Le schede di B/=\S: Luca SILIGARDI

Pubblicato da andrea smarso lunedì 6 luglio 2015 21:23, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento

Luca Siligardi
Nato a/il:Correggio (RE) il 26/01/1988
Nazionalità:Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2018
Ruolo:Centrocampista/Attaccante
Altezza:180 Cm
Peso:72 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2016 - 2017B31 (+1CI)5 (+0) 
Hellas Verona2015 - 2016A27 (+2CI)2 (+0) 
Livorno2014 - 2015B31 (+1CI)10 (+0) 
Livorno2013 - 2014A265 
Livorno2012 - 2013B22 (+3CI)13 (+2) 
Livorno2011 - 2012B213 
Bologna2010 - 2011A12 (+2CI)0 (+0) 
Triestina2009 - 2010B20 (+2PO)4 (+0) 
PiacenzaGen. 2009 - 2009B31 
Bari2008 - Gen. 2009B50 
Inter2007 - 2008A0 (+2CI)0 (+0) 
Giovanili Inter2006 - 2007--- 
Giovanili Dorando Pietri2005 - 2006--- 
Giovanili Parma2004 - 2005--- 
Giovanili Dorando Pietri2002 - 2004--- 
Giovanili Riese2001 - 2002--- 
Giovanili Campagnola Emilia1995 - 2001--- 
LEGENDA: CI= Coppa Italia, PO= Play Out

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 6 Luglio 2015
Seguito da almeno quattro stagioni cioè dal suo approdo in quel di Livorno, il giocatore ha dovuto svincolarsi per completare il lungo corteggiamento col VERONA: Il presidente SPINELLI, patròn degli amaranto che in ogni occasione ha cercato di giocare al rialzo coi gialloblù, ha cercato in tutti i modi di convincerlo a rinnovare ancora ma Luca non ha voluto sentir ragioni considerato finito il suo ciclo in Toscana.
Chiuso l'accordo per l'arrivo in riva all'Adige con SOGLIANO probabilmente ad inizio 2015, si sono messi poi in mezzo l'infortunio al menisco ed movimenti nella società di Via Belgio che rischiavano di allontanare una volta ancora l'esterno d'attacco mancino naturale molto stimato dal mister ma alla fine il nuovo diesse BIGON con il beneplacito di SETTI è riuscito a far firmare a SILIGARDI un triennale.

Nativo di Correggio a frequentato le giovanili nelle varie squadrette emiliane prima di avere la grande chance al PARMA nel 2004-2005, poi il ritorno in Eccellenza ed un'altra grande chance offerta dall'INTER (e stavolta non sciupata) con la Primavera della quale vince il Torneo di Viareggio del 2008 ed inizia poco più che 20enne a muoversi nel calcio che conta: I prestiti in cadetteria, poi la A col BOLOGNA che non riesce a strapparlo definitivamente all'INTER.
Nel 2011 il passaggio al LIVORNO in comproprietà e poi completamente nell'affare che vede BARDI ingaggiato dai nerazzurri; con i toscani Luca conquista anche la Serie A nel 2013-14 per poi venire retrocesso dopo un solo anno... Ora finalmente l'HELLAS!


L'impressione è che il giocatore non abbia fin'ora espresso appieno le sue potenzialità: Esterno d'attacco o di centrocampo, sinistro di piede ma in grado di giocare indifferentemente su entrambe le fasce, possiede pure un buon dribbling e potrebbe andare a nozze con gli assist per TONI oppure cercare la conclusione personale una volta accentratosi approfittando degli spazi aperti da Luca, quel che è certo è che per un motivo o per un altro non ha ancora fatto quel salto che le sue qualità sembrerebbero concedergli speriamo che, superato quest'ultimo infortunio, prosegua su quella via che l'ha portato ad essere il migliore nella Serie B 2014-15 secondo le classifiche IVG.

GIOVANILI IN EMILIA POI LA GRANDE CHANCE COL PARMA...
Come tutti inizia a tirare i primi calci nella squadretta del suo paese di Campagnola Emilia per poi spostarsi nella RIESE e nei Giovanissimi Regionali della DORANDO PIETRI nella provincia modenese; qui viene notato dagli scout del PARMA che appena 16enne lo aggregano alle giovanili della squadra ducale ma qualcosa va storto e il talento in erba nativo di Correggio rientra a Modena in Eccellenza.


INTER E PRESTITI FINO AL BOLOGNA
Nel 2006 la chiamata dell'INTER che da al giocatore il tempo di ambientarsi in nerazzurro e nel 2008 Luca, coi compagni di squadra della Primavera del Biscione trionfa al Torneo di Viareggio.
A 20 anni arriva l'ora di fare sul serio e SILIGARDI viene mandato prima al BARI e poi al PIACENZA in cadetteria ma un anno dopo torna alla base senza aver trovato spazio e con la miseria di 8 apparizioni... Troppo poco per capire se il ragazzo ha il talento necessario per giocare coi professionisti.
Il 2009-10 lo vede abbastanza protagonista con la maglia della TRIESTINA e nell'annata di Serie A 2010-11 è il BOLOGNA a credere in Luca che coi felsinei mette insieme 14 presenze tra campionato e Coppa Italia, a Giugno i rossoblù provano a tenerlo ma l'INTER lo controriscatta per girarlo in comproprietà al LIVORNO per l'annata successiva.

LIVORNO E FINALMENTE VERONA
Coi toscani in Serie B l'esterno d'attacco sembra finalmente trovare la sua dimensione e dopo 21 presenze e 3 gol con gli amaranto il presidente SPINELLI ne acquista la rimanente metà in mano ai nerazzurri nell'affare che vede il portiere BARDI approdare a Milano.
Nel 2012-13 il giocatore effettua la sua migliore annata in Serie B andando a segno per 13 Volte in campionato e per 2 in Coppa Italia trascindando col compare PAULINHO il LIVORNO in Serie A.
Ma la massima serie dura un solo anno per i toscani che a Maggio 2014 sono di nuovo in cadetteria: PAULINHO sceglie i soldi degli arabi (dopo aver illuso fino all'ultimo il VERONA) e la squadra fortemente ridimensionata dal patròn SPINELLI non è competitiva nella Serie B 2014-2015 al termine della quale, con 31 gettoni e 10 reti, SILIGARDI abbandona definitivamente gli amaranto e sposa il progetto scaligero.

Qui trovate la pagina Facebook del calciatore, questo invece il profilo Twitter e qua l'account su Instagram...


[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Luca Siligardi
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luca Siligardi (Correggio, 26 gennaio 1988) è un calciatore italiano, Centrocampista offensivo o attaccante del Verona.

Caratteristiche tecniche
Mancino naturale, dotato di buona tecnica, le sue caratteristiche tecniche lo rendono un giocatore duttile, in grado di giocare in diversi scacchieri tattici. Il ruolo in cui riesce a dare il meglio di sè è quello di esterno d'attacco di destra, dove può puntare l'avversario rientrando, per calciare verso la porta.

Carriera
- Club
Gli inizi
Ha iniziato la sua carriera nel Campagnola Emilia, squadra del suo paese in provincia di Reggio Emilia, per proseguire poi nella Riese e nella Dorando Pietri, in provincia di Modena, con cui disputa il campionato Giovanissimi regionali. Successivamente è passato al Parma per una stagione, prima di fare ritorno al Dorando Pietri, in Eccellenza.

Inter
Nell'estate del 2006 è entrato a far parte dell'Inter, con cui ha vinto il Torneo di Viareggio 2008. Fa il suo debutto in prima squadra il 17 gennaio 2008, una partita di Coppa Italia che ha vinto contro la Reggina (3-0). In quell'incontro ha sostituito Dejan Stanković a metà tempo. Ha giocato un altro incontro con la Lazio, l'andata della semifinale di Coppa Italia, il 16 aprile 2008. Ha poi rinnovato il suo contratto con l'Inter fino a giugno 2012.

I prestiti al Bari, Piacenza e Triestina
Nella stagione 2008-2009 passa in prestito al Bari e, a partire da gennaio, al Piacenza, entrambe in Serie B. Il 13 luglio 2009 passa in prestito alla Triestina per la Serie B 2009-2010. Il 16 luglio 2010 viene preso in prestito dal Bologna per la stagione 2010-2011, in cui debutta in Serie A il 30 agosto in occasione della gara pareggiata dal Bologna 0-0 proprio contro l'Inter.

Livorno
A fine stagione l'Inter esercita il diritto di controriscatto, riportando il giocatore a Milano. Il 25 agosto 2011 si trasferisce, in comproprietà, al Livorno, e debutta il 30 agosto nel pareggio per 0-0 contro la Sampdoria. Segna il suo primo gol in campionato alla sua ottava presenza, il 28 gennaio 2012 nel 2-2 esterno contro la Nocerina. Si ripete il 10 marzo nel 4-1 interno contro l'Albinoleffe. Il 22 giugno il Livorno rileva anche l'altra metà del cartellino del giocatore che era ancora in possesso dell'Inter, nell'ambito dell'affare che ha riportato Francesco Bardi all'Inter.
Nella seconda stagione livornese, disputa un'ottima prima parte di campionato, superando la doppia cifra in fatto di gol già nel girone d'andata. Il 2 marzo si infortuna nella gara contro lo Spezia riportando la rottura del legamento crociato, concludendo anzitempo la sua stagione con ben 15 gol segnati in 25 partite. A fine campionato viene premiato come miglior centrocampista della Serie B 2012-2013, e ottiene la promozione in Serie A dopo i play-off.
Nella terza stagione livornese colleziona 26 presenze andando a segno 5 volte. Segna la sua prima rete in serie A all'ottava giornata, quella casalinga contro la Sampdoria, gara persa per 2 a 1. A fine stagione la squadra arriva all'ultimo posto retrocedendo così, dopo un solo anno di permanenza nella massima serie, nella serie cadetta.

Verona
Il 2 luglio 2015 si traferisce all'Hellas Verona, con il quale dalla stagione 2015-2016 militerà in sere A.

Palmarès
- Giovanili
Torneo di Viareggio: 1 Inter: 2008

- Individuale
Miglior centrocampista della Serie B: 2012-2013

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-2018 +   -   =
Sport
Parma, ecco Siligardi: "iIn B per la maglia e i tifosi"
Ecco le prime parole del muovono acquisto

Redazione
20 luglio 2017 13:30

Il primo contatto con il mondo Parma Luca Siligardi lo ha avuto sabato, quando dal ritiro di Primiero in Trentino, ha salutato i suoi ex compagni dell'Hellas Verona e si è avviato verso Collecchio, dove ad attenderlo c'era l'Amministratore del Parma Luca Carra per la firma. Una trattativa lampo, che ha subito degli intoppi solamante per 'colpa' del Verona. Pecchia voleva trovare prima il sostituto, poi dava via Siligardi che intanto aveva già avuto i suoi primi contatti con D'Aversa, conosciuto qualche anno fa per averci giocato insieme (per sua fortuna, come ha detto D'Aversa stesso in conferenza stampa) ai tempi della Triestina. Luca #Siligardi: "Sono venuto a Parma perchè ci sono un progetto e una tifoseria importante. La Serie B è un campionato difficile: dobbiamo trovare il giusto equilibrio per fare bene. Di questo gruppo conoscevo solo Scaglia, per amicizie comuni nel mondo del calcio, e il Mister, con cui ho giocato sei mesi a Trieste. Quando mi si è presentata la possibilità di venire qui, dove conosco anche il direttore Faggiano che ho avuto a Bari, non ci ho pensato due volte.

La Serie B è un campionato difficile, è un campionato in cui non c’è mai nulla di scontato, dove la squadra meno quotata può arrivare prima e la più quotata nelle retrovie. Noi dobbiamo trovare il giusto equilibrio per far bene, dopo vedremo cosa succederà. Rispetto alla scorsa stagione poi ci sono più squadre competitive.

Sono venuto qui perché ci sono progetto e ambizioni, una città e una tifoseria importanti. A me piacciono queste piazze, in cui i tifosi ti possono dare una bella spinta“.

FONTE: ParmaToday.it


UFFICIALE: SILIGARDI AL PARMA
15/LUGLIO/2017 - 16:25
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore Luca Siligardi alla società Parma Calcio 1913. L'attaccante ha salutato i compagni nel ritiro di Primiero prima di raggiungere la sua nuova squadra.

FONTE: HellasVerona.it


A TITOLO DEFINITIVO
Ufficiale:Il Parma acquista Siligardi
15/07/2017 15:48
Il Parma, attraverso il proprio sito internet, comunica l’acquisto a titolo definitivo dalla società Hellas Verona del calciatore Luca Siligardi, classe '88 che ha firmato un contratto triennale, più il diritto di opzione per la quarta stagione (2020-2021).

FONTE: TGGialloBlu.it


13.07.2017 | 23:30
Esclusiva: Siligardi-Parma, quattro anni di contratto
Luca Siligardi: un altro colpo importante per l’ambizioso Parma, intenzionato a presentarsi in grande stile ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie B. In prima serata vi abbiamo riferito il sostanziale completamento dell’operazione, adesso siamo in grado di darvi qualche particolare in più. L’attaccante mancino ex Livorno risolverà il contratto, a cifre importanti, che lo avrebbe legato al Verona fino al 2018, dopodiché siglerà un quadriennale – valido pertanto fino al 2021- con il Parma.

FONTE: AlfredoPedulla.com


CALCIOMERCATO
Siligardi, contatto con il Parma
L’ala gialloblù seguita dal club emiliano, appena promosso in B

di Redazione Hellas1903, 12/07/2017, 08:16

Dopo aver comprato, il Verona deve vendere.
In lista d’uscita c’è anche Luca Siligardi.
Per lui, scrive “La Gazzetta dello Sport”, c’è l’interesse del Parma, appena tornato in Serie B.
Siligardi va a scadenza con l’Hellas il 30 giugno prossimo.

FONTE: Hellas1903.it


STAGIONE 2016-2017 +   -   =
L'INTERVISTA
ESCLUSIVA SILIGARDI ORA VI DICO TUTTO...

23/05/2017 18:23
L'onestà di chi non ha niente da nascondere. Luca Siligardi potrebbe avere un secondo cognome: Inattesadiesplodere. Uno che potrebbe, ma che ancora non ha dato. O meglio: ha dato a sprazzi e quando ha dato il Verona si è acceso come un sole accecante. Siligardi ammette in esclusiva a Tgggialloblu.it: "Il mio campionato è stato in altalena. Bene alla fine, non sempre continuo. Credo sia il mio punto debole. Ma alla fine ce l'abbiamo fatta, abbiamo gioito anche se lo ammetto il mio apporto non è stato come quello di Livorno ad esempio". Perchè è la domanda più gettonata quando hai Siligardi davanti. "Perchè" è un punto di domanda a cui Siligardi risponde così: "Avevo tanta ravbbia e tanta delusione per come si era chiuso il campionato scorso. Volevo spaccare il mondo e non sempre mi riesce. C'era un debito da saldare, in un modo o nell'altro ce l'ho fatta. E adesso sono pronto per la serie A".

"Sì, me la voglio gustare" continua "e voglio viverla bene, senza assillo adesso che l'abbiamo riconquistata".

E la posizione in campo quando ha influito? Siligardi neanche qui cerca alibi. "Diciamo che il mister mi metteva esterno e io interpretavo in maniera sbagliata le sue indicazioni. Poi è arrivato il 3-5-2 mi sono sentito più libero. E da lì in poi ho capito tutto".
(g.vig.)

FONTE: TGGialloBlu.it


Giudice sportivo: una giornata a Pecchia, Ferrari e Siligardi
23/APRILE/2017 - 13:45
Verona - Il Giudice Sportivo, Emilio Battaglia, ha squalificato per una giornata l'allenatore gialloblù Fabio Pecchia «per avere, al 20° del secondo tempo, contestato platealmente l'operato arbitrale, rivolgendo agli Ufficiali di gara espressioni offensive». Una giornata di squalifica anche per Alex Ferrari, espulso durante Bari-Hellas Verona «per doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario». Infine, squalifica di un turno anche per Luca Siligardi, ammonito «per comportamento scorretto nei confronti di un avversario» (già diffidato, quinta sanzione). Il tecnico e i due calciatori quindi non ci saranno per Perugia-Hellas Verona, 38a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17

Siligardi: «Da qui alla fine 7 finali, ora torniamo a vincere»
10/APRILE/2017 - 23:45
Novara - Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Luca Siligardi, rilasciate al termine di Novara-Hellas Verona (2-2), 35a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Col Novara abbiamo condotto il gioco nel primo tempo e anche nei primi minuti della ripresa, dobbiamo cercare di tornare a casa con quanto di buono abbiamo fatto oggi, dobbiamo vincere se vogliamo arrivare direttamente in Serie A. Ciò non toglie che da parte nostra serva più attenzione: abbiamo visto che un solo gol non è sufficiente, dobbiamo fare di più per mettere al sicuro il vantaggio. Siamo una squadra forte, ma abbiamo alcune lacune che ci fanno prendere gol che sono evitabili, dobbiamo lavorare per migliorare sotto questi aspetti. Dopo il 2-1 abbiamo reagito e siamo riusciti a pareggiare. Sono contento per il gol, ma mi dispiace che sia stato utile a conquistare un solo punto, ad ogni modo mi sento bene. Il nostro momento? Non ci possiamo permettere di perdere altri punti. Davanti a noi ci sono altre 7 finali, dobbiamo farne quanti più possibile».

FONTE: HellasVerona.it


SERIE B
Siligardi c'è (ma diciamolo piano)
28/03/2017 16:11
Trattandosi di Luca Siligardi l’argomento è da maneggiare con grande cura. Il rischio di essere smentiti è infatti dietro l’angolo.

O meglio: è nella testa di un giocatore che potenzialmente è il migliore di tutti ma che poi in campo si perde spesso in un bicchiere d’acqua. Meglio limitarsi allora al racconto di quello che si è visto domenica contro il Pisa: ovvero il migliore Siligardi della stagione.

Detta così sembra semplicissima. Come il gol, bellissimo, che ha portato all’1-0 del Verona. Invece quel Siligardi è frutto di un lungo lavoro, partito dal campo d’allenamento e arrivato finalmente anche in partita.

Pecchia non ha mai dubitato un attimo che Siligardi fosse il suo asso nella manica. Lo ha irrobustito a suon di iniezioni di fiducia che per un giocatore come Siligardi equivale praticamente a tutto.

Senza fiducia l’attaccante si smarrisce, si intestardisce, il più delle volte naufraga. E’ successo tante volte, troppe. Siligardi non va, Siligardi è il grande cruccio dell’Hellas. Eppure spesso Pecchia quando deve pensare a chi possa fare la differenza nella sua squadra lo inserisce negli undici titolari. Largo a destra nei tre, seconda punta nel nuovo Verona che si è visto domenica scorsa contro il Pisa.

Il risultato di quest’ultima evoluzione è un Siligardi come mai si era visto. Più dentro nella manovra, più incisivo, caricato al punto giusto, esaltato dal gol.

Il resto lo hanno fatto gli applausi che per l’autostima dell’attaccante sono mattoni fondamentali. Ora mancano dieci partite da qui alla fine e la speranza è di aver finalmente ritrovato uno dei protagonisti mancati di questa stagione. Se è così, la volata promozione non deve far paura.
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.it


BUON COMPLEANNO SILIGARDI
26/GENNAIO/2017 - 09:54
Tanti auguri Luca!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra
augurano buon compleanno a Luca Siligardi.
L'attaccante gialloblù compie oggi 29 anni.

FONTE: HellasVerona.it


A TU PER TU
...con Siligardi
"Avanti per la mia strada, faccio quello che so fare. Voglio riscattare l'anno scorso e non penso al mercato. Pecchia come Nicola. Inter, mi dispiace..."

04.11.2016 00.00 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
"In Serie B tutti conoscono le mie caratteristiche, ci sta fare fatica, ma io devo cercare di andare avanti e fare sempre quello che mi contraddistingue". A TuttoMercatoWeb parole firmate Luca Siligardi, attaccante dell'Hellas Verona, protagonista della vittoria gialloblù contro il Trapani domenica scorsa. "Se guardo indietro qualcosa ho fatto, ma so che posso fare ancora meglio. Personalmente, poi, fare gol è sempre bello. Cerchiamo di andare avanti così, rimanendo concentrati sul nostro obiettivo, sapendo che il campionato è ancora lungo e ci aspettano tante insidie. Sono felice di essere rimasto a Verona, voglio riscattare - continua Siligardi - la scorsa stagione".

Per il Verona l'obiettivo è uno solo: la serie A. Per voi una responsabilità in più?
"Sicuramente conosciamo la nostra forza, sappiamo fin dove ci spossiamo spingere e quali squadre possono darci fastidio. Certo, abbiamo delle responsabilità di un certo tipo, ma questo non cambia l'impegno che mettiamo ogni giorno nel lavoro. La strada che stiamo seguendo è quella giusta, oltre ai risultati arrivano anche le prestazioni Il mio obiettivo è quello di arrivare il prima possibile in doppia cifra, ma allo stesso modo voglio che tutti i miei gol siano utili alla squadra. Cercherò di dare sempre il 100% e anche di più affinché questo avvenga. Io credo in me stesso, so che posso fare ancora meglio".

Una sfida anche per Pecchia. Le prime impressioni?
"Il mister mi chiede spesso di tirare, più si calcia in porta e più è possibile fare gol. Il mister conosce le mie caratteristiche e cerca di sfruttarle sempre al massimo, mi dà sempre la possibilità di rifarmi subito dopo un errore. Mi dice spesso che da me si aspetta sempre qualcosa di più. Sento la sua fiducia, e per me questo aspetto è importante perché mi può aiutare molto, voglio ripagarlo sul campo. Per certi aspetti mi ricorda Davide Nicola".

Hellas a parte, che campionato vede?
"È un campionato molto equilibrato, ogni partita va preparata bene, nulla è scontato nemmeno per il Verona. Ogni gara è una battaglia, sempre".

Pronti per lo Spezia?
"Ci aspetta una partita difficile, complicata. Conosco bene lo Spezia dai miei trascorsi a Livorno, con loro è una partita a sé: sono duri da affrontare perché giocano in maniera aggressiva. Per di più, il loro stadio è una bolgia. Dovremo cercare di essere più forti e di imporre il nostro gioco".

Serie A: che fatica l'Inter...
"Mi dispiace per il momento difficile che stanno attraversando, ma sono sicuro che sapranno riprendersi. Io però in questo momento sono concentrato solo sul Verona e soprattutto sullo Spezia".

Gennaio 2017: ci pensa al mercato?
"Sono davvero contento di essere rimasto in gialloblù, anche perché devo riscattare la scorsa stagione".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Siligardi: «Felice del Verona, Spezia sarà complicata»
02/NOVEMBRE/2016 - 15:30
Verona - Su Hellas Verona Channel la conferenza stampa dell'attaccante gialloblù Luca Siligardi, vista di Spezia-Hellas Verona, 13a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

IL NOSTRO CAMPIONATO
«Conosciamo la nostra forza, ma siamo consci anche del fatto che altre squadre possono darci fastidio. La strada che stiamo seguendo è quella giusta, oltre ai risultati arrivano anche le prestazioni e, personalmente, fare gol è sempre bello. Cerchiamo di andare avanti così, rimanendo concentrati sul nostro obiettivo, sapendo che il campionato è ancora lungo e ci aspettano tante insidie».

SPEZIA, SFIDA DIFFICILISSIMA
«Contro lo Spezia ci aspetterà una partita più che difficile, contro una squadra dura da affrontare che gioca in maniera aggressiva. Dovremmo essere bravi ad imporre il nostro gioco ed essere più forti di loro. Sarebbe bello continuare a segnare, per trovare costanza. Sappiamo che ogni partita sarà una battaglia e per questo pensiamo a gara dopo gara».

IO, LUCA SILIGARDI
«Il gol contro il Trapani? Il mister mi chiede spesso di tirare, più si calcia in porta e più è possibile fare gol. In Serie B tutti conoscono le mie caratteristiche, ci sta fare fatica, ma io devo cercare di andare avanti e fare sempre quello che mi contraddistingue. Spero di arrivare il prima possibile alla doppia cifra, sarebbe bello che tutti i miei gol siano utili alla squadra. Cercherò di dare sempre il 100% e anche di più affinché questo avvenga. Io credo in me stesso, se guardo indietro qualcosa ho fatto, ma so che posso fare ancora meglio. Non rimpiango nulla, è naturale che il mio obiettivo sia quello di diventare un calciatore di Serie A, ma c’è ancora tempo per farlo. Se sono felice di essere rimasto qui? Assolutamente sì, voglio riscattare la scorsa stagione».

MISTER PECCHIA E I SINGOLI
«Giocare con Pazzini è uno stimolo importante, sai che davanti hai un calciatore forte, un punto di riferimento. Non mi stupisco del suo avvio di campionato, inoltre ci dà carica, sicurezza e possiamo contare sempre su di lui. Bessa? L’ho visto giocare lo scorso anno, non mi stupisco delle sue qualità. E’ un calciatore forte nonostante sia giovane. Fossati? Abbiamo un centrocampo con tanta qualità, compresi anche Maresca, Zaccagni, Valoti e gli altri che quando vengono chiamati in causa hanno la personalità per fare bene. Fossati lo scorso ha vinto il campionato da protagonista, ci dà equilibrio e può anche spingere. Il mister? Mi dà costanza e fiducia, mi dà delle direttive, sta a me trovare la giusta posizione in campo. Lui e i miei compagni credono in me, voglio essere un calciatore determinante per questa squadra».

ALLENARSI ALL’ANTISTADIO
«E’ stato bellissimo, sono venuto tante persone e stare vicino alla città ha fatto sentire bene sia la squadra che tutti i tifosi».

Siligardi: «Importante aver trovato continuità»
25/SETTEMBRE/2016 - 20:30
Verona - Segui su Hellas Verona Channel le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Luca Siligardi, rilasciate al termine di Hellas Verona-Frosinone (2-0), 6a giornata della Serie B ConTe.it.

«Importante aver trovato continuità di risultati, abbiamo fatto gol, prendendone pochi: tutti questi aspetti stanno portando ad un Verona più completo, ci toglieremo delle grandi soddisfazioni continuando così. Noi favoriti? In Serie B c'è sempre qualche sorpresa. La cadetteria è un campionato lungo e difficile, tutte le partite sono da sudare, dare sempre il 100% per portare a casa i punti. Frosinone aggressivo? Noi lo siamo stati di più, grintosi e il giusto carattere. Il secondo rigore? Ho anticipato il difensore, che è arrivato a tutta velocità, per me il penalty ci sta tutto. Nel primo caso, invece, il difensore ha alzato il braccio. Ad ogni modo, l'arbitro ha deciso così, era lì per valutare questo tipo di situazioni. Mister Pecchia? Lo ringrazio per la stima, a volte riesco a ripagarlo a dovere, come oggi, altre volte avrei potuto fare meglio, come con l'Avellino. Pazzini? E' il nostro riferimento, se lui sta bene...»

Comunicato medico: Luca Siligardi
09/AGOSTO/2016 - 11:30
Verona - L'Hellas Verona FC informa che Luca Siligardi è stato sottoposto ad accertamenti strumentali diagnostici presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona (Ospedale di Borgo Trento) a seguito del persistere di un fastidio all'adduttore della gamba destra. Tali esami hanno evidenziato una lesione di primo grado. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

FONTE: HellasVerona.it


L'INTERVISTA
Siligardi: faccio gol se credete in me
02/11/2016 15:29
In eterno bilico. Come se non riuscisse mai a trovare un equilibrio. La vita e la carriera di Luca Siligardi non conosce mezze misure. O va su su o va giù giù. Un po' come il suo ciondolare certe giornate in campo, quando non gli riesce il dribbling e la testa si abbassa. O come l'anno scorso quando niente riusciva e lui finiva in panchina senza quella seconda chance. Ora però è tutt'altro Siligardi.

Perchè anche se la giornata non è ottima, Pecchia crede in lui. Ed anche perchè quando non segna, poi vai a vedere le cifre e scopri che lui è sempre tra i migliori.

Il suo repertorio non tradisce. Semmai fa arrabbiare. Perchè si vorrebbe Siligardi sempre tra i migliori. Con quella finta, quello scatto, quel rientro, quel sinistro rasoiato, Siligardi poteva essere uno dei ragazzi più interessanti del vivaio italiano. E lo è ancora se pensiamo che ha 28 anni e certe lezioni le ha imparate.

Partiamo da qui, dall'autostima: "Vuoi sapere se credo in me? Tanto. Da uno a dieci ti rispondo dieci" spiega in conferenza stampa facendo un esercizio di verità che per uno come lui non è nemmeno difficile. Pregi e difetti. Snocciolati in un attimo: "Mi conoscono, sanno cosa posso dare. Giocare per me non è mai facile". E poi ancora: "Mi serve continuità. Quella che non mi è stata data. Quella che mi dà Pecchia che non mi boccia se una partita non ho fatto bene". E c'è anche il lampo di ambizione: "Ovvio che voglio andare in doppia cifra. Ovvio che voglia avere una dimensione da serie A. Era quello che cercavo che volevo l'anno scorso". Alla fine un'ammissione, netta secca: "Sì, sono felicissimo di essere rimasto a Verona. Voglio riscattare quell'annata orribile".
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.it


Siligardi: «Importante aver trovato continuità»
25/SETTEMBRE/2016 - 20:30
Verona - Segui su Hellas Verona Channel le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Luca Siligardi, rilasciate al termine di Hellas Verona-Frosinone (2-0), 6a giornata della Serie B ConTe.it.

«Importante aver trovato continuità di risultati, abbiamo fatto gol, prendendone pochi: tutti questi aspetti stanno portando ad un Verona più completo, ci toglieremo delle grandi soddisfazioni continuando così. Noi favoriti? In Serie B c'è sempre qualche sorpresa. La cadetteria è un campionato lungo e difficile, tutte le partite sono da sudare, dare sempre il 100% per portare a casa i punti. Frosinone aggressivo? Noi lo siamo stati di più, grintosi e il giusto carattere. Il secondo rigore? Ho anticipato il difensore, che è arrivato a tutta velocità, per me il penalty ci sta tutto. Nel primo caso, invece, il difensore ha alzato il braccio. Ad ogni modo, l'arbitro ha deciso così, era lì per valutare questo tipo di situazioni. Mister Pecchia? Lo ringrazio per la stima, a volte riesco a ripagarlo a dovere, come oggi, altre volte avrei potuto fare meglio, come con l'Avellino. Pazzini? E' il nostro riferimento, se lui sta bene...»

Comunicato medico: Luca Siligardi
09/AGOSTO/2016 - 11:30
Verona - L'Hellas Verona FC informa che Luca Siligardi è stato sottoposto ad accertamenti strumentali diagnostici presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona (Ospedale di Borgo Trento) a seguito del persistere di un fastidio all'adduttore della gamba destra. Tali esami hanno evidenziato una lesione di primo grado. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

FONTE: HellasVerona.it


Calciomercato – Crotone ancora su Siligardi, l’Hellas fissa il prezzo
Lunedì 08 Agosto 2016 13:19
C’è un pupillo di Davide Nicola che il tecnico vorrebbe portare in Calabria.
Si tratta di Luca Siligardi, calciatore che l’allenatore ha saputo valorizzare soprattutto al Livorno, dove l’ex talento della Primavera dell’Inter, per la prima volta in carriera, era riuscito a far vedere il talento che gli accreditavano quando militava nelle giovanili neroazzurre.
Gli infortuni non lo hanno aiutato, ma a Crotone e alla soglia dei trent’anni potrebbe trovare la definitiva consacrazione per la parte finael della carriera.
L’Hellas Verona lo valuta attorno ai 2,5 milioni, una base che difficilmente il Crotone accetterà.
Ma c’è ancora tempo per chiudere una trattativa che resta complicata.

FONTE: Sport.Strill.it


CALCIOMERCATO
Mercato Verona: il Crotone non molla per Siligardi
Il tecnico dei calabresi Davide Nicola vuole riavere con sé l’attaccante, dichiarato incedibile dai gialloblù

di Redazione Hellas1903, 03/08/2016, 01:55

Il Crotone non molla la presa per Luca Siligardi. Come riporta Alfredo Pedullà, l’allenatore dei rossoblù Davide Nicola insiste per avere nuovamente l’attaccante del Verona che ha già allenato a Livorno e con cui nel 2013 ha ottenuto anche una promozione in Serie A.
L’Hellas ha già dichiarato che Siligardi è incedibile, in quanto ritenuto una pedina molto importante per la risalita in Serie A.
Tuttavia, il Crotone non demorderà facilmente.

Siligardi ha un contratto con il Verona che scade nel 2108 e quest’anno ha collezionato 27 presenze in Serie A con 2 reti e 2 assist.

CALCIOMERCATO
Ursino (diesse Crotone): “Vogliamo Siligardi. Ma è incedibile”
“Chiesto da Nicola. Resta a Verona”

di Redazione Hellas1903, 31/07/2016, 13:07

Intervistato in esclusiva da Gazzamercato.it, il direttore sportivo del Crotone Giuseppe Ursino fa il punto sul mercato di calabresi.
Tra i nomi che piacciono a Davide Nicola, c’è quello di Luca Siligardi. Il tecnico ha già allenato l’ex Inter per due stagioni a Livorno, ottenendo anche una promozione in Serie A nel 2013. Tuttavia, l’Hellas non ha intenzione di privarsi di un giocatore ritenuto fondamentale per l’immediato ritorno nella massima serie.
La conferma arriva direttamente dal dirigente rossoblù: “Nicola vorrebbe avere Siligardi con sé, ma il Verona lo ha dichiarato incedibile”.

FONTE: Hellas1903.it


Hellas Verona News, Siligardi: "Non temiamo nessuno"
Evangelisti Maggiorino | 30 Luglio, 2016, 00:52
Ogni partita è una battaglia e il campionato non ti consente un attimo di rilassamento, perchè è lunghissimo ed estenuante. "Non si deve mai mollare niente, dalla prima all'ultima giornata...".
Ora ci siamo lasciati alle spalle la retrocessione, il mister Pecchia è stato bravo a cambiare la mentalità, ha portato positività, si lavora bene e speriamo di portare in campo le sue idee. Il Carpi e il Frosinone, così come il Cesena, lo Spezia e il Bari. Ce ne sono diverse che sono pronte a darci fastidio, però noi siamo l'Hellas Verona e non dobbiamo temere nessuno.

FONTE: Stadio24.it


SERIE B
Crotone, interesse per Siligardi. Il Verona per ora dice no
di Riccardi Ghinolfi, 20/07/2016, 15:30

Il Crotone ha messo nel mirino l’attaccante dell’Hellas Verona Luca Siligardi. La società veneta però al momento non ha intenzione di privarsi del giovane e non sembra intenzionata ad aprire alla trattativa.

FONTE: GazzaMercato.it


Siligardi: «Si lavora duro, avanti così»
10/LUGLIO/2016 - 16:30

Racines (Bolzano) - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Luca Siligardi. Ecco le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù, rilasciate al termine dell'allenamento mattutino: «I pericoli della serie B? L'importante è lavorare, rimanere uniti e stare concentrati. Lavoriamo e diamo continuità al lavoro. Impressioni su Pecchia? Ottime, ci sta facendo lavorare e ci sta tenendo tutti sul filo. Corrent? Prima non lo conoscevo, ora siamo tutti carichi per fare una grande stagione. Pressione del dover vincere? Non c'è scritto da nessuna parte. L'importante è fare bene e dare continuità al lavoro per coltivare il sogno di tornare in Serie A. Pazzini ancora qui? È importante, è rimasto e ha voluto dare un segnale forte a noi e alla piazza. Cosa mi aspetto? Vorrei togliermi delle soddisfazioni, ma spero sia il gruppo a fare la differenza».

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2015-2016 +   -   =

'Sante Begali': Siligardi premiato a Peschiera
13/MAGGIO/2016
Verona - Lealtà e correttezza. Questi i valori che Siligardi ha sempre messo sul campo, gli stessi che gli hanno permesso di vincere il premio 'Sante Begali'. Il calciatore è stato insignito dal riconoscimento questa mattina allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera, insieme al figlio di Begali, Piergiorgio (al centro, nella foto), e a mister Osvaldo Bagnoli. Ammonito solamente una volta nei 1407 minuti (recuperi esclusi) giocati con la maglia gialloblù, Siligardi si è aggiudicato il riconoscimento dedicato all'ex capitano dell'Hellas Verona, protagonista della prima promozione in Serie A dell'Hellas Verona.

Premiato anche Davide Pellegrini. All'attuale allenatore degli Under 17 'Lega Pro' è stato consegnato il riconoscimento per la sezione 'Indimenticabili Gialloblù', dedicato ai campioni rimasti nella storia del Verona.

Siligardi si aggiudica il 'Sante Begali'
12/MAGGIO/2016
Verona - Luca Siligardi si aggiudica la settima edizione del premio "Sante Begali". Sul podio con lui anche Ionita e Gollini. All'attaccante gialloblù sono state riconosciute lealtà e correttezza, valori fondamentali per trionfare nell'edizione del premio dedicato al capitano gialloblù della prima storica promozione in Serie A dell'Hellas Verona (stagione 1956-57).

Non solo Siligardi, ma anche Davide Pellegrini. All'attuale allenatore del Settore Giovanile dell'Hellas Verona (Under 17 'Lega Pro') va, infatti, il premio per la sezione 'Indimenticabili Gialloblù', dedicato ai campioni rimasti nella storia del Verona.

'SANTE BEGALI' - REGOLAMENTO
Vince il calciatore che:
- non ha mai vinto nelle edizioni precedenti
- ha giocato almeno metà delle partite
- non ha mai ricevuto un'espulsione diretta
- ha ricevuto meno ammonizioni in rapporto ai minuti giocati

PREMIO 'SANTE BEGALI' - CLASSIFICA FINALE
1) Luca Siligardi
2) Artur Ionita
3) Pierluigi Gollini
4) Juan Ignacio Gomez Taleb
5) Luca Toni
6) Filip Helander
7) Evangelos Moras
8) Eros Pisano
9) Giampaolo Pazzini
10) Matteo Bianchetti
11) Samuel Souprayen
12) Pawel Wszolek
13) Federico Viviani
14) Leandro Greco

Comunicato medico: Luca Siligardi
03/MAGGIO/2016
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che gli accertamenti diagnostici a cui é stato sottoposto, presso il CEMS, il calciatore Luca Siligardi hanno evidenziato un'infiammazione all'inserzione prossimale dei tendini dei muscoli flessori della coscia destra. Le sue condizioni saranno valutate di giorno in giorno.

FONTE: HellasVerona.it


MIXED-ZONE
Siligardi: Voglio riportare l'Hellas in A
25/04/2016 19:33
“La punizione? Le provo sempre in allenamento, la cosa più importante è che abbiamo vinto: abbiamo affrontato bene il Milan, potevamo chiuderla anche prima, abbiamo creato tante occasioni da gol. I rimpianti aumentano per le partite perse con Carpi e Frosinone. È stata un’annata sfortunata: davanti non abbiamo finalizzato al meglio le nostre occasioni, potevamo anche fare meglio”. Così Luca Siligardi, dopo la vittoria sul Milan, che lo ha visto protagonista con il gol su punizione.


Il trequartista emiliano ha continuato “Ho un contratto di altri due anni: io voglio rimanere a Verona, poi è sempre la società che decide. Di sicuro ci sarà una squadra competitiva e io voglio riportare subito il Verona in A insieme ai miei compagni. Falliti match con le dirette avversarie? Forse le abbiamo prese sottogamba”.
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Siligardi: «Contento per il gol. E sul futuro...»
25/APRILE/2016
Verona - Ecco le principali dichiarazioni di Luca Siligardi, rilasciate al termine di Hellas Verona-Milan (2-1):

«Il gol vittoria? Sono contento, Donnarumma è difficile da battere, l'ho calciata bene. Speranze per la salvezza? La vedo dura, è un peccato perché prestazioni così potevano darci serenità. Abbiamo praticamente buttato via un campionato, ora vogliamo finire alla grande. Dovevamo vincere con Carpi e Frosinone, ma potevamo vincerne altre come con Empoli e Palermo in casa. La partita con il Milan? Abbiamo creato molto, potevamo anche chiuderla prima, fino alla punizione questa partita è stata lo specchio della nostra annata, avendo creato molto ma non riuscendo a concretizzare. Stagione sfortunata? Ogni tanto queste annate accadono. Il mio campionato? Ho sempre cercato di mettermi a disposizione, ho giocato in un altro ruolo ma questa esperienza serve, sarebbe bello festeggiare ma c'è tanto rammarico. Se rimarrò anche in Serie B? Ho un contratto di altri due anni e resto a Verona. Non ho intenzione di andar via, chi farà parte di questa squadra l'anno prossimo dovrà far di tutto per riportare questa squadra dove merita. Sarei felice di far parte della rosa dell'anno prossimo. I tifosi? Ogni volta ci danno una mano, vogliamo ripagarli».

'Premio Sante Begali': Siligardi sempre al comando
12/APRILE/2016
Verona - Sempre al comando Luca Siligardi nella classifica del 'Sante Begali'. Il premio, dedicato alla memoria della leggenda gialloblù (scomparso il 13 aprile di 8 anni fa) e arrivato alla 7a edizione, è riservato al calciatore più corretto (in rapporto ai minuti giocati) della stagione 2015/16 e vede l'attaccante gialloblù in testa dopo 32 giornate di campionato. Artur Ionita conferma il secondo posto, chiude il podio Pierluigi Gollini.

'PREMIO SANTE BEGALI' - REGOLAMENTO
Vince il calciatore che:
- non ha mai vinto nelle edizioni precedenti
- ha giocato almeno metà delle partite
- non ha mai ricevuto un'espulsione diretta
- ha ricevuto meno ammonizioni in rapporto ai minuti giocati

PREMIO 'SANTE BEGALI' - CLASSIFICA AGGIORNATA ALLA 32A GIORNATA
1) Luca Siligardi
2) Artur Ionita
3) Pierluigi Gollini
[...]

Fiocco azzurro in casa Siligardi
23/3/2016
Verona – Si è aperta con una lieta notizia la mattinata gialloblù. E’ infatti nato Edoardo Siligardi, il primogenito dell’attaccante di Correggio e della compagna Giulia, che sta bene così come il piccolo. A ‘Sili’, che ha celebrato la nascita sul suo profilo ufficiale di Instagram (@lucasiligardi26), le congratulazioni di tutto l’Hellas Verona FC.

FONTE: HellasVerona.it


L'ALTRA META' DI
...Luca Siligardi
18.03.2016 00.01 di Barbara Carere
L'attaccante dell'Hallas Verona Luca Siligardi e la sua bellissima compagna Giulia Sentimenti si sono conosciuti nell'estate del 2011 nella loro città d'origine e per loro è stato un vero e proprio amore a prima vista , così come ci racconta Lady Siligardi in esclusiva per la nostra rubrica.
"Quella sera lui si è fatto avanti e ci siamo conosciuti, abbiamo parlato tantissimo e ci siamo piaciuti da subito, diciamo che è stato amore a prima vista".

Come ti ha conquistato Luca?
"Luca mi ha conquistata facendomi ridere e con il suo essere testardo nella nostra prima fase di conoscenza (non è uno che molla l'osso facilmente, ride, ndr)".

C'è un suo difetto che non sopporti?
"A dire il vero Barbata, è un po' permaloso, anche se devo riconoscere che ultimamente è migliorato tanto".

Com'è Luca Siligardi nella vita privata?
"E' un uomo tranquillo, allegro e semplice. Non è un gran romanticone ma non posso lamentarmi perchè mi riempie di attenzioni".

Possiede dei tatuaggi?
"Luca ha tantissimi tatuaggi, anche se in campo molti non si vedono perchè sono sul torace! L'ultimo che ha fatto risale a due anni fa ed è il mio preferito:una scritta in memoria del suo amico ed ex compagno di squadra Piermario Morosini, scomparso nell'aprile 2012, si è tatuato "There is always hope".

Pensate mai al matrimonio?
"Non siamo ancora sposati, ma un mese fa, la sera della vigilia di Natale mi ha chiesto di sposarlo, per me è' stata una serata memorabile. Ci sposeremo nel giugno del 2017, per ora ci gustiamo la nascita del nostro primogenito Eduardo ormai manca poco , siamo molto emozionati, non vediamo l'ora di vederlo, sono già completamente innamorata di lui ".

Secondo te Luca che papà sarà?
"Senza ombra di dubbio un bravissimo papà, ama i bambini e sperava tantissimo nell'arrivo di un figlio".

Chi cucina in casa?
"In casa cucino io, per la sopravvivenza di entrambi(ride,ndr)".

Qual è il suo piatto preferito?
"Il suo piatto preferito sono i tortellini in brodo, da buon emiliano".

Quando vuoi prenderlo per la gola cosa gli prepari?
"Gli faccio il tiramisù".

Come trascorrete il tempo libero?
"Trascorriamo il tempo libero a casa con gli amici, in famiglia e con il nostro (per me ancora cucciolo anche se proprio non lo è) Ettore, un bulldog inglese di 1 anno e mezzo e 30 kg di simpatia e amore. È un cane molto fortunato e..viziato..Luca non sa proprio a dirgli di no".

Qual è la sua dimostra dimostrazione d'amore quotidiano?
"Il buongiorno e il bacio del mattino, non mancano mai, anche se sto ancora dormendo prima di andarsene via mi viene a dare un bacio".

Cosa gli auguri per la sua carriera?
"Gli auguro di riuscire a raggiungere tutti i suoi obiettivi calcistici, anche se è stato un pò sfortunato per un infortunio abbastanza importante che ha avuto, ma è rientrato in campo più forte di prima perché ha sempre lavorato con forza e determinazione".

Prima di salutarci, c'è qualcosa che vorresti dirgli attraverso questa intervista?
"Voglio dirgli che lo amo tantissimo e che io ed Edoardo ci saremo sempre e saremo in prima fila , sempre, a tifare per lui".

Grazie Giulia per questa bella chiacchierata e in bocca al lupo per il parto.
"Grazie, a te Barbara e crepi".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


'Progetto Scuola': Siligardi maestro per un giorno
07/3/2016
Pradelle di Nogarole Rocca (Verona) - Luca Siligardi maestro per un giorno. L'attaccante del Verona è stato protagonista della nuova tappa del ‘Progetto Scuola- Gioca con la tua classe’ con gli studenti della scuola primaria di Pradelle di Nogarole Rocca. Impegno, sacrificio, ma anche valore di squadra e giusta alimentazione: questi i messaggi più importanti che il centroavanti gialloblù ha voluto trasmettere ai circa 100 bambini presenti. Siligardi ha raccontato dei suoi esordi, della passione che ha trasformato il suo sogno realtà, ricordando anche i tempi della scuola dove ovviamente la sua materia preferita era sempre educazione fisica! A conclusione dell’incontro, foto e autografi di rito, insieme ad un grande in bocca al lupo da tutti gli studenti per l’imminente arrivo del primogenito a casa Siligardi.

'Sante Begali': Siligardi comanda la classifica provvisoria
29/2/2016
Verona - Primo posto provvisorio per Luca Siligardi nella 7a edizione del premio 'Sante Begali'. Il riconoscimento, dedicato alla memoria della leggenda gialloblù, premio il calciatore più corretto dell'Hellas Verona FC in relazione ai minuti giocati. Due le posizione scalate, rispetto alla 19a giornata, dal numero 16 gialloblù, che si piazza davanti a Ionita ed Helander: nessuna cartellino raccolto in 931 minuti giocati. Nella scorsa stagione, il premio è andato a Francesco Benussi.

'PREMIO SANTE BEGALI' - REGOLAMENTO

Vince il calciatore che:
- non ha mai vinto nelle edizioni precedenti
- ha giocato almeno metà delle partite
- non ha mai ricevuto un'espulsione diretta
- ha ricevuto meno ammonizioni in rapporto ai minuti giocati

PREMIO 'SANTE BEGALI' - CLASSIFICA AGGIORNATA ALLA 27A GIORNATA

1) Luca Siligardi

2) Artur Ionita

3) Filip Helander

[...]

Comunicato medico - Luca Siligardi
Postata il 04/02/2016 alle ore 15:10

Verona - Gli accertamenti diagnostici a cui e' stato sottoposto nel pomeriggio il calciatore Luca Siligardi, presso il Centro Medico Specialistico di Verona, hanno evidenziato una lesione al muscolo otturatore esterno della gamba sinistra. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

Siligardi: «Felice per il gol»
Postata il 03/02/2016 alle ore 23:04

Verona - Ecco le principali dichiarazioni dell'attaccante Luca Siligardi, rilasciate al termine di Hellas Verona-Atalanta (2-1): «Tornare a vincere è una bellissima sensazione, le prestazioni ci sono sempre state ma ci è sempre girata un po' male. Andiamo avanti e cerchiamo di fare ancora meglio, per la squadra è una grande iniezione di fiducia. Il gol? La fortuna ha aiutato, sono contento, sono stato bravo a non farmi ipnotizzare davanti a Sportiello. Da quando ero a Livorno non segnavo, un gol in Serie A è un motivo d'orgoglio e sono contento di aver messo la palla in rete, lo dedico alla mia famiglia e soprattutto al figlio che sta arrivando. Gioco in un ruolo in cui faccio un po' fatica ma si cerca sempre di dare il massimo, come sto facendo. Cerco di fare le consegne al massimo per il bene della squadra. Sono arrivato a Verona in un'età in cui so che calciatore sono, si può imparare per fare sempre il meglio possibile. Sono contento di essere qui, voglio riscattarmi nel girone di ritorno in cui possiamo toglierci qualche soddisfazione. La mia sostituzione all'inizio della ripresa? Sono uscito prima per un fastidio, vedremo dai controlli. Dobbiamo fare un campionato tutto nostro per cercare di fare più punti possibili, facciamo il nostro percorso e non pensiamo alle altre. Rivincite verso le critiche? Quelle fanno parte del calcio.Salvezza? È lontana, non dobbiamo pensare alla classifica ma solo a partita dopo partita. Inter? Mi piacerebbe giocare contro di loro, sarebbe il massimo ottenere un grande risultato».

Tanti auguri Luca!
Postata il 26/01/2016 alle ore 10:00

Tanti auguri Luca!
La Società, lo staff tecnico e tutti i compagni di squadra
augurano buon compleanno a Luca Siligardi.
L'attaccante compie oggi 28 anni.

FONTE: HellasVerona.it


Sabelli al Carpi: Marrone al Verona per Siligardi?
21 gennaio alle 11:51
Fumata bianca per Stefano Sabelli al Carpi. Secondo la Gazzetta dello Sport, il terzino destro arriva in prestito oneroso (300mila euro) dal Bari con diritto di riscatto fissato a 2,2 milioni, che diventerà obbligo in caso di salvezza. Lo stesso Carpi non molla il centrocampista de Guzman del Napoli e chiede Siligardi al Verona: possibile scambio con Marrone, l'alternativa è Falco del Bologna. Verona e Carpi sono entrambi interessati a D'Alessandro dell'Atalanta. In uscita Jankovic da una parte, Spolli (al Chievo), Wilczek (al Brondby), Lazzari, Gabriel Silva e Borriello dall'altra.

FONTE: CalcioMercato.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ds Carpi: "Felici per Sabelli. De Guzman? Complicato"
21.01.2016 13.20 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
[...]

Carpi molto attivo fra entrate e uscite. Tra i movimenti previsti può esserci anche quello di uno scambio Siligardi-Marrone col Verona?
"Siamo in una fase dove le società si scambiano informazioni. Noi dobbiamo fare uscita".

[...]

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Carpi: vuole un attaccante del Verona

20 gennaio alle 08:23
Secondo quanto appreso da calciomercato.com il Carpi punta Luca Siligardi, attaccante classe 1988, in scadenza nel 2018.

FONTE: CalcioMercato.com


Verona, piace Marrone del Carpi: possibile scambio con Siligardi
Luca Marrone - Cordoba

Gianluca Di Marzio 20-01-2016 11:10
Buona personalità ed un futuro promettente davanti a sè, le prestazioni di Luca Marrone con la maglia del Carpi hanno suscitato l'interesse concreto dell'Hellas Verona. Il centrocampista, di proprietà della Juventus e richiesto anche dalla Sampdoria, piace infatti al club del presidente Setti, pronto a proporre uno scambio con Luca Siligardi: della possibile trattativa si parlerà oggi, con il Carpi chiamato a dare l'eventuale ok definitivo per formalizzare l'affare. E con Luca Marrone che potrebbe, per davvero, prendere la strada per Verona.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Spezia, può partire Milos: occhi su Motta e Mbaye. Idea Siligardi
20.12.2015 20.23 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Spezia al lavoro in vista del prossimo mercato. Previsti alcuni cambiamenti.

[...]

Lo Spezia cerca anche un esterno, il primo nome è quello di Luca Siligardi dell'Hellas Verona, una pista che può diventare concreta tra qualche settimana. Lavori in corso e possibili cambiamenti, lo Spezia si muove...

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


#AskSiligardi, ecco le risposte di Luca!
Postata il 11/12/2015 alle ore 16:04
Verona – Di seguito le risposte di Luca Siligardi all'#ask proposto sulla nostra pagina ufficiale di Facebook. Grazie a tutti per le domande, pubblichiamo le 3 che ci sono piaciute di più, quelle di ‪Walter Vianello, ‪Maurizio Gilioli e ‪‪Lorenzo Sassi.

‪Walter Vianello: Con 3 vittorie consecutive rientrate tranquillamente per salvarvi e questa squadra c'è la può fare magari con un pizzico di fortuna che non guasta. Luca che ne dici?
«Speriamo, un po’ di fortuna servirebbe. Però il lavoro paga, stiamo facendo molto e sarebbe giusto che la situazione giri».

Maurizio Gilioli: ‪Come entra un giocatore in campo al Bentegodi con la squadra ultima in classifica con un pubblico così?
«Emozione incredibile, nonostante la classifica, vedere questo incitamento. Spero che da domenica in poi faremo sempre prestazioni degne di simili applausi».

‪Lorenzo Sassi: Sinceramente, quest'anno ti aspettavi di giocare di più?
«Sono arrivato in un gruppo consolidato e con un allenatore che conosce i suoi uomini. Io vengo dalla Serie B, quindi non posso pretendere di giocare sempre, ma Mandorlini mi ha sempre tenuto in considerazione e lo stesso posso dire di Delneri. Direi piuttosto che avrei potuto giocare di meno, non mi posso certo lamentare».

Siligardi: «Verso il Meazza con nuovi stimoli»
Postata il 11/12/2015 alle ore 15:50
Verona - Le dichiarazioni dell'attaccante Luca Siligardi, rilasciate durante la trasmissione 'Questo è il Verona' in onda sull'official radio Radio Bellla&Monella.

UNA NUOVA IDENTITÀ
«Il Verona cambia pelle? Con l’Empoli si è visto che Delneri ha portato una nuova idea di gioco che dobbiamo apprendere in meno tempo possibile per perfezionarla. In pochi giorni ci ha dato un’identità nuova, fatto che possiamo sfruttare per fare meglio possibile. Stiamo affrontando un nuovo tipo di gioco, un sistema diverso. Delneri ci sta spingendo a essere ciò che è sempre stato il Verona, quindi essere propositivi, aggressivi. Non che prima non ci provassimo, ma quando mancano i risultati arriva anche un po’ di sconforto. Dobbiamo andare all’arrembaggio, senza paura. Ripartiamo da quanto fatto contro l’Empoli, è stata una prova importante, e da lì andiamo avanti. A livello mentale ci sta dando una scossa, che domenica scorsa si è vista. Durante la settimana cerchiamo di mettere in atto, anche con le amichevoli, quanto imparato dal mister e arrivare pronti alla sfida di domenica. Peccato che nel calcio conti solo risultato, perché abbiamo dato una bella risposta di campo, cercando di essere più offensivi e creare di più».

IL MIO RUOLO
«Io sono sempre stato abituato a giocare a destra, mentre ora a sinistra ci devo fare l’abitudine. A sinistra ho più possibilità di fare cross, mentre a destra mi sento più offensivo dal punto di vista realizzativo con possibilità di accentrarmi e calciare. Poi, quando fa bene la squadra, anche il singolo risalta. Io cerco sempre di impegnarmi per fare bene e vincere. Come si diventa un calciatore duttile? I vari ruoli si imparano provandoli, un passo alla volta. Nasco come esterno, ma per necessità si impara, nel calcio di oggi serve, più si è duttili e più si gioca. L’unico ruolo che ancora non mi riesce al meglio è il terzino (ride, ndr)».

AL MEAZZA CON UNA PAZZA IDEA
«Ho fatto due anni di Primavera all’Inter, non è proprio un derby ma ci tengo particolarmente. Possiamo davvero far bene, abbiamo margini di miglioramento e tutto è possibile. Approcceremo la gara in modo sereno, con lo scopo di imporre il nostro gioco e essere compatti perché davanti avremo una squadra forte, un po’ in difficoltà ma pur sempre in casa propria. Viviani ha detto "C’è sempre una prima volta" e io effettivamente sono d’accordo con lui, è molto strano che l’Hellas non abbia mai vinto a San Siro. Da avversario, negli ultimi due anni, l’ho sempre visto come una delle squadre più forti. Dopo il pareggio di Carpi ci sarà un’ambiente molto difficile, ci sarà voglia di rivalsa. Andiamo là a testa alta e guai a scoraggiarsi, anzi. Quindi chissà che non riesca stavolta l’impresa…».

TIFOSI E CITTÀ
«Finora mi sono trovato benissimo, i tifosi sono ovunque in città. Il centro non lo sto vivendo molto perché la mia compagna è incinta e spero di riuscire a sistemarmi prima possibile. I tifosi però, nonostante gli orari e la classifica, sono sempre presenti e questo ci stimola. Vedere una tifoseria che ti incita fino alla fine e nonostante la sconfitta e l’ultimo posto applaude all’uscita dal campo. Questo non mi era mai capitato in carriera».

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
Parametro zero - Siligardi e la A: a Verona l'occasione per consacrarsi
17.11.2015 12.30 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Il peso di dover sopperire all'infortunio di Luca Toni. Questo il problema accusato finora dall'intero attacco del Verona, squadra in cui Luca Siligardi (27) non è finora riuscito a rivelarsi determinante visto l'ultimo posto in classifica di Serie A con appena sei punti in dodici turni di campionato. Arrivato all'Hellas a parametro zero dopo l'esperienza di Livorno, l'attaccante esterno ha riconquistato la Serie A lasciata due anni fa con la maglia dei labronici. I cinque gol dell'annata 2013-14 rappresentano il miglior bottino del calciatore di Correggio nella massima divisione, con l'obiettivo di migliorare il proprio rendimento dopo aver risollevato la situazione del Verona. "Voglio giocare con continuità. Non importa se da seconda punta, esterno o trequartista", le parole con le quali Siligardi s'è presentato al Verona al momento della sua presentazione ufficiale. Dieci presenze finora per il calciatore che non ha però mai giocato tutti i 90' di un singolo incontro nel tridente gialloblù, che fatica a creare palle gol in area avversaria. Mandorlini punta sulle doti del calciatore classe '88, chiamato - da ora in avanti - a dare un contributo importante all'obiettivo salvezza della compagine scaligera. Spetta al prodotto del settore giovanile dell'Inter, dopo buone stagioni in cadetteria e le 100 partite col Livorno, dimostrare di poter fare la differenza anche in A.

SCHEDA GIOCATORE
Nome - Luca Siligardi.
Età - 27 anni.
Squadre precedenti - Inter, Bari, Piacenza, Triestina, Bologna, Livorno.
Ingaggio - 0.45 milioni di euro netti a stagione fino a giugno 2018.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Siligardi: «Ci è mancato soltanto il gol»
Postata il 23/09/2015 alle ore 23:25

Milano - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Luca Siligardi. Ecco le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù, rilasciate al termine di Inter-Hellas Verona (1-0): «Un commento sulla partita con l'Inter? Secondo me abbiamo fatto una buona prestazione, infatti loro l'hanno sbloccata con un calcio da fermo. Fino al gol di Melo stavano meritando il punto, anche con le occasioni, basta guardare la traversa di Sala, ci è mancato soltanto il gol. Ci siamo difesi bassi ma con l'Inter non poteva essere altrimenti. Un commento sull'arbitraggio? In certe decisioni non mi è piaciuto. Tendenzialmente si aiuta sempre la squadra più importante, non è una novità ma dobbiamo essere bravi a guardare altrove. Ho fiducia in questo gruppo e sono positivo, non dobbiamo abbatterci.Quel rigore su Gomez? Un peccato ci sia stata questa svista, dobbiamo cercare di guardare oltre. Un commento sugli infortuni? Dispiace, ma se serve ci sono, ho voglia di fare bene e spero che tornino presto tutti gli assenti».

Siligardi: «Ci manca la vittoria»
Postata il 17/09/2015 alle ore 16:15
Verona - Le dichiarazioni dell'attaccante Luca Siligardi, rilasciate durante la conferenza stampa in vista di Atalanta-Hellas Verona.

CHE VERONA ARRIVA A BERGAMO
«Con l’Atalanta ci sarà un Verona pronto a vincere, vogliamo rifarci dopo l'immeritato pareggio ottenuto contro il Toro. Io trequartista? Nasco esterno, però mi adatto sempre senza problemi, gioco dove c'è bisogno. Atalanta in un buon momento? Sarà molto tosta, è uno scontro salvezza. Il gioco non ci manca, creiamo molte occasioni e siamo una squadra compatta. Dovremo avere più voglia di loro, dovremo vincere perché ci manca la vittoria. Queste tre partite in pochi giorni ci devono dare delle risposte positive, dobbiamo rimanere compatti e dare continuità al gioco che abbiamo messo in campo fino ad oggi».


IL MOMENTO DELLA SQUADRA
«Il nostro momento? Dispiace perché abbiamo raccolto meno punti di quanto avremmo meritato. Però non dobbiamo pensarci troppo, stiamo lavorando bene e torneremo presto a vincere, sono sicuro. Noi troppo ‘morbidi’ col Toro? Il Verona l'ho visto sempre molto aggressivo e di sostanza. Non vedo differenze dalle altre squadre, abbiamo mostrato sempre i muscoli quando è servito. Credo che stiamo facendo quello che dobbiamo fare per salvarci».

IO, TITOLARE COL TORO
«Sono stato felice della scelta del mister, ero in ballottaggio, però mi ero allenato bene e con Mandorlini ho un buon feeling. Un commento sulla fase difensiva? Non è mai colpa dei singoli, i gol li prende la squadra non la difesa o i portieri. Per quanto riguarda me, sento di dover crescere in fase difensiva e cercare di abituarmi in fretta a fare quello che mi chiede il mister, quindi non perdere mai di vista il mio uomo. La trovo un po’ difficoltosa perché non ero cosi abituato a scende fino alla linea difensiva se c’è bisogno. Il mio voto di domenica? Ho peccato in fase difensiva e devo migliorare. Anche davanti potevo fare di più, vorrei tanto darmi un 6, ma sono stato da 5 e mezzo. Adesso devo arrivare a 6 e poi crescere. Se mi manca il gol? Sicuramente a tutti quando non si segna manca, voglio rimediare presto magari anche con qualche assist. Verona per me è una tappa importante, vorrei rimanere il più a lungo possibile perché ho trovato un progetto importante».

#AskSiligardi, ecco le risposte di Luca!
Postata il 17/09/2015 alle ore 16:20
Verona – Di seguito le risposte di Luca Siligardi al quarto #ask proposto sulla nostra pagina ufficiale di Facebook. Grazie a tutti per le domande, pubblichiamo le 3 che ci sono piaciute di più, quelle di Sandro Bellotti, Marco Naraini e Marco Zampini. Il video pubblicato in questa pagina è online anche su Facebook.

Sandro Bellotti: Buongiorno, quali sono state le tue sensazioni domenica quando hai messo piede in campo vedendo i '5000' della Sud cantare? Il ruolo di trequartista ti si addice o preferisci essere la classica seconda punta?
«L’emozione era incredibile, vedere così tante persone allo stadio e in Curva Sud è stata un’ emozione importante e bella. Per quanto riguarda il ruolo, gioco dove è più opportuno. Nella mia carriera ho fatto sia l’esterno che il trequartista, riesco ad ambientarmi.».

Marco Naraini : Ciao Luca, l'anno scorso sei andato in doppia cifra. Dopo aver solo assaporato la Serie A due stagioni fa con il Livorno, qual è il tuo obiettivo personale per questo primo anno in gialloblù nella massima serie?
«Uno soltanto: voglio fare più gol possibili! (ride, ndr)».

Marco Zampini: Ciao Luca come pensi sarà la stagione dell'Hellas? Salvezza tranquilla o lotta fino all'ultima giornata?
«Magari una salvezza trnquilla... La Serie A è un campionato duro, cercheremo di combattere per cercare salvarci il prima possibile».

Siligardi: «Pronto a dare il massimo»
Postata il 16/07/2015 alle ore 15:51
Racines - Le dichiarazioni dell'attaccante gialloblù, Luca Siligardi, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

LE MIE PRIME IMPRESSIONI
«Le mie prime impressioni? Essere al Verona per me è una grande occasione, perché arrivo in una società importante che negli ultimi anni ha fatto benissimo, con una tifoseria incredibile. Penso di essere arrivato in una squadra con un allenatore e un modulo che possono esaltare la mie caratteristiche. Il mio arrivo dal Livorno? Sono stato bene a Livorno, due anni importanti che mi hanno dato fiducia. Adesso cerco di fare il salto in Serie A col Verona, questo mi stimola tanto. È un progetto importante, mi hanno proposto un contratto di tre anni, facendomi capire che credono in me. Cosa mi ha detto Mandorlini? Appena arrivato mi ha dato il benvenuto, poi sto imparando i movimenti che chiede, pian piano mi sto adattando sia ai compagni che agli schemi. Un messaggio per i tifosi? L’unica cosa che posso dire è che farò il possibile per impegnarmi e rispettare la maglia. Vedere 4mila persone alla presentazione è stata un’emozione più unica che rara».


PENSIAMO A SALVARCI, POI SI VEDRA'
«Cosa mi aspetto da questa stagione? Spero di arrivare più in alto possibile, spero di giocare con più continuità anche se so che sarà dura, perché ci sono molti compagni forti. Voglio cercare di fare bene e dare il massimo. Noi siamo tutti a disposizione, cerchiamo di dare comunque sempre il massimo. E’ naturale che avere in squadra calciatori come Pazzini e Toni stimola davvero molto. A cosa punterà il Verona? Bisogna sempre andare piano, la salvezza è il primo obiettivo. Poi si vedrà».

IL MIO RUOLO E I COMPAGNI
«Il mio ruolo? Finora ho fatto l’esterno a destra, ma non ho nessun problema a coprire la tre quarti, mi metto a disposizione per qualsiasi tipo di ruolo. Sono nato esterno d’attacco però negli ultimi anni ho fatto sia seconda punta che il trequartista. Nel calcio di oggi c’è da sacrificarsi molto ed essere bravi a fare entrambe le fasi. Come sto fisicamente? Mi sto rimettendo, i carichi di lavoro sono importanti ma finora sta andando bene, sono contento di come sta reagendo il ginocchio. Il primo test? C’è molto entusiasmo, essendo uno dei nuovi respiro questo clima importante. Cerchiamo di fare bene e di fare quello che ci chiede il mister, queste sono le cose più importanti. Un commento sui compagni? Li sto conoscendo tutti, in molti hanno già tanta esperienza in Serie A. Jankovic e Gomez hanno corsa, così come Sala. Nel gruppo mi trovo bene, tutti i compagni sono disponibili e ci si aiuta a capire gli schemi del mister».

FONTE: HellasVerona.it


17.07.2015
Siligardi, una missione in gialloblù «Bello giocare con questi campioni»
«C'è grande cultura del lavoro e il gruppo è solido Toni e Pazzini, Romulo e Sala sono grandi giocatori Non si fanno cento punti in due anni senza qualità»
Siligardi Olè! Chissà se mai si alzerà dalla Curva Sud questo coro. Intanto l'ex esterno dell'odiatissimo, sportivamente parlando s'intende Livorno, è uno dei nuovi più ricercati dai tifosi nel ritiro della Val Ridanna. «Qui è pazzesco - esordisce Luca Siligardi - quattromila persone alla presentazione a Verona e un continuo ricambio qui in montagna. È una piazza calda che vive di calcio come piace a me. So della rivalità con il Livorno, l'ho vissuta negli scontri in serie B, ma quello è un capitolo chiuso della mia carriera. Non voglio promettere nulla. Una sola cosa mi sento di dire. Onorerò questa maglia e questi colori. La storia ed i tifosi del Verona lo meritano». Parlata sciolta e grande cura del proprio fisico. Queste le prime pillole che il dottor Siligardi ha distribuito nei primi giorni di fatica qui in ritiro. Uno che parla quando serve, ma che sa quello che deve fare e quello che vuole il mister da lui.

«Non fatemi domande tecniche - dice - a me piace giocare largo nei tre o fare il trequartista. Nessun problema. Deciderà il mister, lui sa quello che posso dare e cercherò di farmi conoscere sempre meglio. Qui c'è gente forte, ragazzi, non scherziamo. Sarà un onore scendere in campo quando ci sarà l'opportunità. Toni, Pazzini, Gomez, Sala, Romulo e tanti altri. Fidatevi è meglio avere problemi di abbondanza di buoni giocatori, non il contrario».È una conferenza stampa veloce, quella di presentazione di Siligardi. Il soggetto, come verrebbe liquidato nel gergo poliziesco, risponde chiaro e preciso. Un esempio? A chi gli chiede dell'infortunio ai legamenti risponde: «Tutto a posto. Stiamo parlando di un anno fa. Sto benissimo». E a vederlo compiere le ripetute accanto al rientrante Luca Toni, effettivamente l'impressione è quella.

Di grigio ormai, sono rimaste soltanto le scarpe che indossa per esigenze di sponsor, per il resto Luca Siligardi è pronto a partire con i nuovi colori: il giallo e il blu. «Al momento ho il numero sedici - sorride l'esterno - magari cambierò non so». Disponibile, come un po' tutti del resto, al "selfie" con i nuovi tifosi, Siligardi ha parole misurate e dolci anche per i compagni. «Non si fanno cento punti in serie A in due stagioni se non c'è un gruppo ben collaudato e ben diretto . spiega -. In questi giorni sto cercando di conoscere tutti, giocando insieme. Qui c'è un'ottima cultura del lavoro e il mister cura nei minimi particolari i dettagli». Già, il mister, quell'Andrea Mandorlini che oggi compie 55 anni e fin da tempi antichi «nemico» del Livorno. «Cose passate e ingigantite dalla stampa. D'altronde lui allenava lo Spezia prima e poi il Verona, figuratevi - butta lì Siligardi -. Però devo dire che mi stupisce per la fase offensiva. Le sue squadre hanno sempre attaccato in modo semplice, ma ordinato e proficuo. Guardate quanti capocannonieri ha avuto l'Hellas negli ultimi anni...». Da Paulinho nel Livorno a Toni e Pazzini nel Verona, per Siligardi continua la "tradizione" dei grandi attaccanti.

«Giocare con campioni di questo calibro, è davvero una cosa stupenda. Spero di poter dar loro una mano a segnare molto per il Verona». E di reti Siligardi se ne intende. Splendide le sue magie su punizione o in azione. Calcia bene con entrambi i piedi, anche se il suo sinistro ha qualcosa in più. «Il gol certo è importante per una punta, ma credetemi alla fine conta il gruppo, il singolo non vince le partite da solo. In Serie A il divario con le grandi è enorme, mentre invece è un attimo finire invischiati in acque poco tranquille. Prima arriviamo a quaranta punti meglio è. Questa è il primo vero obiettivo del club, poi potremmo divertirci». Luca Siligardi è pronto. Pronto per il gol, pronto per l'ultimo passaggio e pronto anche per applaudire chi sarà più bravo di lui a portare in alto il Verona. Ventisette anni e un contratto triennale da onorare con la maglia dell'Hellas, in Serie A cosa si può prentendere di più. «Avete ragione...»
Gianluca Tavellin

17.07.2015
Debutto in A col Bologna Quattro anni al Livorno

Luca Siligardi è nato a Correggio, in provincia di Reggio Emilia, il 26 gennaio del 1988. Inizia la sua carriera nel Campagnola Emilia, la squadra del suo paese, passa alla Dorando Pietri di Modena, una parentesi al Parma, prim adi tornare alla Dorando Pietri, in Eccellenza. Nell'estate del 2006 viene preso dall'Inter e, con i nerazzurri, vince il Torneo di Viareggio 2008 . Fa il suo debutto in prima squadra il 17 gennaio 2008, in Coppa Italia, contro la Reggina, tre a zero il risultato finale. Gioca un altro spezzone di partita contro la Lazio, l'andata della semifinale di Coppa, il 16 aprile 2008. Alla fine della stagione firma un contratto con i nerazzurri fino al 2012 e viene mandato in prestito al Bari e, a partire da gennaio, al Piacenza , entrambe in Serie B. Il 13 luglio 2009 passa in prestito alla Triestina, ancora in B. Il 16 luglio 2010 viene preso in prestito dal Bologna per la stagione 2010 - 2011 e debutta in Serie A il 30 agosto in occasione della gara pareggiata dai rossoblù contro l'Inter. A fine anno l'Inter lo riporta a casa e poi Siligardi passa in comproprietà al Livorno dove gioca un centinaio di partite in quattro stagioni e mette a segno trentatre gol nelle gare ufficiali tra campionato e Coppa. Il 2 luglio del 2015 si trasferisce a parametro zero al Verona.
G.TAV.

16.07.2015
Siligardi: «Hellas, che sogno giocare con Toni e Pazzini!»
Siligardi, presentazione del nuovo talento dell'Hellas Verona (foto EXPRESS)

«Essere al Verona per me è una grande occasione, perché arrivo in una società che negli ultimi anni ha fatto benissimo, con una tifoseria incredibile. Penso di essere arrivato in una squadra con un allenatore e un modulo che possono esaltare la mie caratteristiche».
Luca Siligardi, presentato oggi pomeriggio nel ritiro di Racines, sarà un tassello importante del prossimo Verona. Per lui tre anni di contratto, preso a parametro zero dal Livorno dopo una stagione da 10 gol in 31 partite ma anche un infortunio, la rottura del menisco sinistro che l'ha costretto ad un intervento chirurgico a fine aprile. «Mi sto rimettendo, i carichi di lavoro sono pesanti ma finora sta andando bene, sono contento di come sta reagendo il ginocchio», ha assicurato Siligardi, uno dei migliori prodotti della Primavera dell'Inter degli ultimi anni e in Serie A con Bologna e Livorno. «Il primo obiettivo sarà la salvezza, poi si vedrà. Sarà bellissimo – ha concluso Siligardi – giocare con due campioni come Toni e Pazzini».
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


13:03 | giovedì 09 luglio 2015
Verona, Siligardi a Sky: «Toni? Sarà speciale»
Il nuovo giocatore dell'Hellas: «Qui anche per Mandorlini»

di Giovanni Maffeis - twitter:@giomaff092
SILIGARDI VERONA SERIE A - Un volto nuovo per Andrea Mandorlini. Luca Siligardi, da pochi giorni nuovo giocatore dell'Hellas Verona, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dei suoi primi giorni in gialloblu: «Ho scelto il Verona perché ha un sistema di gioco che può esaltare le mie qualità e un allenatore che stimola molto. E poi c'è una piazza molto invitanti: molti vorrebbero giocare qui. Toni? Fa effetto, giocare con un campione del mondo è speciale. Nella mia carriera ho un solo rimpianto, e cioè l'esperienza di Bologna. Pazzini? Magari, se venisse anche lui, la qualità in attacco aumenterebbe notevolmente».

FONTE: CalcioNews24.com


Ufficiale, Siligardi firma per l'Hellas
Postata il 02/07/2015 alle ore 11:00

Verona - L’Hellas Verona FC informa di aver ufficialmente acquisito i diritti alle prestazioni sportive dell’attaccante classe 1988 Luca Siligardi.

Ecco le prime dichiarazioni di Luca da neo tesserato gialloblù:
«NON VEDO L'ORA DI INIZIARE»
«Sono davvero felice di essere arrivato a Verona, ringrazio il Presidente Setti e la Società per l’opportunità che mi è stata concessa. Non vedo l’ora di iniziare e di godermi l’abbraccio e il calore dei tifosi gialloblù, forza Hellas!»

FONTE: HellasVerona.it



02.07.2015
Dal Livorno arriva Siligardi con un contratto di tre anni
Il Verona ha ufficializzato l'arrivo di Luca Siligardi, attaccante l'ultima stagione autore di 10 gol in 31 partite col Livorno. Per lui contratto di tre anni, fino al 2018. Il giocatore è passato ieri dalla sede di via Belgio per firmare l'accordo con l'Hellas ed ha incontrato il presidente Setti, il direttore generale Gardini ed il direttore sportivo Bigon. Bloccato già a gennaio, Siligardi era in scadenza dopo tre anni a Livotrno fra Serie A e Serie B.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it

Luca Siligardi, Season 2007/2008 Internazionale PrimaveraLuca Siligardi Show. Tutti i gol del 2012 segnati con la maglia del Livorno!Luca Siligardi - Tu Corri

PRIMA DI VERONA +   -   =

01.07.2015
[...]

LUCA ASPETTA. Il Verona a breve annuncerà anche l'arrivo di Luca Siligardi, da tempo preso dall'Hellas con cui l'attaccante in scadenza col Livorno ha firmato un contratto di tre anni. Siligardi, che vive a Carpi proprio come il presidente Maurizio Setti, ha perfettamente recuperato dopo la rottura del menisco sinistro nella gara col Frosinone di fine aprile ed il successivo intervento chirurgico. Ora è pronto. Ci sarà anche lui martedì sera al raduno del Verona a Peschiera.
A.D.P.

FONTE: LArena.it


L'Hellas mette le mani su Siligardi e riporta Bianchetti sulle sponde dell'Adige
La società starebbe solamente sistemando i dettagli per assicurarsi l'ormai ex esterno del Livorno, che arriva a parametro zero visto che il suo contratto scade il 30 giugno 2015

La Redazione 24 giugno 2015
Inizia ad entrare nel vivo la sessione di calciomercato e l'Hellas Verona non resta certo a guardare.
Viene dato per concluso oramai l'affare che dovrebbe portare sulle rive dell'Adige Luca Siligardi. L'attaccante esterno classe 1988 arriverebbe dal Livorno e potrebbe diventare una pedina fondamentale nel tridente offensivo di Mandorlini. Il giocatore ha scelto di non rinnovare con il club toscano, così la società gialloblu si è mossa in anticipo e ora starebbe solo sistemando i dettagli.

[...]

FONTE: VeronaSera.it


24.06.2015
Siligardi nel tridente L'Hellas mette le ali
Il nuovo acquisto potrà agire da esterno nel 4-3-3 e assicurare interessanti variabili nei giochi d'attacco Visite mediche ok, adesso manca solo l'ufficialità

Finalmente a Verona. In tutti i sensi, visite mediche comprese. Luca Siligardi è finalmente un giocatore dell'Hellas, ieri in città per sistemare quei dettagli senza i quali non ci può essere ufficialità e il cerchio non riesce a chiudersi. Con i rinnovi di Gomez e Jankovic quasi a posto, Andrea Mandorlini immagazzina nel suo attacco un ragazzo che può più o meno diligentemente agire da esterno ma anche assicurare variabili interessanti al 4-3-3 su cui il Verona andrà ancora avanti. Siligardi è un vecchio pallino dell'Hellas, uno che da svincolato dopo gli anni tormentati di Livorno era ancora più appetibile e certamente a buon mercato. Fra i tanti giocatori liberi, senza contare quelli del Parma, era uno di quelli da prendere al volo. Anticipando la concorrenza, come ha fatto il Verona già a primavera quando era chiaro che Siligardi sarebbe andato in scadenza di contratto senza alcuna possibilità di rinnovo, dopo che l'Hellas verso Livorno aveva guardato anche nel mercato di gennaio e l'estate passata.

CORSA A TAPPE. Il freno è stato sempre Aldo Spinelli, il presidente, come da consuetudine bravo a fissare prezzi molto alti per la sua merce a costo ditenersela in casa col broncio. Come è accaduto per Siligardi. Ma era solo una questione di tempo, bastava aspettare per raccogliere quel che il Verona ha sempre voluto. Il sinistro di Siligardi ha fatto male a parecchi portieri lungo anni di carriera interessanti ma mai al suo livello, quello ad esempio mostrato ai tempi della Primavera dell'Inter da cui passava a volte Mario Balotelli ma anche Biabiany, oltre a Fatic che adesso gioca in Malesia e che il Verona provò invano a riportarlo sulla retta via tre anni fa in Serie B dopo tanti stagioni piene di ombre. L'Hellas, che aveva già bloccato da tempo Siligardi, a fine aprile ha ricevuto la brutta notizia del suo infortunio, la rottura del ginocchio sinistro nella partita contro il Frosinone che ha costretto il giocatore ad operarsi a Villa Stuart, a Roma, per mano del professor Mariani. Acqua passata, Siligardi sarà pronto per l'inizio della stagione e per una nuova vita,

A TUTTO CAMPO. Incastrato nei tre davanti di Mandorlini uno come Siligardi può andare sia a destra che a sinistra, posizioni che ha già ricoperto, per accentrarsi e tirare in porta col suo potente e velenoso mancino o per puntare l'uomo ed andare sul fondo. L'Hellas l'ha già visto in faccia ai tempi della promozione in Serie A, quando Siligardi era insieme a Paulinho il pericolo pubblico vero del Livorno che lottava spalla a spalla col Verona per arrivare secondo. Ad incidere ai fini della volata fu anche il suo infortunio, proprio a primavera quando i punti iniziavano a valere doppio, con la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro a La Spezia in un profondo ripiegamento difensivo, compito che sarà chiamato a ricoprire spesso all'Hellas considerate le idee di Mandorlini.
Alessandro De Pietro

21.06.2015
[...]

TRE ANNI PER SILIGARDI. E pare essere in dirittura d'arrivo la trattativa destinata a far vestire la maglia gialloblù a Luca Siligardi, ex fantasista del Livorno, società con la quale non ha trovato i motivi per dare seguito ad un rinnovo. L'operazione Siligardi era già stata impostata da Sean Sogliano e messa in ghiacciaia. Adesso i tempi sembrano essere diventati ormai maturi per una felice conclusione. E l'Hellas avrebbe pronto un contratto triennale per il giocatore.

[...]
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


Verona: Siligardi è sempre più vicino
19 giugno alle 16:11
Secondo quanto riporta amaranta.it, Luca Siligardi è ad un passo dall'accordo con il Verona. L'attaccante scuola Inter, in scadenza di contratto con il Livorno, ha rifiutato la proposta del Bari per confrontarsi nuovamente con la Serie A.

FONTE: CalcioMercato.com


18.06.2015
Siligardi ora è a un passo E Jankovic prolunga
Luca Siligardi sta per diventare un giocatore del Verona. Pochi dettagli ancora, prima che una trattativa avviata già mesi fa finisca fra le operazioni definite. L'Hellas ha giocato d'anticipo, bloccando da tempo l'attaccante in scadenza di contratto col Livorno capace di stazionare nel tridente così come di muoversi fra le linee, con la giusta dose di talento per misurarsi con una Serie A frequentata troppo poco per quel che dicono le sue indubbie qualità rispetto alla parentesi da comprimario al Bologna nella stagione 2010-2011 e quella ben più corposa a Livorno due campionati fa, con 26 presenze e cinque reti.

Siligardi, che il 26 gennaio ha compiuto 27 anni, viene da un infortunio che l'ha fermato negli ultimi mesi, la rottura del menisco del ginocchio sinistro durante la partita col Frosinone dello scorso 19 aprile che tre giorni dopo l'ha costretto ad un intervento chirurgico, operato dal professor Pier Paolo Mariani nella clinica Villa Stuart di Roma. Per lui è pronto con l'Hellas un contratto fino al 2018. Fra i prodotti migliori delle giovanili dell'Inter degli ultimi anni, Siligardi ha chiuso la stagione a Livorno con 31 presenze e 10 reti. Sul taccuino del Verona tanti appuntamenti, soprattutto per gli attaccanti.

[...]
A.D.P.

FONTE: LArena.it


15/06/2015
I NUMERI del campionato: VIVIANI super, BRIGNOLI il miglior portiere
Messo in archivio il campionato 2014/2015, per la Serie B continua il periodo di Bilanci. Dopo aver analizzato le varie squadre del torneo cadetto, adesso è il turno dei singoli calciatori. Grazie alle statistiche stilate da Panini Digital possiamo riassumere i migliori calciatori per ruolo del campionato appena concluso.

[...]

A chiudere questa speciale classifica c'è l'attaccante del Livorno Luca Siligardi che si piazza davanti a centravanti come Caracciolo, Dionisi e Mbakogu. Il calciatore del Livorno nel finale di stagione ha rimediato un brutto infortunio e i suoi ne hanno risentito se è vero che proprio in extremis i labronici hanno mancato l'appuntamento con i Play Off. Per il giocatore di Correggio però l'annata è stata sicuramente positiva, aldilà dei 10 gol stagionali, il numero 26 amaranto ha trovato sempre spazio e la fiducia di tutti e tre gli allenatori che, nel corso della stagione, hanno guidato i toscani. Il suo IVG finale è 21,1 ed è l'ennesima testimonianza del valore di un calciatore che ormai da anni regala ottime prestazioni. Proprio in questo senso, il titolo di miglior centrocampista della Serie B conquistato nella stagione 2012/13 è un'altra dimostrazione di come Siligardi stia dimostrandosi un calciatore di assoluto valore.

Leggi la classifica completa

*IVG (Indice di Valutazione Giocatore) e' un indice espresso in trentesimi che non esprime un voto ma il contributo quantitativo che il giocatore apporta alla propria squadra.
Per entrare nelle classifiche IVG, un giocatore deve aver disputato almeno il 50% delle presenze in campionato con la squadra corrente.

FONTE: LegaSerieB.it


SERIE A
Hellas Verona, la posizione del club su Siligardi
29.05.2015 22.38 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Sean Sogliano lascia il Verona, il Napoli (o la Fiorentina) nel suo futuro, oggi è questa la situazione. Il direttore sportivo aveva chiuso alcune operazioni, per esempio quella riguardante Luca Siligardi a parametro zero, riporta alfredopedullà.com. E ora spetta al Verona decidere: la posizione attuale è quella di confermare l'operazione, il valore di Siligardi non è in discussione.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Tante partenze ma con poche lacrime
Chi resta, chi va, chi è in bilico: ecco come può nascere il Livorno del futuro. Ma Spinelli deve chiarire il suo progetto

di Alessandro Bernini 28 maggio 2015
LIVORNO. Poche conferme, tanti addii. Non c’è ancora il nuovo allenatore del Livorno (o meglio, ci sarebbe visto che Panucci è sotto contratto, ma Aldo Spinelli non la pensa allo stesso modo) eppure esiste già un quadro abbastanza delineato di chi indosserà ancora la maglia amaranto e chi invece ci saluterà senza troppi rimpianti da parte nostra.

CHI RESTA
[...]

CHI PARTE
Siligardi in B è un fuoriclasse ma ha fatto la sua scelta, e chi non vuole stare a Livorno si può accomodare fuori. Ora andrà al Verona, ma chissà che non finiscano per girarlo in prestito da qualche altra parte (Bari?).

[...]

Panucci è carico e accusa Siligardi «Doveva tornare ma è a Bologna, non rispetta le regole»
di Gianni Tacchi 16 maggio 2015
LIVORNO. Non c’è soltanto la situazione societaria, in un momento così delicato della stagione, ad agitare le acque nel golfo amaranto. Perché in settimana è scoppiato anche il caso Luca Siligardi. L’attaccante, lunedì, doveva rientrare a Tirrenia per iniziare un lavoro specifico dopo l’infortunio di un mesetto fa. E invece non si è presentato, rimanendo a Bologna per continuare le cure al ginocchio sinistro. «Non ho voglia di parlarne», ha commentato inizialmente Christian Panucci, che però si è sfogato poco dopo: «Io so solo che Siligardi doveva essere qui, invece è rimasto a Bologna e forse tornerà la prossima settimana. Comunque parlate con la società. Qui ci sono regole precise. E lui non le ha rispettate». Sicuramente il giocatore verrà multato, «ma ora basta parlare di questo e dell’eventuale vendita del club – ha detto il tecnico amaranto – ora mi interessa solo battere il Vicenza».

[...]

FONTE: IlTirreno.Gelocal.it


ALTRE NOTIZIE
Livorno, Siligardi sta proseguendo nel migliore dei modi la riabilitazione
06.05.2015 09.31 di Chiara Biondini Twitter: @ChiaraBiondini
Controlli di routine con il Prof. Mariani a Villa Stuart per Luca Siligardi. Il trequartista amaranto operato al menisco mediale il 22 aprile scorso dal chirurgo romano, sta proseguendo nel migliore dei modi la riabilitazione. Di questo passo Siligardi sarà l'arma in più di Panucci in caso di raggiungimento dei play off.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ALTRE NOTIZIE
Livorno, Siligardi operato al menisco
22.04.2015 15.53 di Chiara Biondini Twitter: @ChiaraBiondini
Intervento perfettamente riuscito per Luca Siligardi. Il fantasista del Livorno questa mattina è stato operato al menisco interno del ginocchio sinistro dal Prof. Mariani a Villa Stuart. Il giocatore si era infortunato durante la partita di lunedì con il Frosinone. Tornerà a disposizione di mister Panucci in quattro settimane, giusto in tempo per preparare gli eventuali play off.

ZOOM SU
Siligardi, l'esterno perseguitato dalla sfortuna che ora vede la Serie A
21.04.2015 07.30 di Alessandra Stefanelli
Può essere il momento decisivo per la carriera di Luca Siligardi, seconda punta in forza al Livorno. Dopo i tanti rumours che si sono rincorsi nelle ultime settimane, era stato proprio il presidente dei labronici Aldo Spinelli, prima ai microfoni de Il Tirreno e poi attraverso le colonne di Tuttomercatoweb.com, a confermare l'ormai imminente trasferimento al Verona. Cresciuto nel vivaio dell'Inter, la seconda punta ha già debuttato in Serie A, senza però lasciare il segno. Poi una serie di infortuni, primo fra tutti quello gravissimo al crociato subito nel 2013, ne hanno limitato la crescita e frenato la definitiva esplosione.

Ora il giocatore nato a Correggio potrebbe finalmente avere una nuova chance nella massima serie dopo le tante stagioni trascorse al Livorno. Mancino naturale e dotato di una buona tecnica di base, con le sue caratteristiche tecniche potrebbe fare più che comodo ad Andrea Mandorlini, anche per la sua capacità di giocare su entrambe le corsie esterne. Sempre che non ci si metta di mezzo la sfortuna, che stavolta lo ha colpito con un infortunio al menisco.

SERIE A
Livorno, Spinelli ufficializza: "Siligardi ha firmato per il Verona"
20.04.2015 09.23 di Marco Frattino
Luca Siligardi (27) all'Hellas Verona, l'affare andrà in porto al termine della stagione in corso. Dopo i rumors delle scorse settimane, è stato Aldo Spinelli a 'ufficializzare' il trasferimento del calciatore. L'ex Inter e Bologna, infortunatosi ieri nel match contro il Frosinone, è in scadenza contrattuale mentre Il Tirreno in edicola riporta un virgolettato del presidente toscano in prima pagina. "Ha firmato per il Verona", le parole di Spinelli che s'è ormai rassegnato a perdere il calciatore classe '88.

SERIE A
Hellas, Corriere di Verona: "Arriva Siligardi, triennale per l'ex Inter"
16.04.2015 09.13 di Marco Frattino
Luca Siligardi al Verona, arrivano nuove conferme sul trasferimento dell'attaccante. Il Corriere di Verona scrive che l'Hellas ha definito l'ingaggio del calciatore del Livorno: per l'ex Inter e Bologna è pronto un contratto triennale, che sarà formalizzato al termine della stagione. L'intesa con il giocatore è stata comunque già trovata.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


20 Aprile 2015
COMUNICATO MEDICO CALCIATORE SILIGARDI
L'A.S. Livorno Calcio informa che il giocatore Luca Siligardi, in seguito all'infortunio subito nella gara con il Frosinone, è stato sottoposto, in data odierna, ad accertamenti da parte dello staff medico della Società guidato del dottor Manlio Porcellini. Gli esami hanno riscontrato la lesione del menisco mediale del ginocchio sinistro.

Paolo Nacarlo
Resp. Area Comuicazione
AS Livorno Calcio srl

FONTE: LivornoCalcio.it


Hellas Verona, arriva Siligardi. Ma l’agente smentisce
di Tommaso Mancioli il 10 aprile 2015 alle 23:45
Il Verona avrebbe acquistato il centrocampista del Livorno Luca Siligardi che, come riporta GazzettaTV, ha trovato l’accordo con il club veneto per un contratto di 3 anni.
Il suo procuratore ha subito smentito, ribadendo la volontà del giocatore di rimanere in Toscana, almeno per questa stagione: “La notizia è priva di fondamento, Luca non ha firmato nessun accordo per un motivo molto semplice: è un professionista serio ed è un giocatore del Livorno fino a giugno. Portare la squadra toscana più in alto possibile in questo campionato è il suo unico pensiero, poi a fine stagione si valuterà il da farsi. Fino ad allora Siligardi sarà del Livorno”.

FONTE: Soccerweb24.com


SERIE A
Livorno, ag. Siligardi: "Non ha firmato con l'Hellas Verona"
10.04.2015 22.28 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Luca Siligardi, centrocampista offensivo del Livorno, non ha firmato con l'Hellas Verona. Ad affermarlo ai microfoni di Tuttob.com è stato il suo procuratore, Simone Seghedoni: "La notizia è priva di fondamento, Luca non ha firmato nessun accordo per un motivo molto semplice: è un professionista serio ed è un giocatore del Livorno fino a giugno. Portare la squadra toscana più in alto possibile in questo campionato è il suo unico pensiero, poi a fine stagione si valuterà il da farsi. Fino ad allora Siligardi sarà del Livorno".

SERIE A
Verona, fatta per Siligardi. Accordo per un triennale
10.04.2015 21.49 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Luca Siligardi è da considerarsi a tutti gli effetti un nuovo giocatore del Verona. Secondo quanto raccolto da GazzettaTv l'esterno del Livorno ha raggiunto nelle ultime ore l'accordo con il club scaligero per un triennale.

FONTE: TuttoMercatoWeb24.com


23:08 | venerdì 10 aprile 2015
Hellas Verona, Siligardi ad un passo
Il centrocampista del Livorno firmerà per tre stagioni

di Giuseppe Carotenuto - twitter:@GiuCarotenuto Foto: © www.imagephotoagency.it

CALCIOMERCATO HELLAS VERONA LIVORNO SILIGARDI - Il finale di stagione si avvicina così come il calciomercato. Inevitabilmente le voci circa la sessione estiva continuano a circolare con una certa insistenza e in queste ore a tenere banco in casa dell'Hellas Verona è un possibile colpo che pare ormai in dirittura d'arrivo. Si tratta di Luca Siligardi, centrocampista offensivo attualmente in forza al Livorno.

E' FATTA - Il trequartista dei toscani già in passato era stato vicinissimo al club gialloblu che lo segue ormai da tempo. Secondo Gazzetta Tv, però, l'affare sembrerebbe ora vicinissimo alla conclusione con il giocatore che a fine stagione dovrebbe trasferirsi alla corte degli scaligeri. Stando alle prime indiscrezioni, Siligardi dovrebbe firmare un contratto che lo legherà all'Hellas per i prossimi tre anni. L'accordo tra le parti è dietro l'angolo: si attendono conferme.

FONTE: CalcioNews24.com


Livorno, Siligardi non rinnova: nel suo futuro c’è il Verona
24 marzo 2015
Il futuro di Luca Siligardi è la Serie A, indipendentemente dal futuro del Livorno. Infatti il giocatore è in scadenza con gli amaranto e il Verona – come riporta sul suo sito ufficiale l’esperto di calciomercato Alfredo Pedullà – lo ha bloccato. La società labronica ha provato a prolungare il contratto, ma ha capito molto presto che non ci sarebbero stati margini. Lo scorso gennaio Siligardi sarebbe andato anche a Bari per pochi mesi senza rinnovare proprio per essere libero, ma alla fine è rimasto in Toscana. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la raccomandata al Livorno in modo tale che possa materializzarsi anche il Verona e la firma del giocatore. E così la Freccia Emiliana lascerà il club che lo ha lanciato, dopo 4 stagioni, per accasarsi tra gli scaligeri.

FONTE: SerieB24.com


Esclusiva: Siligardi-Verona, presto il Livorno saprà
23-03-2015, 23.42

Luca Siligardi è in scadenza e il Verona - come raccontiamo da mesi - lo ha bloccato. Il Livorno ha provato a prolungare il contratto, ma ha capito molto presto che non ci sarebbero stati margini. Lo scorso gennaio Siligardi sarebbe andato a Bari per pochi mesi senza rinnovare proprio per essere libero, ma alla fine è rimasto in Toscana. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare la raccomandata al Livorno in modo tale che possa materializzarsi anche il Verona.

FONTE: AlfredoPedulla.com


Spiraglio Siligardi «Il contratto? Aspetto Spinelli»
Il fantasista apre: disponibile a valutare l’offerta E che onore essere nel libro del centenario...

di Gianni Tacchi 06 marzo 2015
LIVORNO. Il contratto è ancora lì, in scadenza a giugno e tra i dubbi di ogni tifoso amaranto. Ma adesso Luca Siligardi, dopo mille voci sul suo futuro, lascia uno spiraglio aperto per il rinnovo e mette tutto nelle mani della società: «Ora è importante finire la stagione nel migliore dei modi – ha detto – poi vedremo. Io sono disponibile a valutare l’eventuale offerta del presidente: è lui che decide, io aspetto».
Ma intanto è a -2 dalle 100 presenze con la maglia amaranto, tra campionato e Coppa Italia. «Spero di toccare presto questa cifra e di festeggiare, a fine anno, con la seconda promozione in Serie A. Per me è un onore giocare qui, ma soprattutto far parte della squadra del centenario. Il calo delle ultime partite? È un momento così: dietro prendiamo gol al primo errore, davanti invece non riusciamo a sfruttare le occasioni. Con la Ternana dobbiamo assolutamente reagire. Problemi in attacco? No, problemi di tutta la squadra. Le difese, con il passare delle giornate, prendono sempre più precauzioni. Ed è difficile perforarle. Ma ci sbloccheremo, è questione di tempo. Serve solo un po’ di serenità».

Il libro del centenario. Siligardi ha parlato durante l’incontro, alla Libreria Coop del centro commerciale Fonti del Corallo, sul libro del centenario: “LivornoCento… un secolo di passione amaranto!”, edito dalla Geo Edizioni e scritto da Fabio Discalzi (organizzatore della kermesse al Modigliani Forum), Carlo Fontanelli (scrittore, editore e giornalista) e Paolo Nacarlo (responsabile della comunicazione del Livorno). «Per me è emozionante essere su questo libro – ha aggiunto l’attaccante amaranto – come fu emozionante vedere il mio nome sull’ultima fascia da capitano di Javier Zanetti, con il quale ho avuto la fortuna di giocare nell’Inter. Il Livorno e Zanetti sono due leggende del nostro calcio». Nacarlo ha poi svelato alcuni particolari sull’opera: «Il grande giornalista Gino Bacci ha detto che questa è l’enciclopedia del calcio amaranto. E credo che abbia proprio ragione. All’interno del libro ci sono infatti foto introvabili e storie da non perdere, come l’amichevole vinta con il Real Madrid e i segreti sulla carriera di Mario Magnozzi». Emozionati anche Fontanelli («io non sono nato qui, ma posso dire che il Livorno è un patrimonio nazionale») e Discalzi («avevamo già fatto qualcosa del genere per i 90 anni, ma questo lavoro è più bello e ovviamente più ricco»).

Luci ed Emerson per ripartire. Con Siligardi c’erano anche Andrea Luci ed Emerson, che torneranno domani dopo aver scontato la squalifica a Trapani. E il capitano amaranto ha spiegato la ricetta per uscire dalla crisi: «Il momento non è positivo, non stiamo
giocando bene. Ci serve una vittoria per ripartire e ritrovare fiducia. E speriamo che arrivi presto, perché non manca tantissimo alla fine del campionato». Carico anche il difensore brasiliano: «Dobbiamo accettare le critiche, adesso tocca a noi rispondere sul campo. Vogliamo reagire subito».

FONTE: IlTirreno.Gelocal.it


Siligardi, è dura Cutolo pronto a partire titolare
Luca ha ancora la febbre, difficile il suo impiego Ceccherini torna in difesa, Luci sarà disponibile

di Fabrizio Pucci 30 gennaio 2015
LIVORNO. Freddo pungente e pioggia. Il clima non è amico di chi sta cercando di smaltire l'influenza e sta trascorrendo le sue giornate tra antipiretici e spremute d'agrumi. E' il caso di Luca Siligardi che per il secondo giorno consecutivo è rimasto sotto le coperte per via della febbre...

Siligardi è un caso Lui vuole andar via, nessuno offre soldi
Strane trattative lungo il triangolo Livorno-Bari-Verona Signorelli: «Si metta bene in testa che non lo regaliamo»

di Alessandro Bernini
LIVORNO. Lui (dicono) se ne vuole andare, gli altri (Verona, Bari) lo vogliono, in mezzo c’è il Livorno che si ritrova in casa un tormentone. Il caso-Siligardi torna a colpire.
Accordo col Verona. Ve l’avevamo già anticipato questa estate e lo ribadiamo adesso. Più di una voce (autorevole), garantisce che Luca Siligardi ha già l’accordo con il Verona, contratto triennale che diventerà operativo da luglio. Visto che Siligardi si svincola a giugno, già nei prossimi giorni (da regolamento federale) potrebbe firmare per il Verona, anche se per la verità il suo procuratore Beppe Galli non avrebbe potuto prendere accordi in estate. Ma questa è un’altra storia, tanto in Italia “fatta la legge, trovato l’inganno”. Figuriamoci nel calcio.

Verona e i soldi. Il Livorno è in mezzo al guado, anche per colpa dei dirigenti delle scorse gestioni, colpevoli di aver fatto arrivare Siligardi a scadenza di contratto.
In sostanza: Siligardi vuole andare via, il Verona ha già l’accordo per giugno e (chiaramente) non vuole tirar fuori più di due spiccioli adesso, anche perché Siligardi non sarebbe certo una pedina di quelle fondamentali nello scacchiere di Mandorlini. E se il Verona offre 150-200mila euro, il Livorno risponde picche perché con quei soldi ci prende un attaccante mediocre di Lega Pro.

La chiamata del Bari. Adesso però si sta aprendo un altro fronte. Davide Nicola vuole Siligardi al Bari, sa di poter contare sul gradimento del giocatore e a quanto pare Paparesta avrebbe aperto addirittura una trattativa col Verona. In sostanza “prendete subito Siligardi e giratecelo a noi fino a giugno”.
Perché questo giro? Perché si dice che il Bari abbia grandi idee ma piccolo portafogli. E quindi non abbia soldi per prendere direttamente Siligardi.

«O soldi o resta qui». Come uscire da questa gabbia? «Il discorso è semplice - spiega il ds Elio Signorelli - :non abbiamo svenduto Siligardi in estate e non lo faremo adesso. Lui vuole andare via? Bene, chi lo vuole ci presenti un’offerta adeguata al valore del giocatore. Il nostro ex allenatore Davide Nicola non può pensare di chiederci giocatori gratis. Se Siligardi non è motivato, se ne farà una ragione. Non mettiamo le catene a nessuno, ma il giocatore parte solo se arriva un’offerta adeguata». Tradotto: non meno di 400mila euro.

FONTE: IlTirreno.Gelocal.it


Galli: “Luca ha dato l’ok al Bari ma le due società…”
Il noto agente Fifa, ai microfoni di S&G, non si sbilancia sull'esito della trattativa


Autore: Mario Caprioli - 10 gennaio 2015 - 14:19
Il maxi-scambio, almeno per il momento, non si farà. Trattativa arenatasi per il veto posto da Spinelli che non considera congrua l’offerta dei pugliesi (Sciaudone per il trio Belingheri-Emerson-Siligardi). Nel frattempo Davide Nicola non si è arreso e ha convinto i tre a vestire biancorosso sin da subito.

Ultimo della lista proprio Siligardi, seconda punta che conosce alla perfezione gli schemi del tecnico piemontese. L’agente Fifa Beppe Galli si è espresso così ai nostri microfoni: “Luca ha parlato con Nicola, dandogli il suo ok al trasferimento a Bari. Il ragazzo sarebbe entusiasta di riabbracciare il mister anche se la trattativa sta andando a rilento. Nel caso contrario, resterebbe a Livorno. Sta alle società trovare l’accordo per il bene di entrambe e dei calciatori in questione.”
Mario Caprioli

FONTE: StopAndGoal.net


Siligardi e il Verona: più uno spregio di un’idea convinta

02 gennaio 2015
LIVORNO. Vai col tormentone. Non ne sentivamo il bisogno, ma era scontato. Un po’ come il grande freddo. Apre il mercato ed ecco che si torna a parlare di Siligardi al Verona. Tant’è che al giocatore già da qualche settimana è tornato il mal di pancia.
E qui bisogna aprire una parentesi. Gautieri non ha tenuto in panchina Siligardi sotto richiesta di Spinelli, ma l’ha fatto (giusto o sbagliato, decidete voi) perché non l’ha visto concentrato. Con tutto il bene che vogliamo ai giocatori che indossano la maglia amaranto, restiamo dell’idea che sia meglio Siligardi deconcentrato di un Jelenic concentrato, ma questa è un’altra storia.

Tornando a bomba. Il Verona è di nuovo lì che parla nell’orecchio del procuratore di Siligardi. Come ha fatto per buona parte dell’estate. Visto che il giocatore è in scadenza, può offrire un contratto discreto, più che altro però offre la chance di giocare (giocare? mah...) in serie A. Da diverse parti arrivano però conferme che questo pressing sia figlio dello screzio estivo tra Livorno e Verona in occasione della cessione di Paulinho.
Il Verona in sostanza “l’avrebbe giurata” al Livorno, e questo nuovo assalto a Siligardi sarebbe più uno spregio che un’idea convinta. Ripetiamo: questo è quanto circola su radiomercato, dove tra tanti voci c’è anche qualche verità.
Naturalmente

il Verona offrirà spiccioli (100mila euro) per avere il giocatore subito, e con quei soldi il Livorno non ci potrebbe comprare neanche un mediocre giocatore di Lega Pro. Restiamo dell’idea che cedere Siligardi abbia poco senso. Se qualcuno ha il mal di pancia, gli passerà. (al.ber.)

FONTE: IlTirreno.Gelocal.it


mercoledì, dicembre 31st, 2014 | Posted by Giovanni Remigare
Livorno, le pagelle del girone d’andata di Serie B
LIVORNO PAGELLE SERIE B - [...]

Luca Siligardi 7: Il talento puro di questo ragazzo lo mette in vetrina tra i più forti giocatori di serie B. Determinante e decisivo. Minuti giocati: 1008 (5 gol fatti, 5 assist)

[...]

FONTE: SerieBNews.com


SERIE A
Verona, accordo con Siligardi: il Livorno può anticipare l'addio a gennaio
31.12.2014 23.40 di Antonio Gaito Twitter: @antonio_gaito
A gennaio Luca Siligardi potrebbe tornare in serie A. Il giocatore è in scadenza di contratto con il Livorno, ma da tempo - riporta sul suo sito l'esperto di mercato di Sportitalia Alfredo Pedullà - c'è l'accordo col Verona: la palla passa al presidente del Livorno Spinelli che potrebbe tenerlo per poi perderlo a giugno a zero oppure anticipare l'addio evitando lo svincolo.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


sabato, dicembre 13th, 2014 | Posted by Giovanni Remigare
Livorno-Catania 4-2, le pagelle del match
SERIE B LIVORNO CATANIA PAGELLE – Ecco le pagelle, a cura di SerieBnews.com di Livorno-Catania:
LIVORNO-CATANIA 4-2

MARCATORI: 8′ Jelenic, 36′ Chrapek, 57′ Calaiò su rigore, 77′ Jefferson, 79′ Galabinov, 88′ Siligardi
LIVORNO (4-3-3): Mazzoni 6; Maicon 6,5, Gonnelli 5,5, Bernardini 6,5, Gemiti 5,5; Moscati 6, Biagianti 6, Luci 5,5 (dal 59′ Galabinov 7), Cutolo 6 (dal 64′ Siligardi 7), Vantaggiato 6,5, Jelenic 6,5 (dal 76′ Jefferson 6,5). A disposizione: 22 Cipriani, 6 Ricci, 28 Djokovic, 14 Mosquera, 37 Macera, 7 Belingheri, 9 Surraco. All. Gautieri 6,5

Il Migliore: Siligardi 7 – Classe cristallina per il giovane scuola Inter che oltre ad una buona prestazione, ha il merito di chiudere il match per il 4-2 finale!

Il Peggiore: Gonnelli 5,5 – Non ha giocato male, ma è stato sicuramente quello che, nel reparto difensivo, ha sofferto maggiormente gli attacchi etnei.

CATANIA (5-3-2): Frison 5, Escalante 5, Sauro 5,5, Spolli 5 , Capuano sv (dal 30′ Parisi 5,5), Martinho 6 (dal 45’+2′ Jankovic 5,5), Rosina 5 (dal 61′ Garufi 5,5), Odjer 6, Chrapek 6, Calaiò 5,5, Çani 5,5. A disposizione: 22 Terracciano, 12 Ficara, 40 Berezny, 33 Ramos, 25 Piermarteri, 7 Marcelinho. All. Sannino 6

Il Migliore: Chrapek 6 – Sufficienza raggiunta non solo per il gol, ma anche per la prova di sostanza.

Il Peggiore: Spolli 5 – A volte sembra essere fuori forma, in ritardo su alcune chiusure difensive. Dalla sua esperienza non ci si aspettano certi errori.
ARBITRO: Di Paolo di Avezzano 5,5

FONTE: SerieBNews.com


CALCIOMERCATO
ESCLUSIVA TB - Simone Seghedoni (ag. Siligardi): "Luca sta bene a Livorno, è cresciuto molto e vuole la promozione"
04.12.2014 12:00 di Christian Pravatà Twitter: @Christianpravat
Uno dei punti fermi del Livorno di Gautieri è Luca Siligardi, autore di una prima parte di stagione positiva per la squadra toscana con 4 gol realizzati finora. Accostato in estate al Verona, la squadra amaranto ha invece deciso di tenere il giocatore e la fiducia nel giovane la sta ripagando.

Ai microfoni di Tuttob.com ha parlato in esclusiva Simone Seghedoni, agente del calciatore: “Sono molto contento per Luca. Giocare a scadenza di contratto non è mai facile ma Siligardi ha dimostrato grande professionalità e sta crescendo molto come prestazioni, lavorando duramente ogni giorno in allenamento.

Per il suo futuro staremo a vedere cosa succederà, ma credo che a questo punto Luca potrebbe rimanere fino a giugno, visto che il Livorno è in piena corsa per la promozione. La società ha voluto puntare su di lui e ha fatto di tutto per tenerlo, Siligardi sta bene a Livorno, sta facendo benissimo ed è concentrato su questo obiettivo della squadra toscana”.

FONTE: TuttoB.com


SERIE A
ATAHOTEL EXECUTIVE - Verona, summit in corso per Siligardi
01.09.2014 21.15 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Fonte: Raffaella Bon
Proprio in questi minuti è in corso la riunione per il trasferimento di Luca Siligardi all'Hellas Verona. Classe '88, l'attaccante di Correggio veste la maglia del Livorno dal 2011.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


domenica 24 agosto 2014
Verona, per Siligardi bisogna alzare l'offerta
Gli scaligeri, oltre a Nico Lopez dell'Udinese, seguono anche l'attaccante del Livorno ma Spinelli è un presidente duro da convincere

VERONA - Il Verona è alla ricerca di un attaccante. Due sono gli obiettivi degli scaligeri: Nico Lopez e Siligardi del Livorno. Due giocatori dalle caratteristiche tecnico-tattiche simili che si integrerebbero alla perfezione con Luca Toni. L'Udinese per l'uruguaiano non fa sconti mentre per convincere il club toscano a lasciar partire la punta, desideroso di tornare a misurarsi con la Serie A, l'Hellas deve alzare l'offerta economica perchè Spinelli è un osso duro.

FONTE: TuttoSport.com


Domenica 03 agosto 2014
Calciomercato Livorno, tengono banco Siligardi e Galabinov
Il futuro dei due amaranto è ancora incerto. Spinelli prende tempo, ma non manca molto alla fine del mercato

© Getty Images

LIVORNO - In casa Livorno occhi puntati su Luca Siligardi (26) e Andrej Galabinov (25). I due attaccanti sono in scadenza nel giugno 2015 e dovrebbero essere tra i punti forti per tentare il ritorno in serie A. Spinelli però aspetta di capire cosa accade e per il momento ancora non chiude, mentre Gautieri in panchina teme di perderli quando non sarà più possibile sostituirli. Tra poco inizia la stagione e la sensazione è che se la società farà un piccolo sforzo trovare un'intesa non sarà così difficile.

FONTE: CorriereDelloSport.it


POSTED ON 28 OTTOBRE 2013 BY SAMUELE MESSERINI
Bestemmia in Bologna – Livorno, squalificato Luca Siligardi
Il Giudice Sportivo, ricevuta dal Procuratore federale rituale e tempestiva segnalazione (fax delle ore 12.26 odierne) ex art. 35 1.3) CGS circa la condotta tenuta al 31° del secondo tempo dal calciatore Luca Siligardi (soc. Livorno), consistente nella pronuncia di un’espressione blasfema; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive (Infront – Sky), di piena garanzia tecnica e documentale; osserva: le immagini televisive documentano che, nelle circostanze indicate, il calciatore Siligardi, dopo aver effettuato un tiro verso la porta avversaria mancando per poco il “bersaglio”, recriminando con se stesso proferiva, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, un’espressione blasfema. Ne consegue ex artt. 35 e 19 CGS l’ammissibilità della prova televisiva e la sanzionabilità di tale comportamento. P.Q.M. delibera di infliggere al calciatore Siligardi Luca (soc. Livorno) la sanzione della squalifica per una giornata effettiva di gara in merito alla segnalazione del Procuratore federale.

FONTE: CalcioToscano.it


Siligardi: "Peccato per il ko. Ma con questo gol sono uscito dal tunnel"
Gioia a metà per il fantasista che ha segnato il provvisorio 1-1: "Sì, il pareggio sarebbe stato più giusto. Però solno contento di aver segnato, è la fine di un incubo"

Livorno, 20 ottobre 2013 - La sconfitta in casa con la Samp brucia, in casa amaranto. Non ci voleva, certo, come tutte le sconfitte. Ma stavolta non ci voleva anche perché è arrivata dopo che Luca Siligardi aveva ritrovato la via del gol, il suo primo centro in Serie A, dopo il lungo infortunio.
La 'freccia emiliana' avrebbe voluto festeggiare con un risultato diverso, chiaramente. Le sensazioni in lui si confondono, tra felicità per la rete del temporaneo 1-1 e l’amarezza del terzo passo falso consecutivo.

"Desidero interpretare questo gol come una sorta di luce in fondo al tunnel — ha detto Siligardi a fine gara —. Sono entrato bene in partita, anche a livello psicologico. Voglio dedicare la rete alla mia fidanzata Giulia e a tutti coloro che mi sono stati vicini durante il mio recupero".
"La sconfitta non è certo il risultato giusto — ha proseguito Siligardi —, penso che l’ideale, per quanto visto sul campo, sarebbe stato almeno un pareggio. Sono entrato per dare una mano alla squadra, poi è arrivato anche questo gol e sono molto contento. Purtroppo però nel calcio, specialmente in serie A, delle piccole distrazioni possano costare molto care".

Sul futuro l’ex giocatore del Bologna non ha dubbi, tra progetti e ambizioni. "Spero che questa giornata possa rappresentare per me l’inizio di una buona stagione — ha spiegato Siligardi —. Vorrei essere protagonista e il gol fatto alla Sampdoria mi dà molta fiducia. Sono felice di aver segnato per la prima volta davanti a questo pubblico e nel nostro stadio, ma anche rammaricato perché questo ko arriva nell’ambito di alcune partite che per noi sono molto importanti. Speriamo nei prossimi impegni di poter conquistare qualche punto in più".
pa.bi.

FONTE: LaNazione.it


Fantacalcio 2013 consigli, segnatevi questo nome: Luca Siligardi
Continuiamo la nostra carrellata tra i potenziali talenti della prossima serie A. Oggi ci spostiamo a Livorno.


Di Mirko Cafaro venerdì 22 marzo 2013
Un brutto infortunio (lesione del legamento crociato del ginocchio destro) ha interrotto sul più bello la sua grandissima stagione. I compagni del Livorno, però, sono vicini a completare l'operazione-promozione a cui ha fortemente contribuito sino a fine febbraio. Stiamo parlando di Luca Siligardi, esterno offensivo classe '88, cresciuto nelle giovanili dell'Inter, ma esploso in Toscana dopo una lunga gavetta. Tredici gol in 22 presenze e la palma di miglior realizzatore del gruppo di Nicola.

Mancino naturale, ottima tecnica, rapido, bravo in dribbling, nasce esterno di fascia, ma ha trovato la consacrazione da seconda punta. Può fare l'attaccante esterno in un tridente, o il trequartista largo in caso di 4-2-3-1. L'infortunio potrebbe frenarne l'avvio nel prossimo campionato, ma è un giocatore da tenere d'occhio, soprattutto se nelle prossime liste fosse inserito a centrocampo.

Potenzialmente prolifico quanto il Lamela di quest'anno, ma per il primo campionato da protagonista sarebbe importante se riuscisse a ripercorrere le orme di un altro prodotto della B che quest'anno ha trovato consacrazione: Jack Bonaventura.

PRESENZE E GOL
2007-2008 Inter 0 presenze
2008-gen.2009 Bari (B) 5 presenze
gen.-giu. 2009 Piacenza (B) 3 presenze e 1 gol
2009-2010 Triestina (B) 22 presenze e 4 gol
2010-2011 Bologna 12 presenze
2011-2012 Livorno (B) 21 presenze e 3 gol
2012-2013 Livorno (B) 22 presenze e 13 gol

COMPILATION GOL

FONTE: FantaMania.BlogoSfere.it


24/06/2011 - ore 20:05
Alle buste per Viviano ed Ekdal
[...]

Il Bologna ha inoltre esercitato il diritto di opzione sull'acquisto di Luca Siligardi, per il quale l'Inter ha esercitato il diritto di contropzione.

[...]

FONTE: BolognaFC.it


Serena e Agnese ritrovate a Roma
Esulta il fidanzato Luca Siligardi

La gioia del calciatore rossoblù alla notizia del ritrovamento delle due 16enni ritrovata a Roma. Siligardi ha un flirt con Agnese e confessa che la ragazza non gli aveva mai parlato di voler andarsene di casa
Reggio Emilia, 21 gennaio 2011 - SOLO UNA MESSINSCENA, una ragazzata. Non hanno subito alcuna violenza le due sedicenni di Correggio, in provincia di Reggio Emilia, scomparse lunedi' scorso e ritrovate intorno alle 23 di giovedì sera a Roma nel quartiere Centocelle da un anziano e dal figlio quarantenne.

[...]

IL FIDANZATO CALCIATORE. «Finalmente il magnifico regalo che tanto desideravo per il mio compleanno. Sono al settimo cielo». Le 23 di ieri. Luca Siligardi ha appena saputo dalla madre di Agnese che le ragazze sono state trovate a Roma. Luca Siligardi, apprezzato calciatore del Bologna, è di Campagnola. Da due mesi frequenta Agnese Lasagni. Ha passato quattro giorni da incubo, Luca. Chiedendosi dove Agnese potesse essere finita, cosa le potesse essere successo, in che mani potesse essere finita. Ieri sera sul cellulare del ragazzo è arrivata la chiamata dei genitori: è stata la liberazione, per lui. «Non capisco perchè Agnese sia andata via, non lo so ma non importa - ha detto il giocatore - L’importante è che l’abbiano trovata. Le parlerò prima possibile». Lunedì il forte attaccante dell’Inter in forza al Bologna era stato subito informato della scomparsa di Agnese con la sua amica. In breve era stato sentito dai carabinieri di Correggio: la sua testimonianza poteva essere utile. Luca in teoria poteva fornire indizi decisivi per rintracciarla. Ma non era così: anche lui era stato colto di sorpresa, mai la sua ragazza gli aveva espresso l’intenzione di abbandonare la famiglia. Luca non dimenticherà soprattutto la serata di martedì: in tribuna al San Paolo, mentre la sua squadra giocava gli ottavi di finale di Coppa Italia col Napoli.

FONTE: IlRestoDelCarlino.it


Siligardi, futuro nerazzurro: dalla Dorando Pietri all'Inter
CARPI.
L'attaccante Luca Siligardi, 18 anni, dalla prossima stagione giocherà con la Primavera dell'Inter. «Per noi - dice il dg Rossi - è una grande soddisfazione, perchè su Siligardi c'erano Empoli, Chievo e Ascoli. E' un ragazzo in cui abbiamo creduto in estate, quando è rientrato dal Parma, e che ha fatto un ottimo campionato di Eccellenza». La società, che ha comunicato la conferma di mister Battaglioli per la prossima stagione, ha dichiarato di poter andare avanti senza problemi. Mai dubitato. (map)
15 aprile 2006

FONTE: RicercaGelocal.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Daniele VERDE commenta la doppietta contro l'AVELLINO

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery