Le schede di B/=\S: Artur IONITA

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 10 settembre 2014 19:44, vedi , , , , , , , , | Nessun commento

Artur Ionita
Nato a/il:Chișinău (Moldavia) il 17/08/1990
Nazionalità:Moldava
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2017
Ruolo:Centrocampista
Altezza:185 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2015 - 2016A31 (+1CI)4 (+0) 
Hellas Verona2014 - 2015A18 (+1CI)2 (+0) 
Aarau2013 - 2014CL34 (+3CS)6 (+0) 
Aarau2012 - 2013CL35 (+3CS)5 (+1) 
Aarau2011 - 2012CL27 (+2PO +2CS)2 (+0 +1) 
Aarau2010 - 2011CL25 (+2CS)1 (+0) 
Aarau2009 - 2010SL8 (+1CS)1 (+0) 
Iskra-Stal2007 - 2009DN4210 
Giovanili Zimbru ChișinăuFino a Gen. 2007--- 
LEGENDA: DN=Divizia Națională (Serie A Moldava), SL=Super League (Serie A Svizzera), CL=Challenge League (Serie B Svizzera), CS=Coppa Svizzera, PO=Playoff-Playout, CI=Coppa Italia

Artur Ionita compilationArtur Ionita (Aarau)Artur Ionita (all goals for Aarau)

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 10 Settembre 2014
...Fra i primi centrocampisti aggregati al nuovo VERONA Artur è stato 'inquadrato' come cambio di HALLFREDSSON e, anche se dovrà fare ancora molta strada per avvicinarsi all'islandese, la giovane età (24 anni) ed il carattere tutto incentrato sul progressivo miglioramento, giocano certamente a suo favore.
Per lui non si prospetta una stagione ricca di presenze (a meno di catastrofi al momento non preventivabili) ma di apprendimento del calcio italiano e di quanto gli schemi di MANDORLINI richiedono.
Senza infamia e senza lode le gare precampionato che l'hanno visto fra i protagonisti ma se arrivato in prova è stato poi tenuto e aggregato alla squadra per la nuova stagione qualcosa vorrà pur dire...

GIOVANILI ED ESORDIO CON GOL NELLO ZIMBRU, BIENNIO ALL'ISKRA-STAL POI LA SVIZZERA
Dopo essere cresciuto nelle giovanili dello ZIMBRU CHIȘINĂU, nella squadra della sua città natale in Moldavia, IONIȚĂ viene buttato nella mischia 'con i grandi' non ancora 17enne il 6 Agosto 2007 e, poco più di un quarto d'ora dopo il suo esordio nella Divizia Națională, va pure in gol!
Altre due presenze poi a Gennaio lo chiama l'ISKRA-STAL (squadra promossa da un paio di stagioni in massima serie ma in piena ascesa in quel momento nel campionato moldavo) che crede fortemente in lui e gli fa fare quasi tutta la seconda parte della stagione da titolare.
Nel 2008-2009 il centrocampista diventa praticamente inamovibile con i blu-giallo moldavi: 27 presenze e 7 gol che trascinano i suoi al terzo posto in classifica e alla qualificazione per la successiva Europa League che Artur non fa in tempo a provare trasferendosi all'AARAU nella seconda divisione svizzera con un triennale e con gli svizzeri è promosso in Swiss Super League dopo la conquista del campionato cadetto 2012-13.

IL PRESENTE È VERONA
Alla scadenza naturale del contratto con gli svizzeri, il diesse SOGLIANO intravede in lui un possibile affare qualità/prezzo per un calciatore con ampi margini di miglioramento sconosciuto ai più e, dopo una corte cominciata probabilmente nello scorso autunno (e terminata a metà Febbraio di quest'anno con l'annuncio ufficiale), lo porta a Verona a parametro zero facendogli firmare un triennale...

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]



ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Artur Ioniță
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Artur Ioniță (Chișinău, 17 agosto 1990) è un calciatore moldavo, centrocampista dell'Hellas Verona e della Nazionale moldava.

Carriera
- Club
Cresciuto nelle giovanili dello Zimbru, nella stagione 2007-2008 gioca una partita in divizia A nella seconda squadra ed esordisce in Divizia Națională il 6 agosto 2007 nell'incontro contro la Dinamo Bender subentrando al 57' al posto di Andrei Cojocari e segnando il suo primo gol nel massimo campionato 17 minuti dopo. Dopo 3 presenze, nella sessione invernale del calciomercato passa all'Iskra-Stal dove colleziona ulteriori 12 presenze (tutte da titolare) segnando tre gol (1 su rigore). La stagione successiva gioca 27 partite segnando 7 gol (tra i quali una doppietta) prima di passare nella seconda divisione svizzera con un contratto di tre anni all'FC Aarau.

- L'arrivo in Italia: Hellas Verona
Il 12 febbraio 2014 l'Hellas Verona ha comunicato di aver acquistato le sue prestazioni a parametro zero a partire dal 1º luglio 2014. Il 21 settembre 2014 segna il gol decisivo nella sfida in trasferta contro il Torino, diventando così il primo giocatore di nazionalità moldava in assoluto a segnare in Serie A.

- Nazionale
Esordisce nella Nazionale di calcio della Moldavia il 28 marzo 2009 contro la Nazionale svizzera in un match valido per le qualificazioni al mondiali di calcio 2010, successivamente debutta in Nazionale di calcio under-21 della Moldavia il 1º settembre 2009 nella gara contro il Portogallo, indossando la fascia di capitano. Il 10 settembre 2012 ha disputato la partita di qualificazione agli Europei Under-21 che la sua squadra ha pareggiato per 2-2 in trasferta contro Russia.

Palmarès
- Club
Challenge League: 1 Aarau: 2012-2013


Artur Ioniță
From Wikipedia, the free encyclopedia
Artur Ioniță (born 17 August 1990) is a Moldovan international footballer. He usually plays as a left winger.

Career
Artur Ioniță made his profesional debut at Moldovan club form Divizia Națională, Zimbru Chișinău in 2007. Between 2008-2009 he played at FC Iskra-Stal Rîbniţa. Since 2009 to 2014 he played for Swiss team FC Aarau, which whom he promoted from second league to Swiss Super League.

International career
Artur Ioniță played for Moldova 12 matches and scored 2 goals. He made his first appearance for Moldova in 2009, in the 2010 FIFA World Cup qualification match against Switzerland. Moldova lost the match 0–2. He scored his first international goal in a 5-2 win in Podgorica and then scored again in a 1-1 draw at home to Lithuania.
Between 2009 and 2012 Ioniță played also at Moldova U-21 team.

Honours
FC Aarau
Swiss Challenge League : 2012-13
Runner-Up : 2011-12

Iskra-Stal
Moldovan National Division: Runner-Up : 2009-10

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-18 +   -   =
Ionita: «Vogliamo regalare subito la prima vittoria ai tifosi»
Il centrocampista moldavo del Cagliari Artur Ionita ha parlato al Corriere dello Sport in vista dell’inizio della stagione 2017/18

Da Roberto Carta - 10 agosto 2017
Artur Ionita è pronto a prendersi il centrocampo del Cagliari. Il giocatore moldavo, arrivato la scorsa estate dall’Hellas Verona, può considerarsi di fatto un nuovo acquisto per Rastelli. Nella stagione passata, infatti, un infortunio lo costrinse a restare fuori per quasi tutto il campionato già dalla terza giornata. Il ritorno in campo nel finale è stato positivo, con una doppietta segnata a Palermo. Ora si rimetterà in gioco dall’inizio: «Non vedo l’ora di cominciare – ha dichiarato Ionita a Il Correre dello Sport – Riparto dalla voglia di lavorare e dal grande aiuto che mi hanno dato non solo i medici ma anche tutto lo staff. Mi manca ancora un po’ il ritmo partita, ma lo si acquisisce solo giocando più gare possibili».

OBIETTIVI – «La squadra è molto simile a quella dell’anno scorso e per questo non possiamo che puntare a migliorarci. Non vedo l’ora di giocare alla Sardegna Arena. Il pubblico sarà più vicino e speriamo possa essere felice e sorridente grazie alle nostre prestazioni. Cercheremo di regalare subito la prima vittoria. Dico ai nostri tifosi di non perdere tempo e di andare velocemente a comprare l’abbonamento perché sono sicuro che non li deluderemo in campo».

FONTE: CagliariNews24.com


EX GIALLOBLÙ
Ionita: "Rientrare non è stato facile, ma non ho mai mollato"
20.07.2017 08:15 di Anna Vuerich
Fonte: www.cagliaricalcio.com
Ionita: "Rientrare non è stato facile, ma non ho mai mollato"
L'ex gialloblù Artur Ionita, attualmente giocatore del Cagliari, ha parlato ieri in conferenza stampa delle sue condizioni fisiche dopo la frattura al perone che l'ha tenuto lontano dal campo di gioco per lungo tempo e dopo l'ulteriore intervento a giugno:
"Rientrare non è stato facile, ma non ho mai mollato. Ho ripreso a giocare nella seconda parte di campionato e in ritiro ho cominciato un programma di lavoro personalizzato. Con la squadra mi alleno da cinque/sei giorni e piano piano sto recuperando.
Per quanto riguarda la squadra, i nuovi arrivati si sono inseriti bene: sono soddisfatto dicome stiamo lavorando".

FONTE: TuttoHellasVerona.it


STAGIONE 2016-17 +   -   =
Ionita: «Inizio di stagione difficile. Rastelli mi ha dato fiducia»
Il centrocampista del Cagliari Artur Ionita, intervistato dai media moldavi, ha parlato della sua prima stagione in rossoblù

Da Roberto Carta - 11 giugno 2017
© foto www.cagliarinews24.com

La prima stagione di Artur Ionita in rossoblù può dirsi ben più che positiva. Anzi, la mezza stagione, visto che a causa dell’infortunio al perone arrivato alla terza giornata di campionato, è dovuto restare quattro mesi lontano dai campi di Serie A. Al ritorno però ha dimostrato di quanto può essere importante e sarà importante per il Cagliari e perché, con 4,5 milioni di euro sborsati dal club la scorsa estate all’Hellas Verona, è diventato il giocatore più costoso del calcio moldavo. Proprio in Moldavia, al portale locale publika.md, Ionita ha rilasciato un’intervista in cui ha commentato la sua prima stagione in rossoblù e del suo rapporto con l’allenatore Massimo Rastelli: «Per me l’inizio di stagione è stato difficile. Sono stato quattro mesi fuori dal campo ed è stato molto doloroso. Ma come sono tornato ho trovato spazio in ogni partita. L’anno prossimo giocherò ancora con il Cagliari. E’ stata una decisione presa solo da me. Non ho sbagliato nulla. L’allenatore mi ha dato fiducia e questo è importante per un calciatore. Cercherò di non deludere e di dare tutto me stesso per ripagare questa fiducia»

I pagelloni del Cagliari 2016/17: Ionita
Da Roberto Carta - 6 giugno 2017
© foto www.cagliarinews24.com

Il brutto infortunio al perone rimediato già alla terza giornata non ha impedito ad Artur Ionita di mettersi in mostra nel Cagliari di questa stagione

Durante la scorsa sessione di calciomercato estivo in Sardegna sono arrivati nomi importanti del calibro di Bruno Alves, Isla, Padoin e Borriello. Sarà per questo che l’acquisto di Artur Ionita è passato in secondo piano. In realtà il vero colpo è stato proprio lui, centrocampista moldavo classe 1990, arrivato dall’Hellas Verona appena retrocesso. Sono bastate poche partite per mettersi in mostra e capire quanto fosse fondamentale il suo apporto nella squadra allenata da Massimo Rastelli. Anche e soprattutto per questo il brutto infortunio al perone, rimediato alla terza giornata di campionato, ha rovinato i piani del tecnico. La stagione, o meglio la mezza stagione di Ionita è stata comunque più che positiva. Al ritorno in campo ci ha messo poco a riprendersi la maglia da titolare e mostrare a tutti quanto sarebbe servito uno così per tutto il girone d’andata. Quantità, qualità e duttilità. Sì, perché oltre alla mezzala, ruolo in cui ha sempre brillato, il moldavo ha ricoperto il ruolo di trequartista, sfruttando i suoi ottimi inserimenti, ma anche capacità tecniche e balistiche da non sottovalutare. A Palermo sono arrivati i suoi primi gol rossoblù, in una partita fondamentale in chiave salvezza, vinta dal Cagliari per 3-1. La terza rete della sua stagione, invece, è stata inutile, nel disastroso 6-2 sul campo del Sassuolo. Ma la prima (mezza) stagione di Ionita in rossoblù è da incorniciare.

VOTO: 7,5

FONTE: CagliariNews24.com


07-04-2017
Ionita si prende il Cagliari
Dopo il brutto infortunio subito a inizio stagione, Ionita è di nuovo pronto a prendersi il Cagliari.

RICCARDO MATERE
CagliariCalcio.com

Artur Ionita, dopo varie difficoltà, si sta prendendo il Cagliari. E' arrivato dall'Hellas Verona e sapeva che la concorrenza di Di Gennaro, Padoin, Joao Pedro, Barella e altri sarebbe stata dura. Ma il moldavo è riuscito ad imporsi giocando sia come regista che come mezzala. Poi quel brutto infortunio al polpaccio, che lo ha tenuto fuori fino a febbraio, e poi il nuovo modulo. Perchè fare a meno di Di Gennaro, Dessena, Padoin e Tachtsidis è dura per il Cagliari. Ionita è però riuscito ad imporsi come trequartista alle spalle di Borriello, con Joao Pedro al suo fianco.

Dal suo rientro ha giocato sempre 90 minuti, ad eccezione di Atalanta - Cagliari (giocando gli ultimi 7 minuti), Cagliari - Juventus (giocando l'ultima mezz'ora) e Fiorentina - Cagliari (giocando comunque per 85 minuti). Nelle restanti 5 partite ha fatto minutaggio pieno con ottime prestazioni. L'ultima col Palermo in cui ha deciso la partita con due gol nel 3-1 in terra sicula.

Rastelli ora continua a farlo giocare insieme a Joao Pedro dietro a Borriello (nonostante la concorrenza di Sau e Farias) e nel frattempo se lo coccola un po'. Perchè l'anno prossimo dovrà essere davvero importante, per la ricerca della salvezza cagliaritana.

FONTE: Vavel.com


EX VERONA
Ex Verona, doppietta di Ionita con il Cagliari
Il centrocampista moldavo, rimasto fuori per quattro mesi a causa di un brutto infortunio, ha segnato due gol a Palermo, decisivi per la vittoria dei sardi. Il match è terminato 3-1

di Redazione Hellas1903, 02/04/2017, 17:05

Artur Ionita, all’Hellas dall’estate 2014 allo scorso giugno, ha segnato le sue prime due reti in campionato con la maglia del Cagliari. Il centrocampista moldavo è tornato in campo solo all’inizio di febbraio dopo un infortunio che lo ha tenuto ai box per circa quattro mesi.
Lo scorso 11 settembre infatti, in occasione della trasferta di Bologna, valida per la terza giornata di campionato, Ionita, sul finire del match, aveva rimediato una frattura scomposta del perone. Poco più di un mese fa, invece, il calciatore ha giocato a “Marassi” contro la Sampdoria la sua prima partita da titolare dopo il lungo stop.
Oggi è arrivata anche una doppietta che ha regalato tre punti fondamentali alla squadra di Rastelli.

FONTE: Hellas1903.it


Ionita convocato dalla Moldavia
Di Marco Guerra - 13 marzo 2017
Il centrocampista del Cagliari Artur Ionita torna in Nazionale: convocato in vista delle gare contro Austria e Turchia

Artur Ionita è pronto a vestire di nuovo la maglia della sua Moldavia. Arrivato in estate dall’Hellas Verona, il centrocampista classe ’90 è tornato in campo solo a febbraio, a cinque mesi dal terribile infortunio di Bologna. Costretto a saltare tre gare di qualificazione a Russia 2018, il rossoblù è stato convocato dal commissario tecnico Igor Dobrovolski in vista degli impegni contro Austria e Turchia. La prima partita si disputerà a Vienna venerdì 24 marzo. Ultima forza del “Gruppo D” di qualificazione ai prossimi Mondiali, la Moldavia ha l’occasione di raggiungere in classifica proprio gli austriaci. Il secondo appuntamento contro la Turchia, in programma lunedì 27 a Eskişehir, è invece un test amichevole.

Cagliari, Ionita: «Felice di essere tornato in campo»
Di Marco Guerra - 23 febbraio 2017
Di nuovo a disposizione di Rastelli dopo cinque mesi di stop, Artur Ionita ha parlato ai microfoni di Radiolina

Ospite de “Il Cagliari in diretta” su Radiolina, Artur Ionita ha parlato del suo rientro in campo dal primo minuto contro la Samp, proiettandosi al prossimo impegno di Crotone: «Sono felice di essere tornato in campo, sto lavorando per recuperare la condizione. La trasferta di Crotone? Siamo molto carichi, andiamo in Calabria per vincere. Affronteremo un avversario che finora ha fatto molto bene allo Scida, ma se giochiamo come domenica scorsa possiamo fare risultato. L’infortunio col Bologna? Ho rivisto tante volte le immagini, ma non sono riuscito ancora a capire cosa sia successo».

IL RUOLO DI IONITA – Mezzala destra o sinistra, ma il centrocampista moldavo ha giocato spesso in altri ruoli: «Mi piace attaccare e fare gol, ma non dimentico mai la fase difensiva. In Svizzera ho iniziato come regista, poi ho giocato mezzala. L’anno scorso con Delneri ho fatto di tutto: trequartista, ala sinistra, ala destra. Se dovessi scegliere giocherei mezzala destra».

L’ARRIVO IN SARDEGNA – Ionita è stato uno dei colpi estivi del ds Capozucca, che ha prelevato il 26enne dall’Hellas Verona: «Sono molto felice di essere arrivato a Cagliari. Credo sia difficile trovare qualcuno che non sta bene in Sardegna. Prima di vestire il rossoblù conoscevo già l’isola, sono stato per due anni di fila in Sardegna d’estate. Quando mi ha chiamato il mio procuratore prospettandomi la possibilità di venire qui non ho esitato ad accettare».

Le parole del rossoblù Artur Ionita nel prepartita di Sampdoria-Cagliari
Ionita: «Cagliari, giochiamo compatti e aggressivi»
Di Marco Guerra - 19 febbraio 2017
© foto CagliariNews24.com

Prima da titolare al rientro dall’infortunio per Artur Ionita. Il centrocampista moldavo, subentrato a gara in corso a Bergamo contro l’Atalanta e al Sant’Elia contro la Juventus, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport a pochi minuti dall’inizio di Sampdoria–Cagliari. «Dobbiamo fare quello che abbiamo preparato in settimana. Il mister ci ha chiesto di stare compatti in difesa ed essere aggressivi davanti. Giocando con questo atteggiamento potremo fare bene», le parole del 26enne ex Hellas Verona. Infortunatosi a Bologna, alla terza giornata del girone d’andata, il centrocampista torna a disposizione di Rastelli a cinque mesi dallo stop.

FONTE: CagliariNews24.com


Cagliari, Ionita verso il rientro: il moldavo a lavoro sul campo
Rientro Ionita | L’ex Verona lavora per rientrare quanto prima dopo una lunga assenza per infortunio

Autore: Francesco Maria Romano - 31 dicembre 2016 - 18:30
Artur Ionita (fonte foto: @CagliariCalcio/Twitter.com)

Fermo praticamente da inizio stagione per un grave infortunio, Artur Ionita prosegue il proprio percorso di riabilitazione; il centrocampista moldavo, infatti, come testimoniato da un video pubblicato dalla pagina Facebook ufficiale del Cagliari, si è allenato in campo.

L’ex mediano dell’Hellas Verona è out da settembre a causa di una frattura del perone, il rientro si avvicina ma non dovrebbe concretizzarsi prima di febbraio prossimo. Il recupero di Ionita sarà importante per la seconda parte di stagione dei sardi, proiettati verso una tranquilla salvezza.

FONTE: StopAndGoal.net


Infortunio Ionita, operazione riuscita perfettamente
martedì, 13th settembre, 2016
Ionita ©Getty Images

Artur Ionita, centrocampista del Cagliari, è stato sottoposto all’intervento chirurgico per ridurre la frattura al Perone rimediata contro il Bologna.

Cagliari, riuscita l’operazione per Ionita
Tommaso Giulini, presidente del Cagliari, ha voluto direttamente parlare attraverso il proprio profilo Twitter dell’operazione alla quale è stato sottoposto il centrocampista dei sardi Artur Ionita; l’ex Hellas Verona nella gara di domenica, contro il Bologna, aveva riportato la frattura del perone e l’intervento chirurgico è perfettamente riuscito.

FONTE: CalcioMercatoWeb.it


NEWS
Ex Verona, Ionita fuori quattro mesi
Lungo stop per il centrocampista del Cagliari dopo la frattura al perone

di Redazione Hellas1903, 13/09/2016, 08:13

La frattura al perone subita nella gara di Bologna con il Cagliari imporrà un lungo stop ad Artur Ionita.
Il centrocampista resterà fuori per quattro mesi.
Ionita, in rossoblù, era fin dall’inizio della stagione diventato un perno della squadra allenata da Massimo Rastelli. Il Verona, che lo prelevò nel 2014 a parametro zero dall’Aarau, per la sua cessione al club sardo ha incassato 4.5 milioni di euro nell’ultima sessione di mercato.

FONTE: Hellas1903.it


ALTRE NOTIZIE
Romulo vicino a Ionita: "Questi mesi passeranno in fretta"
12.09.2016 15.34 di Tommaso Maschio
Il centrocampista dell'Hellas Verona Romulo ha voluto esprimere vicinanza al centrocampista del Cagliari Artur Ionita, suo compagno in gialloblù, dopo la frattura del perone rimediata ieri nella sfida contro il Bologna: "Forza amico mio, sei un guerriero e tornerai molto più forte di prima!!!! Questi mesi passeranno in fretta!!!! - si legge in un post sui social - So cosa significa stare fuori a lungo, non é facile, ma poi torniamo più forti come professionisti ma soprattutto come uomini!!!".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Vita da ex: Brutto infortunio per Ionita
11 settembre 2016

Durante l’anticipo di mezzogiorno di serie A tra Bologna e Cagliari l’ex centrocampista del Verona, il Moldavo Artur Ionita, é stato vittima di un brutto infortunio.
Sul finire della seconda frazione di gara il giocatore é rimasto a terra dopo un violento scontro in area con il difensore del Bologna Krafth; per lui sospetta rottura di tibia e perone. Ad Artur va il grande in bocca al lupo da parte di tutta la redazione di Hellasnews.it!
Stefano Pozza

FONTE: HellasNews.it


NEWS
Ex Verona, grave infortunio per Ionita
Frattura scomposta del perone per il centrocampista del Cagliari

di Redazione Hellas1903, 11/09/2016, 22:17
BOLOGNA, ITALY - SEPTEMBER 11: Artur Ionita # 21 of Cagliari Calcio is stretchered off the field during the Serie a match between Bologna FC and Cagliari Calcio at Stadio Renato Dall'Ara on September 11, 2016 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Grave infortunio per Artur Ionita. L’ex centrocampista del Verona, durante Bologna-Cagliari, ha subito la frattura della gamba.
Questo il comunicato del club sardo: “Il Cagliari Calcio comunica che Artur Ionita, infortunatosi questo pomeriggio nel corso della gara contro il Bologna, ha riportato la frattura scomposta pluriframmentata al terzo distale del perone destro. Il giocatore è ricoverato presso il Pronto Soccorso ortopedico dell’ospedale Maggiore di Bologna”.
Per lo sfortunato ex gialloblù si prevede un lungo stop.
Foto: Getty Images per Gazzanet

FONTE: Hellas1903.it


SERIE A
Cagliari, Ionita: "Ho accettato subito, è la scelta giusta"
18.07.2016 14.51 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Artur Ionita, centrocampista del Cagliari, ha incontrato la stampa: "Sono contento di fare parte di questo gruppo così unito. Spero di diventarne presto un componente importante, grazie anche all'aiuto dei miei compagni. Non ho dovuto pensare troppo per accettare la proposta del Cagliari: mi è bastato sentire il progetto prospettatomi dal Presidente Giulini e dal Direttore Capozucca. Sono persuaso di avere fatto la scelta giusta. Tatticamente, a Verona ho sempre giocato a destra, ma non è un problema muovermi dalla parte opposta del campo. Sono sicuro che tutti i moldavi diventeranno sostenitori del Cagliari: ci staranno vicini e ci daranno una mano, al fianco dei tifosi sardi".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


STAGIONE 2015-16 +   -   =
CALCIOMERCATO
Ufficiale, Ionita ceduto al Cagliari
30/06/2016 22:56
Ionita ha accettato la proposta del Cagliari, dopo l'incontro tra il presidente dell'Hellas Maurizio Setti e il numero uno del club sardo Tommaso Giulini per la definizione del prezzo del suo cartellino.

Il centrocampista Moldavo è stato ceduto a titolo definito per 4,5 milioni di euro. Il Napoli aveva offerto 2,5 milioni di euro (proposta rispedita al mittente).

Il trasferimento è stato ufficializzato dall'Hellas con un questo breve comunicato: "L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto a titolo definitivo le prestazioni sportive di Artur Ionita al Cagliari Calcio. L'Hellas ringrazia il calciatore e gli augura le migliori fortune per il futuro professionale". (L.F.)

FONTE: TgGialloblu.it


Ionita a titolo definitivo al Cagliari
30/GIUGNO/2016 - 22:32
Verona -L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto a titolo definitivo le prestazioni sportive di Artur Ionita al Cagliari Calcio. L'Hellas ringrazia il calciatore e gli augura le migliori fortune per il futuro professionale.

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
Ionita al Cagliari: "Mi hanno voluto fortemente"
30.06.2016 21.45 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Artur Ionita parla già da giocatore del Cagliari. In attesa del comunicato del club, l'ormai ex centrocampista dell'Hellas Verona s'è così espresso sulla sua nuova squadra: "Abbiamo parlato molto e ho scelto il Cagliari perché mi hanno voluto fortemente. Sarà una stagione importante, saremo una squadra forte e tutti dovremo dare il massimo", ha detto ai microfoni di Mediaset.

SERIE A
Cagliari, Ionita ha firmato un triennale
30.06.2016 20.15 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Artur Ionita è un nuovo giocatore del Cagliari. Come riporta Sky, pochi minuti fa il calciatore ha sottoscritto un contratto triennale col club sardo e ha lasciato definitivamente l'Hellas Verona.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


09:20 | mercoledì 29 giugno 2016
Cagliari, inserimento e sorpasso per Ionita ma lui aspetta il Napoli
Sul centrocampista ci sono anche Bologna, Juventus e Napoli

di Antonio Parrotto - twitter:@AntonioParr8Foto: © www.imagephotoagency.it

CAGLIARI IONITA ULTIMISSIME - Il Cagliari cerca un nuovo centrocampista e attende la risposta di Rincon. Il mediano venezuelano di proprietà del Genoa, autore di un'ottima stagione e di un'ottima Coppa America, potrebbe cambiare maglia in questa sessione di mercato ma al momento ci sono poche possibilità di vederlo con la maglia rossoblù del Cagliari nella prossima stagione. I sardi sono vicini all'intesa con il Genoa, balla 1 milione tra domanda e offerta e si può chiudere a metà strada, cioè a 6,5 milioni, ma il giocatore non sembra convinto dell'ipotesi cagliaritana.

LE ULTIME - Il Cagliari si guarda attorno ed è pronto ad assestare un colpo. I rossoblù si sono inseriti nella corsa ad ArturIonita, centrocampista moldavo classe 1990 di proprietà dell'Hellas Verona, uno dei migliori in questa sfortunata stagione degli scaligeri. Sul giocatore ci sono soprattutto Napoli, Bologna e Juventus ma il Cagliari è pronto a battere la concorrenza. Il centrocampista moldavo ha già un accordo con il Napoli, che ha prolungato fino al 30 giugno e se gli azzurri non chiuderanno, il Cagliari è in prima fila per l'acquisto di Ionita. A riferirlo è "Sky Sport".

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
Cagliari, scatto per Ionita. Operazione da 4.5 mln di euro
28.06.2016 21.45 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Artur Ionita (25) verso il Cagliari. A fare il punto sulla trattativa ci ha pensato Alfredo Pedullà, esperto di mercato di Sportitalia, attraverso il suo blog. "Scatto fortissimo del Cagliari in direzione Artur Ionita. Negli ultimi minuti è stata messa la base per il talentuoso centrocampista del Verona. In passato Ionita era stato seguito da altri club, anche dal Napoli ma non come priorità. Operazione da 4,5 milioni, Rastelli si appresta ad avere un rinforzo importante", si legge in merito al centrocampista del Verona.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Napoli-Ionita, accordo raggiunto
Trovata l’intesa col centrocampista gialloblù, manca quella tra i due club

di Redazione Hellas1903, 27/06/2016, 10:56

Piace a tanti club, Artur Ionita, uno dei pezzi pregiati dell’Hellas in questo calciomercato estivo.
Secondo l’edizione odierna del “Corriere dello Sport”, il Napoli e il giocatore, dopo i contatti avviati nelle ultime settimane, avrebbero ormai raggiunto un accordo di massima.
Ancora da trovare, tuttavia, l’intesa tra il club partenopeo e il Verona: su Ionita non manca l’interesse di squadre come Juventus, Cagliari e Sampdoria.

FONTE: Hellas1903.it


NEWS
Juve, e' bagarre per il centrocampista di Serie B
Lo scrive oggi il Corriere dello Sport

Alessandro Cosattini - 27-06-2016
Diversi club di Serie A sulle tracce di Artur Ionita, uno dei giocatori più ambiti del Verona. Con la retrocessione in Serie B, diversi calciatori lasceranno l’Hellas in estate. Su tutti il centrocampista moldavo, cercato da ben quattro squadre del massimo campionato italiano e non solo.

Come riporta il Corriere dello Sport oggi in edicola, il giocatore è corteggiato soprattutto da Juventus e Napoli, che stanno trattando con l’Hellas da diverse settimane. In corsa, però, ci sono anche Sampdoria, Cagliari e Olympique Marsiglia. Il Napoli ha già l’accordo di massima con l’entourage del ragazzo ma non ha quello col Verona, i bianconeri stanno trattando proprio con il club scaligero.

FONTE: CalcioWorld.it


CALCIOMERCATO
Ionita-Napoli contatto
23/06/2016 12:49
Ionita promesso sposo del Napoli. Se ne parla da tempo e ora sembra arrivato il momento di mettere nero su bianco. Il centrocampista moldavo piace da tempo alla società di De Laurentiis e il suo procuratore Beltrami (lo stesso di Hallfredsson) ne ha parlato con i partenopei. Ora però bisogna trovara la "quadra" con il Verona.

Si parte da una valutazione molto alta (sei milioni di euro), destinata fatalmente ad abbassarsi, anche se non drasticamente. Le alternative non mancano, ma la priorità per Ionita è senza dubbio il Napoli.

FONTE: TGGialloBlu.it


23:22 | martedì 21 giugno 2016
di Antonio Parrotto - twitter:@AntonioParr8Foto: © www.imagephotoagency.it

SWANSEA IONITA ULTIMISSIME - L'Hellas Verona si sfrega le mani e si gode, ancora per poco, Artur Ionita. Il centrocampista moldavo arrivato due anni fa a parametro zero lascerà con ogni probabilità il club scaligero dopo la retrocessione in serie B ed è pronto ad animare il calciomercato. Sono cinque i club fortemente interessati a Ionita: Napoli, Juventus, Sampdoria, Bologna e Swansea. Anche il club allenato da Francesco Guidolin è pronto a presentare un'offerta all'Hellas per Ionita.

LE ULTIME - Al momento il Napoli resta in vantaggio ma Juventus, Sampdoria e Swansea sono pronte a dar battaglia ai partenopei. Musica per le orecchie del club del presidente Setti che spera di scatenare un'asta per guadagnare il più possibile dalla cessione del centrocampista classe 1990. Secondo "L'Arena" il Napoli potrebbe acquistare il giocatore per poi girarlo al Bologna ma la Sampdoria in caso di partenza di Soriano e di Fernando potrebbe puntare tutto su Ionita. La disponibilità economica dello Swansea potrebbe mettere tutti d'accordo, si fa per dire, e azzerare la concorrenza italiana.

FONTE: CalcioNews24.com


CALCIOMERCATO
Verona, la Sampdoria si inserisce per Ionita. Napoli sempre avanti
di GazzaMercato, 20/06/2016, 17:03

Il centrocampista dell’Hellas Verona Artur Ioni?a è finito sul taccuino di diverse società di Serie A. Il Napoli di De Laurentiis corteggia da molto il ragazzo, la Juventus, complici i buoni rapporti con la dirigenza veronese, si è informata per portare sotto la Mole il giocatore. Nelle ultime ore però c’è stato l’inserimento improvviso della Sampdoria. La società di Massimo Ferrero sta cercando una buona alternativa a centrocampo, data la partenza di Fernando, e nelle ultime ore sta provando l’offensiva per portare il centrocampista a Genova, sponda blucerchiata. Ma la concorrenza per il moldavo è molta e i blucerchiati non partono certo in pole.

FONTE: GazzaMercato.it


SERIE A
Napoli, se salta Herrera pronte due alternative: Ionita e Diawara
19.06.2016 10.19 di Daniel Uccellieri
Il Napoli continua a seguire il messicano Herrera per il centrocampo. Il club di De Laurentiis si è spinto fino a 18 milioni, il Porto ne chiede 22: entro qualche giorno ci sarà la decisione del club portoghese, con il Napoli che non è intenzionato ad aumentare la posta. La volontà del giocatore è quella di voler andare a Napoli, a patto che il Porto non pareggi l'offerta degli azzurri, ovvero 1.6 milioni di euro per 4 anni. Se dovesse saltare l'affare Herrera, il Napoli è pronto a virare su due alternative: il primo è Ionita del Verona, con il quale il Napoli ha già una bozza d'accordo. Il secondo è Diawara del Bologna, ma per il giovane talento del club felsineo c'è ancora molta distanza fra domanda e offerta: 6.5 milioni offerti contro i 13 richiesti dal Bologna.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


19 GIU 2016 - 10:00
Napoli, ecco l’offerta per Ionita: il Verona chiede il doppio! Possibile sinergia con un club di Serie A

Sono quattro le squadre che negli ultimi giorni hanno cercato Artur Ionita del Verona: si tratta di Napoli, Juventus, Bologna e Cagliari. Una concorrenza agguerrita per il centrocampista moldavo, per il quale De Laurentiis e soci hanno già formulato un’offerta fatta recapitare all’Hellas: 4 milioni di euro la cifra messa sul piatto.

Tuttavia, la richiesta dell’Hellas è di gran lunga superiore: gli scaligeri valutano il proprio calverona siligardi ionita toni marroneciatore 7-8 milioni di euro, una cifra che De Laurentiis ritiene elevata. A rivelarlo è l’edizione odierna del Corriere Veneto. La Juventus resta in corsa, forte di un rapporto idilliaco con la dirigenza gialloblu, cui ha appena ceduto Simone Andrea Ganz, dopo averlo prelevato dal Como.

Il Napoli, comunque, potrebbe allearsi con l’Empoli per strappare il sì del Verona e del calciatore, girandolo poi in prestito in Toscana. Sono molte le idee al vaglio di De Laurentiis e Giuntoli, che studiano le piste migliori per rinforzare il centrocampo azzurro e fornire a Sarri una squadra già pronta per il ritiro di Dimaro.

FONTE: SpazioNapoli.it


CALCIOMERCATO
Ionita-Bologna, la pista non è chiusa
I rossoblù non mollano il centrocampista dell’Hellas, ma prima devono cedere Diawara

di Redazione Hellas1903, 18/06/2016, 14:36

La Juventus e il Napoli sono sempre in contatto col Verona per Artur Ionita.
Tuttavia anche il Bologna non abbandona la pista rappresentata dal mediano moldavo.
Gli emiliani sono pronti a inserirsi nella trattativa, ma prima devono fare cassa con la cessione di Amadou Diawara, centrocampista valutato dalla società rossoblù 15 milioni di euro, seguito da Valencia, Roma e dallo stesso Napoli.

Una volta completata l’operazione Diawara il Bologna tornerà alla carica per Ionita. A meno che, intanto, il Verona non abbia trovato l’acquirente adeguato.

FONTE: Hellas1903.it


07:12 | venerdì 17 giugno 2016
Per Ionita tris di pretendenti
Empoli, Bologna e Juventus sul moldavo ma azzurri e rossoblu hanno anche alternative

di Gianmarco Lotti - twitter:@GianmarcoLotti© www.imagephotoagency.it

IONITA EMPOLI BOLOGNA JUVENTUS - Juventus, Empoli e Bologna: queste sono le tre squadre sulle tracce di Artur Ionita. Il centrocampista lascerà l'Hellas Verona e, dopo le voci sul Napoli, ecco che altre tre squadre si mettono alla ricerca del moldavo. La Juventus da par suo ha la possibilità di dare giocatori in prestito come contropartita, vedi Simone Andrea Ganz appena arrivato dal Como. Potrebbe essere lui la chiave per puntare a Ionita.

ALTERNATIVE EMPOLESI - Attenzione anche all'Empoli, che delle tre è quella un po' più defilata ma in Serie B può fare affare interessanti. Ionita del Verona è un obiettivo caldo ma ci sono già le alternative perché interessa pure Cesar Falletti della Ternana. Qualora le avances per Ionita (o per Falletti) si rivelassero infruttuose allora l'Empoli potrebbe ripiegare su Bryan Cristante, tornato al Benfica dopo i sei mesi di Palermo.

O GLI UNGHERESI - Il Bologna è un'altra squadra sulle orme di Ionita. Mentre la Juventus ha potenzialità economiche ampie e l'Empoli pare agire con il Napoli sullo sfondo, come riporta Il Corriere dello Sport il Bologna dovrà muoversi con le proprie gambe. Il Verona chiede cinque-sei milioni di euro e il Bologna ci sta pensando. Anche il Bologna però pensa alle alternative in arrivo dall'Ungheria: Laszlo Kleinheisler del Werder Brema e Adam Nagy del Ferecvaros.

FONTE: CalcioNews24.com


Ionita, Napoli ed Empoli ci provano in sinergia: i dettagli

Gianluca Di Marzio 16-06-2016 15:17
Manovre a centrocampo in casa Napoli, che oltre a Di Gennaro del Cagliari e Saponara dell'Empoli tiene puntato nel suo mirino anche Artur Ionita. Per il centrocampista dell'Hellas Verona il club azzurro ha instaurato una sinergia con l'Empoli e ora la trattativa è in corso.

Le due società ci provano, con il giocatore che finirebbe in Toscana, ma resta ancora da capire la formula. Per acquistarlo bisognerebbe sborsare quattro milioni di euro, ci si lavora. Manca ancora l'ok del ragazzo. Napoli ed Empoli ci provano insieme, Ionita può arrivare.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Scippo di mercato al Napoli: la Juve si assicura Ionita, perfetto sostituto di Pereyra! Contatti avanzati!
Di Ludovico Zaccaro - 14 giugno 2016

La Juve non si ferma, anzi. Il mercato, di questi tempi, diventa il suo pane quotidiano. E Allegri gongola. Marotta gli sta rinforzando ulteriormente la squadra ed i colpi Pjanic-Dani Alves ne sono una chiara testimonianza. La rincorsa Champions è partita ufficialmente.

MAROTTA E SOCI NON VOGLIONO FERMARSI QUI E STUDIANO ALTRI GRANDI COLPI – Le grane, piuttosto, arrivano dal fronte cessioni. Morata ha ricevuto un’offerta choc dagli inglesi e difficilmente resterà. Nel frattempo, la Juve monitora anche il cosiddetto mercato minore: Artur Ionita è un obiettivo sensibile. Parliamo di uno dei gioielli più pregiati dell’Hellas Verona retrocesso in Serie B. La società scaligera ha giocatori che fanno gola a molti club di Serie A. Su Ionita c’è da registrare il forte interesse del Napoli, da tempo sulle sue tracce. La pista, però, si è un po’ raffreddata negli ultimi tempi ed ecco spiegato l’inserimento fulmineo della Juve. I bianconeri hanno manifestato il proprio interesse al Verona: il moldavo piace perché considerato una delle possibili alternative per il centrocampo o giocatore da far crescere e maturare progressivamente. Tutto, però, come fanno sapere da Torino, sarebbe subordinato alla cessione del partente Roberto Pereyra, sempre più in lista di sbarco. La Juve tenta lo scippo di mercato al Napoli: ipotesi tutt’altro che improbabile, anzi!

FONTE: DailyNews24.it


SERIE A
Napoli, si prova a chiudere Ionita. Poi prestito a Empoli o Bologna
15.06.2016 00.51 di Simone Bernabei Twitter: @Simo_Berna
Arrivano aggiornamenti per quanto riguarda l'operazione fra Napoli e Verona per Artur Ionita. Secondo quanto riportato da SportItalia gli azzurri hanno deciso di mettere sul piatto circa 5 milioni per il centrocampista dell'Hellas. Se l'operazione dovesse andare in porto, il moldavo potrebbe poi essere girato in prestito a Bologna o Empoli.

SERIE A
Juventus, in pole per Ionita. L'Hellas chiede otto milioni di euro
14.06.2016 10.45 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Sono otto i milioni di euro che il Verona chiede per la cessione di Artur Ionita. Il centrocampista corteggiato da Napoli e Juventus, secondo quanto riportato dal Corriere Veneto sarebbe in questo momento più vicino ai bianconeri, come vi abbiamo raccontato nella giornata di ieri, che sul tavolo hanno inserito il nome di Simone Andrea Ganz per la formazione scaligera.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Ionita all'asta si parte da sei milioni
13/06/2016 16:09
Artur Ionita vale almeno sei milioni di euro. E' questa la valutazione del centrocampista moldavo nel caso il Verona lo cedesse.

Ionita è sul mercato da tempo. Su di lui c'è il Napoli che ha un accordo con il procuratore. Ma la società partenopea non è l'unica. Anche la Juventus si è interessata al giocatore (operazione scollegata dall'arrivo di Ganz) e su di lui ci sono anche società tedesche.

FONTE: TGGialloBlu.it


CALCIOMERCATO
Ionita, parte l’asta per l’uomo-mercato Hellas
Il Verona punta a incassare 8 milioni di euro. Juve e Napoli in corsa

di Redazione Hellas1903, 14/06/2016, 09:56

Al centro del mercato del Verona c’è Artur Ionita.

Corteggiato, seguito, il centrocampista moldavo. Su di lui ci sono forti gli interessamenti della Juventus e del Napoli.
L’Hellas conta di monetizzare in modo rilevante la sicura cessione di Ionita. E il club gialloblù punta a lanciare un’asta per il suo cartellino, su cui hanno chiesto informazioni anche il Cagliari e il Bologna.

Si parla di una valutazione che potrebbe raggiungere gli 8 milioni di euro. Il Verona acquistò dall’Aarau Ionita nel 2014 a parametro zero. L’Hellas, dunque, andrebbe a realizzare una ricca plusvalenza.

FONTE: Hellas1903.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Juve-Ionita, si può fare se parte Pereyra. Stand-by col Napoli
13.06.2016 13.36 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Artur Ionita è uno dei gioielli di casa Hellas Verona. Fresca di retroscessione in Serie B, la società scaligera ha giocatori che fanno gola a molti in Serie A. L'ultimo contatto con il Napoli risale ad alcune settimane fa, con l'allora ds scaligero, Riccardo Bigon. Nessuna chiamata negli ultimi tempi, su Ionita c'è però da registrare un contatto da parte della Juventus. I bianconeri hanno manifestato il proprio interesse al Verona: il moldavo piace, perché considerato una delle possibili alternative per il centrocampo o giocatore buono per far crescere ancora una stagione. Tutto, però, fanno sapere da Torino, sarebbe prima subordinato alla cessione del partente Roberto Pereyra.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


15:40 | venerdì 10 giugno 2016
Juventus: mani su Ionita, Ganz la chiave
Trattativa in corso, ma sorpasso ai danni di Fiorentina e Napoli

di Silvana Palazzo - twitter: @silvpalazzo © Foto: www.imagephotoagency.it

CALCIOMERCATO JUVENTUS VERONA IONITA - La Juventus non si ferma sul mercato, anzi si districa tra diversi tavoli: uno dei prossimi colpi bianconeri potrebbe essere Artur Ionita, per il quale l’amministratore delegato Beppe Marotta ha sorpassato Fiorentina e Napoli. L’operazione, come riporta L’Arena, è in fase embrionale ed è subordinata alla cessione di Roberto Pereyra, che è in bilico tra Inghilterra e Russia, ma si tratta di un obiettivo concreto. Le doti tecniche e fisiche di Ionita, oltre che la sua versatilità, hanno colpito la Juventus, che potrebbe presto accelerare e mettere sul piatto come contropartita Simone Andrea Ganz, da girare però in prestito.

IN USCITA - Il Verona intanto deve definire il futuro di Giampaolo Pazzini, con il quale bisognerà discutere delle nuove prospettive. Nel frattempo lo Swansea allenato da Francesco Guidolin avrebbe chiesto Eros Pisano, che ha parecchio mercato. Il club inglese non ha problemi di liquidità, quindi potrebbe essere trovato facilmente l’accordo. Per lo stesso Pisano sarebbe davvero dura respingere la prospettiva di giocare in Premier League nella prossima stagione.

FONTE: CalcioNews24.com


Juventus, spunta il nome di Ionita

del 05 giugno 2016 alle 15:30
Spunta un nome nuovo nell'orbita del mercato della Juventus: si tratta di Artur Ionita, centrocampista moldavo classe '90 in forza al Verona. Tra i più positivi nella pessima stagione dei gialloblù, titolare sia con Mandorlini che nella seguente gestione Delneri (terzo giocatore della squadra per presenze stagionali, dietro solo a Pisano e a Gomez), Ionita difficilmente seguirà i suoi compagni nella serie cadetta. Giunto in Italia a parametro zero dall'Aarau nel più completo anonimato, ha conquistato la fiducia della squadra ottenendo sempre più spazio in campo diventando, con la rete segnata sul campo del Torino, il primo calciatore moldavo a segnare in Serie A. Per lui, ora, si aprono nuovi scenari.

RINCALZO O PEDINA DI SCAMBIO? - L'interesse della Juventus per Ionita si aggiunge a quello di numerose squadre, italiane e non: nei mesi passati si è parlato anche del Napoli, oltre al neopromosso Cagliari e al Bologna. Centrocampista box-to-box, forte fisicamente e abilissimo nel gioco aereo (quattro gol in campionato, di cui ben tre di testa), Ionita è un profilo che ha dimostrato con i fatti di poter stare nel campionato italiano. La Juventus lo valuta, resta da vedere in quale ottica: potrebbe restare per dare forza e alternative al centrocampo di Allegri, ma potrebbe anche essere usato come pedina di scambio e come fonte di guadagno in caso di successiva cessione, seguendo la linea societaria bianconera degli ultimi anni.

FONTE: CalcioMercato.com


Cagliari, interesse per Ionita del Verona: primi contatti, la situazione
Artur Ionita - Hellas Verona

Gianluca Di Marzio 25-05-2016 15:34
Missione compiuta: dopo un anno di B, il Cagliari ha firmato il suo ritorno in Serie A. E con la conferma di Rastelli, si lavora al mercato in casa rossoblù. Tra rinnovi e nuovi obiettivi, come Ionita del Verona che a gennaio era nel mirino del Napoli e che adesso interessa al club di Giulini.

Centrocampista classe '90, rivelazione dell'Hellas nelle ultime due stagioni: tra le parti già i primi contatti, anche perché il Cagliari vorrebbe provare a chiudere in fretta per anticipare la concorrenza e regalarsi il primo colpo. Da Serie A, come aveva promesso Giulini. E allora l'interesse per Ionita diventa già trattativa.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Romulo, Ionita e Pajac nel mirino del Cagliari
CAGLIARI. Vietato rilassarsi. I giocatori del Cagliari hanno un pensiero fisso: chiudere il campionato di serie B al primo posto. Ieri sono ripresi gli allenamenti, venerdì si gioca l’ultima partita,...

17 maggio 2016
CAGLIARI. Vietato rilassarsi. I giocatori del Cagliari hanno un pensiero fisso: chiudere il campionato di serie B al primo posto. Ieri sono ripresi gli allenamenti, venerdì si gioca l’ultima partita, avversario di turno la Pro Vercelli. Servono altri tre punti per evitare il controsorpasso del Crotone e vincere per la prima volta nella storia il torneo cadetto.
[...]

Sarà rinforzato anche il centrocampo e in questa ottica sono stati messi nel mirino due giocatori in forza all’Hellas Verona. Il primo è Ionita. L’esterno moldavo ha fatto bene da quando sulla panchina dei veneti è arrivato Delneri ed è un giocatore che piace molto a Rastelli. Un sondaggio verrà fatto anche per il brasiliano Romulo, soprattutto per la sua duttilità. Può giocare sia a centrocampo che in difesa.

[...]

FONTE: LaNuovaSardegna.gelocal.it


Calciomercato Inter, proposto Ionita
Il centrocampista moldavo ha ben impressionato in Serie A

Ionita © Getty Images

04/05/2016 18:07
CALCIOMERCATO INTER IONITA / MILANO - Autore di 4 gol alla sua prima stagione in Serie A, Artur Ionita è stato molto vicino al Napoli a gennaio. Il suo profilo continua a piacere in casa partenopea ma, secondo quanto riporta 'Sky Sport', la compagine azzurra potrebbe affrontare la concorrenza dell'Inter. Secondo l'emittente satellitare, infatti, nelle ultime ore il Verona avrebbe proposto il centrocampista moldavo alla dirigenza nerazzurra che, tuttavia, ad oggi non intravede nel 25enne una priorità di mercato.
D.T.

FONTE: CalcioMercato.it


'Premio Sante Begali': Siligardi sempre al comando
12/APRILE/2016
Verona - Sempre al comando Luca Siligardi nella classifica del 'Sante Begali'. Il premio, dedicato alla memoria della leggenda gialloblù (scomparso il 13 aprile di 8 anni fa) e arrivato alla 7a edizione, è riservato al calciatore più corretto (in rapporto ai minuti giocati) della stagione 2015/16 e vede l'attaccante gialloblù in testa dopo 32 giornate di campionato. Artur Ionita conferma il secondo posto, chiude il podio Pierluigi Gollini.

'PREMIO SANTE BEGALI' - REGOLAMENTO
Vince il calciatore che:
- non ha mai vinto nelle edizioni precedenti
- ha giocato almeno metà delle partite
- non ha mai ricevuto un'espulsione diretta
- ha ricevuto meno ammonizioni in rapporto ai minuti giocati

PREMIO 'SANTE BEGALI' - CLASSIFICA AGGIORNATA ALLA 32A GIORNATA
1) Luca Siligardi
2) Artur Ionita
3) Pierluigi Gollini
[...]

FONTE: HellasVerona.it


21:30 | venerdì 08 aprile 2016
Napoli, frenata per Ionita
Intervistato oggi, da Radio Crc, Venturato spiega i motivi della frenata per Ionita

di Redazione - twitter:@CalcioNews24

NAPOLI CALCIOMERCATO IONITA SARRI - È intervenuto oggi, a Radio Crc durante la trasmissione "Si Gonfia la Rete", il giornalista Rai Ciro Venturato, che ha dichiarato sul possibile approdo di Ionita al Napoli: «Ionita? C’è stata una frenata ma non è detto che l’operazione sia saltata. Rispetto a qualche mese fa in cui la trattativa sembrava quasi fatta, adesso c’è stata una frenata da parte del tecnico: Sarri vuole pensarci».

IONITA NAPOLI - Sembrava tutto fatto a Gennaio, poi diventò improvvisamente complicato, finché non venne deciso di rinviare l'affare. Oggi la dichiarazione di Venturato fa capire qual è il vero ostacolo nella chiusura della trattativa, la volontà di Sarri, che è perplesso riguardo il 25enne esterno d'attacco del Verona. Ionita che quest'anno non ha certamente brillato, come tutto il Verona in realtà, collezionando 24 presenze e soli 4 gol. Sono proprio questi numeri a rendere perplesso Sarri, sta a Ionita stupire Sarri, e il Napoli, nelle ultime giornate di campionato, per un affare che si farà sarà quest'estate

FONTE: CalcioNews24.com


Verona, Ionita a Goal: "Il Napoli mi voleva, Higuain il top in Serie A"
ESCLUSIVA - Artur Ionita conferma di essere stato vicino al Napoli a gennaio, incorona Higuain e spiega l'annata 'no' del Verona: "Troppi infortuni, ormai è troppo tardi".

Artur Ionita, classe '90

di Gianluca Lia
01/apr/2016 10.00.00
Artur Ionita e il Napoli , un matrimonio sfiorato ma mai diventato realtà. A gennaio il moldavo del Verona stava per vestirsi d'azzurro, poi la trattativa è naufragata. Lo conferma il diretto interessato a Goal, spiegando inoltre i motivi della maledetta annata degli scaligeri e non solo.

Purtroppo, questa stagione per il Verona non è stata positiva. Come lo spieghi?
"All'inizio non abbiamo mai potuto disporre di tutti i calciatori per via di infortuni o squalifiche, perciò era molto difficile adattarsi alle nuove direttive tattiche o ai nuovi compagni. Nelle ultime gara sono tornati arruolabili, ma ormai è troppo tardi per salvarci. Matematicamente non siamo ancora in B, anche se la missione è molto complicata. In più abbiamo perso alcuni scontri diretti, che inevitabilmente ci condanneranno".

Nonostante tutto, hai acquisito una certa esperienza giocando insieme a compagni come Toni e Pazzini. Cosa hai imparato da loro?
"Sono due grandi giocatori e apprendi fin dal precampionato, mi sento fortunato poichè prima li guardavo solo in tv mentre adesso ho la possibilità di giocare al loro fianco".

Durante il campionato c'è stato il cambio di allenatore con Del Neri che ha rilevato Mandorlini: differenze tra i due?
"Ho imparato da entrambi in quanto adottano sistemi tattici e metodi d'approccio alle gare diversi, inoltre cerco sempre di carpire qualcosa da ciascun allenatore perchè lavorare con tecnici nuovi ti stimola".

Parlando di Serie A, chi vedi favorito tra Juventus e Napoli?
"Il Napoli gioca un bellissimo calcio e ha un giocatore pazzesco come Gonzalo Higuain che rende tutto possibile, in Italia però sono già convinti che vincerà la Juve. Il duello, a mio avviso, è ancora aperto" .


Confermi che il Napoli era interessato a te nella finestra di gennaio?
"Sì, ci sono stati colloqui tra il Verona e gli azzurri. Non conosco i dettagli perchè ero infortunato e pensavo più al mio ritorno in campo, fatto sta che qualcosa è andato storto e la trattativa è saltata" . Secondo quanto appreso da Goal, peraltro, ci sono probabilità che l'operazione vada in porto nella prossima sessione estiva.

Il miglior giocatore della A?
"Gonzalo Higuain. E' in una forma incredibile, giocherà questo finale di stagione ad altissimo livello" .

Il tuo idolo?
"Zinedine Zidane".

FONTE: Goal.com


SERIE A
TMW - Verona, il rinnovo non frena l'addio: Napoli forte su Ionita
16.03.2016 22.38 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Il rinnovo con l'Hellas Verona verrà formalizzato a giorni, ma il domani di Artur Ionita sarà lontano dagli scaligeri. Dopo le trattative con l'entourage, il ds Riccardo Bigon ha trovato l'intesa per il futuro insieme fino al 2019 ma in estate c'è sempre forte il Napoli sul ragazzo. Contatti sempre in corso tra le parti, c'è il gradimento di Maurizio Sarri ed anche, chiaramente, dello stesso giocatore al trasferimento. Ionita è pista calda per gli azzurri, anche a rinnovo già nel cassetto.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


TATTICA DEL MERCATO - Napoli, Ionita: grinta e gol a centrocampo
L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Verona

Artur Ionita © Getty Images

Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)
16/03/2016 16:00
TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO NAPOLI IONITA GIUNTOLI SARRI VERONA / ROMA - Il Napoli sta vivendo una stagione da sogno, almeno per quanto riguarda la Serie A. I partenopei guidati da Maurizio Sarri stanno tenendo testa alla Juventus in un appassionante duello scudetto che durerà verosimilmente sino al termine della stagione. L'avventura in Europa League e Coppa Italia, invece, è terminata anzitempo. Il calciomercato Napoli dunque è già focalizzato sul consegnare al tecnico ex Empoli una rosa più ampia e di maggiore qualità per quanto riguarda i ricambi dei 'titolarissimi'. Il Napoli segue con attenzione Artur Ionita, centrocampista moldavo del Verona tra le sorprese della stagione. Ionita è vicino al rinnovo col Verona ma il Napoli rimane in pole position, come riportato in esclusiva da Calciomercato.it. Conosciamolo meglio tramite la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.

BIOGRAFIA DI ARTUR IONITA, OBIETTIVO DEL NAPOLI PER IL CENTROCAMPO
Artur Ionita nasce a Chisinau, in Moldavia (all'epoca ancora Unione Sovietica), il 17 agosto 1990. Cresce nel settore giovanile dello Zimbru Chisinau, una delle società più importanti a livello nazionale. L'esordio tra i professionisti arriva nel 2007/2008, annata durante la quale si trasferisce all'Iska-Stal. Nel 2009 viene acquistato dall'Aarau, club svizzero di prima divisione. Ionita si trova a dover fronteggiare la retrocessione nella Challenge League ma diventa comunque una pedina fondamentale della squadra elvetica con cui gioca 142 partite segnando 16 gol contribuendo al ritorno ai piani alti del calcio rossocrociato. Nel 2014 si trasferisce al Verona a parametro zero. Con la divisa gialloblu ha disputato 42 partite, mostrando tutto il proprio repertorio e diventando il primo moldavo della storia a realizzare un gol in Serie A.

Ionita ha esordito con la Nazionale moldava nel 2009, sotto la gestione di Igor Dobrovolski. Attualmente è uno dei punti fermi della selezione carpatica con cui può vantare 19 gettoni di presenza e 2 gol.

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI ARTUR IONITA
Alto 1,84 per 73 kg, fisico asciutto e longilineo, sinistro naturale. Ionita è un giocatore nel pieno della propria maturità tecnica. Centrocampista piuttosto completo, può svolgere diversi ruoli in mediana: davanti alla difesa oppure mezz'ala sinistra in un centrocampo a 3. Può disimpegnarsi anche come mezz'ala destra e, all'occorrenza, come trequartista incursore. Elemento duttile dotato di intelligenza tattica, ha anche una tecnica di base più che discreta. Bravo in fase di interdizione, meno quando si tratta di costruire il gioco (non è un regista). La sua specialità sono gli inserimenti in area senza palla, conclusi di piede oppure di testa. Ha buon senso del gol ed è un pericolo costante sui calci piazzati. Giocatore concreto e maturo che piace ai propri allenatori perché offre garanzia di rendimento anche se spesso è frenato dagli infortuni.

ARTUR IONITA E' UN GIOCATORE ADATTO AL NAPOLI?
Nonostante la stagione davvero positiva, il Napoli deve pensare a come migliorarsi ulteriormente per effettuare quel salto di qualità che possa permettere di ambire a traguardi ancora più importanti. La profondità della rosa è fondamentale in tal senso e Artur Ionita sarebbe un puntello prezioso senza però spostare i grandi equilibri. Nel 4-3-3 di Maurizio Sarri si troverebbe a suo agio come interno di destra o di sinistra, con compiti offensivi già visti nei movimenti di Hamsik ed Allan ma non in David Lopez che, rispetto al moldavo, è più palleggiatore e meno incursore. Ionita sarebbe dunque un buon acquisto, a patto che sia una valida alternativa e non il grande colpo estivo per il centrocampo.

FONTE: CalcioMercato.it


Verona: Ionita rinnova, ma sarà ceduto. Al Napoli?

16 marzo alle 09:53
Mossa strategica dell'Hellas Verona sul calciomercato. Il direttore sportivo Bigon ha raggiunto un'intesa di massima con gli agenti di Artur Ionita per il prolungamento del contratto (dal 2017 al 2019), che verrà formalizzato nelle prossime settimane. Come si legge sulla Gazzetta dello Sport, il 25enne centrocampista moldavo sarà uno dei pezzi forti del mercato in uscita per la prossima stagione. Il Napoli si è interessato a Ionita già nello scorso gennaio.

FONTE: CalcioMercato.com


ESCLUSIVO
Calciomercato Verona - Ionita rinnova, ma per il futuro c'è il Napoli. Le ultime di CM.IT
Intesa di massima per il prolungamento del contratto del centrocampista moldavo corteggiato dagli azzurri

Eleonora Trotta (@eleonora_trotta) / L.P.
16/03/2016 09:01
CALCIOMERCATO VERONA RINNOVO IONITA NAPOLI / VERONA - Quello di Artur Ionita sarà sicuramente uno dei nomi più caldi del calciomercato estivo, con il Napoli che resta in pole e fortemente intenzionato ad assicurarselo. Intanto, però, il Verona ha piazzato lo sprint per il rinnovo e nella giornata di ieri, confermano indiscrezioni raccolte da Calciomercato.it, ha raggiunto l'intesa per il prolungamento del contratto del moldavo fino al 2019 dopo un incontro con l'entourage del giocatore a Verona.

FONTE: CalcioMercato.it


Ionita in nazionale per le sfide con Malta e Andorra
04/3/2016
Verona - Artur Ionita torna in nazionale. Alexandru Curteian, Commissario Tecnico della selezione moldava di calcio ha nuovamente voluto il centrocampista gialloblù per le amichevoli in programma durante le prossime settimane. In particolare, Ionita sarà impegnato a Malta contro la stessa nazionale maltese il 24 marzo (ore 15, National Stadium, Ta' Qali) e il 28 marzo contro Andorra (ore 17, Hibernians Stadium, Paola).

Bel percorso, nel frattempo, per il centrocampista della Primavera gialloblù Marco Hoxha impegnato con la sua Albania Under 18 nel Torneo Internazionale Giovanile 'Roma Caput Mundi'. Dopo aver battuto nell'ordine Malta, Galles e C.R. Lazio, la rappresentativa albanese si è dovuta arrendere in finale contro la Romania, senza però cancellare un percorso di livello. Anche per il classe 1998 del Verona, schierato in tutte le gare.

FONTE: HellasVerona.it


Calciomercato Napoli, c'è l'intesa col Verona per Ionita
Il club partenopeo valuta altri centrocampisti come André Gomes e Klaassen

Ionita ©Getty Images

Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)
04/03/2016 08:22
CALCIOMERCATO NAPOLI INTESA COL VERONA PER IONITA / NAPOLI - Il Napoli è in pole position nella corsa ad Artur Ionita, centrocampista moldavo legato al Verona da un contratto valido fino al 2017 (con opzione per un'ulteriore stagione): secondo quanto si legge sulle colonne dell'edizione odierna del 'Corriere dello Sport', il club partenopeo (vicino al giocatore già a gennaio) ha già raggiunto l'intesa con gli scaligeri sul prezzo del cartellino.

Lo stesso calciatore ha espresso il suo gradimento per la pista Napoli ed ora aspetta segnali: la società di De Laurentiis valuta, però, anche altri profili per il centrocampo, da André Gomes del Valencia a Klaassen (più offensivo) dell'Ajax.

FONTE: CalcioMercato.it


'Progetto Scuola': Ionita protagonista a Zimella
22/2/2016
Zimella (Verona) - Artur Ionita maestro per un giorno. E' il centrocampista gialloblù il protagonista del nuovo appuntamento del 'Progetto Scuola - Gioca con la tua classe' con gli studenti delle scuole primarie di Zimella, Veronella, Bonaldo e San Gregorio. Autore del gol del 3-1 nel derby, Ionita si è seduto fra i 300 bambini presenti, per rivivere con loro la sua carriera: dai primi calci al pallone con il papà fino al racconto del giorno più bello della sua vita, quello del primo gol in Serie A al Torino, per poi correre verso i compagni di squadra e condividere con loro una gioia incredibile. Il calciatore, confessando di non essere mai stato il primo della classe, ci ha tenuto però a ricordare ai piccoli spettatori il valore fondamentale dello studio, salutandoli al termine con foto e autografi di rito.

FONTE: HellasVerona.it


Verona, Ionita: 'Non so niente del Napoli'

20 febbraio alle 21:25
Dopo il gol vittoria nel derby parla ai microfoni di Sky Sport Artur Ionita sul possibile trasferimento al Napoli: "Non so niente dell'interesse del Napoli nei miei confronti, l'ho letto solamente sui giornali. Personalmente sono concentrato al 100% sull'Hellas Verona, col quale voglio raggiungere la salvezza quest'anno"

FONTE: CalcioMercato.com


Ionita: «Vittoria per tutti quelli che amano il Verona»
20/2/2016

Verona - Ecco le principali dichiarazioni di Artur Ionita, rilasciate al termine di Hellas Verona-Chievo (3-1):
«Mi godo questo momento, dopo tanti infortuni sono davvero felice. I tifosi ono un pubblico fantastico. È stato il mio primo derby e volevo fare qualcosa di bello per loro, ci sono riuscito. Adesso dobbiamo combattere in ogni partita, con questo cuore possiamo vincere anche a Udine. Salvezza? Non è impossibile, abbiamo dimostrato di crederci fino in fondo, se non ci si crede allora è inutile scendere in campo. Tutte le partite hanno una loro storia, ma noi dobbiamo metterci sempre la solita grinta. Delneri? In spogliatoio scherziamo perché mi dicono che sono il suo profitto. Con Marrone stiamo facendo bene e spero che anche lui si trovi bene con me. Ho avuto 4/5 mesi difficili, ma adesso sto bene e sono felice. L'arbitro? Non spetta a me decidere. Siamo contenti per il risultato».

FONTE: HellasVerona.it


Napoli, nuovi contatti per Ionita dell’Hellas Verona
Gianluca Di Marzio 18-02-2016 21:30
Il Napoli punta forte Artur Ionita dell'Hellas Verona, sfumato nell'ultima finestra di mercato. L'appuntamento era fissato per giugno prossimo e già i contatti sono partiti nelle ultime settimane. Di nuovi ce ne sono stati nell'ultima settimana e l'accordo con giocatore e agente, Beltrami, ormai è cosa fatta. Nelle prossime settimane se ne riparlerà con il club gialloblu per trovare l'accordo economico soddisfacente per entrambe le parti.

Hellas, respinta l’offerta della Fiorentina per Ionita: se ne riparlerà a giugno
Artur Ionita - Hellas Verona

Gianluca Di Marzio 02-02-2016 15:20
Il gong finale è arrivato, l' appuntamento con il mercato adesso è fissato per l'estate, ma cominciano ad emergere i primi retroscena sulle ultime trattative di ieri. Fiorentina molto attiva, gli arrivi di Konè e Benalouane hanno in parte modificato il volto della rosa di Paulo Sousa.

Ma sul taccuino dei dirigenti viola rimane cerchiato il nome di Ionita, centrocampista dell'Hellas Verona. Le due società ne hanno discusso nell'ambito dell'affare Gilberto, offerta di 3 milioni più 1 di bonus, subito respinta dai gialloblu. Il segnale è chiaro, il giocatore resta a Verona per continuare a lottare per la salvezza, poi a giugno ripartiranno le trattative con i club interessati,tra cui figura anche il Napoli. Il contratto di Ionita scadrà nel 2017, di tempo per discutere del suo futuro ce n'è eccome: il presente si chiama Verona, il suo futuro, invece, è ancora tutto da scrivere.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


13:38 | martedì 02 febbraio 2016
Napoli - Ionita, affare rimandato a luglio
Giuntoli voleva anticipare i tempi, ma lo ha già "bloccato"

di Silvana Palazzo - twitter: @silvpalazzo

CALCIOMERCATO NAPOLI VERONA IONITA - Sfumato il trasferimento al Napoli nelle ultime ore di mercato, Artur Ionita è, dunque, rimasto all’Hellas Verona. Ma il centrocampista resta un nome caldo in vista della sessione estiva di calciomercato per il club partenopeo, che lo avrebbe voluto regalare subito a Maurizio Sarri.
AFFARE RIMANDATO – Come evidenziato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, il Napoli non è riuscito a trovare l’accordo economico con il club veneto, ma il direttore sportivo Cristiano Giuntoli ha già raggiunto un accordo con l’agente di Ionita per giugno: il centrocampista è in scadenza di contratto, quindi rifiuterà eventuali proposte di rinnovo del Verona e si trasferirà al Napoli a parametro zero. Conferme in tal senso arrivano anche dal Corriere Veneto, secondo cui il Napoli ha sorpassato Fiorentina e Genoa. Inoltre, sarebbe stato decisivo ai fini della permanenza attuale il veto di Delneri, che non gradiva la partenza del moldavo, considerato indispensabile.

FONTE: CalcioNews24.com


Verona, l'ex vice di Mandorlini: 'Ionita potrebbe integrarsi benissimo al Napoli'

02 febbraio alle 10:44
Roberto Bordin, ex vice di Mandorlini al Verona, ha presentato il centrocampista Artur Ionita: "Ionita è una bravissima persona. Quando è arrivato, in silenzio, si è guadagnato il posto da titolare per l'impegno profuso in allenamento. È una mezzala moderna, bravo con i piedi, molto forte di testa, bravo negli inserimenti. In un ambiente come Napoli potrebbe integrarsi benissimo. Può crescere ancora tanto, mentalmente è molto ambizioso. È un ragazzo che vuole sfondare. Vice Hamsik? Lo slovacco è più offensivo. Ionita è più bravo ad inserirsi, ma non disdegna il tiro. È un centrocampista completo, può essere impiegato sia a destra che a sinistra”.

FONTE: CalcioMercato.com


Calciomerato Napoli, Raicevic più Ionita: 'prenotati' i colpi dell'estate
Gli azzurri torneranno alla carica per l'attaccante del Vicenza e sono d'accordo col centrocampista del Verona

Artur Ionita © Getty Images

02/02/2016 08:45
CALCIOMERCATO NAPOLI RAICEVIC IONITA / NAPOLI - C'erano quasi. Molto attivo il Napoli nell'ultimo giorno di mercato soprattutto sul fronte giovani. Saltato l'accordo col Pescara per il bomber Lapadula dopo il nuovo inserimento della Juventus, gli azzurri erano praticamente ad un passo da Filip Raicevic. Ma niente intesa economica col Vicenza, ed allora tutto rinviato all'estate quando secondo 'La Gazzetta dello Sport', oltre al talento montenegrino dovrebbe arrivare anche Artur Ionita. Nei prossimi giorni il Verona gli proporrà il rinnovo, ma i partenopei hanno già l'accordo con l'agente del giocatore per luglio.
L.P.

FONTE: CalcioMercato.it


SERIE A
Fiorentina, offerta per Ionita: l'Hellas Verona dice no
01.02.2016 15.27 di Pietro Lazzerini
Nell'ambito dell'operazione Gilberto, la Fiorentina ha chiesto al Verona il cartellino di Artur Ionita. I gialloblu hanno rifiutato l'offerta di 3 milioni più 2 di bonus perché il club non vorrebbe privarsi di una pedina fondamentale per la corsa alla salvezza.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Napoli, nuovi contatti con il Verona per Ionita: gli scenari
Gianluca Di Marzio 31-01-2016 20:21
Grande vittoria contro l'Empoli, primato consolidato in classifica e tanto entusiasmo. Momento straordinario per il Napoli, la società azzurra è molto attiva anche sul mercato. L'obiettivo si chiama Artur Ionita, centrocampista classe '90 dell'Hellas Verona.
Un ritorno di fiamma, contatti in corso con la società del presidente Setti. Nel caso in cui si arrivasse alla chiusura dell'operazione, il Napoli deciderà se metterlo subito a disposizione di Maurizio Sarri o lasciarlo all'Hellas Verona fino a fine stagione.
Napoli attivo sul mercato, contatti in corso per Artur Ionita.

Napoli, Ninkovic sempre più vicino. Tentativo per Ionita
Gianluca Di Marzio 31-01-2016 23:55
Il Napoli non si ferma in campionato, continuando a volare in testa alla classifica, ma non è da meno sul mercato. Ultimo giorno di trattative, con il club azzurro che è sempre più vicino ad una sinergia con il Chievo per Nikola Ninkovic, centrocampista offensivo serbo classe '94, che potrebbe lasciare il ritiro del Partizan Belgrado (club proprietario del cartellino) già nelle prossime ore.
Nel frattempo il club campano farà un tentativo per Artur Ionita del Verona, per provare a strapparlo al club gialloblù nell'ultimo giorno di mercato. Napoli al lavoro, ed è solo l'inizio dell'ultimo giorno di mercato.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE A
TMW - Genoa, incontro in corso tra Preziosi e Setti: possibile contatto per Ionita
28.01.2016 20.24 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88

TMW - Genoa, incontro in corso tra Preziosi e Setti: possibile contatto per Ionita
Prosegue il lavoro sul mercato di Enrico Preziosi. In questi minuti il patron del Genoa è a colloquio con il presidente del Verona Maurizio Setti. Probabile che i due stiamo parlando del futuro di Artur Ionita, nel mirino del Grifone qualora dovesse concretizzarsi la trattativa per il passaggio di Diego Perotti dai rossoblu alla Roma. Contatti in corso a Milano, il Genoa si muove su più fronti, in vista delle ultime ore di calciomercato.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, l'Atalanta tenta l'inserimento per Ionita
28.01.2016 16.33 di Raffaella Bon
L'Atalanta proverà il tutto per tutto per inserirsi nella trattativa tra Verona e Genoa per Artur Ionita. I nerazzurri sono tornati a farsi sotto per il centrocampista rumeno, ma la sensazione è che il Grifone sia in netto vantaggio e ormai prossimo alla chiusura dell'affare.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Genoa, accordo per Ionita. Ma Atalanta e Napoli non mollano
Gianluca Di Marzio 27-01-2016 00:45
L'ultimo posto in classifica del Verona fa male, anche ad Artur Ionita. Per il centrocampista classe '90 è infatti tempo di cambiare aria: è stato trovato un accordo per il trasferimento tra il Genoa e i gialloblù, ma interessate al moldavo rimangono Atalanta e Napoli.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Fiorentina, frenata per Cigarini: l'Atalanta cerca il sostituto
25.01.2016 15.00 di Pietro Lazzerini
Fonte: Raffaella Bon
[...] I nerazzurri, prima di chiudere la sua cessione, che è ancora ampiamente possibile, hanno bisogno di trovare un sostituto all'altezza. Sartori ha già fatto un sondaggio per Artur Ionita, ma il Verona ha chiesto 5 milioni di euro, bloccando la trattativa sul nascere.

RASSEGNA STAMPA
Atalanta, L'Eco di Bergamo: "Per la mediana spunta Ionita"
25.01.2016 07.18 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
L'Eco di Bergamo oggi in edicola spiega come serva almeno un centrocampista all'Atalanta di Giovanni Sartori. Nel novero ci sono Mocinic, Mauri, Nocerino, Acosty e parecchi altri, ma ieri il dirigente era a Verona per visionare Artur Ionita, mediano dell'Hellas. Intanto Cigarini è stato considerato incedibile.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Atalanta, tentativo per Ionita del Verona
Gianluca Di Marzio 24-01-2016 18:50
Dopo il pareggio di ieri sul campo del Frosinone, l'Atalanta torna al lavoro per quanto riguarda il mercato. Visto il possibile trasferimento di Cigarini alla Fiorentina, il club nerazzurro farà domani un tentativo per Artur Ionita, centrocampista classe '90 di proprietà del Verona, che in questa stagione ha messo a segno solo tredici presenze. Ultima settimana di mercato, ultimi tentativi: Atalanta a caccia di un centrocampista.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Genoa su Ionita: rispunta Floro Flores

19 gennaio alle 11:40
Gnoukouri (Inter) firmerà domani col Genoa (prestito di un anno e mezzo con diritto di riscatto e controriscatto). Sempre secondo la Gazzetta dello Sport, in attacco idea Kozak (Aston Villa), si riparla di Floro Flores (Sassuolo, c’è anche il Frosinone) e piace Ionita (Verona).

FONTE: CalcioMercato.com


Ionita: «Messa benzina nel motore»
Postata il 03/01/2016 alle ore 15:05

Vigasio - Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Artur Ionita, rilasciate al termine del test match Vigasio-Hellas Verona (0-1): «Il Vigasio ha fatto un buon primo tempo, noi veniamo da giorni tosti, con allenamenti molto intensi. Il mio momento? Oggi ho iniziato vicino a Pazzini, dopo ho giocato più arretrato, ora mi sento bene, ho recuperato molto fisicamente. Certo dopo tanti mesi inizio a sentire tanta fiducia e questo mi fa stare bene. Mi piace fare l'incursore, per me è un ruolo nuovo, però per me non conta il ruolo. Basta che il mister abbia bisogno di me e io giocherei dovunque, bisogna correre e fare gol. La Juve? Gara importante quella di mercoledì, servirà cattiveria, ogni partita per noi è fondamentale. Dopo ci sarà il Palermo, una tappa cruciale. Tutti noi crediamo nella salvezza, siamo in difficoltà ma dobbiamo essere positivi. Mercato? Io non so niente di Cagliari, io sono un calciatore del Verona e spero di rimanere qui tanti anni. Emanuelson? E' un giocatore offensivo che può dare più velocità, spero ci dia una mano. Con mister Delneri l'atteggiamento non è cambiato, era giusto prima è giusto ora, è cambiato il gioco, facciamo quello che ci dice. I tifosi? Li ringrazio, sono sempre vicino a noi, spero continuino a supportarci perché daremo veramente tutto».

Ionita si opera a Monaco di Baviera
Postata il 09/11/2015 alle ore 19:10

Verona - L’Hellas Verona FC comunica che il tesserato Artur Ionita ha raggiunto Monaco di Baviera, accompagnato dal medico sociale Luca Giaretta, dove domani sarà sottoposto a un intervento chirurgico per la rimozione di una nuova ernia a livello della parete posteriore del canale inguinale, insorta nella zona controlaterale rispetto a quella a cui era stato operato a settembre. I tempi di recupero saranno valutati sulla base dell’evoluzione del quadro clinico.

Ionita: «Correre, lottare e pensare positivo»
Postata il 01/11/2015 alle ore 18:30

Verona - Segui l'intervista ad Artur Ionita. Ecco le principali dichiarazioni del portiere, rilasciate al termine di Carpi-Hellas Verona (0-0): «Abbiamo fatto di più, si è visto nel primo tempo. Con voglia e con grinta dobbiamo risollevarci. Arriviamo fino alla fine, non so cosa manca ma dobbiamo lavorare di più perché ci aspetta una partita molto importante in casa. Le parate di Rafael? Lo dobbiamo ringraziare tutti, abbiamo lottato fino alla fine e mi dispiace per noi e per i tifosi, che ci sostengono ogni giorno. Sono preoccupato perché non vinciamo ma dobbiamo lottare ogni partita fino alla fine. Ci manca vincere e fare gol per portare a casa i tre punti. Dobbiamo correre, lottare e pensare positivo. Il mio momento? Ho sentito un dolore, ma è normale dopo tutti i mesi che sono stato fuori. Ora sto bene, può se esserci un po' di stanchezza. Cosa dire ai tifosi? Non vedo l'ora di vincere e andare vicino a loro, ne abbiamo bisogno tutti».

FONTE: HellasVerona.it


Verona, Ionita di nuovo in gruppo dopo l'operazione
Il centrocampista degli 'Scaligeri' torna al lavoto dopo l'intervento per un'ernia

Artur Ionita (Getty Images)

14/10/2015 18:50
HELLAS VERONA IONITA INFORTUNIO ERNIA / VERONA - Un sorriso per il tecnico dell'Hellas Verona, Andrea Mandorlini, infatti Artur Ionita è tornato a lavorare a pieno regime con il gruppo. Il mediano si era operato a Monaco di Baviera a fine settembre a causa di un'ernia, ma con il problema risolto è tornato ad allenarsi, come testimonia la foto dal profilo Twitter del club.
O.P.

FONTE: CalcioMercato.it


Interventi chirurgici riusciti per Ionita e Romulo
Postata il 24/09/2015 alle ore 11:45
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che gli interventi chirurgici a cui sono stati sottoposti i calciatori Artur Ionita e Romulo sono perfettamente riusciti. I tempi di recupero saranno legati all'evoluzione del quadro clinico dei due differenti casi. Ionita rientrerà in Italia, da Monaco, già nella giornata odierna. Romulo invece trascorrerà in Brasile il primo periodo della riabilizatione.

FONTE: HellasVerona.it


20.09.2015
Altro guaio, si ferma Ionita Matuzalém è già al lavoro
Ionita in azione contro Bonaventura a Milano

La questione si fa seria. Mancava solo Artur Ionita, anche lui costretto a fermarsi. E non sarà uno stop di pochi giorni. Probabile il ricorso all'intervento chirurgico, la decisione definitiva verrà presa fra martedì e mercoledì. Brutto colpo, per l'Hellas e per il giocatore. Mandorlini ieri pomeriggio ha parlato di «un principio d'ernia», problema di cui ha sofferto anche Romulo, un altro destinato ad alzare bandiera bianca, col rischio di dover subire una nuova operazione dopo quella di dicembre (...)

FONTE: LArena.it


Mandorlini: «Atalanta? Vogliamo i punti»
Postata il 19/09/2015 alle ore 16:10
[...]

«Ionita? Si è sottoposto ad una visita specialistica, lui non ci sarà per questa partita e nemmeno per la prossima, poi valuteremo insieme. Mi dispiace per Artur, sono più di 5 mesi che scalpitava per giocare, ha provato ad esserci nonostante il dolore ma adesso non ce la fa più»

[...]

Ionita in nazionale per le sfide con Austria e Montenegro
Postata il 25/08/2015 alle ore 10:48
Verona -Torna in nazionale Artur Ionita. Un giusto premio per lui, pronto a rientrare a disposizione di mister Mandorlini dopo tanti mesi trascorsi in palestra a causa di un brutto infortunio. E' ora di lasciare il passato alla spalle per un calciatore amato dai tifosi per impegno e dedizione, convocato dal Commissario Tecnico della Moldavia, Alexandru Curtain per la doppia sfida contro Austria e Montenegro (Qualificazioni Euro 2016), rispettivamente in programma sabato 5 settembre (ore 20.45) all'Ernst-Happel-Stadion di Vienna e mercoledì 8 settembre (ore 20.45) allo Stadionul Zimbru di Chisinau.

Ionita raggiungerà i compagni di nazionale dopo la sfida contro il Genoa, e rientrerà per prepararsi al match casalingo contro il Torino, in programma il 13 settembre. Una partita che rievoca grandi ricordi per il numero 23 dell'Hellas Verona, visto che lo scorso anno, proprio contro i granata, segnò il suo primo gol in Serie A entrando nel cuore di tutti i tifosi. Ed è per questo motivo che sarà lui il protagonista del prossimo numero di Hellas Verona Magazine, in vendita all'Hellas Store da mercoledì 9 settembre e in tutte le edicole in Verona e provincia da giovedì 10.

Tanti auguri Artur!
Postata il 17/08/2015 alle ore 09:24

Tanti auguri Artur!
Il Presidente Setti, la Società, lo staff tecnico e tutti i compagni di squadra
augurano buon compleanno ad Artur Ionita.
Il centrocampista compie oggi 25 anni.

FONTE: HellasVerona.it


Napoli, c’è l’offerta per Ionita: l’Hellas Verona resiste
Gianluca Di Marzio 17-07-2015 00:53
Non solo Allan, il Napoli ci prova per un altro centrocampista. Si tratta di Artur Ionita, centrocampista moldavo classe 1990 di proprietà dell' Hellas Verona e pallino del direttore sportivo Cristiano Giuntoli. La squadra azzurra ha offerto un milione e mezzo alla società gialloblù che, per il momento, resiste. Un nome nuovo per il centrocampo, il Napoli ci prova per Ionita.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


STAGIONE 2014-2015 +   -   =
09.03.2015
Il guerriero Ionita indossa la corazza «Siamo un grande gruppo, meritavamo la vittoria»
«Ho sbagliato, chiedo scusa ai miei compagni che aspettavano la palla in mezzo. È difficile però vedere queste cose mentre si è in campo, più facile ora, come dite voi a freddo». Artur Ionita ha ancora il capello bagnato dalla doccia quando racconta queste cose negli spogliatoi di San Siro. La fretta è tanta, vuole raccontare a parenti e amici com'è giocare alla Scala del calcio e per poco riuscire a battere l'ex portiere del Real Madrid Diego Lopez. Quest'ultimo lanciato dallo Special One Mourinho sulla ribalta intrenazionale. Un po' come Mandorlini con Ionita. Lo ha pescato Sogliano, l'ha buttato nella mischia il tecnico gialloblù, espulso per la prima volta in campionato dal modesto Giacomelli.

«Mamma mia!», eclama Ionita quando ripensa all'arbitro triestino. «Lui non ha fischiato un fallo brutto su Marques e ci è costato il gol - racconta -. In area del Milan è successo la stessa cosa, ma ha dato ragione credo a Mexes che era in lotta con Rodriguez. Incredibile. Lui ha girato, si dice così, un sacco di punizioni». Lui, inteso come Giacomelli, ha graziato Bonaventura e Muntari, ma non ha perdonato con il cartellino giallo il buon Ionita. «Ero stanco e dovevo tornare subito indietro - racconta il calciatore moldavo - ho fatto fallo tattico, peccato». Già l'Artur del Verona non sarà della partita con il Napoli, a causa di quel cartellino. Averlo recuperato insieme a tanti altri, è significato molto per il Verona.

«Adesso diamo al mister - continua - maggiori possibilità di scelta. Già col Genoa avevamo visto a tratti una squadra diversa. Se Gomez avesse fatto gol avremo rimediato una partita nata male. È mancata la fortuna. Il pari con la Roma ci ha dato grande forza e poi Cagliari e Milano. Siamo in crescita. È un peccato per me star fuori proprio ora. Vorrà dire che sarà più determinato e senza ammonizioni dalla gara con la Lazio». Già Pisano, Sala, Gomez e Ionita. Alcuni dei primi nomi che da febbraio hanno fatto sì che l'Hellas cambiasse marcia. A San Siro le «catene di Mandorlini» hanno funzionato alla perfezione. Il braccio del cambio gialloblù si apriva a comando quando biosgnava ripartire, pronto a ritirarsi in fase difensiva.

«Abbiamo giocato tutti una grande gara - sottolinea -. Il Milan è sempre il Milan, soprattutto a San Siro. Mexes, Pazzini, Menez, Diego Lopez e Cerci sono grandi giocatori. È il Verona che ha fatto una grande partita. Siamo un bel gruppo che ha passato un momento poco felice per cola di tanti infortuni e qualche partita strana. Al gol di Nico Lopez sono letteralmente impazzito di gioia. Meritavamo la vittoria, figurarsi se fosse arrivata la sconfitta». Ionita si trova a meraviglia sia con Tachtsidis, che con Halfreddsson.
«Sono due ottimi compagni - ammette - e molto altruisti. Grazie ai loro passaggi sono andato vicino al gol, spero arrivi presto. Mi dispiace tantissimo non essere a disposizione per la gara col Napoli». Insomma per rivedere Ionita bisognerà attendere la partita con la Lazio. Il ragazzo giunto da lontano ha voglia di correre e segnare ancora per il Verona. I risultati dell'ultima giornata spingono a dare qualcosa in più per chiudere alla grande una stagione per alcuni versi difficile. «Sono d'accordo - conclude Artur Ionita - adesso anche in allenamento siamo numerosi. Ci alleniamo con molta grinta perchè c'è molta concorrenza. Tutti vogliono fare bene. I tifosi stiano tranquilli faremo un bel finale».
Gianluca Tavellin

FONTE: LArena.it


Ionita: “Siamo un gruppo fantastico”
Postata il 08/03/2015 alle ore 00:20
Milano - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Artur Ionita, rilasciate al termine della sfida Milan-Hellas Verona (2-2).

CHE EMOZIONE IL PAREGGIO ALLO SCADERE
“Si poteva vincere, nel primo tempo poteva finire 2-0 se non sbagliavo quell’occasione. Chiedo scusa alla squadra, avrei dovuto passare la palla, ma è facile parlare adesso anche se in quei momenti c’è poco tempo per pensare. Ad ogni modo siamo molto contenti del risultato, per il gruppo e per i nostri tifosi. Andiamo avanti con la stessa grinta e la voglia messa in campo con il Milan. Cosa mi è piaciuto di più di questa partita? Ci abbiamo creduto fino alla fine, è stata un’emozione bellissima riuscire a pareggiare alla fine. Quando ho visto la gioia di Nico Lopez non sapevo cosa fare”.

7 marzo 2015 - Artur Ionita al termine del pari a San Siro

POSSIAMO GIOCARCELA CON TUTTI
“Qual è la nostra forza? Posso dire che siamo un gruppo fortissimo, con la voglia e con la grinta che mettiamo al servizio dell’allenatore possiamo fare tutto. Anche all’inizio del campionato abbiamo fatto vedere che possiamo giocarcela con tutti, poi c’è stato un periodo meno buono in cui abbiamo fatto pochi punti. La svolta è stata la partita con la Roma, adesso ci siamo svegliati. Sono ritornati tutti gli infortunati e tutti vogliono giocare, questo crea un clima molto competitivo in allenamento. Penso che questo tipo di concorrenza faccia molto bene al gruppo. Abbiamo fatto vedere che possiamo fare tutto. Voglio ringraziare i tifosi, che anche oggi ci hanno seguito numerosissimi”.

MI SPIACE SALTARE LA PROSSIMA PARTITA
“La partita col Napoli? Mi spiace non esserci, però non posso farci niente. Era il primo fallo che facevo, e a dirla tutta non avevo nemmeno toccato l’avversario ma la palla. Era un intervento aggressivo, questo sì, ma ero andato sul pallone. Quel fallo su Marques in occasione del secondo gol del Milan? Non ho visto bene però secondo me era fallo”.
Ufficio Stampa

Ionita: "Cagliari? Sfida decisiva, vogliamo fare punti"
Postata il 24/02/2015 alle ore 14:00
Milano - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Artur Ionita, rilasciate durante la presentazione di Gazzetta Tv (59 digitale terrestre) che inizierà le trasmissioni giovedì 26 febbraio (ore 7).

ROMA? PUNTO IMPORTANTE VERSO CAGLIARI
"Il pareggio contro la Roma? Dei giallorossi non voglio parlare. Parlo di noi, abbiamo fatto una buona partita, con grinta e carattere. Quello ottenuto è un punto di cui avevamo bisogno per andare avanti, verso la partita contro il Cagliari, per noi decisiva. Ci servono punti per uscire da questa situazione. Le critiche a Mandorlini? Ci sono sempre, è una cosa normale. Ma queste critiche servono alla squadra per essere ancora più motivata, per fare bene in allenamento e in partita, per continuare a fare progressi. Contro la Roma è arrivato un pareggio importante per classifica e morale, ogni partita è fondamentale a cominciare dalla sfida di Cagliari".

SCUDETTO, JUVE FAVORITA. E IN CHAMPIONS...
"La corsa scudetto? Il calcio è imprevedibile, speciale, può succedere di tutto. La Juventus è la squadra più forte in Serie A, credo che sia la favorita per lo scudetto. I bianconeri stanno vivendo uno stato di forma migliore rispetto anche al Borussia Dortmund, che ora ha vinto tre partite consecutive. Le sfide di campionato sono però diverse da quelle di Champions".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


13.02.2015
Ionita e la lezione ai bimbi: «Il cuore porta ovunque»
Il giocatore dell'Hellas ha incoraggiato gli alunni: «Sentivo la pressione di tutta la mia Moldavia»

«Se una cosa la fai col cuore e puoi dire che è tutto per te allora arrivi dove vuoi e non conosci noia».
È questo il messaggio più importante che Artur Ionita, ventiquattrenne centrocampista dell'Hellas Verona, ha lasciato ieri ai ragazzini della scuola elementare di Montecchia di Crosara. Erano i 45 alunni delle quarte che sono stati coinvolti dal «Progetto scuola», promosso dall'Hellas, con l'adesione già da tre anni dell'Istituto comprensivo aderisce già da tre anni, e altrettanti compagni delle quinte che il progetto lo conobbero un anno fa.

A coordinare l'incontro, Zaccaria Tommasi, responsabile del «Progetto scuola» e Rosa Frizzo, la maestra presentatasi ieri con la felpa gialloblu di ordinanza addosso. Fin qui il lavoro di regia che ieri ha permesso ai bambini di scatenarsi in montagne di domande: la più curiosa è senza dubbio quella su quante paia di scarpe Ionita abbia nel suo armadietto. «Sei, sette credo», ha risposto lui e a fargli eco un profondo “oohh” dei bambini.

Grazie alle loro domande il calciatore moldavo ha ripercorso tutta la sua storia, dai primissimi calci con papà a quattro anni al primo inserimento in squadra a sette. Papà e famiglia che sono l'elemento ricorrente nel suo ricordare, «perchè mi hanno sempre incoraggiato, aiutato. Il primo gol il serie A l'ho dedicato a mio papà». C'è nostalgia nella voce quando racconta l'abbandono della sua terra, a 18 anni per imparare a fare il suo mestiere. Com'è sentirsi importante e famoso? «Non mi sento così, non mi sento famoso.
Non mi sono mai sentito il più forte, ma importante quello sì», risponde ai piccoli. Gli chiedono il segreto del successo, e lui raccomanda «serietà, sacrificio, voglia di lavorare al cento per cento: tutto, però, deve partire dal cuore».

Si tocca un paio di volte anche il capitolo infortuni: «Queste cose», dice lui, «ti rendono più forte». Poi lascia spazio ad un'emozione, «perchè quando ho cominciato a giocare in Italia ho dimostrato che anche un moldavo poteva farcela. Sono stato il primo, e addosso me la sono sentita la pressione di tutta la mia nazione». Prima di quello con Ionita, ci sono stati due incontri formativi coi preparatori del vivaio dell'Hellas. Ieri, a domandare chi da grande vuol fare il calciatore, sono state più le mani che si sono alzate che quelle rimaste giù. Basterà aspettare qualche anno per scoprire chi tra loro riuscirà a sfondare.
P.D.C.

FONTE: LArena.it


Ionita: “I tifosi del Verona sono speciali”
Postata il 19/12/2014 alle ore 20:50
Lugagnano di Sona (Verona) - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Artur Ionita, rilasciate durante l'intervista esclusiva alla trasmissione "Questo è il Verona" in onda sulla official radio RadioBellla&Monella.

MIGLIOR CALCIATORE MOLDAVO, UNO STIMOLO PER FARE SEMPRE MEGLIO
"Il premio come miglior calciatore della Moldavia? Sono molto soddisfatto per questo riconoscimento, devo rigraziare l’allenatore e i miei compagni di squadra che mi hanno aiutato molto. Questo premio è una nuova motivazione per andare avanti e lavorare sempre di più. Non ho potuto partecipare alla premiazione, così ho registrato un videomessaggio in cui ho ringraziato tutti. Questo per me è un buon anno, sono molto felice. Io il primo moldavo a segnare in Serie A? Sono molto contento di esserci riuscito, quei minuti che ho giocato nella sfida col Torino erano importanti per far vedere all’allenatore che ero pronto. Come sto? Non è un momento molto facile per me, il mio obiettivo era quello di stare vicino alla squadra e giocare quante più partite possibili. Ora penso a guarire al 100%: voglio allenarmi e non vedo l’ora di tornare in campo più forte di prima".

IL DERBY? QUANTO VORREI SCENDERE IN CAMPO…
"Il derby? Per me è difficile dire qualcosa sull’argomento, mi spiace non poterci essere. In una partita del genere non è bello stare in panchina, figuriamoci in tribuna! Ho visto la squadra, si sta preparando molto bene, sono sicuro che faremo una bella gara. I nostri tifosi? Sono speciali, un calore del genere non l’ho mai provato in nessun altro stadio in cui ho giocato. Sappiamo che ci tengono molto a questa partita e per questo ci stiamo preparando al meglio. Il clima prima di Udine? Quella striscia di risultati negativi ci ha motivato, dopo troppe partite senza vittorie eravamo sempre più carichi. La squadra ha fatto una settimana molto buona e sono sicuro che anche con il Chievo faremo bene".

Artur miglior giocatore moldavo 2014

IO UN CAMPIONE? QUEL TITOLO SPETTA SOLO A TONI
"Come mi ha trovato Sogliano? Nemmeno io lo so (ride, ndr). In Svizzera, quando giocavo nell’Aarau, ho sentito dire un paio di volte che c’erano degli osservatori, ma non sapevo chi fossero. Io un campione? Ho ancora tanta strada da fare. Luca Toni, lui sì che è un vero campione. Il Verona ha una rosa formata da buoni calciatori, ma solo lui è degno di essere chiamato campione. Luca è anche un maestro, noi giovani ascoltiamo sempre i suoi consigli. Lui parla spesso, in campo e nello spogliatoio, anche gli altri giocatori più esperti, come Marquez e Saviola, sono disponibili ad aiutare noi giovani. Un commento su Mandorlini? Mi trovo molto bene, è un allenatore che vuole sempre di più dai suoi giocatori, e questo noi lo capiamo. Ha vinto molto in Romania, ha fatto cose incredibili anche col Verona, e questo la dice lunga su di lui".

LE MIE ESPERIENZE
"La mia esperienza nella nazionale moldava? Rappresentare i colori del mio Paese per me è un grande onore, quando si indossa quella maglia bisogna dare tutto. Un paragone tra il campionato svizzero e quello italiano? Non si possono mettere a confronto. In Svizzera ci sono squadre forti, come Basilea e Young Boys, però a fine anno ai vertici della classifica ci sono sempre gli stessi. Qui in Italia è diverso: vero, la Juventus è un gradino sopra le altre, però tutte le squadre sono molto forti".

QUEL GOL CHE HO DEDICATO A PAPA’…
"Il gol che ho dedicato a mio padre? Mi è stato vicino quando ho avuto momenti difficili, come il primo anno in Svizzera, in cui ho incontrato alcune difficoltà. Ci telefonavamo spesso, le sue parole mi motivavano ad andare avanti. E’ il mio idolo".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Ioniţa il migliore in Moldavia
Pubblicato: Domenica, 14 dicembre 2014, 21.26CET
Il centrocampista dell'Hellas Verona FC Artur Ioniţa è stato scelto come calciatore moldavo dell'anno 2014; ha dunque fatto meglio del quattro volte vincitore Alexandru Epureanu.
di Evgheni Balaniuc
da Chisinau
Artur Ioniţa (Hellas Verona FC) ©Getty Images

Il centrocampista dell'Hellas Verona FC Artur Ioniţa è stato scelto come calciatore moldavo dell'anno 2014; ha dunque fatto meglio del quattro volte vincitore Alexandru Epureanu.
Il 24enne ha passato la prima parte dell'anno con gli svizzeri dell'FC Aarau prima di firmare per il Verona a luglio, diventando il primo giocatore moldavo a giocare in Serie A. Ioniţa ha segnato due gol in 12 partite di campionato con il Verona fino a ora ed è stato sempre presente con la nazionale, con la quale ha giocato otto partite nel 2014.

"Sono molto contento del fatto che Artur abbia scelto me per ritirare questo premio, mi inorgoglisce", ha detto il suo primo allenatore, Veaceslav Carandaşov, dato che Ioniţa non ha potuto essere presente alla cerimonia. "Ben fatto Artur! Ha fatto una grande stagione, ma sono certo del fatto che possa fare anche meglio".

Il quattro volte vincitore Alexandru Epureanu – passato dall'FC Anji Makhachkala all'İstanbul Başakşehir in estate – è risultato secondo, mentre il portiere della Moldavia Ilie Cebanu terzo. Cebanu nel 2014 ha giocato per i russi di FC Tom Tomsk e FC Mordovia Saransk.

Il portiere dell'FC Sheriff Serghei Paşcenco ha vinto come poritere del campionato moldavo dell'anno, mentre il suo compagno Radu Gînsari è stato scelto come miglior attaccante. Altri premi legati al campionato sono andati a Petru Racu (migliore difensore) dell'FC Veris e Alexandru Dedov dell'FC Zimbru Chisinau (migliore centrocampista).

Il tecnico del Veris Lilian Popescu è stato votato come miglior allenatore, mentre Vlad Ivancenco ha vinto il premio dedicato agli arbitri.

©UEFA.com 1998-2014. All rights reserved.

FONTE: It.UEFA.com


Comunicato medico - Artur Ionita
Postata il 01/12/2014 alle ore 18:55
Verona - Lo staff medico dell'Hellas Verona FC, dopo aver svolto gli accertamenti strumentali, comunica che "Artur Ionita ha riportato un sovraccarico muscolare all'adduttore destro. I tempi di recupero saranno valutati nei prossimi giorni".
Ufficio Stampa

Ionita: "Fame, lavoro e impegno: ecco i miei segreti"
Postata il 06/11/2014 alle ore 22:40
Verona - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Artur Ionita, rilasciate durante la trasmissione "Vighini Show", in onda su Telenuovo e condotta dal giornalista Gianluca Vighini.

VERONA? NON CI HO PENSATO UN ATTIMO AD ACCETTARE
"Io al Verona? Ero molto contento, non pensavo di arrivare in Serie A. Potevo firmare con buone squadre in Svizzera. Non so chi mi abbia visionato, ma quando è arrivato il Verona ho subito pensato a volermi trasferire in questa società. Il Bentegodi? Ho giocato in altri stadi, ma non ho mai visto un tifo come questo. Ringrazio tutti i nostri supporters e quanti mi stanno vicino. Spero di rimanere qui il più a lungo possibile, vivo in una bella città e sono contento di tutto. Se voglio diventare una bandiera dell'Hellas? Per fare dieci anni qui firmerei adesso".

FAME E DETERMINAZIONE PER ARRIVARE
"Voglio arrivare, ho iniziato a giocare in Moldavia e ho avuto la fame di rimanere sempre motivato per ottenere cose belle nella vita. Mio papà è stata la persona più importante, mi ha aiutato tanto. A 18 anni, quando ho cominciato a fare il calciatore professionista in Moldavia, mi è stato molto vicino. Anche lui da giovane giocava a livello dilettantistico, ora fa l'autista di camion. Siamo una famiglia unita e stiamo molto bene. Queste sono cose importanti nella vita, ora voglio aiutare i miei genitori e siamo felici tutti insieme. La mia famiglia alle partite? E' venuta, è stato un momento speciale. Ho dedicato il gol a mio padre perché è stato il mio primo pensiero dopo aver visto la palla in rete".

HO SFRUTTATO IL MIO MOMENTO
"Le mie caratteristiche? Mi sento un calciatore fisico, tipico del calcio russo. In Svizzera questa componente è molto importate, e qui a Verona è lo stesso. Devi dare tutto fino alla fine, questa è la mia motivazione, sia in partita che durante l'allenamento. Non voglio deludere nessuno e fare molto bene. Sono qui da cinque mesi, sto lavorando molto. Questa è la cosa più importante per me, la Serie A mostra un grande calcio ed è molto difficile arrivare qua, soprattutto per un moldavo. Se pensavo di essere subito protagonista? Appena arrivato ho visto che era difficile ed eravamo in tanti. Questo fattore mi ha motivato di più, mi ha spronato a lavorare per far vedere all'allenatore che posso giocare. Poi è arrivato il mio momento e l'ho sfruttato".

SIAMO UN GRANDE GRUPPO
"Mandorlini? Parliamo tutti insieme per preparare bene allenamenti e partite. Quello che è successo dopo Napoli resta dentro lo spogliatoio, siamo un gruppo molto unito. Mi trovo bene con tutti, ma con Ivan Martic passo molto tempo: pranziamo insieme e vado all'allenamento con lui. Che momento stiamo attraversando? Tutte le partite sono difficili, noi dobbiamo fare punti per arrivare alla salvezza. Sarà un anno molto duro per noi e dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo principale. Se sentiamo il paragone con lo scorso anno? La stagione precedente è stata molto bella, sono cambiati tanti calciatori e pensiamo solo a fare un bel campionato".

IO, ARTUR IONITA
"Il mio idolo?Mi piace molto Zidane, ha fatto una grande carriera e anche come persona era molto buona. I miei hobby? Quando ho tempo vado a fare una passeggiata in centro, ma sto molto a casa. La squadra dei miei sogni? Non ci penso, ora sono qui e viene prima il Verona. Non ho altro in testa. Quante lingue conosco? Quattro, oltre all'italiano: il moldavo, il russo, che viene spiegato a scuola nel mio paese d'origine, il tedesco, una lingua molto difficile imparata giocando in Svizzera e anche l'inglese. I miei esordi? Ho iniziato nello Zimbru Chișinău, squadra molto forte in Moldavia. Ho giocato lì fino ai 18 anni, poi non ho trovato l'accordo, sono stato in un'altra squadra moldava e ho iniziato a giocare in Nazionale. Sono andato all'Aarau, inizialmente per fare compagnia a un calciatore russo. Poi lui è andato via dopo 6 mesi e io sono rimasto".

INTER, CI STIAMO PREPARANDO BENE
"La partita con l'Inter? La stiamo preparando bene, lavoriamo duro. Pensiamo solo a far vedere un grande Verona".

SERIE A, CAMPIONATO TATTICO E DIFFICILE
"Il livello della Serie A? E' un campionato molto tattico, ci sono calciatori forti. Puoi vincere e perdere contro tutti. In Svizzera c'è il Basilea che sta facendo bene, e ogni anno il campionato cresce come livello".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Verona, Ionita rivelazione per Mandorlini: tempismo, dinamicità e fiuto del gol...
Scritto da Redazione 15 ottobre 2014
VERONA, IONITA- Potremmo definirlo il calciatore rivelazione di questo inizio di stagione, ma è giusto volare basso e aspettare ancora un po’. Inutile negare però che Artur Ionita, calciatore moldavo di 24 anni, è una piacevole sorpresa di questa prima parte di stagione, sia per il tecnico Mandorlini, sia per le sorti dell’Hellas Verona. Arrivato in Italia a parametro zero in estate, il giocatore conta attualmente 5 Presenze, 2 goal, biglietto da visita di tutto rispetto.

Mandorlini l’ha sistemato in posizione di interno di centrocampo e grazie al suo dinamismo, tempismo e un ottimo senso del goal, Ionita ha conquistato la fiducia di allenatore, compagni e tifosi. Resta da capire se il 24enne moldavo potrà consacrarsi definitivamente o se sarà un semplice fuoco di paglia di inizio stagione.

FONTE: SerieANews.com


Ionita super, è "Il Mastino del Bentegodi" contro il Genoa
Postata il 02/10/2014 alle ore 13:15
Verona - L’emozione della prima volta sembra un dolce ricordo. Ormai, Artur Ionita ci ha preso gusto. Eccome. Determinazione inesauribile in mezzo al campo, e spunti decisivi nei momenti più delicati. Contro il Genoa, assist e gol. Il suo secondo in Serie A. Esemplare, anche per i tifosi gialloblù. E il moldavo viene eletto “Il Mastino del Bentegodi”. Ora, nella classifica generale del concorso promosso per la 16a stagione consecutiva dal mensile di Confcommercio Verona “Il Commercio Veronese” in collaborazione con Hellas Verona FC, Ionita è secondo alle spalle di Luca Toni. E adesso testa alla prossima sfida, sabato 4 ottobre (ore 18) arriva il Cagliari. Il Bentegodi è pronto a ruggire, ancora. Per sostenere i gialloblù.

"Il Mastino del Bentegodi" si può votare entro e non oltre il mercoledì sera successivo alla partita di campionato, in due soluzioni: compilando l'apposito format presente nel sito internet www.hellasverona.it oppure inviando una e-mail con i propri riferimenti (nome, cognome, recapito telefonico) e il nome del giocatore prescelto all'indirizzo ilcommercioveronese@confcommercioverona.it. E' possibile esprimere un solo voto per partita. Sorprese a fine stagione, per coloro che avranno partecipato all'iniziativa: saranno estratti tre nominativi di tifosi fortunati che riceveranno dei prestigiosi premi messi in palio dall'Hellas Verona. Da Marasco (vincitore della stagione 1999-2000) a Laursen (2000-2001), da Mutu (2001-2002) ad Adailton (2002-2003) e a Gomez Taleb (2011-2012). Fino a Toni. Chi sarà il suo erede?

Classifica "Il Mastino del Bentegodi" contro il Genoa:
1) Ionita 29 voti
2) Tachtsidis 18 voti
3) Moras 15 voti
4) Gollini 9 voti
5) Toni 7 voti
6) Marquez e Gomez Taleb 1 voto


Classifica generale:
1) Toni 34 voti
2) Ionita 29 voti
3) Marquez 20 voti
4) Moras 19
5) Tachtsidis 18 voti
6) Obbadi 10 voti
7) Gollini 9 voti
8) Rafael 7 voti
9) Gomez Taleb 3 voti
10) Hallfredsson 2 voti
11) Campanharo 1 voto

Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Scusate se segno... Artur Ionita (Verona-Genoa 2014/2015)
settembre 25, 2014
Artur Ionita è la rivelazione dell’ultima settimana di Serie A. Il centrocampista classe 1990 è riuscito a segnare due gol in tre giorni con la maglia del Verona, ottenendo anche il record che lo vede come primo giocatore moldavo ad essere andato in rete nella Serie A italiana. Torino e Genoa sono state le sue vittime e si è trattato di realizzazioni pesanti che hanno permesso agli scaligeri di ottenere 4 punti.


TALENTO POLIGLOTTA – Ionita, nato il 17 agosto a Chisinau, può già essere definito a soli 24 anni come un vero e proprio giramondo del calcio visto che l’Italia rappresenta la sua terza meta pallonara. Parla cinque lingue e sa segnare in tutti i modi. Cresciuto nello Zimbru, compagine della capitale della Moldavia, paese dell’Europa Orientale da sempre interessato in maniera diretta dalle vicende politiche poco felici dell’ex Unione Sovietica, Ionita esordisce nella massima divisione moldava nel 2007 a soli 17 anni, segnando subito anche il suo primo gol tra i professionisti, una caratteristica che come abbiamo visto si è portato dietro anche a Verona.

RIVELAZIONE - Dopo una proficua esperienza all’Iskra-Stal passa poi alla squadra svizzera dell’Aarau nel 2009, totalizzando 129 presenze e 16 gol; nel frattempo diviene anche un perno della rappresentativa Under 21 del suo Paese, di cui diventa capitano, prima di approdare in Nazionale maggiore con la quale conta al momento 15 presenze e due reti. La storia di Ionita al Verona è cominciata quasi un anno fa, quando gli scaligeri ufficializzarono il suo ingaggio a parametro zero, dimostrando di essere uno dei tanti colpi in canna sparati dall’abilissimo direttore sportivo gialloblu, Sean Sogliano.

FONTE: MaiDireCalcio.com


26.09.2014
Muscoli e tecnica: Ionita ha fatto centro
Dagli esordi con lo Zimbra all'altalena in Svizzera, ora l'Hellas si gode l'esplosione del 24enne moldavo, altro colpo a costo zero del lungimirante Sogliano

Artur Ionita, centrocampista moldavo di 24 anni, è l'ultima felice scoperta del lungimirante Sogliano

È stato sempre un perfetto sconosciuto Artur Ionita. Dimenticato per troppo tempo, dimenticato da tutti. Solo uno dei tanti a caccia di fortuna in giro per l'Europa. Una storia come le altre.
Nessuno sapeva chi fosse quando cinque anni fa posò la valigia nella sede dell'Aarau, in una città di ventimila anime nota al calcio solo per essere stata tappa intermedia di Ottmar Hitzfeld, il più vincente allenatore tedesco che al Bayern incrociò anche Luca Toni. Guardava avanti Ionita, dopo aver lasciato la sua Moldavia e una vita non proprio fatta di caviale e champagne in quello spicchio di vecchia Russia, fra Ucraina e Romania, indipendente da quando Artur aveva da pochi giorni compiuto un anno.
Predestinato in patria Artur, ma difficile da scorgere agli occhi di quelli che nel calcio contano davvero.
Ci voleva Sean Sogliano per capire che quel colosso con tanta rabbia in corpo avrebbe meritato qualcosa di più del penultimo posto del campionato svizzero, a 30 punti dal Basilea in un girone di appena dieci squadre. È bastato superare il confine per afferrare quel grande prospetto.

Era un'occasione da non perdere, soprattutto se un ragazzo di 24 anni con tutti questi margini è in scadenza di contratto. Sogliano in questi casi non sbaglia mai.
Come spesso capita il Verona ha anticipato tutti, pratico e concreto. Un azzardo? Facile adesso dire di no, dopo due gol di fila fra Torino e Genoa, un rendimento da centrocampista maturo ed un valore di mercato destinato a lievitare ad ogni presenza.
Neanche troppo difficile dirlo qualche mese fa quando su Ionita si buttò pure il Basilea, dominante in patria ma capace di andare a testa alta anche in Champions. Ci rimasero male i campioni di Svizzera, ma il Verona era semplicemente arrivato prima.
PASSATO INTENSO. Ionita non è una meteora piovuta dal cielo all'improvviso. Nient'affatto.
Non aveva ancora 17 anni quando debuttò, segnando, con la maglia dello Zimbru, la più antica squadra moldava, prima di inanellare 42 partite segnando 10 gol nell'Iskra-Stal nelle due stagioni successive. Di anni ne aveva nemmeno 18 quando fece un figurone con la sua Under 21 di fronte alla Germania.

Dall'altra parte del campo c'erano Ozil, Khedira, Hummels ed Howedes. Tutti campioni del mondo ora.
Quella sera però, a Sheriff, la differenza fra Artur ed i tedeschi non si notò.
E non solo perché la sua Nazionale vinse la partita. L'Aarau lo scoprì per sbaglio il 28 marzo del 2009, in un Moldavia-Svizzera valido per le qualificazioni ai Mondiali dell'anno dopo. Quello sotto osservazione in teoria era Serghei Alexeev, alla fine nel pacchetto finì anche Ionita.

SENZA FRENI. Pareva l'inizio di una nuova vita ma l'Aarau retrocesse in Challange League, la seconda divisione, facendolo scomparire fra i campi del Biel-Bienne, del Delemont, del Kriens, del Wil, del Wholen, dell'Yverdon Sport. Come finire in un scantinato senza luce. Ionita però non si perse d'animo, non guardò in faccia nessuno, andò avanti per la sua strada. Un mulo mai stanco, sempre in movimento, sempre con la fame dei grigi giorni moldavi.
Dopo tre stagioni Ionita riuscì un bel giorno anche a rompere le catene di quel campionato così insipido, il suo Aarau tornò in alto soprattutto grazie a lui. Una macchina, Ionita. Sempre in campo tranne due volte, squalificato per somma di ammonizioni.
Trentaquattro presenze su 36 e sei gol, abbastanza per risvegliare dormienti direttori sportivi incapaci di valutare un giocatore in proiezione.
L'Aarau grazie a lui si riprese il marchio di «Die Unabsteigbaren», la squadra che non retrocede mai. Nel frattempo Ionita diventa cittadino del mondo. Quando a metà febbraio è ufficialmente un tesserato del Verona si mette a guardare trasmissioni tv in italiano, per buttarsi avanti, dopo una prima infarinatura negli anni svizzeri. Ionita parla ovviamente il russo ma anche l'inglese ed il tedesco.
I primi gol moldavi della A sono i suoi. Ancora una volta il Verona ci ha visto benissimo. Senza spendere un euro.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


SERIE A
Verona, Ionita boom. Sulle orme di Tchmil, per scrivere la storia di un paese
25.09.2014 20.20 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Radu Rebeja e Serghei Clescenco sono i due giocatori con più presenze nella storia della Moldavia. Ora quarantenni, non certo ricordi polverosi del calcio nazionale, visto che dopo il crollo dello URSS la Moldavia giocò la sua prima gara ufficiale solo nel luglio 1991. Andrei Tchmil, ciclista vincitore di tre classiche monumento, è stato il più grande sportivo nazionale ed è stato pure presidente di uno dei team più importanti, la Katusha. Tra le medaglie olimpiche ci sono gli argenti di due canoisti, Nicolae Juravschi e Viktor Renejskij, più il bronzo del sollevatore Anatolii Ciricu. Attualmente, il calciatore più celebre è Alexandru Epureanu dell'Anzhi, ma Artur Ionita corre forte per guadagnarsi le prime pagine in patria. Da una Nazione che al calcio ha offerto sinora poco, arriva infatti il goleador che non t'aspetti. Due reti, in quattro gare, per l'intuizione del direttore sportivo Sean Sogliano. Ionita arriva dagli svizzeri dell'Aarau, a parametro zero, proprio in un club dove era arrivato come 'seconda scelta' insieme al connazionale Alexeev. Che finì nel dimenticatoio, a differenza di Ionita, ora protagonista in Serie A. Parla cinque lingue, ha voglia e fame. Ed un gran talento. Quello che lo potrebbe portare a diventare il secondo sportivo moldavo di sempre, dietro al grande ed inarrivabile Tchmil.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Ionita: "Dimostrato grande carattere"
Postata il 24/09/2014 alle ore 23:30
Verona - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Artur Ionita, rilasciate ai microfoni di Sky Sport al termine della partita contro il Genoa (2-2).

DIMOSTRATO GRANDE CARATTERE. DEDICA SPECIALE? GIOCATO PER EMIL
"Sono felice per questo gol ma la cosa più importante era la vittoria. E' stato fondamentale aver comunque conquistato un punto, ora però dobbiamo pensare alla prossima partita contro la Roma. Verona squadra di carattere? Assolutamente, nel secondo tempo siamo rientrati in campo con più determinazione, abbiamo dimostrato di essere un grande team capace di raggiungere il pareggio. E' stato importante, inoltre continuiamo a mantenere l'imbattibilità. Se io parlo la lingua del gol? Non c'è quel tipo di lingua, la cosa più importante è mantenere questa voglia sempre. Una dedica speciale? Abbiamo giocato anche per Emil, è per lui".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Hellas, la prima volta di Ionita. L'agente: "Avanti cosi..."
22.09.2014 14.24 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
La prima volta non si dimentica mai, soprattutto se sei nella storia e quindi il primo giocatore moldavo a fare gol in serie A. In casa Hellas Verona la copertina è per il centrocampista Artur Ionita, autore della rete che ha consegnato tre punti ieri alla squadra di Mandorlini. "Seconda partita, primo gol. Abbiamo parlato, sono contento per lui", dice a TuttoMercatoWeb l'agente Mihael Stankovic. "Adesso andiamo avanti così, per imparare e fare progressi. Giocare titolare in una squadra come l'Hellas non è facile, è una grande squadra con grandi qualità". E adesso l'obiettivo di Ionita? "Lavorare". Più chiaro di così...

ALTRE NOTIZIE
Verona, Ionita nella storia: è il primo moldavo a segnare in Serie A
22.09.2014 09.33 di Marco Frattino
Artur Ionita (24) nella storia della Serie A. Il centrocampista ieri sera ha regalato la vittoria al Verona ai danni del Torino, riservando la terza posizione in classifica all'Hellas di Andrea Mandorlini alle spalle di Juventus e Roma. Si tratta della prima rete di un calciatore moldavo nel nostro campionato, nel quale la formazione scaligera si candida a un ruolo da protagonista dopo aver sfiorato l'Europa nella scorsa stagione.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

21 settembre 2014 - Artur Ionita commenta il gol che ha regalato 3 punti pesantissimi al Comunale di Torino e l'ingresso nella storia della Serie A! Ma i un moldavo aveva segnato prima nel nostro massimo campionato...

Ionita: "Che emozione il gol. Ora voglio crescere" / VIDEO
Postata il 22/09/2014 alle ore 00:40
Torino - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Artur Ionita, rilasciate al termine della partita contro il Torino (0-1).

FELICE PER LA VITTORIA, MERITO DEL GRUPPO
"Il gol? Sono molto felice, ma contano di più i 3 punti importantissimi che abbiamo guadagnato. Se terrò questa maglia? La darò a mio papà Giorgio, la porterò da lui, il primo gol è un ricordo importante per entrambi. La maglia la deve avere lui. L’esultanza? Ho fatto una grande corsa perché ero emozionato, è una cosa normale. Anche quando avevo segnato il primo gol in Svizzera è successo così. Sono molto felice, spero di continuare così e aiutare la squadra. Ho ricevuto i complimenti da parte di tutti i compagni, ma questi tre punti sono merito del gruppo. Abbiamo dimostrato corsa e sacrificio, grande merito anche allo staff. Torino meglio del debutto di Bergamo? Si, vero. Contro l’Atalanta è stato differente, era la prima. Era diverso. Oggi ho messo da parte tutto, e fatto quello che dovevo. Spero mi sia riuscito bene. Il mio contributo per il Verona? Devo avere pazienza e aspettare il mio momento. Bisogna lavorare di più e imjparare, il calcio italiano è diverso da quello svizzero e ho bisogno di tempo".

TERZI IN CLASSIFICA? TESTA AL GENOA
"Adesso possiamo preparare con tranquillità la prossima partita, quella di mercoledì contro il Genoa. Terzi in classifica? Siamo una squadra in crescita, ma il campionato è ancora lungo. Dobbiamo preparare tutte le partite così, come stasera. E cercare di dare sempre il massimo. Contro il Torino sono entrato con l’intenzione di fare il mio lavoro, tutto quello che mi aveva detto Mandorlini. L’allenatore mi aveva chiesto di fare pressione. Spero sia contento. Rafael protagonista della serata? Dobbiamo ringraziarlo tutti, è stato decisivo sul rigore. E’ vero. Ma è stato molto bravo nel corso di tutta la partita. Ha un grande merito. Una vittoria anche per Emil".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

24 luglio 2014 - Artur Ionita si presenta...

Artur Ionita è entrato nella storia del calcio moldavo!
2014/01/09 23:14
24-year-old centrocampista ha esordito ieri sera nella partita di campionato italiano tra Atalanta e Verona, finito legato il punteggio di 0 a 0 Ionita diventato il primo moldavo che ha giocato primi valori di campionato in Italia.
Artur Ionita trasferito Verona questa estate e ha debuttato ieri sera per la sua nuova squadra nel primo turno del Campionato Italiano. E 'stato messo a terra in 74 minuti giocati indietreggiò di Atalanta.

Ionita ha ricevuto un cartellino giallo nella partita finale e la partita si è conclusa con un pareggio 0-0.
Il nostro lettore dice che non si è ancora risolta in Italia e il mezzo migliore per Ivan Martic contro cui ha giocato nel campionato svizzero.
Artur Ionita tornò a Chisinau Moldavia e Ucraina partita amichevole si giocherà su due giorni a Kiev.
Dopo la partita amichevole contro l'Ucraina, la Moldova inizierà l'avventura nel 2016 qualificazioni del Campionato Europeo su 8 settembre "tricolori" giocherà in trasferta contro il Montenegro.

FONTE: Prime.md


03.08.2014
Da Lazaros a «Taxi» È febbre da rivincita
L'Hellas punta forte sulla rabbia dei greci, su quella di Rodriguez, di Ionita e di Obbadi, tutti reduci da stagioni incerte: chi supererà la prova del campo?

[...]

GUARDIE SVIZZERE. Artur Ionita non sa se resterà. Al Verona è in prova, in ritiro all'Hellas funziona così. Tutti, o quasi, in discussione fin dal primo giorno. Il mediano moldavo ha chiuso al penultimo posto il campionato svizzero, non esattamente la Premier League o la Liga spagnola. Solo il Losanna ha fatto peggio ma se Ionita aveva stuzzicato anche le attenzioni del Basilea un motivo ci sarà stato. E al Verona certe qualità intraviste in Svizzera le sta confermando in pieno.

[...]

FONTE: LArena.it


VERONA: LA SCHEDA DI ARTUR IONITA
Pubblicato 29/07/2014
logo-veronaArtur Ionita è uno dei tanti stranieri sbarcati quest’anno nel Verona. Il centrocampista moldavo è arrivato a parametro zero dal club svizzero dell’ Aarau, dove ha giocato negli ultimi cinque anni. L’acquisto di Ionita, che di ruolo fa il regista, è di fatto il preludio alla cessione di Donati. Toccherà al moldavo e a Tachtsidis, giocarsi il posto che fu di Jorginho.

PUNTI DI FORZA
Ionita, come detto, è un regista, ma ha spiccate doti offensive. Ha una velocità di pensiero e di azione maggiore di quella di Tachtsidis, cui unisce una discreta visione di gioco e buone capacità d’inserimento. Nell’Aarau ha sempre giocato come “volante”, nel 4-2-3-1, ma non dovrebbe avere difficoltà a ricoprire il ruolo di centrale in un centrocampo a tre. Benchè Tachtsidis conosca alla perfezione gli schemi di Mandorlini, Ionita appare più adatto al Verona visto lo scorso anno in serie A, perchè più propositivo del greco. Le scelte, però, dovrà farle Mandorlini.

FONTE: CalcioMagazine.net


Ionita: "Sono arrivato in un grande club" / VIDEO
Postata il 24/07/2014 alle ore 15:00
Racines (Bolzano) - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista ad Artur Ionita. Le dichiarazioni del nuovo acquisto gialloblù, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

VERONA, CHE OCCASIONE
"Sono arrivato in un grande club, con una squadra strepitosa ed una tifoseria incredibile. Mi metto a completa disposizione dello splendido gruppo che ho trovato in questi primi giorni di ritiro, in cui ero emozionato nello stare accanto a calciatori come Luca Toni e Massimo Donati. Voglio studiarli per apprendere il maggior numero di cose utili al mio futuro. Mi trovo bene con tutti i miei compagni, soprattutto con Ivan Martic, che ha giocato in Svizzera come me. Conoscevo anche Chanturia, l'ho visto giocare in Russia e secondo me è molto bravo. In gruppo siamo in tanti, ma la concorrenza è uno stimolo e ci aiuterà a crescere".

IO E MANDORLINI
"Con noi scherza e si arrabbia, ma è un comportamento normale per far rendere la squadra al meglio e per far capire i suoi principi tattici".

OBIETTIVO SALVEZZA
"Dobbiamo pensare a fare il massimo in tutte le partite, sempre guardando la salvezza come primo traguardo da raggiungere. Ieri abbiamo giocato la prima partita, e per me il lavoro è importante, soprattutto durante l'allenamento, e da questo dobbiamo sempre ripartire per raggiungere i nostro obiettivi. Contro il Rubin Kazan sarà una partita più impegnativa e vogliamo fare bene".

LE MIE CARATTERISTICHE
"In Svizzera, nell'Aarau, ho sempre giocato in un centrocampo a 2. Qui la cosa è diversa, ma non credo ci saranno problemi visto che sono a completa disposizione dell'allenatore. Sono un calciatore con diverse qualità, ma credo che il mio pregio principale sia il carattere. Sono nato in Moldavia, non potevo avere tutto quello che volevo e mio papà mi ha sempre motivato per cercare di raggiungere i miei obiettivi. E' questo il modo in cui vivo".

CENTROCAMPISTA POLIGLOTTA
"Ho imparato l'italiano mentre giocavo in Svizzera. Seppur la mia squadra di appartenenza fosse del cantone tedesco, avevo degli amici con cui parlavo la vostra lingua. Dal 20 febbraio sono un calciatore del Verona, e da quel momento ho iniziato a guardare molti programmi della vostra lingua in tivù, in modo tale da farmi trovare pronto. Parlo anche tedesco, russo e altre lingue, mentre devo ancora visitare la città di Verona. Ci sarà tempo per farlo".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
CALCIO Aggiornato il 1/12/14, alle 18:20 di Ruedi Kuhn
Artur Ionita è l'estremità sinistra FC Aarau stagione
La stella lascia la Brügglifeld. Artur Ionita lascia il gatto fuori dal sacco. Ancora 19 giochi per FC Aarau: poi è finita. Finale. Ionita alla ricerca di una nuova sfida. Ruedi Kuhn


Parla Gli undici-moldavo internazionale in un campo di addestramento nel sud della Turchia chiaro e dice: "Sono stato in grado di acquisire una preziosa esperienza al FC Aarau negli ultimi quattro anni e vorrei ringraziare il team di gestione per esso. Nelle due stagioni precedenti, quasi tutto è andato secondo il desiderio. Ma ora è giunto il momento di dire addio. "

Super League, la Germania, l'Inghilterra?
Qualora il viaggio andrà, è nelle stelle. Il punto di partenza per un trasferimento spettacolare è buona. Ionita ha attirato l'interesse di club della Super League, Germania e Inghilterra. Più di questo. Dovrebbe essere già una o l'altra offerta. Il 23-year-old non si conferma, comunque. "In questo momento tutto è aperto," dice. "Voglio che la mia carriera a fare un passo avanti. Ciò che è chiaro è che non vorrei rinnovare il contratto con l'FC Aarau. "

Una grande perdita
Per i responsabili del scalatore Super League disposizione di Ionita è una grande perdita. Presidente Alfred Schmid, Vice Presidente Roger Geissberger e il direttore sportivo Urs Bachmann sono incontrati a metà dicembre con Ionita a contrarre i negoziati e gli un'offerta vantaggiosa fatti. Tuttavia, il centrocampista non ha risposto. Particolarmente amaro è il fatto che il contratto Ionitas è con il Aarauern scadono alla fine di questa stagione. Si porta così al club una tassa di alcun trasferimento.

1405 minuti usano
Con Ionita lascia i migliori giocatori attualmente in rosa FC Aarau. Nel turno preliminare, il numero 23 era un masterizzatore lento. Egli è venuto a 16 di 17 giochi per l'uso e perso a causa della sospensione solo l'ultima partita in casa contro il Thun (2: 1). Durante i 1405 minuti di distribuzione di centrocampista centrale segnato tre gol. Per il resto della stagione, la centrale elettrica ha fatto un po '. "L'obiettivo è chiaro", osserva Ionita. "Vogliamo creare rapidamente il campionato. Se ci riusciamo, è molto possibile. Perché non dovremmo finire la stagione su una metà classifica? "
(Newspaper Az Argovia)

FONTE: AargauerZeitung.ch


Ufficiale: Artur Ionita in gialloblù da luglio
Postata il 12/02/2014 alle ore 17:40
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore Artur Ionita. Il centrocampista, classe 1990, di nazionalità moldava ma con passaporto rumeno, arriva a parametro zero e sarà a disposizione dall'1 luglio 2014. In questa stagione è in forza al Fussballclub Aarau 1902 (Svizzera).
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Artur Ionita, primul jucator moldovean din Serie A. Cu cine a semnat fotbalistul un nou contract
21.05.2014 18:45
Un vis devenit realitate. Mijlocasul nationalei Moldovei, Artur Ionita, va fi primul jucator moldovean care va evolua in Serie A. Ionita va pleca in luna iunie la Hellas Verona, cu care a incheiat un contract pe 3 sezoane. El va avea adversari vedete ca Pirlo, Tevez, Balotelli sau Kaka. Ionita spune ca acest lucru nu il sperie, ci, dimpotriva, este o provocare.


In aceste zile Artur Ionita este convocat la nationala Moldovei, cu care urmeaza sa joace 3 amicale - pe 24 mai cu Arabia Saudita, pe 27 mai in fata Canadei, iar pe 7 iunie tricolorii o vor infrunta pe Camerun. Ionita a fost felictat de coechipierii de la selectionata pentru transferul in Italia.
Ionita este primul fotbalist moldovean care a ajuns in Serie A, campionat care intra in top 5 cele mai puternice din Europa. Moldoveanul se mandreste ca la Verona va fi coleg cu Luca Toni, campion mondial in 2006.
Totusi Ionita regreta un singur lucru, si anume ca nu va lupta cu Verona in cupele europene.
Artur Ionita are 23 de ani si deocamdata va pleca de unul singur in Italia, insa ulterior ar vrea sa-si ia incolo si parintii.
In sezonul recent incheiat, Ionita a jucat pentru formatia elvetiana, FC Aarau, si a fost cel mai important jucator pentru elvetieni, evoluand in 34 de partide. El a reusit sa inscrie 6 goluri.

FONTE: ProTV.md


Mercoledì 12 Febbraio, 2014
Verona, un altro colpo: in arrivo Artur Ionita
Ufficiale: il centrocampista lascerà gli svizzeri dell'Aarau a parametro zero per iniziare una nuova avventura all'Hellas

VERONA - Colpo a costo zero per l'Hellas Verona di Sogliano. Il ds si è assicurato le prestazioni sportive di Artur Ionita, centrocampista classe 1990 di nazionalità moldava ma con passaporto rumeno. Ionita lascerà l'Aarau, club svizzero, a fine contratto per iniziare la prima avventura della sua carriera nel massimo campionato italiano. Sarà a disposizione dell'Hellas a partire dal 1° di luglio.

FONTE: TuttoSport.com


25 ottobre 2013 11:30
Aarau Schweiger con un grande cuore
In Aarau uno è su Artur Ionita pieno di elogi. I moldavi sono silenziosi per gli scalatori sempre pieno impegno.

Per quattro anni, il moldavi Artur Ionita gioca per FC Aarau ed è diventato un importante pilastro della squadra. Coach René Weiler possibile i 23 anni di età solo elogi: "Artur è una brava persona e un buon calciatore, con ogni allenatore vorrebbe lavorare».

Weiler ha promosso lo stratega centrocampo, che ha segnato tre gol già in questa stagione, fin dall'inizio. "Artur ha un linguaggio del corpo super, sempre allenato con il massimo sforzo, va costantemente ai suoi limiti e sempre vuole imparare. Ecco perché è un modello assoluto ", dice l'allenatore. I moldavi silenziosi sono il complimento più: "Il nostro leader è il capitano Sandro Burki e solo insieme siamo forti."
(BTE)

FONTE: 20Min.ch

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Il diesse FUSCO...

#VeronaNapoli highlights

Wallpapers gallery