "Vorrei giocare ovunque e sempre"
26.02.2014 23.31 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Fonte: albinoleffe.com
Chiamatelo talismano. Simone Calvano ha avuto un grande impatto con il mondo AlbinoLeffe, tanto in campo quanto a livello di "cabala": da quando è arrivato a Bergamo, infatti, la squadra blucelelste non ha ancora perso.

Simone, in poco più di un mese hai già realizzato un gol, un assist e stai trovando grande continuità di rendimento. Forse nemmeno tu potevi desiderare un inizio migliore.
"Sono molto contento di come ho iniziato, ma non ho ancora fatto niente. Ora arriva il bello, arrivano partite importanti che ci servono per posizionarci il più in alto possibile nella griglia dei playoff".

I tecnici non hanno mai dubitato sul tuo valore e in campo stai ripagando la loro fiducia, rispondendo, contemporaneamente, a chi era scettico nei tuoi confronti.
"Come ti dicevo all'inizio di questa avventura, sono arrivato molto carico, con tanta voglia di giocare e fare bene. Ovviamente molti hanno visto che a Verona e a Lanciano ho fatto poche presenze e allora hanno iniziato a parlare dicendo che non sono un giocatore. Ho accettato di scendere di categoria per fare vedere il mio valore e rilanciarmi".

L'ultimo successo casalingo ha portato tre punti pesanti che vi hanno permesso anche di scalare qualche posizione in classifica.
"È vero, ma non dobbiamo commettere l'errore di guardarla troppo. Dobbiamo pensare di domenica in domenica, anche perchè nel campionato di Lega Pro basta poco per salire o scendere in classifica, come accaduto, per esempio, al Savona".

Hai fatto della duttilità una delle tue armi migliori: come va nella posizione di esterno?
"Io vorrei giocare ovunque e sempre. Il mister mi vede lì e finchè gioco va bene. Cerco di interpretare questo ruolo al meglio. Certo, alcuni movimenti non sono ancora naturali, ma fino a ora penso di avere dato il mio contributo".

Parlavi di partite importanti ancora da giocare: all'orizzonte c'è la sfida con il Vicenza. Che partita sarà?
"È una partita importante perchè affrontiamo un'ottima squadra. Per fare risultato dovremo dare tutto, al Menti non è mai facile strappare la posta. E poi da quando sono qui non abbiamo mai perso, speriamo di andare avanti così".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Ufficiale: Simone Calvano in rossonero: Per lui prestito con diritto di riscatto
Mercato Pubblicata il 2013-07-19 10:20:00
Virtus Lanciano attivissima sul mercato.
Nella mattinata è arrivata la firma di Simone Calvano, centrocampista classe 1993, proveniente dal Verona.
Per lui prestito con diritto di riscatto.

FONTE: VirtusLanciano.it


Ufficiale: Simone Calvano alla Virtus Lanciano
Postata il 19/07/2013 alle ore 14:08
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto le prestazioni sportive di Simone Calvano alla società SS Virtus Lanciano. Il calciatore si trasferisce a titolo temporaneo con opzione per l'acquisizione della compartecipazione.

Sono state definite, inoltre, le seguenti operazioni:
Carlo Alberto Calvetti: ceduto alla società AC Pavia a titolo di compartecipazione.
David Speziale: ceduto alla società AC Pavia a titolo temporaneo.
Ernesto Torregrossa: ceduto alla società AC Lumezzane a titolo di compartecipazione.
Ufficio Stampa

Ufficiale: riscatto per Cacciatore e Calvetti
Postata il 19/06/2013 alle ore 18:15
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica le seguenti operazioni di mercato.
FABRIZIO CACCIATORE: esercitato il diritto di riscatto della metà del cartellino dalla società UC Sampdoria.
MARCO GUZZO: rinnovo dell'accordo di partecipazione con l'AC Siena, club che detiene la titolarità del tesseramento.
CARLO ALBERTO CALVETTI: esercitato il diritto di riscatto dell'intero cartellino con l'AC Milan.
SIMONE CALVANO: rinnovo dell'accordo di partecipazione con l'AC Milan, il club gialloblù rimane titolare del tesseramento del centrocampista.
Ufficio Stampa.

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2012-2013 +   -   =

ALTRE NEWS
San Marino, Calvano: "Qui è tutto diverso. Darò il massimo per i playoff"
16.01.2013 17:40 di Alessio LAMANNA
E' stato presentato Simone Calvano, nuovo acquisto che va a rinforzare il centrocampo del San Marino. Calvano, il cui cartellino è ora a metà tra Milan e Hellas Verona, arriva sul Titano in prestito fino a giugno.
Il centrocampista classe '93, le cui dichiarazioni sono state diffuse tramite un video da smtvsanmarino.sm, ha parlato così in sede di presentazione: "Sono reduce da un inizio di stagione un po' difficile, visto che non ho trovato spazio a Verona. Dopo le mie esperienze al Milan, tra Primavera e prima squadra, mi aspettavo un futuro diverso. Ad ogni modo, ora sono qua per ritrovare il rendimento che avevo in rossonero. Mi paragonano ad Ambrosini? Mi fa piacere, poi si scoprirà che tipo di giocatore sono. Qui mi sembra tutto nuovo, anche la Polizia è diversa rispetto all'Italia. Cercherò di dare il meglio per questa squadra, dando il massimo per raggiungere i playoff".

FONTE: TuttoLegaPro.com


Ufficiale: Calvano in prestito al San Marino
Postata il 15/01/2013 alle ore 18:19
VERONA - L'Hellas Verona F.C. comunica di aver acquisito la metà del cartellino del calciatore Simone Calvano dal Milan e, contestualmente, lo ha ceduto in prestito fino al 30 giugno 2013 al San Marino Calcio.
Ufficio Stampa

Calvano e Martinho: la presentazione dei due arrivi
Postata il 19/07/2012 alle ore 15:40
Gardini: "Hanno la possibilità di confrontarsi su un palcoscenico importante"
VERONA - Presentati nella giornata di giovedì due volti nuovi per la squadra scaligera. Il direttore generale Gardini introduce così Simone Calvano e Raphael Martinho: "Sono due giovani di grandissime qualità, hanno la possibilità di confrontarsi su un palcoscenico importante. Si tratta di giocatori con tanta voglia di esprimersi, speriamo possano trovare le condizioni ideali per farlo al meglio. Ringrazio i tifosi per la risposta che hanno dato in questi primi giorni di abbonamenti. Si avvicina il momento di fare sul serio, dovremo dimostrare coi fatti di avere qualità ma anche spirito di sacrificio"

"Per me è un'emozione grandissima essere qui - esordisce il centrocampista proveniente dal Milan - è un ambiente diverso rispetto a quello giovanile in cui ero fino a poco tempo fa. Spero di ripagare la fiducia, posso imparare molto sia dal punto di vista umano che calcistico. Sono un centrocampista interno, di quantità, posso fare il secondo in un centrocampo a quattro o interno destro a tre". "Sono arrivato all'Atalanta all'età di 7 anni - prosegue Calvano - dove ho fatto dieci stagioni di settore giovanile. Da lì al Milan: una bellissima esperienza, mi sono allenato con grandi campioni e ho anche esordito in Coppa Italia. Adesso voglio dimostrare chi sono e mettere in mostra le mie qualità"...
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Nuovo acquisto del Verona, arriva Simone Calvano
Nuovo acquisto del Verona: Simone Calvano, dal Milan con furore
Gialloblù scatenati nel mercato estivo in vista della prossima stagione. Il giovane centrocampista, classe '93, è cresciuto calcisticamente nella Primavera dell'Atalanta

La Redazione
07 luglio 2012 10:56
Nuovo colpo di mercato per l'Hellas Verona in vista della stagione sportiva 2012/13: si tratta di Simone Calvano, centrocampista nato l’11 luglio 1993, proveniente dal Milan.

Il calciatore si trasferisce in gialloblù con la formula del prestito con diritto di riscatto della comproprietà. Gioca da centrocampista centrale, nonostante ricopra il ruolo del mediano, è dotato di una buona tecnica, predilige il gioco corto al classico cambio di gioco con lanci lunghi, è già nel giro delle nazionali giovanili dove è stato sempre preso in considerazione da mister Rocca in under 17.

Il giovane talento è cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta dove si mette subito in evidenza e viene acquistato dal Milan nel gennaio 2010 per 300 mila euro. L’esordio con la maglia rossonera della Primavera avviene al torneo di Viareggio nella vittoria per 6 a 0 contro l’Esperia Viareggio entrando al 1’ minuto del secondo tempo al posto di Ghiringhelli. Divenuto successivamente un perno della Primavera di Stroppa e della Nazionale under 18 guidata dall’ex rossonero Alberigo Evani.

FONTE: VeronaSera.it


CALCIOMERCATO MILAN
Verona, Sogliano: "Calvano preso in prestito con diritto di riscatto"
25.06.2012 20:15 di Matteo Calcagni
Sean Sogliano, direttore sportivo del Verona, ha commentato a "Tuttohellasverona.it" l'acquisto di Simone Calvano da parte dei veneti: "Calvano è forse uno dei migliore classe '93 italiano. Viene da un'annata travagliata, e avrà bisogno di tempo per trovare la giusta condizione. E' un ragazzo che abbiamo preso con il diritto di riscatto, e faremo di tutto per farlo diventare un giocatore".

FONTE: MilanNews.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
ALTRE NOTIZIE
Il Verona vuole Calvano
20.06.2012 14:15 di Riccardo Casali
Fonte: Gazzetta dello Sport
Dopo Zigoni, Comi, Ganz e Ferreira, un altro giovane talento rossonero è richiesto da una prestigiosa società di serie B. Il Verona, secondo quanto riportato dalle pagine della Gazzetta dello Sport, ha chiesto alla società rossonera Simome Calvano. Il giovane centrocampista centrale, classe 1993, proviene dal settore giovanile dell’Atalanta. Per il talentuoso centrocampista sarebbe un’occasione unica di crescita, oltretutto in una società che punta dichiaratamente alla promozione diretta.

FONTE: MilanNews.it


Speciale - Comi e Ganz, Valoti e De Sciglio, ma soprattutto Cristante e Calvano: Milan, quanti giovani pronti per il 'grande salto'
Il Milan ha un vivaio parecchio ricco e tra i giocatori di Dolcetti tanti sono pronti al salto tra i grandi: il più pronto appare Simone Calvano, assente nel finale di stagione.

06/giu/2012 09.24.00
di Gaia Brunelli
Il Milan può pensare al futuro. In questo finale di stagione i giovani della Primavera rossonera si stanno dando da fare per mostrarsi ai grandi palcoscenici. Giunti ai quarti di finale del campionato di categoria, i ragazzi allenati da Aldo Dolcetti sono riusciti a domare la Juventus campione nel Viareggio e finalista in Coppa Italia.

Un due a zero in cui sono andati a segno Simone Andrea Ganz e Mattia Valoti. Due prospetti che con certezza vedremo all'opera l'anno prossimo in qualche campionato, magari di serie B. Il primo è una seconda punta rapida e molto tecnica che quest'anno ha esordito in prima squadra in Champions League contro il Bate Borisov. Figlio d'arte, dal padre - Maurizio Ganz - ha preso l'intuito sotto porta.

Valoti, invece, è un trequartista che molto piace ad Allegri, tanto che all'inizio della stagione spesso veniva convocato in prima squadra. Poi un infortunio, quest'anno, ha fermato la crescita del ragazzo che però si è ripreso alla grande in questo finale di stagione. Valoti sa interpretare bene anche il ruolo di mezz'ala, ma attualmente gioca da trequartista perché Carmona è infortunato.

Anche lo spagnolo della cantera del Barcellona è un prospetto molto interessante. Ultimamente è apparso in prima squadra ed è stato il vero trascinatore della Primavera rossonera prima di doversi fermare a causa di un problema muscolare. È un mancino puro e si muove dietro le punte con estrema concretezza, alternando assist e giochi di prestigio per fornire le due punte: Ganz e Comi.

Proprio Giammario Comi, altro figlio d'arte, è un punto fermo dei giovani di Dolcetti. Attaccante di spessore con grandi doti atletiche e un'ottima tecnica di base. Tra i giocatori che probabilmente nella prossima stagione faranno un salto di qualità c'è anche il portiere Riccardo Piscitelli su cui il Milan punta molto. Con ogni probabilità andrà in prestito per farsi le ossa, mentre verrà aggregato alla prima squadra il terzino destro Mattia De Sciglio che ha già calcato i prati di serie A con la maglia rossonera ed è stato molto apprezzato da tutto l'ambiente.

Durante la sfida dei quarti di finale delle Final Eight contro la Juve ha impressionato molto anche Rodrigo Ely, difensore centrale brasiliano molto elegante e sempre preciso nelle chiusure. A sinistra c'è un altro nome che farà parlare di sé: Mattia De Sole. Il terzino sinistro rossonero è svizzero e ha due fratellastri che già giocano ad alti livelli. Rolph e Frank Feltscher. Entrambi hanno già calcato i prati italiani, uno al Parma e l'altro al Lecce. Ora sono entrambi tornati a giocare nella serie A svizzera e chissà che, magari in prestito, non possa seguirli anche De Sole.

A centrocampo spicca, invece, il nome di Brian Cristante che ha già esordito in Champions League quest'anno ed è un classe '95, quindi con ancora un enorme margine di crescita.

Il più pronto di tutti, però, è il grande assente di questo finale di stagione. Simone Calvano, classe '93, centrocampista dotato di grande tecnica e di una spiccata personalità che gli ha consentito di entrare nelle grazie di molti club italiani, ma non è detto che l'anno prossimo Massimiliano Allegri non decida di portarlo direttamente in prima squadra per puntellare il centrocampo abbassando l'età media. Di sicuro il Milan può davvero contare su un gruppo importante di giovani che potrebbero contribuire alla rivoluzione rossonera dopo i tanti addii dei senatori.

FONTE: Goal.com


ALTRE NOTIZIE
Calvano, operazione ok: ecco quando può tornare in campo
08.05.2012 18:16 di Pietro Mazzara
Il centrocampista della Primavera del Milan, Simone Calvano, è stato sottoposto, nella giornata di ieri, ad intervento chirurgico presso l'ospedale Galeazzi di Milano per la ricostruzione dei legamenti del comparto laterale della caviglia sinistra, lesionati circa 20 giorni fa in allenamento. L'operazione è stata eseguita con successo dal Prof. Schönhuber in presenza del medico sociale Dott. Freschi. La prognosi per il ritorno all'attività sportiva è di circa tre mesi salvo complicazioni.



09:36 | 01/03
Milan, Calvano: "Lavorare con la prima squadra, un sogno"
Visti i tanti assenti per via delle convocazioni con le rispettive nazionali, Massimiliano Allegri ha aggiunto alcuni elementi della Primavera alla prima squadra per svolgere gli allenamenti in vista della gara contro il Palermo in campionato. Tra questi c'era Simone Calvano, baby talento dei rossoneri, che ai microfoni di "Milan Time" racconta le sue sensazioni: "Questa settimana abbiamo lavorato sodo, stiamo tutti discretamente. Sappiamo quanto sia importante la partita del derby di sabato e ci siamo allenati anche con la prima squadra. Comunque, restiamo concentrati e sappiamo di far parte della Primavera, pensiamo alla gara di sabato. Restare con i piedi per terra è fondamentale. Sappiamo che allenarsi con la prima squadra è bellissimo, soprattutto le prime volte è come vivere un sogno, ma sappiamo di far parte del gruppo della Primavera".
Brando de Leonardis

FONTE: CalcioNews24.it


LA PRIMAVERA
Primavera, Calvano: "Ce la metteremo tutta per battere l'Inter"
29.02.2012 21:45 di Enrico Ferrazzi
Fonte: Milan Channel
Simone Calvano, centrocampista classe 1993 della Primavera rossonera, ha rilasciato queste dichiarazioni a pochi giorni dal derby contro l'Inter: "Stiamo lavorando sodo in vista del derby di sabato, siamo concentrati per la partita. E’ bellissimo allenarsi con la Prima Squadra, ma bisogna rimanere con i piedi per terra e lavorare tanto per migliorare sempre di più". La squadra rossonera arriva da un momento delicato: "Abbiamo attraversato un periodo difficile, ma sabato cercheremo di mettere in campo tutto quello che ci ha chiesto il mister. Dobbiamo mettercela tutta

DA MILANELLO
In settimana nuovi accertamenti alla caviglia per Calvano
28.04.2012 21:40 di Pietro Mazzara
Stagione praticamente finita per Simone Calvano. I primi accertamenti ai quali si è sottoposto il centrocampista del Milan subito dopo la brutta distorsione subita in allenamento hanno escluso fratture di tipo osseo ma i nuovi riscontri hanno evidenziato un possibile danno ai legamenti della caviglia. In questa settimana, Calvano verrà visionato da un nuovo specialista per capire se sarà necessario l’intervento chirurgico oppure iniziare un ciclo di terapia conservativa.

FONTE: MilanNews.it


LA PRIMAVERA
Primavera, Calvano: "Siamo un grande gruppo. Vogliamo fare bene in campionato"
17.04.2012 13:45 di Pietro Mazzara
Simone Calvano, una delle colonne della Primavera di Aldo Dolcetti, ha parlato così ai microfoni di MilanTime, la webtv ufficiale della società rossonera: “Contro il Varese c’era una carica maggiore perché era uno scontro diretto. Siamo stati bravissimi a fare subito il gol e a trovare il raddoppio. Anche il fatto di giocare in 10 dopo l’espulsione di Rodrigo ci ha caricati e abbiam capito che se non ci fossimo sacrificati sarebbe finita male. Noi abbiamo affrontato la partita nel migliore dei modi, il Varese è un’ottima squadra ma siamo riusciti a superarla grazie al gioco e alla preparazione che il mister ci ha dato. E’ stata comunque una bella stagione perché siamo stati sempre umili e abbiamo cercato ogni volta di recuperare i nostri errori. Ci rimane il campionato e l’affronteremo nel migliore dei modi”.

FONTE: MilanNews.it


Primavera, l’arma di Calvano: “Sempre umili”
17 aprile 2012 15:30 Piermaurizio Di Rienzo Giovanili,
Un solo punto. E’ quanto basterà sabato prossimo alla Primavera rossonera per conquistare aritmeticamente l’accesso alle Final Eight di Gubbio, l’ultimo atto della stagione. Con un pareggio a Cittadella, nell’ultima giornata del Girone B, il Milan eviterà il passaggio dai play-off e potrà prepararsi con la necessaria concentrazione alle sfide decisive per lo scudetto 2011/2012.

Sabato scorso al Vismara, contro il Varese, è stata probabilmente la sfida più emozionante: un 2-0 maturato in inferiorità numerica per oltre un’ora. Insomma, si è trattato di un passaggio cruciale. Ne è consapevole Simone Calvano, che oggi si è concesso ai microfoni della web tv ufficiale Milan time: “Contro il Varese c’era una carica maggiore perché era uno scontro diretto. Siamo stati bravissimi a fare subito il gol e a trovare il raddoppio. Anche il fatto di giocare in dieci dopo l’espulsione di Rodrigo Ely ci ha caricati e abbiamo capito che se non ci fossimo sacrificati sarebbe finita male”.

Le partite più delicate arriveranno in Umbria. E l’obiettivo del titolo nazionale è nel mirino dei giovani di Aldo Dolcetti: “E’ stata comunque una bella stagione perché siamo stati sempre umili e abbiamo cercato ogni volta di recuperare i nostri errori. Ci rimane il campionato e l’affronteremo nel migliore dei modi”.

La stagione di Calvano è stata sicuramente positiva, coronate dal debutto con la Prima Squadra lo scorso 26 gennaio nella gara dei quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio, vinta dai rossoneri 3-1 dai rossoneri. Ora si pensa a chiudere bene con la Primavera, poi si vedrà.

FONTE: SpazioMilan.it


Milan-Lazio 3-1: | Il tabellino
del 26 gennaio 2012 alle 22:56

Milan-Lazio 3-1
Milan (4-3-1-2): Amelia; Mesbah, Mexes, Bonera, Abate; Merkel (dal 69′ Ibrahimovic), Van Bommel, Nocerino; Seedorf (dal 74′ Emanuelson); Robinho (dall’87′ Calvano), El Shaarawy. A disp. : (Roma, Nesta, Antonini, Ambrosini, Cristante, Inzaghi, Ibrahimovic) All. Allegri

Lazio (3-4-1-2): Marchetti; Diakitè (dal 46′ Ledesma), Stankevicius, Dias; Konko, Gonzalez, Matuzalem (dal 77′ Del Nero), Lulic; Hernanes; Rocchi (dal 62′ Klose), Cisse. A disp. : (Bizzarri, Biava, Zauri, Scaloni, Ledesma, Del Nero, Klose) All. Reja

Ammoniti: Bonera (M), Vam Bommel (M), Nocerino (M)
Marcatori: 5′ Cisse (L), 15′ Robinho (M), 18′ Seedorf (M), 84′ Ibrahimovic (M)
Arbitro: Sig. Gervasoni di Mantova

FONTE: CalcioMercato.com


LA PRIMAVERA
Primavera, Calvano: "Il gol è stata una liberazione"
21.01.2012 20:20 di Antonio Vitiello
Fonte: acmilan.com
Dopo il bel successo per 6-1 contro l'Udinese, il Milan Primavera di Aldo Dolcetti si riprendono dalla brutta sconfitta in Coppa Italia con la Roma. Ecco le parole del centrocampita Calvano: "Sono contento di essere rientrato dopo sei mesi di stop. Il gol è stato davvero una liberazione. Dall' esperienza con la prima squadra mi porto tanto. Dai campioni si impara tanto e i miei obiettivi sono quelli di vincere con la primavera ".

FONTE: MilanNews.it


16 Maggio 2011
SIMONE CALVANO
15:04 PROSSIMICAMPIONI
Nome: Simone Antonio Calvano
Data di nascita: 11 luglio 1993, Milano
Nazionalità: Italia
Altezza: 183cm
Piede preferito: Destro
Squadra: AC Milan - Campionato Primavera
Ruolo: Centrocampista centrale, Mediano, Centrocapista esterno
Valore: 300.000€

Dopo anni di immobilismo nel settore giovanile, il Milan ha deciso di investire con decisione e attualmente è, insieme all'Inter, l'unica squadra della Serie A che stanzia 5 milioni di euro per le squadre giovanili. Dopo il folletto Simone Verdi, il centrocampista Merkel, ecco il mediano Simone Calvano.

Simone Calvano cresce nell'ottimo settore giovanile dell'Atalanta dove si mette subito in evidenza e viene acquistato dal Milan nel Gennaio 2010 per 300 mila euro. L’esordio con la maglia rossonera della Primavera avviene al torneo di Viareggio nella vittoria per 6 a o contro l’Esperia Viareggio entrando al 1’ minuto del secondo tempo al posto di Ghiringhelli. Si allena agli ordini di mister Galli, ma visto il gran numero di giocatori che formano la rosa della primavera a volte viene “prestato” agli allievi Nazionali visto che rientra nell’annata per poter giocare. Adesso è un perno della Primavera di Galli.
Nonostante spesso venga aggregato alla Prima Squadra, non ha ancora esordito con la maglia del Milan.

Mediano dalla corsa fluida, ha un passo fantastico ed una grande eleganza nei movimenti nonostante il fisico possente. Dotato di buona tecnica, predilige il gioco corto. Il dinamismo ed il moto perpetuo ne fanno un giocatore totale che trova spesso l’appuntamento con il gol. Ottimo tempismo, coraggio e discreto colpo di testa negli inserimenti ne fanno un’arma in più sotto porta. Abilissimo nella fase di rottura, può giocare anche come centrocampista esterno, ruolo che sta coprendo ultimamente a causa del ritorno di Rodney Strasser nella Primavera, e quindi anche il ruolo di terzino destro. Deve però migliorare nel lancio lungo e nei tempi di gioco.

Conta 6 presenze nell'Italia Under-16 e 3 nell'Under-17, è diventato un perno dell'Under-18 di Evani ma già ha esordito con l'Under-19.

Il Milan è stato bravo a strappare il giocatore quando giocava negli Allievi Nazionali dell’Atalanta. Ritenuto incedibile dal Milan, viene seguito dall'Arsenal e dalla Juventus. Inoltre il Lecce e il Siena hanno chiesto informazioni per la prossima stagione ma il giocatore non dovrebbe essere ceduto perché farà parte della Prima Squadra e verrà aggregato già a partire dalla preparazione atletica pre-campionato.

Un giocatore fenomenale. Non ancora 18enne, sembra già maturo per giocare con la Prima Squadra grazie e soprattutto al fisico possente. Mediano insuperabile, deve migliorare come "regista" ma rende meglio al fianco di un giocatore di qualità. Sia da esterno che da mediano o da centrocampista centrale riesce a sfruttare i suoi ottimi tempi di inserimento. Potrebbe diventare "il nuovo De Rossi" ma al momento somiglia in maniera impressionante a Jack Rodwell dell'Everton, "il nuovo Ince". Ha un gran futuro davanti a sé.
Pubblicato da Ben

FONTE: ProssimiCampioni.com


PRIMO PIANO
Milan: arriva il baby Calvano dall'Atalanta
30.01.2010 19:49 di Federico Gambaro
Fonte: tmw
Continua la campagna di rafforzamento del settore giovanile per il Milan. I rossoneri, infatti, hanno acquistato a titolo definitivo il promettente centrocampista dell'Atalanta Simone Calvano (17). L'operazione, che era stata paventata nei giorni scorsi, si è conclusa nella giornata di ieri. Calvano, quindi, sarà presto a disposizione del club rossonero.

FONTE: MilanNews.it

0 commenti:

Posta un commento

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaSassuolo Nicolas

#VeronaSassuolo Pecchia


Wallpapers gallery