TRAPANI 0-2 HELLAS VERONA: In una gara dai ritmi blandi i gialloblù passano quasi a sorpresa con PAZZINI 'imbeccato' al meglio da SILIGARDI, chiude LUPPI sfruttando al meglio la ripartenza condotta da VALOTI... Ora gli scaligeri agganciano la SPAL al secondo posto mentre la vetta occupata dal FROSINONE è ad un solo punto!

Pubblicato da andrea smarso sabato 1 aprile 2017 19:08, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento


#TrapaniVerona +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
Giornata soleggiata di Primavera inoltrata al Provinciale di Trapani ma il vento disturba a tratti lo svolgimento delle operazioni in campo ingannando la misura dei passaggi dei giocatori.
Il 3-5-2 dell'HELLAS non riesce a trovare varchi utili tra i siciliani e per questo mister PECCHIA invita SILIGARDI a giocare più vicino a PAZZINI e gli esterni PISANO e SOUPRAYEN ad 'allargare il campo' ma i richiami del tecnico funzionano solo a metà con Luca che in effetti si fa più 'pungente' in avanti ma con le fasce scaligere che non sviluppano assolutamente nulla di importante.
Buona dinamica di ZACCAGNI in mediana, Bruno ZUCULINI assente ingiustificato in regia mentre il fratello Franco è costretto ad uscire sorretto dai sanitari gialloblù al 40°: Dopo l'intervento di un avversario il mediano rimane a terra con le mani tra i capelli, l'impressione è quella che il problema sia al già martoriato ginocchio destro e che purtroppo non sia un problema da poco per lo sfortunato calciatore.
Dopo la prima metà di gara un paio per parte i tiri in porta ma nessuno 'limpido' e leggera vantaggio nel possesso palla da parte dei padroni di casa: Giusto e quasi naturale che i primi 46 minuti terminino a reti bianche...
La ripresa sembra scivolare via sui 'comodi' quanto poco spettacolari binari del primo tempo ma al 10° l'HELLAS passa quasi a sorpresa con SILIGARDI che trova un corridoio a sinistra e cerca PAZZINI appostato davanti a PIGLIACELLI sulla linea di porta: Gol di rapina del capitano dell'HELLAS che, sottomisura, trova il 20esimo centro stagionale e realizza il propio record italiano di gol in campionato!
La reazione dei granata si esaurisce nel giro di una decina di minuti poi sono probabilmente il caldo e la fatica a dominare sino alla fine quando gli scaligeri raddoppiano facilmente con VALOTI che avvia la ripartenza e LUPPI che, ricevuta palla sulla trequarti, ha pure il tempo di mirare prima di insaccare il portiere di casa dopo la penetrazione centrale.

Clicka qui per vedere l'album di Trapani 0-2 Verona

In una gara dai ritmi bassissimi l'HELLAS torna alla (fondamentale) vittoria dopo 3 blandi pareggi in cui se n'erano viste un po' di tutte in negativo: Non che oggi gli scaligeri abbiano fatto più del resto di questo deludente ritorno di campionato ma sono stati probabilmente un pizzico più fortunati nel capitalizzare al massimo le uniche vere occasioni avute.
Certo quella odierna non era una gara facile (come non lo saranno le prossime dodici) ma, date le premesse fornite dagli uomini di PECCHIA nel girone d'andata, ci si continua a chiedere dove siano finite quelle giocate, quella rapidità nel ribaltamento di fronte e fondamentalmente quella superiorità dimostrata dai gialloblù solo pochi mesi fa... Il 3-5-2 delle ultime due gare ha probabilmente seppellito quell'HELLAS sull'altare della concretezza difensiva a discapito delle credenze tattiche del tecnico di Formia.
Consoliamoci col successo di oggi che, grazie all'unico punto messo insieme nell'anticipo dalle dirette concorrenti FROSINONE e SPAL, (ri)porta il VERONA al secondo posto al fianco dei ferraresi e ad una sola lunghezza dai ciociari in un finale di volata in cui anche la pressione psicologica sugli avversari e giornate come quella odierna risulteranno basilari per la concuista dell'agognato obiettivo.


LA GARA
I ragazzi di mister CALORI si schierano con l'ormai consueto rombo di centrocampo col veronesissimo NIZZETTO vertice alto nel 4-3-1-2 che vede la giovane prima punta JALLOW, appena rientrato dall'impegno con la nazionale del GAMBIA, al fianco del talentuoso CORONADO.
Risponde ancora col 3-5-2 inaugurato Domenica scorsa al Bentegodi mister PECCHIA: Al centro della difesa BIANCHETTI con FERRARI a destra e CARACCIOLO a sinistra, PISANO e SOUPRAYEN faranno gli esterni alti a supporto dei fratelli ZUCULINI e Mattia ZACCAGNI sulla linea mediana.
Coppia d'attacco SILIGARDI-PAZZINI.

I siciliani non perdono in casa da metà Dicembre e sono alla ricerca della terza esaltante vittoria dopo i successi con BARI e BENEVENTO ma il VERONA non può permettersi altri passi falsi nella rincorsa alla promozione, circa 270 i butèi gialloblù giunti al Provinciale di Trapani quasi esaurito in ogni ordine di posto, si parte agli ordini del signor Federico La Penna della sezione Aia di Roma 1.

BARILLÀ dal limite dell'area imbuca dentro in verticale per il rapido movimento di JALLOW che si presenta a tu per tu con NICOLAS! All'ultimo, con tanto mestiere, rimedia CARACCIOLO...
15° Ottima combinazione PAZZINI-ZACCAGNI col capitano che suggerisce la conclusione al giovane Mattia il cui tiro è purtroppo deviato sul fondo dal pur bravo PIGLIACELLI portiere dei siciliani.
21° CASASOLA crossa in mezzo da destra, la palla ballonzola davanti a NICOLAS senza che nessuno intervenga...
23° SILIGARDI a centro area è raddoppiato al momento del tiro e cicca un po' favorendo il recupero di PIGLIACELLI.
24° Franco ZUCULINI sulla trequarti destra cerca il fratello in sovrapposizione centrale ma Bruno sparacchia malamente a lato quella che poteva essere una buona occasione.
25° Sombrero sopraffino di SILIGARDI a scavalcare PAGLIARULO e tiro al volo di sinistro di Luca sulla palla che ricade: Occasione sciupata e PAZZINI che rimprovera giustamente il compagno per averlo ignorato in favorevolissima posizione!
26° Bruno ZUCULINI ruba palla all'argentino Under 20 COLOMBATTO che cade e trattiene la palla con le mani: Il signor La Penna estrae il cartellino giallo. Alla battuta del fallo dai 20 metri va SILIGARDI che tira di poco sopra la traversa (peraltro ben coperta da PIGLIACELLI).
28° Fallo tattico di CARACCIOLO su CASASOLA, ammonizione anche per Antonio.
29° Gran palla profonda di Franco ZUCULINI che cerca SILIGARDI appostato sul filo del fuorigioco 50 metri più avanti, Luca punta LEGITTIMO e lo supera ma sul più bella tira fra le braccia di PIGLIACELLI...
33° CORONADO trova un un corridoio e dal vertice destro riesce a concludere fra CARACCIOLO e SOUPRAYEN: Para a terra NICOLAS.
37° Calcio d'angolo battuto sul primo palo per PAZZINI che tocca breve sul'inserimento di CARACCIOLO ma il difensore non riesce a controllare ad un metro dalla linea di porta avversaria; raccoglie facile PIGLIACELLI.
39° Franco ZUCULINI rimane a terra dopo un tackle con un avversario: Il mediano si mette le mani fra i capelli guardando il ginocchio destro martoriato ed esce sorretto a braccia dallo staff medico scaligero... Speriamo non sia nulla di grave! Al suo posto rientra in campo dopo 4 mesi VALOTI.
41° Duro intervento di ZACCAGNI su CORONADO sul cerchio di centrocampo: Il signor La Penna punisce Mattia col cartellino giallo.
46° Nell'unico minuto di recupero concesso dall'arbitro, MARACCHI semina il panico in area saltando netto tra ZACCAGNI e CARACCIOLO poi punta NICOLAS ma all'ultimo interviene BIANCHETTI alla disperata e risolve!


PISANO smanaccia BARILLÀ: Ammonizione comminata ad Eros.
9° HELLAS IN VANTAGGIO: SILIGARDI avanza dalla trequarti mancina poi serve PAZZINI appostato davanti a PIGLIACELLI sulla linea di porta: Gol di rapina del capitano dell'HELLAS che, sottomisura, trova il 20esimo centro stagionale e realizza il propio record italiano di gol in campionato!
10° Intervento a gamba tesa di PAZZINI a centrocampo su COLOMBATTO: Giallo al capitano scaligero.
16° JALLOW penetra di forza sulle vie centrali saltando in prepotenza tre maglie gialloblù poi fortunatamente cerca di superare NICOLAS con un tocco di punta al quale non imprime forza ed il portiere scaligero raccoglie facile...
18° Ancora JALLOW pericoloso dall'interno dell'area su una palla che cade sul centrosinistra, fortunatamente il gambiano arretra e non riesce a coordinarsi pienamente al tiro: Palla fuori.
25° Secondo cambio HELLAS: ZACCAGNI esce zoppicando sostituito da LUPPI.
27° Cambia anche CALORI alla ricerca del pari: Dentro l'attaccante MANCONI (classe '94 arrivato a Gennaio dalla Lega Pro) e fuori il trequartista NIZZETTO (cresciuto nelle giovanili gialloblù).
30° VALOTI ritarda furbescamente (ma non troppo) la ripresa del gioco e viene ammonito dal signor La Penna.
32° Per il TRAPANI dentro una punta fresca, è il turno di CURIALE che sostituisce JALLOW.
35° Ultimo cambio di PECCHIA che richiama SILIGARDI ed inserisce FOSSATI, il modulo rimane il 3-5-2 col neoentrato che si apposta in mediana e LUPPI ad assistere PAZZINI sul fronte offensivo.
36° Tiro improvviso di BARILLÀ dai 30 metri: NICOLAS abbranca in presa alta a fil di traversa.
37° Ottima triangolazione scaligera avviata da LUPPI che sul lato sinistro dell'area granata ribalta tutta sull'accorrente PISANO preso però in controtempo, palla di Eros al limite per la botta di FOSSATI che tira debole e centrale favorendo l'intervento di PIGLIACELLI. Intanto CALORI inserisce RAFFAELLO al posto di BARILLÀ.
41° LEGITTIMO trattiene PAZZINI in maniera evidente: Cartellino giallo anche per il centrale difensivo avversario.
48° RADDOPPIO HELLAS: Ripartenza condotta dal velocissimo VALOTI, palla a LUPPI che dalla trequarti penetra centralmente come una lama calda nel burro nella sbilanciatissima difesa avversaria e insacca un incolpevole PIGLIACELLI! Quinto centro in campionato per il Pirata...
50° Calcio d'angolo del TRAPANI su CURIALE appostato sul secondo palo: Il colpo di testa dell'attaccante neoentrato e contrato da SOUPRAYEN e la palla finisce alta. Termina dopo 5 minuti di recupero il primo confronto ufficiale in Sicilia fra TRAPANI e VERONA.

Radiografia del Gol gialloblù 2016/2017
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
PAZZINI02020
LUPPI156
BESSA055
GANZ134
VALOTI033
RÔMULO033
SILIGARDI033
FOSSATI123
PISANO022
ZACCAGNI022
GOMEZ011
BOLDOR011
ZUCULINI101

I VOTI
  • NICOLAS Giornata da quasi spettatore oggi al Provinciale, aiutato dal reparto arretrato e dalle ottime scelte di tempo in uscita, non corre mai seri rischi: Voto 6
  • PISANO 3-5-2 o 4-3-3 da esterno alto continua a non brillare in fase propositiva e soffre le incursioni di REZZATO; in più Eros appare poco sereno come al 60° quando, già ammonito, non frena la corsa su PIGLIACELLI rischiando il secondo cartellino giallo... Voto: 5,5
  • FERRARI Il ragazzo modenese sembra avere già la sicurezza dei veterani gialloblù, niente di eccezionale, tanto lavoro sporco ma quello che fa lo fa bene senza mai un errore, quanto mi piace questo difensore: Voto 6,5
  • BIANCHETTI Sul finire del primo tempo mette a segno probabilmente un anticipo che tiene a galla il VERONA ma in generale controlla abbastanza agevolmente il veloce JALLOW, voto 6,5
  • CARACCIOLO Anche oggi Antonio di riffe o di raffe mantiene al sicuro NICOLAS sul lato mancino e dove non arriva con la tecnica supplisce di fisico, voto 6
  • SOUPRAYEN Anche Samuel non sembra particolarmente a suo agio col nuovo moulo tattico di mister PECCHIA anche se teoricamente dovrebbe essere il terzino più avvantaggiato in tal senso... Probabilmente il francese è semplicemente stanco fattostà che non riesce mai a rendersi pericoloso in fase offensiva... Voto 5,5
  • ZUCULINI F. Povero Franco! Proprio ora che sembrava entrare sempre di più nel gioco e negli schemi del nuovo VERONA esce sorretto dallo staff medico scaligero... La sua reazione non fa pensare a nulla di buono ma speriamo il meglio ovviamente per il mediano argentino! Generosa anche oggi la sua gara anche se paradosalmente non al livello di quella col PISA dove era sembrato letteralmente indomabile, voto 6 (gli da il cambio al 41° VALOTI: Al rientro in campo dopo 4 mesi Mattia avvia il contropiede e mette a segno l'assit per il gol che chiude il match ma a volte il suo atteggiamento è troppo 'bambinesco' nell'impietosire gli arbitri che gli credono sempre meno... Voto 6,5)
  • ZUCULINI B. Il fratello meno dotato di Franco continua a non convincermi e sinceramente non capisco come possa essere continuamente preferito a FOSSATI in questa fase, non ho notato nulla di particolare in fase di regia se non tanto 'lavoro sporco' e quella buona occasione fornitagli da Franco e sprecata malamente grida ancora vendetta... Voto 5,5
  • ZACCAGNI Finchè gli 'regge la pompa' il ragazzino di scuola gialloblù è capace di accelerazioni impressionanti palla al piede (come quella al 36° che lo rende protagonista di un'azione altamente spettacolare) poi subisce il gran lavoro atletico e, toccato duro, esce zoppicando: Voto 6,5 (gli da il cambio al 70° LUPPI: Il Pirata è questo, riesce ad 'imboscarsi' per lunghi tratti fra le pieghe della partita per poi uscire con tiri a giro e conclusioni a rete classiche del suo repertorio come quella odierna... Probabilmente meriterebbe più spazio ma non proprio ora che sembra essere sbocciato SILIGARDI: Voto 7)
  • SILIGARDI Spettacolare sombrero al 25°, assist per il gol di PAZZINI al 54°, dribbling esaltante concluso col muro di LEGITTIMO al 73° le prime tre chicche che mi vengono in mente della splendida gara di Luca evidentemente ispiratissimo in questo finale di campionato... Voto 7 (gli da il cambio all'81° FOSSATI che riesce pure ad andare al tiro dopo un buon inserimento: Probabilmente il mister non lo vede adatto al nuovo modulo e Marco fatica a ritrovare il ritmo dopo l'infortunio ma si rifarà, voto 6)
  • PAZZINI Gli capita un'occasione in tutta la gara e lui insacca come solo i bomber di razza sanno fare... Un gol che probabilmente risulterà fondamentale per il finale di stagionale ed un record di gol in Italia per il quale merita tutti i complimenti che già la piazza gialloblù gli stà tributando: Voto 7
  • PECCHIA Col 3-5-2 ha dimostrato a tutti di non essere un talebano del suo credo tattico anche se forse ha aspettato un po' troppo per cercare nuove soluzioni soprattutto per una fase difensiva che cominciava seriamente a preoccupare, indicativa stavolta anche la scelta non conservativa di un LUPPI al posto di un ZACCAGNI anche se poco dopo riappiana le carte con FOSSATI al posto di SILIGARDI... Probabilmente è ancora molto più bravo ad insegnare calcio prima della partita che a gara in corso ma 'il ragazzo' si può fare e sono convinto che questa sua nuova esperienza da capocoach gli stia già dando moltissimo in questo senso (anche e soprattutto fuori dal campo), voto 6,5

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister CALORI tecnico del TRAPANI ha sostituito COSMI a Dicembre «La forza del Verona la conoscevamo già, ma ad ogni modo, la nostra prestazione c’è stata. Sono contento e ai miei non rimprovero nulla. Negli episodi loro sono stati più scaltri e si sono meritati i 3 punti». Queste le parole dell’allenatore del Trapani, Alessandro Calori, dopo la sconfitta contro il Verona per 0-2: «Pazzini? Non c’entra nulla con la categoria. Peccato per i miei ragazzi perché ottenere punti con l’Hellas ci avrebbe dato un’ulteriore iniezione di fiducia nella corsa verso la salvezza. Potevamo segnare, ma i miei giocatori sono stati troppo frettolosi in certe scelte di gioco. Al di là del ko, in casa nostra si è ricreato entusiasmo. Possiamo salvarci. Verona in A? Possono farcela tranquillamente, hanno dei valori troppo superiori rispetto alle altre» TGGialloBlu.it

Mister PECCHIA «Sono contento per come abbiamo giocato oggi, è stata una partita maschia, di carattere. Ho apprezzato molto la maturità che ha saputo mettere in campo la mia squadra. Ho visto un Trapani in salute, determinato e tosto ma dò il merito ai miei per essere riusciti a mettersi in campo in modo da evitare situazioni troppo pericolose. Pazzini? Determinante, ce lo teniamo stretto. Zuculini? Cuore e passione, dispiacerebbe molto perderlo perché ci sta dando delle qualità che saranno preziosissime da qui alla fine. Voglio solo il meglio dai miei uomini, il modulo non conta. Scendere in campo a 3 o a 5 non ci cambia le cose. La voglia di raggiungere il risultato è sempre determinante. Sono arrivati i tre punti, ma accantoniamo subito questo momento e pensiamo a martedì e allo Spezia. Serie A? A fine stagione si arriva tutti insieme, perché anche oggi chi è entrato durante la partita ha avuto l’atteggiamento e la grinta giusta. Arriveremo a fine campionato con il lavoro di tutto il gruppo. Fino a oggi le partite erano 10. Ora 9. Lo Spezia? Dobbiamo affrontare la sfida con grinta e cattiveria, come tutte le partite che mancano da qui alla fine» HellasVerona.it

LUPPI autore del secondo gol «Era davvero importante conquistare i tre punti, sono contento di aver contribuito alla vittoria della squadra, al di là del gol. Loro venivano da risultati importanti e non è stato affatto facile, ma noi siamo stati una squadra compatta e cattiva, con voglia di vincere. La squadra ha dato molti segnali importanti, davanti a noi c'era una grossa opportunità e siamo stati bravi a sfruttarla. Anche nelle difficoltà siamo sempre stati un gruppo unito e la prestazione di oggi ne è la prova. Le partite sono ancora tante, c'è bisogno di tutti e anche io spero di dare mio contributo. Ora i punti contano più di prima e dobbiamo cercare continuità, a partire da martedì con lo Spezia» HellasVerona.it

NICOLAS «Siamo riusciti a conquistare i 3 punti concedendo veramente poco al Trapani. Sappiamo soffrire e fare gol, consapevoli della nostra forza. La difesa oggi ha lavorato molto bene. Al di là del modulo dobbiamo giocare sempre come abbiamo fatto oggi, con convinzione e cattiveria per portare a casa le vittorie, rimanendo sempre sul pezzo. Quando concedi qualcosa è chiaro che rischi di subìre gol ma oggi siamo stati bravi. Da qui al termine del campionato ogni partita conta molto, sono tutte delle finali. Pazzini e Zuculini? Tutta la rosa è fatta di giocatori importanti, siamo un gruppo unito ed è arrivato il momento di affrontare le prossime 9 partite al massimo. Abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo meritato sino ad ora ma non mi illudo; non è mai stato facile e non lo sarà fino alla fine» HellasVerona.it


NicolasPecchiaLuppi

LE ALTRE DI B +   -   =

Anticipo che ha parzialmente sorriso al VERONA anche più dell'ultimo turno con lo scontro al vertice tra prima e seconda vinto dai ciociari: Il FROSINONE 'frena' con l'1 a 1 colto al Dino Manuzzi di Cesena, la SPAL addirittura cade al Partenio-Lombardi di AVELLINO dove i Lupi dell'Irpinia battono di misura i ferraresi...
Colpaccio del BENEVENTO sul campo della diretta concorrente in zona playoff SPEZIA: I campani violano il Picco per 3 a 1.
Vittorie esterne per 2 a 1 del CARPI sull'ASCOLI e della TERNANA sul NOVARA.
2 a 0 del CITTADELLA in trasferta al Francioni di LATINA mentre alla SALERNITANA basta un gol in Toscana per avere ragione del PISA.
PERUGIA e PRO VERCELLI di misura rispettivamente su VICENZA e BARI (dura la contestazione dei tifosi pugliesi in trasferta in Piemonte).
2 a 2 tra BRESCIA ed ENTELLA.



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

PRIMAVERA VINCENTE A CALDOGNO grazie ai gol di STEFANEC e KUMBULLA nel derby contro i pari età del VICENZA, felice mister PAVANEL 'Abbiamo fatto uno splendido primo tempo, poi il Vicenza è venuto fuori da buona squadra quale è. Ora dobbiamo restare concentrati, ma non era scontato rientrare in questo modo da una sosta lunga come quella che abbiamo appena affrontato, ed è importante continuare a pensare di partita in partita come abbiamo sempre fatto. Le altre non mollano, non vogliamo farlo neanche noi' HellasVerona.it



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Pazzini fa 20 gol e riconsegna al Verona il 2° posto, Benevento e Perugia ok. Bari ko a Vercelli
Di LaPresse
Ieri alle 18:46

Dopo tre pareggi consecutivi gli scaligeri trovano una vittoria fondamentale a Trapani e agganciano la Spal al 2° posto. Successi pesanti di Benevento e Perugia contro La Spezia e Vicenza. In coda successi importantissimi della Pro Vercelli (1-0 col Bari) e della Ternana (1-2 a Novara).

Trapani-Hellas Verona 0-1 (54’ Pazzini, 94' Luppi)
Il Verona espugna il Provinciale di Trapani 2-0 e aggancia la Spal al secondo posto in classifica alle spalle del Frosinone. Gara decisa dalle reti di Pazzini e Luppi nella ripresa. La squadra di Pecchia torna alla vittoria dopo tre pareggi consecutivi, i siciliani invece interrompono la serie positiva di due successi di fila e ripiombano in piena zona retrocessione. Partita equilibrata nel primo tempo con un paio di occasioni per parte. In avvio di ripresa il Verona cambia marcia e al 54' sblocca il risultato con Pazzini, pronto all'appoggio in rete su cross dalla sinistra di Siligardi. Per il Pazzo sono venti i gol in campionato. Il Trapani accenna ad una reazione, ma la difesa ospite non trema. In pieno recupero arriva anche il raddoppio del Verona con Luppi in contropiede.

[...]

FONTE: It.Eurosport.com


SPORT » CALCIO
01/04/2017 18:23:00
Calcio, Serie B. Trapani sconfitto in casa. Si arrende al Verona nel secondo tempo
Non ce la fa il Trapani ad avere la meglio sull'attrezzato Hellas Verona del direttore sportivo Fusco. I veneti si impongono al "Provinciale" per due reti a zero, con le marcature arrivate nei secondi quarantacinque minuti.


Prima dell'incontro di campionato valevole per il 33°turno di B le due squadre erano alle prese con motivazioni differenti. Il Trapani, dopo l'acuto di otto giorni fa a Benevento, si approcciava a questo incontro consapevole di essere a -2 dalla zona salvezza; Per gli uomini di Pecchia, dopo tre pareggi consecutivi, una ipotetica vittoria in quel Trapani dava la possibilità invece di agganciare la Spal (uscita perdente dal "Partenio" di Avellino nell'anticipo di ieri, ndr) al secondo posto. Nonostante il dato sul possesso palla ad appannaggio dell'undici granata, il rammarico per tutti è che dall'incontro odierno non si è riusciti a venire a capo. Calori ritrova Colombatto e Jallow (assenti nell'ultima uscita stagionale) che, precedentemente, avevano risposto alle chiamate delle rispettive nazionali.

La cronaca: All'8' Barillà porta palla a ridosso dell'area veneta e scarica per Jallow ma Bianchetti, marcatore gialloblu, chiude tempestivamente sul giovane gambiano. Nicolas, ex della gara, in uscita fa sua la sfera. Al 15' Pazzini lavora un pallone al limite dell'area e serve Zaccagni (successivamente ammonito, ndr) in area che a tu per tu con Pigliacelli si fa neutralizzare la conclusione dall'estremo difensore. Al 22' tiro strozzato di destro da buona posizione di Luca Siligardi. Conclusione che esce abbondantemente a lato. Tre minuti più tardi sempre Siligardi manda fuori fase Pagliarulo con un lob di collo e calcia alto sopra la trasversale della porta dell'Hellas, difesa da Nicolas. Al 27' sinistro su punizione di Siligardi si spegne alto. Verona pericoloso questa volta con un bel contropiede al 28' con Siligardi. L'ex giocatore della primavera dell'Inter rientra e si porta la palla sul sinistro, ma tiro che risulta debole e centrale. Comoda parata di Pigliacelli. Al 33' si vede anche il Trapani. E' Coronado dai 20 metri a impegnare in una agevole parata Nicolas. Al 36' un pericolo corso dai granata da battuta d'angolo, dove a seguito di una mischia che ha visto protagonista Bianchetti, il pallone giunge tra le braccia di Pigliacelli. Al 40' poi prima sostituzione per gli ospiti. Franco Zuculini vittima di un infortunio in un fortuito scontro di gioco lascia posto a Valoti. Ultima emozione di prima frazione, nel solo e unico minuto di recupero concesso dal signor La Penna di Roma 1,con Maracchi che ha un'occasione rocambolesca sui piedi e non la sfrutta, dopo un pasticcio di Souprayen in collaborazione con Caracciolo.

Nel secondo tempo vuoi perchè il Verona imposta la gara sul contropiede e vuoi perchè il Trapani aumenta la pressione alzando il raggio d'azione, le squadre non si allungano. A inizio ripresa, al 55', il gol che schioda il punteggio. Azione ben orchestrata dall'ex Palermo Pisano che sventaglia in direzione di Siligardi che infiltratosi in area trova Pazzini tutto solo per i più facili dei gol. Ventesimo gol in campionato per l'ex Fiorentina, Inter e Milan. Trapani prova a rispondere al 62' con Jallow che fugge al controllo di più uomini e porta in solitaria il contropiede che chiude male calciando addosso a Nicolas che abbranca. Al 73' una iniziativa personale di Siligardi con serpentina in area stava per portare a due il conto per i veneti, ma in scivolata si oppone col corpo Legittimo con un grande recupero. In seguito ci provano dalla distanza rispettivamente Barillà per il Trapani e Fossati per il Verona, ma soluzioni in porta che non destano preoccupazioni ai due guardiapali. La Penna di Roma 1 concorda in quattro minuti il recupero per quanto concerne il secondo tempo e il Verona così al 94' chiude i giochi in contropiede col gol che fa capitolare i trapanesi definitivamente. Sponda di Pazzini che spalle alla porta indirizza a destra per Valoti, il quale con un passaggio innesca il neoentrato Luppi che senza opposizioni si accentra e conclude in rete con un piazzato. Un appunto va anche alla "giacchetta nera" La Penna che, sommariamente, ha lasciato correre il gioco, rendendo il match godibile. Il fischietto della sezione di Roma 1 ha avuto il suo bel da fare, comminando diverse ammonizioni durante le fasi di gioco.

Un gol di Pazzini e, a tempo scaduto, di Luppi segnano così la sconfitta del Trapani. Viene interrotta la ministriscia positiva di due successi di fila che fa ripiombare i granata in zona rossa in penultima posizione in coabitazione con la Ternana, vittoriosa in trasferta a Novara, a 32 punti. Martedì, la serie B di nuovo in campo per il turno infrasettimanale. Il Trapani si recherà a Vicenza per disputare un altro scontro salvezza in esterna, dopo quello delicatissimo del mese scorso a Terni.
Emanuele Giacalone

FONTE: TP24.it


Trapani-Hellas Verona 0-2, Pazzini e Luppi decidono l’incontro
Filippo Giannitrapani 01 Apr 2017

Al Provinciale di Trapani termina 2 a 0 per il Verona il match tra i veneti ed i siciliani, tabellino firmato da Pazzini e Luppi.

Primo tempo interessante al Provinciale con occasioni da ambo le parti, e con gli ospiti che hanno la prima grande occasione al ventesimo ma Pigliacelli è miracoloso su Zaccagni. Il Trapani reagisce con Coronado ma Nicolas ex del match è attento e para. Per gli scaligeri sale in cattedra Siligardi che cerca ma non trova la via delle rete più volte, causa poca precisione. Grande occasione per i siciliani allo scadere della prima frazione di gioco con Maracchi bravo in percussione ma che poi pecca di potenza nella conclusione.

Ad avvio ripresa trova il goal Pazzi con un tocco sottomisura che regala il vantaggio agli scaligeri. La carica alla squadra di Calori la da Jallow ma prima spreca una buona occasione, e dopo sfiora il goal con un bel destro col pallone che finisce di poco a lato. Botta e risposta tra le due squadre col Verona che si riaffaccia con Siligardi in avanti ma viene murato da Legittimo, poi Barillà per il Trapani sfiora il goal, bravo Nicolas in due tempi a parare e poi ancora Pigliacelli a dire di no a Fossati. Nel finale di match è Luppi a chiudere i conti insaccando al rete dello 0 a 2.

Sconfitta che visti i risultati dagli altri campi lascia l’amaro in bocca e la sensazione di aver perso una grande occasione al Trapani, ma la salvezza è ancora a portata dei siciliani. Vittoria importantissima invece per il Verona che sfrutta al massimo i passi falsi di Frosinone e Spal.

TRAPANI (4-3-1-2): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Colombatto, Barillà (dall’81’ Raffaello), Maracchi; Nizzetto (dal 72′ Manconi); Coronado, Jallow (dal 78′ Curiale). All. Calori

HELLAS VERONA (3-5-2): Nicolas, Ferrari, Bianchetti, Caracciolo; Pisano, Zuculini B., Zuculini F. (dal 41′ Valoti), Zaccagni (dal 70′ Luppi), Souprayen; Pazzini, Siligardi (dall’80’ Fossati). All.: Pecchia.

MARCATORI: 54′ Pazzini (V), 93′ Luppi (V)
AMMONITI: Colombatto (T), Legittimo (T); Caracciolo (V), Zaccagni (V), Pisano (V), Pazzini (V), Valoti (V)

FONTE: ZonaCalcio.net


L’Hellas vince a Trapani, e guadagna 3 punti importantissimi
Di Stefano Pozza - 1 aprile 2017

Con 2 punti nelle ultime 4 partite l’Hellas Verona impegnato oggi nella delicata trasferta a Trapani ha l’opportunità di provare a migliorare il proprio score, ma soprattutto la ghiotta occasione di avvicinarsi nuovamente alla testa della classifica.

Negli anticipi di giornata la Spal ha perso contro l’Avellino, mentre il Frosinone ha pareggiato in extremis con il Cesena.
Formazione quasi obbligata quella di mister Pecchia, che deve fare a meno degli squalificati Bessa e Romulo, e l’infortunato Ganz.

Il centrocampo è dunque affidato ai fratelli Zuculini supportati da Zaccagni.
Inizio del match un po’ macchinoso per gli scaligeri, che si affidano spesso al lancio lungo con conseguente palla persa.
Al 14° occasionissima per Mattia Zaccagni, che ben servito dal Pazzo, si trova in area salta all’uomo costringendo il portiere avversario alla paratissima. Peccato, bella occasione.
Con lo scorrere dei minuti il Verona cresce e prende coraggio, riuscendo a creare almeno un paio di azioni pericolose co Siligardi, che si trasformano però in un nulla di fatto.
Purtroppo al 40° l’Hellas è costretto a sostituire Franco Zuculini per infortunio al ginocchio destro, al suo posto entra Valoti.
Sullo 0 a 0 si chiude un brutto primo tempo, in cui mediocrità e troppi errori banali hanno avuto la meglio, da sottolineare qualche “fiammata” offensiva che però non siamo mai stati in grado di sfruttare al massimo.

Riprende il match, seguendo lo stesso spartita dei primi 45 minuti, ma all’8° minuto il Verona riesce a passare in vantaggio: cross di Pisano palla che passa in area la rimette dentro Siligardi per Pazzini che insacca la rete del vantaggio. 20° gol stagionale per il Pazzo!

Come spesso visto in questa stagione i gialloblù preferiscono, una volta raggiunto il vantaggio, chiudersi indietro abbassando il baricentro, piuttosto che cercare di aumentare il vantaggio. Situazione però molto rischiosa come la storia di questo campionato ha più volte dimostrato.
Al 24° Luppi entra in campo al posto di Mattia Zaccagni. Dieci minuti più tardi è il turno di Fossati che entra al posto di Siligardi.
Fortunatamente i locali calano molto a livello fisico, e i veronesi possono chiudere il match in avanti senza correre particolari rischi.
Nel finale arriva anche il raddoppio, con una bella ripartenza con Luppi che insacca e chiude definitivamente il match.
Gialloblù che tornano ora al 2° posto in classifica.
Si chiude 2 a 0 per noi la contesa odierna, con 3 punti fondamentali per raggiungere la meta finale.
Ora testa subito al match di martedì sera al Bentegodi, dove arriverà lo Spezia.

FONTE: VeronaNews.net


01 APR 2017
VERONA 2.0
Senza suonare eccessive fanfare (non è il caso) la vittoria con il Trapani può diventare fondamentale per il Verona. Il cambio di modulo, di atteggiamento e di pelle della squadra di Pecchia è evidente. Per la prima volta contro i siciliani il Verona ha perso la sfida del possesso palla, ma ha vinto la partita. Il calcio orizzontale ha lasciato il posto al calcio verticale, più generale l’Hellas è più pratico e equilibrato.

Pecchia ci è arrivato alla fine di un processo di maturazione (anche personale) che è stato forse un po’ lungo. Ma alla fine ci è arrivato. Così il Verona rischia meno e in queste gare in cui il punteggio è fondamentale l’importante è solo mettere in saccoccia i tre punti.

Attenzione però: l’evoluzione ha rinnegato alcuni concetti ma ne ha tenuti altri ben presenti. Tipo l’aggressione alta e la gestione del pallone nei momenti cruciali della partita. Le difficoltà hanno cementato la squadra scaligera e ora l’entusiamo può fare la differenza. Entusiasmo, sia chiaro, non euforia che non deve prevalere per non far perdere di vista l’obiettivo, ancora lontanissimo dall’essere raggiunto.

Per l’ennesima volta e alla faccia dei soliti gufi, il Verona ha ripreso Spal e Frosinone, dimostrando che il campionato è ancora apertissimo e soprattutto è solo nelle nostre mani e non in quelle degli avversari.

Paradossalmente la giornata ci restituisce un quesito intrigante: senza Romulo (che con Pazzini è il gioiello del Verona) è una squadra migliore? Anche qui dipende: se Romulo è quello delle ultime settimane, anarchico e arruffone, si può anche fare senza. Ma io non ci credo. In serie B, in questa serie B, la qualità fa sempre la differenza, come anche Siligardi ci sta dimostrando alla fine. E Romulo ha tantissima qualità. Solo che la deve mettere al servizio della squadra e ritrovare quell’umiltà che ne aveva fatto un grande giocatore nel primo anno di A con Mandorlini. Umiltà significa anche fare un assist per un compagno meglio piazzato.

In mezzo a tanti sorrisi, un unico dispiacere: Franco Zuculini si è rifatto male. Un trauma distorsivo al ginocchio destro la cui gravità la capiremo nei prossimi giorni. Una sfortuna immensa per un giocatore bravo e generoso quanto bersagliato dagli infortuni. Un forte abbraccio al guerriero argentino. Sperando che il Verona abbia ereditato almeno un po’ del suo spirito.
Gianluca Vighini

01 APR 2017
QUANDO UNA MANO ARRIVA DAL GIUDICE SPORTIVO
Non voglio togliere i meriti a Pecchia e ai suoi ragazzi che a Trapani hanno disputato un ottimo match conquistando una meritata e importantissima vittoria. Il titolo di questo post vuole semplicemente dire che qualche volta le assenze forzate possono agevolare l’allenatore. Romulo doveva essere un giocatore di qualità in grado di fare la differenza in questa serie B. In alcune partite è stato così, ma nelle ultime prestazioni il suo rendimento è stato deficitario, il suo comportamento quasi indisponente. Eppure Romulo veniva sistematicamente riconfermato da Pecchia. C’è voluta la squalifica per tenerlo fuori. Bessa ha fatto gli straordinari, si è adattato in più ruoli e probabilmente aveva bisogno di rifiatare un po’. Anche in questo caso lo stop forzato è stato un bene.

“Il bravo allenatore è quello che decide in base a quanto vede durante la settimana senza lasciarsi influenzare da gerarchie nello spogliatoio o simpatie”, dicevo a Pecchia un mesetto fa. Lui mi rispose deciso: “No, il bravo allenatore è quello che vince”. Oggi a Trapani il Verona ha vinto e Pecchia è stato molto bravo. Ruoli precisi, centrocampo tosto, attacco a due punte, difesa più compatta grazie ai tre centrali. Qualche sbavatura c’è stata, ma di fronte c’era una delle squadre più in forma del campionato, reduce da una serie di risultati importanti, carica e decisa a continuare la risalita. Non era facile. L’idea di avvicinare Siligardi a Pazzini può piacere o meno, ma ha una sua logica. Ed ha una sua logica inserire Valoti al posto dello sfortunato Franco Zuculini e poi Luppi per Zaccagni. Questa volta i cambi mi sono piaciuti (con Luppi, Pazzini e Valoti in campo, giusto mettere Fossati per Siligardi nel finale) perché l’allenatore non ha pensato solo alla gestione del vantaggio, ma ha inserito gente offensiva per cercare anche il raddoppio.

Il Verona torna da Trapani con tre punti importantissimi e tante buone indicazioni. La Spal è stata agganciata, il futuro ora appare meno scuro, anche se la corsa verso la promozione diretta non sarà semplice e senza ostacoli.
Luca Fioravanti

01 APR 2017
IL PECCHISMO E’ DEFUNTO, VIVA PECCHIA.
Ci avevano raccontato di sogni di rivoluzione, di calcio champagne per brindare a un incontro (galante) con la bellezza, di tiki taka guardiolani e palleggio beniteziano. Ci avevano promesso un cambio culturale, vincere e convincere, carezze alla palla e baci alla porta. Ci avevano catechizzato con un mantra: loro avrebbero portato il bel calcio a Verona. Era il manifesto del pecchismo, ricordate? Morto, sotterrato, disdegnato dal suo stesso autore, Fabio Pecchia, che già in settimana ne aveva annunciato il funerale sottolineando di anelare a un Verona operaio e vincente.

E oggi – confermato il 5-3-2 con il Pisa – l’allenatore ha presentato una formazione anti-pecchiana per eccellenza, muscolare e proletaria, aggiungendo agli Zuculini pure un terzino come Pisano nel ruolo di fluidificante e, più in generale, proponendo una squadra razionale, sorniona, solida e consapevole che prima o poi quelli bravi (Siligardi nel suo ruolo e Pazzini) l’avrebbero risolta. Un atteggiamento sparagnino, furbo, poco spagnol-guardioliano-beniteziano e molto italiano. Gianni Brera, fautore del catenaccio per fisiognomica, avrebbe apprezzato. Mentre De Gregori, parafrasando se stesso, l’avrebbe cantata: hanno ammazzato il pecchismo, Pecchia è vivo.

Basterà? Non so, prima del ciclo facile delle sei giornate Ternana-Trapani avevo scritto che saremmo dovuti arrivare allo Spezia almeno a 60 punti e possibilmente davanti a tutti. Siamo a 58 e secondi appaiati alla Spal, ma con un calendario sulla carta complicato con 5 trasferte su nove partite (alcune di queste su campi minati come Novara, Bari, Perugia ed Entella) e contro avversari tutti in lotta per qualche obiettivo vitale (play off o salvezza).

E’ il rush finale, bellezza, e Pecchia ci arriva operaista che neanche gli extraparlamentari dei ’70. In realtà l’incendiario è diventato pompiere, ma una vittoria, si sa, val bene una messa. Dunque, dato che siamo in tema, una preghiera: l’allenatore, dopo mille avvitamenti e cambiamenti spesso confusi e al di là delle scelte tecniche su tizio o caio, mantenga finalmente una linea di coerenza. Questa.
Francesco Barana

FONTE: Blog.Telenuovo.it


NEWS
Pagelle Verona, Pazzo Terminator, Siligardi croce e deliza
Ingresso okay per Luppi, Bianchetti bene dietro. Nicolas concentrato

di Matteo Fontana, @teofontana 01/04/2017, 18:04

NICOLAS 6,5
Su quello che è stato per un anno il suo campo, è sempre concentrato. Blocca Maracchi e non si fa sorprendere da Jallow. In precedenza Coronado non lo beffa.

FERRARI 6
Non è facile per lui arginare la grande velocità di Jallow. Prendergli le misure è faticoso, perché l’attaccante del Trapani ha un altro passo. Limita comunque i danni.

BIANCHETTI 6,5
Una delle sue partite più mature da quando è al Verona. Ribatte tutti gli attacchi con notevole attenzione, occupando gli spazi e stoppando i tentativi, per quanto rari, del Trapani.

CARACCIOLO 6,5
Dà sicurezza alla difesa ed è l’ennesima prestazione di valore per un giocatore che è, per il Verona, un tassello fondamentale. Ottima intesa con Bianchetti.

PISANO 6
Prestazione di gregariato, nel senso più nobile della parola. Sempre a sostegno della squadra, quando può corre in avanti ma è abile a dare compattezza in fase arretrata.

F. ZUCULINI 6
Si incrocino le dita per il problema al ginocchio che l’ha costretto a uscire dopo 40′. Una sua prolungata assenza, escludendo ovviamente che possa esserci con lo Spezia, sarebbe un guaio. Finché resta in campo assicura corsa e sostanza.

B. ZUCULINI 6,5
Cresce di partita in partita il secondo degli “Zucu”. Non soltanto fa girare la palla con criterio, ma una volta uscito suo fratello si prodiga in contenimento.

ZACCAGNI 6
Qualcosa di buono, qualcosa di meno buono. Potrebbe segnare dopo pochi minuti, servito da Pazzini, ma Pigliacelli lo ipnotizza. Prende un ‘ammonizione per eccessiva irruenza. Corre molto per la causa.

SOUPRAYEN 6
Poco appariscente, come per Pisano va evidenziata la sua dedizione per il collettivo. Puntualissimo nelle chiusure difensive, cancella Casasola.

SILIGARDI 6
In certi momenti strappa applausi. In altri, invece, fa saltare la mosca al naso. Il più pericoloso tra i giocatori del Verona è lui. Crea occasioni, e poi le spreca per leziosità o fretta. Assist prelibato per il gol del Pazzo. La coppia funziona.

PAZZINI 7,5
Ci si arrovellerà a oltranza a parlare di quanto l’Hellas dipenda da lui, a pensare alle partite che il Verona, in sua assenza, non ha vinto. Conta sapere che ora c’è e che non ha perso il vizio splendido di segnare e risolvere: apre la via al colpo gialloblù. Fanno 20 in campionato, suo record personale. Terminator.

VALOTI 6
Alla prima apparizione del 2017, si vede che la condizione è da affinare. Però la sua tecnica si nota, eccome. Appoggia a Luppi il pallone del 2-0.

LUPPI 6,5
Arma tattica. Chiude la partita in pieno recupero.

FOSSATI ng

PECCHIA 7
Modulo centrato, bene la scelta di proseguire con le due punte. Ma l’intera gestione della partita è appropriata, a cominciare dai cambi. Indovinata l’idea di inserire Valoti nel momento in cui Franco Zuculini deve uscire.

NEWS
Nicolas: “Vincere contava tanto, ora sono tutte finali”
Il portiere brasiliano: “Ringrazio la difesa perché oggi abbiamo concesso davvero poco”

di Redazione Hellas1903, 01/04/2017, 17:45

“Non è stata una gara facile, ringrazio la difesa perché abbiamo concesso davvero poco. Vincere contava tanto, ora però tutte le partite sono delle finali. Al di là del modulo, noi dobbiamo giocare con convinzione e cattiveria: in questo modo porteremo a casa molti punti. Da qui alla fine avremo bisogno di tutti, dobbiamo affrontare queste 9 partite che restano al massimo. La B è sempre difficile, oggi abbiamo risposto sul campo vincendo una gara ostica, ora pensiamo subito ad affrontare al meglio la prossima contro lo Spezia”.
Così Nicolas dopo il 2-0 del Verona sul campo del Trapani.

NEWS
Verona, trauma distorsivo al ginocchio per Zuculini
Le condizioni del centrocampista argentino verranno valutate nei prossimi giorni

di Redazione Hellas1903, 01/04/2017, 17:35

Uscito nel primo tempo del match contro il Trapani per infortunio, Franco Zuculini ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio destro.
Nei prossimi giorni si potrà capire di più sull’entità dell’infortunio e sugli eventuali tempi di recupero.
Proprio al ginocchio destro Zuculini, quando era al Bologna, si era procurato la lesione del legamento crociato anteriore.

NEWS
Luppi: “Oggi un Verona più cattivo e concreto”
L’attaccante gialloblù: “Guadagnato punti importanti sulle rivali”

di Redazione Hellas1903, 01/04/2017, 17:30

Davide Luppi, attaccante del Verona, ha parlato ai microfoni di Radio Verona al termine della gara vinta a Trapani.
“Avevamo bisogno di questa vittoria. La squadra oggi è stata più cattiva e concreta, con la voglia di vincere, contro un Trapani che veniva da risultati importanti.”
Su Spal e Frosinone: “Le partite di ieri le abbiamo viste. Siamo contenti di aver sfruttato questa opportunità per limare qualche punto alle rivali.”

Sulle poche presenze: “Negli ultimi mesi ho avuto dei problemi al ginocchio e non ero nelle migliori condizioni. Con questo nuovo modulo potre trovare più spazio.”

Hellas secondo in classifica: “Pensiamo partita per partita. La squadra importante siamo noi, sono gli altri che devono guardarsi dal Verona.”

NEWS
Pecchia: “Vittoria di grande maturità”
Il tecnico del Verona: “Partita maschia, contento di aver vinto contro una squadra in salute come il Trapani”

di Redazione Hellas1903, 01/04/2017, 17:23

Queste le parole di Fabio Pecchia, ai microfoni di Sky Sport, dopo il successo sul Trapani.
“Sono contento perché abbiamo vinto una partita difficile, giocando in modo maturo una partita molto maschia. Grande maturità oggi. Zuculini? Vedremo, mi dispiacerebbe perderlo perché sta dando un grande contributo alla squadra. Cerco di mettere in campo i giocatori con le condizioni fisiche e mentali migliori, il modulo viene dopo. Dobbiamo mantenere fede alla nostra filosofia di gioco, quella è la componente che non deve mai mancare. Oggi abbiamo vinto contro una squadra in salute e sono contento. Ora pensiamo subito alla prossima”.

NEWS
Pazzini-Luppi! Il Verona vince a Trapani e torna secondo
Secco 2-0 per i gialloblù e rinasce l’entusiasmo. Infortunio a Franco Zuculini

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi 01/04/2017, 17:08

Ci pensano Giampaolo Pazzini e Davide Luppi a far tornare il Verona al secondo posto in classifica e a ridare speranze di promozione diretta dopo tre pareggi consecutivi. Il Pazzo sblocca la gara con un guizzo sottoporta dei suoi al 54’, Luppi la chiude al 93’ in contropiede. E finalmente l’Hellas torna a vincere in maniera netta, almeno nel risultato. Perché la partita ha detto che la truppa di Pecchia ha faticato nello svolgimento della manovra, spesso inconcludente. Certo le assenze di Bessa e di Romulo hanno tolto qualità, inoltre l’unica brutta notizia della giornata è il nuovo infortunio a Franco Zuculini, che col ginocchio destro dolorante è dovuto uscire dopo quaranta minuti.
Pecchia non rinuncia al 3-5-2 nonostante l’assenza degli squalificati Bessa e Romulo. Davanti a Nicolas ci sono Ferrari, Bianchetti e Caracciolo. A centrocampo Pisano, i due Zuculini, Zaccagni e Souprayen. In avanti confermata la coppia Pazzini-Siligardi.
4-3-1-2 per il Trapani con Pigliacelli tra i pali, Casasola, Pagliarulo, Legittimo e Rizzato dietro, Maracchi, Colombatto e Barillà in mezzo, poi Nizzetto dietro a Jallow e Coronado.

Sono in 232 i tifosi gialloblù giunti in Sicilia. Il Provinciale è pieno, l’attesa è molta. Un forte vento sembra condizionare, anche se non del tutto, la traiettoria del pallone.

GARA EQUILIBRATA, ZACCAGNI SI MANGIA UN GOL
Buon avvio dei gialloblù con Souprayen che spinge a sinistra e Siligardi che cerca l’intesa con Pazzini.

Al 9’ è Jallow, grazie ad un filtrante, a trovarsi davanti a Nicolas ma Caracciolo lo anticipa all’ultimo. Il Trapani prende campo, Jallow sfrutta la velocità, Bianchetti lo controlla.

Al 15’ l’Hellas ha una grande occasione per passare in vantaggio. Pazzini libera Zaccagni con un tocco al limite dell’area, il centrocampista in corsa si trova davanti al portiere ma calcia centralmente e Pigliacelli salva. Si nota l’assenza di Bessa, i gialloblù ricorrono spesso al lancio lungo da dietro. E’ Zaccagni a ricevere palla in mezzo al campo con alterni risultati. Al 21’ un cross di Casasola mette i brividi.

25’: Siligardi supera con un sombrero Pagliarulo in area ma vuole strafare calciando al volo col destro e spedendo la palla sulla luna. Pazzini, che poteva essere servito in posizione vantaggiosissima, gliene dice quattro. E’ un Verona che, comunque, tiene con discreta personalità il campo. Al 30’ Siligardi, lanciato in contropiede da Franco Zuculini, calcia ma il pallone è deviato da Pagliarulo prima di giungere innocuamente tra le braccia di Pigliacelli. Con Pazzini sempre triplicato, è Siligardi ad avere le maggiori chances di andare a segno, ma il Verona fatica a crearne. Coronado si fa vedere al 33’ con un tiro centrale da fuori che Nicolas blocca.

Al 41’ Franco Zuculini dopo un tacle con Jallow è costretto ad uscire per l’ennesimo infortunio (sembra al ginocchio destro), al suo posto Mattia Valoti che torna in campo dopo molto tempo. Il tempo termina con un brivido con Zaccagni che non riesce ad arginare Maracchi il quale da due passi viene fermato da Nicolas.

Nel secondo tempo parte più deciso il Trapani con Jallow che mette a dura prova la corsa di Bianchetti e Ferrari. Pisano si aggiunge a Caracciolo e Zaccagni nella lista degli ammoniti.

PAZZINI TORNA AL GOL!! 1-0 VERONA
Dopo un avvio di ripresa moscio il Verona trova il vantaggio al nono minuto. Pisano crossa dalla destra, la palla giunge a Siligardi che dal fondo sinistro mette in mezzo. Il Pazzo è lì e non aspetta altro che metterla dentro per l’1 a 0 col ventesimo gol in stagione. Il capitano prende poi un’ammonizione per un fallo a centrocampo.

Al 17’ Jallow semina la difesa del Verona ma calcia centralmente e Nicolas non ha difficoltà a parare. E’ lui il pericolo numero uno. Il Trapani attacca a testa bassa, il Verona si difende con qualche patema di troppo, non riuscendo però a ripartire efficacemente. I gialloblù si schiacciano dietro e Pecchia cambia. Al 25’ entra Luppi al posto di Zaccagni. Calori toglie Nizzetto per Manconi.

Al 28’ Legittimo si oppone al tiro di Siligardi che calcia dopo aver dribblato tre avversari, facendo a meno di servire Luppi libero a sinistra. Al 33’ esce Jallow ed entra Curiale.

Fatica tremendamente l’Hellas a creare qualcosa in avanti, dove invece dovrebbe fare di più per chiudere la gara. Siligardi è molto impreciso, Pazzini è solo e Luppi non viene cercato. Al 35’ Fossati prende il posto di Siligardi. Anche i granata mostrano stanchezza. Fossati calcia di prima al 37’ ma debolmente e tra le braccia di Pigliacelli. Bella l’azione che ha portato al tiro con Luppi e Pisano a costruirla. Raffaello per Barillà è l’ultimo cambio di Calori al 37’.

LUPPI!! 2-0 VERONA E MATCH CHIUSO
Pazzini si prende alcuni falli strategici, i minuti scorrono. Al 93’ quando manca un minuto al fischio di la Penna il Verona finalmente azzecca il contropiede perfetto, col Trapani tutto sbilanciato in avanti. Luppi si invola verso la porta, controlla e da una decina di metri fredda Pigliacelli sotto la curva occupata dai tifosi gialloblù festanti.

L’Hellas vince e torna a toccare con mano la promozione diretta. Martedì con lo Spezia serviranno conferme.

FONTE: Hellas1903.it


IL MISTER SCALIGERO
Pecchia: Volevamo i 3 punti, match di sostanza
01/04/2017 18:14
«Troppo importante vincere e troppo importante ottenere i 3 punti dopo una gara del genere. La partita è stata di sostanza ed abbiamo mostrato davvero tanto, la voglia di portare a casa il risultato contro una squadra difficile ed in salute come il Trapani, nel suo stadio». Queste in sintesi, le dichiarazioni dell’allenatore del Verona, Fabio Pecchia, al termine del match contro il Trapani vinto per 0-2. Prosegue il mister: «Nuovo modulo? I 3 difensori centrali stanno dando garanzie non solo al reparto ma a tutta la squadra. Al di là dello schieramento però, conta molto di più come si scende sul terreno di gioco. Oggi ho visto un Verona in salute con una gran voglia di raggiungere il risultato. Il merito è tutto dei ragazzi per la loro determinazione e attenzione, soprattutto in fase difensiva. Pazzini? Il problema sopraggiunge quando non lo abbiamo. E’ il nostro campione e ce lo teniamo stretto».

Sull’obiettivo: «Lo si raggiunge con l’intera rosa. Anche oggi chi è subentrato ha fatto molto bene».

Sul 2° posto riagguantato: «Non cambia nulla. Bisogna continuare a lavorare. Ci sono ancora 9 gare e ora ci aspetta lo Spezia. I liguri saranno diversi rispetto all’andata e contro di loro, conterà avere le giuste energie».
A.F.

IL PORTIERE IN MIXED-ZONE
Nicolas: Serve questa determinazione per la A
01/04/2017 18:01
«La gara tutto sommato è stata tranquilla e la difesa ha lavorato bene su un campo sintetico. Abbiamo concesso poco. Mancano 9 gare e dubbi non ne abbiamo. Per arrivare in A serve convinzione e cattiveria». Queste le parole del portiere del Verona, Nicolas, al termine del match vinto a Trapani per 0-2. Prosegue il portiere gialloblù: «Modulo a 3 dietro? Possiamo giocare a 3 o a 4. L’importante però non è quello, ma la determinazione con cui si scende in campo. Se concedi gli altri ti castigano, ma oggi non ce n’era per nessuno. Stavolta non volevamo assolutamente mollare e così è stato».

Sul gruppo: «Tutti sono importanti. Oggi non c’erano Romulo, Juanito, Bessa e Ganz, ma chi è subentrato al loro posto, ha fatto molto bene e ha dato il suo contributo».

Sullo stagione che sta per terminare: «E’ arrivato il momento di dimostrare la nostra forza e chi siamo. Mancano 9 gare e i punti vanno presi ora. La B è difficile ma ci vuole il carattere giusto. Adesso siamo felicissimo dopo questa vittoria e vogliamo proseguire così anche contro lo Spezia».
A.F.

IL MISTER TRAPANESE
Calori: Verona molto più scaltro di noi
01/04/2017 17:52
«La forza del Verona la conoscevamo già, ma ad ogni modo, la nostra prestazione c’è stata. Sono contento e ai miei non rimprovero nulla. Negli episodi loro sono stati più scaltri e si sono meritati i 3 punti». Queste le parole dell’allenatore del Trapani, Alessandro Calori, dopo la sconfitta contro il Verona per 0-2: «Pazzini? Non c’entra nulla con la categoria. Peccato per i miei ragazzi perché ottenere punti con l’Hellas ci avrebbe dato un’ulteriore iniezione di fiducia nella corsa verso la salvezza. Potevamo segnare, ma i miei giocatori sono stati troppo frettolosi in certe scelte di gioco. Al di là del ko, in casa nostra si è ricreato entusiasmo. Possiamo salvarci. Verona in A? Possono farcela tranquillamente, hanno dei valori troppo superiori rispetto alle altre».
A.F.

FONTE: TGGialloBlu.it


Verona, Pecchia: 'Pazzini me lo tengo stretto, Benitez mi ha insegnato tanto'
del 01 aprile 2017 alle 18:58

Fabio Pecchia, tecnico del Verona, parla a Sky Sport dopo la vittoria sul campo del Trapani: "Sono contento perché era una gara difficile. E' stata una prestazione matura, pratica e maschia. Pazzini continua ad essere determinante, ce lo teniamo stretto. Zuculini mi dispiacerebbe perderlo, è spesso determinante. Abbiamo qualcosa in più nel nostro bagaglio, vedremo se potremo continare a usare il 3-5-2. Il problema del modulo è relativo, dipende come uno lo interpreta. Giocavamo contro una squadra in salute. Benitez mi ha insegnato tantissimo, la filosofia è quella di mantenere sempre il credo di gioco".

Serie B: vincono Verona e Benevento. Brescia-Entella 2-2 crollo Bari e Pisa
del 01 aprile 2017 alle 17:00

Dopo i due anticipi di venerdì sera che hanno visto l’Avellino fermare la Spal e il Cesena pareggiare per 1-1 contro il Frosinone, oggi pomeriggio (calcio d'inizio alle ore 15) si sono disputate le altre nove partite valide per la 33esima giornata di campionato in Serie B.

Il Verona vince 2-0 a Trapani grazie ai gol di Pazzini e Luppi e aggancia la Spal al secondo posto. Vince e pone fine ad un periodo di 4 gare senza vittorie il Benevento che passa 3-1 in casa dello Spezia. Vittoria al fotofinish anche per il Carpi che passa 2-1 ad Ascoli con un gol da cineteca di Sabbione.

In zona retrocessione crolla il Pisa di Gattuso che cede il passo in casa per 1-0 alla Salernitana con gol di Rosina. Ko anche per il Vicenza che cade 1-0 in casa del Perugia e in 10 uomini con il gol di Mustacchio. Seconda vittoria consecutiva con doppietta di Palombi, invece, per la Ternana che si impone in casa del Novara per 2-1. Mentre il Latina rilancia la rincorsa playoff del Cittadella arrendendosi per 2-0 in casa.

Chiude il programma il pareggio 2-2 fra Brescia ed Entella e la vittoria per 1-0 della Pro Vercelli in casa contro un Bari alla terza gara senza vittorie consecutiva.

FONTE: CalcioMercato.com


Trapani - Hellas Verona 0-2 | Non belli, ma vincenti: i gialloblu tornano secondi
Non è certamente stata una delle migliori partite della formazione di Pecchia, che però torna a vincere dopo tre pareggi consecutivi e aggancia la Spal in classifica, mentre le lunghezze dal Frosinone scendono a due

Luca Stoppele
01 aprile 2017 12:56

L'Hellas Verona ritrova la vittoria nella trentatreesima giornata di Serie B e lo fa sul campo del Trapani, dove si impone per 2-0.

Alla vigilia della partita Fabio Pecchia aveva detto "voglio un Verona vincente, non importa se sarà bello o brutto" ed è stato forse preso anche troppo alla lettera dai suoi giocatori. L'Hellas infatti torna al successo dopo tre turni in terra siciliana, con una prestazione di certo non esaltante sotto il profilo del gioco e del ritmo, che l'ha visto in alcuni frangenti venire addirittura schiacciato da un avversario apparso non certamente irresistibile.
Dopo le prime fasi di studio del match, i padroni di casa si sono mostrati fin da subito intraprendenti, rischiando di passare in vantaggio dopo neppure 10 minuti con Jallow, disturbato al momento del tiro da Caracciolo. I gialloblu, schierati con un insolito 3-5-2, poi hanno piano piano preso confidenza con l'avversario e chiuso gli spazi, continuando però a faticare a far girare la palla, tra errori grossolani e movimenti sbagliati. Quando però si è "accesa la luce", gli ospiti si sono sempre mostrati pericolosi, come al quarto d'ora, con Pazzini in veste di rifinitore a servire un pallone d'oro a Zaccagni, il quale si lascia però ipnotizzare da Pigliacelli. Intorno al 23' il centrocampista è stato poi protagonista di un episodio piuttosto dubbio in area, con La Penna che ha deciso di lasciar correre, nonostante il contatto sia apparso falloso. Poco dopo però si è scatenato Siligardi, che prima si è liberato del diretto marcatore con un "sombrero" e calciato con il destro alle stelle, invece che servire Pazzini in area, e poi ha provato su punizione (alta) e in contropiede (parato) dimostrandosi una spina nel fianco della difesa avversaria. L'Hellas però non riusciva ad alzare il ritmo del gioco e le difficoltà in fase di palleggio non aiutavano certo la costruzione di occasioni da gol, che arrivano spesso per iniziative personali. Ma a complicare la vita a Pecchia, dopo che Caracciolo è andato vicino al gol in mischia, è arrivato l'infortunio di Franco Zuculini: l'argentino è stato costretto ad uscire al 40' per un problema al ginocchio e ora si attendono i risultati degli esami. Prima di andare al riposo però, una dormita difensiva ha obbligato Nicolas a metterci una pezza su Maracchi, per salvare il risultato e andare negli spogliatoi sullo 0-0.

Chi nella ripresa si aspettava un Verona più coraggioso e più "rabbioso", è rimasto deluso. Come nella prima parte di gara, i ritmi degli scaligeri non sono apparsi irrestibili e la manovra ancora piuttosto incerta ed imprecisa, ma come detto in precedenza quando si "accende la luce" arrivano le occasioni. Così al 54' Pisano ha servito Siligardi, liberato del velo di Souprayen, che l'ha messa in mezzo, dove Pazzini tutto solo e ha insaccato con tranquillità. Il vantaggio però ha scatnato la reazione dell'undici di Calori, che ha premuto sull'acceleratore mettendo in difficoltà i più blasonati ospiti: protagonista di questa fase è Jallow, che prima ha saltato due uomini e calciato centralmente da buona posizione, poi ha messo a lato con una conclusione volante dal dischetto. Vedendo i suoi in difficoltà, Pecchia ha deciso allora di inserire Luppi per farli rifiatare e tenere la sfera più lontana dalla porta di Nicolas: mossa che ha dato i suoi frutti, con i siciliani che poi non sono più riusciti a chiudere gli avversari nella propria metà campo. Nonostante il gioco non abbia visto particolari balzi di qualità, i gialloblu hanno provato a sfruttare gli spazi concessi, con il solito Siligardi che ha visto un'altra volta respinta la sua conclusione, dopo una bella azione personale che lo ha condotto nel cuore dell'area di rigore. Nel finale poi Barillà ha provato ad impensierire il portiere gialloblu da lontano trovando però la sua risposta, così come poco dopo è successo a Fossati. Gli assalti dei padroni di casa sono proseguiti fino alla fine nel tentativo di strappare il pareggio, ma alla fine ci ha pensato Luppi a chiudere definitivamente i conti, battendo Pigliacelli in ripartenza.

Sono tre punti d'oro quelli che il club di via Belgio porta a casa dalla trasferta in Sicilia, ma se il risultato è quello che tutti i sostenitori chiedevano, dal punto di vista del gioco sembra essere stato fatto un passo indietro rispetto al pareggio con il Pisa. Vero anche che quelle di Bessa e Romulo sono assenze pesanti, ma la mancanza di ritmo, di precisione nei passaggi e di aggressività, appaiono problemi che toccano tutto il gruppo. Pecchia ora ha pochi giorni per riordinare le idee dei suoi: martedì sera infatti al Bentegodi arriva lo Spezia, per un'altra di quelle partite che possono decidere l'eventuale promozione in A.

FONTE: VeronaSera.it


RASSEGNA STAMPA
Il Corriere del Veneto: “Hellas Pazzo e vincente”
02.04.2017 08.43 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
A Trapani, perla del Mediterraneo, il Verona pesca tre punti, la vittoria e l’aggancio al secondo posto in classifica che varrebbe, allo stato delle cose, la promozione diretta. Due gol per cacciare via le streghe e riprendere in mano il destino. Due gol per artigliare la Spal a quota 58, con il vantaggio dello scontro diretto favorevole. Una prova di forza, quella del Verona, spiega il Corriere del Veneto. L’ha annullata Pecchia, azzeccando tutte le mosse, a cominciare dalla scelta del modulo. Più che per la difesa a tre, la decisione che cambia l’incontro è la conferma dell’assetto con le due punte, con Siligardi in appoggio a Pazzini. Il Pazzo, già: ci pensa lui a spingere in alto il Verona.

SERIE B
Verona, Nicolas: "Ok la difesa, avanti con convinzione e cattiveria"
01.04.2017 23.40 di Alessandra Stefanelli
Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Trapani-Hellas Verona (0-2), 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17: "Siamo riusciti a conquistare i 3 punti concedendo veramente poco al Trapani. Sappiamo soffrire e fare gol, consapevoli della nostra forza. La difesa oggi ha lavorato molto bene. Al di là del modulo dobbiamo giocare sempre come abbiamo fatto oggi, con convinzione e cattiveria per portare a casa le vittorie, rimanendo sempre sul pezzo. Quando concedi qualcosa è chiaro che rischi di subìre gol ma oggi siamo stati bravi. Da qui al termine del campionato ogni partita conta molto, sono tutte delle finali. Pazzini e Zuculini? Tutta la rosa è fatta di giocatori importanti, siamo un gruppo unito ed è arrivato il momento di affrontare le prossime 9 partite al massimo. Abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo meritato sino ad ora ma non mi illudo; non è mai stato facile e non lo sarà fino alla fine».

SERIE B
Verona, Lippi: "Vittoria che dà morale, ora diamo continuità"
01.04.2017 23.21 di Alessandra Stefanelli
Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Davide Luppi, rilasciate al termine di Trapani-Hellas Verona (2-0), 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17: "Era davvero importante conquistare i tre punti, sono contento di aver contribuito alla vittoria della squadra, al di là del gol. Loro venivano da risultati importanti e non è stato affatto facile, ma noi siamo stati una squadra compatta e cattiva, con voglia di vincere. La squadra ha dato molti segnali importanti, davanti a noi c'era una grossa opportunità e siamo stati bravi a sfruttarla. Anche nelle difficoltà siamo sempre stati un gruppo unito e la prestazione di oggi ne è la prova. Le partite sono ancora tante, c'è bisogno di tutti e anche io spero di dare mio contributo. Ora i punti contano più di prima e dobbiamo cercare continuità, a partire da martedì con lo Spezia", riporta il sito ufficiale del club.

ALTRE NOTIZIE
Trapani, Calori: "Non ci è mancato il coraggio, ma dovevamo essere più incisivi"
01.04.2017 21.08 di Patrick Iannarelli
Alessandro Calori, tecnico della Trapani, è intervenuto al termine del match contro l’ Hellas Verona. Ecco le sue parole riportate da SerieB24.com: "Quella con il Verona è stata una partita dove il coraggio non è mancato. Ci abbiamo provato, ma non era facile. Abbiamo lasciato solo Pazzini e uno con le sue qualità ti punisce. Abbiamo avuto un paio di occasioni con Jallow, ma non siamo stato incisivi negli ultimi sedici metri".

"Sono fiducioso per la prossima partita, penso che sarà una partita come tutte le altre, una finale da vincere questa volta. Dobbiamo andare lì con l’intento di portare a casa punti pesanti per la classifica", ha concluso il tecnico dei siciliani.

ALTRE NOTIZIE
Le pagelle dell'Hellas Verona - Pazzini ancora decisivo, Luppi chiude il match
01.04.2017 17.30 di Patrick Iannarelli
Vittoria importantissima per l'Hellas Verona, che vince 2-0 in casa del Trapani. Decisivi i goal di Pazzini e Luppi: ecco le pagelle dei gialloblu.

Nicolas 6 - Non rischia quasi mai e quando viene impegnato mantiene la sua solita sicurezza.

Bianchetti 6 - Qualche sbavatura di troppo, visto che non riesce a contenere nel primo tempo gli avversari. Poi riesce a riscattarsi.

Ferrari A. 6 - Sempre preciso, non rischia mai e non commette falli inutili. Partita funzionale la sua.

Caracciolo 6.5 - Con esperienza o meno riesce a contenere tutti. E quando può si fa vedere anche in attacco.

Pisano 6.5 - Qualche fallo di troppo, ma riesce sempre a spingere sulla corsia di competenza quando gli lasciano spazio.

Zuculini F. 6.5 - Gioca con la solita costanza e cerca spesso la verticalizzazione. Lascia il campo per via di un infortunio. Dal 41’ Valoti 5 - Si vede poco e in più di un' occasione non riesce a trovare il tempo giusto.

Zuculini B. 6 - Gioca tanti palloni, ma non rischia mai la giocata. Una partita sufficiente, senza troppi ricami.

Zaccagni 6.5 - Nel primo tempo si divora una grande occasione e crea pericoli costanti, poi cala con il passare dei minuti. Dal 70’ Luppi 6.5 - Gli bastano due palloni per segnare il goal che chiude la sfida.

Souprayen 6 - Non spinge come il compagno di reparto dalla parte opposta e spesso cerca giocate troppo cervellotiche.

Siligardi 6.5 - Si sacrifica molto per la squadra, soprattutto in fase di copertura. E serve un bell'assist a Pazzini. Dall’ 80 Fossati s.v.

Pazzini 8 - Vederlo giocare è uno spettacolo per gli appassionati. Movimenti senza palla e tanti tocchi di sponda. Per non parlare del ventesimo goal in stagione.

SERIE B
Verona, Pecchia: "Vedremo se continuare con il 3-5-2. Prestazione matura"
01.04.2017 17.27 di Luca Chiarini
Il tecnico del Verona Fabio Pecchia ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria in trasferta contro il Trapani: "Sono contento perché era una gara difficile. E' stata una prestazione matura, pratica e maschia. Pazzini continua ad essere determinante, ce lo teniamo stretto. Zuculini mi dispiacerebbe perderlo, è spesso determinante. Abbiamo qualcosa in più nel nostro bagaglio, vedremo se potremo continare a usare il 3-5-2. Il problema del modulo è relativo, dipende come uno lo interpreta. Giocavamo contro una squadra in salute. Benitez mi ha insegnato tantissimo, la filosofia è quella di mantenere sempre il credo di gioco".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


02.04.2017
L'Hellas vince e Toni offre un giro di birre ai tifosi
Grande festa all'aeroporto di Trapani dopo la vittoria dell'Hellas in Sicilia. L'ex bomber del Verona, ora consulente del presidente gialloblù, ha offerto un "giro" di birre ai tifosi e ha brindato con loro.
L.M.

FONTE: LArena.it


Pecchia: «Dimostrata maturità, determinante la voglia di fare risultato»
01/APRILE/2017 - 18:35
Trapani - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate al termine di Trapani-Hellas Verona (0-2), 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Sono contento per come abbiamo giocato oggi, è stata una partita maschia, di carattere. Ho apprezzato molto la maturità che ha saputo mettere in campo la mia squadra. Ho visto un Trapani in salute, determinato e tosto ma dò il merito ai miei per essere riusciti a mettersi in campo in modo da evitare situazioni troppo pericolose. Pazzini? Determinante, ce lo teniamo stretto. Zuculini? Cuore e passione, dispiacerebbe molto perderlo perché ci sta dando delle qualità che saranno preziosissime da qui alla fine. Voglio solo il meglio dai miei uomini, il modulo non conta. Scendere in campo a 3 o a 5 non ci cambia le cose. La voglia di raggiungere il risultato è sempre determinante. Sono arrivati i tre punti, ma accantoniamo subito questo momento e pensiamo a martedì e allo Spezia. Serie A? A fine stagione si arriva tutti insieme, perché anche oggi chi è entrato durante la partita ha avuto l’atteggiamento e la grinta giusta. Arriveremo a fine campionato con il lavoro di tutto il gruppo. Fino a oggi le partite erano 10. Ora 9. Lo Spezia? Dobbiamo affrontare la sfida con grinta e cattiveria, come tutte le partite che mancano da qui alla fine».

Luppi: «Vittoria che dà morale, ora diamo continuità»
01/APRILE/2017 - 18:30Trapani - Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Davide Luppi, rilasciate al termine di Trapani-Hellas Verona (2-0), 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Era davvero importante conquistare i tre punti, sono contento di aver contribuito alla vittoria della squadra, al di là del gol. Loro venivano da risultati importanti e non è stato affatto facile, ma noi siamo stati una squadra compatta e cattiva, con voglia di vincere. La squadra ha dato molti segnali importanti, davanti a noi c'era una grossa opportunità e siamo stati bravi a sfruttarla. Anche nelle difficoltà siamo sempre stati un gruppo unito e la prestazione di oggi ne è la prova. Le partite sono ancora tante, c'è bisogno di tutti e anche io spero di dare mio contributo. Ora i punti contano più di prima e dobbiamo cercare continuità, a partire da martedì con lo Spezia».

Nicolas «In difesa stiamo lavorando bene, avanti con convinzione e cattiveria»
01/APRILE/2017 - 18:15
Trapani - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Trapani-Hellas Verona (0-2), 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Siamo riusciti a conquistare i 3 punti concedendo veramente poco al Trapani. Sappiamo soffrire e fare gol, consapevoli della nostra forza. La difesa oggi ha lavorato molto bene. Al di là del modulo dobbiamo giocare sempre come abbiamo fatto oggi, con convinzione e cattiveria per portare a casa le vittorie, rimanendo sempre sul pezzo. Quando concedi qualcosa è chiaro che rischi di subìre gol ma oggi siamo stati bravi. Da qui al termine del campionato ogni partita conta molto, sono tutte delle finali. Pazzini e Zuculini? Tutta la rosa è fatta di giocatori importanti, siamo un gruppo unito ed è arrivato il momento di affrontare le prossime 9 partite al massimo. Abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo meritato sino ad ora ma non mi illudo; non è mai stato facile e non lo sarà fino alla fine».

Comunicato medico: Franco Zuculini
01/APRILE/2017 - 17:15
Trapani - L'Hellas Verona FC comunica che Franco Zuculini, uscito al 41' del primo tempo di Trapani-Hellas Verona, ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio destro. Nei prossimi giorni saranno svolti gli accertamenti diagnostici.

Primavera: 2-1 al Vicenza, il derby è gialloblù
01/APRILE/2017 - 17:00

Caldogno (Vicenza) - Grande vittoria, la terza consecutiva, per la straordinaria Primavera dell'Hellas Verona. Battuto il Vicenza al termine di una gara giocata a viso aperto, che consegna a Casale e compagni altri tre punti che portano il totale a 44 in appena 22 giornate, in piena zona playoff. Il primo tempo finisce 2-0 per i gialloblù, che dominano la partita rischiando di segnare in molte più occasioni. Al 19' è Stefanec a sbloccare la gara, raccogliendo un bel suggerimento sul secondo palo, lasciato scoperto. Bravo l'attaccante a evitare la parata del portiere con una conclusione angolata. Allo scadere del primo tempo, è il difensore centrale Kumbulla a raddoppiare per l'Hellas raccogliendo una respinta corta del portiere avversario. Nel secondo tempo il Vicenza si scuote e prova a tornare in partita, segnando al 20' del secondo tempo la rete dell'1-2, con un tiro da fuori area di Scapin. Nella seconda parte della ripresa, occasioni per entrambe le squadre, con il Verona che nel finale gestisce al meglio le iniziative vicentine, aggiudicandosi il derby. Tra una settimana è in programma un'altra trasferta, a Perugia, per continuare il sogno playoff.

Le principali dichiarazioni dell'allenatore della Primavera gialloblù Massimo Pavanel: «Abbiamo fatto uno splendido primo tempo, poi il Vicenza è venuto fuori da buona squadra quale è. Ora dobbiamo restare concentrati, ma non era scontato rientrare in questo modo da una sosta lunga come quella che abbiamo appena affrontato, ed è importante continuare a pensare di partita in partita come abbiamo sempre fatto. Le altre non mollano, non vogliamo farlo neanche noi».
Le interviste complete nella puntata di HV24 di lunedì sera.

VICENZA-HELLAS VERONA 1-2
Marcatore: 19' pt Stefanec, 45' pt Kumbulla, 20' st Scapin.

VICENZA (4-3-3): Dani; Boesso, Gambasin, Sacchetto, Anzolin; Scapin, Carniato (dal 35' st Okoli), Pizzolato; Yeboah, Paiolo, Vanzan (dal 18' st Dal Dosso).
A disposizione: Pavan, Zuddas, Lovato, Sbrissa, Meneghetti, Pegoraro.
All.: Luiso.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Tosi; Pavan, Casale, Kumbulla, Badan; Danzi, Guglielmelli, Hoxha (dal 13' st Cherubin); Stefanec; Tupta, Buxton (dal 25' st Jurj; dal 37' st Pettinà).
A disposizione: Carletti, Nigretti, Baniya, Dall'Agnola, Kyriakopoulos, Gecchele, Dentale, Aloisi, Forgia.
All.: Pavanel.

Arbitro: Zufferli di Udine.
Assistenti: Nocenti di Padova e Michieli di Padova.

NOTE. Ammoniti: Sacchetto, Pavan.

Serie B ConTe.it: Trapani-Hellas Verona 0-2
01/APRILE/2017 - 13:55
Trapani - Il Verona vince al 'Provinciale' contro il Trapani. Pecchia si affida nuovamente al 3-5-2 per affrontare una squadra in salute, spinta da motivazioni importanti. Dopo un primo tempo bilanciato, il 'Pazzo' sigla il gol che rompe gli equilibri del match al 9' della ripresa (ventesimo centro in campionato per il capitano gialloblù). Il Trapani si proietta in avanti, ma gli uomini di Pecchia reggono l'urto con disciplina, gestendo il risultato. Nel minuto finale Luppi, imbeccato di Valoti, segna il gol che chiude la partita. Appuntamento al Bentegodi martedì sera alle 20.30, quando il Verona affronterà lo Spezia.

TRAPANI-HELLAS VERONA 0-2
Marcatore: 9' st Pazzini, 49' st Luppi.

TRAPANI (4-3-1-2): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Maracchi, Colombatto, Barillà (dal 37' st Raffaello); Nizzetto (dal 27' st Manconi); Jallow (dal 33' st Curiale), Coronado.
A disposizione: Guerriri, Rossi, Fazio, Ciaramitaro, Visconti, Kresic.
All.: Calori.

HELLAS VERONA (3-5-2): Nicolas; Bianchetti, Ferrari A., Caracciolo; Pisano, Zuculini F. (dal 41' pt Valoti), Zuculini B., Zaccagni (dal 25' st Luppi), Souprayen; Siligardi (dal 36' st Fossati), Pazzini.
A disposizione: Coppola, Ferrari L., Boldor, Troianiello, Fares, Cappelluzzo.
All.: Pecchia.

Arbitro: sig. Federico La Penna (sez. Aia di Roma 1).
Assistenti: sigg. Giovanni Baccini (sez. Aia Conegliano) e Edoardo Raspollini (sez. Aia Livorno).

NOTE. Ammonito: Colombatto, Caracciolo, Zaccagni, Pisano, Pazzini, Valoti, Legittimo. Spettatori: 6.345 (biglietti: 3.003; abbonati: 3.342).

Tre punti fondamentali per il Verona che raggiunge con questa vittoria la Spal al secondo posto. Hellas che vince grazie ai gol di Pazzini in apertura secondo tempo e Luppi in recupero, Trapani punito duramente dopo una partita più che buona, con gran parte di gara gestita proprio dai siciliani.

FINISCE TRAPANI - HELLAS VERONA! 0-2 il finale, in rete Pazzini e Luppi.
90+4Min.
CURIALE! Colpo di testa della punta che manda di poco alto sopra la traversa.
90+4Min.
LUPPI CHIUDE LA PARTITA! Il Pirata in contropiede si trova solo contro Pigliacelli e con una precisa conclusione manda il pallone nell'angolino, dove il portiere non può arrivare.
90+3Min.
Trapani - Hellas Verona 0-2, Gol dell'Hellas Verona. Rete di Luppi.
90+2Min.
Tutto il Trapani in attacco, ma il Verona non lascia varchi ai granata che stanno provando con palloni lunghi per Curiale e Manconi.
90+1Min.
Ancora uscita palla al piede di Pigliacelli che quasi raggiunge il centrocampo con la sfera prima di servire Coronado.
90Min.
Saranno quattro i minuti di recupero.
89Min.
A terra Valoti, Pisano mette in out. Non apprezzano i giocatori del Trapani, che chiedono a La Penna di recuperare il tempo.
88Min.
Sembra aver esaurito le forze il Trapani, che sta ora subendo l'iniziativa del Verona senza riuscire a ripartire.
87Min.
Punizione di Fossati, sponda di Caracciolo per Pazzini con Pigliacelli che anticipa il Pazzo con una uscita e subisce fallo dallo stesso giocatore ex Milan.
86Min.
AMMONITO LEGITTIMO. Fallo del centrale su Pazzini, una trattenuta vistosa al limite dell'area.
85Min.
Punizione del Verona, Pigliacelli in uscita blocca il pallone e se lo allunga fuori area, per poter calciare da posizione più avanzata: pallone per Manconi, che però è in posizione di fuorigioco.
84Min.
Possesso palla ora del Verona con il Trapani che comincia ad accusare la stanchezza e fatica a pressare.
83Min.
Cambio nel TRAPANI: esce Barillà, entra Raffaello.
82Min.
FOSSATI! Subito protagonista il neo entrato con una conclusione al volo che Pigliacelli blocca in due tempi.
82Min.
BARILLA'! Altra conclusione dalla distanza del centrocampista, questa volta il pallone trova la porta ma anche Nicolas pronto alla parata.
81Min.
Cambio nell'HELLAS VERONA: esce Siligardi, entra Fossati.
79Min.
Azione personale di Luppi che parte dalla sinistra, si accentra e conclude: il tiro del Pirata termina però ampiamente a lato.
78Min.
Cambio nel TRAPANI: esce Jallow, entra Curiale.
76Min.
AMMONITO VALOTI. Giallo per il centrocampista veronese che ferma irregolarmente Colmbatto.
75Min.
Ci prova dalla distanza Barillà: il giocatore, dotato di un buon tiro, questa volta colpisce male, con la sfera che termina alta sopra la traversa.
74Min.
Il Trapani ora cerca di sfondare sulle fasce, Calori chiede a Rizzato e a Casasola più spinte: il terzino destro prova l'accelerazione, ma perde il pallone che termina in out.
72Min.
Cambio nel TRAPANI: esce Nizzetto, spento nel secondo tempo, entra Manconi.
71Min.
Pecchia vede la sua squadra troppo schiacciata in difesa e decide di inserire una punta abile in contropiede come Luppi, schierando i suoi con un 3 4 3 molto offensivo.
70Min.
Cambio nell'HELLAS VERONA: esce Zaccagni, entra Luppi.
69Min.
Trapani che continua ad attaccare, i siciliani provano a sfondare sulla sinistra con Barillà che serve Rizzato, il terzino finisce però in fuorigioco.
67Min.
Ora il Verona cerca di rallentare il ritmo della gara con un possesso palla molto orizzontale, ma funziona il pressing del Trapani che recupera il pallone con Colombatto.
66Min.
Il Trapani, dopo aver accusato il colpo del gol di Pazzini, sembra essersi ripreso: i siciliani continuano a spingere, Verona che invece fatica a ripartire.
64Min.
ANCORA JALLOW! Conclusione volante della punta dall'altezza del dischetto, palla che termina a lato. Trapani che spinge per il pareggio.
63Min.
Coronado pesca bene Casasola che mette in mezzo per Jallow: provvidenziale l'intervento di Bianchetti che anticipa l'avversario al momento del tiro.
61Min.
JALLOW! CHE OCCASIONE PER IL TRAPANI! Palla in profondità per la punta che salta in velocità Ferrari e calcia di prima intenzione: conclusione centrale che Nicolas blocca in due tempi.
60Min.
Pisano si scontra con Pigliacelli, con il portiere che era uscito in presa alta. A terra il guardapali del Trapani, che sembra dolorante un colpo alla testa.
59Min.
Trapani colpito nel suo momento migliore, il Verona invece ha sfruttato al meglio la sua prima vera occasione del secondo tempo.
57Min.
Gran colpo di tacco di Nizzetto che libera Coronado, il brasiliano sbaglia completamente il cross servendo Zuculini.
56Min.
AMMONITO PAZZINI. Fallo della punta che entra in ritardo su Colombatto.
55Min.
VERONA IN VANTAGGIO! Pisano crossa sul secondo palo, velo di Souprayen per Siligardi che in spaccata mette in mezzo: per Pazzini è facile, da pochi passi, mettere il pallone in rete.
54Min.
Trapani - Hellas Verona 0-1, Gol dell'Hellas Verona. Rete di Pazzini.
53Min.
Coronado cerca la grande giocata per superare Ferrari, con una veronica sulla linea di out: il pallone alla fine termina fuori dal campo.
52Min.
Verona in difficoltà a creare gioco, appena perde palla il Trapani si chiude nella sua metà campo chiudendo ogni spazio ai gialloblu.
50Min.
Ancora Trapani in avanti: bella palla in profondità per Casasola, cross al centro per Jallow ma Nicolas in uscita alta blocca la sfera.
49Min.
AMMONITO PISANO. Il terzino usa troppo il braccio su un contrasto aereo con Barillà.
49Min.
Sugli sviluppi del calcio d'angolo, Colombatto prova un filtrante sul primo palo, nessuno dei suoi compagni era però scattato in profondità.
48Min.
Ancora una iniziativa di Barillà, che guadagna un angolo: buon inizio di secondo tempo del Trapani.
47Min.
Punizione per il Trapani: Nizzetto con una invenzione serve Barillà a tu per tu con Nicolas, conclusione deviata che poi finisce in rete. Azione ferma però per fuorigioco dell'ex Reggina.
46Min.
INIZIA IL SECONDO TEMPO DI TRAPANI - HELLAS VERONA! Si riparte dallo 0-0 della prima frazione.

Buon primo tempo del Trapani ma è il Verona in contropiede ad aver le occasioni migliori. Nel finale palla gol per Maracchi, che non riesce a superare Nicolas a pochi passi dalla porta.
Int.
FINISCE IL PRIMO TEMPO DI TRAPANI - HELLAS VERONA! 0-0 il risultato parziale dopo i primi 45'.
45+1Min.
MARACCHI! Inserimento del centrocampista, incomprensione tra Caracciolo e Bianchetti che lasciano il pallone all'ex Pordenone: la sua conclusione è bloccata da Nicolas.
45Min.
Un minuto di recupero.
44Min.
Proteste di entrambe le squadre: Barillà chiede il tocco di mano di Valoti, l'Hellas invece il giallo al centrocampista per un fallo sul neo entrato dopo il recupero della sfera.
43Min.
Coronado dimostra tutte le sue qualità tecniche con un paio di giocate al limite dell'area del Verona, il suo cross però non trova nessun compagno pronto alla deviazione.
42Min.
AMMONITO ZACCAGNI. Fallo a centrocampo del numero 20 dell'Hellas che interviene in netto ritardo su Coronado.
41Min.
Cambio nell'HELLAS VERONA: esce Franco Zuculini, entra Valoti.
40Min.
Non sembra farcela il centrocampista argentino: Pecchia costretto al primo cambio.
39Min.
A terra Franco Zuculini: entra lo staff medico, con tutti i giocatori che ne approfittano per bere in questa giornata soleggiata di Trapani.
38Min.
OCCASIONE VERONA! Sull'azione di corner, tocco di Pazzini in area che quasi manda Caracciolo a un metro dalla porta con il pallone: il difensore tocca male facilitando la presa di Pigliacelli.
37Min.
Ripartenza di Zaccagni che arriva al limite dell'area, palla per Bruno Zuculini che calcia di potenza: pallone deviata da Legittimo in angolo.
36Min.
Trapani che continua a fare la partita, Verona che cerca di colpire in contropiede sfruttando le sponde di Pazzini.
34Min.
Pazzini con un tocco supera Legittimo e si invola sulla destra, Pigliacelli in uscita protegge il pallone che si perde sul fondo. Scontro tra il portiere e il "Pazzo": abbraccio molto sportivo tra i due.
33Min.
CORONADO! Primo squillo del capocannoniere del Trapani: conclusione dal limite potente ma centrale, Nicolas in tuffo blocca la sfera.
32Min.
Protesta Pazzini per un contatto con Pagliarulo, dopo che la punta aveva provato ad allungarsi il pallone per battere il difensore in velocità: La Penna continua con il suo metro e non fischia nessun fallo.
31Min.
Souprayen cerca la palla per Pazzini, che però si era spostato sul primo palo: nessuno alle sue spalle aveva seguito l'azione, con la sfera che termina tra le braccia di Pigliacelli.
29Min.
Contropiede del Verona: Siligardi si trova uno contro uno con Legittimo, la punta si sposta il pallone sul sinistro e calcia in diagonale. Conclusione debole e facile preda per Pigliacelli.
28Min.
AMMONITO CARACCIOLO. Giallo per il centrale che ferma con una vistosa trattenuta Nizzetto.
27Min.
ANCORA SILIGARDI! Punizione a giro della punta, palla che supera la barriera ma termina di poco alta sopra la traversa. Pigliacelli aveva comunque intuito la traiettoria e sarebbe stato pronto alla parata.
26Min.
AMMONITO COLOMBATTO. Il mediano perde palla sulla pressione di Zuculini e blocca la sfera con una mano. Inevitabile il giallo.
26Min.
SILIGARDI! La punta salta con un prezioso sombrero Pagliarulo, carica il sinistro al volo ma il pallone termina alto sopra la traversa.
25Min.
Azione tutta di prima del Verona con Pazzini che prova al limite dell'area a servire il taglio di Pisano: chiusura provvidenziale di Rizzato che evita il passaggio al terzino veronese.
23Min.
Siligardi prova a sorprendere Pigliacelli con un sinistro al volo, ne esce però una conclusione debole che si perde sul fondo.
22Min.
Uscita di Nicolas praticamente al limite della sua area, il portiere blocca la sfera con le mani anticipando Jallow che si era inserito tra Bianchetti e Caracciolo.
21Min.
Cross molto pericoloso di Casasola, palla che taglia tutta l'area piccola con nessun giocatore del Trapani pronto alla deviazione: alla fine Ferrari non si fida e manda in angolo.
20Min.
Souprayen cerca Siligardi al limite dell'area, stop dell'ex Livorno che si aiuta però con un braccio. Punizione per il Trapani, ma il Verona sta guadagnando campo.
19Min.
Partita dura ma fino a questo momento corretta, con La Penna che sta lasciando giustamente correre molti contatti per non fermare troppo la partita.
18Min.
Ancora una verticalizzazione di Nizzetto per l'inserimento, in questo caso, di Rizzato: praticamente tutti i palloni del Trapani passano per i piedi del numero 7 siciliano.
16Min.
Lancio di Barillà per Jallow, Bianchetti in tackle anticipa l'avversario subendo anche fallo. Nel frattempo a terra Maracchi dopo un contato con Caracciolo, La Penna parla con il centrocampista e lo invita ad uscire per le visite dello staff medico.
15Min.
ZACCAGNI! Pazzini stoppa e verticalizza per il suo centrocampista che, solo davanti a Pigliacelli, calcia a botta sicura: il portiere, con un riflesso, salva il Trapani!
14Min.
Lancio di Bruno Zuculini per Pazzini che prova la sponda per Souprayen: francese che sta giocando praticamente da ala aggiunta per mettere pressione a Casasola.
13Min.
Franco Zuculini a rapporto da Pecchia, che approfitta di una pausa in campo per un fallo di Nizzetto su Caracciolo: il tecnico dell'Hellas non contento dell'inizio della sua squadra.
12Min.
Contatto tra Pazzini e Casasola proprio davanti a Pecchia che protesta con La Penna che non aveva fischiato fallo: partita molto sentita in campo e nelle panchine, tre punti fondamentali in palio.
10Min.
Buon inizio del Trapani, Verona che fatica forse a trovare i giusti tempi con il nuovo scherma e senza il suo regista Fossati.
9Min.
Proteste del Trapani per un contatto in area tra Caracciolo e Jallow, che era stato liberato in area da Coronado: per La Penna non ci sono gli estremi per il calcio di rigore.
8Min.
Rischia Ferrari che stoppa male un pallone rilanciato da Pigliacelli, Jallow prova ad approfittarne ma l'ex Chievo parte da posizione di fuorigioco.
6Min.
Ancora un inserimento di Maracchi sulla destra, Caracciolo interviene mandando il pallone in corner. Sugli sviluppi dell'angolo, allontana Bianchetti.
5Min.
Trapani con la classica divisa granata, Verona in giallo con bordini blu.
4Min.
Verona che sta giocando con un inedito (rispetto agli ultimi mesi) 3 5 2, Calori che sta cercando di aprire la difesa veronese con inserimenti delle mezzale sugli esterni.
3Min.
Mischia in area del Trapani, arriva di gran carriera Souprayen che però manda il pallone sopra la traversa. Prima conclusione, anche se non pericolosa, del match.
1Min.
E' l'Hellas Verona a toccare il primo pallone del match, buona presenza di pubblico al Provinciale per una partita importantissima per entrambe le formazioni.
1Min.
INIZIA TRAPANI - HELLAS VERONA! Dirige il match l'arbitro La Penna di Roma.

Formazione HELLAS VERONA: mischia le carte Pecchia che di partenza dovrebbe schierare un 3 5 2 con Pazzini e Siligardi in attacco. A centrocampo Pisano e Souprayen sulle fasce, i fratelli Zuculini e Zaccagni in mediana. Davanti a Nicolas il terzetto composto da Ferrari, Bianchetti e Caracciolo.

Formazione TRAPANI: 4 3 1 2 per Calori con Pigliacelli in porta, Casasola, Pagliarulo, Legittimo e Rizzato sulla linea di difesa. Centrocampo composto da Barillà, Colombatto e Maracchi; Nizzetto alle spalle di Coronado e Jallow.

Le due squadre arrivano però da due momenti opposti: entusiasmo a mille nel Trapani, reduce da due vittorie consecutive e ora terzultimo in classifica, Verona invece in difficoltà, solo tre pareggi nelle ultime tre sfide per quella che doveva essere la formazione che doveva "uccidere" il campionato.

Il Trapani ospita l'Hellas Verona in una partita di vitale importanza per entrambe le formazioni: i siciliani, in netta ripresa, possono guadagnare punti importantissimi per la lotta salvezza, i veneti invece sfruttare i passi falsi di Frosinone (pareggio con il Cesena) e Spal (sconfitta ad Avellino) per riportarsi in zona promozione diretta.

FONTE: HellasVerona.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBologna Pecchia

Seung-woo Lee


Wallpapers gallery