Le schede di B/=\S: Deian BOLDOR

Pubblicato da andrea smarso venerdì 7 ottobre 2016 19:11, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento

Deian Boldor
Nato a/il:Timișoara (Romania) il 03/02/1995
Nazionalità:Romena
Contratto:In prestito fino a Giugno 2016
Ruolo:Difensore
Altezza:189 Cm
Peso:80 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2016 - 2017B9 (+1CI)1 (+0) 
Virtus Lanciano2015 - 2016B40 
Pescara2014 - 2015B1 (+1CI)0 (+0) 
Roma2013 - 2014Primavera-- 
Giovanili Roma2011 - 2014--- 
Giovanili Banatul2009 - 2011--- 
LEGENDA: CI=Coppa Italia

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 7 Ottobre 2016
...Con PISANO e RÔMULO 'prestati' alla fascia sinistra della difesa e l'improponibile FARES (checchè ne pensasse mister DELNERI), l'unico terzino mancino di ruolo rimaneva il buon SOUPRAYEN visto che, fuori almeno fino a Gennaio causa infortunio e quindi non iscritto al campionato, anche ALBERTAZZI (comunque e sempre più centrale di quanto sia mai stato laterale) era fuori dai giochi; ecco perchè serviva un altro difensore da quella parte ed è arrivato il giovane BOLDOR di scuola ROMA in grado, stando a quanto si racconta, di giocare al centro o sulla sinistra.
In prestito con diritto di riscatto dal BOLOGNA che ne ha comunque mantenuto il controriscatto, segno che i felsinei credono nel nazionale Under 21 romeno, Deian non ha ancora visto il campo fin'ora e potrebbe essere rispedito al mittente quando Michelangelo rientrerà in rosa e ci sarà ancora meno spazio la dietro.
C'è anche da considerare però che, essendo un Under 21 per lui la regola dei 18 Over non vale e, grazie alle ottime intuizioni di mister PECCHIA, potrà accumulare minuti importanti in Serie B con l'HELLAS oppure chissà stupire tutti con prestazioni di rilievo (sperando sempre che il fato ci conservi intonso ed in questo stato di forma Samuel il più a lungo possibile).

Mancino naturale dal fisico possente, il classe '95 romeno fa della prestanza fisica e del colpo di testa le sue armi migliori sia quando si tratta di liberare l'area da palloni vaganti che di approfittare di qualche cross nell'area avversaria in cerca dell'incornata vincente.
BOLDOR è un centrale di ruolo ma è stato impiegato efficacemente anche come terzino sinistro.


DAL BANATUL AL PESCARA (VIA ROMA), POI LANCIANO, BOLOGNA E ORA VERONA...
Partito dalle giovanili del BANATUL, squadra della città dove è nato in Romania, gli scout della ROMA lo portano nella capitale poco più che 16enne, dopo tre stagioni fra Under e Primavera, il 18 Maggio 2014 Deian viene convocato dalla prima squadra in Serie A in occasione di GENOA-ROMA senza scendere tuttavia in campo.
Nell'estate successiva il prestito al PESCARA dove esordisce tra i professionisti nei tempi supplementari di una gara di Coppa Italia a metà Agosto mentre ad Ottobre 2014 arriva il battesimo in Serie B contro il CARPI.
A fine Luglio 2015 il 20enne BOLDOR rescinde con la ROMA e viene ingaggiato dalla VIRTUS LANCIANO in Serie B dove mette insieme quattro presenze in tutto prima di venire 'accalappiato' dal diesse BIGON (accasatosi nel frattempo al BOLOGNA) che lo gira immediatamente al VERONA in cadetteria dove i felsinei (e lo stesso giocatore) sperano che Deian possa trovare più spazio.

Qui il profilo Facebook di Deian mentre questo è il suo account su Instagram.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Deian con la maglia della nazionale romena Under 21

Deian Boldor
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Deian Boldor (Timișoara, 3 febbraio 1995) è un calciatore rumeno, difensore dell'Hellas Verona in prestito dal Bologna e della Nazionale Under-21 rumena.

Caratteristiche tecniche
Difensore di piede sinistro, predilige il ruolo di centrale. Tra le sue qualità spicca il colpo di testa che gli permette di essere bravo negli anticipi, oltre ad essere pericoloso sui calci piazzati.

Carriera
- Club
Gli inizi e il prestito al Pescara
Inizia a giocare a calcio nelle giovanili del Banatul. Nell'estate del 2011, viene acquistato a titolo definitivo dalla Roma e vista la sua giovane età, viene fatto crescere nel settore giovanile della società giallorossa per tre stagioni. Il 18 maggio 2014, ricevuta la sua prima convocazione in prima squadra, viene portato in panchina nell'ultima partita del campionato di Serie A 2013-2014, disputata a Marassi contro il Genoa, gara terminata per 1 a 0 per i rossoblù.

Il 2 luglio 2014 passa in prestito annuale al Pescara, in Serie B. Fa il suo debutto assoluto tra i professionisti il 17 agosto 2014 durante la gara di Coppa Italia contro la Renate, subentrando al 106º minuto al posto di Nielsen, partita vinta ai rigori dal Delfino. Il 25 ottobre 2014 debutta in Serie B contro il Carpi, subentrando al 71° al posto di Salomon, gara terminata 5 a 0 per gli emiliani.

Il 23 luglio 2015, dopo essersi liberato dal contratto che lo legava alla Roma, viene tesserato dalla Virtus Lanciano.

Bologna
Il 27 giugno 2016 viene acquistato a titolo definitivo dal Bologna.

Hellas Verona
Il 30 agosto 2016 passa in prestito con diritto di riscatto al Hellas Verona con diritto di opzione a favore del club gialloblù e contro-opzione a favore del Bologna.

- Nazionale
Nazionali giovanili
Il 24 ottobre 2011 fa il suo debutto con la maglia della Nazionale under 17 rumena, nella gara contro i pari età della Finlandia, partita terminata 2 a 2. Dopo aver ricevuto varie convocazioni senza debuttare, il 5 marzo 2014 debutta nella Nazionale Under-21 nella gara contro le Fær Øer (3-1), partita valevole per le qualificazioni all'Europeo di categoria del 2015. Il 4 settembre, durante la partita contro il Montenegro (gara finita 4 a 3 per i rumeni), segna la sua prima rete con la maglia della nazionale under 21.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2016-17 +   -   =
NEWS
Boldor: “Ieri sera una gioia enorme. Voglio restare a Verona”
Il difensore romeno: “Questo è stato il mio anno migliore sotto ogni aspetto. Sogno la Nazionale”

di Redazione Hellas1903, 19/05/2017, 21:49

Intervistato dal portale romeno www.prosport.ro, Deian Boldor, difensore gialloblù classe 1995, ha raccontato le emozioni vissute ieri sera al “Manuzzi” al termine della gara contro il Cesena.
Il calciatore, arrivato alla fine di agosto dal Bologna e che in campionato ha totalizzato 9 presenze e 1 gol, ha le intenzioni chiare: vuole restare all’Hellas con il sogno di essere convocato dalla Romania.
Queste le sue dichiarazioni: “Ieri sera ho vissuto il momento migliore della mia carriera, la gioia è stata enorme. L’Hellas ha lottato e combattuto per ottenere questa promozione. Adesso non so quale sarà il mio futuro, ma sinceramente adesso non voglio pensare a cosa farò e dove andrò. Voglio godermi questa atmosfera e sarebbe molto bello restare a Verona”.

Prosegue Boldor: “I miei ricordi più di questa stagione sono entrambi contro il Cesena: ieri per la promozione, ma anche il match d’andata dello scorso 30 dicembre: la mia prima da titolare al “Bentegodi”, dove ho anche segnato ed eravamo campioni d’inverno. Non poteva esserci serata migliore”.

Infine, il giocatore non nasconde il suo sogno: “Sarebbe fantastica una convocazione nella Nazionale maggiore. Farne parte è il mio desiderio più grande”.

(Traduzione a cura di Raffaele Campo)

FONTE: Hellas1903.it


Boldor, Ferrari L. e Zaccagni alla cena del 'New Hellas Group'
19/APRILE/2017 - 09:45
Verona - Una serata tra i tifosi per i gialloblù. Deian Boldor, Lorenzo Ferrari e Mattia Zaccagni - accompagnati dal team manager Sandro Mazzola e dallo SLO Matteo Tosi - ieri hanno partecipato alla cena dei calcio club organizzato dal Nuovo Coordinamento Calcio Club New Hellas Group presso il ristorannte 'La Pergola' di Legnago. Presenti 200 supporter a rappresentare i club "storici" di Nogara, Vallese, Concamarise, Asparetto e Villabartolomea, che hanno accolto i calciatori del Verona per un momento di condivisione all'insegna dello stare insieme con i colori dell'Hellas. Tante foto e autografi per i gialloblù, che hanno lasciato il ristorante intorno alle 22, dopo aver partecipato alla lotteria benefica.

Boldor, Cappelluzzo e Ganz ospiti dei Calcio Clubs gialloblù
12/APRILE/2017 - 09:30
Mezzane di Sotto (Verona) - Alla cena del Coordinamento Calcio Club Hellas Verona al Parco di Venere del ristorante Enoteca Bacco D'Oro di Mezzane di Sotto c'erano i calcio clubs 'Castello Gialloblù' di Montorio, 'Borderland' di Arcole, 'Benny Bar' di San Martino Buon Albergo ed 'Estremo Verona' di San Giovanni Ilarione. Ma soprattutto c'erano loro: Deian Boldor, Pierluigi Cappelluzzo e Simone Andrea Ganz. I tre gialloblù hanno accolto l'invito degli oltre 100 tifosi e, accompagnati dal team manager Sandro Mazzola e dallo SLO Matteo Tosi, hanno passato una serata tra la gente, respirando la passione di Verona per i colori dell'Hellas. Al termine dell'incontro, i calciatori hanno regalato agli organizzatori maglie e gagliardetti, per onorare l'ospitalità ricevuta.

BUON COMPLEANNO BOLDOR
03/FEBBRAIO/2017 - 10:34
Tanti auguri Deian!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra

augurano buon compleanno a Deian Boldor.

Il difensore gialloblù compie oggi 22 anni.

FONTE: HellasVerona.it


Home / Storie
Verona, prima rete tra i professionisti per Boldor, il "pupillo" di Totti e De Rossi
Serie B

01/01 16:10 | Storie | Autore: Francesco Caruso
"Rega', questo è il nuovo Chivu". A distanza di due anni cambiano gli accenti, ma non la sostanza, e a Verona, stadio Bentegodi, hanno anche assistito al primo gol in carriera di Deian Boldor, il gigante di Timisoara. Nella precedente gara con il Carpi Deian aveva fatto le prove generali e appena un turno dopo si è fatto trovare pronto al grande appuntamento: "Dedico la rete alla mia famiglia e al mio procuratore Pietro Chiodi". Gol alla prima da titolare in campionato, ma non è questo che ha stupito tutti durante Verona-Cesena. Quel ragazzo fino ad ora trascurato ha dimostrato una personalità e una determinazione solo intuiti: chiedete al povero Milan Djuric per credere.

Il segreto? Qualità fisiche e atletiche, certamente, ma anche una maturità e un'intelligenza non comuni per un ragazzo della sua età. Non molla niente Deian. L'allenamento quotidiano con un giocatore "illegale" come Pazzini sta accelerando il suo percorso di crescita. "Il 'Pazzo' lo vedevo in tv quando ero piccolo" - ha dichiarato Boldor qualche settimana fa - "Mi piaceva perché segnava in tutti i modi. Ora lo devo marcare in allenamento, è un grande. E' un esempio per noi giovani". Ma il primo a battezzare Deian fu Francesco Totti. Quel ragazzino rumeno di 16 anni entrò subito nelle simpatie del "capitano" e di Daniele De Rossi: "A Francesco ho mandato anche gli auguri per i suoi 40 anni, è un calciatore incredibile e aver potuto giocare contro di lui era un sogno che si è realizzato". Boldor ha fatto tutta la trafila delle giovanili della Roma e nel 2013 è stato eletto miglior difensore del Viareggio.

Compagni di squadra? Il ventunenne rumeno ha fatto coppia con un certo Alessio Romagnoli e a Roma era ben voluto da tutti. In squadra è cresciuto con i vari Capradossi, Mazzitelli, Caprari, Ricci, Pellegrini, Verde... Idolo e modello di riferimento non poteva che essere Cristian Chivu. Deian chiama spesso l'ex difensore di Roma e Inter per farsi dare consigli. Punti in comune? Se Chivu era in grado di interpretare il doppio ruolo (anche terzino) , Boldor è invece un centrale puro, di quelli moderni. Mancino con un fisico imponente, merce rara e sempre più richiesta. Deian è anche capitano dell'Under 21 rumena: 14 presenze e 1 rete. Il Bologna non se l'è fatto scappare e l'ha acquistato lo scorso giugno dal Virtus Lanciano. In fila questa estate c'era anche il Nottingham Forest, ma inglesi e rossoblù non hanno trovato l'accordo. A spuntarla è stata dunque l'Hellas: prestito con diritto di riscatto e controriscatto a favore dei rossoblu.

"Città stupenda e pubblico passionale", Boldor non ha risparmiato complimenti per la sua nuova realtà. In squadra è nata un'amicizia speciale con Daniel Bessa e il rapporto con Fabio Pecchia è ottimo. "Sono uno a cui piace combattere e ho dovuto sudarmi tutti i traguardi nella vita. Sono andato via da casa 10 anni fa per inseguire il mio sogno". Le "sgomitate" con Pazzini gli hanno permesso di conquistare un posto da titolare e chiudere il 2016 nel migliore dei modi. Caracciolo, Bianchetti e Cherubin sono avvertiti, dal 2017 avranno un agguerritissimo rivale in più per una maglia da titolare.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Boldor: «Il gol è per tutti, sognavo una serata così»
30/DICEMBRE/2016 - 23:15
Verona - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Deian Boldor, rilasciate al termine di Hellas Verona-Cesena (3-0), 21a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Dedico questo gol ai miei compagni, mi hanno sempre fatto sentire parte del gruppo, uno che poteva dare qualcosa nel momento del bisogno. Mi dispiace per Caracciolo, ma sapevo che c'era la possibilità di giocare e mi sono messo a disposizione del mister come tutte le settimane. Vittoria e nessun gol preso queste sono le cose che contano. Pecchia? Lavora bene da tutti i punti di vista, c'è grande rispetto, lo ringrazio molto per avermi dato la sua fiducia. E' un gruppo fantastico, che le cose vadano bene o male siamo sempre uniti e sulla nostra squadra. Verona la più forte? Parlano i fatti, ma non è ancora finito niente. Non siamo primi per caso, ma questo ci deve dare ancora più determinazione e fame. Dedico gol ad amici, famiglia e tifosi. Sono troppo contento per me per la squadra per i tifosi. Tutti sognano un debutto con gol, non bisogna mai smettere di credere, chi continua a credere prima o poi raccoglie. Il nostro obiettivo è essere primi anche a maggio. Verona? Bellissima città, una delle più belle dove sono stato».

Boldor: «A Verona tanta qualità, qui per crescere»
27/SETTEMBRE/2016 - 14:30
Verona - Le principali dichiarazioni del nuovo difensore gialloblù, Deian Boldor, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

HELLAS, CHE SFIDA
«Considero questa tappa fondamentale per la mia carriera, mi piacciono le sfide difficili, non mi preoccupa il pensiero di dover partire come ultimo. Sapevo fin da subito che qui avrei trovato tanta concorrenza, imparando dagli altri mi farà trovare pronto quando il mister vorrà schierarmi. Mi piace combattere e superare gli ostacoli, nonostante abbia solo 21 anni mi sono sempre dovuto sudare tutto, ciò che è mio me lo voglio guadagnare. Ho trovato una squadra preparata e una società organizzata e che sa quello che vuole, e un mister bravo. Ci sono tanti giocatori con voglia di riscatto e di tornare subito in Serie A. Penso che il Verona sia una squadra di grande qualità, che può far bene e lo sta dimostrando. Ha tutte le caratteristiche per tornare dove merita. Pecchia è attento ai dettagli, la sua è una mentalità vincente. Sta imparando a farci capire i momenti della gara dove bisogna stare più concentrati, ci sta dando tutte le idee migliori, ci trasmette tante nozioni. Pazzini lo vedevo guardando la Serie A e immaginavo di giocarci assieme o contro. Ho tanto rispetto per lui, sia per quanto ha fatto che per la persona che è. E' il nostro capitano, bisogna guardare a quelli come lui per imparare più cose possibili nel minor tempo possibile. La prestazione col Frosinone è merito di tutta la squadra, una vittoria guadagnata sul campo a prescindere dagli episodi. Il Verona ha dimostrato umiltà, personalità, idee. Il nostro obiettivo è la prossima partita, sempre. Non penso a cosa succederà a fine anno, io sono felice di essere qui e farò di tutto per crescere insieme».

LE MIE CARATTERISTICHE
«Il mio ruolo è quello di difensore centrale sinistro. Donadoni ha provato a schierarmi da terzino sinistro, a Bologna, e mi sono trovato bene, è una cosa che mi aiuterà in futuro se ci sarà bisogno. Sono a completa disposizione di compagni e mister. Sono in tanti a farmi da 'fratello maggiore', Cherubin lo conoscevo già dal Bologna e mi dà tanti consigli, ma tutti sono stati disponibili con me e cerco di apprendere qualcosa da tutti».

IL MIO PASSATO
«I numeri dicono che finora non ho giocato molto, ma non dicono che non ho mai mancato di rispetto per ogni allenatore a prescindere dalle scelte che possa aver fatto su di me. Sono stati anni che mi hanno dato l'opportunità di crescere sia caratterialmente che mentalmente. Mi porto con me questa cosa, fa parte del mio bagaglio. Sono già dieci anni che vivo da solo e che ho lasciato il mio paese, la mia vita è qui e mi sento quasi più italiano che rumeno. Non rimpiango nulla, voglio andare avanti e dare il meglio. Ho i miei amici e la mia famiglia in Romania, e poi avere la fascia di capitano della Romania Under 21 è un grande onore. Ho sempre voluto trasmettere con piacere una visione internazionale ai miei compagni di Nazionale».

Ufficiale: Deian Boldor è gialloblù
30/AGOSTO/2016 - 17:15
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo temporaneo con opzione di riscatto e contro riscatto, le prestazioni sportive del calciatore Deian Boldor, classe '95, dalla società Bologna FC.

Il difensore è attualmente impegnato con la Romania Under 21 nelle gare di qualificazione a Euro 2017.

FONTE: HellasVerona.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
CALCIOMERCATO
Chi è Deian Boldor?
23/08/2016 17:39
L’Hellas rimpolpa la difesa con un giovane classe 1995 (che così non occupa i famosi 18 posti "liberi" in rosa, perché è considerato un Under 21). Si tratta di Deian Boldor, difensore centrale mancino, rumeno, che ha militato nella formazione U21 del suo paese. Alto 190 centimetri nasce come centrale ma potrebbe anche svolgere il ruolo di terzino sinistro.

Cresciuto nel settore giovanile della Roma (dopo aver iniziato a giocare a calcio nel Banatul Timișoara, squadra della sua città), ha girato gli ultimi due anni in prestito in Abruzzo non trovando spazio (6 presenze in tutto. Prima a Pescara e poi a Lanciano con la Virtus, retrocessa). In estate è stato acquistato dal Bologna di Bigon. L’ex Ds dell'Hellas lo gira a Verona in prestito con diritto di riscatto. A Verona il suo ruolo sarà di quarto centrale difensivo dopo Helander (se parte, c’è Cherubin), Bianchetti (se non verrà ceduto) e Caracciolo.
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Di Francesco e Boldor al Bologna
#Boldor #DiFrancesco #mercato
27 Giu 2016

Il Bologna Fc 1909 comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla S.S. Virtus Lanciano 1924 il diritto alle prestazioni sportive dell’attaccante Federico Di Francesco e del difensore Deian Boldor.

FONTE: BolognaFC.it


La Virtus Lanciano vende Di Francesco e Boldor al Bologna
di Redazione il 24 giugno 2016
LANCIANO. La Virtus Lanciano cede l’attaccante Federico Di Francesco e il difensore Deian Boldor al Bologna: i due sono attesi stamani in Emilia per le visite mediche, e a breve firmeranno un contratto che li legherà al club rossoblù. Entrambi i giocatori sono stati tesserati nella scorsa estate dalla Virtus a parametro zero, e nelle casse della società frentana dovrebbe entrare una cifra intorno al milione e mezzo di euro. Di Francesco, classe 1994, con la Virtus ha collezionato 38 presenze e 8 reti; Boldor, nazionale Under 21 rumeno nato nel 1995, ha invece disputato 5 partite.

FONTE: Lanciano24.it



Pubblicato il 29 dic 2015
I tifosi della Virtus Lanciano scoprono Deian Boldor. Il giovane difensore rumeno ha esordito in rossonero nel secondo tempo del derby col Pescara e domenica scorsa ha disputato la prima gara dall'inizio contro il Livorno ed ha convinto per la personalità messa in campo. Boldor è uscito fra gli applausi. Ascoltiamolo

FONTE: TVSEI


L'intervista: Deian Boldor: In Italia lo paragonano a Chivu, ma Boldor pensa solo a migliorare. E
poi una dichiarazione di stima speciale: "Mammarella è il numero uno!"

News Pubblicata il 2015-07-29 16:19:03

In Italia lo paragonano a Chivu, ma Boldor pensa solo a migliorare. E poi una dichiarazione di stima speciale: "Mammarella è il numero uno!"
Benvenuto in 4^ B!

FONTE: VirtusLanciano.it


Virtus Lanciano, vicino l’arrivo di Deian Boldor
Gianluca Di Marzio 21-07-2015 13:46
La Virtus Lanciano accende il mercato di Serie B e mette le mani su Deian Boldor. E' infatti in dirittura d'arrivo la trattativa per portare in rossonero il giovane difensore centrale rumeno, capitano dell'Under 21 del suo Paese. Il giocatore arriverà dopo aver risolto il contratto che lo legava alla Roma e dopo aver trascorso la scorsa stagione in prestito al Pescara. Il mercato di B acceso dal Lanciano, ecco Boldor.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Speciale Calciomercato: tesserato Boldor: Il forte difensore romeno della nazionale U21 arriva a disposizione di D'Aversa
Comunicati Pubblicata il 2015-07-23 12:51:34
La SS Virtus Lanciano 1924 Srl comunica di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore Deian Boldor.
Il difensore, nato a Timisoara il 3 febbraio 1995, è cresciuto calcisticamente nel Banatul, club della sua città natale, per poi approdare nel 2012 all'As Roma dove ha giocato nelle giovanili: lo scorso anno ha giocato in B con il Pescara.
"Ho sempre sentito parlare bene del Lanciano da tutti coloro che hanno vestito questa maglia - ha detto Deian -. Quando mi hanno detto che c'era questa opportunità non ho pensato più di un secondo a dare il mio consenso. Spero di poter giocare e di fare bene e di raggiungere obiettivi di squadra e personali".
Ufficio Stampa
SS Virtus Lanciano 1924 Srl

FONTE: VirtusLanciano.it


LA SCHEDA – Ecco Boldor, il nuovo centrale che non ti aspetti
25 giugno 2016

LA SCHEDA – Ecco Boldor, il nuovo centrale che non ti aspetti
Inserito all’ultimo nell’affare che ha portato Federico Di Francesco alla corte di Donadoni, il nome che non ti aspetti sotto le Due Torri è quello del giovane difensore rumeno Deian Boldor. Il suo acquisto è servito per far tornare i conti della trattativa dato che la distanza tra domanda e offerta per il giocatore italiano non si incontravano (l’operazione complessiva si aggira intorno ai 2 milioni). E ora andiamo a conoscere meglio il neo-rossoblù attraverso una delle nostre schede.

Nome: Dejan
Cognome: Boldor
Data di nascita: 03/12/1995
Luogo di nascita: Timisoara
Nazionalità: Rumena
Piede preferito: Sinistro
Ruolo: Difensore centrale / terzino destro o sinistro
Altezza: 190 cm.
Peso: 80 kg.

Deian Boldor è cresciuto nel settore giovanile del Banatul ed è subito stato convocato nelle nazionali giovanili, si mette in mostra nel campionato europeo under 17 e la Roma lo porta nel mercato estivo del 2011 dove gioca per tre anni giocando 33 partite e segnando 4 gol, nel 2014 viene mandato in prestito al Pescara in serie B dove gioca solo 19 minuti e 8 partite nella primavera del Pescara, viene acquistato dal Lanciano nel mercato estivo del 2015 per €. 100.000 gioca poco anche li collezionando solo 5 partite per 393 minuti. E’ un giocatore potenzialmente interessante che ha fatto molto bene nel settore giovanile della Roma segnando anche molti gol di testa. Fino ad ora il passaggio al professionismo con le maglie di Pescara e Lanciano non lo ha trovato pronto: soffre un po’ troppo la velocità di gioco e anche se quando è stato chiamato in causa a Lanciano non ha fatto male ha la necessità di giocare con maggiore continuità.

Caratteristiche – E’ un giocatore dal fisico importante dotato di un piede sinistro educato per un difensore centrale: nonostante la sua altezza si muove molto bene sulla linea dei difensori, per questo nelle nazionali giovanili del suo paese gioca alla bisogna è stato impiegato anche come terzino destro o sinistro (viene chiamato il nuovo Chivu). Dotato di una buona tecnica di base riesce con il suo mancino a trovare gli attaccanti in profondità; ma il suo pezzo forte è lo stacco di testa sia in fase offesniva che difensiva (4 gol nelle giovanili giallorosse). Viste le caratteristiche potrebbe trovare la sua definitiva collocazione tattica in una difesa a tre come centrale di destra o di sinistra, bloccato, senza compiti di spinta. Il carattere? Grande personalità e non a caso è capitano nella nazionale Under 21 rumena. Spiccano anche umiltà nella voglia di migliorarsi e generosità in campo.
a. s. e m. m.

FONTE: RadioNettuno.it


Pescara-Renate 6-5 dcr, il Pescara passa solo ai rigori
Sofferta vittoria per il Delfino

domenica 17 agosto 2014, 21:16
Un Pescara non certo brillante, riesce ad avere ragione di un Renate combattivo e mai domo, che si è arreso solo ai calci di rigore, con il punteggio di 6-5, dopo una serie di tiri dal dischetto estenuanti. La prestazione del Delfino è assolutamente da rivedere, mentre quella del Renate è da considerare molto positiva. Ora per i biancazzurri sfida al terzo turno contro il Chievo Vr. Ma per recitare un ruolo da protagonisti nell’imminente campionato di serie B, ci sarà tanto da lavorare.
[...]

TABELLINO:
Pescara (4-3-3): Fiorillo, Pucino, Appelt Pires, Politano, Bjarnason (dal 66’ Lazzari), Caprari, Cosic, Maniero, Nielsen (dal 115’ Boldor), Scrugli (90’ Dettori), Del Fabro. All. M. Baroni

Renate (4-3-3): Cincilla, Muchetti, Morotti, Gavazzi (dal 57’ Bonfanti), Malgrati, Adobati, Iovine, Gualdi, Florian (dal 75’ Spampatti), Scaccabarozzi, Curcio (dal 113’ Rovelli). All. S. Boldini

Reti: 3’ Caprari, 46’ Florian
Arbitro: Pezzuto di Lecce
Ammoniti: Scrugli, Gualdi, Rovelli, Del Fabro
Christian Barisani

FONTE: Abruzzo24Ore.tv


SERIE B
Pescara calcio. Fisico possente e vizio del gol. Boldor ha già l'obiettivo: «centrare i play-off»
Penultimo giorno di ritiro a Pizzoferrato mentre il mercato ristagna

Redazione Pdn 14 Luglio 2014 alle 16:29

PIZZOFERRATO. Penultimo giorno di ritiro in Abruzzo per il Pescara che domani (ancora da confermare, ndr) partirà alla volta di Boario nel bresciano per seconda fase della preparazione estiva. Nonostante la squadra sia ancora un cantiere aperto con il possibile arrivo nelle prossime settimane di almeno altri 7-8 elementi tra difesa e centrocampo, il morale del gruppo appare sostanzialmente alto. Il mercato fin'ora, tra presunti acquisti e cessioni, ha portato solamente giovani di belle speranze, le cui qualità verranno scoperte nel corso della stagione. Tra questi Deian Boldor, possente centrale rumeno classe 1995 arrivato in prestito secco dalla Roma: «sono arrivato a Pescara con lo spirito giusto e con la voglia di fare qualcosa di importante con questa maglia. Il passaggio tra Primavera e prima squadra non è stato dei più facili. Allenarsi con uomini è tutta un'altra cosa ed i carichi di lavoro sono maggiori. Ho precisi obiettivi per questa stagione ma voglio tenerli per me anche perché la squadra è più importante. La speranza è quella di fare un buon campionato e piazzarci in zona play-off».

Boldor è uno dei migliori talenti partoriti dal calcio rumeno: «sono felice di essere qui dopo una lunga gavetta nelle giovanili. Sono stato portato qui in Italia 3 anni fa dal mio procuratore Pietro Chiodi che ringrazio. È lo stesso di Stoian (ex biancazzurro, ndr) che ho sentito prima di aver accettato l'offerta del Pescara».

«Ho trovato un gruppo unito» – prosegue l'ex difensore della Primavera giallorossa – «che ha tanta voglia di fare bene in questa stagione».
Centrale sinistro in una difesa a 4 con il vizio del gol (ben 6 nell'ultima stagione nelle giovanili, Boldor è pronto ad adattarsi in ogni ruolo: «ho sempre giocato a 4 ma anche qualche volta a 3. Qual'è la mia posizione preferita? Sceglierà il mister io voglio solo farmi trovare pronto anche perché posso adattarmi a tutto. Mi piacciono tantissimo Hummels della Germania e Sergio Ramos della Spagna».

«Dell'attuale gruppo biancazzurro mi hanno impressionato Politano e Caprari» – chiude Boldor – «mentre ho fatto da subito amicizia con Cosic e Zuparic».
In sede di mercato invece non si segnalano sostanziali novità. L'arrivo di Pesoli e Dettori è dato quasi per certo, con quest'ultimo che ha già chiesto alla Carrarese la rescissione del proprio contratto in scadenza a giugno 2015. Sugli altri fronti mattinata sostanzialmente interlocutoria con il duo Pavone-Repetto impegnato su più fronti. Piacciono Carrozza a centrocampo ed Ashong, Berardi e Zampano in difesa.
Andrea Sacchini

FONTE: PrimaDaNoi.it


Ufficiale – Deian Boldor, un colosso per la difesa del Pescara
Preso in prestito dalla Roma il centrale rumeno. Dal Brescia arrivano Bosonin e Sanni

Redazione - 2 luglio 2014

Deian Boldor, un colosso per la difesa del Pescara. I biancazzurri hanno ufficialmente acquisito in prestito dalla Roma il centrale rumeno, classe 1995, 189 centimetri di altezza.
Dal Brescia arrivano invece a titolo definitivo i giovani Adedoyin Sanni, difensore nigeriano classe 1995, e Gerhard Bosonin, attaccante classe 1996.

FONTE: sportag.it


Mercato Roma, Boldor in prestito al Pescara
02/07/2014 alle 11:09. MERCATO
TMW - Dejan Boldor si trasferisce in prestito al Pescara. Il club abruzzese ha di fatto concluso l'operazione con la Roma per il trasferimento del 19enne difensore rumeno, che lo scorso anno ha militato nella Primavera giallorossa. Si attende l'ufficialità.

FONTE: LaRoma24.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#Primiero 2017, tutti i dettagli

Hellas Verona premiato in Piazza dei Signori

Wallpapers gallery