Le schede di B/=\S: RÔMULO Souza Orestes Caldeira

Nato a/il:Pelotas (Brasile) il 22/05/1987
Nazionalità:Brasiliana e Italiana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2019
Ruolo:Difensore/Centrocampista
Altezza:178 Cm
Peso:72 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
SquadraStagioneSeriePartiteGoal
Hellas Verona2016 - 2017B39 (+2CI)4 (+0)
Hellas Verona2015 - 2016A9 (+1CI)0 (+0)
Juventus2014 - 2015A40
Hellas Verona2013 - 2014A336
Fiorentina2012 - 2013A202
FiorentinaGiu. 2011 - 2012A100
Atletico ParanaenseGiu. 2011CB SA50
CruzeiroSet. 2010 - Mag. 2011CB SA161
Santo André2010 - Ago. 2010CB SB10
Santo André2009 - 2010CB SA221
Chapecoense2009CB SC--
Metropolitano2008?--
Juventude2007CB SA--
Duque de Caxias2007CB SB--
LEGENDA: CB SA=Campeonato Brasileiro Série A (Serie A Brasiliana), CB SB=Campeonato Brasileiro Série B (Serie B Brasiliana), CB SC=Campeonato Brasileiro Série C (Serie C Brasiliana), CI=Coppa Italia

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 15 Agosto 2013
Se nella vita di ogniuno esiste una parola magica, quella di ROMULO deve per forza essere eccletismo! D'altronde unendo voglia di arrivare e mezzi tecnici rimangono solo da aspettare gli inevitabili tempi di ambientamento legati anche all'intelligenza tattica e poi, uno che sa veramente giocare a calcio, può giocare in ogni zona del campo.
Facile a scriversi, molto meno da mettersi in pratica ma il signor Souza Orestes Caldeira, nato in Brasile ma con doppia nazionalità avendo radici italiche, c'è riuscito alla grande se è vero (com'è vero) che partendo dalla difesa è stato impiegato proficuamente in mediana e negli ultimi tempi anche come esterno d'attacco, preferibilmente a destra ma all'occorrenza anche dalla parte opposta: Una nuova freccia per l'arco di mister MANDORLINI che sicuramente apprezzerà e sfrutterà appieno (anche se il terzino brasiliano sembra molto più a suo agio nell'offendere che nel difendere)...


DUE ANNI DI SERIE MINORI POI IL SANTO ANDRÈ
ROMULO conosce il calcio 'serio' relativamente tardi: A 20 anni, quando le 'stelle' sue connazionali fanno già parlare di sè da tempo in Nazionale e nei desideri dei maggiori club europei, il calciatore nato a Pelotas frequenta il calcio minore verdeoro con CAXIAS, JUVENTUDE, METROPOLITANO e CHAPECOENSE.
La grande occasione arriva nel 2009 quando il SANTO ANDRÈ, appena promosso nella Serie A brasileira, lo chiama a difendere la categoria: La 'mission' fallisce ma ROMULO attira le attenzioni del CRUZEIRO di Belo Horizonte con il quale disputa 16 gare nella stagione successiva e segna un gol arrivando 4° nel Campeonato Brasileiro Série A 2010.
Nemmeno il tempo di ambientarsi ed è già tempo di cambiare casacca ecco l'ambizioso ATLETICO PARANENSE di Curitiba che fino a Giugno del 2011 lo fa giocare col contagocce: Solo 6 le presenze per il calciatore 'venuto dal basso'...

CON LA FIORENTINA INIZIA L'AVVENTURA ITALIANA...
Gli emissari viola convincono i dirigenti brasiliani il 29 Giugno del 2011 con due milioni e mezzo, al difensore un ricco quadriennale ma ROMULO non è ritenuto un titolare fisso ne da Sinisa MIHAJLOVIC prima ne da Delio ROSSI poi: I viola concludono il campionato con un 'misero' 13° posto ed il neogialloblù si deve accontentare di 10 presenze nella sua prima stagione italiana.
Con l'arrivo in panchina dell'ambizioso MONTELLA, la FIORENTINA si riscatta alla grande e anche le presenze di ROMULO raddoppiano: Il brasiliano non è una prima scelta ma si rivela utile in ogni zona del campo, segna il suo primo gol in Serie A e ad Aprile fa vincere i 'gigliati' per 4 a 3 contro il TORINO.

In questo calciomercato ROMULO viene ritenuto di troppo dal tecnico di Firenze che lo lascia al VERONA in prestito con diritto di riscatto; nella città di Giulietta & Romeo il difensore ritroverà TONI suo compagno in viola nel 2012 2013.
Qui trovate una pagina Facebook dedicata al calciatore ma questa è quella ufficiale; qui invece il profilo twitter.


[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Miracolo al 95° nel derby contro il VICENZA! All'89° BESSA ha appena raddrizzato la partita ma l'HELLAS continua ad attaccare a testa bassa spinto dai propri tifosi e mentre le lancette del cronometro scandiscono gli ultimi secondi di recupero ecco la foto che entra nella storia: FERRARI crossa alla cieca da destra sul secondo palo dove RÔMULO, come invasato da una forza superiore, si coordina alla perfezione e incrocia al volo di destro sul palo lontano mandando in delirio il Binti!
  • Quasi gol ma meraviglioso lo stesso... Col BRESCIA all'ottava di andata un numero incredibile del brasiliano: Slalom clamoroso 'versione GARRINCHA': Il brasiliano supera COLY in tunnel poco dopo la linea di mezzeria, poi passa tra BUBNJIC e BISOLI completamente disorientati dal suo estro... Fatto fuori anche LANCINI RÔMULO si trova a tu per tu con MINELLI in posizione leggermente decentrata ma il suo tocco morbido sbatte sul palo! Peccato ma che spettacolo...
  • Col VERONA son tornato a correre ma ero ad un passo dal ritiro! Così il jolly di fascia destra brasiliano dopo due anni di sofferenze ed il ritorno ai livelli ai quali l'avevamo conosciuto alla prima stagione di HELLAS 'Alla JUVE è stata dura, piangevo ogni sera che tornavo a casa... Non riuscivo a liberarmi dal dolore, poi hanno scoperto un problema alla testa del femore e, curato quello, il resto è andato sempre meglio. Ora sono felice e voglio riconquistare la Nazionale con la maglia gialloblù! Impossibile tornarci dalla B? Ho imparato che se ci credi puoi fare tutto'


  • Rivincita con la Nazionale azzurra 'Se penso mai a quella maglia azzurra persa a causa dell'infortunio? Guarda... Sette anni fa vivevo rivendendo profumi, non avevo nemmeno una squadra e mia madre non possedeva una casa... Parlare di Nazionale mi sembra ancora incredibile e comunque si, mi impegno ogni giorno a fondo per tornare ai livelli di prima' così risponde il jolly scaligero a una domanda di Gianluca Vighini e successivamente rivela a Gianluca Tavellin come, dopo l'annata-rivelazione 2013-14, è stato vicino a smettere l'anno scorso a seguito del terzo intervento chirurgico per ridurre la dolorosa pubalgia a causa della quale ha giocato solo 500 minuti in due stagioni...
  • Tragedia CHAPECOENSE, il ricordo di ROMULO ex della squadra brasiliana distrutta dal disastro aereo a Medellin 'Il mio procuratore ha sentito il papà di Winck che ci ha riferito che Claudio sta bene ma è molto triste e scosso per i suoi compagni e i familiari delle vittime. Nenem, Nivaldo e Winck li conosco bene e si sono salvati perché non convocati. Io ho giocato nella Chapecoense nel 2009, conoscevo tanti di quelli che erano a bordo dell’aereo, non solo calciatori, ma anche alcuni tra dirigenti e giornalisti.
    Una tragedia tremenda, ricordo molto bene quando ho giocato lì e con molti di quei ragazzi abbiamo conquistato la finale del campionato Catarinense. Non ho sentito nessuno della società anche perché il 99% era a bordo dell’aereo. Prego per i familiari delle vittime. La Chapecoense gioca in Serie A brasialiana e mi ricorda il Verona, anche se più piccola per storia e blasone, sono organizzati e hanno una tifoseria fantastica, sempre molto presente. È entrata nella storia del calcio brasiliano perché avevano appena conquistato una finale molto ambita nonostante non fosse tra le società brasiliane più importanti. Mi sono trovato davvero molto bene. Oggi è un giorno triste
    '
  • Rinnovo fino al 2019 per ROMULO che, ristabilitosi appieno dopo due stagioni di gran sofferenza, è tornato a fare la differenza in mezzo al campo e non solo! Colpaccio che il patròn SETTI commenta così 'Siamo molto felici di poter annunciare questo rinnovo. Si tratta di un calciatore che sta dimostrando sul campo le sue indubbie qualità e di un uomo che ha voluto fortemente continuare la sua avventura con i nostri colori. Ora guardiamo avanti, per raggiungere insieme i nostri obiettivi comuni' ovviamente felicissimo anche il brasiliano che ringrazia tutti via twitter 'Voglio ringraziare Dio per questo rinnovo e soprattutto per la guarigione, grazie anche a tutte le persone che mi hanno sostenuto nei momenti più difficili (specialmente Pamela mia moglie)!!! Grazie Presidente, direttore, staff ed Alex (fratellone)!!! Insieme raggiungeremo i nostri obbiettivi!!!'. Pochi giorni dopo TGGialloBlù svela i dettagli dell'accordo: Il contratto del giocatore sarà di 700mila Euro a stagione in cadetteria per il 2016-17 poi, in caso di promozione, tornerà a 1,2 milioni com'era prima; nel caso i gialloblù non venissero promossi il brasiliano si libererebbe (più o meno) gratuitamente...
  • Forza IONITA! ROMULO fa gli auguri di pronta guarigione all'ex compagno moldavo vittima della frattura scomposta del perone, questo il messaggio via social 'Forza amico mio, sei un guerriero e tornerai molto più forte di prima!!!! Questi mesi passeranno in fretta!!!! So cosa significa stare fuori a lungo, non é facile, ma poi torniamo più forti come professionisti ma soprattutto come uomini!!!'
  • ROMULO rivede i compagni ed il campo a Gennaio ma perché torni a disposizione della squadra passa un altro mese buono poi, prima della gara contro la FIORENTINA a metà Marzo, tra squilli di trombe annuncia: 'Sono pronto! Ho passato un calvario ma finalmente sono guarito e tornerò quello di prima...' ma il giorno dopo, sembra a causa di un semplice affaticamento muscolare (sperando che sia solo quello), il calciatore si ferma ancora
  • Firmino perde una buona occasione per starsene zitto! Aldilà dell'antipatia dimostrata verso piazza e società nel momento del passaggio dalla FIORENTINA all'HELLAS, l'agente del giocatore dimostra ancora una volta di parlare a vanvera dopo aver dichiarato che ROMULO è pronto a scendere in campo e invece, come lo stesso giocatore ammette ad Ottobre 2015, dovrà passare almeno un altro mese buono...
  • Dopo un altro intervento chirurgico e un lungo stop, a fine Ottobre secondo Firmino l'agente di ROMULO, il giocatore sarebbe pronto al rientro ma la sensazione è che, come altre volte, parli parli senza dire niente...
  • Inaspettata ricaduta o forse risalita mai davvero cominciata dal momento che, come fulmine a ciel sereno, arriva la notizia che il convalescente ROMULO, che pochi giorni prima aveva rilasciato un'intervista in cui aveva lasciato intendere di essere sulla via della piena guarigione ('Mi manca solo minutaggio in campo' aveva detto alla radiotrasmissione 'Fuorigioco').
    In realtà dovrà tornare in Brasile per ulteriori visite sugli infortuni che dalla fine della stagione 2013-14 ne pregiudicano l'impiego: La notizia lascia di sasso tifosi e addetti ai lavori che non vedono l'ora di rivederlo in campo al meglio...


  • Non riscattato dalla JUVENTUS dopo un'annata piagata dagli infortuni a causa della quale non ha raggiunto nemmeno lontanamente la quantità di presenze che sarebbero state necessarie per il riscatto obbligatorio da parte dei bianconeri, l'HELLAS si ritrova con una minusvalenze di circa 3 milioni (4 per riscattare il giocatore dalla FIORENTINA meno 1 pagato dalla 'Vecchia Signora' per il prestito) ed il giocatore praticamente senza mercato: Situazione davvero ingarbugliata da risolvere per i gialloblù che ben difficilmente potranno sostenere l'ingaggio di ROMULO per tutta un'altra stagione ma il mercato è ancora agli inizi...
  • La pubalgia non da tregua a ROMULO che deve operarsi; l'intervento verrà eseguito a San Paolo del Brasile e verrà seguito dallo staff medico scaligero...
  • Si può dare di più? A Torino in bianconero, il brasiliano non sta vivendo una grande annata e a fine Novembre, complice qualche infortunio di troppo ed un difficile ambientamento, ha messo insieme solo 3 presenze tra Campionato e Champions League! Un po' poche considerato che il suo riscatto diventerà obbligatorio solo se scenderà in campo in almeno il 60% delle gare dei bianconeri (e al momento si è intorno al 20%)...
  • Sedotto e... Abbandonato! Mister PRANDELLI dopo aver tenuto il jolly brasiliano sulla corda per una maglia azzurra ai mondiali lo ha escluso nonostante l'importante defezione di MONTOLIVO in mediana: Decisione che fa sensazione quella del cittì (anche se in realtà il giocatore ammette di essersi autoescluso) e che lascia alla tifoseria scaligera molto amaro in bocca dopo che ROMULO si era risparmiato le fatiche delle ultime gare di campionato per essere al meglio a Coverciano... Anche mister MANDORLINI esalta il gesto del giocatore 'Altro che giocare al risparmio! Era un po' che non stava bene...'
  • Preconvocazioni mondiali 2014 in Brasile, nel listone dei 30 preconvocati c'è anche Romulo!
  • ...Ad Aprile arriva la prima chiamata azzurra per il brasiliano naturalizzato che potrà essere utile al cittì Cesare PRANDELLI in più di un ruolo! Per ora è solo un test a Coverciano il 14-15 aprile insieme ad altri 42 calciatori ma le potenzialità di ROMULO nel far parte della squadra che parteciperà ai mondiali in Brasile non sono poche
  • ROMULO e l'HELLAS, numeri record! Una stagione da incorniciare quella del jolly brasiliano con il VERONA! Ecco, a fine Febbraio, i numeri che parlano di 5 gol e 8 assist...
  • Quella frase antipatica dell'agente Adriano Di Vittorio che a CalcioMercato.com dichiara 'Il Verona può riscattarlo solo con la volontà del ragazzo, al momento è da escludere questa ipotesi', oltre che essere irriverente è pure falsa perchè il VERONA ha un contratto chiaro con la FIORENTINA (attuale proprietaria del cartellino del giocatore che a sua volta ha firmato un contratto fino a Giugno 2015 con i viola) grazie al quale può riscattare la metà di ROMULO ad un prezzo già fissato di poco sotto ai 2 milioni di Euro dopodichè è chiaro che la volontà del giocatore conterà eccome perchè in nessuna azienda conviene tenere un dipendente insoddisfatto ma in futuro, chiunque sia interessato ad ingaggiare il giocatore dovrà parlare anche con i gialloblù checchè ne dica il signor Di Vittorio...


  • Il 'Brutto Anatroccolo' com'era soprannominato da alcuni tifosi viola che vedevano quasi con tenerezza ROMULO impegnarsi al massimo per raggiugere i livelli tecnici dei compagni senza arrivare mai: Tanta corsa, tanto impegno ma mezzi tecnici scarsi, commentano su firenzeviola.it, tanto da far dubitare sulle sue origini brasiliane... Nonostante questo, la partenza del terzino destro evolutosi in jolly, ha lasciato a Firenze un po' di amaro in bocca fra quelli che vedevano il calciatore in crescita dopo due anni in viola...
  • Due gol in Serie A, tra le tante doti Souza Orestes Caldeira non può certo vantare il fiuto del gol ma nel massimo campionato italiano ha rotto il ghiaccio in INTER 2-1 FIORENTINA del 30 Settembre 2012; il 21 Aprile dell'anno successivo mette a segno il decisivo 4 a 3 all'Artemio Franchi che vale la vittoria sul TORINO
  • 'Mi ricorda CAFU...' - diceva l'ex CT verdeoro (ed ex mediano all FIORENTINA) Carlos DUNGA - 'È in grado di raggiungere facilmente il fondo e mettere in mezzo cross precisissimi'
  • ROMULO e l'arte dell'ecclettismo, cresciuto come difensore nei campetti del calcio minore brasiliano, l'ex FIORENTINA è diventato via via un jolly: Dotato di buona corsa e mezzi tecnici all'altezza è stato impiegato come esterno d'attacco alla sua prima stagione italiana per poi essere impostato da MONTELLA come interno di centrocampo ruolo che dovrebbe coprire prevalentemente anche nell'HELLAS...
  • Primi calci tra gioia e... Povertà! così ROMULO alla Gazzetta dello Sport «A sei anni volevo già diventare calciatore, a 13 sono andato via di casa. Giocavo a Caxias, lontana 130 chilometri, ed era molto difficile: non c’era un bel letto, la coperta era solo una e la squadra a volte non ci dava neanche il cibo. Nei weekend liberi, non potevo tornare: non avevo i 10 euro per il viaggio. A 17 anni prendevo l’equivalente di 250-300 euro. Poi, quando avevo più bisogno, mi hanno licenziato dicendo che non avevo le qualità per fare il calciatore. A vent’anni ero senza squadra, senza procuratore, senza tutto»


Rômulo Souza Orestes Caldeira
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rômulo Souza Orestes Caldeira, noto più semplicemente come Rômulo (Pelotas, 22 maggio 1987), è un calciatore brasiliano, centrocampista dell'Hellas Verona, in prestito dalla Fiorentina.

Biografia
Ha il doppio passaporto avendo genitori di origini italiane.

Caratteristiche tecniche
Ha giocato prevalentemente come terzino destro, ma può essere impiegato anche sulla fascia sinistra. Ha un'ottima corsa, una discreta tecnica e sa curare bene anche la fase difensiva. Nel corso della preparazione estiva 2011 di Cortina d'Ampezzo è stato più volte provato anche come esterno d'attacco. Durante il ritiro 2012 di Moena ha cominciato ad essere impiegato anche nel ruolo di interno di centrocampo, risultando un vero e proprio jolly.

Carriera
- Club
Le stagioni in Brasile
Dopo aver militato nelle serie minori brasiliane con le maglie del Caxias, del Metropolitano e della Chapecoense con una breve esperienza alla Juventude, nel 2009 fa il suo esordio nella Série A brasiliana con il Santo André. Nel 2010 approda al Cruzeiro dove disputa 16 partite segnando un gol. Nel 2011 passa in prestito ad un'altra importante squadra brasiliana, l'Atlético Paranaense, dove rimane fino a giugno.

Fiorentina
Il 29 giugno 2011 viene acquistato dalla Fiorentina per una cifra intorno ai 2,5 milioni di euro, con cui firma un contratto quadriennale. Esordisce in Serie A il 21 settembre in Fiorentina-Parma (3-0), subentrando al 74' ad Alessio Cerci.
Il 30 settembre del 2012, alla sesta giornata del campionato successivo, mette a segno a San Siro il suo primo goal in Serie A nella sconfitta per 2-1 contro l'Inter. Il 21 aprile 2013 Romulo realizza il secondo gol in maglia viola, segnando il gol decisivo del 4-3 contro il Torino.

Verona
Il 14 agosto 2013 passa in prestito con diritto di riscatto della metà all'Hellas Verona. Esordisce col club scaligero il 17 agosto 2013 nella partita di Coppa Italia Palermo-Verona (0-1), subentrando nel secondo tempo a Jacopo Sala. Il 15 settembre mette a segno il primo gol con la maglia gialloblu durante la vittoria casalinga per 2-0 sul Sassuolo.
Il 14 luglio 2014 il Verona riscatta l'intero cartellino del giocatore dalla Fiorentina, per 3,5 milioni di euro.

Prestito alla Juventus
Il 2 agosto 2014 passa alla Juventus in prestito oneroso ad un milione di euro con diritto di riscatto fissato a 6 milioni, che diventerà obbligatorio se, nel corso della stagione, il giocatore avrà disputato almeno il 60% delle gare ufficiali. Decide di indossare la maglia numero 2. Il 16 settembre seguente esordisce con la nuova maglia, subentrando a Stephan Lichtsteiner nel match di Champions League vinto per 2-0 contro il Malmö allo Juventus Stadium. Questa partita segna anche il suo debutto nelle coppe europee. Il 20 settembre fa il suo esordio stagionale in campionato, nella vittoria per 1-0 sul campo del Milan. È costretto a saltare il resto della prima parte di stagione a causa di continui problemi agli adduttori. Nel mese di dicembre decide di operarsi ed è così costretto ad uno stop di tre mesi. Torna in campo il 9 maggio 2015, nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Cagliari. In seguito alla partita contro l'Inter del 16 maggio (2-1), è vittima di una lesione al retto femorale della coscia sinistra, che lo costringe a chiudere anzitempo la stagione. Il giocatore termina la sua prima annata alla Juventus disputando solo cinque partite tra campionato e coppe, senza mai andare a segno. Al termine della stagione la Juventus decide di non esercitare il diritto di riscatto ed il giocatore fa quindi ritorno al Verona.

- Nazionale
Dal 14 al 15 aprile 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale italiana Cesare Prandelli per un test di valutazione funzionale in vista dei Mondiali 2014. Il 13 maggio 2014 è stato inserito nella lista di 30 calciatori pre-convocati in vista dei Mondiali 2014. Tuttavia, nonostante fosse stato inserito in seguito anche nella lista dei 23 calciatori disponibili per il mondiale, il 2 giugno rifiuta la convocazione, dichiarando di non essere al 100% dal punto di vista fisico e preferendo cedere il posto a chi più in forma di lui.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-18 +   -   =
ROMULO: «RITIRO FONDAMENTALE PER CREARE IL GRUPPO, INCREDIBILE L'AFFETTO DEI TIFOSI»
Mezzano di Primiero (Trento) - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Romulo, rilasciate in chiusura del ritiro estivo di #Primiero2017.

«E' stata una bellissima esperienza, abbiamo ricevuto un'accoglienza e un affetto straordinari da parte dei tifosi. Anche gli allenamenti sono andati bene, abbiamo lavorato molto sul campo e sulla parte tattica, seguendo le indicazioni del mister. A breve la rosa sarà al completo, vogliamo fare una grande stagione quest'anno. Queste due settimane saranno la base sui cui fondare tutta l'annata, il gruppo sarà fondamentale. Certo, c'è ancora molto da lavorare, ma siamo fiduciosi. Samp e Newcastle? Due amichevoli impegnative, ci daranno l'energia per esordire al meglio in TIM Cup».

FONTE: HellasVerona.it


Romulo: “Questa sarà la mia stagione migliore da quando sono in Italia. Verona mi ha dato tanto, voglio ripagare i tifosi sul campo”
luglio 18, 2017

“Siamo tutti contenti che Antonio Cassano sia rimasto, è un gran giocatore ed una bella persona. Non vedo l’ora che inizi la stagione, l’anno scorso è stata un’annata difficile ma alla fine siamo riusciti a conquistare la Serie A. Come procede il ritiro? Bene, lavoriamo tanto per farci trovare pronti. Obiettivi personali? Questa sarà la mia miglior stagione da quando sono in Italia. Sta nascendo un bel gruppo, composto da bravi ragazzi e professionisti – ha dichiarato Romulo – Dobbiamo rinforzare ancora la rosa e nei prossimi giorni sono sicuro che arriveranno altri giocatori perché in Serie A serve una rosa ampia. A Verona sto molto bene, ho comprato casa e questa città e tifoseria mi hanno dato davvero tanto. Anche per questo ho deciso di rimanere anche in Serie B, pur non mancandomi le offerte”.

FONTE: HellasLive.it


CALCIOMERCATO
Romulo sul mercato? Lui vuole restare
L’italo-brasiliano ha un ingaggio elevato, il Newcastle lo cerca, però la sua intenzione è rimanere

di Redazione Hellas1903, 09/07/2017, 13:31

Romulo vuole restare al Verona.
Una scelta netta, quella dell’italo-brasiliano, pronto a disputare la quarta stagione in gialloblù (un periodo interrotto dall’annata alla Juventus).
D’altro canto, però, c’è il peso dell’ingaggio di Romulo sulle casse dell’Hellas: 1.1 milioni di euro netti, quindi 2.2 al lordo.

Una spesa elevatissima per i parametri del club gialloblù, riportata ai livelli precedenti lo scorso anno, con il jolly che si ridusse lo stipendio in chiusura a un accordo curato dal suo agente, Alex Firmino, col ds dell’Hellas. Filippo Fusco.

Su Romulo c’è stato un sondaggio del Newcastle, ma per adesso non se n’è fatto nulla.

Il diretto interessato ha deciso di rimanere al Verona, realtà in cui è pienamente calato, in una città cui si è legato fortemente.

FONTE: Hellas1903.it


HELLAS CAMP: ENTUSIASMO E CORI INSIEME A ROMULO ALL'ANTISTADIO
07/LUGLIO/2017 - 16:30

Verona - Grande sorpresa per gli iscritti agli Hellas Summer Camp dell'Antistadio. Dopo le attività della mattina i ragazzi hanno infatti ricevuto la visita del centrocampista gialloblù Romulo, che ha condiviso alcuni momenti di gioia con i bambini presenti. Dopo averli accompagnati negli spogliatoi utilizzati solitamente dalla prima squadra si è divertito con loro cantando insieme anche alcuni cori tipici dell'Hellas. Tanta allegria e felicità per i ragazzi, che successivamente hanno proseguito gli allenamenti e i giochi organizzati dai tecnici del Settore Giovanile. La visita del centrocampista si è rivelata l'occasione perfetta per avvicinarsi alla conclusione delle attività all'Antistadio.

L'appuntamento con l'estate gialloblù riprenderà lunedì 10 luglio con l'inizio degli Hellas Summer Camp a Primiero San Martino di Castrozza, località che ospiterà per la prima volta il ritiro dell'Hellas. Tutti gli interessati potranno iscriversi con la formula 'Day Camp', che comprende la partecipazione giornaliera a tutte le attività organizzate dagli istruttori del Verona, con la possibilità di iscriversi anche direttamente presso il Centro sportivo intercomunale di Imer (via Motta), impianto che ospiterà le attività dei Camp.

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2016-17 +   -   =
CALCIOMERCATO
Romulo, offerta Newcastle
Il jolly dell’Hellas cercato in Inghilterra. Cessione possibile

di Redazione Hellas1903, 23/06/2017, 10:01

Romulo potrebbe lasciare il Verona.
Il jolly italo-brasiliano è sul taccuino del Newcastle, riporta “La Gazzetta dello Sport”.
Il club inglese ha formulato una proposta all’Hellas, che la sta valutando. La partenza di Romulo non è da escludere: il giocatore non è incedibile.

FONTE: Hellas1903.it


NEWS
VIDEO, Romulo e l'appuntamento ai tifosi viola
02.06.2017 12:40 di Redazione FV Twitter: @firenzeviola_it
Romulo, ex viola, ora al Verona, è in vacanza a Gerusalemme dove incontra un tifoso viola che lo riconosce e lo saluta. Così i due postano un simpatico video dell'incontro. E il brasiliano, emozionato dall'affetto del sostenitore viola, approfitta per dare l'appuntamento a tutti i fiorentini alla gara tra le due squadre, vista la promozione in A del Verona. "Quando sei a Gerusalemme e i tifosi della fiorentina ti emozionano così!!! :), grazie a voi!!! Noi i GialloBlu vi aspettiamo a Verona in questa stagione 2017/2018"

FONTE: FirenzeViola.it


Romulo: “Devo ringraziare Dio per quest’anno meraviglioso”
maggio 28, 2017

Così chiudiamo la stagione 2016/2017. Il mio obbiettivo personale era quello di riuscire a giocare (dopo 2 anni fermo), ce l’ho fatta!!! Ma siamo riusciti anche a riportare L’ Hellas Verona FC dove se lo merita, in Serie A TIM !!! Devo ringraziare a Dio per questo anno meraviglioso!!! Vorrei ringraziare anche a tutti quelli della Lega B , avete fatto un ottimo lavoro, la Serie B è una competizione di altissimo livello e sono orgoglioso di aver partecipato!!! Grazie a tutti dello staff ( tecnico e medico ), grazie a tutti voi della società che lavorate "nascosti" ma se non ci foste voi, non ce l’avremmo fatta!!! E certamente grazie a voi tifosi, abbiamo avuto dei momenti un po’ particolari, ma avete sempre creduto in ognuno di noi fino alla fine, e questa promozione è stata ottenuta col vostro aiuto!!! E che venga la prossima stagione, perché sono sicuro che fino adesso sarà la mia MIGLIOR STAGIONE!!! Grazie, grazie e grazie!!! Questo il commento su Facebook di Romulo.

FONTE: HellasLive.it


FOCUS
Romulo: "Tifoseria devastante". Aspettando il Cesena
15.05.2017 10:00 di Anna Vuerich
Fonte: www.facebook.com
Romulo Caldeira, al termine della sfida al Bentegodi con il Carpi, ha pubblicato sul profilo Facebook il suo apprezzamento per il calore dimostrato dai tifosi gialloblù durante tutta la partita.
"Tifoseria devastante", il commento del brasiliano, che ora, assieme alla squadra, si sta preparando per l'ultimo match della stagione 2016/2017. Giovedì infatti il Verona affronterà il Cesena in trasferta, una squadra di metà classifica che potrebbe dare del filo da torcere agli uomini di Pecchia.
Questa mattina l'allenamento presso lo Sporting Center di Peschiera sarà a porte aperte per i tifosi che vorranno sostenere i gialloblù durante la consueta preparazione mattutina in vista della sfida di giovedì sera allo stadio Dino Manuzzi.

FOCUS
Romulo: "Possiamo raggiungere il nostro obiettivo"
13.05.2017 08:45 di Anna Vuerich
Fonte: www.facebook.com

Il giocatore dell'Hellas Verona Romulo Caldeira affida al suo profilo Facebook le ultime dichiarazioni pre-partita in vista della sfida al Bentegodi contro il Carpi:
"Possiamo raggiungere il nostro obbiettivo, abbiamo fatto dei sacrifici pazzeschi per arrivare qua, e adesso più che mai metteremo tutta la nostra forza!!!".

FONTE: TuttoHellasVerona.it


MIXED-ZONE
Romulo: Questo gol rimarrà nella storia

01/05/2017 18:43
"E' il gol più importante che ho fatto qui a Verona. Questo gol rimarrà nella storia di questa società. Ho provato una gioia inspiegabile: segnare all'ultimo secondo è una cosa fantastica. Ringrazio Dio e la mia la compagna Pamela che mi è sempre stata vicina. Il pubblico del Bentegodi? Una buona parte di questa vittoria è merito loro. Questo è il tifo dell’Hellas che conosco". Romulo interviene così a Telenuovo dopo il derby vinto col Vicenza grazie al suo gol all'ultimo secondo.

Il centrocampista italo-brasiliano ha concluso: "Segnare in un derby, all'ultimo minuto, è sempre un'emozione inspiegabile. Abbiamo fatto un gran lavoro, soprattutto nel primo tempo, e alla fine siamo stati bravi a rimontare. Questa è una vittoria da squadra vera, continuiamo così nelle prossime tre gare. Bessa? Ha le potenzialità per diventare un grandissimo giocatore".
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Romulo: «Gol emozione inspiegabile. Che gioia, ora guardiamo avanti»
01/MAGGIO/2017 - 18:25
Verona - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù Romulo, rilasciate al termine di Hellas Verona-Vicenza (3-2), 39a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Il gol? Segnare in un derby, all'ultimo minuto, è sempre un'emozione inspiegabile. Questa giornata mi rimarrà dentro come una grande gioia. Contro il Vicenza è stata una vittoria importante, ora vediamo cosa succede negli altri campi. Come mi sento? Quest'anno sono sempre riuscito ad avere continuità e giocare 40 partite; sono molto contento della mia continuità. Sto molto bene qui a Verona, ho ancora due anni di contratto e ho preso casa. I tifosi oggi ci hanno spinto fino alla fine, si meritano davvero questa vittoria. Bessa? Sta facendo il suo grande percorso, sono sicuro diventerà un top player. Appena è finita la partita ci siamo subito abbracciati tutti quanti, c'è veramente tanta gioia. Questa è una vittoria da squadra vera, continuiamo così nelle prossime tre gare»

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Fanna: “Romulo deve dare di più”
Piero: “Adesso tocca a lui fare la differenza”

di Redazione Hellas1903, 07/04/2017, 08:10

Intervistato dal “Corriere di Verona” oggi in edicola, Piero Fanna, bandiera gialloblù, parla di Romulo, apparso in netto calo di forma nelle ultime giornate.
Spiega l’ex giocatore dell’Hellas: “Se le difficoltà sono di atteggiamento, spetta all’allenatore prendere delle decisioni e, all’occorrenza, mettere al suo posto un altro ragazzo”.
Continua Fanna: “Questo è il momento in cui è determinante che torni a esprimere le qualità che gli sono riconosciute e che gli appartengono. Deve fare la differenza”.

VISTO DA NOI
L’inversione di Romulo
Da uomo decisivo a caso tecnico: un calo che ritrae le difficoltà del Verona

di Lorenzo Fabiano, @lollofab 05/04/2017, 10:13

Buona norma per ogni automobilista è fermarsi ogni tanto dal gommista a controllare la pressione delle gomme. Temiamo seriamente il Verona non lo abbia fatto al rientro da Trapani, dove senza Romulo e Bessa aveva infilato la tuta di Mimì metallurgico e fatto il pieno. Ieri sera le gomme del torpedone di Pecchia viaggiavano visibilmente sgonfie e così il pieno lo ha fatto lo Spezia. Mai in partita, sottotono, impalpabile, la truppa gialloblù si è persa nei propri labirinti senza mai trovare la via per uscirne. Da salvare non c’è proprio nulla: l’Hellas singhiozza, gioca oggettivamente male, e perde con merito, come con onestà ha ammesso del resto il suo stesso allenatore.
Eravamo convinti che finalmente il peggio ce lo saremmo messi alle spalle e che avremmo potuto da qui alla fine infilare una serie positiva verso la volata finale. E’ finita in una doccia scozzese che con uno sguardo al cielo grigio di stamane e ai commenti dei tifosi delusi sui social, pare non abbia intenzione di allentare la presa. L’inversione a U della squadra ha nel rendimento di Romulo la sua espressione più lampante. Non amiamo soffermarci sui singoli; il calcio è uno sport d’insieme, ma è innegabile che siano proprio i singoli a fare la differenza.
Romulo nella prima parte della stagione l’ha fatta eccome. Ora la sta facendo in negativo. Ci siamo a più riprese spesi in elogi nei suoi confronti, ma adesso non possiamo esimerci dal riservargli critiche soprattutto per l’atteggiamento borioso che mette in campo. A un certo punto della stagione, l’italo brasiliano pare sia rimasto abbagliato da un delirio di onnipotenza, o per meglio dire di supponenza. Abbiamo sempre diffidato dei “ghe pensi mì” persino in piazze più serie per le sorti del paese, figuriamoci per le vicende del pallone. Sin da ragazzini, quando ancora si giocava nei campetti e nei cortili, i geni della lampada finivano per tornare a casa con il capo chino e le ginocchia sbucciate. C’era sempre qualcuno che li faceva scendere con modi spicci dal piedistallo e togliergli le smorfiette da smargiassi. Il giorno dopo li vedevi puntualmente mettersi a disposizione dell’allegra brigata con più umiltà.

A Trapani, senza Romulo e Bessa, il Verona operaio ha fornito una prova di sostanza e messo fieno in cascina. Ieri sera, con i due brasiliani in campo, ha scialacquato. Solo un caso? Su Bessa il discorso è diverso. Ieri sera ha steccato, vero (d’altronde diteci se c’è qualcuno cha abbia meritato la sufficienza). Ma il suo rendimento nell’arco della stagione è stato a lungo positivo e soddisfacente. Ha tirato la carretta per molto tempo. Un momento di appannamento è fisiologico e ci può stare. Romulo, non ne azzecca invece una da mesi. Non ci pare un problema fisico, ma semmai psicologico. A inizio stagione mostrava gli occhi della tigre, ora esibisce quelli di un micetto. Per capire il perchè, a Pecchia non rimane che sostituire Sergio Castellitto nel ruolo del dottor Giovanni Mari nel prossimo episodio di “In Treatment”. Una saletta con una comoda poltrona a Peschiera ci dovrà pur essere…

FONTE: Hellas1903.it


FOCUS
Romulo, l'uomo-assist dell'Hellas Verona
16.03.2017 08:45 di Anna Vuerich
Fonte: www.tuttomercatoweb.com
L'Hellas Verona è ora a quota 53 punti con 47 gol. Se alcuni di questi derivano da calci piazzati, altri ovviamente sono il frutto di un gioco di squadra e assist studiati. Non è infatti cosa semplice, effettuare il passaggio che permetterà ad un compagno di andare in rete: è necessario calcolare traiettoria, forza, punto d'impatto e anche agenti atmosferici. La fortuna aiuta, ma non si può contare sempre sulla dea bendata. Il giocatore gialloblù che fino ad oggi ha effettuato più assist decisivi è stato il brasiliano Romulo Caldeira, contribuendo così al 12,77% dei gol della sua squadra. Romulo è un giocatore veloce, abile nella tecnica e con un'impressionante visione di gioco: queste sue doti sono state assai utili per Pecchia, che infatti lo ha da subito utilizzato come titolare fondamentale.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Romulo: «Convinto che il Verona tornerà, dobbiamo dimostrarlo già martedì»
25/FEBBRAIO/2017 - 18:10
Frosinone - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Romulo, rilasciate al termine di Frosinone-Hellas Verona (1-0), 27a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Questa sconfitta ci dà fastidio, abbiamo giocato una buona partita. Il mister ha studiato bene la gara, abbiamo fatto un pressing alto, la palla era sempre nostra ed eravamo spesso nella metà campo avversaria, concedendo poco agli avversari. Ci dispiace per il risultato finale, ma questo è lo spirito giusto, abbiamo fatto bene con un modulo nuovo. Il rigore? Per me non c'era, l'arbitro non ha fischiato un fallo uguale a Dionisi. E' un momento difficile, ma il vero Verona tornerà, di questo sono sicuro. La ricetta per uscire dalla crisi? Dobbiamo ripartire subito, ci sarà subito l'occasione contro la Ternana, già martedì abbiamo l'opportunità per dare una soddisfazione ai nostri tifosi. La maschera? Come se nemmeno ci fosse. Martedì con la Ternana mangeremo l'erba, siamo arrabbiati e faremo di tutto per vincere»

Aggiornamento medico - Romulo
13/FEBBRAIO/2017 - 17:00
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che Romulo, dopo essere rientrato regolarmente con la squadra a Verona, è stato sottoposto ad ulteriori accertamenti che hanno reso necessario un intervento chirurgico, condotto per via endoscopica, per la riduzione della frattura del seno frontale. L'operazione, eseguita dal Professor Pier Francesco Nocini, direttore della clinica maxillofacciale presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona (ospedale di Borgo Roma), alla presenza del responsabile sanitario del Verona dott. Francesco De Vita, è perfettamente riuscita. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

Comunicato medico: Romulo
11/FEBBRAIO/2017 - 19:40
Avellino - L'Hellas Verona FC comunica che Romulo, in seguito al trauma facciale riportato durante Avellino-Hellas Verona, è stato trasferito al Pronto Soccorso dell'ospedale di Avellino per approfondire gli accertamenti diagnostici volti ad escludere qualsiasi complicanza. Gli accertamenti strumentali e le consulenze specialistiche del caso, hanno escluso al momento significativi danni. Pertanto il calciatore verrà dimesso in serata e il quadro diagnostico sarà valutato quotidianamente dallo staff medico dell'Hellas Verona FC.

FONTE: HellasVerona.it


HELLAS VERONA
Romulo apre il problema
Voglio giocare in mezzo

07/02/2017 15:39
Romulo ha la voce vellutata dei brasiliani e la cantilena portoghese. Forse per questo le sue dichiarazioni sembrano sempre frasi al miele e non, come invece sono, parole pesanti. Dice: "Preferisco cento per cento giocare a centrocampo". Significa che non gradisce altre posizioni. Nulla di nuovo, ma l'ennesima pubblica conferma che Romulo non ha voglia nè propensione di giocare esterno alto o esterno basso. Per carità: dice anche di accettare tutto, ma poi sottolinea che la sua miglior partita di questo ultimo periodo è stata contro il Cesena dove giocava, guarda caso, proprio a centrocampo.

E' un problema Romulo? Ed è sufficiente dire che non gioca nella sua posizione per spiegare certe gare se non abuliche, quantomeno in "ombra"?

E' ovvio che il brasiliano sia un giocatore che la serie B, questa poi, la deve fare con una gamba sola. In qualsiasi posizione. E' ovvio anche che lui stesso ha dimostrato di poter giocare ovunque e ovunque è in grado di fare la differenza. Ma è chiaro a tutti che le più belle prestazioni di Romulo si siano viste come terzo a destra del centrocampo. Non c'è niente da fare. Il primo anno di A con Mandorlini, Romulo era così esplosivo che poi la Juventus lo prese a fine stagione. E dopo l'infortunio, quest'anno pareva tornato su quei livelli. Almeno finchè ha giocato a centrocampo. Il problema è che Pecchia deve allungare una coperta che appare sempre troppo corta dove è mancato spesso l'esterno destro basso e dove resta l'imbarazzo per gli esterni alti. Problema rimasto e anzi acuito dopo il mercato. E così c'è pure il rischio di perdere il migliore giocatore della rosa. Un rischio che Pecchia non si può permettere.
GIANLUCA VIGHINI

MIXED-ZONE
Romulo: Vi spiego il mio ruolo preferito...

03/02/2017 23:37
"Loro hanno avuto tanto possesso palla ma le occasioni migliori le abbiamo avute noi. Dove preferisco giocare? Assolutamente nel ruolo a centrocampo. Io mi metto sempre a disposizione della squadra ma alla fine il ruolo che preferisco è quello in mezzo al campo. Per sfruttare le mie caratteristiche al meglio devo partire da dietro". Così Romulo dopo il pareggio col Benevento (2-2).

Il jolly italo-brasiliano ha continuato: "Stiamo facendo bene, non è facile giocare in Serie B. Il rigore? Lui ha preso la palla ma me lo sentivo io di tirarlo e gli ho chiesto di calciare, siamo molto amici. Il prossimo lo tira lui? Non lo so (ride, ndr). Meno male che siamo riusciti a pareggiare alla fine, ma meritavamo la vittoria perché abbiamo giocato bene. L'espulsione di Pazzini? Secondo me non c’era".
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Romulo: «Buon punto, ma meritavamo di vincere»
03/FEBBRAIO/2017 - 23:45
Verona - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Romulo, rilasciate a termine di Hellas Verona-Benevento (2-2), 24a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Abbiamo conquistato un punto importante, però meritavamo di vincerla. Loro hanno giocato bene, noi abbiamo creato più palle gol, dobbiamo migliorare e diventare più cattivi. Avevamo preparato la partita in questa maniera, la strategia era quella di lasciarli palleggiare per poi aggredirli. Il pareggio di oggi dimostra che siamo cresciuti molto, quanche tempo fa una partita del genere rischiavamo di perderla. Ad ogni modo dobbiamo stare più attenti, perché in Serie B ogni partita e ogni gol possono essere fondamentali. L'espulsione di Pazzini? Dovrei rivedere l'azione, ma secondo me non c’era proprio. Il rigore? Di solito il tira il 'Pazzo', Bessa ha preso la palla e gli ho chiesto di tirare, me la sentivo. E' andata bene, ma i complimenti vanno alla squadra che ha lottato fino alla fine. Noi in difficoltà? La Serie B è un campionato difficile, ma abbiamo dimostrato di avere le qualità per arrivare in fondo».

NEWS
Romulo: “Verona, bella vittoria”
Il jolly via Twitter dopo il 2-0 alla Salernitana: “Ottima prestazione”

di Redazione Hellas1903, 30/01/2017, 08:32

“Bella vittoria e ottima prestazione”.
Con queste parole Romulo, tramite il proprio account Twitter, ha commentato l’affermazione del Verona sulla Salernitana per 2-0 al Bentegodi, con le reti di Pazzini e Luppi.

FONTE: HellasVerona.it


Romulo: «Mi sento gialloblù. Cesena in crescita, chiudiamo alla grande»
27/DICEMBRE/2016 - 15:00
Verona - Segui sulla pagina Facebook ufficiale dell'Hellas Verona (CLICCA QUI) la diretta streaming della conferenza stampa del centrocampista gialloblù Romulo, in vista di Hellas Verona-Cesena, 21a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

LA GARA COL CARPI
«Ci mancava da un po' fare una prestazione così, abbiamo dato tutto, dopo aver parlato molto in settimana, il nostro è un gruppo fantastico. Questa prestazione ci darà la forza per continuare a far bene fino alla fine. Poi avrei potuto sfruttare meglio le occasioni capitatemi, avremmo potuto vincere. Mi dispiace molto, sarebbero stati due punti preziosi in più. Abbiamo fatto alcune prestazioni sottotono, ma succede ad ogni squadra, tutti hanno un calo. Ma il gruppo sta lavorando tanto e siamo tranquilli da quel punto di vista. In B ogni partita è difficile, anche il Carpi ha giocato molto sulla difensiva, per questo è significativo essere primi in classifica. Ora vogliamo chiudere bene il girone di andata e ricominciare alla grande il 21 gennaio».

GLI OBIETTIVI DEL VERONA
«Non abbiamo mai detto di dover vincere il campionato con 20 punti di distacco. L'anno scorso nessuno si aspettava quella retrocessione, e va sottolineato che abbiamo ricominciato praticamente da zero, con tanti calciatori nuovi, un nuovo staff tecnico, un nuovo staff medico. Devo menzionare Filippo Fusco e Fabio Pecchia per i loro meriti e la loro voglia di calarsi in questa nuova sfida, Verona è una piazza passionale ma giustamente esigente, e siamo qui primi in classifica alla fine del girone di andata, siamo molto contenti fin qui. Posso affermare che siamo un ottimo gruppo, c'è unione, sacrificio, non è una cosa facile da trovare. Tutti cercano di dare una mano. Nei prossimi sei mesi dovremo essere un po' più attenti nelle partite difficili, quelle che non si riescono a vincere ma non vanno nemmeno perse. Col tempo diventeremo più maturi su questo aspetto. Cesena? Squadra molto forte, la terza per punti nelle ultime cinque partite, stanno crescendo molto, dovremo essere svelti, attenti e intelligenti».

LA MIA STAGIONE
«Mister Pecchia ha 25 calciatori da gestire, e non sempre può fare ciò che vorrebbe a causa di infortuni e squalifiche, è un mestiere difficile. Perciò ho dovuto, per vari motivi, fare dei sacrifici di ruolo per la squadra, sono qui per quello. Ho fatto le migliori prestazioni giocando da centrocampista, ma questo non conta, sono qui per aiutare gruppo e mister. Io e tutti gli altri siamo qui per il Verona, non per noi stessi. Dopo il terzo intervento, un anno fa, ho rischiato di smettere a giocare a calcio. Oggi invece sono felicissimo perché vedo le prestazioni in cifre e sono le stesse di qualche anno fa. Adoro la città, mi sento a casa, mi piace la società, voglio dare tante soddisfazioni al club. E a gennaio resterò sicuramente in gialloblù».

Tragedia Chapecoense - Il ricordo dell'ex Romulo
29/NOVEMBRE/2016 - 18:10
Verona - Un giorno triste per Romulo. Ecco il ricordo del centrocampista gialloblù, che nel 2009 giocò nella Chapecoense (nella foto), rilasciato in esclusiva a hellasverona.it.

«Il mio procuratore ha sentito il papà di Winck che ci ha riferito che Claudio sta bene
ma è molto triste e scosso per i suoi compagni e i familiari delle vittime.
Nenem, Nivaldo e Winck li conosco bene e si sono salvati perché non convocati.
Io ho giocato nella Chapecoense nel 2009, conoscevo tanti di quelli che erano a bordo dell’aereo,
non solo calciatori, ma anche alcuni tra dirigenti e giornalisti.
Una tragedia tremenda, ricordo molto bene quando ho giocato lì
e con molti di quei ragazzi abbiamo conquistato
la finale del campionato Catarinense (della regione Santa Catarina, ndr).
Non ho sentito nessuno della società anche perché il 99% era a bordo dell’aereo. Prego per i familiari delle vittime.
La Chapecoense gioca in Serie A brasialiana e mi ricorda il Verona,
anche se più piccola per storia e blasone, sono organizzati
e hanno una tifoseria fantastica, sempre molto presente.
È entrata nella storia del calcio brasiliano perché avevano appena conquistato una finale molto ambita
nonostante non fosse tra le società brasiliane più importanti.
Mi sono trovato davvero molto bene.
Oggi è un giorno triste».

FONTE: HellasVerona.it


07.11.2016
Hellas, con Romulo si spicca il volo
«Ora sono felice»

Romulo «decolla» dopo il bis stagionale FOTOEXPRESS

«In tutta la mia carriera, non ho mai corso così tanto come a La Spezia». Semmai ci fossero ancora dubbi o paure sulla tenuta fisica di Romulo, ci pensa proprio il brasiliano a spazzare via ogni perplessità. Timori legati ad un passato che, fortunatamente, non c’è più. «Sto veramente bene, mi mancava molto questa continuità e sono felicissimo per il momento positivo mio e della squadra. Pian piano sto ritornando ai livelli di un tempo. Le doti fisiche sono sempre state il mio punto forte e sto lavorando come un pazzo tutti i giorni per raggiungere nuovamente i miei standard».

LA FELICITÀ. Ne ha di motivi per sorridere Romulo. La forma fisica devastante, certo, ma anche la classifica meravigliosa del suo Verona e pure la gioia ritrovata del gol. Sembra tutto incredibile dopo il calvario affrontato in questi ultimi anni dal centrocampista gialloblù. «Devo dire la verità, mi mancava un po’ il sapore di una marcatura». Quasi due mesi senza segnare suonava effettivamente strano per uno che in zona offensiva si propone con disarmante continuità «Ma preferisco sempre di più una bella vittoria di squadra ad una gioia personale». Squadra che vola, squadra che fa sognare già un futuro da massima categoria. «No, no, siamo ancora in Serie B. La strada è quella giusta ma manca tanto al traguardo finale». Ci va cauto il brasiliano, com’è giusto che sia. Ma il suo sorriso racconta tutto. «Sono felice, anzi, sono sempre stato felice. Anche quando ero in ospedale mesi fa a curarmi la pubalgia. Sapevo che sarebbe passata e adesso, finalmente, gioco».

IL CONTRATTO. È felice lui, figurarsi il Verona. E quel contratto rinnovato fino a giugno 2019 è lì a testimoniarlo. Un giocatore del suo calibro va «blindato», a costo di fare anche qualche sacrificio economico ora per godersi i frutti poi. Magari in A. «Il Verona lo sento dentro. Anche nei momenti più difficili mi hanno sempre sostenuto. Tutti. Anche i tifosi sono stati dalla mia parte nei periodi bui. Loro sono fantastici, guardate quanta acqua hanno sopportato al Picco per tifare la squadra. Meravigliosi. Io sono orgoglioso di far parte di questo club e di questo progetto». Una firma, quella sul rinnovo, che ha il sapore di una promessa. Un patto con l’ambiente tutto per riportare il Verona in alto e cancellare la scorsa deludente stagione. «Ne avevamo già parlato con il direttore, il mister ed il mio procuratore. Lo attendevo con ansia perché, per me, è un nuovo capitolo. Ringrazio tutti».

TRIO MERAVIGLIA. In attesa delle rivincite, il campo racconta di una mediana forse già da A. Sembra strano ma, tra Fossati, Bessa e Romulo, solamente il brasiliano di Pelotas ha giocato nella massima categoria italiana. «Vi dico la verità, Marco e Daniel non li conoscevo prima di questa stagione. Fossati sta dimostrando di essere un grandissimo giocatore che si merita assolutamente la soddisfazione di confrontarsi con la Serie A. Una doppietta bellissima la sua a La Spezia. Bessa ora è diventato quasi un mio fratello. Stiamo sempre insieme. Figurarsi che, dopo il mio gol, a momenti gli scendevano le lacrime per la gioia. È proprio un talento, un ragazzo molto giovane con un futuro brillante davanti a sé».

I SOGNI. Pure l’Hellas sembra avere uno scenario piuttosto roseo ad attenderlo. Quasi una marcia a sé, tanto che Romulo e compagni hanno già fissato l’obiettivo intermedio da ottenere prima del «letargo» invernale. «È una cosa nostra, non posso rivelarla. Però abbiamo ben chiara in testa la quota punti da raggiungere prima di festeggiare il capodanno. Faremo di tutto per riuscirci». Intanto, trenta lunghezze sembrano già un discreto bottino ai primi di novembre. «Soprattutto perché in un campo scorbutico come il Picco nessuno aveva vinto nel modo in cui l’abbiamo fatto noi. Siamo stati davvero bravi e ci godiamo la classifica. Eravamo un po' provati fisicamente e mentalmente dopo aver giocato tre partite in una settimana e quando sei la capolista a volte la senti di più. Ogni partita», continua il brasiliano, «tutto il gruppo è chiamato a dare sempre il massimo di se stesso, seguendo quello che ci dice il mister». Insomma, un primo posto in solitaria, un bel triennale sul comodino, la forma fisica dei bei tempi, il gol ritrovato e nuovi amici fraterni in mezzo al campo. Che potrebbe volere Romulo di più? «Magari un giorno torno in Nazionale… ».
Davide Cailotto

FONTE: LArena.it


Romulo: «Prestazione positiva, dobbiamo continuare a dare il massimo»
05/NOVEMBRE/2016 - 18:30
La Spezia - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Romulo, rilasciate al termine di Spezia-Hellas Verona (1-4), 13a giornata della Serie B ConTe.it.

«Oggi abbiamo giocato contro una squadra molto motivata in una gara difficile. Eravamo un po' provati fisicamente e mentalmente dopo aver giocato tre partite in una settimana e quando sei la capolista a volte la senti di più. Sono contento della mia prestazione, scendo in campo, corro molto, faccio gol e sto bene ma voglio migliorarmi sempre di più. Ogni partita tutto il gruppo è chiamato a dare sempre il massimo di sé stesso, seguendo quello che ci dice il Mister. E' la nostra consapevolezza, non dobbiamo pensare di essere i più forti. Il 4° gol oggi ha chiuso la gara, anche se loro hanno giocato fino alla fine e sono stati bravi a metterci in difficoltà. In questi momenti, quando vinci, c'è sempre grande soddisfazione ma dobbiamo stare attenti; il campionato è lungo e difficile. Siamo in Serie B e dobbiamo concentrarci solo sul presente».

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Mondiali 2014, Romulo: “Dissi a Prandelli di non convocarmi”
Il centrocampista: “Soffrivo di pubalgia, non sarebbe stato giusto partire”

di Redazione Hellas1903, 19/10/2016, 08:04

Romulo ha parlato ai microfoni di Sky Sport, in collegamento diretto da Verona, tornando sull’episodio della sua esclusione dal Mondiale di Brasile 2014.
“Prandelli mi aveva confermato tra i convocati per il Mondiale, ma io non stavo bene, soffrivo di pubalgia. Ho deciso di parlare con lui e, in lacrime, gli ho detto che sarebbe stato meglio convocare un altro giocatore al posto mio. Volevo andare, ma non mi sembrava giusto partire in quelle condizioni.”
Conclude il centrocampista: “Ho deciso di fare la cosa giusta. Sono sicuro che avrò un’altra possibilità con la Nazionale.”

FONTE: Hellas1903.it


INTERVISTA ALLA GAZZETTA
Romulo: Alla Juve piangevo ogni giorno
07/10/2016 09:57
"Negli ultimi anni cominciavo un allenamento e provavo un dolore continuo agli adduttori. In quel modo non potevo andare avanti. Mi fermo, riprendo. Con la Juventus debutto in Champions League con il Malmö. Mi fermo di nuovo. Ero a pezzi: Tornavo a casa e piangevo ogni giorno. Massimiliano Allegri aveva fiducia in me, diceva che non mi mancava nulla per essere un titolare. Ma al primo scatto mi bloccavo". Così Romulo si racconta in un'intervista a Matteo Fontana sulle pagine della Gazzetta dello Sport.

Il centrocampista gialloblù ha raccontato approfonditamente per la prima volta del suo lungo infortunio: "Non ho rimpianti per quel che è avvenuto alla Juventus. Purtroppo, però, all’Hellas le mie condizioni non sono migliorate. Un altro anno difficile. Se ne sentivano tante su di me: che non volevo più giocare, che ero un mercenario. Poi un consulto medico mi ha restituito il sorriso. Un disturbo alla testa del femore, mai rilevato in precedenza: era questo che non mi consentiva di recuperare. Adesso sto bene. Ho disputato otto partite di fila. Ho segnato un gol, ho fornito degli assist. Corro e il dolore non c’è più".

L'italo-brasiliano ha meditato anche il ritiro dal calcio: "Ci sono stati momenti durissimi. E sì, lo ammetto: in certi istanti ho temuto di non poter più fare il calciatore, di dover abbandonare il sogno della mia vita. Ero triste, angosciato. La persona più importante è sempre stata Pamela, mia moglie. Quando rientravo a casa con le lacrime mi rassicurava. Mi diceva che ero forte, che non dovevo avere paura, perché tutto si sarebbe risolto".

Infine, Romulo non nasconde di avere un sogno nel cassetto: "Voglio la promozione con il Verona. Veniamo da 4 vittorie consecutive, ma è lunga, lunghissima. Fabio Pecchia è un allenatore moderno, aggiornato. Con il suo staff lavora come Montella, come Mihajlovic, come Allegri. E il nostro spogliatoio è sano e unito. Siamo insieme da pochi mesi, diventerà granitico. Il segreto? Si vince con il gruppo. Sogno anche di ritrovare la maglia dell’Italia. Ero stato convocato da Prandelli per il Mondiale in Brasile. I guai fisici mi hanno costretto a rinunciare. Con il Verona voglio conquistare di nuovo la Nazionale. Impossibile tornarci dalla B? Ho imparato che se ci credi puoi fare tutto".
L.VAL.

FONTE: TgGialloblu.it


NEWS
Romulo: “Mia moglie, Dio, il Verona: così sono tornato felice”
Il gialloblù alla Gazzetta dello Sport: “Ora torniamo in Serie A. Sogno la Nazionale”

di Redazione Hellas1903, 07/10/2016, 08:06

Romulo, che ha appena firmato il prolungamento del contratto con il Verona fino al 2019, è stato intervistato da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola.
Il jolly gialloblù dice: “C’era chi sosteneva che non avrei mai accettato di giocare in Serie B: falso. Perché io volevo soltanto ricominciare a sentire la gioia di giocare a calcio. E il Verona, con lo spessore umano delle persone che ne fanno parte, me l’ha ridata”.

Dopo due anni di problemi fisici a causa della pubalgia, Romulo sta bene. Racconta: “La persona più importante è sempre stata Pamela, mia moglie. Quando rientravo a casa con le lacrime agli occhi mi rassicurava. Mi diceva che ero forte, che non dovevo avere paura, perché tutto si sarebbe risolto. Mi portava fuori a passeggiare, per distrarmi. Mi faceva dei piccoli regali. E mi invitava ad aver fede in Dio”.

Prosegue Romulo: “Il mio sogno? La promozione con il Verona. Veniamo da quattro vittorie consecutive, ma è lunga, lunghissima. Fabio Pecchia è un allenatore moderno, aggiornato. Con il suo staff lavora come Montella, come Mihajlovic, come Allegri. L’obiettivo personale? Ritrovare la maglia dell’Italia. Con il Verona voglio conquistare di nuovo la Nazionale”.

FONTE: Hellas1903.it


CALCIOMERCATO
Romulo, ecco i dettagli dell'accordo
04/10/2016 08:21
Romulo e il Verona restano ancora assieme. L'accordo è stato raggiunto la scorsa settimana ed ora Tggialloblu ne svela i particolari.

Il giocatore brasiliano ha abbassato l'ingaggio, di un terzo (da un milione e duecentomila a circa 700 mila) ma con un bonus in caso di promozione in serie A che riporterà l'ingaggio al precedente livello (per essere chiari, nuovamente a un milione e duecentomila euro).

Attenzione però: l'accordo è valido solo se il Verona salirà in serie A. In caso di mancata promozione, ovviamente, Romulo si libererà e potrà trovarsi una nuova squadra.

Se invece il Verona sarà promosso, l'ingaggio in serie A, tornerà a 1,2, con un incremento di 100 mila euro in caso di salvezza. Anche qui la clausola prevede che Romulo si possa liberare se non arrivasse la salvezza. Naturalmente in caso di nuova permanenza in A, Romulo resterebbe con il contratto in scadenza a giugno 2019, come comunicato dalla società. (g.vig.)

FONTE: TgGialloblu.it


SERIE B
Verona, Romulo: "Daremo tutto per la promozione. Attenti a Bari e Brescia"
03.10.2016 16.53 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Intervista su B Magazine per Romulo, centrocampista italo-brasiliano del Verona. L'ex Juventus ha parlato degli obiettivi della formazione di Pecchia: "In Italia tutte le categorie sono difficili, ma noi daremo il massimo per conquistare la promozione il più presto possibile. Le rivali più pericolose mi sembrano le altre due retrocesse dalla A. Poi attenzione a Bari e Brescia".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Rómulo: Spalmato l’ingaggio. Tutti contenti
30 settembre 2016
Per Rómulo le ipotesi erano due: trovare spazio in altro club ed altra categoria o rinnovare con il Verona.
In estate si è praticata la prima strada, che da difficile si è trasformata in impossibile: la zavorra degli ultimi due sofferti anni agonistici lo hanno infatti penalizzato con il suo agente che non è riuscito a strappare opzioni per contratti soddisfacenti.
Ecco allora che alla chiusura del mercato si è fatta strada la volontà di prolungare il matrimonio con il club di via Belgio. Alla fine il rapporto di lavoro è stato esteso fino al giugno del 2019, spalmando il pesante ingaggio del brasiliano.
Una buona notizia per il Verona che ora può contare su un campione ritrovato senza gravare troppo sulle casse societarie.

FONTE: HellasNews.it


Romulo: “Ringrazio Dio per questo rinnovo e soprattutto per la guarigione”
settembre 29, 2016

“Voglio ringraziare Dio per questo rinnovo e soprattutto per la guarigione, grazie anche a tutte le persone che mi hanno sostenuto nei momenti più difficili (specialmente Pamela mia moglie)!!! Grazie Presidente, direttore, staff ed Alex (fratellone)!!! Insieme raggiungeremo i nostri obbiettivi!!!”.

Questo il commento di Romulo sui social dopo il prolungamento del contratto con l’Hellas Verona fino al 2019.

Lo scatto di Romulo dopo il prolungamento del contratto con l’Hellas Verona
settembre 29, 2016

Il jolly gialloblù Romulo ha voluto immortalare e postare sui social la foto dopo il prolungamento del contratto con l’Hellas Verona fino al 2019.

Da sinistra, il direttore sportivo Filippo Fusco, il presidente Maurizio Setti, Romulo e l’agente, Alex Firmino.

FONTE: HellasLive.it


Ufficiale: Romulo è gialloblù fino al 2019
29/SETTEMBRE/2016 - 20:30

Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver prolungato il contratto di Romulo fino al 2019. Soddisfazione da entrambe le parti, con il Presidente gialloblù Maurizio Setti che così ha commentato l'operazione: «Siamo molto felici di poter annunciare questo rinnovo. Si tratta di un calciatore che sta dimostrando sul campo le sue indubbie qualità e di un uomo che ha voluto fortemente continuare la sua avventura con i nostri colori. Ora guardiamo avanti, per raggiungere insieme i nostri obiettivi comuni». «Sono molto contento, per me essere qui è un onore. A Verona mi sono affermato come calciatore e sono cresciuto come persona», ha dichiarato Romulo. «Sono felice di indossare questi colori».

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Romulo: “Il mio agente è in Italia, ora la firma col Verona”
Alex Firmino alla Malpensa. Okay al rinnovo con l’Hellas

di Redazione Hellas1903, 27/09/2016, 19:46

Manca solo l’ufficialità per il rinnovo di Romulo con l’Hellas.
Nelle ultime ore l’agente del giocatore, Alex Firmino, è atterrato a Milano Malpensa: come scritto la scorsa settimana, l’italo brasiliano prolungherà il contratto con il Verona fino al 2019.
Tramite il proprio profilo Instagram, Romulo ha confermato la firma imminente: “Il mio procuratore è arrivato – scrive – andiamo a Verona per rinnovare”.

Il jolly dell’Hellas percepirà uno stipendio nettamente ridotto per questa stagione, con l’inserimento di obiettivi personali e di squadra.

NEWS
Romulo-Hellas fino al 2019, è fatta. I dettagli
Riduzione dell’ingaggio per il jolly. Nei prossimi giorni la firma sul nuovo contratto

di Redazione Hellas1903, 23/09/2016, 08:06

Un contratto nuovo per Romulo. Si avvicina la firma sull’accordo che legherà all’Hellas il giocatore italo-brasiliano fino al 30 giugno 2019.
Tutto fatto, si tratta soltanto di attendere l’arrivo in Italia, tra pochi giorni, di Alex Firmino, l’agente di Romulo, poi l’okay sarà formalizzato.
Romulo taglierà in modo consistente il proprio attuale ingaggio col Verona, che è di 2.2 milioni di euro lordi. Inoltre sarà sottoscritto un accordo per altri due anni.

Il jolly ha voluto fortemente restare all’Hellas per rilanciarsi dopo le ultime stagioni condizionate dagli infortuni. Il contratto con il Verona è articolato e comprende obiettivi personali e di squadra.

FONTE: Hellas1903.it


Romulo: “Riporto l’Hellas Verona in Serie A e torno a vestire la maglia azzurra”
settembre 19, 2016

“Mister Pecchia mi ritiene uno dei colpi migliori del mercato? Sono molto contento di sentire queste parole anche perché è un allenatore aggiornato, moderno, è molto bravo. Ha lavorato per anni con Benítez ed è preparatissimo, quindi spero di poter ripagare la sua fiducia e la sua considerazione sul campo. L’Hellas la squadra più forte? Non saprei, il campionato italiano è sempre difficile sia che si gioca in serie A, in B o in Prima Divisione. Sicuramente noi faremo di tutto per centrare al più presto il nostro obiettivo. Dovremo fare i conti con quattro o cinque squadre molto forti che lotteranno fino in fondo per andare in serie A, ma ora è presto per fare pronostici. Dire ora che siamo i favoriti a poco senso – ha dichiarato Romulo a Bmagazine – Che idea mi sono fatto della B? Onestamente per me non fa molta differenza che sia serie A o B. Io sto difendendo i colori gialloblù e conta solo quello. Il resto mi interessa poco e lo dico con sincerità. Voglio onorare la maglia e dare il massimo per questa società che mi è stata vicina e mi ha sostenuto nei momenti difficili. Quali saranno le nostre avversarie più pericolose? Le retrocesse, più Bari e Brescia… Ma è troppo presto! Chi mi ha colpito di più tra i nostri giovani? Mi è piaciuto tanto Daniel Bessa, non lo conoscevo e per quello che ho visto è un bravo ragazzo e avrà un futuro brillante. Poi direi Mattia Zaccagni, Mattia Valoti e Simone Andrea Ganz. Abbiamo dei bravi giovani, credo potremmo fare bene ora e anche in futuro. Il mio infortunio? Ho vissuto due anni molto difficili, ora sono completamente guarito e non vedo l’ora di dare il massimo e recuperare il tempo perduto. Il mio primo obiettivo è quello di riportare l’Hellas Verona in Serie A. Personalmente, invece vorrei tornare indossare la maglia azzurra. So che partendo dalla B non sarà facile, ma credo sia possibile raggiungere l’obiettivo anche giocando in questo campionato. Ripeto non sarà facile, ma io ci credo – conclude Romulo – Il mio rapporto con la città di Verona? Qui mi sento benissimo. Ho fatto due anni a Firenze, uno a Torino, ma Verona è la città che mi piace di più. È una città viva con un centro splendido e la tifoseria è calda e appassionata. Ci ha sostenuto l’anno scorso quando stavamo retrocedendo, lo fa in questa stagione e anche in B lo stadio é sempre pieno… Mi piacerebbe diventare un giocatore importante per l’Hellas, sarebbe un onore, ma ci vorranno tempo e sacrifici. L’importante è onorare sempre al meglio i colori gialloblù”.

FONTE: HellasLive.it


SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Verona, ag. Romulo: "Siamo felici. Deve tanto al club"
19.09.2016 10.49 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Autore di un gol importante nel 3-1 finale contro l'Avellino, Romulo è tornato. Dopo un lungo periodo di alti e bassi, infortuni e stop, il brasiliano è stato uno dei migliori nell'ultima sfida degli scaligeri contro gli irpini. "Sono davvero contento -dice l'agente Alex Firmino a Tuttomercatoweb.com-. Romulo merita di tornare così, alla grande. E' stato bravissimo. E' una persona meravigliosa ed un giocatore che non perde mai di vista la strada giusta. Arriverà lontano e dobbiamo tanto al presidente Setti ed al direttore Fusco per il lavoro fatto. Hanno fatto un grande sforzo per tenerlo a Verona e con lui, con loro, la squadra tornerà in Serie A".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


HELLAS VERONA
Verona, Romulo rinnova sino al 2019
di GazzaMercato, 14/09/2016, 15:01
Rinnovo sino al 2019 per l’esterno brasiliano Romulo. L’ex calciatore della Juventus era stato cercato in estate da alcuni club stranieri, ma il Verona ha respinto gli assalti e ora prolungherà il contratto al classe ’87, che spalmerà l’attuale ingaggio su tre anni. Fuori lista invece il mediano Leandro Greco, rimasto out dopo l’arrivo di Enzo Maresca e per il mancato rinnovo con spalmatura dell’ingaggio. Per l’ex Roma possibile una cessione all’estero in quei campionati in cui il mercato é ancora aperto.

FONTE: GazzaMercato.it


ALTRE NOTIZIE
Romulo vicino a Ionita: "Questi mesi passeranno in fretta"
12.09.2016 15.34 di Tommaso Maschio
Il centrocampista dell'Hellas Verona Romulo ha voluto esprimere vicinanza al centrocampista del Cagliari Artur Ionita, suo compagno in gialloblù, dopo la frattura del perone rimediata ieri nella sfida contro il Bologna: "Forza amico mio, sei un guerriero e tornerai molto più forte di prima!!!! Questi mesi passeranno in fretta!!!! - si legge in un post sui social - So cosa significa stare fuori a lungo, non é facile, ma poi torniamo più forti come professionisti ma soprattutto come uomini!!!".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Verona, Romulo può rinnovare

del 08 settembre 2016 alle 20:06
Dopo un periodo difficile e pieno di infortuni, Romulo sta tornando ad essere il giocatore che stregò la Juventus. Ora al Verona in Serie B, l'italobrasiliano sta trattando il rinnovo di contratto con la società scaligera, nella quale si è sempre riuscito ad esprimere al meglio.

FONTE: CalcioMercato.com


08.09.2016
Romulo ci mette la firma
Pronto il prolungamento
In gialloblù fino al 2019

Romulo si legherà per altri due anni all’Hellas FOTOEXPRESS

La bozza di contratto è pronta. Accordo fino al 2019, Romulo a breve dovrà solo metterci una firma. Il Verona sta lavorando in questi giorni sui dettagli, le grandi questioni sono di fatto già state sistemate per la soddisfazione dell’Hellas ma anche del giocatore e del suo agente Alex Firmino. Il direttore sportivo Filippo Fusco ha lavorato tutta l’estate per chiudere il cerchio, tenendo sempre in considerazione anche la volontà di Romulo e le sue intenzioni di restare in un campionato di massima serie così come di restare in Europa rifiutando quindi ogni richiamo dal Brasile, dal Cruzeiro in primis. La strada è in discesa, tutto il contrario rispetto al tortuoso sentiero in cui s’è infilato Leandro Greco che all’ultimo giorno di mercato ha rifiutato la proposta dell’Hellas di rescindere il contratto che gli avrebbe permesso maggior libertà di manovra. (...)

FONTE: LArena.it


IL NR 2 IN MIXED-ZONE
Romulo: Sto bene, col Benevento sarò al top

05/09/2016 24:15
«Ringrazio tutti per i complimenti. Sto solo facendo del mio meglio. Stasera non era facile giocare qui a Salerno, abbiamo pareggiato ma è come se avessimo vinto. L’atmosfera era molto calda ma l’abbiamo superata. Il punto conquistato è importantissimo, viste le difficoltà dell’impegno e 33’ di possesso palla in trasferta non è roba da poco. Di sicuro bisogna migliorare e lo faremo». Così il nr 2 dell’Hellas, Romulo, in mixed-zone al termine della gara contro la Salernitana pareggiata dal Verona per 1-1. Prosegue l’italo-brasiliano: «E’ la mia 4^ partita di fila. Man mano i minutaggi stanno aumentando e mi sento davvero bene. Son sicuro che già dalla prossima partita a Benevento sarò al top. Dopo due anni di sofferenza sto tornando in forma come prima. Voglio aiutare i miei compagni il più possibile e raggiungere l’obiettivo della promozione».

Sul mercato: «Restare è stata un mia scelta. Ho parlato con tutti, dal direttore all’allenatore. Avevo delle proposte anche all’estero ma le ho rifiutate. Volevo stare a Verona perché mi ha dato tanto. Ci tengo tanto a questa maglia e la piazza merita il palcoscenico più grande. I tifosi inoltre mi hanno sempre sostenuto. Per me restare era anche un segno di ringraziamento».

Su mister Pecchia e sul ds Fusco: «Mi ha parlato e mi ha detto che contava su di me, come su ogni altro giocatore in gruppo. Più o meno le stesse cose me le ha dette il direttore. La mia decisione è stata presa anche in base a questi colloqui».

Sulla B: «E’ un campionato di ottimo livello. Ho già visto le serie cadette in Brasile, Francia e Spagna. Qui è più tosto».
ANDREA FAEDDA

FONTE: TGGialloBlu.it


Romulo: «Punto importante, voglio aiutare il Verona»
04/SETTEMBRE/2016 - 23:50
Salerno - Le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Romulo, rilasciate al termine di Salernitana-Hellas Verona, 2a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Sto facendo del mio meglio, non era facile affrontare la Salernitana, buona squadra, in questa atmosfera calda. Però abbiamo fatto un punto importantissimo, proprio per la difficoltà della gara, quindi è un punto guadagnato per me. Questa per me è la quarta partita consecutiva dopo due anni di sofferenza, credo che alla prossima sarò al massimo, per aiutare la squadra ad arrivare in alto. Restare è stata una mia scelta, avevo proposte anche all'estero, ma ho voluto restare per aiutare la squadra. Per me è un grande onore giocare in questa squadra, dove mi hanno sostenuto nei momenti più difficili. Quindi questa è una scelta di riconoscenza per squadra e tifosi. Pecchia mi ha parlato, mi ha detto che contava su di me, lo stesso Fusco. Mi sento bene, ho bisogno di continuità. Abbiamo affrontato bene la gara, certo possiamo migliorare»

FONTE: HellasVerona.it


Hellas Verona, ipotesi rinnovo per Romulo
Calciomercato Verona rinnovo Romulo: operazione fattibile

Autore: Vittorio De Cicco - 31 agosto 2016 - 18:17
Romulo (fonte foto: twitter/@HellasVeronaFC)

Calciomercato Verona rinnovo Romulo: il centrocampista brasiliano è pronto a decurtarsi lo stipendio per legarsi ai colori gialloblù

Si chiama Romulo il rinforzo del Verona in questo ultimo giorno di mercato. Il centrocampista brasiliano infatti era dato per partente fini dall’inizio della finestra estiva del mercato e gli estimatori, soprattutto in Serie A, non mancavano di certo. Nessuno avrebbe dunque scommesso su una sua permanenza a Verona.

Fedele Mode
Invece proprio nella giornata di oggi si è fatta strada e ha preso sempre più quota l’ipotesi rinnovo, secondo quanto riportato da Hellaslive.it. L’unico ostacolo è rappresentato dallo stipendio percepito dall’ex Juventus, ma l’accordo sembra a portata di mano: il giocatore infatti è disposto a decurtarsi l’ingaggio.

La società scaligera da parte sua è pronta a prolungargli il contratto per più anni. Il classe ’87 potrebbe dunque ritrovare la sua dimensione da calciatore lì dove tutto era partito e consolidare il suo matrimonio con i colori gialloblù.

FONTE: StopAndGoal.net


Futuro di Romulo da definire. Il vero colpo sarebbe la sua conferma a Verona in Serie B
agosto 29, 2016

Negli ultimi tre giorni di calciomercato si deciderà il futuro del jolly italo-brasiliano, Romulo. L’ex Fiorentina è in scadenza di contratto col club di via Belgio il prossimo 30 giugno ed il rischio è quello di perderlo a parametro zero.

Offerte concrete per Romulo ad oggi non ne sono arrivate e per questo non è escluso che il jolly gialloblù possa rimanere all’Hellas Verona almeno fino a gennaio. La società di Setti dovrebbe fare uno sforzo economico, ma in rosa potrebbe vantare un giocatore in grado di fare la differenza nel campionato cadetto. Romulo si potrebbe rilanciare in gialloblù e tornare così in sede di mercato ad essere uno dei giocatori più richiesti. Non resta che aspettare la chiusura del calciomercato, in programma mercoledì 31 agosto alle ore 23.

FONTE: HellasLive.it


CALCIOMERCATO
Romulo, ecco perché può rimanere
28/08/2016 15:13
Mettiamola così. Sarebbe una piccola missione impossibile: far restare Romulo e il suo sontuoso contratto a Verona. Ma l'idea si sta facendo largo nelle stanze del comando veronese dopo che il brasiliano ha finalmente dimostrato di essere tornato in forma.
Sia chiaro. Nessuno ha dubbi sulle qualità di Romulo. Fusco in settimana ricordava che "siamo al cospetto di un giocatore fortissimo". Quello che non quadra è quanto il Verona deve sborsare per trattenere un giocatore del genere.
È pur vero che nonostante le prese di posizione di Alex Firmino, procuratore dell'italo-brasiliano, Romulo non ha mai dato segni di voler iniziare bracci di ferro con la società. Anzi: proprio stamattina "twittava" la sua amicizia con Fossati e Bessa, con tanto di testimonianza di una foto dei tre a Peschiera su Instagram. Come dire: io sono del Verona e non ho nessuna intenzione di andare via. Il tempo, tra l'altro, non gioca a favore di una cessione, sempre per colpa di quel contratto. Così Romulo potrebbe davvero restare e magari a bocce ferme, cioè a mercato chiuso, Fusco potrebbe ritentare di ridiscutere il contratto con Firmino, spalmandolo e allungandolo, ma in sostanza riportando Romulo sul mercato. Una via stretta, ma non impossibile. Appunto.
Gianluca Vighini

FONTE: TGGialloBlu.it


CALCIOMERCATO
Romulo, parla Fusco: “Grande giocatore, ma…”
Il ds: “Non è semplice che possa restare a Verona”

di Redazione Hellas1903, 23/08/2016, 21:58

Romulo per ora è un giocatore del Verona, ma resta sempre sul mercato.
Il direttore sportivo dell’Hellas, Filippo Fusco, spiega: “Si tratta di un grande giocatore, però non è facile pensare che resti. Vuole cercare spazio in un campionato di categoria superiore”.
Inoltre il jolly italo-brasiliano costa moltissimo al Verona: 2.2 milioni di euro lordi. Nei prossimi giorni Fusco cercherà di chiudere il trasferimento in un altro club di Romulo, dopo gli interessamenti di Cruzeiro e Palmeiras.

FONTE: Hellas1903.it


Rómulo si avvicina alla Samp
22 agosto 2016

Non solo Bianchetti. La Samp dell’istrionico Ferrero, tratta anche Romulo.
Il brasiliano, completamente ristabilito, al Verona non resterà. I blucerchiati, dopo le partenze di Castan e De Silvestri, necessitano di rinforzi e il carioca dell’Hellas piace.
Assieme a Sala, altro ex gialloblù, il club ligure conta di formare una catena di destra di assoluto valore.
Da valutare la formula della cessione, andando Romulo a scadenza il prossimo giugno. Fusco, Osti e Firmino sono al lavoro per trovare la quadra.
Visti i buoni rapporti, non è da escludere un indennizzo di tutto rispetto per il Verona, come successe a gennaio per Sala.
M.Cor.

FONTE: HellasNews.it


RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona sull'Hellas: "Romulo e lo stipendio extra large"
19.08.2016 09.23 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Il Corriere di Verona di questa mattina apre con l'Hellas titolando: "Romulo e lo stipendio extra large. Lui incanta, l'Hellas lo deve cedere". L'italo-brasiliano è stato decisivo in Coppa Italia, ma costa 2,2 milioni di euro a stagione, troppi per le casse scaligere.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


NEWS
Romulo, finalmente okay. Ma l’ingaggio…
Il jolly tra i migliori con il Crotone, però lo stipendio extra-large resta un problema per l’Hellas

di Redazione Hellas1903, 16/08/2016, 16:12

Bravo ad adattarsi al ruolo di terzino sinistro. Efficacissimo sulla fascia destra, fino a servire con intelligenza e altruismo a Franco Zuculini in pallone del decisivo 2-1.
Romulo è stato tra i migliori in campo nel Verona che ha battuto il Crotone, nel terzo turno di Coppa Italia.
Indicazioni finalmente favorevoli per un giocatore che negli ultimi due anni non ha quasi mai visto il campo, sempre afflitto dalla pubalgia, e che quando è stato impiegato era parso l’ombra del calciatore-factotum ammirato nell’Hellas 2013-2014.

Ora i guai fisici paiono distanti. Il Verona, con Romulo, mette nel motore un elemento di grandissimo valore tecnico. Ma il problema resta invariato: il jolly italo-brasiliano ha un ingaggio esagerato per l’Hellas. Ben 2.2 milioni di euro lordi.

I contatti per una sua cessione ci sono sempre. L’hanno cercato prima il Cruzeiro e poi il Palmeiras. Da qui alla chiusura della sessione estiva può accadere di tutto. Che Romulo parta, con le casse del Verona che ne trarrebbero giovamento, o che rimanga. E, se la sua crescita sarà pari a quanto visto con il Crotone, a festeggiare sarà Fabio Pecchia, che potrò contare su un uomo di eccellente qualità in rosa.

FONTE: Hellas1903.it


SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Palmeiras, sfida al Cruzeiro per Romulo del Verona
29.07.2016 19.42 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Arrivano novità, intercettate in Brasile da Tuttomercatoweb.com, sul futuro di Romulo. L'ex giocatore viola è stato tra i migliori nei test estivi degli scaligeri ma il giocatore ha un ingaggio che è fuori portata per un club di Serie B. Così Romulo è destinato a lasciare l'Hellas Verona che sta lavorando insieme al suo agente per la soluzione migliore. Confermato l'interesse del Cruzeiro, su Romulo c'è anche il Palmeiras.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Romulo-Cruzeiro, l’affare salta
Il giocatore brasiliano preferisce restare in Europa

di Redazione Hellas1903, 24/07/2016, 08:15

Non va in porto il contatto tra Verona e Cruzeiro per il trasferimento di Romulo.
Il giocatore dell’Hellas, legato al club gialloblù da un contratto da 2.2 milioni lordi in scadenza il 30 giugno 2017, preferisce restare in Europa.
Il ritorno in Brasile, al momento, non è realizzabile. Per questo l’affare con il Cruzeiro è tramontato. Il ds del Verona, Filippo Fusco, sta cercando una destinazione adeguata per Romulo, che per adesso resta all’Hellas.

FONTE: Hellas1903.it


CALCIOMERCATO
Romulo vuole l'Europa
Ma il Brasile lo chiama

22/07/2016 14:30
Romulo è sulla lista dei partenti. Non perchè non sia gradito da Pecchia, ma perchè il suo ingaggio in questo momento è assolutamente fuori portata. Lo sarebbe anche in serie A, figurarsi in B.

La società ha proposto al giocatore di "spalmare" l'ingaggio ma su questo punto l'agente del giocatore è intransigente. C'era la necessità di rimettere l'ingaggio in "linea di galleggiamento" in modo da riportare Romulo sul mercato. Sarebbe stato più facile tenerlo o comunque cercare di piazzarlo.

Il brasiliano, che il Verona prese dalla Fiorentina per poi mandarlo alla Juventus, è stato bloccato dalla pubalgia. Una sfortuna che non ha permesso al Verona di monetizzare l'investimento. Romulo era costato 3 milioni e 200 mila euro. Il contratto con la Juventus prevedeva un minimo di presenze per completare il trasferimento. Il giocatore era stato convocato da Prandelli con l'Italia e avrebbe giocato il mondiale se non avesse avuto quel problema fisico.

La scorsa stagione è stata altrettanto tribolata. Nonostante la società più volte si fosse esposta sul recupero del giocatore, Romulo non è mai ritornato al cento per cento

Ora Romulo vorrebbe giocare ancora in Europa. Entro la fine del mercato il procuratore è certo di avere delle squadre. Anche perchè il giocatore sembra finalmente avere ritrovato la forma. Nei test della scorsa settimana è stato tra i migliori.

La società, però, ha ricevuto delle offerte dal Brasile. Cruzeiro, Gremio e Palmeiras hanno richiesto Romulo. Si potrebbe tentare di mandarlo a giocare quantomeno "scaricando" l'ingaggio oneroso. La situazione è in divenire, Romulo deve prendere una decisione che vale anche per il suo futuro e la sua carriera.
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.com


CALCIOMERCATO
Romulo-Verona, contatto col Cruzeiro
Fusco alla stampa brasiliana: “Non è l’unica possibilità”

di Redazione Hellas1903, 19/07/2016, 11:47

Romulo si sta allenando regolarmente a Racines con il resto del gruppo del Verona, ma l’Hellas è alla ricerca di una destinazione adatta per il giocatore, che ha uno stipendio elevato (2.2 milioni lordi annui).
L’ultima pista, riferita dal portale brasiliano www.superesportes.com.br, riferisce di un contatto con il Cruzeiro.
Il sito sudamericano ha contattato il ds del Verona, Filippo Fusco, che ha spiegato: “Il Cruzeiro è una possibilità, ma ci sono anche molti club europei che sono interessati”.
Alex Firmino, agente del giocatore, aggiunge: “Non sono stato cercato dal Cruzeiro, che ha parlato direttamente col Verona. Me l’ha detto il loro direttore sportivo”.

FONTE: Hellas1903.it


SERIE B
Verona, Fusco: "Romulo piace al Cruzeiro. Ci sono anche club europei"
19.07.2016 13.09 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Possibile ritorno in Brasile per Romulo. L'esterno del Verona è nel mirino del Cruzeiro e a darne notizia è lo stesso ds scaligero Filippo Fusco dai microfoni di SuperSportes: "Trattiva possibile, ma il ragazzo piace anche ad altri club in Europa".

SERIE B
Hellas Verona, il difficile caso Romulo e un ingaggio che spaventa tutti
29.06.2016 12.54 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Secondo quanto riportato dal Corriere di Verona, l'Hellas è alle prese con il caso Romulo, con il giocatore che guadagna troppo per le casse del club di Setti. L'esterno brasiliano percepisce 1,1 milioni netti, e la società sta lavorando a trovare una nuova sistemazione nonostante il suo rendimento nelle ultime due stagioni non attiri grandi investitori. Sulle su tracce sembrano esserci Siviglia e Cagliari, ma l'esterno, attualmente, è ancora presente nella rosa gialloblu a pesare sui conti.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Romulo-Verona, ipotesi ingaggio “spalmato”
L’italo-brasiliano potrebbe allungare il contratto riducendo lo stipendio annuo

di Redazione Hellas1903, 06/06/2016, 11:00

Il suo ingaggio è il più alto dell’organico del Verona: 1.1 milioni di euro netti, ossia 2.2 lordi.

Romulo è in uscita dall’Hellas, che deve cercare di piazzarlo per risparmiare una somma elevatissima, retaggio del contratto firmato prima del passaggio alla Juventus in prestito.
Tuttavia c’è un’altra ipotesi da considerare. Ossia che a Romulo venga proposto di “spalmare” su più anni l’attuale stipendio.

Il giocatore italo-brasiliano va in scadenza con il Verona il 30 giugno 2017. In caso gli venisse proposto un contratto allungato con l’ingaggio ovviamente ridotto, la valutazione spetterebbe a Romulo e al suo agente, Alex Firmino.

In queste settimane il Cagliari ha manifestato un interesse per lui.

FONTE: Hellas1903.it


CALCIOMERCATO
Il caso Romulo spina per Fusco
04/06/2016 15:02
Stipendio fuori dimensione, condizioni fisiche tutte da valutare, un altro anno di contratto: Romulo è diventato un caso nel Verona.

Quella che doveva essere la stagione del rilancio è stata in realtà una tortura infinita. Il giocatore brasiliano non è riuscito a rilanciare la propria carriera, fermato dalla pubalgia cronica e da un contratto miliardario.

Ora che il Verona è retrocesso, Romulo diventa un fardello che il direttore sportivo Fusco dovrà cercare di alleggerire. Romulo percepisce al lordo oltre due milioni di stipendio ed è un lusso per la società scaligera che gli aveva allungato il contratto con la speranza di piazzarlo alla Juventus e realizzare una ricca plusvalenza.

Invece è andato tutto storto. Romulo è tornato a Verona e praticamente non ha più giocato con continuità. La scelta, non condivisa, di ritornare sotto i ferri per curare la pubalgia non ha pagato. Anche nel finale del campionato Delneri lo ha usato con il contagocce e il giocatore brasiliano non ha mai fatto la differenza.

Ora Fusco dovrà cercare di piazzarlo, ma evidentemente si tratta di un'impresa. L'altra via potrebbe essere quella dell'allungamento del contratto con una conseguente spalmatura dell'ingaggio per cercare di abbassarlo. Anche questa una via non semplice se non ci fosse la volontà del giocatore e del suo procuratore Firmino.

FONTE: TGGialloBlu.it


STAGIONE 2015-16 +   -   =
Tanti auguri Romulo
22/MAGGIO/2016 - 10:05

Tanti auguri Romulo!

La Società, lo staff tecnico e tutti i compagni di squadra
augurano buon compleanno a Romulo.
Il centrocampista compie oggi 29 anni.

FONTE: HellasVerona.it


Romulo, Ionita e Pajac nel mirino del Cagliari
CAGLIARI. Vietato rilassarsi. I giocatori del Cagliari hanno un pensiero fisso: chiudere il campionato di serie B al primo posto. Ieri sono ripresi gli allenamenti, venerdì si gioca l’ultima partita,...

17 maggio 2016
CAGLIARI. Vietato rilassarsi. I giocatori del Cagliari hanno un pensiero fisso: chiudere il campionato di serie B al primo posto. Ieri sono ripresi gli allenamenti, venerdì si gioca l’ultima partita, avversario di turno la Pro Vercelli. Servono altri tre punti per evitare il controsorpasso del Crotone e vincere per la prima volta nella storia il torneo cadetto.
[...]

Sarà rinforzato anche il centrocampo e in questa ottica sono stati messi nel mirino due giocatori in forza all’Hellas Verona. Il primo è Ionita. L’esterno moldavo ha fatto bene da quando sulla panchina dei veneti è arrivato Delneri ed è un giocatore che piace molto a Rastelli. Un sondaggio verrà fatto anche per il brasiliano Romulo, soprattutto per la sua duttilità. Può giocare sia a centrocampo che in difesa.

[...]

FONTE: LaNuovaSardegna.gelocal.it


RASSEGNA STAMPA
Hellas, Corriere del Veneto: "Addio ai paperoni"
14.05.2016 08.33 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Stipendi d'oro, l'Hellas si prepara a usare la forbice. Questo uno dei primi obiettivi da raggiungere per il Verona in vista della prossima stagione. Che sarà in Serie B, in un contesto economico in cui certi costi non sono sopportabili, riporta il Corriere del Veneto. l'uomo più pagato nell'Hellas, a cui è vincolato fino al 30 giugno 2017, rimane Romulo. Per lui si parla di 1.1 milioni netti, ossia 2.2 lordi. Ma dopo i guai fisici che hanno tormentato il jolly italo-brasiliano nelle ultime stagioni pensare di trovargli una destinazione non è cosa semplice. Più agevole, invece, appare individuare una collocazione di livello per Giampaolo Pazzini. Legame con l'Hellas fino al 2020, per l'attaccante, che ha fatto sapere che per lui non sarebbe un problema rimanere in B. Tuttavia il Verona gli versa 580mila euro netti a stagione.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


SERIE A
Romulo, un calvario che non finisce mai
16/03/2016 16:08
Sempre ad un passo dal tornare, ma poi c'è sempre un infortunio che lo blocca. Ormai non si contano nemmeno più gli annunci. E' da luglio che il nome di Romulo viene evocato ed è da luglio che Romulo in pratica non gioca.

L'ultimo stop, ufficialmente per affaticamento, sabato scorso.

Quando sembrava fosse ormai il momento di rivederlo in campo. Il "timing "è rituale: al giovedì Romulo annuncia di "essere pronto", poi al sabato si ferma.

Andò così a fine settembre per il primo stop di questa stagione dopo un'estate passata a curarsi. Romulo parlò in conferenza stampa, annunciò di essere a disposizione di Mandorlini, ma invece di essere in campo alla domenica, andò ad operarsi in Brasile (nuovamente) per la pubalgia.

A fine ottobre il suo procuratore, Alex Firmino rilasciò una dichiarazione a Tuttomercatoweb (mai smentita) lasciando intendere che Romulo era pronto a giocare, e che sarebbe toccato a Mandorlini metterlo in campo. La società, indispettita, spedì allora un suo addetto stampa per dimostrare "urbi et orbi" che Romulo stava bene, ma che continuava le "cure" in un centro fisioterapico della Romagna.

Per la verità se la prese anche con i media che erano colpevoli di aver riportato le dichiarazioni di Firmino. La realtà è oggi lampante. Intanto di Romulo si erano perse nuovamente le tracce.

Si arriva così a febbraio. A più riprese sia il presidente Setti, sia Delneri, indicano in Romulo "il grande acquisto di gennaio". Acquisto che a febbraio si sarebbe ripresentato in campo.

Ma dopo un paio di occasioni, un pallonetto sciagurato contro l'Inter e un paio di colpi di tacco, Romulo è rimasto ancora ai margini. Poi l'annuncio: Con la Fiorentina sono pronto a giocare", ma poi questo nuovo affaticamento muscolare, per l'ennesimo infortunio i cui tempi di recupero restano indefiniti. Stavolta pare meno grave del previsto, ma è meglio (per tutti) non fare nessuna previsione.

FONTE: TGGialloBlu.it


10/3/2016
Romulo: «Fiore? Gara difficile, ma siamo carichi»
Verona - Le dichiarazioni di Romulo, rilasciate durante la trasmissione 'Questo è il Verona' in onda su Radio Bellla&Monella.

A FIRENZE PER FARE BENE
«La Fiorentina? E’ stata la mia prima squadra qui in Italia. Prima ho giocato solo in Brasile. Ho imparato tanto, sia dal punto di vista sportivo che umano. E’ un bell’ambiente, molto simile a quello di Verona. Mi hanno insegnato tante cose, è stata un'esperienza fantastica. Vorrei giocare questa partita dal primo minuto, tutti i calciatori quando ci sono queste partite importanti da ex vorrebbero giocare dal primo minuto e non uscire mai. Questo vale per me ma anche per Toni, Pazzini, Rebic e Gilberto, tutti ex viola. È una partita molto importante perché un risultato positivo potrebbe continuare a farci crede e sperare, per me sarà una soddisfazione molto grande poter aiutare la squadra in questo. La Fiorentina ha un possesso palla fantastico, gioca un calcio bellissimo, ha pazienza e sa aspettare il tempo giusto per accelerare e pressare. Dobbiamo stare veramente attenti poiché un attimo di disattenzione può esserci fatale».

LA SETTIMANA A PESCHIERA
«Siamo veramente carichi, vogliamo affrontare questa partita preparandola bene da subito. Sinceramente non immaginavamo di perdere contro la Sampdoria, non era nei nostri piani. Però vogliamo fare la svolta domenica e vincere per dare una soddisfazione ai nostri tifosi e fare di tutto per salvarci. Mister Delneri? Lo conosco da poco anche perché quand’è arrivato io ero a Cesenatico. È un uomo serio cui piace molto lavorare, un professionista. È molto corretto e con le sue idee ci trasmette tanta sicurezza. È arrivato in un momento particolarmente difficile della nostra stagione. Con il suo staff ce la sta mettendo tutta e ho fiducia in lui».

IONITA, VIVIANI, MARRONE…
«Ionita sta facendo molto bene, come l’anno scorso. Anche se ha avuto qualche infortunio ora sta ritrovando continuità e dimostrando il suo valore. Viviani purtroppo ha dovuto fare questo piccolo intervento di pulizia alla caviglia. Ha un piede destro spettacolare ed è molto bravo. Marrone l’ho conosciuto l’anno scorso alla Juventus, peccato anche per lui per l’infortunio che non gli ha permesso di giocare molto. Spero possano diventare dei grandi campioni, perché sono dei bravi ragazzi».

…E TONI
«Luca è un esempio. Ha sempre la voglia di allenarsi nonostante la sua età, è un grande professionista ed un grande uomo. Ci stimola tutti».

TORNERO’ IL ROMULO DI UNA VOLTA
«Il mio momento? È stato un periodo molto lungo e difficile per me; affrontare questo problema fisico quando nella mia carriera non ho mai avuto nemmeno un mal di denti. E poi all’improvviso un infortunio così che mi ha anche tolto la possibilità di giocare il Mondiale. Non mi sono mai dato per vinto, perché ci ho sempre creduto, ho avuto la fede e la forza di lottare ogni giorno. La mia famiglia e mia moglie in particolare mi sono sempre stati vicino. Nonostante tutti i problemi ero sempre allegro perché sapevo che sarei riuscito a tornare in forma. Due mesi fa, quando sono ritornato, tutti i miei compagni mi hanno accolto benissimo ed è stata un’emozione indescrivibile. Dopo tanto tempo passato a curare gli infortuni, ricominciare da capo è una grande soddisfazione. Ora mi sento bene come mai prima d’ora e devo lavorare per tornare il Romulo di una volta».

#AskRomulo, ecco le risposte alle vostre domande
10/3/2016
Verona – Di seguito le risposte di Romulo all'#Ask proposto sulla nostra pagina ufficiale di Facebook. Grazie a tutti per le domande, pubblichiamo le domande che ci sono piaciute di più, quelle di Bernard Blanc e Vittorio Martinelli.

Bernard Blanc: Restano ancora 10 partite. Vinceremo almeno le partite col Carpi e col Frosinone in casa? Ed in caso di salvezza, farete tipo una partita conclusiva, tifosi contro atleti e staff tecnico?
«E’ il minimo che dobbiamo fare per questa città. Dobbiamo fare di tutto per vincere non solo queste partite ma anche le altre che saranno fondamentali per la nostra salvezza. Per la partita finale, non saprei proprio».

Vittorio Martinelli: Resterai a Verona, comunque andrà?
«Dopo un lungo infortunio il mio pensiero è solo uno: tornare a giocare ed essere felice. Il mio futuro ora è il presente. Tornare quel Romulo che segna, fa assist e aiuta la squadra a fare bene.».

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
Verona, Romulo: "Futuro? Penso alla salvezza. A fine stagione vedremo"
10.03.2016 14.00 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88
L'ex viola Romulo, oggi in forza all'Hellas Verona, ha parlato ai microfoni Radio Bella&Monella: "La pubalgia è stata un grosso problema, mi ha tolto la possibilità anche di partecipare al Mondiale. Ho lottato e non ha mai perso il sorriso, ora sono tornato. Mi sento bene come non mi sentivo da oltre un anno e mezzo, posso dare tutto per la causa gialloblù. La Fiorentina? È stata la mia prima squadra: ho imparato molto, è stata un'esperienza positiva. Mi piacerebbe giocare dal primo minuto con i viola, anche se sarà dura perché la Fiorentina ha una grande organizzazione di gioco. Sanno giocare palla a terra e capiscono quale sia il momento adatto per colpire gli avversari. Voglio dimostrare tutto il mio valore a partire dalla gara di domenica per spingere la squadra verso i tre punti. La stagione del Verona? Siamo stati sfortunati, gli infortuni hanno limitato la rosa. Siamo carichi, abbiamo già archiviato la vittoria con la Samp e faremo di tutto per salvarci. La mia esperienza con la Juventus? Un sogno che si è coronato ma che è stato demolito dal mio infortunio. Anche rinunciare alla Nazionale e al Mondiale non è stato facile. Sono stato sincero con Prandelli, è stato un momento difficile. Il mio futuro? Pensiamo a salvarci, vedremo a stagione conclusa. I miei compagni? Ionita è davvero forte, Viviani ha un piede eccezionale. Toni è un esempio, ha sempre voglia di allenarsi. Delnere è un professionista con idee chiare, per lui non è stato facile arrivare in una squadra con tanti problemi. Il mister ce la sta mettendo tutta".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Samir a disposizione, Romulo in campo
Postata il 27/01/2016 alle ore 16:30

Peschiera - Doppia seduta oggi a Peschiera. La mattina, ormai come consuetudine, è stata trascorsa in palestra. Il pomeriggio invece integralmente sul campo per una scorpacciata di tattica. Samir, dopo aver sistemato le ultime pratiche burocratiche, è sceso in campo con i compagni ed è ufficialmente a disposizione di mister Delneri. Romulo invece è tornato a prendere confidenza con la palla: per lui prima parte di attività col gruppo poi al coperto con il rieducatore Bellini. Domani test in famiglia con la Primavera.

FONTE: HellasVerona.it


ALTRE NOTIZIE
Hellas Verona, Romulo: "Lavoro per tornare più forte"
06.01.2016 12.33 di Pietro Lazzerini
Romulo continua il suo percorso di recupero per tornare a giocare con l'Hellas Verona. Mentre i compagni si preparano ad affrontare la Juventus lui si allena in palestra. Ecco il messaggio scritto sul proprio profilo Twitter dall'esterno gialloblu: "Allenamento per tornare!!! Dai che torno più forte!!! Forza Hellas!".



SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Niente mercato, pensa solo a rimettersi"
04.01.2016 20.09 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Joao Santos, agente del centrocampista brasiliano dell'Hellas Verona Romulo analizza ai nostri microfoni la situazione del giocatore, ancora alle prese coi vari malanni fisici che hanno condizionato i suoi ultimi diciotto mesi: "A breve tornerà ad allenarsi e vedremo quale sarà la sua condizione, non sappiamo ancora quanto potrà tornare in gioco. A disposizione per mercoledì? Impossibile, è troppo presto. Riguardo il mercato, non sarebbe sensato parlarne in questo momento, prima il giocatore deve tornare in forma, deve pensare a guarire. I medici gli hanno consigliato di fare con molta calma, non deve avere fretta e pensare solo a rimettersi in forma, piano piano".

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona su Romulo: "Calvario finito? L'Hellas lo aspetta"
30.12.2015 08.33 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Verona di questa mattina apre le proprie pagine sportive titolando: "Romulo, calvario finito? L'Hellas lo aspetta". Il brasiliano è tornato a lavorare a Peschiera, a fine gennaio potrebbe tornare a disposizione di Delneri. Il club gialloblu è disposto ad aspettarlo ancora.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Tormento Romulo: dal Mondiale in Brasile al dimenticatoio
L'esterno del Verona dopo il "no" a Prandelli è sparito dai radar per i troppi infortuni

foto IPP

17 Dicembre 2015
Dall'apice mondiale al dimenticatoio è un tragitto che nel calcio si è visto più di una volta. Tanti, forse troppi, calciatori dopo aver toccato il punto più alto della loro carriera si perdono e finiscono per ritornare ad essere uno dei tanti. Quello che sta succedendo a Romulo però è al limite dell'incredibile, tra sfortuna e realtà. Sì, Romulo, il talentuoso esterno del Verona che nella stagione 2013-14 fece innamorare praticamente tutti con le sue prestazioni, da Conte all'allora ct Prandelli. Se vi state chiedendo che fine abbia fatto, siete in buona compagnia.
La risposta è più banale di quanto si possa pensare: è fermo per infortunio praticamente da due anni. Ed è proprio qui che la sua storia assume tutti i connotati di un "dramma sportivo" per uno come lui che le stelle, dopo tanta gavetta e gli onori raccolti sul campo, le ha solo sfiorate. Ma per davvero. Il suo anno d'oro è stato appunto la stagione 2013-14, in prestito (e poi riscattato) al Verona con tanto di 33 presenze e sei reti unite a una continuità di rendimento straordinaria che convincono Prandelli a convocarlo con la Nazionale italiana.

Non solo, Prandelli prima lo preconvoca per il Mondiale nel suo Brasile e poi addirittura lo convoca nei 23 in partenza per Mangaratiba. Il punto più alto per molti calciatori, un sogno per molti altri. Per Romulo diventa un incubo. L'esterno italo-brasiliano, con esempio di rara umiltà o chissà ben conscio del proprio stato di salute, rinuncia alla chiamata: "Non sono in forma, non sto bene, è giusto che vada qualcun'altro al Mondiale". Da lì in poi però le sue tracce in campo si sono praticamente perse.

La stagione d'oro infatti aveva convinto anche la Juventus di Conte, poi diventata di Allegri durante l'estate, a puntare forte su di lui come cambio naturale di Lichtsteiner nel 3-5-2. Il problema è che la società bianconera aveva sottovalutato gli acciacchi denunciati dallo stesso giocatore durante il ritiro di Coverciano. Risultato: cinque presenze e nessun gol, ma un problema agli adduttori in grado di fargli saltare tutta la prima parte di stagione e una lesione del retto femorale al rientro in campo ormai a maggio, con tanto di pacco rispedito al mittente direzione Verona.

Dalla possibile consacrazione in Brasile a "Chi l'ha visto", anche con la maglia dell'Hellas Romulo è un oggetto misterioso. Dopo gli undici minuti finali giocati ad agosto contro la Roma e qualche spezzone estivo in Coppa Italia è sparito nuovamente dai radar frequentando le più rinomate infermerie venete. Ufficialmente per i tormenti della pubalgia, in realtà per un destino che ha voluto accanirsi su un umile giocatore arrivato a un passo dall'essere una stella. Unica consolazione? Non aver fatto parte del disastroso ritiro brasiliano della nazionale italiana. Almeno non sarà ricordato per quello.

FONTE: SportMediaset.Mediaset.it


21:41 | mercoledì 09 dicembre 2015
Verona, ag. Romulo: «Marsiglia? Nessun contatto»
Pauly svela: «Offerta nel 2014, non poteva però andarsene»

di Massimo Balsamo - twitter:@Massimo_Bals©imagephotoagency.it

CALCIOMERCATO OLYMPIQUE MARSIGLIA AGENTE ROMULO - Futuro tutto da scrivere per Romulo. Il centrocampista italo-brasiliano dell'Hellas Verona, tornato quest'estate dal prestito alla Juventus di Allegri, ha molto mercato e negli ultimi giorni si è parlato di un suo possibile approdo in Ligue 1, con l'Olympique Marsiglia di Michel pronto ad ingaggiarlo nella finestra di gennaio. Già in estate si è parlato di un possibile passaggio al Velodrome del centrocampista e, ai microfoni di Foot Mercato, l'agente Nicolas Pauly ha fatto il punto della situazione sull'affare.

LE PAROLE DI PAULY - Ecco il commento del procuratore del calciatore italo-brasiliano: «L'unico momento in cui l'Olympique Marsiglia si è interessato a Romulo risale alla finestra di mercato invernale del 2014, quando il direttore sportivo era Josè Anigo. Il Marsiglia si è informato riguardo una possibile partenza in prestito, ma Romulo era al top della condizione all'Hellas Verona in quel momento e non poteva ad andarsene. Non ci sono stati altri contatti con il Marsiglia per lui».

FONTE: CalcioNews24.com


Verona, per Romulo offerte dall'estero

09 dicembre alle 15:09
Sempre alle prese con infortuni e problemi fisici e con il secondo stipendio più alto della squadra (dopo capitan Toni), l'italo-brasiliano Romulo potrebbe lasciare il Verona: sull'ex giocatore della Juventus, secondo Sport Mediaset, ci sarebbero Marsiglia e Sporting Lisbona.

FONTE: CalcioMercato.com


ALTRE NOTIZIE
Verona, Romulo chiama a raccolta i tifosi: "Abbiamo bisogno di voi"
11.11.2015 18.57 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Con un messaggio sul suo profilo Instagram, il centrocampista del Verona Romulo ha voluto chiamare a raccolta i tifosi per la sfida al Napoli: "Ciao appassionati Gialloblù. Mi piacerebbe lasciarvi un messaggio! Continuate a sostenerci e incoraggiarci, che presto usciremo da questa posizione scomoda nella classifica (non la meritiamo). La squadra sta lavorando intensamente ogni giorno per portare a casa dei risultati e anche noi gli infortunati, e ne siamo pienamente fiduciosi che ne verranno . Ora abbiamo la pausa e così possiamo sistemare quello che non va! La prossima battaglia è il 22 novembre contro il Napoli. Abbiamo bisogno di tutti voi urlando allo Stadio Marcantonio Bentegodi".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


04.11.2015
Dov’è finito Romulo?
Una calvario senza fine

Romulo quando sorrideva con la maglia azzurra della Nazionale

Alessandro De Pietro
Venti giorni, magari un mese. L'ennesima linea del traguardo è a fine novembre. Spostata sempre più in avanti come in una serie di miraggi, perché Romulo la luce nell'ultimo anno e mezzo non l'ha vista praticamente mai. Il Verona è senza l'uomo che più di tutti, dopo Iturbe, sapeva in un attimo spaccare le partite e senza tre milioni di euro, differenza fra i quattro serviti per riscattarlo dalla Fiorentina e quello versato nelle casse dell'Hellas dalla Juventus, acconto senza riscatto. Due botte non facili da assorbire, ma il calcio va anche così.
CORSA SENZA FINE. Romulo si sta allenando duramente a Longiano, provincia di Cesena, in un centro riabilitativo che in un angolo ha sistemato centinaia di magliette di giocatori passati da lì a curarsi. Ci sono anche quelle di Di Natale e Jorginho, soprattutto ce ne sono tante di gente del Verona. (...)

FONTE: LArena.it


SERIE A
Verona, Romulo: "Sto facendo progressi, tornerò presto"
30.10.2015 19.49 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Queste le parole di Romulo al sito ufficiale dell'Hellas Verona. "Da quello che mi ha detto il chirurgo brasiliano, sono più avanti. Sto lavorando ogni giorno, vedo dei progressi e sta andando tutto bene. E' stato un grosso intervento, non è stato facile farlo ma l'importante è aver risolto il problema. Sto riprendendo, sono sicuro che tra poco sarò a Verona. Non so i tempi, tra dieci giorni sarò sul campo a lavorare, penso, magari tra due-settimane a lavorare con la palla, per tornare a lavorare il prima possibile. Ai tifosi dico che tornerò presto, non ci metterò tanto. Dico loro di stare tranquilli, sono tranquillissimo, sicuro, il campionato è lungo e faremo tutti i punti che dobbiamo fare".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Il punto sugli infortunati
Postata il 30/10/2015 alle ore 18:30

Verona - Punto sugli infortunati lungodegenti in casa Hellas. Innanzitutto le prime, buone notizie arrivano da capitan Toni. La prossima settimana inizierà a correre, così come Fares, che sta facendo dei lavori a carico parziale. Per quanto concerne Viviani, le sue condizioni migliorano di giorno in giorno, è necessario però essere cauti sul recupero. Un discorso a parte merita Romulo: a differenza di quanto emerso nell'intervista al procuratore del calciatore, pubblicata da Tuttomercatoweb (i cui contenuti non sono stati verificati) e ripresa da Hellas Live, Hellas News, Hellas 1903 e TgGialloblù, seppur a conoscenza della situazione oggettiva e reale, vi raccontiamo come stanno le cose attraverso lo speciale sopra pubblicato di Hellas Verona Channel.

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, ag. Romulo: "Sta bene. Futuro? Valuteremo più avanti"
29.10.2015 20.15 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Ha giocato pochi minuti e non è riuscito ad aiutare un Hellas Verona in evidente difficoltà. Romulo, finora, è stato spettatore non pagante della Serie A, ma adesso è pronto a tornare in campo: "Sta bene e si sta allenando al meglio, adesso tutto dipenderà da mister Mandorlini", ha dichiarato ai nostri microfoni il suo agente Alex Firmino.

Perché non gioca ancora?
"Posso dire che lui è a disposizione del Verona e si allena. Ha un contratto e vuole solo il bene della squadra".

A gennaio cambierà squadra?
"E' presto per dirlo, al momento è un discorso prematuro. Tra un mese ci saranno sicuramente indicazioni più precise in questo senso".

RASSEGNA STAMPA
Corriere di Verona: "Mistero Romulo". Sorride ma non recupera
12.10.2015 09.43 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
A Verona si aspettavano un ritorno in grande stile, ma per ora non è avvenuto, tanto che Il Corriere di Verona parla di "mistero Romulo". Il centrocampista brasiliano, rientrato all'Hellas dopo la stagione alla Juventus, a margine della presentazione delle T-shirt pro-rifugiati messe in vendita per beneficenza dal Verona, ha sorriso, rispondendo a chi gli ha chiesto come stesse: "Mi sento bene". Dopo sarebbe andato via zoppicando, ancora vittima del dolore che lo costrinse a saltare i Mondiali 2014, pur chiamato da Cesare Prandelli. La pubalgia continua a farsi sentire, con strascichi anche a livello di tenuta psicologica: le continue ricadute, ovviamente, non aiutano certo il brasiliano, con contratto da circa 1.1 milioni di euro netti, che scadrà il 30 giugno 2017, nel recupero.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Interventi chirurgici riusciti per Ionita e Romulo
Postata il 24/09/2015 alle ore 11:45
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che gli interventi chirurgici a cui sono stati sottoposti i calciatori Artur Ionita e Romulo sono perfettamente riusciti. I tempi di recupero saranno legati all'evoluzione del quadro clinico dei due differenti casi. Ionita rientrerà in Italia, da Monaco, già nella giornata odierna. Romulo invece trascorrerà in Brasile il primo periodo della riabilizatione.

Mandorlini: «Atalanta? Vogliamo i punti»
Postata il 19/09/2015 alle ore 16:10
[...]

«Romulo? Ha stretto i denti, si vedeva che non stava bene ma speravamo potesse migliorare. Così non è stato, abbiamo deciso di fare una visita in Brasile. Ho parlato spesso con lui, ha passato una stagione molto travagliata, ha perso il Mondiale e una stagione importante con la Juve. Una volta tornato qui il dolore non è passato del tutto. Ha provato a conviverci come ho fatto io alcune volte nel mio passato di calciatore, abbiamo deciso che questo percorso sia per lui la soluzione migliore...»

[...]

FONTE: HellasVerona.it


CALVARIO INFINITO
Mistero Romulo: vola in Brasile per curarsi
18/09/2015 12:06
Sembrava tutto risolto, invece i problemi fisici non risparmiano ancora Romulo. Il centrocampista brasiliano nei prossimi giorni partirà per il Brasile per sottoporsi a visite specialistiche. Il Verona dovrà ancora rinunciare a lui per un po'.

FONTE: TGGialloBlu.it


Romulo in Brasile, visite per Matuzalem
Postata il 18/09/2015 alle ore 12:00
Verona - L’Hellas Verona FC comunica che il tesserato Romulo nei prossimi giorni partirà per il Brasile per sottoporsi a visite specialistiche. Contestualmente la Società informa che nel pomeriggio il calciatore Matuzalém Francelino da Silva svolgerà le visite mediche del caso in previsione del tesseramento.

FONTE: HellasVerona.it


10.09.2015
Dai social network al Toro Romulo ritrova il sorriso
Romulo con il suo profilo Twitter

Rinnova il suo profilo twitter e punta l'obiettivo sulla sfida con il Torino per cancellare una stagione difficile. Romulo ritrova il sorriso alla vigilia della sfida con i granata. «Mi trovate su @romulocaldeira2 - ammette il centrocampista brasiliano - e fra poco ci sarà anche una fanpage su Facebook e aprirò un sito internet personale». Dall'attività sui social network alla prossima gara di campionato. «Il Torino è partito molto bene, anche l'anno scorso ha fatto un bel campionato - ammette -. Noi abbiamo fatto solo due partite, ma il pareggio con la Roma per noi vale come una vittoria. Ci stiamo preparando bene, il mister ci sta allenando per affrontare il Toro lavorando molto sulla tattica. Sono sicuro che domenica faremo una grande prestazione».

Romulo è tornato all'Hellas dopo una stagione tormentata ma ha tanta voglia di rilanciarsi. «Ho ritrovato il Verona di sempre, quello che ha tanta voglia di vincere - aggiunge -. Il mister è sempre carico, pronto a tirare fuori il massimo per affrontare gli impegni del campionato. Sono arrivati molti calciatori forti, tra questi Pazzini, che ci aiuterà tantissimo. Speriamo che il Verona possa fare un campionato migliore rispetto agli anni passati. La mia condizione fisica? Sono stato fermo un anno, devo ancora lavorare, sto già trovando il ritmo. Il mister mi sta chiedendo di spingere e così sto facendo, la settimana scorsa ho lavorato abbastanza forte. Non so se ci sarà dal primo minuto, non ho ancora il ritmo partita, in cui di solito macino parecchi chilometri durante i 90 minuti, sono comunque a disposizione del mister. Non ho nessun problema a giocare come terzino, a centrocampo oppure come esterno alto. Prandelli voleva portarmi ai Mondiali proprio perché facevo tre ruoli».

Il lungo periodo di inattività non ha minato l'ottimismo di Romulo, la pubalgia è diventata anche una lezione di vita. «Durante questo anno difficile ho imparato molte cose, anche a dare più valore alla vita - conclude il centrocampista dell'Hellas -. In un momento difficile, in cui ti viene da piangere perché non riesci a lavorare come verresti devi imparare a tirare fuori le cose belle. Come sapete la mia vita non è stata facile, sono abituato ai momenti difficili e so come superarli. Ora mi sento più forte mentalmente, spero di poter aiutare i ragazzini che possono avere questo problema».

FONTE: LArena.it


Romulo: «Voglio dare sempre di più»
Postata il 09/09/2015 alle ore 17:00
Verona - Le dichiarazioni del centrocampista Romulo, rilasciate durante la conferenza stampa in vista di Hellas Verona-Torino. Contestualmente, il calciatore ha rilanciato il suo profilo Twitter rinnovato, @romulocaldeira2, in previsione dell'imminente apertura di una fanpage su Facebook e di un sito internet personale.

TORINO AVVERSARIO DIFFICILE, MA...
«E' partito molto bene, anche l’anno scorso ha fatto un bel campionato. Abbiamo fatto solo due partite, ma il pareggio con la Roma per noi vale come una vittoria. Ci stiamo preparando bene, il mister ci sta allenando per affrontare il Toro lavorando molto sulla tattica. Sono sicuro che domenica faremo una grande prestazione».

IL RITORNO A VERONA
«Che Verona ho ritrovato? Quello di sempre, che ha tanta voglia di vincere. Il mister è sempre carico, pronto a tirare fuori il massimo per affrontare gli impegni del campionato. Sono arrivati molti calciatori forti, tra cui Pazzini, che ci aiuterà tantissimo. Speriamo che il Verona possa fare un campionato migliore rispetto agli anni passati. Un commento sulla difesa? In Italia è sempre difficile, anche le squadre più importanti si stanno rafforzando sempre più. Il mister e lo staff stanno lavorando per prendere meno gol possibile. L’obiettivo è di vincere anche 1-0 ma di conquistare la salvezza in maniera tranquilla».


IL MIO MOMENTO
«Sono stato fermo un anno, devo ancora lavorare, sto già trovando il ritmo. Il mister mi sta chiedendo di spingere e così sto facendo, la settimana scorsa ho lavorato abbastanza forte. Non so se ci sarà dal primo minuto, non ho ancora il ritmo partita, in cui di solito macino parecchi chilometri durante i 90 minuti, sono comunque a disposizione del mister. Il mio ruolo? Non ho nessun problema a giocare come terzino, a centrocampo oppure come esterno alto. Prandelli voleva portarmi ai Mondiali proprio perché facevo tre ruoli. Il mio obiettivo? Nella vita bisogna sempre fare di più, da mia parte sono sicuro di poter dare di più a livello fisico per aiutare la squadra. Lavorando nel modo giusto i risultati arrivano, quello che seminiamo oggi lo raccoglieremo domani. La mentalità del Verona? E’ vincente, anche se non è mai facile vincere. Tutto il gruppo lavora in settimana con un ritmo forte per arrivare alla domenica preparati. Ci sono fattori che ci ostacolano, ma tra di noi parliamo sempre di vincere di più e prendere meno gol, questo è l’atteggiamento giusto. Io uno dei migliori acquisti? Se lo ha detto il Presidente sono contento, cercherò di dare il massimo di me per onorare queste parole».

AFFRONTARE LE DIFFICOLTA'
«Un commento sulla mia lotta alla pubalgia? Durante questo anno difficile ho imparato molte cose, anche a dare più valore alla vita. In un momento difficile, in cui ti viene da piangere perché non riesci a lavorare come verresti devi imparare a tirare fuori le cose belle. Come sapete la mia vita non è stata facile, sono abituato ai momenti difficili e so come superarli. Ora mi sento più forte mentalmente, spero di poter aiutare i ragazzini che possono avere questo problema».

FONTE: HellasVerona.it


07.09.2015
La missione di Romulo? «Riconquistare l'Hellas»
«La pubalgia ha condizionato il mio campionato Un periodo duro ma sono cresciuto anche come uomo Ritrovo una squadra affiatata, possiamo fare bene»
«Io faccio quello che dice miu mister...». Era questo, con quel simpatico "miu", l'allegro intercalare di Romulo Souza Orestes Caldeira, conosciuto soltanto come Romulo, quando era tra i giocatori più gettonati del campionato italiano, in uno degli anni di grazia dell'Hellas in A, due stagioni orsono, quando da «matricola» lottò fino alla fine per arrivare in Europa.Una forma di grande rispetto per chi - come il diesse Sogliano prima e il tecnico Mandorlini poi - l'aveva «ripescato» dalla Fiorentina e rilanciato nel paradiso del pallone. Già, anche perché mister Montella nel pendolino brasiliano ormai vedeva soltanto un terzino e neanche titolare inamovibile. Sogliano dopo aver prolungato la carriera a Toni, ha provato pure a rivitalizzare il carioca una stagione straordinaria per lui, a volte nelle valutazioni superava perfino il «fenomeno» Iturbe o il goleador Toni. Correva, correva e faceva segnare i compagni e qualche volta ci pensava pure lui.

Il decimo posto, l'ultima rete con la Lazio nello spareggio di Euro League rovinato dal signor Mazzoleni e poi la Juventus e la nazionale. Lui un altro oriundo pronto per il mondiale brasiliano. Tre milioni e mezzo di euro di riscatto del proprio cartellino alla Fiorentina. Con i bianconeri pronti subito a sborsare un milione di euro di valorizzazione se avesse giocato il 60 per cento delle gare e con riscatto obbligatorio con base i milioni di euro che sarebbero finiti nelle casse gialloblù. Non c'è che dire una grande operazione non solo tecnica ma anche economica, quest'ultima è rimasta soltanto sulla carta. Gli adduttori che fanno male, la Nazionale che sfuma alla vigilia del mondiale, Prandelli che deve rinunciare al centrocampista gialloblù in Brasile e il Verona che alla fine ci perde, ci perde molto. «A dicembre dell'anno scorso ho deciso per l'intervento chirurgico - ha confessato Romulo a Mediaset - perchè non riuscivo più a correre. Terapie su terapie e poi la domenica ero costretto a guardare tutti dalla tribuna. Ero molto triste. Questo periodo duro però mi ha fatto crescere come uomo ed ora, facendo gli scongiuri sono tornato più forte di prima».

Quattro presenze in campionato più una presenza in Champions League, troppo poco per uno come lui e, così, il «pendolino» ha fatto ritorno alla stazione di Porta Nuova. «Vorrei fermarmi qui», aveva detto all'inizio del nuovo ritiro con l'Hellas. Lui voleva restare ma il club si era detto pronto a valutare qualche offerta interessante per Romulo. Non è arrivata. D'altronde come ha dichiarato anche il diesse Bigon nella conferenza di fine mercato, perfino per Sala tutto era già scemato dopo Ferragosto. Meglio così, soprattutto per i tifosi del Verona, che già sognano un ritorno alla grande di Romulo. «Loro sono stati gentili. Anche nei primi giorni di ritiro mi hanno fatto sentire la loro vicinanza. È una piazza speciale questa. Ritrovo tanti compagni e un gruppo super affiatato. Faremo bene anche quest'anno, ne sono convinto. Non vediamo l'ora di affrontare il Toro, perché Genova è stato un episodio». Una catena importante quella di destra del Verona che può contare su Pisano, Sala, Jankovic e lo stesso Romulo, «siamo tutti bravi giocatori e meglio allenarsi con compagni forti. Si cresce, poi deciderà il mister chi mandare in campo. Sono pronto e voglio lasciarmi al più presto le spalle l'anno terribile».

FONTE: LArena.it


COME UN ACQUISTO
Romulo ci sei? Sì sono pronto
04/09/2015 07:59
Sembra quasi che Romulo sia nella rosa del Verona per fare numero. Nonostante un ingaggio sontuoso e l'oscar di "gioiello del mercato" conquistato due anni fa.
Tormentato dalla pubalgia, finito ai margini giocoforza a Torino, Romulo è tornato quest'anno a Verona.
Per riconquistarsi l'Hellas e forse il mondo.
"Se stesse bene, Romulo è tanta roba". Lo dicono tutti, premettendo quel "se" che è come dire "Non ci credo tanto ma...".
E non aiuta certo ad avere fiducia non averlo visto ancora al cento per cento nel Verona. "Se stesse bene", ovvio, Romulo giocherebbe titolare. Ma se Mandorlini non lo mette, vuol dire che ancora qualche problema c'è.
Eppure la maggioranza dei tifosi veronesi è disposta a scommettere sul suo recupero.
Romulo giura: "Sto bene". Lo ha detto a Mediaset Premium che ha avuto il privilegio di intervistarlo.
Con questa assicurazione, non resta che vederlo titolare fisso nel Verona di Mandorlini. Perchè "se" Romulo sta bene, non può stare in panchina.

FONTE: TGGialloBlu.it


ALTRE NOTIZIE
Verona, Romulo: "Che sfortuna quell'infortunio, ora sto meglio"
03.09.2015 19.33 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Tornato al Verona dopo l'esperienza alla Juventus e aver mancato il mondiale brasiliano per un infortunio di troppo, Romulo ha parlato ai microfoni di Premium Sport dell'avvio di campionato degli scaligeri: "Abbiamo appena iniziato il campionato, abbiamo fatto una grandissima partita contro la Roma, a Genova così così però è appena iniziato il campionato, sono sicuro che faremo grandi prestazioni e un bellissimo campionato".

Sei tornato dopo la Juventus e dopo aver sfiorato il Mondiale.
"Sono contento di ritrovare la condizione fisica, ho passato un anno diverso in cui ho avuto il primo infortunio, arrivato proprio quando avevo la possibilità di giocare un Mondiale. Però ho imparato tante cose, sono più maturo e voglio tornare a quel livello".

Bigon ha detto che tu e Sala siete i principali acquisti del Verona.
"Se il ds ha detto così sono contento, però comunque la rosa è forte, ci sono Toni e Pazzini oltre a chi c'era già, sono convinto che faremo molto bene. Anche io, sto ritrovando la mia condizione, non è facile però mi sento già bene, pronto per giocare e pia

Sei arrivato in Italia alla Fiorentina come terzino, questo ruolo non ti piace?
"Non è che non mi piaceva, però facevo sempre la mezzala e ogni tanto il terzino, per qualsiasi giocatore è molto difficile fare due ruoli nella stessa stagione".

Adesso arriva il Torino.
"Sì, sono un'ottima squadra, tra le migliori nelle ultime stagioni, ma alla prossima giochiamo in casa e cercheremo di sfruttare questa opportunità".

SERIE A
Hellas Verona, dalla Francia: Romulo nel mirino del Marsiglia
16.08.2015 15.47 di Pietro Lazzerini
Romulo potrebbe finire in Francia. Secondo quanto riportato da Topmercato, il giocatore dell'Hellas piace molto all'Olympique Marsiglia che è alla ricerca di un centrocampista in quel ruolo. A quanto pare il club francese avrebbe già effettuato qualche sondaggio con il Verona e l'agente del giocatore avrebbe aperto alla cessione a titolo definitivo.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Futuro da decifrare. Incontreremo il Verona"
14.08.2015 15.00 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Finita la breve e sfortunata parentesi alla Juventus, Romulo ricomincia da Verona. Per ora. Ai microfoni di Tuttomercatoweb l'agente del giocatore, Alex Firmino, fa il punto della situazione: "La cosa più importante al momento è che lui sta bene e si sta allenando bene. Per il suo futuro credo ci sia da aspettare ancora, sarà necessario incontrare la società. Ci vedremo la prossima settimana, faremo le nostre valutazioni. So che Mandorlini lo stima, vuole che resti in squadra per aiutare. Detto questo ogni scenario al momento è aperto".

RASSEGNA STAMPA
Hellas, Corriere di Verona: "Sala-Romulo, treno della fascia da rimpiangere"
18.07.2015 08.53 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
"Il treno sulla fascia destra che l'Hellas già rimpiange". Questo il titolo col quale il Corriere di Verona fa il punto sulla squadra allenata da Andrea Mandorlini. Jacopo Sala (23) e Romulo (28) - si legge - con le valigie ma in ritiro sono in gran spolvero: il primo viene valutato almeno sei milioni di euro, con la Juventus in prima fila dopo il no all'offerta del Napoli giudicata bassa. L'italo-brasiliano è invece tornato all'Hellas dopo la difficile stagione a titolo personale alla Vecchia Signora: non ci sono trattative aperte, ma l'ingaggio superiore agli 1.3 milioni annui è troppo alto per il budget scaligero.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Romulo: "Sono pronto. Tra una settimana si decide il futuro"
30.06.2015 15.33 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
"Sono pronto, sono guarito". La carica e la voglia di Romulo si sentono dalla voce. E' in Brasile, pronto a tornare in Italia la prossima settimana, dopo l'avventura alla Juventus, per rientrare all'Hellas Verona. "Sto abbastanza bene, sono guarito -dice Romulo a Tuttomercatoweb.com-. Il problema principale era quello, mi sto già allenando e tornerò in Italia il prossimo lunedì. Sarò pronto per fare la preparazione, mi sto allenando forte e sto bene".

Cosa le riserverà il futuro?
"Dobbiamo parlare, non sappiamo niente. E' arrivato il ds Bigon all'Hellas, il mio agente lo conoscerà la prossima settimana e cercherà di trovare una soluzione".

Vuole restare o lasciare Verona?
"Vedremo la prossima settimana, il direttore col mio agente ne discuterà sicuramente e valuteranno insieme la situazione a livello globale".

Ha rimpianti per l'avventura con la Juventus?
"Non ho giocato a causa di un infortunio ed è stato un peccato; sono certo che se avessi avuto l'opportunità, sarei sceso in campo più spesso. Mi è dispiaciuto non scendere in campo di più ma la vita continua, guardiamo avanti e sappiamo che le cose migliori arriveranno".

La gioia più grande?
"Quando sono arrivato, è stato davvero bello, era un sogno da tanto tempo. Poi la prima partita, quando ho ricevuto la medaglia. Ci sono stati tanti momenti belli, purtroppo offuscati in parte dall'infortunio".

SERIE A
Hellas Verona, il Marsiglia è la squadra più interessata a Romulo
24.06.2015 08.43 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Rientrato dal prestito alla Juventus, il polivalente centrocampista Romulo è alla ricerca di una nuova sistemazione. L'Hellas Verona, infatti, non vuole sobbarcarsi uno stipendio da 1.4 milioni di euro netti a stagione ed è al lavoro per cedere il calciatore italo-brasiliano.
Secondo il Corriere di Verona oggi in edicola, al momento la squadra maggiormente interessata è l'Olympique Marsiglia.

SERIE A
Romulo, troppo alto l'ingaggio per il Verona: ipotesi prestito
18.06.2015 18.18 di Tommaso Bonan
Dubbio Romulo in casa Hellas, tornato a Verona dopo una stagione passata per lo più in infermeria, con quattro sole presenze in campionato con la Juventus lontanissime dal tetto minimo del 60 per cento del totale che avrebbero reso il riscatto obbligatorio. Adesso il Verona si ritrova in casa un giocatore forte, anche se dall'ingaggio sproporzionato rispetto ai propri parametri, tanto che l'ipotesi più probabile ora come ora è quella di una cessione in prestito, a meno che non arrivi una richiesta oltre confine. All'estero su Romulo c'è da tempo il Marsiglia. A riportarlo è L'Arena di Verona.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


STAGIONE 2014-2015 +   -   =
Notizie Calciomercato Juventus, movimenti in uscita: partiranno almeno 6 elementi
Di Francesco Bergamaschi - giu 3, 2015
Non si muove soltanto il mercato in entrata della Juventus. Dall’anno prossimo, indipendentemente dal risultato della finale di Champions League contro il Barcellona in programma sabato, sarà rivoluzione.
Tanti i nomi in forza ai bianconeri che l’anno prossimo saluteranno, più o meno definitivamente, la società di Corso Galileo Ferraris in attesa di una nuova collocazione in grado di garantire loro una maggiore continuità di rendimento che alla Juventus farebbero davvero fatica a trovare.

[...]

Ha già salutato i bianconeri, chiudendo un’esperienza da attore non protagonista, Romulo. La Juventus, infatti, ha deciso di non riscattare il ragazzo, il quale tornerà all’Hellas Verona in attesa di una nuova collocazione. Non è tuttavia da escludere una sua permanenza alla corte di Mandorlini, il quale potrebbe giovare delle prestazioni importanti di un giocatore sfortunato poiché bloccato da un infortunio piuttosto grave (ernia da sport con conseguenze ricadute) che ha costretto il brasiliano a ben due operazioni.

[...]

FONTE: StadioSport.it


19.05.2015
Stagione finita per Romulo «Lesione miotendinea»
Romulo in panchina con Setti

VERONA.Stagione finita per Romulo, centrocampista che la Juventus molto probabilmente restituirà al Verona a fine stagione. Il brasiliano al termine della gara con l'Inter ha avvertito un dolore alla coscia sinistra e la risonanza magnetica dopo poche ore ha evidenziato una «lesione miotendinea del retto femorale tale da non consentirgli il recupero prima della fine del campionato», come comunicato dalla stessa Juventus. Romulo, ceduto l'estate scorsa dall'Hellas con la formula del prestito con diritto di riscatto, è stato frenato alla Juve da guai fisici in serie che ne hanno compromesso la stagione. Scontato a fine campionato il rientro al Verona, che ha speso quattro milioni per riscattare Romulo dalla Fiorentina e ne ha incassato dalla Juve solo uno per il prestito sottintendendo scontato un riscatto che invece la Juve difficilmente eserciterà.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


Juve, UFFICIALE: stagione finita per Romulo. Marotta stava pensando di tenerlo, ma ora torna tutto in discussione
18 maggio alle 18:36
Con un comunicato ufficiale, la Juventus ha reso note le condizioni di Romulo, centrocampista italo-brasiliano che si è nuovamente infortunato nella gara contro l'Inter: "Il laterale bianconero Romulo, sceso in campo per la partita contro l’Inter a San Siro, al termine della gara con l'Inter ha riferito dolore alla coscia sinistra ed é stato quindi sottoposto a risonanza magnetica dallo staff medico della Juventus. L'esame ha evidenziato una lesione miotendinea del retto femorale tale da non consentirgli il recupero prima della fine del campionato".

SOLO RIMPIANTI - Un'ultima pesante tegola su una stagione che per Romulo doveva essere quella della consacrazione, e che invece si è trasformata rapidamente in un anno da dimenticare. La pubalgia che si è portato appresso dall'esperienza con il Verona non gli ha dato tregua fino all'intervento chirurgico di inizio dicembre, solo adesso Romulo aveva ritrovato condizione e spazio nelle rotazioni di Allegri. E soprattutto, aveva quasi convinto la dirigenza bianconera a concedergli una seconda chance: adesso che sembrava completamente guarito, Romulo stava dimostrando in partita come in allenamento di potersi ritagliare un ruolo importante nella Juve, rappresentando quel jolly che dalla riforma Tavecchio in poi potrà fare molto comodo in ogni grande società. Un assaggio è arrivato proprio contro Cagliari e Inter, squadre che Romulo ha affrontato giocando ora da terzino destro, ora da interno di centrocampo e infine da esterno nel 3-5-2. Ecco perché, secondo quanto appreso da calciomercato.com, Beppe Marotta stava prendendo in seria considerazione l'idea di dare una seconda chance a Romulo: non riscattandolo quest'estate, ma rinnovando alle stesse condizioni dell'anno passato il prestito oneroso per un'altra stagione, con diritto di riscatto a sei milioni. Soluzione questa tutto sommato gradita anche al Verona, che in assenza di altri acquirenti credibili avrebbe accettato di rimandare di una stagione il passaggio alla cassa. Ma questo ultimo, ennesimo infortunio, rischia di complicare definitivamente anche il piano B: troppi davvero i dubbi legati alle condizioni fisiche di Romulo, che chiude così la sua avventura alla Juve con appena cinque presenze. E tanti rimpianti.

FONTE: CalcioMercato.com


Infortunio Romulo, stagione finita per il difensore della Juventus
Pubblicato da Maurizio Saladino il 18 maggio 2015

Stagione finita per il laterale bianconero Romulo. Lo ha comunicato la Juventus attraverso il suo sito ufficiale. Annata da dimenticare per il centrocampista in prestito dall’Hellas Verona. L’infortunio è maturato durante la gara contro l’Inter dello scorso sabato. Come riporta il sito ufficiale della Juventus: “Il laterale bianconero Romulo, sceso in campo per la partita contro l’Inter a San Siro, al termine della gara con l’Inter ha riferito dolore alla coscia sinistra ed é stato quindi sottoposto a risonanza magnetica dallo staff medico della Juventus. L’esame ha evidenziato una lesione miotendinea del retto femorale tale da non consentirgli il recupero prima della fine del campionato”.

Dopo i continui problemi agli adduttori che hanno costretto l’italo-brasiliano a saltare gran parte della prima stagione, quest’ulteriore infortunio corona una stagione nera. L’accordo stabilito con l’Hellas Verona durante la sessione di mercato estiva prevedeva che la Juventus potesse avvalersi dell’obbligo di riscatto, se il centrocampista avesse disputato il 60% delle gare ufficiali. Così non è stato,e dunque difficilmente resterà in bianconero anche nella prossima stagione.

FONTE: CalcioNow.it


Calciomercato Juventus, 5 giocatori pronti a salutare i bianconeri a fine stagione
Primo Piano 2 aprile 2015

La Juventus è pronta a salutare diversi elementi della propria rosa al termine di questa stagione. Come sottolineato da Tuttosport saranno almeno 5 i giocatori che cambieranno casacca a cominciare da Simone Pepe il quale potrebbe scegliere di trovare nuovi stimoli altrove (si parla dell’Atalanta). Una richiesta di addio potrebbe arrivare pure da parte di Paolo De Ceglie, rientrato alla base dopo la catastrofe del Parma ma che non è mai entrato nei piani di Allegri. Diversa la situazione di Alessandro Matri, in prestito dal Milan che tornerà presumibilmente rossonero, e quella di Romulo: l’esterno non ha convinto la Juventus quindi i bianconeri non dovrebbero riscattarlo dall’Hellas Verona. Infine da annotare il discorso relativo al giovane Fausto Rossi, attualmente in prestito al Cordoba: sul ragazzo ci sono diversi club (Villarreal e Bologna) e la Vecchia Signora potrebbe cederlo per far cassa.

La redazione di calciomercatonews.com

FONTE: CalcioMercatoNews.it


Romulo all'Hellas, nulla di vero. E Campanharo merita di più
Campanharo in azione (foto A.Fraccaroli)

verona.iamcalcio.it scritto il 03 Marzo 2015, ore 17:40
Sembrava che a gennaio Romulo potesse tornare in gialloblù, ma a quanto pare non era tutto vero. A smentire tutto e tutti è l'agente dell'ex giocatore gialloblù oggi in forza alla Juventus, Firmino. In una intervista rilasciata a Tuttomercatoweb parla anche di Campanharo, un giocatore che dal suo punto di vista meriterebbe di più. Queste le parole rilasciate da Alex Firmino a TMW. Vero che Romulo poteva tornare a Verona a gennaio? "Non ho parlato con nessuno, ho discusso con Sogliano di altre cose ma la Juventus non lo ha mai trattato. Il futuro? Dobbiamo aspettare e valutare insieme a Paratici e Marotta". Ha portato in Italia, a Verona, anche Gustavo Campanharo. "Gli servono un po' di opportunità, non so perché non sta giocando più. Aveva fatto bene, stava bene ma ora non ha chances. Capisco Mandorlini, cerca di mettere in campo chi magari ha più esperienza, ma Gustavo sarebbe pronto per giocare. Lui me lo dice sempre: sta bene, sta dando il massimo".
Lorenzo Morandini

FONTE: Verona.IAmCalcio.it


Juventus, ipotesi ritorno all’Hellas Verona per Romulo: la situazione
Gianluca Di Marzio 23-01-2015 23:42
Con quei colori si è affermato definitivamente in Serie A e si è guadagnato una chiamata della Juventus. Romulo, un futuro che potrebbe essere ancora del gialloblu dell'Hellas Verona. Il club del presidente Setti avrebbe infatti richiesto indietro ai bianconeri il calciatore, che sta trovando pochissimo spazio nella squadra di Massimiliano Allegri, anche a causa di molti infortuni.

Ora la palla passa alla Juventus, che dovrà decidere se privarsi del laterale proprio ora che sta recuperando la giusta forma o privarsene, preferendo una soluzione che gli permetterebbe di giocare con maggiore continuità. Juventus ed Hellas al lavoro, Romulo al centro del mercato.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Verona, si pensa a Romulo ma il brasiliano resterà alla Juve
30 dicembre 2014 22:30 Felice Lanzaro

Era arrivato in estate con tanta buona volontà ed una buona stagione alle spalle. Tuttavia, l’avventura di Romulo in bianconero, fino ad oggi, è stata fallimentare. Il centrocampista italo-brasiliano è stato tormentato dagli infortuni che non gli hanno permesso di esprimere a pieno il suo potenziale.

Il giocatore non tornerà a disposizione di Massimiliano Allegri prima di marzo. Nell’ottica del turn-over, sarebbe molto importante per il tecnico livornese data la sua grande duttilità Hellas Verona, che gli permette di occupare varie zone del campo.

Proprio l’Hellas avrebbe pensato di riportarlo in Veneto. Secondo quanto raccolto dalla redazione di SpazioJuve, al momento, però, tale ipotesi non sussiste. Romulo sta continuando il processo riabilitativo, che procede al meglio, e resterà alla Juventus almeno fino a giugno. La sua volontà è quella di proseguire la sua avventura in bianconero anche se non è scontato che a giugno venga riscattato.
Felice Lanzaro (@FeliceLanzaro)

FONTE: SpazioJuve.it


Juventus, intervento ok per Romulo: rientro previsto fra 3 mesi
Intervento riuscito per Romulo, ma il centrocampisa starà fermo almeno tre mesi per recuperare

4 dicembre 2014 19:32 - Consuelo Motta

Lo juventino Romulo ieri si è sottoposto ad un intervento chirurgico per un fastidio a livello pubico-addutorio destro. La Juventus ha reso pubbliche le sue condizioni soltanto nella giornata di oggi tramite un comunicato stampa, rassicurando tutti sula buona riuscita dell’intervento che è stato eseguito dal Prof. Cohen a San Paolo, in Brasile.

L’italo-brasiliano, durante il recupero, sarà seguito dallo staff medico dell’Hellas Verona, squadra che detiene la proprietà del suo cartellino, e lo stop previsto dovrebbe essere di almeno 90 giorni. E’ molto in dubbio il riscatto da parte della Juventus, anche se il giocatore ha più volte detto, di persona e tramite il suo procuratore, di voler rimanere a Torino.

FONTE: CalcioWeb.eu


20:22 | mercoledì 03 dicembre 2014
Ag. Romulo: «Vuole restare alla Juventus, ma...»
Il procuratore dell'esterno di proprietà dell'Hellas Verona

di Silvana Palazzo - twitter: @silvpalazzo

CALCIOMERCATO HELLAS VERONA JUVENTUS ROMULO - Legato ancora all’Hellas Verona, Romulo si è trasferito in prestito con diritto di riscatto alla Juventus, dove però non riesce a lasciare il segno, complici i continui acciacchi fisici. Intervenuto ai microfoni di Radio Bella&Monella durante la trasmissione “Questo è il Verona”, l’agente dell’esterno italo-brasiliano ha parlato degli scenari futuri per il suo assistito: «Non mi piace parlare del futuro, perché nel calcio cambiano tante cose, ma l’idea di Romulo è di giocare nella Juventus e credo che accadrà questo. Penso anche che riuscirà a giocare con continuità a Torino», ha dichiarato Alex Firmino.

IN BILICO - L’agente, però, non preclude alcuno scenario: «Se ci saranno possibilità di cambiare, valuterò, cercando di trovare l’accordo migliore per lui e per la sua famiglia».

FONTE: CalcioNews24.com


Juventus, due brutte notizie: si allunga il recupero di Asamoah, Romulo si opera domani

02/dic/2014 18.09.00
Due infortuni in casa Juventus: Allegri non avrà a disposizione per un po' di tempo nè Romulo nè Asamoah. Il primo si dovrà operare, il secondo è stato operato stamane.
Non arrivano buone notizie dall'infermeria per il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri. Il quale dovrà fare a meno per molto tempo sia del centrocampista ghanese Kwadwo Asamoah che dell'esterno italo-brasiliano Romulo. Le condizioni dei due giocatori sono state indicate dal club piemontese sul proprio sito ufficiale.

Si allungano i tempi di recupero dell'ex-Udinese, che dovrà stare fermo per 3-4 mesi [...]
Operazione che sarà invece necessaria per l'ex-giocatore del Verona, che si è visto veramente poco in campo a causa della pubalgia che lo ha tenuto anche fuori dal mondiale brasiliano 2014 che avrebbe dovuto disputare con la nazionale italiana di Prandelli: "Il calciatore verrà sottoposto domani ad intervento chirurgico a livello pubico-adduttorio dal Prof. Cohen a San Paolo, in Brasile. Il giocatore, di proprietà dell'Hellas Verona, verrà seguito dallo staff medico scaligero, sempre in contatto con i medici bianconeri".

A questo punto non è assolutamente da escludere che la società bianconera, visto l'allungamento dei tempi di recupero dell'esterno ghanese e della necessaria operazione del sudamericano, possa nuovamente intervenire sul mercato già a gennaiop per non mettere in difficoltà il tecnico Allegri, soprattutto se la squadra si qualificherà agli ottavi di finale di Champions League.

FONTE: Goal.com


JUVENTUS, NON C’È PACE PER ROMULO: POSSIBILE NUOVA OPERAZIONE
L'italio brasiliano continua a soffrire di pubalgia; intanto anche Asamoah verrà operato: out almeno tre mesi
Posted on 30 novembre 2014 by Francesco Maria Romano

L’avventura juventina di Romulo, prelevato in estate dall’Hellas Verona con cui aveva disputato un ottima stagione, si è risolta fin qui in un autentico calvario: i problemi fisici che attanagliano l’italo brasiliano lo hanno tenuto per molto tempo lontano dal campo e la situazione pare destinata a non migliorare, almeno per il momento.
Stando a quanto riferito da La Gazzetta dello Sport infatti, in seno alla Juventus si starebbe valutando seriamente la possibilità di un intervento chirurgico per risolvere definitivamente il problema: Romulo soffre di pubalgia (patologia notoriamente ostica da combattere) e mal sopporta il dolore. Per l’ex giocatore del Verona si tratterebbe del secondo intervento nel giro di due mesi, dopo quello subito a causa di un ernia bilaterale.
Chi dovrà senz’altro sottoporsi ad intervento chirurgico è Kwadwo Asamoah: il ghanese verrà operato a Barcellona, dal professor Cugat, per sistemare il problema accusato alla cartilagine del ginocchio sinistro. Per l’esterno mancino si profila uno stop di almeno tre mesi.

FONTE: StopAndGoal.net


Juve, Romulo è un altro caso Isla?
21 novembre alle 20:15
Romulo, centrocampista della Juventus, rischia una nuova operazione all'inguine. L'ex Hellas Verona non sta bene e sente ancora dolore nella zona già operata per via della pubalgia, ma almeno per la gara di domani con la Lazio sarà a disposizione di Allegri. La difficoltà di prevedere gli effettivi tempi di recupero per questo tipo di patologia hanno fatto scattare ugualmente l'allarme rosso nel club di Corso Galileo Ferraris.

ROMULO COME ISLA? - I tifosi bianconeri fanno gli scongiuri e si augurano che la storia di Romulo non diventi simile a quelle di Mauricio Isla e di Simone Pepe, che nel 2012-13 e 2013-14, a causa di una serie infinita i guai fisici, o hanno reso molto al di sotto di quelle che erano le aspettative (Isla, passato in estate al QPR in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 10 milioni pagabili in due anni), oppure, di fatto, si sono resi quasi totalmente indisponibili (Pepe).

AL DI SOTTO DEI REQUISITI PER L'OBBLIGO DI RISCATTO - Arrivato in estate a Torino in prestito oneroso (1 milione di euro) con diritto di riscatto (fissato a 6 milioni di euro pagabili in tre anni), che diventerà obbligatorio se nel corso della stagione il giocatore avrà disputato almeno il 60% delle gare ufficiali, Romulo finora ha disputato tre partite ufficiali in maglia bianconera (due in campionato e una in Champions League).

Su un totale di 15 gare ufficiali sostenute fino a questo punto della stagione, la percentuale di impiego del classe 1987 italo-brasiliano è dunque del 20%, ben al di sotto della soglia dell'obbligo di riscatto.

E' questa, di fatto, la grande differenza fra Romulo e i casi Isla e Pepe: la Juventus, che crede nel giocatore e naturalmente conta ancora molto sul fatto che nel corso della stagione Romulo possa dimostrarsi un acquisto azzeccato, se ciò non avvenisse potrebbe decidere di non continuare a investire su di lui già al termine del primo anno.

FONTE: CalcioMercato.com


SERIE A
Juventus, l'obiettivo di Romulo: "Voglio tornare in Nazionale"
09.11.2014 22.18 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Schierato a sorpresa questo pomeriggio dal 1' contro il Parma, il centrocampista della Juventus Romulo ha commentato la vittoria per 7-0 contro la compagine ducale tramite il sito ufficiale del club bianconero: "Penso di aver disputato una bella partita: non sono ancora al massimo dopo tanto tempo fermo ed era tanto che non facevo partita da titolare. Alla fine, però, è andata bene e spero di poter continuare così".
Successivamente, Romulo parla delle richieste di Allegri prima del fischio d'inizio: "Mi ha chiesto di fare quello che facevo a Verona, ovvero stare lì a centrocampo come mezzala. Abbiamo parlato prima della partita con Pogba accordandoci sullo scambiarci spesso le posizioni, girando un po', anche per creare confusione nella squadra avversaria. E abbiamo fatto bene. Vorrei tornare in Nazionale. E' un sogno, farò di tutto per tornare. Dipenderà dalle scelte di Conte, ma da parte mia farò sempre il massimo".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Calciomercato, da Iturbe a Medel: i flop più costosi della Serie A
Molti degli acquisti più onerosi non stanno rispettando le attese, ecco i peggiori


Matteo Zappalà (@matteobegbie)

06/11/2014 12:29
CALCIOMERCATO ROMA NAPOLI INTER JUVENTUS FLOP COSTOSI SERIE A / ROMA - Il calciomercato estivo ha regalato nella maggior parte dei casi trasferimenti in prestito o acquisti a parametro zero, ma i top club della Serie A hanno comunque deciso di investire in maniera pesante su alcuni colpi importanti. Non tutti, però, hanno avuto l'esito sperato, almeno per il momento.

ITURBE - A guidare la classifica delle momentanee delusioni del campionato c'è senza dubbio Juan Manuel Iturbe. L'ex talento di Porto e Verona è stato acquistato dal club giallorosso per ben 22 milioni di euro ma finora non ha mai convinto in maniera definitiva nello scacchiere di Rudi Garcia, un po' per problemi fisici, un po' per ragioni prevalentemente tattiche.

[...]

ROMULO - Un altro giocatore indicato dalla critica e dai tifosi come un acquisto di grande prospettiva è Romulo, protagonista di una grande stagione scorsa all'Hellas Verona. La Juventus ha superato la concorrenza di diversi club per assicurarselo alla cifra di 1 milione di euro per il prestito e 6 per il riscatto obbligatorio. Le precarie condizioni fisiche dell'italo-brasiliano, però, di fatto hanno pregiudicato il suo totale inserimento nella formazione di Massimiliano Allegri. Per lui, addirittura, si parla di addio a gennaio.

[...]

FONTE: CalcioMercato.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Felicissimo della Juve, aspetta la sua occasione"
10.09.2014 18.58 di Simone Bernabei
Uno dei tanti acquisti della Juventus di quest'estate è stato l'italo-brasiliano Romulo, arrivato dal Verona dopo un ottimo campionato giocato al Bentegodi. Per commentare le prime settimane torinesi di Romulo, TuttoMercatoWeb ha contattato in esclusiva Alex Firmino, l'agente del giocatore: "Romulo è felicissimo della nuova avventura. Ci ho parlato a lungo ieri, si sta allenando benissimo, fisicamente sta bene e quindi posso dire che è davvero felice".
Adesso sogna l'esordio, magari già sabato contro l'Udinese...
"Ovviamente, sogna di indossare per la prima volta la maglia della Juve. Lui però è e rimarrà tranquillo. Non pensa a giocare, per adesso vuole solo lavorare al meglio per farsi trovare pronto quando Allegri lo chiamerà in causa".
Chiudiamo con l'Italia. Dopo l'esperienza pre-mondiale con Prandelli, cosa si aspetta con l'arrivo di Conte?
"Anche in questo caso tutto verrà naturalmente. Se farà bene con la Juve, allora avrà possibilità anche con la Nazionale. Romulo è un giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere, gioca sempre e solo per la squadra e mai per se stesso. Questa caratteristica gli è sempre stata riconosciuta".

SERIE A
Romulo, alternativa low cost a un falso problema
04.08.2014 13.03 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
Non è semplice, per la Juventus, arrivare a calciatori di spessore. Lo è ancora di più se, più di ogni tanto, la rosa viene rimpolpata con alternative interessanti ma che, di fatto, potrebbero essere tranquillamente lasciate ai loro legittimi proprietari, perché non danno quel quid in più alla rosa che dovrebbe essere quasi naturale. È il caso di Asamoah e Isla, pagati circa 32 milioni - in due - ma che solo nel caso del ghanese sono stati soldi spesi bene. E, soprattutto, l'ex Toro si è dovuto reinventare a esterno sinistro di difesa per trovare spazio. Non sono gli unici casi: Padoin a centrocampo, utile perché capace di ricoprire più ruoli, Peluso in difesa, ma anche lo stesso Ogbonna, pagato 15 milioni quando in rosa c'erano già quattro (considerando anche Caceres) difensori di alto livello.

Per Conte c'erano solamente dodici titolari (perché i quattro centrocampisti, Vidal, Marchisio Pogba e Pirlo, potevano essere ricambiabili), gli altri erano delle riserve che venivano inserite quando serviva rifiatare. Però la dirigenza ha sempre preferito potenziare tutta la squadra. Tecnica vincente in Italia, molto meno in Europa, dove non serve avere Nicklas Bendtner come quinto attaccante, bensì Tevez come primo (e magari come terzo).

Ritornando a bomba su Isla, è stato pagato 14,5 milioni di euro per un ruolo, quello del terzino destro, dove c'era già Lichtsteiner. E verrà ceduto in prestito con diritto di riscatto: con gli stessi soldi, circa, arriverà Romulo dall'Hellas Verona, con la possibilità - se diventa titolare - di spendere altri 6 milioni di euro. E se Isla non venisse riscattato dal QPR? Ci sarebbe un sovraffollamento ulteriore sulla destra, sebbene Romulo sia un abile jolly. Insomma, la Juve tenta di avere sempre due alternative simili - però prima ne giocava sempre e solo uno - invece di rinforzare meglio un solo reparto. A questo giro, forse, sarebbe stato meglio investire su un grande acquisto (e non Morata).

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


03.08.2014
«Cara Juve, ti aiuterò a vincere ancora»
Prime parole di Romulo a Torino: «Ho realizzato il sogno che avevo fin da quando ero bambino»

Ha Denilson come modello ma in bianconero spera di seguire le orme di Emerson - due giocatori profondamente diversi - ma del resto Romulo ha fatto della sua duttilità il suo grande punto di forza.
Dopo una trattativa andata un tantino per le lunghe, il 27enne centrocampista di Pelotas (ma naturalizzato italiano) può finalmente indossare la maglia della Juventus.
Prestito oneroso per un milione e riscatto a 6, obbligatorio se l'esterno disputerà almeno il 60 per cento delle gare ufficiali della squadra di Max Allegri. «Sono molto felice di essere qui e darò tutto per aiutare la Juventus a continuare a vincere», le prime parole spese ieri in conferenza stampa. «Ho parlato con Allegri e gli ho detto di essere pronto a giocare in qualsiasi posizione lui mi chieda. Qui ci sono dei bravi giocatori, la società sta rinforzando la rosa e quindi sono sicuro che la Juve continuerà questo cammino cominciato da tanti anni».

Romulo, reduce da una stagione di altissimo profilo con la maglia dell'Hellas, rivela che il fatto di essere diventato bianconero è il punto di arrivo di un lungo percorso.
Non ancora esaurito però. Del resto non è da lui accontentarsi: «Sono cresciuto in una famiglia molto semplice, povera, ma mi hanno insegnato ad avere carattere, a essere uomo, che ci sono cose che i soldi non possono comprare», racconta. «E oggi sto realizzando un sogno, perchè da quando ero piccolo sognavo un giorno di essere qua. Ho fatto tanti sacrifici per arrivarci, ho ricevuto tanti no nella vita ma non ho mai mollato e ora lotterò ancora di più per rimanere qua, fare la storia e aiutare la Juve a vincere».
L'italo-brasiliano sa che «per lo scudetto ci sono molte squadre forti, sicuramente la Juventus è una di queste e vediamo cosa succederà. La nostra mentalità è di vincere ancora uno scudetto».

Durante la conferenza stampa svoltasi a Vinovo non è mancato il riferimento alla dolorosa rinuncia alla nazionale. Ovvero al mondiale brasiliano per il quale Cesare Prandelli l'aveva selezionato: «È stato difficile dire che non ero al massimo, ho pianto tantissimo davanti a lui, sin da piccolo sognavo di giocare un Mondiale un Brasile», la confessione dell'ex centrocampista gialloblù a proposito del dialogo nel quale rivelò al commissario tecnico di non essere a posto fisicamente. «Sì, è stato molto difficile», ha ripetuto il brasiliano. «Abbiamo parlato, mi ha chiesto se stavo bene e siccome i miei genitori mi hanno insegnato a essere sincero, lo sono stato, gli ho risposto che non stavo bene. Prandelli mi ha ringraziato tantissimo e lì ho capito che non potevo far parte di quella rosa».
Sostenute le visite mediche prima alla clinica Fornaca e poi all'Istituto di Medicina dello sport di Torino, Romulo è prontoad aggregarsi alla squadra che parte oggi per il tour in Asia. Il capitolo Hellas è già archiviato.
A.D.P.

FONTE: LArena.it


02/08/2014
Romulo si presenta ai tifosi: “Pronto a fare il jolly, voglio dare il massimo”
Il nuovo acquisto bianconero si candida a coprire tutti i ruoli della fascia destra per il tecnico Allegri: «Terzino, centrocampista o esterno alto. Dove mi mettono, io gioco»

GIANLUCA ODDENINO
TORINO
«Sono disposto a fare tutta la fascia destra: terzino, centrocampista o esterno alto. Io voglio dare il massimo per la Juve e dove mi mettono, io gioco». Romulo Souza Orestes Caldeira, più conosciuto come Romulo, sogna ad occhi aperti nel suo primo giorno di Juve e soprattutto si candida ad essere il jolly del tecnico Allegri. « Ci siamo parlati e sono a sua completa disposizione – sorride l’esterno destro italo-brasiliano -: sono molto felice di essere qui e voglio continuare a crescere per aiutare la Juve a vincere un altro scudetto».

I bianconeri hanno preso Romulo dal Verona in prestito oneroso (1,5 milioni) con un obbligo di riscatto (6,5 milioni) se il nuovo acquisto della Juve giocherà il 60% delle partite ufficiali. «Farò di tutto per la Juve» promette l’azzurro che poteva ritrovare Juan Manuel Iturbe anche a Torino dopo lo strepitoso anno passato insieme sulla fascia destra a Verona. «Iturbe è un ragazzo speciale - dice Romulo, che ha preso il numero 2 - ed uno dei più forti giocatori in circolazione. Lui, però, ha fatto la sua scelta e io la mia: sono due cammini diversi». Si ritroveranno il 5 ottobre, al primo Juve-Roma da avversari.

FONTE: LaStampa.it


Calcio, Romulo: "Voglio aiutare la Juve a vincere in Champions"
02 Agosto 2014 - 16:32
L'esterno ex Verona presentato a Vinovo (ASCA) - Roma, 2 ago 2014 - Dategli una fascia e ne fara' il suo regno. Lui e' Romulo Souza Orestes, ventisettenne esterno arrivato dal Verona alla Juve in prestito con obbligo di riscatto se il giocatore disputera' il 60% delle gare ufficiali. Un feeling cominciato qualche mese fa tra i due club. "Quando ho saputo - racconta Romulo - sono rimasto molto contento, perche' questa e' veramente una squadra vincente".

Con Allegri e' stato chiaro: "Mi ha chiesto in che ruolo preferissi giocare, gli ho risposto che per tutta la fascia destra sono disponibile: terzino, centrocampista, anche largo alto. Da parte mia voglio aiutare la squadra". Anche in Champions? "La mentalita' della Juve e' sempre di vincere tutto, in Europa sappiamo che non e' mica facile, pero' sono sicuro che la Juve arrivera' sicuramente lontano". Una infanzia difficile che gli ha insegnato "ad avere carattere, avere parola, essere uomo. Pero' non ho mai mollato ed essere qui ora e' un sogno".

L'idolo era Denilson, "un attaccante esterno alto a sinistra, molto molto forte", il compagno di squadra da salutare Iturbe. "So che saremmo potuti essere insieme alla Juve ma lui ha fatto un'altra scelta". La delusione il non aver giocato il Mondiale: "E' stato molto difficile, abbiamo parlato un po' con Prandelli - dice - lui mi ha chiesto se stavo bene. Sono stato sincero con lui, ho detto che non stavo bene, che avevo quel dolore, mi ha ringraziato ed ho capito che non sarei partito". Adx

FONTE: Asca.it


Calcio, Romulo: Oggi realizzo un sogno, ho fatto tanti sacrifici, vengo da famiglia povera
2 agosto 2014
"Sono cresciuto in una famiglia povera, mi hanno insegnato ad essere un uomo, non ci sono soldi che ripagano queste cose. Oggi sto realizzando un sogno, quando ero piccolo sognavo un giorno di essere qui". Così si è espresso il nuovo acquisto della Juventus Romulo nel giorno della conferenza stampa di presentazione. "Ho fatto tanti sacrifici, non ho mai mollato e ora lotterò molto di più per rimanere qui, fare la mia storia e aiutare la Juve a vincere ancora di più - ha aggiunto l'esterno proveniente dall'Hellas Verona

FONTE: LaPresse.it



Ufficiale: Romulo alla Juventus
Postata il 02/08/2014 alle ore 13:28
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo con diritto di riscatto, le prestazioni sportive del calciatore Souza Orestes Caldeira Romulo alla società Juventus FC.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
La grande occasione di Romulo. Allegri adesso ha il suo jolly
02.08.2014 08.30 di Simone Bernabei
Romulo Souza Orestes Caldeira, per gli amici semplicemente Romulo, è un nuovo giocatore della Juventus. Arrivato in Italia per mano di Pantaleo Corvino da sconosciuto, il brasiliano naturalizzato italiano si è guadagnato i titoli dei giornali grazie al lavoro e al low profile. Per l'ambientamento sono serviti due anni a Firenze, poi l'esplosione definitiva all'Hellas Verona. Quindi la Juventus, la grande occasione. Esterno d'attacco, terzino o interno di centrocampo, Romulo fa della corsa e della facilità d'inserimento le sue armi migliori. Ha firmato un contratto quadriennale con opzione per il quinto, e il suo arrivo libera Mauricio Isla che presto si accaserà al QPR. Per oggi sono attese le ultime visite mediche, quindi l'ufficialità e la presentazione alla stampa. Poi, l'avventura di Romulo in bianconero prenderà ufficialmente il via con la partenza per la tournée asiatica degli uomini di Allegri.

È IL GIORNO DI
E' il giorno di... Romulo
31.07.2014 07.30 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
La storia di Romulo Souza Orestes Caldeira è la riprova che nel calcio, con volontà e duro lavoro, si possono raggiungere grandi traguardi. Il brasiliano nato a Pelotas nel 1987 è approdato in Italia nell'estate 2011 grazie alla Fiorentina come il più illustre degli sconosciuti. Un anno difficile sotto la gestione Mihajlovic-Rossi e uno di rilancio assoluto con l'arrivo di Vincenzo Montella in viola. L'esplosione vera e propria, però, è arrivata solo lo scorso anno a Verona. Mandorlini fa del centrocampista brasiliano il vero e proprio jolly della squadra. Corsa, inserimento, applicazione tattica e visione della porta hanno reso Romulo, quello che un tempo era un vero e proprio oggetto misteriore, un fattore determinante in Serie A. Per questo motivo il suo nome è finito sui taccuini delle grandi d'Italia e non solo. Per questo la Juventus lo ha voluto fortemente. In queste ore il colore della maglia e della storia calcistica di Romulo diventerà bianconero. A Torino, per un operaio del pallone come lui, sarà finalmente consentito di sognare.

SERIE A
Juventus, Marotta: "Romulo con noi nella tournée asiatica"
30.07.2014 20.49 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Parole importanti a SkySport di Giuseppe Marotta nel prepartita di Cesena-Juventus, amichevole in corso di svolgimento allo stadio Manuzzi, in merito a Romulo: "Penso che il giocatore partirà con noi per la tournée asiatica. Contatti con il Verona anche nel pomeriggio. Contiamo di definire tutto nei prossimi giorni".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Juve, Romulo in stand-by. Ma il giocatore vede solo bianconero
30.07.2014 15.55 di Simone Bernabei
Il futuro di Romulo è ancora incerto. Il centrocampista del Verona, dopo l'ottima stagione al Bentegodi, ha attirato su di se l'interesse di tantissime squadre, Juventus su tutte. Nelle ultime ore si è registrato un sondaggio da parte di un club spagnolo che ha rallentato la trattativa fra Verona e Juve. Tutto rimandato, però, perché secondo quanto raccolto da TMW il giocatore vuole soltanto la maglia bianconera. Un accordo di massima fra Romulo e i dirigenti bianconeri è già stato trovato da tempo, ma ancora manca qualcosa fra i club. Nelle prossime ore ci saranno altri incontri, altre telefonate, fra le tre parti in causa per tentare di sbrogliare la situazione. Ma per ora l'insidia spagnola per la Juventus è lontana. Romulo vuole fortissimamente la maglia bianconera e come spesso succede in questo tipo di operazioni la volontà del giocatore può risultare determinante.

SERIE A
Juventus, slitta Romulo: il Verona valuta un'offerta spagnola
30.07.2014 11.59 di Pietro Lazzerini
Slitta l'accordo per quanto riguarda il passaggio di Romulo alla Juventus. Mentre il giocatore continua a trattare con i gialloblu per risolvere gli ultimi problemi prima di lasciare la squadra di Mandorlini, nelle ultime ore sarebbe arrivata un'offerta più vantaggiosa dalla Spagna, tanto da far frenare la trattativa con gli scaligeri pronti a rivalutare la situazione. I bianconeri cercheranno di chiudere l'accordo entro 48 ore, per evitare che dalla Liga, l'insidia si trasformi in beffa. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

21:00 | 27/07
Sky - Hellas Verona, Romulo lascia il ritiro: Juventus vicinissima
La conferma arriva anche dalle parole dell'allenatore Mandorlini.

CALCIOMERCATO VERONA MANDORLINI ROMULO - Rômulo Souza Orestes Caldeira, noto più semplicemente come Rômulo, calciatore brasiliano naturalizzato italiano, centrocampista ma anche terzino destro ed esterno offensivo classe 1987 di proprietà dell'Hellas Verona, riscattato in questo mercato dalla Fiorentina, è molto vicino a diventare un nuovo calciatore della Juventus.

LE ULTIME - Romulo oggi ha assistito all'allenamento dei suoi compagni dalla panchina e ha guardato l'amichevole Verona-Rubin Kazan dalla tribuna. Stando a quanto riferito da "Sky Sport" il giocatore questa sera lascerà il ritiro e tornerà a Verona in attesa della fumata bianca (Hellas e Juventus sono molto vicine all'accordo per il passaggio in bianconero dell'italo-brasiliano). Nel finale di gara, l'allenatore Mandorlini ha confermato la notizia. Romulo dunque è molto vicino a diventare il quinto acquisto della Juventus di Allegri.
by Antonio Parrotto

FONTE: CalcioNews24.com

Hellas Village - L'abbraccio per Romulo

SERIE A
Verona, Romulo saluta Firenze: "Anni splendidi, voglio vedere in alto la Viola"
15.07.2014 17.44 di Simone Bernabei
Il centrocampista del Verona Romulo, dopo essere passato ufficialmente al club scaligero dalla Fiorentina, ha scelto i microfoni di FirenzeViola per salutare Firenze ed i tifosi della società viola: "I miei due anni a Firenze sono stati bellissimi, ho ricevuto davvero tanto da parte dei tifosi viola fin dal primo momento in cui sono arrivato e questo non lo scorderò mai. Ci sono due momenti che però preferisco più di tutti: il mio approdo a Firenze ed il gol contro il Torino del 4-3 di un anno e mezzo fa, quando vincemmo quasi allo scadere. Un saluto a Firenze? Faccio i miei più cari saluti con tutto il mio cuore: ringrazio veramente tutti i tifosi viola per tutto quello che mi hanno dato sia con la loro spinta che con il loro amore e fiducia. Futuro per la Fiorentina? È ancora presto per dirlo: dobbiamo aspettare che finisca la finestra di mercato. Mi piacerebbe che la Fiorentina potesse rimanere tra le grandi e sulla stessa via degli ultimi due anni ancora a lungo!".

SERIE A
Romulo, la metamorfosi dello sconosciuto diventato big
15.07.2014 08.30 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Romulo è tutto del Verona, il mistero è stato risolto. Addio Fiorentina, che l'ha scoperto che era praticamente uno sconosciuto. Un'intuizione di Pantaleo Corvino, che per la verità non aveva convinto a prima vista i tifosi: una discreta tecnica di base e tanta voglia di fare a cui mancava una certa disciplina tattica che aveva storcere il naso ai più. La stagione anonima dell'era Mihajlovic non aveva poi aiutato, meglio l'anno successivo nonostante la burrascosa stagione della squadra: più presenze e qualche gol, ma con l'avvento di Vincenzo Montella tutto è cambiato: il tecnico gli ha fatto capire che non ci sarebbe stato spazio per lui, ed ecco arrivare l'opportunità di una squadra neopromossa ma allo stesso tempo ambiziosa e con un seguito notevole. A Verona il brutto anatroccolo si è trasformato in cigno, diventando titolare inamovibile: incredibile jolly e buon realizzatore: Prandelli se ne è innamorato e l'ha fatto diventare italiano. Gli allenatori di Serie A si sono accorti di lui e gli fanno la corte: Juventus e Milan su di lui, a Verona si sfregano le mani e sognano una plusvalenza in stile Iturbe. E per il brasiliano arrivato da sconosciuto in Italia potrebbe presentarsi l'occasione della vita. Se la meriterebbe tutta.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Ufficiale: Romulo è tutto gialloblù
Postata il 14/07/2014 alle ore 20:55
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica di aver esercitato il diritto di riscatto, a titolo definitivo, delle prestazioni sportive del calciatore Romulo Souza Orestes Caldeira dalla ACF Fiorentina.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


18:30 | 02/07
Esclusiva - Ag. Romulo: «Stiamo limando alcuni dettagli ma arriverà la firma. Sul futuro vi dico...»
Si è risolto l'intrigo riguardante il laterale italo-brasiliano Romulo che si appresta a tingersi ancora di gialloblu, anche se a tempo determinato. Proprio in questi istanti i legali del Verona sono al lavoro per siglare il nuovo accordo, particolare che siamo riusciti ad apprendere intercettando in esclusiva l'agente Alex Firminio che apre ad una prossima cessione del suo assistito.

Romulo e il Verona, accordo raggiunto?
"Stiamo parlando ora con il Verona, con il direttore Sogliano. Manca ancora qualcosa".

Qualche dettaglio economico?
"Si, non è la mia parte, di questo si occupano gli avvocati. Siamo tranquilli, firmiamo oggi".

Siete contenti dell'accordo con il Verona?
"Romulo è contento perchè il Verona gli ha dato una grossa opportunità, adesso però credo che dovremmo parlare con altre squadre".

Potrebbe arrivare una cessione, con Roma e Juventus in prima fila?
"Ci sono tante squadre, non mi piace fare i nomi senza una cosa giusta. Adesso parlerò con i club, ascolterò le offerte. E' una cosa normale nel calcio, si ascoltano eventuali interessamenti e poi si cerca di fare la cosa giusta per il club e per il ragazzo".

L'obiettivo è quello di fare la Champions League?
"Io non penso che il Verona sia un club meno importante, facciamo questo contratto con il Verona e poi vediamo. E' normale che tutti sognano di giocare in Champions League, lo vedo pronto adesso. Dobbiamo parlare tutti insieme, con Romulo e Sogliano. Aspettiamo comunque un'offerta reale e concreta".
by Daniele Longo

FONTE: CalcioNews24.com


11:11 | 01/07
Romulo - Verona: rinnovo ok, poi il mercato
Il giocatore dovrebbe rinnovare con gli scaligeri, ma per lui è ancora duello Juve - Roma

CALCIOMERCATO FIORENTINA VERONA ROMULO ROMA JUVENTUS - Se tutto va come deve andare, in questi giorni è possibile il rinnovo e quindi la permanenza di Romulo al Verona. La situazione del giocatore italo-brasiliano è abbastanza complessa: tecnicamente sarebbe ancora in prestito dalla Fiorentina, ma l'Hellas ha l'accordo per il riscatto e, stando alle ultime, ora anche quello per il rinnovo contrattuale del giocatore, in scadenza l'anno prossimo. All'orizzonte duello tra Juventus e Roma...

ROMULO E ROMA - Già, perchè il giocatore dovrebbe rinnovare, ma probabilmente non per rimanere a Verona: sull'esterno c'è da parecchio tempo la Roma e poi anche la Juventus. Per il momento è presto per parlare di futuro comunque: Romulo prima dovrà rinnovare con gli scaligeri: entro il fine settimana forse ci saranno delle novità in questo senso, vedremo.
by Michele Ruotolo

FONTE: CalcioNews24.com


Romulo verso un top club! Per l’Hellas Verona sarà difficile trattenerlo
Posted on luglio 1, 2014 by Francesco Torres
Senza traslocare di molto ha spostato i giudizi: una volta arrivato a Firenze, Romulo affittò un appartamento in zona Campo di Marte, vicino a Coverciano, e poi trasferì in campo le sue doti di corsa e dinamismo, apprezzate senza grande enfasi.

Era l’estate del 2011, Corvino, allora d.s. viola, pensava di farne un pezzo utile nell’arredamento dell’ultima Fiorentina di Mihajlovic. In una stagione complicata, sistemò 10 presenze in campionato, senza reti. L’anno dopo, con Montella architetto della nuova squadra, Romulo raddoppiò le uscite (20 partite, 2 gol) ma sempre senza convincere gli scettici: nel centrocampo dei palleggiatori viola veniva considerato uno scatolone da smaltire.

Una stagione (la scorsa) in prestito al Verona conclusa con il ritorno a Coverciano (stavolta inteso come centro tecnico federale, nel gruppo dei 30 azzurri pre-mondiali) ne ha stravolto l’immagine: Romulo non era più un giocatore di soli polmoni, godeva ora anche di piedi buoni e visione della porta (con Mandorlini, 6 gol e 8 assist). Caso arrivato all’Hellas in prestito con diritto di riscatto della metà e con un contratto in scadenza 2015, gli exploit ripetuti ne hanno fatto un caso: che se ne fa ora di Romulo?

Idea Verona: lo riscattiamo a tre e mezzo e gli prolunghiamo l’accordo alle nostre condizioni. Idea Fiorentina: se torna da noi, gli prolunghiamo l’accordo alle nostre condizioni. Idea Romulo ed entourage: chiedere un ingaggio da top-player o arrivare in scadenza. L’imprevisto è servito ed è probabile che se ne esca solo con l’arrivo di un top club, disposto all’affare. Fiorentina e Verona dovevano (formalmente) trovare un accordo entro la mezzanotte di ieri, quando è suonato il gong dei prestiti. Il club viola si è però detto disposto a un’intesa con l’Hellas anche oltre i termini stabiliti dalla burocrazia. Il nodo resterà: difficile che Romulo accetti di rinnovare a condizioni diverse da quelle studiate a tavolino con l’agente (in senso letterale: anche ieri i due erano a pranzo insieme in Brasile). Si aspetta solo che un top club arrivi e «presti» le sue attenzioni

FONTE: Cyber-Tecno.com


ALTRE NOTIZIE
David Guetta: "Un inspiegabile caso di mercato"
01.07.2014 06.52 di Redazione TMW.
Fonte: Davidguetta.it
Ma perché il Verona non ha esercitato il diritto di riscatto su Romulo?
Difficile pensare che valga meno dei 3,5 milioni di euro previsti per il suo cartellino e quindi non si capisce perché non lo abbia preso per poi rivenderlo a qualche altra società che parrebbe davvero esserci per non meno di 5/6 milioni.
La Juve? La Roma?
Può essere e d'altra parte se chiedono 20 milioni per Ibarbo, nel mondo del calcio ci può stare davvero tutto.
C'è qualcosa che sfugge in questo affare e comunque adesso la palla torna alla Fiorentina, che dovrebbe procedere alla vendita senza farsi sfiorare dalla tentazione di tenerlo per farne uno dei cardini del prossimo centrocampo.
Gran corridore, ragazzo d'oro, certamente al di sopra della scarsa considerazione avuta nei suoi primi due anni a Firenze, ma con tutto il rispetto un Romulo titolare della prossima formazione viola sarebbe un segnale non proprio incoraggiante per le nostre ambizioni da Champions.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


18:45 - Domenica 29 giugno 2014
L’Hellas Verona non riscatterà Romulo. Occasione per il Napoli?
Romulo Souza Orestes Caldeira, più semplicemente noto come Romulo, è stato uno dei giocatori migliori del nostro campionato ed artefice della straordinaria stagione dell’Hellas Verona. Proprio i giallo blu però non hanno intenzione di riscattarlo, come detto dal suo procuratore, e tornerà a Firenze dove si scatenerà un’asta, nel vero senso della parola, tra i club che vorranno portarselo a casa.

L’italo brasiliano è un giocatore eclettico, in grado di ricoprire più ruoli e più posizioni in campo; nasce come centrocampista di fascia ma nel corso della sua carriera si è adattato al centro del campo e, nell’ultima stagione, ha fatto anche il terzino destro, ruolo che ne risalta le qualità. Con il Verona in 32 presenze quest’anno ha realizzato 6 reti, fornendo ben 8 assist; numeri che hanno attirato l’attenzione dell’ormai ex CT azzurro Cesare Prandelli, che lo portato nei 30 pre convocati e voleva farne uomo chiave della sua formazione in Brasile se non fosse stato per una scelta personale del giocatore, che ha dichiarato all’allenatore di sentirsi “solo” al 75% della forma fisica e di voler lasciare spazio a chi stava meglio. Grande carattere quindi oltre che a ottimi mezzi tecnici.

Diverse squadre vogliono portarlo nella loro rosa e potrebbe essere un’occasione da sfruttare per il Napoli, visto che la dirigenza azzurra è alla ricerca di un terzino destro per sostituire un Maggio ormai con le valigie in mano; grazie alla sua polifunzionalità, Rafa Benitez potrebbe utilizzarlo come vice Inler o vice Jorginho e come alternativa ai sempre partenti Valon Behrami e Blerim Dzemaili.

L’Hellas avrebbe con la Fiorentina il diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni, esborso che i veronesi non sono intenzioni a compiere; il prezzo si aggirerebbe quindi intorno ai 5-6 milioni ma, sempre il procuratore, ha fatto sapere che si baseranno su due princìpi per sedersi al tavolo delle trattative: contratto e soprattutto titolarità. Condizioni che il Napoli può sicuramente garantire dato l’esborso minimo per il cartellino e la mancanza di giocatori di valore in quel ruolo. SpazioNapoli.

FONTE: CalcioNapoliBlog.it


Un anno a dire, 'ma Romulo non era meglio averlo tenuto?'..e adesso...
Pubblicato il: 29 Giu 2014 Autore: Gianluca Bigiotti - Redazione Fiorentina.it
Romulo Verona Fiorentina Un anno a dire: “Ma Romulo non era meglio se lo avevamo tenuto?”. Gran parte del popolo viola ha passato così lunga parte della stagione quando dinanzi alla tv si trovava a dover quasi rimpiangere la partenza dell’italo brasiliano Orestes Caldeira Romulo.

‘Romulino’ per molti, in tono affettuoso, lui che con i piedi fin da subito aveva dimostrato di non essere certo un fenomeno ma con due polmoni grandi e tanto spirito di sacrificio e impegno. Quello non era mai mancato neanche a Firenze. Ma quest’anno Romulo è stato tutta un’altra cosa. 6 gol e 8 assist per lui nella stagione dei miracoli dell’Hellas, con una caratteristica che è balzata subito all’occhio: Romulo batte i calci d’angolo e le punizioni. E dire che a Firenze quando andava al cross partivano quasi sempre i fischi perché quel pallone non si alzava praticamente mai. Cross di Romulo, e palla ribattuta. Più o meno era sempre o quasi andata così nei suoi 2 anni di Fiorentina conditi da 34 presenze, 2 reti e 2 assist. A Verona, come detto, il rendimento che non ti aspetti, così come il suo ritorno a Firenze quando ormai tutto sembrava già fatto verso il rimpianto.

E adesso la clamorosa possibile svolta che non ti aspetti. Il Verona non riscatterà Romulo per i 3 milioni di euro pattuiti un anno fa quando Romulo arrivò in Veneto in prestito con diritto di riscatto. E Romulo farà ritorno a Firenze. Il suo valore di mercato è schizzato alle stelle rispetto ad un anno fa quando già quei 3 milioni sembravano tantissimi. Adesso vale sui 7-8 milioni di euro e su di lui c’è stato l’interessamento anche di Juventus, Roma e Milan. E il quesito torna improvvisamente di moda: Che si fa con Romulo? Montella d’altronde lo ha conosciuto molto bene nel suo primo anno da allenatore viola, e se lo ha lasciato partire una volta è probabile che lo faccia anche una seconda. E dopo aver passato una stagione a dire: ‘ma non era meglio tenerlo?’ adesso il dilemma si fa ancora più grande. Tenerlo o cederlo per incassare un po’ di soldi? Altro dilemma per il tifo viola, e non solo, dopo il 'ma quanto vale Cuadrado?'.

FONTE: Fiorentina.it


16:07 | 29/06
Fiorentina, da scarto a tesoro: la storia di Romulo
Il Verona non lo riscatterà: per lui ritorno in viola

CALCIOMERCATO ROMULO FIORENTINA - Da scarto a tesoro. È la storia di Romulo Souza Orestes Caldeira, centrocampista brasiliano classe '87. Scarto, per Vincenzo Montella, non lo è mai stato, ma alla fine della scorsa stagione, dopo lo scarso minutaggio trovato in viola, Romulo ha chiesto di essere ceduto, per giocare con continuità.

RITORNO - L'anno in Veneto ha fatto molto bene al brasiliano, che ha attirato su di sé gli occhi delle big di A (Roma e Juventus) ed estere, tra cui anche il Psg. Secondo quanto rivelato da 'La Nazione', adesso Romulo è diventato un vero e proprio tesoro della Fiorentina: il Verona, complice anche la difficoltà nel trovare un'intesa con il suo entourage, non riscatterà il giocatore per la cifra (3.5 milioni di euro) già stabilita con i viola. E partirà, a meno di clamorose sorprese, con la squadra di Montella per il ritiro a Moena. Nel frattempo, Pradè e Macia valuteranno il da farsi: potrebbe essere sacrificato, ma anche restare al Franchi.
by Giovanni Maffeis

FONTE: CalcioNews24.com


L’Hellas Verona non riscatterà Romulo
Il futuro di Romulo è una delle priorità in casa Verona, insieme a quella di Juan Manuel Iturbe. Secondo Alex Firmino, agente del calciatore italo-brasiliano in prestito dalla Fiorentina, Romulo lascerà definitivamente il club gialloblù.
Questo quanto raccontato dal procuratore sudamericano ai microfoni di HELLAS LIVE

L’Hellas Verona ha riscattato Romulo dalla Fiorentina?
-In realtà loro non l’hanno riscattato e non lo riscatteranno, perché la società (Hellas Verona, ndr) ha fatto sapere che sarebbe difficile acquistarlo della Fiorentina e trovare l’accordo col calciatore-.

Il riscatto era stato pattuito a 3 milioni di euro col club viola, conferma?
-Il diritto di riscatto è fissato a 3.5 milioni per l’intero cartellino del giocatore-.

Conferma l’offerta triennale da parte del club di via Belgio per Romulo?
-L’offerta c’è stata, ma non ci ha molto soddisfatti. Io devo pensare al bene e al futuro di Rômulo, questo giocatore è un grande professionista che si è sempre comportato nel migliore dei modi, e quindi merita la giusta valorizzazione. Nonostante il mancato accordo con il Verona c’è un ottimo rapporto e una grande stima reciproca. Saremo sempre grati per l’opportunità che ci ha concesso questa società, principalmente Sogliano, che ha creduto in Rômulo, e Mandorlini, che non ha esitato a dare fiducia al giocatore-.

Su Romulo ci sono Juventus e Roma. Chi è in vantaggio?
-In realtà ci sono anche altri club che vogliono Rômulo, però se devo parlare di queste due squadre, dico che me piacciono entrambe. Tutto dipenderà del progetto che ci proporranno – ha spiegato l’agente a HELLAS LIVE – dobbiamo ragionare in questo modo: lui sta giocando benissimo e sarebbe un peccato andare a recitare un ruolo da comprimario e magari finire in panchina. Non esiste un contratto che consegni la certezza di essere sempre titolare, però dobbiamo studiare con attenzione tutte le varie possibilità-.

Il valore di mercato di Romulo è vicino ai 10 milioni?
-Il valore dipende dalla squadra che lo acquisterà. Ho in testa quanto vale Rômulo oggi, però non lo posso dire agli altri…-.

FONTE: HellasLive.it





21:20 | 10/06
Hellas Verona, agente Romulo: «Tutta la verità sulla mancata convocazione al Mondiale»
ITALIA PRANDELLI ROMULO - Rômulo Souza Orestes Caldeira, noto più semplicemente come Rômulo, calciatore brasiliano naturalizzato italiano, è stato inserito da Prandelli nella lista dei 30 pre-convocati per il Mondiale brasiliano ma il jolly del Verona ha dovuto rinunciare alla convocazione a causa delle sue non perfette condizioni fisiche. Il suo agente, Adriano Di Vittorio, collaboratore dell’agente brasiliano Alex Firmino, ha parlato a "Calciomercato.com", della mancata convocazione al Mondiale e anche del suo futuro.

IL FUTURO - Queste le parole di Di Vittorio sul futuro del suo assistito: «Sappiamo che la Roma é un club che stima il calciatore e certamente, dopo la stagione entusiasmante dei giallorossi, ritengo sarà ancora protagonista la prossima stagione. È da valutare quanto peserà l’impegno in Champions, ma è un club importante. Il mercato peró è lungo, è ancora tutto aperto».

IL 'GRAN RIFIUTO' - Questa invece la ricostruzione dell'agente sulla rinuncia di Romulo al Mondiale: «I test con il resto dei 30 selezionati avevano lasciato ben sperare cosí come la piacevole e cordiale accoglienza che gli é stata rivolta durante tutto il periodo trascorso con la selezione A poche ore dalla diramazione della lista definitiva dei 23 selezionati si é intrattenuto con Mister Prandelli poiché purtroppo non era ancora riuscito a risolvere definitivamente una infiammazione agli adduttori e venendo a conoscenza che Mister Prandelli lo avrebbe inserito nella selezione in partenza per il Brasile, Rômulo si é dimostrato per l’ennesima volta un uomo di valore, onesto e corretto, del resto l’affidabilitá e la responsabilitá gli é stata sempre riconosciuta ed ammirata durante il suo percorso sportivo e di vita. A malincuore e con grande emozione ha comunicato al Ct che non sarebbe stato corretto far parte della squadra non essendo al 100% e onestamente contrario ai propri principi morali ed etici dover far star a casa un suo compagno che é in migliori condizioni fisiche e che puó apportare un contributo di alto livello che tutti si attendono da coloro che verranno selezionati».
by Antonio Parrotto

20:04 | 09/06
Hellas Verona, Mandorlini: «Romulo? Grande uomo oltre che grande calciatore»
Il tecnico gialloblù ha commentato il gesto dell'italo-brasiliano

SERIE A HELLAS VERONA MANDORLINI - E' già al lavoro in vista della prossima stagione l'Hellas Verona di Andrea Mandorlini, formazione che con tutta probabilità potrà contare anche nella prossima annata su Romulo, calciatore che non parteciperà a Brasile 2014 per un problema fisico che lo stesso calciatore ha evidenziato. Un commento sulla questione è stato fornito dal tecnico della formazione veneta Mandorlini, ecco le sue parole riportate da HellasNews24.com: «L'esclusione volontaria di Romulo dai 23 della Nazionale non mi ha sorpreso. Conosco il ragazzo, è oltre un mese che si porta dietro questo problema fisico. Cercavamo di raggiungere l'Europa League e già allora Romulo non stava bene. Molti hanno detto che si stava risparmiando per il Mondiale, ma non lo farebbe mai, è una persona seria e onesta».

LE PAROLE DI MANDORLINI - Continua il tecnico gialloblù: «Quanti avrebbero fatto quello che ha fatto lui? Ancora prima di essere un grande calciatore, è un grande uomo. Romulo veniva dalla Fiorentina, dove non stava bene, mentre con noi ha fatto un grande campionato. Per un allenatore, avere un calciatore così disponibile è importantissimo. Per lui ci saranno nuove occasioni con la Nazionale, è ancora giovane e ha tanta strada davanti a sé. Se sta bene è senza dubbio un calciatore degno dell'Italia».
by Massimo Balsamo

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Romulo: "Potevo fingere, ma la verità è una strada migliore"
02.06.2014 17.07 di Simone Bernabei
Fonte: esclusiva di @RaffaellaBon
Il centrocampista del Verona Romulo, escluso all'ultimo momento dalla lista dei 23 di Cesare Prandelli, ha commentato in esclusiva per TuttoMercatoWeb i motivi che lo hanno lasciato fuori dalla carovana azzurra in partenza per il Brasile: "Il Ct 4/5 giorni fa mi ha chiamato dicendomi che sarei rientrato nei 23. Poi però mi ha chiesto come stavo fisicamente, e io con molta sincerità, con le lacrime agli occhi, gli ho detto che sapevo che la mia risposta mi sarebbe costata caro. Non mi sembrava giusto, però, andare in Brasile al 70% al posto di qualcuno che stava bene al 100%. Sono stato sincero, avrei potuto nascondere il dolore per 4 o 5 giorni, ma ho preferito dire la verità. Sono molto contento della mia scelta e so che tutto alla fine andrà bene. Ovviamente mi dispiace, ma dicendo la verità sono tranquillo e fiducioso che accadranno altre cose buone per me".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Ragazzo onesto. Futuro? Ci sono tante possibilità"
02.06.2014 14.51 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Ai microfoni di Tuttomercatoweb l'agente di Romulo, Alex Firmino, commenta l'esclusione del suo assistito dai Mondiali: "Dispiace molto, il ragazzo aveva un fastidio fisico e rischiava di essere un problema per il Mondiale. Del fatto che fosse al 70% era la verità e Romulo è un ragazzo onesto. E' grato comunque a Prandelli per la fiducia che gli ha concesso. Ovviamente era molto dispiaciuto, ma noi crediamo che il lavoro alla fine pagherà. Si volta pagina, adesso vediamo se tornerà alla Fiorentina o al Verona".

Si parla anche di Juventus
"Adesso è difficile da dire. Ci sono tante possibilità e l'idea era quella di aspettare il Mondiale dove poteva crescere ulteriormente. In ogni caso valuteremo dopo il torneo".

SERIE A
Italia, Romulo si autoestromette dai 23: "Non ero al massimo e non era giusto"
02.06.2014 10.53 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Romulo, centrocampista dell'Hellas Verona, ha confidato al Corriere della Sera di essersi autoescluso dalla lista degli azzurri che voleranno ai Mondiali per il problemino fisico che l'ha condizionato durante il finale di campionato: "Prandelli mi aveva inserito tra i 23. Gli ho risposto che ero al 70 per cento: non mi sembrava giusto che un compagno restasse fuori stando bene".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ROMULO ESCLUSO, HA RINUNCIATO LUI AL MONDIALE.
"IO AL 70%, MEGLIO DARE SPAZIO A CHI STA BENE"

Lunedì 2 Giugno 2014
ROMA - "Il ct mi aveva inserito tra i 23, ma gli ho risposto che sono al 70%. Non è giusto che uno che sta bene dovesse restare fuori". È la confessione di Romulo, escluso dalla lista dei convocati di Prandelli per il Mondiale. Ma per sua scelta personale. Il centrocampista brasiliano naturalizzato italiano proprio per far parte della comitiva azzurra che volerà in Brasile.

Il Ct lo aveva scelto ma di fronte al rifiuto di Romulo ha accettato esternando però il suo dispiacere. Fu proprio Prandelli a spingere molto per naturalizzare il calciatore oriundo del Verona, salvo doverci rinunicare sul più bello. Un bel gesto quello di Romulo, che ha lasciato spazio a chi considerava più pronto di lui.

FONTE: TGGialloBlu.it


Ag. Romulo a VN: “Fiorentina è stata poco chiara”
Pubblicato il 22 maggio 2014 11:25
La situazione contrattuale relativa è Romulo è molto delicata. L’Hellas Verona ha un diritto di riscatto sul giocatore, in un anno però è cambiata la valutazione e la Fiorentina sta pensando di trovare un accordo, in caso di cessione di Cuadrado.

Se infatti il colombiano dovesse lasciare Firenze, Romulo (che oggi compie 27 anni) potrebbe essere una valida alternativa.

Violanews.com ha contattato in quest’ottica l’agente dell’italo-brasiliano, Alex Firmino che ha fatto capire di non essere pienamente d’accordo con la linea della Fiorentina: “Non ho parlato con Pradè e devo dire che la Fiorentina poteva essere più chiara, secondo me non dovevamo arrivare a fine maggio, si doveva chiarire prima la situazione. Ho parlato soltanto con il Verona, con Sogliano e lui mi ha confermato la volontà del club di riscattare Romulo. Penso e spero che ci saranno novità durante la prossima settimana, avremo altri incontri con il Verona e la Fiorentina dovrà farsi viva”.

Sul Mondiale (Romulo è stato pre-convocato e, a meno di sorprese, farà parte dei definitivi 23), Firmino ha rilasciato queste dichiarazioni: “Per tutti noi è una grande gioia, Romulo è un professionista molto serio e Prandelli fa bene a puntare su di lui. Ha avuto un’infanzia difficile, è partito dal basso e – anno dopo anno – si è costruito un’ottima reputazione. Adesso lavora per fare l’ultimo salto di qualità e disputare un grande Mondiale”.
NICCOLO’ GRAMIGNI

BV 1987: Un brasiliano poliedrico
Pubblicato il 22 maggio 2014 09:05
Rômulo Souza Orestes Caldeira, noto più semplicemente come Rômulo, nasce a Pelotas il 22 maggio del 1987. Calciatore brasiliano con passaporto italiano, inizia la sua carriera come terzino destro o esterno in un centrocampo a cinque. Nel corso del mese di giugno del 2011 è acquistato dalla Fiorentina per 2,5 milioni di euro e firma con i viola un contratto quadriennale. Nella sua prima stagione a Firenze vive la difficile situazione tecnica della squadra riuscendo a mettere insieme dieci presenze, mentre nella successiva indossa la maglia viola in venti occasioni in campionato – realizzando anche due reti – e quattro volte durante la Coppa Italia. Si ricorda soprattutto per una gara nel finale della scorsa stagione nella quale realizza in maglia viola il goal decisivo della vittoria di un rocambolesco 4 a 3 contro il Torino. L’ottimo rendimento da centrocampista nella stagione appena trascorsa nella quale ha militato in prestito con l’Hellas Verona, gli ha fatto guadagnare l’inserimento da parte del Commissario Tecnico della Nazionale Cesare Prandelli, prima nello stage a Coverciano lo scorso aprile, e, successivamente, l’inserimento nella lista dei 30 in vista della preparazione per il mondiale brasiliano. Da terzino a esterno d’attacco, o interno di centrocampo felice compleanno a questo poliedrico brasiliano, con l’augurio che, con la sua presenza, contribuisca a colorare un po’ di viola i prossimi mondiali.
Patrizia Iannicelli – MuseoFiorentina.it

FONTE: ViolaNews.com


#RoMundial: primo allenamento con la Nazionale
Postata il 20/05/2014 alle ore 18:45
COVERCIANO - Ecco il primo allenamento del centrocampista gialloblù, Romulo, impegnato nel ritiro della Nazionale Italiana presso il centro tecnico federale di Coverciano.

#RoMundial
Ufficio Stampa

Nazionale #RoMundial inizia l'avventura
Postata il 19/05/2014 alle ore 19:10
VERONA - Il centrocampista gialloblù, Romulo, insieme agli altri 29 pre-convocati dell'Italia per il Mondiale 2014, si radunerà lunedì 19 maggio (entro le ore 24) presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano (via Gabriele D'Annunzio 138, Firenze).

Il primo allenamento della Nazionale è fissato per martedì 20 maggio, alle ore 10.30.

RADUNO A COVERCIANO - PROGRAMMA
Ufficio Stampa

Nazionale: Romulo convocato nella lista dei 30
Postata il 13/05/2014 alle ore 19:39
VERONA - Una stagione fantastica, indimenticabile per Romulo. Il centrocampista gialloblù è stato selezionato dal commissario tecnico della Nazionale Italiana, Cesare Prandelli, tra i 30 pre-convocati per il Mondiale 2014 in Brasile. Spirito di sacrificio, grinta e volontà, queste le qualità che hanno permesso al nostro campione di raggiungere un grande traguardo personale. Merito che va condiviso anche con tutti i compagni di squadra, lo staff tecnico e la società, che augurano a Romulo le migliori fortune per questa avventura con la maglia azzurra.

ITALIA - ECCO LA LISTA DEI 30 PRECONVOCATI
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


STAGIONE 2013-2014 +   -   =
SERIE A
Romulo: "Brasile? No, ora ho un impegno con Prandelli"
17.04.2014 17.45 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Nel corso di una lunga intervista ai microfoni del portale brasiliano Globo Esporte, il jolly dell'Hellas Verona Romulo ha parlato della convocazione di Cesare Prandelli per lo stage con la nazionale italiana: "Non accetterò in futuro una eventuale chiamata dal Brasile, quando Prandelli mi chiamò per la prima volta mi chiese se indossare la casacca della Nazionale italiana e io ho accettato questa responsabilità. Ho intenzione di rappresentare questo paese".
Successivamente, Romulo s'è soffermato sull'interessamento della Juventus: "Se sono uscite queste indiscrezioni vuole dire che un fondo di verità c'è. Io, però, mi limito a pensare a questo finale di stagione con l'Hellas, poi discuterò il mio futuro con loro e con la Fiorentina. Per ora mi limito a questo due club".

SERIE A
Hellas Verona, la favola di Romulo: da meteora a gioiello sul mercato
17.04.2014 12.32 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Il Corriere di Verona fa il punto su presente e futuro di Romulo: intuizione estiva del ds Sean Sogliano, è arrivato da Firenze in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino a 1,7 milioni di euro. L'Hellas lo eserciterà nei prossimi mesi, con il ragazzo che non si sbilancia sul futuro. Pronto a giocare in Nazionale al Mondiale, è intanto seguito da Juventus, PSG, Monaco e Olympique Marsiglia, otlre che dal Lione. "Mi piacerebbe restare, ma vedremo che accadrà", chiude intanto il brasiliano col sorriso.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


17.04.2014
Romulo sente profumo Mundial «Ma prima di tutto c'è l'Hellas»
«Belli questi due giorni in azzurro ma è troppo presto per pensare alla convocazione per il Brasile Voglio finire bene con il Verona»

Un brasiliano ai Mondiali di Rio de Janeiro con la maglia azzurra dell'Italia. Chi l'avrebbe mai detto? Strane storie del mondo del pallone. Anzi, piccole favole. Come quella di Souza Orestes Caldeira, per tutti Romulo, il centrocampista dell'Hellas convocato dal cittì Cesare Prandelli per lo stage di Coverciano in vista della competizione iridata che andrà in onda a giugno. Due giorni di lavoro e test di valutazione funzionale per 42 giocatori, resteranno in 23, C'è tempo fino al 2 giugno, termine ultimo per la lista Fifa. Secondo gli addetti ai lavori le quotazioni del gialloblù sono in sensibile aumento ma Romulo cerca di restare con i piedi per terra. «Se andrò al Mondiale? Non lo so, le scelte le fa Prandelli - ammette il centrocampista brasiliano con passaporto italiano -. Sono contento delle parole degli addetti ai lavori, ma non posso avere la certezza di essere uno dei convocati. Per adesso penso al Verona e basta».

Dopo la due giorni in terra toscana Romulo s'è tuffato nel mondo Hellas. Ieri pomeriggio l'allenamento a Peschiera, ieri sera l'abbraccio di centinaia di tifosi all'Hellas Store, insieme al compagno di squadra Juanito Gomez. Un bagno di folla per una foto, un abbraccio, un autografo sul poster. «Questa è la mia vita, qui sto bene - sorride Romulo - adesso voglio dare il massimo per chiudere bene questo campionato con l'Hellas. Abbiamo fatto molto bene finora, non possiamo dimenticare che siamo una matricola della Serie A e ci siamo tolti tante soddisfazioni. Ora c'è la volata finale, dobbiamo raccogliere più punti possibili, poi faremo il calcolo». Fuori con la Fiorentina per un problema muscolare Romulo potrebbe rientrare in squadra sabato con l'Atalanta. Non ci saranno Sala e Donadel che sono stati squalificati, Mandorlini ha bisogno di lui. «Sto lavorando sodo - spiega - e Vorrei esserci contro i bergamaschi, anche se ho un piccolo fastidio all'adduttore e non voglio rischiare niente».

Grande protagonista nel campionato dell'Hellas, il cartellino di Romulo è della Fiorentina ma il Verona pyuò riscattarne la metà per una cifra che si aggira intorno a un milione e settecentomila euro. Una «pedina» importante nelle mani di Sogliano che potrà giocare la metà del cartellino di Romulo sul «tavolo delle grandi» oppure portare a casa una contropartita immediata dalla società viola. «Penso solo a giocare - taglia corto Romulo - so che l'Hellas e la Fiorentina stanno trattando e Sogliano sa dove vuole arrivare. Però non voglio pensare al mio futuro, non voglio dire nulla, parlatene con il mio procuratore». Un giocatore in crescita grazie anche al lavoro di Mandorlini che l'ha trasformato da esterno basso di difesa a jolly di centrocampo. «Devo ringraziare molto il mio mister - sottolinea - è una persona molto seria e brava. Mi piace tantissimo il suo modo di allenare, di preparare la squadra, di coinvolgere i singoli giocatori. I risultati arrivano anche per questo». Un jolly che può diventare molto utile anche a Prandelli in prospettiva Mundial. «Sono stato accolto bene - conclude - ma adesso devo lavorare e basta. Deciderà il cittì».
Luca Mantovani

FONTE: LArena.it


Pubblicato il 16 aprile 2014 Antonio Casu
Romulo, the italian Joker
Il centrocampista del Verona, convocato da Prandelli per i test fisici della Nazionale, è il jolly giusto per l'Italia

Romulo è stato convocato nella Nazionale italiana ed ha buone possibilità di entrare nella rosa dei 23 per il prossimo Mondiale. Se qualcuno avesse dato la notizia ad inizio stagione, sarebbe stato preso per pazzo, ed invece oggi non è altro che una realtà.

Romulo con la maglia del Verona
Romulo, centrocampista dell’Hellas Verona
IL JOLLY GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO – Cesare Prandelli è rimasto stregato dalle prestazioni dell’oriundo, protagonista con la maglia dell’Hellas Verona di una stagione al di là di ogni più rosea aspettativa. Sbarcato in punta di piedi ad inizio stagione all’ombra dell’Arena, Romulo ha conquistato tutti per duttilità tattica, capacità negli inserimenti (5 gol all’attivo) ed abilità nell’ultimo passaggio (8 assist in stagione), doti che ne fanno un jolly perfetto per la Nazionale, alla ricerca di un profilo alternativo a Giaccherini, incappato in una stagione no con il suo Sunderland.

ADATTABILITÀ NEL MODULO DI PRANDELLI – Le sue caratteristiche si esaltano principalmente nella posizione da mezzala destra, ruolo in cui può far forza sul feeling con il dribbling, utile per creare superiorità a centrocampo, e l’abilità nell’interdizione. Nella Fiorentina (squadra che ne detiene ancora il cartellino), giocava prevalentemente da terzino, così come ha fatto più volte con il Verona. L’adattabilità a più ruoli nel 4-3-3 (modulo preferito da Mandorlini e Prandelli) ne fa un elemento che potrebbe risultare decisivo nella prossima spedizione in Brasile, in cui, come in tutte le competizioni di questo tipo, i jolly saranno fondamentali.

ROMULO COME TARDELLI E CAMORANESI – L’Italia, Paese di santi, poeti, navigatori e… Joker. Così come Marco Tardelli per Enzo Bearzot nel 1982 e Mauro Camoranesi per Marcello Lippi nel 2006, Romulo potrebbe essere l’arma in più di Prandelli, deciso a fare dell’italo-brasiliano il tuttofare della sua creatura. La scelta è facilmente spiegabile: i Mondiali non sempre si vincono solo con i campioni, ma anche, certe volte soprattutto, con i jolly.
Antonio Casu
@antoniocasu_

FONTE: SportCafe24.com


Hellas Store, Romulo: "Italia? Che emozione" / VIDEO
Postata il 16/04/2014 alle ore 20:40
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate durante la "photos&autograph session" all'Hellas Store: "Se ho imparato le parole dell'inno italiano? Lo conosco abbastanza bene. Come mi sono trovato a Coverciano? Sia i calciatori più esperti che quelli più giovani mi hanno accolto molto bene. Cosa mi ha detto Prandelli? Mi ha chiesto se stavo bene e mi ha fatto i complimenti per tutto, non abbiamo parlato moltissimo. Quando ci siamo incontrati allo stadio per la sfida contro il Genoa mi aveva detto che stavano preparando i miei documenti e mi chiese se sarei stato felice di essere convocato in Nazionale, ovviamente gli ho risposto di sì. Io in Brasile? Non voglio pensarci, desidero lavorare qua a Verona e vedremo quel che sarà. Io darò il massimo, sarà molto difficile ma cercherò di ottenere un posto. Il mio futuro? Non voglio parlare di mercato, in questo momento non fa bene. Sto cercando di fare il massimo per la squadra, il mio procuratore sta lavorando con Sogliano e la Fiorentina. La mia volontà? Ringrazio tutta la società, l'allenatore, i miei compagni e la città. Da parte mia c'è la volontà di rimanere, ma ci sono tanti aspetti da valutare. Il mio rapporto con i tifosi? Sono contento, loro sono caldi ed emozionanti. Se abbiamo parlato di Toni a Coverciano? Io non ho parlato con nessuno, gli altri non lo so. La Nazionale a Verona? Sarebbe molto bello per la società e per i tifosi".
Ufficio Stampa


16 aprile 2014 - Romulo all'Hellas Store

Mandorlini: "Romulo a riposo per precauzione"
Postata il 13/04/2014 alle ore 14:40
VERONA - Ecco le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate a Sky Calcio in merito alla convocazione di Romulo per il test con la Nazionale Italiana del 14-15 aprile: "Per noi è motivo di orgoglio che Romulo lunedì possa andare al test con la Nazionale. La sua esclusione contro la Fiorentina? Ne ho parlato anche con lui, abbiamo preferito non rischiarlo nonostante fosse una gara che teneva a giocare, per dargli modo di sfruttare al meglio questa possibilità".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Romulo? Gli abbiamo cantato l'inno" / VIDEO
Postata il 12/04/2014 alle ore 16:45
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate durante la conferenza stampa, sulla convocazione di Romulo con la Nazionale italiana: "Romulo? Conovocazione meritata, ha fatto una grande stagione. Questa sua crescita probabilemente dipende anche dall'ambiente e dalla squadra. Al di là di tutto siamo contenti perché se la merita e se la aspettava. Il suo ruolo? Ne ho parlato anche con lui, che aveva sempre giocato esterno. Ha giocato in tante posizioni, si è adattato a tutti i ruoli e si è fatto trovare pronto. Credo che sia una delle sue maggiori qualità sia proprio la duttilità. Oggi comunque abbiamo festeggiato insieme, gli abbiamo anche cantato l'inno. Romulo? E' un jolly, può fare 3-4 ruoli tranquillamente. Ha raggiunto quest'anno una grande continuità che lo ha aiutato. E a me piacciono molto questi giocatori duttili. La mancata convocazione di Toni? Sinceramente non mi aspettavo lo chiamassero, non ha bisogno di queste pre-convocazioni. Però mi dispiace per lui. Magari sarà chiamato al momento opportuno, speriamo".
Ufficio Stampa

Mandorlini e l'inno a Romulo

Comunicato ufficiale - Romulo in Nazionale
Postata il 11/04/2014 alle ore 20:10
VERONA - Romulo Souza Orestes Caldeira è stato convocato dal c.t. Cesare Prandelli per il test della Nazionale Italiana del 14-15 aprile. Il presidente Maurizio Setti, tutta la società dell'Hellas Verona, lo staff tecnico e i compagni di squadra si congratulano con il centrocampista azzurro per lo splendido traguardo raggiunto, frutto del suo spirito di sacrifico e di grande abnegazione che ne fanno di lui le caratteristiche principali.
L'Hellas Verona FC, inoltre, si ritiene orgogliosa del ritorno di un suo calciatore in maglia azzurra.

FIGC - COMUNICATO STAMPA
Hellas Verona FC

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Convocazione, un sogno. Credo ai Mondiali"
11.04.2014 20.02 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
L'agente di Romulo, Alex Firmino, commenta ai microfoni di Tuttomercatoweb la convocazione in Nazionale da parte di Cesare Prandelli: "Il ragazzo è felicissimo. Ha lavorato una vita per questo momento. Se lo merita, ha sempre fatto bene".

Sembrava impensabile un anno fa, essendo stato riserva alla Fiorentina
"Semplicemente perché non ha avuto le opportunità. Giocava una partita sì e una no, ma per crescere c'è bisogno di continuità. Cosa che sta avendo a Verona".

Domenica c'è proprio Verona-Fiorentina
"Partita da vincere. Solo facendo bene in queste ultime partite si possono raggiungere gli obiettivi prefissati. C'è da finire un campionato come lo si è cominciato. A Verona è arrivato convintissimo e ha trovato un bel posto, una bella squadra e un allenatore che lo ha aiutato".

A questo punto sognare il Mondiale è lecito
"Io sono ottimista. Il primo passo è stato compiuto e credo possa entrare a far parte dei 23".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


12.04.2014
Romulo, in Nazionale convocato da Prandelli
VERONA. Romulo stato convocato da Cesare Prandelli per il test della Nazionale Italiana del 14-15 aprile. Un grande riconoscimento per il centrocampista di Mandorlini, protagonista di uno straordinario campionato, proprio a due giorni dalla gara con la Fiorentina, sua ex squadra.
«Il presidente Maurizio Setti, tutta la società dell'Hellas Verona, lo staff tecnico e i compagni di squadra - si legge sul sito hellasverona.it - si congratulano con il centrocampista azzurro per lo splendido traguardo raggiunto, frutto del suo spirito di sacrifico e di grande abnegazione che ne fanno di lui le caratteristiche principali».

FONTE: LArena.it


08:46 | 01/03
Hellas Verona, Romulo: «Trattativa con la Fiorentina. Prandelli...»
L'esterno brasiliano ha parlato del suo passato, del suo futuro e della voglia di azzurro.

CALCIOMERCATO HELLAS VERONA ROMULO – E’ un centrocampista in rampa di lancio, ma in passato comprava merci oltre la frontiera. Strano il destino di Romulo Souza Orestes Caldeira, che sogna di fare il direttore sportivo quando appenderà gli scarpini al chiodo: «A sei anni volevo già diventare calciatore, a 13 sono andato via di casa. Giocavo a Caxias, lontana 130 chilometri, ed era molto difficile: non c’era un bel letto, la coperta era solo una e la squadra a volte non ci dava neanche il cibo. Nei weekend liberi, non potevo tornare: non avevo i 10 euro per il viaggio. A 17 anni prendevo l’equivalente di 250-300 euro. Poi, quando avevo più bisogno, mi hanno licenziato dicendo che non avevo le qualità per fare il calciatore. A vent’anni ero senza squadra, senza procuratore, senza tutto. Per quattro mesi mi sono allenato solo. Correvo per strada, ma non toccavo palla. Mi hanno preso al Metropolitano e ho giocato solo 45 partite. Alla Chapecoense ho fatto tutto, anche il difensore centrale e l’attaccante, e nel tempo libero andavo in Paraguay. Facevo viaggi di 8-9 ore su un pullmino. Compravo profumi, creme e altre cose, poi le rivendevo in Brasile dove tutto costa di più. Guadagnavo più così che con il calcio. Non ho mollato, sapevo che sarei arrivato», ha raccontato l’esterno dell’Hellas Verona ai microfoni de “La Gazzetta dello Sport”.

FIGURE CHIAVE – Romulo ha poi parlato dei suoi punti di riferimento: «In Italia mi ha portato Corvino. Da ragazzo compravo i libri di italiano e studiavo, non so perché ma sentivo che sarei arrivato qui. Poi c’è Montella, alla Fiorentina mi ha spiegato tante cose. Io andavo sempre a prendere palla dai difensori, lui mi ha spiegato che dovevo inserirmi. Poi, la scorsa estate, mi ha detto che avrei giocato poco e mi ha consigliato di andare via. Piacevo a Chievo, Samp e Genoa ma ho scelto il Verona. Mandorlini? Urla tantissimo, più di tutti, ma è meraviglioso, mai visto un allenatore così vicino alla squadra. Io gli dico: “Mister, dobbiamo fare un po’ di possesso palla”. E lui: “Lascia che lo facciano gli altri, tu buttati dentro che fai gol”».

FUTURO – Il brasiliano, che ha anche passaporto italiano, ha parlato delle voci di mercato, che lo hanno accostato a Paris St Germain e Juventus, nonché del suo futuro: «Sono voci, fanno piacere ma non ho parlato con nessuno. So che Sogliano e Pradè (il cartellino è della Fiorentina, ndr) si stanno mettendo d’accordo, sono ottimista. Nazionale? Ho due passaporti ma mi farebbe più piacere giocare con l’Italia che con il Brasile. Però non ho mai sentito Prandelli. Poi vorrei fare il direttore sportivo. Oggi comprerei Wolski della Fiorentina, sarà un campione».
by Silvana Palazzo

FONTE: CalcioNews24.com


Romulo e i record del Verona
Postata il 24/02/2014 alle ore 16:30
5 GOL PER ROMULO, MAI COSI' IN ALTO
(in tutta la sua carriera ne aveva segnati 4 con Santo André e Fiorentina)

8 ASSIST VINCENTI PER ROMULO
(è al primo posto in Serie A con Cerci)

4 VITTORIE IN TRASFERTA COME NELL'ANNO DELLO SCUDETTO (che furono 6 complessive)...

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
Dai dribbling al vento ai sogni di Conte e di Blanc. E' la favola di Romulo
24.02.2014 08.30 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
C'era un tempo in cui Romulo Souza Orestes Caldeira dribblava il vento. Lo osservava, coi suo occhi grandi. Un doppio passo, un tacco, un altro. Ed il vento restava dietro, mentre gli avversari erano lontani. E' un brasiliano atipico, Romulo. E' sbagliato dire che a Firenze non è stato capito. Semmai frainteso. Perché quando entrava, quando giocava, era ovunque. Correva, Romulo. Galoppava, Romulo. Senza meta, senza binario. Con la gioia del calcio negli occhi, col sorriso di un sogno vissuto con le scarpette dipinto in volto. Dribblava il vento, Romulo, jolly sereno e apprezzato da Vincenzo Montella. Che lo considerava come quell'abito buono per tutte le stagioni, un tappabuchi col tocco felpato e dalla posizione scapestrata. Terzino destro, ala destra, fludificante, mezzala, interno. Jolly, appunto. Di quelli coi cappelli che tintinnano e stregano gli avversari, talvolta anche sè stessi.

Per questo, quando virò verso Verona, nessuno si strappò le chiome, a Firenze. Romulo se n'era andato in prestito all'Hellas, il saluto fu preso come un simpatico ricordo da mantenere nelle memorie degli spalti. Invece il brasiliano fu frainteso. Eccome. Con Mandorlini si è visto un altro calciatore. Un interno che s'inserisce, che il vento lo lascia alle spalle ad accarezzare violento i volti degli avversari dribblati. Segna, Romulo. Quando lo fece a Firenze, sgranò quegli occhi grandi, quasi incredulo. Adesso sono un'appendice al suo grande sorriso, una rete dopo l'altra.

Antonio Conte lo vuole. Davvero. Fortemente, perché in Romulo vede il tocco carioca che manca alla sua mediana ma soprattutto quel Giaccherini troppo presto strappato alla sua Juventus. Lo pensa come lo pensava Montella, già, ma adesso Romulo è più grande, non solo quel puledro libero e spensierato vestito di viola. Dura, averlo, per l'Antonio di Puglia. Perché i rapporti con la Fiorentina, per la Juventus, non sono idilliaci, e il brasiliano è in prestito con diritto di riscatto per la metà fissato a 1,7 milioni di euro all'Hellas Verona. Spiccioli, per le ricche tasche del Paris Saint-Germain. Che ci pensa davvero a farne, più che un altro Giaccherini, un terzino di spinta, d'allegria e di sostanza anche e soprattutto in avanti. Soffia il vento. Cambia, soprattutto, il vento. Adesso, è tutto dalla parte di Romulo. L'uomo che dribblava sè stesso, e che ora fa impazzire gli avversari.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Romulo: "Siamo salvi, ora divertiamoci"
Postata il 23/02/2014 alle ore 14:36
LIVORNO - Ecco le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Romulo, rilasciate ai microfoni di Sky Calcio al termine della vittoria per 3-2 sul campo del Livorno: "Abbiamo avuto un minuto di disattenzione pagato caro. Ma adesso abbiamo 39 punti e siamo felici. La mia crescita? Ne sono felice, penso solo a fare il mio lavoro. Non ho nessun risentimento, ho in testa solo il mio bene e quello che posso dare. Europa? Ora che siamo salvi possiamo pensare a qualcosa in più".
Ufficio Stampa

Romulo: "A Livorno vincere ad ogni costo" / VIDEO
Postata il 20/02/2014 alle ore 11:36
VERONA - L'Hellas Verona FC e AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) insieme per la lotta contro il cancro. Presso l'istituto Sanmicheli di Verona il centrocampista gialloblù, Romulo, è intervenuto per sensibilizzare gli studenti sui principali fattori di rischio oncologico: abitudine al fumo, all’alcol, dieta scorretta, sedentarietà, scorretta esposizione al sole, utilizzo delle lampade abbronzanti, sesso non protetto, utilizzo di sostanze dopanti. Un campioni al servizio dei giovani, per diventare fuoriclasse nella vita di tutti i giorni.

Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate in occasione dell'evento "Non fare autogol - Gioca all'attacco contro il cancro": "Come dice sempre Mandorlini, occorre fare una vita sana. Cosa mangio io? Quello che mi dice lo staff, che sicuramente fa solo il mio bene. A casa invece mangio molto italiano assieme a mia moglie. Parlando di campo, la sconfitta col Torino è dovuta al nostro essere entrati disattenti a inizio secondo tempo. A Livorno vogliamo riscattarci, dobbiamo vincere ad ogni costo. Il mio futuro? Ci sono tante voci, ma non c'è niente di concreto. Io voglio rimanere qui e quando Sogliano mi farà una proposta la valuterò con piacere e attenzione. Firenze al momento è un'alternativa difficile per quanto successo in passato. Il Verona adesso è la mia squadra e ci tengo tantissimo a dare il massimo con questa maglia. Poi a giugno vedremo e sono sicuro che faremo la cosa giusta".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

20 febbraio 2014 - Romulo

10:54 | 12/02
Mandorlini: «Romulo è maturato al Verona, mentre in viola...»
Il tecnico degli scaligeri è raggiante del calciatore brasiliano

MANDORLINI ROMULO VERONA FIORENTINA - Rômulo Souza Orestes Caldeira, più comunemente chiamato Rômulo, sta sorprendendo tutti. Il tuttofare classe ’87, grazie alla sua generosità e alle sue giocate, ha fatto accrescere l’interesse di alcuni club europei nei suoi confronti, in primis la Juventus. Proprio i bianconeri, domenica scorsa, hanno conosciuto da vicino il calciatore brasiliano, autore dei due assist che hanno mandato in rete prima Toni e poi Juanito per il 2-2 finale. Di proprietà della Fiorentina, che in estate lo ha ceduto all'Hellas Verona con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà agli scaligeri, Rômulo, per le sue doti e qualità, rappresenta quell’elemento difficile da individuare in questo calcio . Fino a questo momento, 23 presenze e 4 reti con la maglia dei veneti, ma siamo sicuri che il suo score aumenterà sensibilmente.

«QUI E’ MATURATO» – Il suo attuale tecnico Andrea Mandorlini, alle colonne della “Gazzetta dello Sport” ha elogiato il brasiliano, parlando anche del suo passato: «Romulo è quello che mi ha impressionato di più. Alla squadra dà un grande apporto. Nella Fiorentina non si era espresso così. Qui è maturato, è esploso».
by Redazione Calcio News

23:36 | 11/02
Hellas Verona, agente Romulo: «Juventus? Non solo, c'è anche...»
Il procuratore dell'esterno ha parlato degli scenari possibili per il futuro del suo assistito.

CALCIOMERCATO HELLAS VERONA JUVENTUS ROMULO – Finito nel mirino della Juventus, Romulo sembra destinato a fare il salto di qualità e a giocare in una grande squadra: «Ha già prefissato degli obiettivi ambiziosi ed è convinto di poterli raggiungere. Il Verona gli ha dato la possibilità di giocare con continuità, che non aveva avuto a Firenze. A giugno tornerà alla Fiorentina e valuteremo la situazione. Juventus? Abbiamo sentito tante voci, ma non c'è niente di concreto. L'unica offerta concreta è arrivata da un fondo di investimento straniero, una proposta per fare qualcosa di importante per il futuro di Romulo», ha dichiarato l’agente dell’esterno dell’Hellas Verona, Adriano Di Vittorio, ai microfoni di calciomercato.com.

FONDO D’INVESTIMENTO – A tal proposito il procuratore ha spiegato: «Bisognerà trovare un accordo con la Fiorentina e vediamo quale sarà la posizione del club, visto che il giocatore va a scadenza nel 2015. C'è la volontà da parte di tutte le parti di trovare un accordo vantaggioso. Il fondo di investimento poi deciderà dove andrà a giocare, con il consenso del ragazzo ovviamente. C'è dietro il Monaco? Questo non lo posso dire. Abbiamo messo al corrente la Fiorentina di questa proposta, ci troveremo nelle prossime settimane per parlarne. Dopo una stagione come quella che ha fatto Romulo, tornerà a Firenze in un altro modo, vogliamo delle garanzie tecniche».

GLI SCENARI – In merito all’interessamento dei bianconeri e all’ipotesi in ballo: «Leggere che un club importante come la Juventus, o come possono essere Inter e Milan, sono interessati a Romulo è normale, viste le sue prestazioni che sono da big. C'è l'interesse da parte di Romulo di confrontarsi con competizioni superiori, il Verona non può offrire la Champions League e altre prospettive. Si fa una valutazione su come migliorare nella prossima stagione. Se con la Fiorentina ci sono i presupposti e saranno date le garanzie, ci si potrà sedere a un tavolo per trovare un accordo per il rinnovo. Se questo non avverrà, si cercherà un accordo che vada bene alla Fiorentina e al giocatore. Il Verona può riscattarlo solo con la volontà del ragazzo, al momento è da escludere questa ipotesi. Non è interesse di nessuno arrivare in scadenza a giugno 2015. Resta a Firenze se sarà considerato un giocatore importante in una Fiorentina che può puntare in alto, allo scudetto. Dipende dalla volontà della società e di Montella».

NAZIONALE – Romulo, che ha il passaporto italiano, potrebbe finire anche nel mirino del ct Prandelli: «Dipenderà molto da Prandelli, il ragazzo si è ambientato bene in Italia. Parla bene italiano e sta facendo dei corsi per imparare ancora meglio la lingua. Questo fa capire quanto lui ci tenga, anche dal punto di vista culturale. Il calciatore è interessato a questa opportunità. Disputare un Mondiale, in questa fase di crescita, può essere un ulteriore stimolo. Non ha mai nascosto la sua volontà di poter essere un giocatore da nazionale, sta lavorando per questo. La Champions e la nazionale sono i suoi prossimi obiettivi, lavora per questo. Con Prandelli però non ci sono stati ancora contatti e interessamenti ufficiali. E' un ct molto attento a quello che il campionato italiano offre, di tutti i club, non solo delle big. Romulo può essere utile, l'Italia ha carenze sulle fasce. E' un jolly di centrocampo che può fare tutti i ruoli e ha spirito di sacrificio, può far comodo a Prandelli».
by Silvana Palazzo

FONTE: CalcioNews24.com


Romulo: "Sto bene qui. E ora battiamo la Roma"
Postata il 21/01/2014 alle ore 23:10
VERONA - Ecco le dichiarazioni del centrocampista gialloblù, Romulo, rilasciate durante un'intervista con Sky Sport: "Come smaltire la delusione di Milano? Partiamo da quanto fatto fino ad ora, dai 32 punti, che sono tantissimi: questo è il modo giusto per ripartire. Contro il Milan non abbiamo giocato bene nei primi 15 minuti, poi siamo entrati in partita e abbiamo messo in difficoltà i rossoneri. La Roma? Fanno un grande calcio, come la Fiorentina, con tanto possesso palla. Sono una squadra fortissima, che affronteremo in casa con lo stesso spirito con cui abbiamo affrontato tutti al Bentegodi: con aggressività, tenendo il ritmo alto, pronti a far male. I nostri risultati casalinghi? Stiamo facendo bene, spero che continui ad essere così, per tornare a vincere con la Roma. Io a Verona? E' una città spettacolare, i tifosi sono appassionati e l'allenatore mi piace molto. Sono soddisfatto, spero che le cose vadano avanti in questo modo. La continuità è importante per un calciatore, si gioca con molta più fiducia. L'interesse della Juve? Sono contento di queste voci. In Brasile, all'inizio della mia carriera, facevo anche il venditore e l'interesse di una grande squadre fa piacere. Il mio procuratore sta lavorando, come tutti gli agenti del resto. Ma è presto, ora sono all'Hellas e penso solo a dare il massimo per questa squadra. La Juve? E' una squadra fortissima, ha vinto due campionai di fila e tutti sarebbero felici di giocare lì un giorno. Ma voglio dare tutto per l'Hellas, che mi ha accolto e mi sta dando tante opportunità. Giocare la Champions? Per me sarebbe una questione di onore, uno dei miei obiettivi. Spero che questo possa accadere, vedendo così realizzato ciò che ho sempre desiderato. Jorginho? E' spettacolare, manca a me e a tutti i miei compagni. Spero tanto che altri calciatori che sono qui oggi riescano a ripercorrere le sue orme".
Ufficio Stampa

Scopri la rivelazione Romulo / VIDEO
Postata il 24/12/2013 alle ore 12:54
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate in vista delle festività natalizie e dopo la vittoria per 4-1 contro la Lazio: "Io decisivo qui a Verona? Mi aspettavo di fare bene, sono contento di quanto mi sta accadendo, merito anche del mister e di tutta la squadra. Qualcuno mi rimpiange? Non so cosa pensano gli altri, e non lo voglio nemmeno sapere. Voglio fare di tutto per aiutare l'Hellas, e alla fine vedremo cosa succederà. Il mio obiettivo per il 2014? Aiutare la squadra ad arrivare in alto e segnare un po' di più. Il nostro punto di forza? Sicuramente l'unione, non molliamo mai".

ECCO LA FOTOGRAFIA SCATTATA DA ROMULO AI SUOI SPECIALI TIFOSI BRASILIANI
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

Romulo commenta il 4 a 1 alla LAZIO in chiusura d'anno

10:30 | 09/12
Esclusiva - Sirene dal Brasile per Romulo, ma lui resta a Verona sognando l'azzurro
Due club brasiliani interessati al jolly del Verona, in prestito dalla Fiorentina, sul quale potrebbe contare anche Prandelli
L'Hellas Verona si conferma in sesta posizione in graduatoria, una situazione di classifica difficilmente pronosticabile fino a qualche mese fa. Andrea Mandorlini è il condottiero della squadra rivelazione del nostro campionato, mentre al ds Sean Sogliano va il merito di essere riuscito a mettere a segno colpi significativi nella passata sessione estiva di calciomercato. Gli arrivi di Iturbe e Toni rappresentano sicuramente delle intuizioni azzeccate, ma c'è un altro giocatore arrivato in estate che si sta ritagliando un ruolo da protagonista nella città dell'Arena. E' Romulo Souza Orestes Caldeira, o molto più semplicemente Romulo.

IL BRASILEIRAO CHIAMA - Grazie al grande dinamismo e a quella duttilità che gli permette di giocare indifferentemente sia come centrocampista sia come esterno basso o alto, il classe '87 è diventato uno dei punti fermi dell'undici scaligero (per informazioni chiedere a Mandorlini, che lo ha sempre utilizzato in campionato). In questa prima parte di Serie A ha impreziosito le sue 15 presenze con 3 gol e 5 assist, accendendo l'interesse di club d'oltreoceano. Difatti, secondo accreditate indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla redazione di CalcioNews24.com, un paio di club brasiliani avrebbero recentemente posato gli occhi su di lui.

SAUDADE? NO, GRAZIE - Ma il numero 2 gialloblu non ha alcuna intenzione di lasciare Verona a gennaio e, anzi, vuole andare avanti nel solco tracciato fino a questo momento. E poi non bisogna tralasciare un aspetto importante: Romulo, avendo il doppio passaporto brasiliano-italiano e non essendo mai stato convocato nella Selecao, potrebbe addirittura vestire la maglia dell'Italia. In fondo perché precludersi la speranza di ricevere una chiamata da parte di Prandelli? E magari di giocare il Mondiale nel suo Brasile? Se il ct azzurro dovesse avere bisogno di un elemento affidabile da poter schierare in più zone del campo, allora potrebbe farci un pensierino.
by Luca Iannone

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Pronfondo rispetto per la Fiorentina. Sul riscatto..."
03.12.2013 19.00 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
"Romulo è un ragazzo straordinario, un professionista esemplare e diverso rispetto a tutti gli altri. Un bravissimo ragazzo che pensa solo al campo". Parole e pensieri di Alex Firmino, procuratore del centrocampista dell'Hellas Verona, Romulo, che ieri ha segnato al Franchi contro la squadra che ha in meno il 100% del suo cartellino.

Ti riferisci alla mancata esultanza?
"Anche. La Fiorentina è la sua squadra e lui ha un grande rispetto per la squadra viola che l'ha lanciato nel calcio che conta. Giocava in Brasile e la squadra gigliata gli ha dato l'opportunità di misurarsi con l'Europa".

E' il Verona, però, la squadra che gli sta permettendo di giocare con continuità.
"L'Hellas è una buona squadra. Il derby col Chievo poteva andare in maniera diversa, ma il campionato italiano presenta continue difficoltà".

Passiamo al riscatto: ne avete parlato con Verona e Fiorentina?
"Ancora no. Non ho sentito Pradé e Sogliano, è ancora presto perché è un discorso che riguarda la sessione estiva di calciomercato".

Insisto. Nella Fiorentina giocava poco...
"E' vero, ma è presto per dire che vuole restare a Verona. Magari domani ci sarà un'altra opportunità da prendere in considerazione. Per ora siamo concentrati sul campo e siamo molto felici di come si sta esprimendo".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Romulo: "Abbiamo lottato fino alla fine" / VIDEO
Postata il 02/12/2013 alle ore 23:00
FIRENZE - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate dopo la sconfitta per 4-3 contro la Fiorentina, 14 giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "Il mio ritorno a Firenze? Speravo di tornare così. Ho fatto gol, peccato non sia arrivata una vittoria ma ci sta. Loro sono fortissimi, una delle migliori squadre della Serie A, ma l'atteggiamento è stato giusto ed ora pensiamo alla prossima partita di campionato contro l'Atalanta. I troppo gol subiti? Dobbiamo sistemare e correggere alcune cose, non si può prendere quattro gol così. Il nostro brutto momento? Sono sicuro che passerà, noi dobbiamo guardare in avanti e risultati più positivi arriveranno".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

FIORENTINA 4-3 VERONA: Romulo a Verona Channel

Romulo: "Sono mancate fame e voglia di vincere" / VIDEO
Postata il 10/11/2013 alle ore 16:59
GENOVA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate dopo la sconfitta per 2-0 contro il Genoa, 12a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "Sono mancate la fame e la voglia di vincere, dobbiamo giocare sempre come il secondo tempo. Abbiamo schiacciato il Genoa per 70 minuti nella sua area, ma all'inizio non avevamo la fame giusta. In casa siamo più attenti e più svegli, c'è anche l'entusiasmo dei nostri tifosi. Le reti subite in trasferta? Gli errori ci stanno, ma la voglia di vincere non deve mai mancare. Noi un po' stanchi? Credo di no, abbiamo lavorato tanto e bene, su due palle sbagliate abbiamo preso due gol. Il mio ruolo? Mi trovo bene a centrocampo ed in difesa, oggi ho avuto spazio sulla fascia destra. I nostri obiettivi? La salvezza prima di tutto".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

GENOA 2-0 VERONA: ROMULO si rammarica per la poca personalità in trasferta

SERIE A
Romulo è il Profeta del Verona: parole sue e del campo
05.11.2013 08.30 di Gianluca Losco Twitter: @MrLosco
Deve essere qualcosa nel sangue dei brasiliani. Così, mentre uno sta vivendo un momento non troppo felice alla Lazio, appannato dalla sua forma e da quella di tutta la squadra, un altro sta pian piano salendo in cattedra. Aveva segnato a San Siro (per la seconda volta, ci era riuscito anche con la Fiorentina), anche se la sua rete non era servita per evitare la sconfitta contro l'Inter; al termine della gara Romulo aveva detto: "Faremo sei punti nelle prossime due in casa". Detto, fatto.

Sembra tutto facile, anche se non lo è. Sicuramente il Verona non è lì per caso: tante sono le individualità interessanti e l'esperienza di Mandorlini è un altro valore aggiunto. Forse pochi a inizio anno si potevano aspettare che fra questi valori aggiunti ci fosse anche Romulo, arrivato dalla Fiorentina dopo una stagione fatta di molti alti e bassi. Re-inventato mezzala, il brasiliano potrebbe tranquillamente finire nella copertina dei successi gialloblù di inizio stagione insieme a Toni, Jorginho e Iturbe. I numeri dicono due gol e quattro assist, il campo racconta di un giocatore che corre inesauribilmente per i novanta e passa minuti della gara, a pressare, recuperare palloni e servirli ai compagni.

La profezia, quella dei sei punti, era solo una speranza, perché tutti sperano di vincere, soprattutto in casa. Quello che parla e racconta davvero è il terreno di gioco: allora un'altra speranza, per Romulo, è quella di continuare sul binario seguito finora, e quella dell'Hellas magari sarà quella di trattenerlo a Verona a stagione finita, anche se molto dipenderà dalla Fiorentina.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

BOLOGNA 1-4 VERONA: ROMULO 'Restiamo umili...'

Romulo: "Grande vittoria, ma restiamo umili" / VIDEO
Postata il 06/10/2013 alle ore 19:34
BOLOGNA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate dopo la vittoria per 4-1 ottenuta contro il Bologna, 7a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "La vittoria? Abbiamo 13 punti, ci danno tranquillità per il campionato ma dobbiamo migliorare tanto. La partita? Avevamo voglia di vincere e tutti uniti ci siamo riusciti. Sapevamo di dover giocare una partita importante, abbiamo fatto bene e siamo molto contenti per questa vittoria. Ora siamo solo ad un terzo del nostro percorso, ma questo ci dà speranza per continuare ad affrontare con umiltà il nostro cammino, consapevoli della difficoltà di questo campionato. Dopo il primo gol? Abbiamo rischiato, la partita poteva cambiare. La prossima volta cercheremo di non soffrire tanto e chiudere subito la gara. Il gol di Toni ci ha dato tranquillità. Il nostro allenatore? Ci ha fatto i complimenti per ciò che ha fatto il gruppo, sempre unito e con tanta voglia di vincere. Iturbe? Sta giocando da fenomeno, è un ragazzo spettacolare e crescerà ancora di più durante il campionato".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

TORINO 2-2 VERONA: Romulo 'Peccato... Potevamo vincere'

Romulo: "C'è rammarico, potevamo vincere" / VIDEO
Postata il 25/09/2013 alle ore 23:08
TORINO - Segui su Hellas Verona Channel 'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù, rilasciate dopo il pareggio per 2-2 nella sfida contro il Torino, 5a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "La partita? Sia noi che il Torino abbiamo commesso degli errori, e nel calcio chi sbaglia paga. E' un pareggio che premia entrambe le squadre, ma volevamo e potevamo vincere questa partita, siamo arrabbiati perché potevamo uscire da Torino con un risultato diverso. I giovani? Sono bravi, in loro vedo tanta voglia di vincere: questo è ciò che conta. Contro il Livorno? Non sarà facile, occorreranno fame e voglia per un risultato positivo. Io a Verona? Sono contento di essere qui, mi trovo bene con i miei compagni".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

HELLAS VERONA 2-1 MILAN: Romulo commenta l'esordio col botto in campionato!

Romulo: "Possiamo migliorare ancora" / VIDEO
Postata il 24/08/2013 alle ore 21:40
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni delcentrocampista gialloblù,rilasciate dopo la vittoria per 2-1 contro il Milan, 1a giornata del campionato Serie A Tim 2013-14: "La partita? Abbiamo fatto una grande prestazione, ma possiamo ancora migliorare e lavoreremo per farlo. La prossima settimana avremo un'altra partita importante e non dovremo commettere errori. I tifosi?E' stato meraviglioso giocare in questo stadio".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


21.08.2013
Felicità Romulo «Già innamorato della bella Verona»
IL TERZINO. Ha esordito nella partita di Coppa con il Palermo
«Sono a disposizione per dare una mano al gruppo La salvezza è il nostro obiettivo, possiamo farcela Bello ritrovare Toni, Jorginho è un grande giocatore»

Romulo va di corsa. È arrivato a Verona il giorno di Ferragosto e sabato sera ha giocato una manciata di minuti nella partita di Coppa con il Palermo. Dopo pochi secondi s'è beccato anche un'ammonizione, un giallo da record per la storia dell'Hellas. E adesso non vede l'ora di giocare. Già contro il Milan. Senza problemi di ruolo. «In Brasile ho sempre fatto il terzino, mi piace fare il terzino - racconta il nuovo acquisto dell'Hellas - ma ho giocato anche da esterno di centrocampo, qualche volta anche nel tridente offensivo. Non importa lo schema, basta giocare. Ho provato il 4-4-2, il 4-3-3, anche il 3-5-2 sulla corsia esterna. Sono pronto a tutto ma tocca sempre al mister decidere. Non ci sono problemi».

LA SCELTA VERONA. Dalla Fiorentina all'Hellas, da Firenze a Verona, dalla lotta per la Champions all'obiettivo salvezza. «Non cambia nulla anche se i traguardi sono diversi - ammette Romulo - il mio atteggiamento sarà sempre lo stesso, io sono qua per dare il massimo, per aiutare il gruppo a crescere. Perchè ho scelto l'Hellas? Perchè il direttore sportivo Sean Sogliano mi ha convinto subito, mi ha illustrato un bel progetto, ho capito di avere di fronte una persona seria. E quando sono arrivato qua ho visto he aveva ragione lui. C'è un allenatore bravo, uno staff preparato, un gruppo molto affiatato. Si respira tanto entusiasmo dopo la promozione. Firenze è una città splendida ma anche Verona è bellissima, un po' più piccola ma un gioiello. Non ho ancora visto il centro ma l'ha già visitato mia moglie e mi ha raccontato tutto. Ci siamo già innamorati di Verona».

COLONIA BRASILIANA. Più facile anche l'ambientamento con tanti brasiliani come compagni di squadra: da Jorginho a Martinho, da Nicolas a Rafael. «Ormai siamo dappertutto - sorride Romulo - alla conquista del mondo del calcio. Scherzi a parte, sono molto contento di aver trovato tanti brasiliani, più facile entrare in gruppo, c'è sempre qualcuno che mi dà una mano. Jorginho alla Fiorentina? L'ho letto anch'io ma lui è un uomo importante in questo Verona, perchè dovrebbe andar via da questa squadra, dove è cresciuto, dove ha raggiunto traguardi importanti. Questa è casa nuova. Dicono che diventerà un campione ma, secondo me, lui è già un grande giocatore».

ECCO TONI. A proposito di campioni, in gialloblù Romulo ritrova Luca Toni dopo un anno insieme nella Fiorentina. «Fortissimo, un attaccante che ha fatto grandi cose a Firenze - conclude il terzino - ogni anno che passo lui ne dimostra uno in meno. Il bomber giusto per l'Hellas».
L.M.

FONTE: LArena.it

20 agosto 2013 - Romulo

Romulo: "Entusiasta di questa scelta" / VIDEO
Postata il 20/08/2013 alle ore 17:17
PESCHIERA DEL GARDA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Romulo. Ecco le principali dichiarazioni del nuovo centrocampista gialloblù, rilasciate durante la conferenza stampa della sua presentazione: "Il mio ruolo? Sono a piena disposizione dell'allenatore, ma preferisco fare il terzino. Ho scelto l'Hellas perchè è la squadra che più di tutte mi ha voluto, ho sentito la fiducia della dirigenza e sono contento di essere arrivato in una bella piazza con dei tifosi appassionati. L'obiettivo? Resta la salvezza. Dobbiamo centrarla il prima possibile per poi pensare a scalare altre posizioni".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


ZIBALDONE
ROMULO, EPPUR CI DISPIACE...
15.08.2013 01:37 di Stefano Borgi Twitter: @stefanoborgi
Alzi la mano chi non ha commentato: "Romulo al Verona? Ti dirò, un pò mi dispiace. Perchè si impegnava, ce la metteva tutta. Certo non era granchè, però aveva la faccia simpatica".
Vediamo... tenerezza (ai limiti della compassione) e simpatia. Questi i sentimenti che il brutto anatroccolo (uno dei soprannomi che girava in curva) suscitava nella tifoseria viola. Qualcuno poi si spinge oltre: "A me faceva anche ridere, sopratutto quando si "scartava" da solo. Voleva essere al pari degli altri ma non ce la faceva. Anzi, siamo sicuri che era davvero brasiliano?"
Eh già, inutile negarlo: il dubbio è sorto a parecchi di noi. Com'è possibile che uno come Romulo Souza Orestes Caldeira sia nato in Brasile?
Romulo non aveva tecnica, non aveva palleggio, non aveva dribbling (quando ci provava si annodava... come si dice da queste parti), non aveva tiro.
A parte il nome composto non aveva niente di brasiliano. Aveva corsa, velocità, progressione... quella sì. E poi tanta buona volontà, ciò che spesso manca ai sudamericani. Eppure, che Romulo sia andato via dalla Fiorentina un pò ci dispiace. E ci sorprende, perchè Montella ci credeva. O quantomeno dava l'impressione di...

IN CRESCITA - Diamo un'occhiata alle statistiche: nel 2012-2013, con l'aeroplanino in panchina, Romulo ha collezionato 20 presenze (10 da titolare), 994 minuti, ha tirato 18 volte in porta, ha crossato 50 volte (fornendo, se non ricordiamo male, anche un paio di assist). Sopratutto ha realizzato due gol, quello bello ma inutile di San Siro contro l'Inter, quello meno bello ma importantissimo contro il Torino: il gol del 4-3 dopo che i granata avevano recuperato dallo 0-3 al 3-3 in 7 minuti. Se guardiamo bene aveva fatto il doppio della stagione precedente: con Mihajlovic infatti, 10 presenze (solo 4 da titolare), 456 minuti disputati e nessun gol. Una permanenza viola in crescendo, e poi quella (presunta) considerazione da parte di Montella che lo usava come jolly, come esterno, come interno di centrocampo, spesso per sparigliare le partite. Per creare quel caos organizzato che disorientava l'avversario. E invece... Romulo se ne va a Verona, e un pò ci dispiace. Se ne va in prestito, con diritto di riscatto per la metà, ritroverà Luca Toni e insieme ricorderanno i bei tempi di Firenze. Tenero, simpatico, arruffone e confusionario, la parte proletaria di una Fiorentina sempre più nobile. E che proprio per questo lo ha mandato via.

FONTE: FirenzeViola.it


Ufficiale: Romulo in gialloblù
Postata il 14/08/2013 alle ore 21:00
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo temporaneo, le prestazioni sportive del calciatore Romulo Souza Orestes Caldeira, proveniente dalla società ACF Fiorentina. Il centrocampista, classe 1987, svolgerà giovedì 15 agosto il primo allenamento in gialloblù.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


CEDUTO ROMULO AL VERONA
14/08/2013 21:07
ACF Fiorentina comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo, i diritti alle prestazioni sportivi del calciatore Rômulo Souza Orestes Caldeira all’Hellas Verona Football Club.

FONTE: It.ViolaChannel.tv


Mercato Viola Romulo al Verona in prestito con riscatto dellà metà...
14/08/2013
Nelle ultime ore Fiorentina e Vewrona hanno trovato l'accordo per Romulo: il brasiliano passerà alla corte di Mandorlini con la formula del prestito con diritto di riscatto per la metà. Nelle prossime ore l''annuncio ufficiale.
Redazione Fiorentina.it

FONTE: Fiorentina.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
Ag. Romulo: “Il prossimo anno giocherà a Verona”
Pubblicato il 13 agosto 2013 20:23
L’agente di Romulo, che sta per lasciare la Fiorentina e trasferirsi a Verona, ha rilasciato alcune dichiarazioni a TMW. “Siamo arrivati da poco a Verona per sbrigare le ultime formalità. Possiamo dirlo: Romulo giocherà il prossimo anno al Verona. Ammetto che sul ragazzo c’erano diverse offerte interessanti, ad esempio poteva finire in Francia. Ma abbiamo ritenuto opportuno continuare l’avventura in un campionato importante come la Serie A e crediamo che una piazza come quella di Verona sia l’ideale per farlo maturare”.

FONTE: ViolaNews.com


13.08.2013
Hellas, dalla Fiorentina in arrivo Romulo
E' il giorno di Romulo. Il Verona mette a segno un altro colpo importante. Il centrocampista brasiliano arriva dalla Fiorentina con la formula del prestito. Il club viola adesso si riserverà di richiedere un'opzione su Jorginho per la prossima stagione. Romulo è un giocatore molto duttile dal punto di vista tattico. A Firenze è stato impiegato come interno di centrocampo.
Ma in passato ha giocato anche come terzino e come esterno avanzato d'attacco. Sogliano di ritorno dal Sud America conta di chiudere a breve anche l'operazione destinata a portare a Verona l'attaccante dell'Inter Samuele Longo.
S. Ant.

FONTE: LArena.it


SERIE A
Verona, Romulo ad un passo. Jorginho verso la Fiorentina
10.08.2013 11.42 di Gianluca Losco Twitter: @MrLosco
In questi giorni, Fiorentina e Verona potrebbero essere al centro del mercato per alcune trattative. Secondo quanto riportato da Tuttosport, è ormai fatta, o quasi, per il passaggio al club veneto di Romulo. Il giocatore brasiliano, che l'anno scorso è stato impiegato da Montella in diversi ruoli sia in difesa che a centrocampo, quest'anno non riesce a trovare spazio dopo i tanti arrivi in casa viola. L'idea della Fiorentina è quella di usare Romulo come chiave per arrivare a Jorginho, centrocampista che è già stato opzionato dai gigliati battendo sul tempo l'Everton. L'eventuale acquisto di Jorginho sarà poi perfezionato fra un anno.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


13:40 | 07/08
Nainggolan, la Fiorentina rilancia: in cambio Romulo, Wolski più un conguaglio economico
Dopo il pressing (forse più mediatico che reale) di Inter e Fiorentina, negli ultimi giorni si è parlato pure di una possibile permanenza in Sardegna per il Ninja rossoblù Radja Nainggolan e addiritura di un possiblie rinnovo di contratto con il Cagliari.
Ma stando a quanto riportato dai colleghi di Calciomercato.com, la Viola starebbe al punto di rilanciare per il forte centrocampista belga-indonesiano: l'offerta consisterebbe nelle contropartite tecniche che rispondono ai nomi di Romulo e Wolski a cui andrebe a sommarsi un conguaglio economico. La risposta del Cagliari? Staremo a vedere...
di Francesco Piras

FONTE: CagliariNews24.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Ag. Romulo: "Offerta non buona del Verona, presto vedo Pradè"
31.07.2013 17.00 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Alex Firmino tuona. "L'offerta del Verona per Romulo non è buona". Lo confessa a Tuttomercatoweb.com in esclusiva. "Sto aspettando di parlare nuovamente col direttore sportivo della Fiorentina, Pradè: ci aveva informati dell'offerta del Verona...".
Però?
"Però l'offerta per noi non è buona, non se ne fa di niente. Se si cambia, l'offerta deve essere buona, altrimenti Romulo resta a Firenze. Non capisco, comunque aspettiamo 2-3 giorni, questa situazione non mi piace e valutiamo tutte le possibilità".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
FIORENTINA, obiettivo Thereau: contropartite Romulo e Seferovic
31.05.2013 10:50 di Emanuele Costa Twitter: @EmanueleCosta91
La Fiorentina si muove all'assalto di Cyril Thereau, snobbando momentaneamente Josip Ilicic che nel frattempo, probabilmente, si accaserà al Napoli con Benitez che proverà a rilanciarlo. La viola di Pradè si concentra invece sul francese e prepara l'affondo per convincere il Chievo, proprietario del cartellino. Sul piatto verranno messi come contropartite il brasiliano Romulo, che pur partendo dalla panchina è stato più volte decisivo in questa stagione, e il baby Seferovic, reduce da sei mesi di altissimo livello in prestito a Novara sotto la guida di mister Aglietti. A riportarlo è l'edizione odierna di TuttoSport.

FONTE: ItaSportPress.it


ALTRE NOTIZIE
Fiorentina-Torino 4-3: il tabellino della gara
21.04.2013 16.59 di Alessio De Silvestro
Rocambolesca vittoria della Fiorentina al Franchi contro il Torino, Avanti di tre gol dopo poco più di mezz'ora, i padroni di casa hanno subito un'incredibile rimonta che ha riportato la gara sul 3-3. Caparbia la squadra viola, bravo Romulo - entrato nella ripresa - a consegnare alla Fiorentina tre punti fondamentali per la corsa Champions. Ecco il tabellino della gara:

Fiorentina (4-3-3): Viviano; Tomovic, Rodriguez, Compper, Savic; Aquilani (73' Romulo), Pizarro, Borja Valero; Cuadrado, Larrondo (81' El Hamdaoui), Ljajic (63' Fernandez).
A disp.: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Sissoko, Migliaccio, Toni, Bernardeschi, Jovetic. All.: Montella.

Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Ogbonna, Glik, D'Ambrosio; Vives, Gazzi (46' Basha); Cerci, Meggiorini (67' Bianchi), Barreto (71' Jonathas), Santana.
A disp.: Coppola, Rodriguez, Di Cesare, Masiello, Caceres, Bakic, Menga, Birsa, Diop. All.: Ventura.

Marcatori - 8' Cuadrado, 16' Aquilani, 33' Ljajic, 45' Barreto, 56' Santana, 77' Cerci, 86' Romulo.
Espulsi - 91' Darmian.
Ammoniti - 32' Darmian, 50' Cuadrado, 82' Vives, 83' Bianchi.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ALTRE SQUADRE
Fiorentina, Romulo piace anche al Chievo
13.01.2013 12:46 di Renato Imbraguglio
Anche il Chievo su Romulo (25): il centrocampista brasiliano continua a collezionare pretendenti. Dopo Torino e Palermo, ora è la volta dei veneti: come riportato da TuttoSport, i gialloblu si sarebbero fatti avanti per il centrocampista viola ma avrebbero detto no alla richiesta viola di un'opzione sull'acquisto di Cyril Thereau (22) a giugno.

FONTE: TuttoPalermo.net


ALTRE NOTIZIE
Fiorentina, Romulo: Nuovo ruolo per il brasiliano?
25 luglio 2012 alle 12:10
Come era accaduto con Sinisa Mihajlovic, così sta accadendo anche con Vincenzo Montella. L'esterno brasiliano Romulo era stato comprato dall'ex d.s. gigliato Pantaleo Corvino come terzino destro, ma l'analisi delle sue caratteristiche tecniche ha portato i vari allenatori che si sono succeduti sulla panchina della Fiorentina a trasformarlo prima in ala e adesso in interno destro di centrocampo: così lo ha provato Montella nel test amichevole contro il Vigonovo, domenica scorsa.

La scarsa propensione a difendere di Romulo, unita alla volontà del tecnico campano di provare il 4-3-3, di fatto taglia fuori dalle future scelte di formazione il brasiliano, che però è fra i migliori nei pochi test fisici svolti fino ad oggi in val di Fassa. Romulo dunque prova a giocarsi le sue chance snaturando la sua posizione in campo e quella dei compagni: ad esempio domenica scorsa l'attaccante Acosty, proprio per agevolare tatticamente il brasiliano, è stato relegato nel ruolo di terzino destro.
Luca Cellini

FONTE: CalcioMercato.com


Fiorentina-Isola Liri 2-1: doppietta di Romulo
Pubblicato il 3 settembre 2011 18.30 | Ultimo aggiornamento: 3 settembre 2011 18.30
Firenze – La Fiorentina ha battuto 2-1 l'Isola Liri in amichevole. I viola hanno segnato nel primo tempo al 29' e 44' con il brasiliano Romulo. Nella ripresa gol dei ciociari, che giocano in seconda divisione, al 13' con Rufo.
Nonostante il gran caldo oltre un migliaio di tifosi ha affollato il settore maratona, segno che nei confronti della squadra viola cresce l'interesse. Oltretutto la Fiorentina era molto rimaneggiata, tanto che Marchionni ha giocato centravanti coadiuvato dagli applauditi Cerci e Romulo. Mihajlovic era privo di 8 nazionali oltreche' dell'acciaccato Kroldrup e dei giovani impegnati stasera nella finale della Supercoppa italiana Primavera contro la Roma all'Olimpico.

FONTE: BlitzQuotidiano.it


Con Cassani in viola addio De Silvestri? No, perché Romulo...
23/08/2011
Romulo esterno basso o alto? La domanda è emersa negli ultimi giorni anche all’interno della Fiorentina. Il giocatore brasiliano è arrivato questa estate con lo scopo di giocarsela ed essere la possibile alternativa di De Silvestri a destra o Pasqual a sinistra. Col passare dei giorni e delle settimane, però, qualcosa è cambiato: fin quando Mihajlovic lo ha provato esterno alto a destra, al posto di Cerci. Potrebbe essere questo il suo ruolo definitivo nella Fiorentina se nei prossimi giorni Pantaleo Corvino riuscirà a concretizzare l’interesse per Cassani del Palermo (anche in questo caso c’è da trovare più l’accordo economico col giocatore che con la società rosanero), in caso contrario, se cioè Corvino porterà in viola un esterno che spinge e attacca, allora Romulo tornerà a essere l’alternativa a De Silvestri e Pasqual…

Gianni Ceccarelli
(g.ceccarelli@fiorentina.it)

Corvino: nuovo ciclo, D'Agostino, Montolivo, Gila, mercato...
16/07/2011
[..]
Romulo? Ogni calciatore ha le sue caratteristiche, non solo tecniche. Arriva da lontano, senza il crisma del campione. Oggi lo voglio presentare come un calciatore che arriva in sordina, senza il grande palcoscenico. Lo segue da circa da due anni e giocava in una squadra non importante del Brasile. Poi ha fatto il salto di qualità arrivando a giocare nel Cruziero e nell’Atletico Paranaense. Arriva in sordina, ma per le sue qualità sono convinto che farà bene. E’ duttile, il suo ruolo principale è l’esterno di fascia destra. E’ più bravo a offendere che a difendere, ma anche in difesa ha le giuste potenzialità. Ha firmato per 4 anni, a titolo definitivo.

[..]

Romulo cominitario? Ha genitori italiani, mi pare napoletani.

[..]

FONTE: Fiorentina.it


30/6/2011, 11:36
Romulo Souza Orestes Caldeira, più semplicemente Romulo, è il primo acquisto ufficiale della Fiorentina. Nato a Pelotas (stato di Rio Grande do Sul), in Brasile, il 22 maggio 1987, Romulo inizia la propria carriera nel Caxias e successivamente gioca anche con Metropolitano e Chapecoense, prima di approdare al Santo Andrè, club con cui esordisce nel Brasileirao e dove colleziona 43 presenze e un gol nella stagione 2009/10. A luglio 2010 si trasferisce al Cruzeiro, uno dei club brasiliani più importanti, ed esordisce con la Raposa contro il Fluminense; con il club celeste gioca 18 partite e segna un gol tra Brasileirao e campionato Mineiro. Lo scorso aprile approda all'Atletico Paranaense e mette insieme otto presenze fra campionato e coppa del Brasile. Da oggi pomeriggio Romulo è un giocatore della Fiorentina; alcune indiscrezioni fissano a 2,5 milioni il costo del cartellino, il calciatore avrebbe firmato un contratto quadriennale e non avrà problemi di tesseramento dato che possiede il passaporto comunitario.

Romulo è un terzino destro che può giocare anche a sinistra, è alto 178 centimetri e pesa 72 chilogrammi e proviene dallo stesso club di Neto, attuale portiere nella rosa della Fiorentina. Destro naturale, Romulo è dotato di una buona tecnica di base, che gli permette di saltare facilmente gli avversari anche grazie alla facilità di corsa, rendendolo molto pericoloso nelle numerose proiezioni offensive; altra caratteristica è la precisione dei cross per i compagni, non a caso molti dei gol del Santo Andrè sono nati da sue iniziative. Descritto così Romulo sembrerebbe essere il classico terzino di spinta che è capace solo di attaccare, ma il neoacquisto viola possiede un buon senso della posizione che, unito ad una certa decisione nei contrasti, lo rendono buono anche sotto l'aspetto difensivo.

Nello scacchiere tattico dei viola Romulo sarà una pedina molto utile per la sua abilità di giocare su entrambe le fasce, anche se il suo acquisto potrebbe essere semplicemente un modo per rimpiazzare l'ormai svincolato Comotto.
fonte: Stefano Fantoni

FONTE: StraFanto91.BlogSpot.com


COMUNICATO STAMPA
29/06/2011 19:51
L’ACF Fiorentina comunica di aver acquisito le prestazioni sportive a titolo definitivo del calciatore comunitario ROMULO Souza Orestes Caldeira, classe 1987, che ha militato nello scorso campionato nell’Atletico Paranaense. Il trasferimento sarà esecutivo dopo l’effettuazione delle visite mediche che saranno sostenute nei prossimi giorni.

FONTE: It.ViolaChannel.tv


INDISCREZIONI DI FV
ROMULO, 2,5 milioni all'Atletico e 4 anni di contratto
Indiscrezione FV a cura di L.Marucci e To.Lo.
29.06.2011 21:05 di Redazione FV
Secondo indiscrezioni raccolte da Firenzeviola.it, sarebbe di circa 2,5 milioni di euro l'esborso della Fiorentina per arrivare al terzino destro dell'Atletico Paranaense, Romulo. Per lui 4 anni di contratto. Dopo le visite mediche fissate nei prossimi giorni sarà tempo anche per la presentazione ufficiale.

FONTE: FirenzeViola.it


FIORENTINA’S ROMULO IS THE NEW AGE CAFU, BOASTS BRAZILIAN COACH CARLOS DUNGA – SERIE A UPDATE
The former Brazilian national team tactician, Carlos Dunga, has hailed Fiorentina’s latest signing Romulo as the new age Marcos Cafu. Wildly regarded as the greatest right-back ever, Cafu is a legend in the footballing history and a role model for many. Being compared to one of the greatest ever is a great honour for the 24-year-old Brazilian.

Romulo was on loan at the Brazilian Serie A club, Atletico Paranaense, since April this year. However, on his return to the parent outfit, Cruzeiro Esporte Clube, Fiorentina advanced on the footballer and offered the Brazilian side 2 million Euros for the transfer. The move was officially confirmed by the Tuscan giants on Thursday, and the player has arrived at Stadio Artemio Franchi for the 2011/12 season.

The Brazilian right-back has impressed the former national team coach. While talking to Corriere dello Sport, Dunga hailed Romulo as the finest of the current age.
“He reminds me of Marcos Cafu. He can reach the by-line remarkably easily. Romulo has tactical intelligence and above all incredible precision in sending crosses to the middle of the box.” The former Internacional midfielder enthused.

Many critics have also compared the young defender to Inter Milan wingback Douglas Maicon, who has cemented himself as a crucial first team member since his arrival at San Siro in July 2006.

However, the 47-year-old former defensive midfielder believes that Romulo has more similarities with Cafu than he has with Maicon. The coach believes that Romulo and Cafu both have the same agility and stamina and that is something that makes the comparison.

“In Brazil many say he reminds them of Douglas Maicon and Cafu, but in my view the similarity is only really with Cafu. Maicon is a different player, whereas Romulo has that same speed and change of pace as the former Roma right-back,” concluded the Brazil national team coach.

The Viola finished 9th in the Serie A last term and are keen to make a comeback in the 2011/12 season. The addition of Romulo would definitely help them strengthen their back line.

FONTE: Blogs.Bettor.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Daniele VERDE commenta la doppietta contro l'AVELLINO

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery