Le schede di B/=\S: Rafael MARQUES Pinto

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 4 settembre 2013 20:45, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento

Rafael Marques Pinto
Nato a/il:Rio de Janeiro (Brasile) il 21/09/1983
Nazionalità:Brasiliana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2015
Ruolo:Difensore Centrale
Altezza:185 Cm
Peso:83 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2014 - 2015A18 (+1CI)0 (+0) 
Hellas Verona2013 - 2014A17 (+1CI)0 (+0) 
Atlético Mineiro2012 - 2013CB SA432 
Grêmio2009 - 2012CB SA14317 
Goiás2008CB SA241 
Botafogo2004 - 2007CB SA78- 
Brasiliense2003CB SB2- 
Giovanili BotafogoFino al 2003--- 
LEGENDA: CB SB=Campeonato Brasileiro Série B (Serie B Brasiliana), CB SA=Campeonato Brasileiro Série A (Serie A Brasiliana), CI=Coppa Italia

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 4 Settembre 2013
Cresciuto nelle giovanili del BOTAFOGO, squadra che prende il nome da un quartiere di Rio De Janeiro e tra le carioca più titolate con FLAMENGO, FLUMINENSE e VASCO DA GAMA, entra a far parte in pianta stabile degli alvinegro dal 2004.
Nel 2006 la vittoria del Campionato Carioca ma nell'anno successivo, non avendo la fiducia del tecnico, Rafael lascia 'O Glorioso' per il GOIÀS.

Dal 2009 al 2012 tre anni al GREMIO di Porto Alegre poi 20 presenze nell'ATLETICO MINEIRO (con cui aveva rinnovato per un altro anno a fine Giugno) e adesso l'avventura nel vecchio continente per aiutare l'HELLAS nell'impresa salvezza!

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Rafael Marques Pinto
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rafael Marques Pinto, detto Rafael Marques (Rio de Janeiro, 21 settembre 1983), è un calciatore brasiliano, difensore del Hellas Verona.

Caratteristiche tecniche
Gioca come difensore centrale.

Carriera
- Club
Cresciuto nel Botafogo, giocò per un breve periodo al Brasiliense nel 2003. A lato di Scheidt, giocò per il Botafogo che durante il campionato di calcio brasiliano 2005 registrò la quarta miglior difesa del torneo. Nel 2006, dopo aver vinto il Campionato Carioca, toccò le 100 presenze nel Botafogo; quindi, nel 2007, Cuca lo lasciò fuori dai titolari.

Nel 2008 passò al Goiás, dove divenne presto titolare sotto la guida tecnica dell'allenatore Hélio dos Anjos.

Il 22 dicembre 2008 viene acquistato dal Grêmio, società in cui si ferma per tre stagioni prima di passare all'Atlético Mineiro.

Il 31 agosto 2013 viene ingaggiato dalla società italiana dell'Hellas Verona.

Palmarès
- Club
Taça Guanabara: 1 Botafogo: 2006
Campionato Carioca: 1 Botafogo: 2006
Taça Rio: 1 Botafogo: 2007


Rafael Marques Pinto
Origem: Wikipédia, a enciclopédia livre.

Rafael Marques Pinto, mais conhecido como Rafael Marques (Rio de Janeiro, 21 de setembro de 1983), é um futebolista brasileiro que atua como zagueiro. Atualmente, joga pelo Verona, da Itália.

Carreira
Revelado pelo Botafogo, o jogador ganhou destaque no Botafogo, a partir de 2004. Formou, no alvinegro carioca, ao lado de Scheidt, a quarta defesa menos vazada do Campeonato Brasileiro de 2005. Em 2006, depois de ser Campeão Carioca, o jogador ganhou uma placa pelos seus 100 jogos pelo Botafogo. Todavia, no ano seguinte, foi deixado de lado pelo treinador Cuca.

Em 2008, acertou com o Goiás. Onde ganhou a confiança do treinador Hélio dos Anjos e seguiu como titular, conquistando também a torcida esmeraldina.

Em 22 de dezembro de 2008, o Grêmio anunciou o acerto com o jogador para a temporada 2009.

Rafael estreou oficialmente pelo Grêmio em 21 de janeiro de 2009, em partida válido pelo Campeonato Gaúcho 2009, contra o Inter de Santa Maria, no Estádio Presidente Vargas. O jogo acabou em 1 a 1 e Rafael não marcou nenhum gol. Segundo o jornal Zero Hora, ele "mostrou ter virtudes para ser o titular".
Seu primeiro gol aconteceu no seu terceiro jogo pelo Grêmio, no Campeonato Gaúcho, dia 1 de fevereiro de 2008, contra o Novo Hamburgo, abrindo o placar da partida, que acabou em 5-1 para o Grêmio. No dia 9 de março de 2011, na final do primeiro turno do Campeonato Gaúcho, em partida contra o Caxias, Rafael marcou o gol de empate no final do jogo, aos 50 minutos do segundo tempo. O jogo foi para os pênaltis e o Grêmio sagrou-se campeão do turno.

No dia 16 de janeiro de 2012, foi anunciado como reforço pelo Atlético Mineiro. Rafael Marques assinou um contrato de 2 anos com o clube. Já no dia 11 de fevereiro, conseguiu marcar seu primeiro gol com a camisa do Atlético, contra a Caldense.

No dia 17 de outubro de 2012, em jogo contra o Santos, Rafael Marques bateu cabeça com Leonardo Silva e ficou desacordado. Depois de onze minutos, o jogador foi retirado por uma maca, já que a ambulância não conseguiu entrar no gramado da Vila Belmiro por conta de um degrau que impedia a passagem do veículo. Rafael Marques ficou hospitalizado e foi reavaliado na manhã do dia seguinte, quando recebeu alta de um neurologista. Rafael passou por tomografia no crânio ainda na quarta-feira, dia do jogo, e não teve nenhum problema grave constatado.

Títulos
- Botafogo
Campeonato Carioca: 2006
Grêmio
Campeonato Gaúcho: 2010
Atlético Mineiro
Campeonato Mineiro: 2012 e 2013
Copa Libertadores da América: 2013

Estatísticas
Clube Competição Jogos Gols
Grêmio Campeonato Gaúcho de 2009 14 0
Grêmio Copa Libertadores da América de 2009 9 1
Grêmio Campeonato Brasileiro de 2009 27 5
Grêmio Campeonato Gaúcho de 2010 13 1
Grêmio Copa do Brasil de 2010 1 0
Grêmio Campeonato Brasileiro de 2010 9 0

Atualizadas em 17 de agosto de 2010


FONTE: Wikipedia.org


Marques: "Una soddisfazione non subire gol"
Postata il 04/10/2014 alle ore 21:55
Verona - Le dichiarazioni del difensore gialloblù, Rafa Marques, rilasciate al termine della partita contro il Cagliari (1-0).

VOGLIO FARE UNA GRANDE STAGIONE
"Personalmente sono contento delle opportunità che l'allenatore mi sta dando, sono consapevole che devo fare bene sempre quando vengo chiamato in causa. Questo è il mio lavoro, fare il massimo quando scendo in campo e dare tutto durante la settimana, solo così riesco a guadagnarmi la mia possibilità. Se gioco più dell'anno scorso? Resto sempre tranquillo, l'anno scorso ero un po' stanco, arrivavo da un'annata impegnativa. Sempre senza aver fatto vacanza. Quest'anno invece ho disputato un buon ritiro, penso che potrò far bene. Quando giochiamo davanti ai nostri tifosi è sempre tutto più facile. Il Cagliari ha fatto una grande gara anche contro l'Inter, ed è arrivato qui con la tranquilità giusta per affrontare questa partita. Per vincere. In settimana il nostro allenatore ci ha preparato bene, dicendo che se non avessimo preso gol avremmo avuto la possibilità di vincere. Ci ha detto di stare concentrati. Noi volevamo vincere. Era una partita complicata, il Cagliari è sempre un avversario ostico da affrontare. E' stato bravo Tachtsidis, ha fatto un gran gol. E' stata una vittoria meritata".

NON SUBIRE GOL? UNA SODDISFAZIONE
"Quando non si subisce gol va benissimo, abbiamo giocato tutti molto bene. Quest'anno siamo una squadra molto forte, e non prendiamo gol come l'anno passato. Restiamo concentrati più a lungo, fino alla fine. Quando si gioca bene e non si prende gol è perfetto, significa che c'è il giusto equlibrio di squadra. Siamo compatti. Poi alla fine se non subisci gol è più semplice vincere, perché basta solo un'occasione a tuo favore e segni. Se lavoriamo bene anche nella nostra testa, possiamo sempre fare una grande gara. A me non piace mai subire gol. Toni, gol in fuorigioco? Non lo so sinceramente, mi hanno detto che era regolare. Per me era difficile capire".

VERONA, GRUPPO FANTASTICO
"Ci sono Marques e Marquez, Mandorlini ci chiama inmodi diversi per non confonderci. E' difficile (ride, ndr). Giocare con Rafa Marquez è bellissimo, sono contento. E' un campione con grande epserienza. Però sono altrettanto contento di farlo con Toni, Saviola... . E' un gruppo fantastico, come questa città. Sono contento di quest'avvio di stagione. Noi seguiamo sempre le indicazioni dell'allenatore. La sosta arriva nel momento giusto, perché siamo soddisfatti di quanto fatto e contenti dei risultati ottenuti".
Ufficio Stampa

VERONA 1-0 CAGLIARI - Marques

Marques: "I tifosi ci hanno aiutato"
Postata il 25/09/2014 alle ore 01:00
Verona - Le dichiarazioni del difensore gialloblù, Rafael Marques, rilasciate al termine della partita contro il Genoa (2-2).

CARATTERE E VOGLIA DI VINCERE
"Sicuramente i due gol si potevano evitare, ma non è stata colpa né mia né di Rafa Maequez. E' un concetto più generale, anche se Matri è stato molto bravo perché ci ha anticipati. La difesa a tre? Non è stato facile, abbiamo avuto qualche difficoltà. Non abbiamo avuto molto tempo per assimilare il concetto, pochi giorni per lavorarci su. Perché con tutte queste partite ravvicinate è sempre difficile. A mio avviso la squadra ha disputato una buona partita, dopo i loro gol abbiamo reagito e trovato il pareggio. C'è stata una grande pressione collettiva. Quando giochi in casa è giusto esporsi un po' di più, ma noi grazie al carattere siamo riusciti a pareggiare. Volevamo vincerla e capovolgere la situazione. Desideravamo farlo anche per Emil. Ma il Genoa ha giocato davvero bene".

CONTRO LA ROMA GRANDE GARA
"Ora c'è la Roma, possiamo fare una grande gara però dobbiamo riuscire a trovare il tempo per riposare un po' in vista di sabato".
Ufficio Stampa

25 settembre 2014 - Marques commenta il 2 a 2 col GENOA

Marques: "Gruppo e impegno, qui c'è tutto per fare bene"
Postata il 29/07/2014 alle ore 10:00
Racines (Bolzano) - Le dichiarazioni del difensore gialloblù, Rafael Marques, rilasciate dal ritiro di #Racines2014 ai microfoni di Telenuovo.

IO, RAFA MARQUES
"Sono contento di essere qui, ogni giorno mi sento meglio e sto lavorando benissimo. Lo scorso anno sono arrivato a settembre ed ho praticamente saltato la preparazione, ora inizio da capo e voglio fare un grande ritiro per dare tutto a questa squadra. Un anno fa non parlavo una parola di italiano, per me era tutto più difficile ed inoltre non avevo mai giocato in Europa. Ora, tutto questo, non è più una novità. Sto imparando ancora tante cose, qui in Italia le partite sono sempre difficili ma con questo gruppo e con i nuovi acquisti possiamo fare una grande stagione. Sono contento di rimanere qui, in una grande squadra e in una città splendida. Anche i tifosi sono contenti e ho sempre voluto restare. Mi ha raggiunto anche la mia famiglia, ora penso solo a lavorare bene".

MARQUES&MARQUEZ
"Ho letto che il Verona è interessato ad un altro Rafa Marquez. Ora non so se arriva o non arriva, ma sono certo che se ci raggiungerà troverà una grande accoglienza. Io sono tranquillo, so che devo fare sempre bene e lavorare al massimo. La stagione è lunga, il campionato italiano è difficilissimo e dobbiamo essere in tanti nella retroguardia. Spero arrivino ancora difensori, io sono tranquillo e penso solo a conquistare la fiducia dell'allenatore".

ADDIO ROMULO
"Siamo amici, ma il nostro gruppo deve pensare a ripartire da chi è presente qui a Racines. Lui è un grande uomo ed un grande calciatore, fa bene ad andare e a cogliere questa occasione di grande crescita professionale. Sono felice per lui".

LE PRIME INDICAZIONI
"Contro il Rubin la partita è stata vera e difficile, sono una squadra che sta lavorando da molto più tempo di noi. Noi abbiamo giocato bene, nel primo tempo siamo andati sotto ma poi abbiamo disputato un'ottima seconda parte di gara. Le gambe erano pesanti, ma stiamo crescendo".

LA STAGIONE CHE VERRA'
"I nostri tifosi, durante la scorsa stagione, hanno dimostrato di essere i migliori d'Italia. Loro vedono il lavoro che stiamo facendo qui a Racines, sono a contatto con il nostro grande gruppo e se noi continuiamo ad impegnarci la nostra tifoseria potrà rimanere tranquilla. Dietro ad una grande squadra c'è sempre una grande tifoseria".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Marques: "Siamo felici, vincere così è stupendo"
Postata il 27/04/2014 alle ore 16:50
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Rafael Marques. Ecco le dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate al termine della sfida contro il Catania (4-0), 35a giornata della Serie A 2013-14: "La nostra partita? Sono contento per questo mostrato nella sfida contro il Catania. Nella nostra testa c'è tanta felicità, è sempre bello fare questi risultati. Il clima nello spogliatoio? E' buono, quando si vince è normale che ci sia allegria. Ora mancano tre partite e speriamo di fare del nostro meglio. La nostra prova difensiva? E' merito di tutta la squadra, abbiamo giocato alla grande in tutti i settori del campo. Facendo così non abbiamo subito reti. La classifica? Sono contento di come abbiamo giocato, questo è un campionato difficile. Siamo a 52 punti, vediamo di fare bene per arrivare all'Europa League. Quando sono arrivato qui ho solo pensato a fare il massimo, qui sto bene e mi sono trovato sempre meglio con il gruppo. Toni e Iturbe? Sono due grandissimi calciatori, hanno fatto la differenza. Ci aspettano tre partite difficili contro grandi squadre, dobbiamo giocare nello stesso modo in cui abbiamo affrontato la partita contro il Catania. I tifosi? Sono contento per loro, devono essere felici di quello che stiamo facendo".
Ufficio Stampa

VERONA 4-0 CATANIA: MARQUES a fine gara...

Marques: "Possiamo dare di più"
Postata il 02/03/2014 alle ore 18:58
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Rafael Marques. Ecco le dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate al termine della sfida Hellas Verona-Bologna (0-0), 26a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "Abbiamo pareggiato una partita difficile contro una grande squadra. Il nostro reparto difensivo si è comportanto bene, ora la testa è già alla prossima partita. Abbiamo puntato molto sulle palle inattive per sbloccare il risultato. Rafael? Ha fatto una grande parata che ha esaltato la prestazione di tutta la difesa. Europa? Dobbiamo dare di più, adesso pensiamo al Parma. Oggi abbiamo fatto quello che ci ha chiesto Mandorlini, complimenti al Bologna per il tipo di pressing che è riuscito ad attuare. Adesso abbiamo il tempo di migliorarci".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.itù

Verona 0-0 Bologna: MARQUES a fine gara 'Possiamo fare di più!'

03.02.2014
«Il nostro pensiero è fare il massimo dei punti»
Impeccabile. Rafael Marques ha vissuto mesi strani. Dalla Copa Libertadores, vinta con l'Atletico Mineiro, a un alone di incertezza che all'Hellas l'ha circondato a lungo. Interrogativi figli soprattutto delle circostanze. Gli altri giocavano, ma lui non è mai cambiato rispetto ai suoi standard passati. Quelli che richiede in abbondanza la serie A italiana, quelli che a Reggio Emilia ha dimostrato di aver assimilato bene. In Brasile aveva tanto mercato, poteva anche partire. Se Marques però sarà, da qui alla fine, quello di ieri, allora meglio tenerselo stretto.

«Sapevo di essere arrivato in una grande squadra, sapevo anche di aver bisogno di un periodo di adattamento. Adesso mi sento tranquillo, a posto, nelle condizioni di fare tutto quel che mi chiede l'allenatore», è la sintesi di Marques a fine partita, dopo tante pacche sulle spalle e complimenti piovuti da ogni angolo. Marques era la tranquillità fatta persona, il riferimento a cui tutti i compagni si sono a turno appoggiati. I piedi buoni non gli mancano, le migliori premesse per far partire il gioco con qualità anche da dietro. «Abbiamo giocato una bella partita come tutta la squadra, volevo sfruttare questa opportunità al massimo ma mi sentivo anche molto tranquillo. Le cose vanno meglio, sto conoscendo sempre più il calcio italiano», ha proseguito Marques, pronto a riprendersi un posto da titolare anche domenica contro la Juventus.

Salvezza già in cassaforte, ma il punto è un altro: «Dobbiamo andarci piano, ci sono tante partite ancora da giocare. Il nostro pensiero deve essere solo quello di cercare da qui alla fine di fare il massimo dei punti. E di continuare a giocare tutte le partite provando a vincerle. Peccato per il gol subito ma può succedere, eravamo alla fine ed il Sassuolo ha portato molti uomini in avanti». Gli ultimi suoi pensieri sono per il suo futuro e per Marquinho: «Può dare tanto al Verona il mio amico brasiliano. Se resterò? So quel che posso dare, credo di essermi anche adattato alla serie A. Voglio solo continuare così ora. E pensare a giocare al mio miglior livello».
A.D.P.

FONTE: LArena.it


Marques: "Sono felice. E con l'italiano..."
Postata il 02/02/2014 alle ore 19:13
REGGIO EMILIA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Rafael Marques. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate al termine della sfida Sassuolo-Hellas Verona, 22a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "La mia partita? Sono contento per la vittoria, abbiamo giocato bene e disputato tutti una buona gara contro una grande squadra, questa è la vittoria del gruppo. Io a Verona? Sono sempre rimasto tranquillo, sapevo di arrivare in una buona squadra e necessitavo di un periodo di ambientamento. Ora sto bene e sono felice. Il gol subito? Può succedere, il Sassuolo era tutto in avanti. La salvezza? Andiamo piano, mancano ancora tante partite alla fine e dobbiamo fare più punti possibili".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

2 febbraio 2014 - Rafael Marques

PRIMO PIANO
Rafael Marques, futuro incerto
11.12.2013 20:50 di Michele Zomer Twitter: @Mikzomer
Centottantotto minuti. Novantotto in campionato, novanta in Tim Cup. Titolare contro Parma e Samp, subentrato invece nei minuti finali contro il Bologna. Pochi, forse addirittura troppo pochi, i minuti sin qui disputati dal centrale difensivo brasiliano arrivato in estate dall'Atletico Mineiro. Non erano di certo queste le aspettative di un calciatore d'esperienza come Marques, proveniente da uno dei club più blasonati del Sudamerica.

Vero anche che il difensore carioca veniva da una stagione tutt'altro che positiva per minuti giocati e prestazioni, ma Verona appunto doveva essere la piazza del rilancio. Cosa che attualmente sembra non sia affatto avvenuta. I pochi minuti disputati avrebbero dunque indotto il brasiliano - secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione - a valutare la possibilità di lasciare Verona già durante il mercato di gennaio. Prima, con ogni probabilità, ci sarà un confronto durante la sosta natalizia con mister e direttore sportivo, poi saranno valutate tutte le strade percorribili.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Hellas Verona FC - Cordoglio per la mamma di Marques
Postata il 24/10/2013 alle ore 12:50
VERONA - Il presidente Maurizio Setti, il direttore generale Giovanni Gardini, il direttore sportivo Sean Sogliano, lo staff tecnico, la squadra e tutta la società dell'Hellas Verona FC si stringono attorno al dolore del proprio calciatore Rafael Marques per la scomparsa della mamma Marlene Marques Muniz, deceduta oggi a Rio de Janeiro dopo una lunga malattia all'età di 70 anni.

Una notizia dolorosissima per Rafael e per tutta la famiglia dell'Hellas Verona. Il calciatore, quindi, non sarà disponibile per la partita di sabato, in quanto usufruirà di un permesso per recarsi immediatamente in Brasile. Al nostro difensore le più sentite condoglianze.
Hellas Verona FC

FONTE: HellasVerona.it


17:28 | 21/10
Hellas Verona, Marques: «A San Siro per vincere»
SERIE A INTER HELLAS VERONA MARQUES - Il sogno del Verona sembra destinato a non finire, anzi: di domenica in domenica i gialloblù continuano a stupire sempre di più. Ieri, nonostante l'ottima gara del Parma, la squadra di Mandorlini è riuscita a portare a casa tutta la posta in palio, che l'ha lanciata al quarto posto in graduatoria.

VINCERE - Tra i protagonisti c'è Rafael Marques che, complice gli infortuni di Moras e Maietta, si sta ritagliando uno spazio interessante. E già il giorno successivo lancia la sfida all'Inter, prossima avversaria degli scaligeri: «Sarà un avversario molto duro, che gioca anche in casa - le parole del difensore a 'O povo esportes' - ma andremo a San Siro per provare a vincere la gara».
by Giovanni Maffeis

FONTE: CalcioNews24.com


Rafael Marques: "Che bello esordire così"
Postata il 20/10/2013 alle ore 19:14
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Rafael Marques. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate dopo la vittoria per 3-2 contro il Parma, 8a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "Le mie sensazioni? Aver esordito qui in casa, per me, è stata un'emozione grandissima. Sono molto contento, come sono felici tutti i miei compagni".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

20 ottobre 2013 - Rafael Marques all'esordio in Verona 3-2 Parma

18.09.2013
«Tevez lo conosco già. Ora aspetto Balo...»
IL COMBATTENTE. Curriculum importante, tecnica coniugata al gusto per la battaglia. Rafael Marques mette la faccia più cattiva per presentarsi al Verona: «Non vedo l'ora di sfidare Supermario. È forte ma io non temo nessuno»
Ha incrociato i più grandi. Li ha affrontati tutti. Il biglietto da visita di Rafael Marques Pinto è pesante. Nel suo passato ci sono esperienza e aspre battaglie lungo tutto il Sudamerica, non solo nel suo Brasile. Non capita a tutti di conquistare la Copa Libertadores, titolare nella semifinale d'andata col Newell's Old Boys vicino a Ronaldinho e Jo con l'Atletico Mineiro, vittorioso a fine luglio nella doppia finale (vista dalla tribuna) con i paraguaiani dell'Olimpia Asuncion. Un pezzo forte del mercato, scelto fra tanti nomi. Sean Sogliano è andato sul sicuro. «È come se avessimo preso un giocatore di Fiorentina o Lazio», l'assicurazione del diesse del Verona giorni fa, giusto per far capire bene la portata dell'operazione. Dopodomani Marques compirà trent'anni, per i prossimi due Peschiera sarà la sua casa.
Il Verona l'ha pescato a Belo Horizonte, ciliegina di una difesa già domenica in sofferenza per la grave assenza di Maietta. L'ultimo arrivato non si tira indietro. «Mi sento bene», spiega, «ho già qualche allenamento nelle gambe. Se il mister ha bisogno io sono qui. Deciderà lui».

Domenica proprio c'è la Juventus di Tevez...
«Ho già giocato contro Tevez, quand'era al Corinthians. In Italia non vedo l'ora di affrontare uno come Balotelli, un attaccante molto forte. Io però non ho paura di nessuno».

Quali sono le prime impressioni del calcio italiano?
«Qui c'è tanta organizzazione, tanta tattica. Anche quella brasiliana è una grande scuola, anche se diversa da quella italiana. Importante sarà per me giocare al meglio del mio potenziale».

Ambientarsi non sarà un grosso problema, il Verona è pieno di brasiliani...
«Questo mi aiuta parecchio, l'adattamento sarà molto importante. Mi servirà il supporto dei brasiliani ma anche quello del resto del gruppo».

Quanto ha perso il Verona finora senza Gonzalez?
«Ogni giocatore ha la sua importanza, lui come tutti gli altri. Gonzalez però per la verità lo conosco poco».

La trattativa come è nata?
«So che i dirigenti del Verona hanno visto qualche mia partita, il resto è venuto di conseguenza. Volevo venire in Italia, sono molto soddisfatto. La piazza è molto calda, sia in casa che in trasferta la squadra è molto seguita. Anche a Roma è stato così».

Marques è soltanto un difensore centrale?
«Non solo, all'occorrenza posso giocare anche da laterale. So adattarmi».

I suoi modelli?
«Ricardo Rocha e Ricardo Gomes soprattutto».

E invece adesso chi è il difensore più forte del mondo?
«Due brasiliani: Thiago Silva e David Luiz».

C'è un giocatore del Verona che l'ha maggiormente colpita?
«Ho svolto finora soprattutto lavoro fisico da solo, non ho avuto tante occasioni di osservare bene i miei compagni ma per quel poco che ho potuto notare ci sono certamente giocatori di grande qualità».

Che le ha detto Mandorlini?
«Di lavorare sodo e di lavorare duramente, perché sia pronto il più presto possibile».

Quali sono gli attaccanti che la fanno soffrire di più. Quelli alti o veloci?
«Non fa molta differenza. In Brasile mi è capitato di dover marcare Romario, ho avuto la possibilità di affrontare Ronaldo. Vero, era a fine carriera ma era pur sempre uno dei migliori ed un attaccante sempre molto intelligente».

Cosa la affascina in particolare del calcio europeo?
«L'impegno e l'attenzione per l'aspetto tattico. Il nostro calcio da questo punto di vista è cresciuto molto, tanti giocatori tornati in Brasile dopo le esperienze in Europa hanno portato un bagaglio molto importante di nuove conoscenze. Voglio continuare a migliorarmi. E Verona è il posto giusto».
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it

17 settembre 2013 - Rafael Marques si presenta

Rafael Marques: "Felice di essere gialloblù"
Postata il 17/09/2013 alle ore 16:30
PESCHIERA DEL GARDA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Rafael Marques. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate durante la conferenza stampa della sua presentazione: "La mia avventura a Verona? Sono molto felice di essere qui, sono già a completa disposizione del mister. Mi sto ambientando bene grazie ai brasiliani presenti in squadra, ma per me tutto il gruppo è importante in questo processo. La proposta dell'Hellas? Sono contento di essere arrivato in questa società che mi ha cercato molto. I tifosi? Sono sempre vicini alla squadra, e questo è stimolante. Ero presente a Roma ed ho visto il calore che la tifoseria trasmette ai calciatori in campo".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


HELLAS VERONA SIGN ATLETICO MINEIRO DEFENDER RAFAEL MARQUES
Submitted by tribalfootball.com on Sun, 09/01/2013 - 00:29
Hellas Verona have signed Atletico Mineiro defender Rafael Marques.
Verona announced the capture yesterday after a successful medical.
The 29-year-old centre-back has also played for Brasiliense, Botafogo, Goias and Gremio.

FONTE: TribalFootball.com


Ufficiale: Rafael Marques Pinto in gialloblù
Postata il 31/08/2013 alle ore 20:35
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo definitivo dalla società Clube Atletico Mineiro, le prestazioni sportive del calciatore Rafael Marques Pinto. Il difensore brasiliano ha sostenuto le visite mediche e comincerà a lavorare con i nuovi compagni alla ripresa degli allenamenti.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


30.08.2013
Sogliano ha scelto: in arrivo Marques
MERCATO. Quattro nomi in ballo per la fascia sinistra. Si chiude l'esperienza in gialloblù di Sgrigna, Pugliese a Bari
Preso a titolo definitivo il difensore centrale dell'Atletico Mineiro, oggi c'è lo sbarco a Verona

È Rafael Marques. La pista più battuta, ma non l'unica. Sean Sogliano è ripartito ieri sera dal Brasile dopo aver avuto quel che voleva. Non è stato facilissimo prendere (a titolo definitivo) il quasi trentenne centrale dell'Atletico Mineiro, sempre difficili d'altronde le trattative sudamericane. Non puoi sbagliare nulla, ma Sogliano in Brasile si sente come a casa. Proprio lì si è concentrato Sean, dopo aver battuto anche la pista argentina. Il pacchetto era ampio. Dopo aver perso Cléber del Ponte Preta, promesso al Verona prima di firmare per il Corinthians, la strategia non è cambiata di una virgola. Sempre a guardare oltreoceano, senza trascurare l'Europa.

Un'opzione? Dragos Grigore della Dinamo Bucarest, nazionale rumeno, candidatura tenuta calda fino all'ultimo. «Una possibilità in effetti, come tante altre», le parole ieri di Sogliano dall'altra parte del mondo quando in Italia erano da poco passate le dieci di sera. L'sms giusto qualche minuto prima. «Marques», basta e avanza. Capitolo chiuso. Operazione agli archivi, prima di fare le valigie e rientrare a Verona in due. Marques, nato a Rio de Janeiro il 21 settembre 1983, ha giocato più di cento partite col Botafogo prima di passare al Golàs e di vestire per tre anni la maglia del Gremio. Prima le visite mediche, poi i primi allenamenti con Mandorlini dopo un avvio di stagione brasiliana in cui Rafael non è stato particolarmente impiegato...

FONTE: LArena.it


Rafael Marques rescinde com o Atlético-MG e está livre para ir à Itália
Do Jornal Moc Publicado No Dia - 29 De Agosto De 2013
O zagueiro Rafael Marques acertou a rescisão amigável com o Atlético-MG e poderá assinar livremente com o Hellas Verona, time que demonstrou interesse no futebol do jogador de 29 anos. A informação foi confirmada por Eduardo Maluf para a Assessoria de Imprensa do clube mineiro.

Rafael estava sem espaço no Atlético, sendo, mesmo com a lesão de Gilberto Silva, quarta opção do técnico Cuca para a zaga, já que Emerson, que saiu do Coritiba e foi apresentado na segunda-feira, será o suplente imediato de Leonardo Silva e Réver.

Marques chegou a ser titular do Galo no começo de 2012. Ele até renovou contrato este ano, prorrogando o vínculo até 2014. Rafael trocará a boa estrutura da Cidade do Galo e o salário em dia no futebol brasileiro por uma oportunidade em um clube recém promovido para a Série A do Calcio, mas ganhará vencimentos até duas vezes maior que no Alvinegro mineiro. Ele também teve opção de mudar para outro clube brasileiro.

FONTE: JornalMontesclaros.com


SERIE A
Verona, biennale per Rafael Marques: domani le visite mediche
29.08.2013 21.58 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Operazione definita: Rafael Marques è un nuovo calciatore dell'Hellas Verona. Il difensore classe '83 sarà domani in Italia per sostenere le visite mediche col suo nuovo club. Ex Atletico Mineiro, il giocatore - rivela Sky - sottoscriverà un contratto biennale con la società di patron Setti.

SERIE A
Verona, obiettivi in Sudamerica: non solo Maidana, c'è anche Marques
27.08.2013 10.31 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
La Gazzetta dello Sport parla oggi del mercato del Verona e spiega come il direttore sportivo Sean Sogliano sia a caccia di rinforzi per la difesa: il nome nuovo è Rafael Marques, classe 1983 che gioca in Brasile, con l'Atletico Mineiro. Adesso ha superato anche Jonathan Maidana del River Plate come quotazioni come centrale per la retroguardia, mentre sulla mancina c'è l'idea calda Matteo Rubin del Siena.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Calciomercato: il Verona attende il sì di Rafael Marques
Il diesse scaligero Sean Sogliano è in Brasile per chiudere la tratttiva con l'Atletico MineiroTutto sul Verona
VERONA - Scaligeri alla ricerca di un difensore all'estero, per la precisione in Sudamerica. Il direttore sportivo dell'Hellas Verona, Sean Sogliano, è volato in Brasile per provare a chiudere per il difensore centrale Rafael Marques dell'Atletico Mineiro. Con il giocatore, classe 1983, si sta cercando di stringere i tempi per metterlo quanto prima a disposizione del tecnico Andrea Mandorlini.

FONTE: TuttoSport.com


Rafael Marques (Verona)
Rafael Marques Pinto | La Scheda
Ruolo Difensore centrale
Da Atletico Mineiro Nazione Brasile
A Verona
Età 29
Formula Prestito
Altezza 185 cm
Spesa -
Peso 83 kg
Scad. Contratto 2014 (prestito)

CHI E' - Rafael Marques Pinto può essere considerata la classica 'scommessa' proveniente dal Sudamerica, che però dall'alto dei quasi 30 anni non dovrebbe soffrire particolarmente l'impatto con l'Italia. Vanta una buona esperienza maturata nel campionato brasiliano, bagaglio che potrebbe aiutarlo ad affermarsi nella nostra Serie A senza grossi patemi d'animo e contribuire ad arginare gli attaccanti avversari.

LA CARRIERA - Marques è cresciuto calcisticamente nel Botafogo, club che lo ha allevato e lanciato ad alti livelli in patria. In mezzo, una breve parentesi nel 2003 tra le file del Brasiliense. Nel 2005, col Fogao, contribuisce a rendere la retroguardia della sua squadra la quarta meno battuta del campionato. Poi la rottura col club nel 2006 e l'approdo nel 2008 al Goias, con cui milita un anno prima di essere ceduto al Gremio. Nel 2012 finisce all'Atletico Mineiro, infine l'arrivo a Verona.

IL SUO 2012/13 - Nell'ultima annata Marques ha collezionato complessivamente 20 gettoni di presenza per un totale di 1568 minuti giocati, senza mai andare a bersaglio. Diciotto volte è partito titolare, in due circostanze è subentrato ad un compagno di squadra e in dieci è rimasto in panchina. Otto, invece, le occasioni nelle quali è finito in tribuna senza vedere il terreno di gioco.

IL GIOCATORE - Difensore centrale ben dotato fisicamente, Rafael Marques rappresenta la soluzione scelta dal ds del Verona Sogliano per completare il pacchetto arretrato a disposizione di Mandorlini. Buono stacco di testa e, come tutti i brasiliani, dotato di un piede che gli consente anche di far partire l'azione da dietro. Senza tralasciare il vizietto per il goal, certificato dalle 8 reti realizzate in tre stagioni al Gremio.

NEL VERONA - Nell'atteggiamento tattico 'camaleontico' scelto da Mandorlini per il suo Hellas, Rafael Marques può trovare spazio sia in una retroguardia a quattro (quella utilizzata nell'esordio vincente in campionato contro il Milan) che in uno schieramento a tre che rappresenta la variabile su cui il tecnico degli scaligeri sta lavorando. Un rivale in più, insomma, per Moras e Maietta.
venerdì 30 agosto 2013 10.53

FONTE: Goal.com


05/08/2013 12h22 - Atualizado em 05/08/2013 16h50
Gol de Rafael Marques deixa Bota na ponta e entra na lista dos mais bonitos
Disputa também conta com Renato Augusto (Corinthians), Paulinho (Flamengo), André (Vasco) e Danilo Tarracha (Vitória). Escolha o melhor

Os gols da 11ª rodada do Brasileirão animaram as torcidas e colocaram cinco jogadores na disputa do gol mais bonito do "É Gol!!!". O destaque ficou com Rafael Marques, que marcou duas vezes, ajudou o Botafogo a voltar à liderança do campeonato e ainda garantiu sua vaga na enquete do programa do SporTV. Mas a disputa não está fácil. Além do atacante alvinegro, a lista também conta com os lances de Renato Augusto (Corinthians), Paulinho (Flamengo), André (Vasco) e Danilo Tarracha (Vitória) (confira todos os lances no vídeo ao lado).

O Botafogo voltou à liderança do Brasileiro depois de vencer o clássico contra o Vasco, por 3 a 2, no Maracanã e a partida garantiu dois nomes na lista dos mais belos gols da 11ª rodada. O nome do jogo foi Rafael Marques, que marcou duas vezes na partida. O golaço aconteceu aos três minutos do segundo tempo, quando o atacante acertou um chute na gaveta, logo após aplicar um belo drible no lateral-direito Nei. No final do primeiro tempo, outro candidato já havia entrado para a lista com um belo lance. André, autor dos gols vascaínos no clássico de domingo, empatou o jogo depois de um lindo drible e passe de Juninho Pernambucano. Com o resultado, o alvinegro chega aos 23 pontos. O Gigante da Colina é o 10º, com 14. Na quinta-feira, o Vasco receberá a Ponte Preta, em São Januário. No dia anterior, o Botafogo vai a Belo Horizonte encarar o Atlético-MG.

A vitória sobre o Criciúma por 2 a 0 embalou o Corinthians no Brasileirão. O Timão superou a pressão da torcida no Heriberto Hulse e contou com a habilidade de Renato Augusto para vencer. E o meia entrou na lista de autores dos gols mais bonitos. O meio-campista substituiu Emerson Sheik e fez um golaço logo aos 10 minutos do primeiro tempo. Da entrada da área, limpou a marcação e disparou chute no ângulo esquerdo de Helton Leite para abrir o placar. Agora com 17 pontos, o alvinegro assume o sétimo lugar da tabela. Já o Criciúma, com 11, se vê perto da zona de rebaixamento, em 16º. Na próxima quarta-feira, o Tigre recebe o Cruzeiro em casa, enquanto o Corinthians vai à Vila Belmiro, onde encara o Santos.

No Mané Garrincha, Paulinho fez bonito na vitória do Flamengo por 3 a 0 sobre o Atlético-MG e também entrou na disputa. O meia fez o terceiro do Rubro-Negro aos 30 minutos da etapa final, após belo passe de Rafinha. O triunfo tira o clube da Gávea da zona de rebaixamento, que agora tem o Galo como ocupante. O Flamengo volta a campo na quarta-feira para enfrentar a Portuguesa, também em Brasília. O Atlético-MG receberá o Botafogo, em Belo Horizonte.

Fechando a lista, Danilo Tarracha também conseguiu sua vaga na disputa ao marcar seu golaço na partida em que o Vitória superou a Portuguesa por 2 a 1. No Barradão, Maxi Biancucchi fez boa jogada pela direita e cruzou para a área. A bola passou por toda a defesa da Lusa e sobrou para o lateral empatar. Agora com 18 pontos, o Vitória está em sexto lugar, a um ponto do Internacional, primeiro time dentro do G-4. Na próxima rodada, o Rubro-Negro baiano volta ao estádio para encarar o Fluminense, na quarta. Já a Lusa chega a seis jogos sem vencer e é a vice-lanterna. E enfrenta o Flamengo também na quarta-feira, em Brasília.

FONTE: SporTV.Globo.com


Atlético-MG renova contrato de Rafael Marques até o fim de 2014
Zagueiro teve vínculo com o Galo estentido por mais um ano. Ele será titular diante do Santos e ganhou mais uma notícia para celebrar nesta semana
LANCEPRESS! - 11/06/2013 - 19:07 Belo Horizonte (MG)
O zagueiro Rafael Marques se prepara para ser, novamente, titular do Atlético-MG, desta vez diante do Santos. Além de ter a oportunidade ser titular, o jogador recebeu uma boa notícia nesta terça-feira. O vínculo que acabaria no final do ano, foi estendido para dezembro de 2014.
Rafael, no ano passado, sofreu com o afastamento do campo de jogo por conta do traumatismo craniano sofrido justamente contra o Santos, em outubro, na Vila Belmiro. Agora, de contrato renovado, o jogador quer aumentar seus minutos em campo. Inclusive, na última segunda-feira, ele, prestes a voltar a ser escalado na zaga, comentou que quer buscar a titularidade e que respeita as decisões do técnico Cuca.

- Sou bem sincero em tudo o que falo e sinceramente não tenho na minha cabeça o pensamento de recuperar a titularidade, passaram seis meses e o Cuca tem tudo decidido, respeito a decisão do treinador, os meus companheiros, mas ele já decidiu, estou aqui para fazer bem o meu trabalho até para não complicar mais a situação que estou aqui - afirmou.
Rafael é a quarta opção da zaga do Galo, que conta com Leonardo Silva e Réver como os titulares e do pentacampeão Gilberto Silva como suplente imediato. Com poucas chances, o nome do defensor esteve envolvido em especulações de que iria mudar de clube.

FONTE: LanceNet.com.br


Vasco estaria conversando com zagueiro Rafael Marques, ex-Botafogo e hoje no Atlético-MG
Terça-feira, 04/06/2013 - 09:10
Em situação delicada no início da competição nacional, o clube de São Januário também busca um zagueiro, um meia e um atacante. Para a defesa, Anderson, do Fluminense, foi consultado, mas o rival não deu aval para a saída. O Vasco também voltou a conversar com Rafael Marques, do Atlético-MG, e tenta a sua liberação. O colombiano Montoya é o nome para o setor de meio de campo. Mesmo com as pontas de negociação em andamento, a chegada de um goleiro ou até mesmo a solução do problema dentro do Cruzmaltino é o que mais interessa aos envolvidos no momento.
Fonte: UOL

FONTE: NetVasco.com.br


Zagueiro Rafael Marques, do Atlético-MG, pode pintar no Vasco
Zagueiro está sem espaço no Galo

Yahoo! Esporte Interativo – seg, 11 de fev de 2013 14:38 BRST
O retorno de Renato Silva ao time do Vasco na partida de sábado contra o Fluminense parece não ter diminuído a vontade da diretoria cruz-maltina em contratar mais um zagueiro para reforçar o elenco.

Depois de sondar André Luiz, ex-Nancy e Atlético-MG, o novo alvo parece ser Rafael Marques. Reserva do Galo na última temporada, o beque perdeu ainda mais espaço este ano com a chegada de Gilberto Silva e estaria em busca de um novo clube.

Para esta temporada, o Cruz-maltino já fez negócio com o Atlético-MG. Em troca do atacante Alecsandro, o Vasco recebeu o volante Fillipe Soutto e o atacante Leonardo.

Histórico
Natural do Rio de Janeiro, Rafael foi revelado pelo Botafogo em 2004, permanecendo no clube por quatro temporadas. Sem agradar a torcida, foi negociado com o Goiás, indo para o Grêmio no ano seguinte.

De 2009 a 2011 no Imortal, o zagueiro participou de 135 partidas e marcou 17 gols. No Galo desde 2012, Rafael Marques ficou entre o banco e a posição de titular, sempre sem grande destaque.

FONTE: Br.EsporteInterativo.Yahoo.com


18/10/2012 01h33 - Atualizado em 18/10/2012 01h34
Rafael Marques e Bernard dão sustos em Santos, mas passam bem
Zagueiro teve que ser atendido num hospital da cidade, enquanto meia teve princípio de convulsão e taquicardia dentro do gramado da Vila Belmiro

Por Fernando Martins Y Miguel
Santos, SP
O Atlético-MG levou dois sustos na Vila Belmiro, e não foram os gols do Santos no empate em 2 a 2. Os dois choques de cabeça que Rafael Marques e Bernard tiveram durante a partida mobilizou o departamento médico do Galo e do próprio Peixe.
O zagueiro Rafael Marques bateu cabeça com Leonardo Silva e ficou desacordado. Depois de onze minutos, o jogador foi retirado por uma maca, já que a ambulância não conseguiu entrar no gramado por conta de um degrau que impedia a passagem do veículo.
Rafael passou por tomografia no crânio e não teve nenhum problema grave constatado. O defensor passará a noite na Santa Casa de Santos, porém, apenas por precaução, já que a pancada na cabeça foi forte.

Já o meia-atacante Bernard, após o choque com Henrique, do Santos, sofreu convulsão e taquicardia ainda no gramado. O jogador foi atendido em campo pelo médico Rodrigo Zograib, do Santos, já que Otaviano Oliveira, médico atleticano, acompanhava Rafael Marques.
Bernard foi atendido no vestiário e logo apresentou melhora. Por determinação dos médicos santistas, o jovem atleticano voltou com a delegação para o hotel e tranquilizou a todos. O técnico Cuca comentou sobre o episódio com os dois atletas.

- Jogar com um jogador a menos é complicado. Foi um susto grande para todos nós, mas graças a Deus tivemos a informação que foi apenas choques de cabeça. Faz parte do futebol e queira a Deus que eles se recuperem para nos ajudar já no domingo – concluiu o treinador.
Ronaldinho Gaúcho também falou do susto de ver dois colegas passarem por situações como estas.
- É duro. É algo que a gente não deseja nem para o adversário, quanto mais para um companheiro.
Leonardo Silva

Leonardo Silva também esteve no Pronto Socorro de Santos. Ele foi receber alguns pontos na cabeça pelo choque com Rafael Marques. Na partida contra o Coritiba, o zagueiro também passou pela mesma situação, após um choque com Leonardo, hoje seu companheiro de Atlético-MG

18/10/2012 11h22 - Atualizado em 18/10/2012 11h40
Rafael Marques e Bernard estão bem e retornam com a delegação a BH
Zagueiro foi avaliado esta manhã por um neurologista. Meia dormiu no hotel

Por Valeska Silva
Belo Horizonte
O zagueiro Rafael Marques e o meia Bernard, que precisaram ser atendidos em um hospital de Santos na noite de quarta-feira, estão bem. De acordo com a assessoria de imprensa do Atlético-MG, os dois vão retornar a Belo Horizonte com a delegação esta tarde.
Bernard passou a noite no hotel, com o restante dos jogadores. Já Rafael Marques ficou hospitalizado e foi reavaliado esta manhã, quando recebeu alta de um neurologista. Rafael passou por tomografia no crânio ainda na quarta-feira e não teve nenhum problema grave constatado.

Bernard se chocou com o volante Henrique, do Santos, e sofreu convulsão e taquicardia ainda no gramado. Foi atendido no vestiário e logo apresentou melhora. Por determinação dos médicos santistas, o jovem atleticano voltou com a delegação para o hotel e tranquilizou a todos
O zagueiro Leonardo Silva também esteve no pronto-socorro de Santos. Ele foi receber alguns pontos na cabeça, já que sofreu um corte no choque com Rafael Marques.

FONTE: GloboeSporte.Globo.com


Mineiro
11 de Fevereiro de 2012•18h57 • atualizado às 20h59
Atlético-MG passa pela Caldense e mantém 100% no Estadual
O Atlético-MG deu sequência, neste sábado, à campanha sem surpresas no Campeonato Mineiro. O time recebeu a Caldense dentro da Arena Jacaré pela terceira rodada da competição e fez o que esperava o torcedor: venceu. O triunfo por 2 a 0 aconteceu com gols de Rafael Marques e Bernard, ambos ainda no primeiro tempo.

O resultado mantém os 100% de aproveitando do Atlético-MG no Campeonato Mineiro: o time lidera a competição com nove pontos, por enquanto de forma isolada. No domingo, o restante das equipes entra em campo no complemento da rodada, sendo o América-MG, que vai pegar o Nacional, fora de casa, o único que pode alcançar os atleticanos. A Caldense tem apenas três pontos.

O elenco do Atlético vai ganhar uma semana de folga na tabela do Campeonato Mineiro após a partida na Arena do Jacaré. O time só volta a campo em 26 de fevereiro, no Estádio Farião, para enfrentar o Guarani-MG. No mesmo dia, a Caldense joga em casa, no Estádio Ronaldo Junqueira, contra o Nacional-MG.

O jogo
O Atlético-MG não deu brechas para a Caldense neste sábado, na Arena do Jacaré. O time pressionou o rival desde o princípio, mas demorou a abrir vantagem. A culpa foi do goleiro Glaysson, que fez excelentes defesas. Duas delas foram em cabeçadas a queima-roupa de Neto Berola, aos 10min e 30min do primeiro tempo. Aos 31min, a pressão finalmente deu resultado.

Escudero recebeu pela direita e cruzou na área para Rafael Marques, que completou de cabeça, fora do alcance de Glaysson. A Caldense respondeu e quase marcou em sua melhor oportunidade, aos 35min, quando Rodrigo Dias lançou Luizinho, que invadiu a área e tocou na saída de Renan Ribeiro. O goleiro do Atlético-MG mostrou que estava bem preparado e evitou o empate.

Aos 44min, Bernard cobrou falta com perfeição e aumentou a tranquilidade do time da casa: a bola bateu no travessão e pingou dentro do gol. Apesar da má situação, a Caldense buscou a reação e assustou no começo do segundo tempo, aos 2min. Leandrão cobrou falta com força e carimbou a trave de Renan Ribeiro. O goleiro apareceu bem em chute cruzado de Ederson, aos 15min.

Aos 24min, no entanto, Leandro parou contra-ataque do Atlético-MG com falta e foi expulso, complicando de vez a situação da Caldense. O time alvinegro aproveitou para recuperar o controle total do jogo e administrou a vitória até o final.

A equipe quase fez o terceiro gol aos 30min, com cruzamento de Bernard para chute de primeira de Escudero. O goleiro Glaysson voltou a se destacar e fez a defesa.

Ficha técnica
ATLÉTICO-MG 2 x 0 CALDENSE

Gols
ATLÉTICO-MG:Rafael Marques, aos 29min, e Bernard, aos 43min da primeira etapa
ATLÉTICO-MG: Renan Ribeiro, Marcos Rocha, Réver, Rafael Marques e Richarlyso; Pierre (Philippe Soutto), Leandro Donizete, Bernard e Escudero; Neto Berola (Mancini) e André (Guilherme)
Treinador: Cuca

CALDENSE: Glaysson; Rodrigo Dias, Vinícius, Leandro e Thiago (Fabio); Mario, Maxsuel, Jardel (Serginho) e Ederson; Renatinho (Fernandinho) e Luizinho
Treinador: Ademir Fonseca

Cartões amarelos
ATLÉTICO-MG: Pierre e Philippe Soutto
CALDENSE: Glaysson, Vinicius, Serginho e Luizinho

Cartões vermelhos
CALDENSE: Leandro

Árbitro: Emerson de Almeida Ferreira
Local: Estádio Arena do Jacaré, em Sete Lagoas (MG)

FONTE: Esportes.Terra.com.br


UFFICIALE: Rafael Marques viene a Atletico Mineiro
In questa pagina, puoi trovare le ultime informazioni sul trasferimento di Rafael Marques da Gremio a Atletico Mineiro.
Rafael Marques è nato il 21/09/1983 a Rio de Janeiro / Brasile.
Ha iniziato la sua carriera a Brasiliense nel 2003, e a Gremio ha giocato nella posizione Difensore dal 2009.
Nella sua ultima stagione in Serie A - Brasile, Rafael Marques ha giocato 28 partite e ha segnato 4 gol.
Ti proponiamo un breve video dimostrativo di questo giocatore, dove puoi godere nelle sue performanze e abilità calcistiche.

FONTE: SoccerFame.it


22/01/2009 | 03h39
Entre os estreantes, Alex Mineiro teve a atuação mais discreta
Após empate em 1 a 1 contra o Inter-SM, técnico diz Gauchão servirá para moldar a equipe

O Gauchão servirá como laboratório para a Libertadores. Após o empate em 1 a 1 contra o Inter–SM, ontem, na estreia no Gauchão, Celso Roth avisou que usará o regional para chegar ao melhor modelo tático. O setor ofensivo, como no ano passado, mostrou-se ineficiente.
Como foram os novos

[...]

RAFAEL MARQUES
Como era a estreia, começou o jogo sem arriscar muito. Com o tempo, ganhou personalidade e passou a mostrar virtudes no apoio pelo lado esquerdo, como ocorria em sua passagem pelo Goiás. Mostrou ter virtudes para ser o titular. Com sua entrada no time, Réver passou sem prejuízo para o meio da zaga.

FONTE: ZeroHora.Clicrbs.com.br


22dez
GRÊMIO CONTRATA DOIS ZAGUEIROS
Fábio Ferreira e Rafael Marques reforçam o Tricolor
O Departamento de futebol profissional do Grêmio Foot-Ball Porto Alegrense anuncia a contratação de mais dois jogadores para a temporada 2009.
Os zagueiros Fábio Ferreira, que estava no Corinthians, e Rafael Marques, que estava no Goiás, reforçam o Tricolor.


Fichas Técnicas:

[...]

Rafael Marques:
Nome completo: Rafael Marques Pinto
Data de nascimento: 21.09.1983
Local: Rio de Janeiro [RJ]
Altura: 1,83 m
Peso: 80 kg
Clubes:
2003: Brasiliense-DF
2004-2007: Botafogo-RJ
2008: Goiás-GO
Títulos:
Taça Guanabara: 2007
Taça Rio de Janeiro: 2007
Campeonato Carioca: 2007

E ainda: aposte na TimeMania e marque o Grêmio como time do coração.
Seja sócio do Grêmio!

FONTE: SportEconomy.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#Primiero 2017, tutti i dettagli

Hellas Verona premiato in Piazza dei Signori

Wallpapers gallery