Le schede di B/=\S: Fabrizio CACCIATORE (26 anni)

Pubblicato da andrea smarso venerdì 31 agosto 2012 21:26, vedi , , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento

Data di nascita:08/10/1986
Luogo di nascita:Torino (TO)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Difensore esterno destro (ma può giocare anche al centro o da mediano)
Altezza:182 Cm
Peso:81 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
SquadraStagioneSeriePartiteGoal
Hellas Verona2013 - 2014A323
Hellas Verona2012 - 2013B38 (+1 CI)2
Varese2011 - 2012B33 (+4 PO +1 CI)3
SienaGen. 2011 - 2011B60
Sampdoria2010 - Gen. 2011A50
Sampdoria2009 - 2010A100
Triestina2008 - 2009B360
Foligno2007 - 2008C130 (+2 PlayOff)1 (+1)
Reggiana2006 - 2007C222 (+4 PlayOff)1 (+0)
Olbia2005 - 2006C2320
Sampdoria2004 - 2005Primavera--
Sampdoria2003 - 2004Primavera--
Pro VercelliFino al 2003Giovanili--
Torino-Giovanili--
Juventus-Giovanili--




NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 31 Agosto 2012
Calciatore dal fisico possente, nasce a Torino da genitori siciliani (papà palermitano e mamma catanese: chissà che derby in famiglia!) e cresce nelle giovanili juventine per poi passare in quelle toriniste ma è nella PRO VERCELLI che Fabrizio, non ancora 18enne viene scovato dagli osservatori della DORIA.

Inizia a giocare da centrale difensivo nella primavera blucerchiata poi, nelle categorie inferiori nelle quali viene mandato a fare esperienza (OLBIA, REGGIANA e FOLIGNO in C, TRIESTINA in B), si trasforma in un terzino destro ma Fabrizio è un eclettico e con l'andar del tempo impara a giocare anche da centrocampista difensivo fino a trasformarsi, nel VARESE, in un vero e proprio calciatore-jolly capace di coprire (quasi) tutti i ruoli in difesa e a centrocampo...

Questa la sua pagina ufficiale su FaceBook e qui trovate un'altra pagina a lui dedicata...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Primo gol in Serie A per Fabrizio che porta incredibilmente in vantaggio l'HELLAS allo 'Juventus Stadium' ma poi i gialloblù subiranno la rimonta dei padroni di casa; l'esultanza stranissima e scomposta del terzino diventa un tormentone sul web...
  • Una grande stagione con gli scaligeri: Arriva il riscatto della comproprietà per CACCIATORE difensore jolly che può giocare anche in mezzo al campo e sulla corsia sinistra della difesa...
  • Fabrizio all'HELLAS! In chiusura di mercato il terzino arriva in gialloblù in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione...
  • Nella scarpa un sassolino... Blucerchiato! Ai playoff di Serie B col VARESE Fabrizio viene interrogato sul suo futuro 'Sono un giocatore del Varese e per ora penso solo a questo, nonostante il mio cartellino appartenga alla Sampdoria. Per ora per me sono concorrenti nella corsa ai playoff. L’anno prossimo potrei tornare in blucerchiato? Il fatto che loro non abbiano puntato su di me mi da stimoli per pensare ancora di più a Varese. Qui ho trovato fiducia e continuità, quindi penso solo alla maglia che indosso. Domani? Vedremo'
  • Nella SAMP 15 presenze in una stagione e mezza, Fabrizio cerca spazio per crescere e dopo un'altra mezza stagione buttata nel SIENA ecco un'altra opportunità in cadetteria col VARESE: CACCIATORE finalmente riesce a fare una stagione da titolare in una squadra ambiziosa della cadetteria mette a segno il primo gol a metà Ottobre che sarà seguito da altri 3 prima del termine della stagione...
  • Un gol per l'Europa Fabrizio è abile negli inserimenti ed in uno di questi, il 16 Settembre del 2010 in Olanda sul campo del PSV EINDHOVEN, arriva un gol in Europa League per il difensore che allora giocava nella SAMP di DI CARLO
  • Papà Fabrizio! Il 3 Marzo 2010 CACCIATORE diventa papà di Matilde...
  • Dopo i prestiti al PAVIA e alla TRIESTINA il giovane Fabrizio, che con la Primavera blucerchiata è stato vicecampione d'Italia nel 2007, torna alla SAMP guidata da mister DEL NERI 'Sono contentissimo della chiamata della Samp, ho realizzato un piccolo sogno; mi fa piacere che la società mi abbia tenuto, significa che c'è un interesse nei miei confronti e non può che farmi piacere'





Fabrizio Cacciatore
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Fabrizio Cacciatore (Torino, 8 ottobre 1986) è un calciatore italiano, difensore dell'Hellas Verona in prestito dalla Sampdoria.

Caratteristiche tecniche
È un terzino destro che può disimpegnarsi, nel caso, anche come centrale difensivo e di centrocampo.

Carriera
- Club
Cresciuto tra Juventus, Torino e Pro Vercelli, nel 2003 si trasferì nella primavera della Sampdoria.
Nella stagione 2005-2006 fu prestato all'Olbia, in Serie C2, dove totalizzò 32 presenze.
La stagione successiva si trasferì, sempre in prestito, alla Reggiana anch'essa militante in C2 e fu utilizzato 22 volte, segnando un gol contro il Poggibonsi.
L'anno seguente fece il salto di categoria, passando in Serie C1 al Foligno. Con i falchetti disputò 32 incontri, con da 2 gol tra cui uno nei play-off.
Per la stagione 2008-2009 giocò in Serie B con la Triestina, che lo prelevò in prestito. Diventato titolare della fascia destra difensiva della squadra alabardata, collezionò 36 presenze.

Sampdoria
Nella stagione 2009-2010 è ritornato alla Sampdoria di Luigi Delneri. Ha debuttato in Serie A il 28 ottobre 2009, subentrando al 61' della sfida contro la Juventus persa 5-1 dai blucerchiati. Ha giocato la sua prima partita da titolare in Serie A il 1º novembre successivo, in Sampdoria-Bari terminata 0-0, venendo sostituito al 65' da Luciano Zauri.
Rimane a Genova anche nella stagione seguente, durante la quale debutta nelle coppe europee: il 16 settembre 2010 disputa da titolare la gara di UEFA Europa League sul campo del PSV Eindhoven, conclusasi sul risultato di 1-1, mettendo a segno la sua prima rete in maglia blucerchiata e in Europa.

Siena e Varese
Il 31 gennaio 2011 si trasferisce in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione al Siena in Serie B, con cui tuttavia disputa solo 6 gare.
Il 7 luglio, pur rimanendo sempre di proprietà della Sampdoria, si trasferisce in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione al Varese, squadra militante nel campionato di Serie B.[4] Segna il suo primo gol con questa maglia il 15 ottobre, nella gara vinta 3-0 contro il Padova.

Verona
Il 31 agosto 2012 la Samp lo cede nuovamente in prestito in Serie B, questa volta però all'Hellas Verona. Con gli scaligeri gioca 38 presenze con 2 gol e ottiene a fine anno la promozione in Serie A.
Il 19 giugno 2013 la Sampdoria comunica che l'Hellas Verona ha esercitato il diritto di opzione per l'acquisto della compartecipazione del cartellino del calciatore. Il 22 settembre seguente segna il suo primo gol in serie A in casa della Juventus, portando in vantaggio i gialloblu. La partita tuttavia terminerà 2-1 per i bianconeri.

Il ritorno alla Samp
Il 20 giugno 2014 la Sampdoria comunica di aver acquisito alle buste la metà del cartellino del giocatore, che torna così a Genova a titolo definitivo.

- Nazionale
Nel 2004 fu convocato tre volte in Under-18, con cui disputò due partite.

FONTE: Wikipedia.org




12:54 | 27/06
Sampdoria, Cacciatore: «Ringrazio Mihajlovic per la fiducia»
SAMPDORIA CACCIATORE HELLAS VERONA - Fabrizio Cacciatore si racconta al sito ufficiale della Sampdoria dopo il riscatto da parte della società blucerchiata in merito alla precedente comproprietà con l’Hellas Verona: In realtà non è stata una sorpresa,anche perché ero al 50 per cento della Sampdoria e al 50 dell'Hellas, e in queste situazioni sappiamo come può andare a finire. Di certo c'è che mi ha fatto un grande piacere: a Genova non ho giocato i miei anni migliori, ne sono consapevole, ma sono sempre stato bene con tutti, ambiente, compagni, società, e di sicuro ritorno con un altro piglio».

MATURITA' - Il terzino della Sampdoria prosegue nelle dichiarazioni: «Oggi, a quasi 28 anni, posso dire di portarmi dietro un buon bagaglio d'esperienza perché sono più maturo e perché sono reduce da tre ottime stagioni. Sono stato bene sia a Varese sia a Verona, ma sono soddisfatto soprattutto dell'ultima annata che è stata la mia prima completa in Serie A. Mi auguro di continuare così. Mihajlovic mi ha voluto fortemente? Mi è stato riferito, ne sono molto contento e lo ringrazio. Ritornare con la fiducia del mister, quella che forse mi era mancata nelle prime esperienze blucerchiate, è un punto di partenza importante. Al momento non l'ho sentito: gli parlai quando ci incontrammo da avversari l'anno scorso ma non ci dicemmo niente di particolare. Avremo modo di approfondire il rapporto».
by Andrea Bartolone

FONTE: LArena.it


Ufficiale: Albertazzi al Milan, Cacciatore è della Samp
Postata il 20/06/2014 alle ore 21:00
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica gli esiti dell'apertura delle buste riguardanti le seguenti compartecipazioni.
Michelangelo Albertazzi: l'intero cartellino è di proprietà della società A.C. Milan.
Fabrizio Cacciatore: l'intero cartellino è di proprietà della società U.C. Sampdoria.
Andrea Tozzo: l'intero cartellino è di proprietà della società U.C. Sampdoria.
Ufficio Stampa

Cacciatore: "Che bello vincere il derby" / VIDEO
Postata il 05/04/2014 alle ore 21:45
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Fabrizio Cacciatore. Ecco le dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate al termine della sfida contro il Chievo (0-1), 32a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "La partita? Siamo contenti della vittoria, siamo tornati a vincere il derby. Potevamo chiuderla prima, soprattutto nel secondo tempo, ma siamo orgogliosi di questo risultato. Sono tre punti importanti ed ora ci godiamo il momento. Nel primo tempo siamo partiti un po' contratti, forse c'era un po' di emozione per il derby, però nella ripresa siamo scesi in campo con un'altra mentalità e con la voglia di portare a casa il risultato. I nostri obiettivi? Punteremo a dare il massimo da qui alla fine del campionato per vedere dove possiamo arrivare. La vittoria del derby rappresentava un traguardo importante, ora puntiamo ad altro. Giocare con Toni? Essere in squadra con un campione del mondo e con un ragazzo eccezionale, per me e per tutti i compagni, è un motivo di orgoglio. Speriamo continui così e ci aiuti ad arrivare il più in alto possibile. Europa League? Pensiamo ad una partita per volta e poi vedremo".
Ufficio Stampa

Chievo 0-1 Verona: Fabrizio Cacciatore

Cacciatore: "Siamo umili e stiamo bene insieme"
Postata il 11/02/2014 alle ore 12:50
VERONA - Ecco le dichiarazioni del difensore gialloblù, Fabrizio Cacciatore, rilasciate durante la trasmissione "Vighini Show", in onda su TeleNuovo e condotta dal giornalista Gianluca Vighini: "Il gruppo? Siamo ragazzi umili che stanno bene insieme, e possiamo creare qualcosa di importante. Abbiamo grandi motivazioni e questo fa la differenza. La partita con la Juve? All'inizio eravamo un po' timorosi, poi alla lunga siamo riusciti ad esprimerci bene. Il mio rendimento attuale non corrisponde al meglio che posso dare, voglio tornare allo stato di forma che avevo all'inizio. Cerco sempre di dare il massimo, fare il meglio possibile. I nostri obiettivi? Cerchiamo di vincere ogni partita, ora della fine vediamo dove riusciamo ad arrivare. Chiaro che se alla fine della stagione ci accorgessimo di aver raggiunto un traguardo importante sarei il più felice. Sono rimasto piacevolmente sopreso da tutti, da Toni a Romulo, da Albertazzi a Marques".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Hellas Verona, Cacciatore: "Vi spiego il perché delle mie esultanze"
HELLAS VERONA, SERIE A novembre 2, 2013 , by Donato Boccadifuoco
Colonna portante della difesa dell’Hellas Verona, Fabrizio Cacciatore in questo primo avvio di stagione ha avuto modo di mostrare anche la sua freddezza sotto porta. Sono infatti già 3 i goal realizzati dal centrale scaligero in queste prime 10 partite di campionato.
In una lunga intervista concessa ai microfoni della Gazzetta dello Sport, il difensore dell’Hellas Verona, Fabrizio Cacciatore, si esprime sull’ottimo momento vissuto da se stesso e dalla propria squadra e scherzosamente racconta il vero motivo che sta dietro alle sue pittoresche esultanze. Eccovi una sintesi di alcune delle sue dichiarazioni più interessanti: “5 vittorie in 5 incontri casalinghi non sono un caso: ogni volta che giochiamo nel nostro stadio ci sono più di 20 mila persone che ci spronano a conquistare la vittoria, è meraviglioso tutto ciò. Contro il Cagliari sarà una partita difficile per noi anche perché dovremo fare i conti con la voglia dei sardi di cancellare le ultime due sconfitte. Le mie esultanze? Vi spiego tutto: visto che nella mia carriera ho sempre segnato pochissimo, i miei amici mi hanno detto che non appena sarei riuscito a segnare una rete avrei dovuto esultare in modo strano. È una cosa molto divertente tant’è che ormai anche mia figlia mi prende in giro. Io nuovo idolo del web? Impossibile battere Moscardelli (ride)“.

FONTE: SempreCalcio.com


Cacciatore: "Io goleador? Migliorerò ancora" / VIDEO
Postata il 09/10/2013 alle ore 17:30
PESCHIERA DEL GARDA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Fabrizio Cacciatore. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate durante la conferenza stampa alla ripresa degli allenamenti: "Il mio momento? Volevo dimostrare di poter giocare in Serie A, sono contento di quello che sto facendo. Voglio restare in questa categoria, e farò di tutto per continuare a dimostrarlo. Le mie capacità? Spero di migliorare sempre e posso crescere ancora tanto. La rete di Bologna? Tra i gol che ho fatto è forse uno dei più belli. Il nostro gioco? Andiamo in ogni campo per cercare di imporlo, siamo consapevoli di potercela giocare contro tutti, soprattutto con le dirette concorrenti per la salvezza".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

09 ottobre 2013 - Fabrizio Cacciatore

ALTRE NOTIZIE
Verona, due gol e tanta qualità: è l'anno del Cacciatore
08.10.2013 12.02 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
L'esultanza scomposta allo Juventus Stadium è divenuta tormentone virale sul web. Non c'è solo questo, però, nell'annata di Fabrizio Cacciatore. Che anche contro il Bologna ha segnato un gol da cineteca e che ha messo in mostra l'ennesima sua qualità: corsa, spinta, difesa ma anche la capacità di calciare, con forza e precisione, con entrambi i piedi. Cacciatore è a Verona dalla scorsa estate, dove è arrivato in prestito dalla Sampdoria. Gli scaligeri, poi, lo hanno acquisito in comproprietà in estate e nella stagione in corso ha giocato tutte e sette le partite con due reti. Juventus e Bologna, la prima con la gioia spezzata dalla rimonta bianconera, la seconda ultimo gioiello di un'annata da sogno. Per Cacciatore e per il Verona. In un'Italia povera di terzini, di uomini di fascia per la retroguardia, i colpi di Fabrizio, ventisette anni, non passano inosservati. Samp e Verona si sfregano le mani: il gioiello è in casa, quando in molti non se lo sarebbero atteso...

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


23.09.2013
«Il gol? Gioia pura, non capivo più niente»
IL GOLEADOR. La sua rete alla «Paolo Rossi» ha mandato tutti in delirio
Cacciatore è entusiasta: «Potete immaginare la mia felicità, io sono nato a Torino. Il nostro grande merito è stato rimanere in partita il più a lungo possibile»

Gianluca Tavellin
TORINO
Minuto trentasei di Juventus-Verona, Fabrizio Cacciatore sbuca in mischia dopo un calcio d'angolo e segna alla «Paolo Rossi» un gol che manda in delirio gli oltre duemila tifosi gialloblù. Ebbro di gioia dà vita ad un balletto dinoccolato, prima di essere sommerso dall'abbraccio dei compagni.
«Non ho capito più nulla-esordisce in sala stampa Cacciatore, «potete immaginare la gioia per uno come me, nato a Torino». Giovanili nella Pro Vercelli, nessuna presenza nelle squadre della sua città, tanta gavetta e poi la grande chance con la Sampdoria, poi Siena e Varese, prima dell'Hellas. «Peccato», commenta ancora il difensore, «se non avessimo preso gol sul finire del primo tempo, magari avremmo creato qualche problema alla Juventus. Sono felicissimo per la mia rete, sarei ipocrita a dire il contrario, però con un pizzico di cattiveria in più e magari più attenzione, potevamo portare via il punto».

È soddisfatto Cacciatore, che è apparso meno a suo agio quando Mandorlini lo ha spostato a sinistra nel finale di gara. «Eravamo tutti molto stanchi, perchè la Juventus fisicamente oltre che tecnicamente è fortissima. Eppure abbiamo avuto l'occasione con Jorginho e per poco non facevamo lo scherzetto ai bianconeri. Il nostro grande merito è stato rimanere in partita il più a lungo possibile. Loro hanno calciatori che costano cifre pazzesche e sono fra i più forti al mondo. Il calcio però è bello per questo, visto che siamo riusciti a fare una buona gara e addirittura passare in vantaggio». Cacciatore è ricercato anche dalla tv turca, una delle tante emittenti straniere che segue le gare della Juve. È la novità di giornata, il piatto nuovo che ha rischiato di sorprende il classico menù riservato alle provinciali, fatto di antipasto, primo, secondo, e frutta. E invece in quello che sembrava un reality dedicato ai fornelli a scottarsi per primo è stato lo chef Conte. Peccato che dopo soli quattro minuti sia arrivata la bistecca di carne argentina sbattuta dentro il piatto dell'ottimo Rafael.

L'Esultanza ignorante di Cacciatore dopo il gol alla Juventus (Remix)

«Adesso dobbiamo pensare al Toro», prosegue Cacciatore, «che ha vinto a Bologna». Magari, restando in tema culinario, i granata avranno la pancia piena? «Non credo, sono un'ottima squadra e vincere in trasferta è sempre dura per tutti», risponde.
«Noi siamo un bel gruppo, nonostante vi siano molti calciatori. Tutti ci aiutiamo molto, i ragazzi con più esperienza fanno crescere i giovani. L'organizzazione di gioco dev'essere la nostra arma in più. Non dimenticatevi che siamo una matricola e per noi raggiungere prima possibile la salvezza dev'essere la principale missione». Fabrizio Cacciatore si sottopone all'ennesima intervista, d'altronde per lui comunque sarà una giornata da ricordare.

Chissà quante volte l'ha sognata insieme alla sua giovane famiglia nelle giornate di vacanza al sole di Minorca. «Sapete tutto eh?». Sorride, ci saluta e ai colleghi di Torino racconta ancora una volta quel pallone adagiato nella porta juventina. Mercoledì sotto col Toro, hai visto mai che il «calciator gentile e cortese» si ripeta? «Io non devo segnare», dice, «se arriva bene. Sempre meglio della sfortunata autorete con la Roma. Mi piacerebbe tornassero a fare gol gli attaccanti. Se lo meritano, lavorano tanto per la squadra. Non scordatelo, siamo un bel gruppo e questa dev'essere la nostra forza».

FONTE: LArena.it


Cacciatore: "Questa è la strada giusta" / VIDEO
Postata il 22/09/2013 alle ore 17:57
TORINO - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Fabrizio Cacciatore. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate dopo la sconfitta per 2-1 subita contro la Juventus, 4a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "La partita? Ci siamo sacrificati tanto, ma qualche errore di concentrazione ci è stato fatale. Abbiamo avuto le occasioni per colpire con le nostre ripartenze, avevamo preparato il match in questo modo per tentare di fare il colpaccio. La Juventus? Ha un centrocampo fortissimo, ne eravamo consapevoli. Abbiamo, forse, pagato un po' l'inesperinza, ma siamo sulla strada giusta. Il gol? Bello segnare in uno stadio come questo, per me è il primo in Serie A e nella mia città. Purtroppo non è servito a niente, per questo c'è rammarico".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

Juve 2-1 Verona: Cacciatore autore del gol scaligero

Cacciatore: "Ripartire con fiducia" / VIDEO
Postata il 01/09/2013 alle ore 20:55
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Fabrizio Cacciatore. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate dopo la socnfitta per 3-0 contro la Roma, 2a giornata del campionato Serie A TIM 2013-14: "La partita? Abbiamo giocato un buon primo tempo. Nel secondo parziale siamo stati sfortunati, dopo il primo gol siamo andati in difficoltà e la Roma ha preso in mano la partita. Sapevamo che era difficile portare a casa punti dall'Olimpico, ora speriamo di ripartire forte con il Sassuolo. La loro qualità? Non è una novità. La Roma è una big del campionato, che ci ha messo in difficoltà. Dobbiamo guardare avanti da qui con fiducia".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

Roma 3-0 Verona: Cacciatore

31.07.2013
Cacciatore: «Pronti per la A»
IL PERSONAGGIO. Quattro anni fa l´esordio con la Samp e il ko con la Juve. «Questo è un anno molto importante per me e sono contento di viverlo a Verona, la piazza ideale per consacrarmi e trovare sempre nuovi stimoli»
Fabrizio Cacciatore della Serie A conserva ricordi sbiaditi. Certi momenti però sono duri da dimenticare. Venti ottobre di quasi quattro anni, a casa della Juventus di Buffon, Cannavaro, Camoranesi e Trezeguet. La sua prima assoluta fu un mezzo disastro, mezzora al posto di Stankevicius in una partita in cui la sua Samp ne prese cinque. Nemmeno il gol di Pazzini servì a salvare la faccia. Con lui c´erano Poli e Cassano, in panchina Gigi Delneri. Quindici partite in tutto, compreso l´anno successivo con Mimmo Di Carlo. Giusto il tempo di capire che aria tira lassù, in attesa del Milan e di cominciare a fare sul serio.
Cacciatore non avrebbe potuto cominciare meglio. È ripartito come aveva finito. Correndo forte e difendendo bene, riassunto perfetto dell´eclettismo tanto richiesto da Sogliano e Mandorlini. L´aspetta il campionato della definitiva esplosione, dopo tanta gavetta e polvere. «Questo è un anno importantissimo per me e sono contento di viverlo a Verona, dove mi sono trovato benissimo. È la piazza ideale per consacrarmi». Senza troppi fronzoli Cacciatore, tanta sostanza e pochi ricami. Quel che servirà da fine agosto in avanti.

SEMPRE DI CORSA. Sulla destra per adesso è solo, senza un alter ego che prima o poi il Verona dovrà prendere anche se Gonzalez può adattarsi da terzino e Sala volendo non ci metterebbe molto ad arretrare di qualche metro per coprire il buco. «Ci vogliono due giocatori per ogni ruolo, soprattutto in A non puoi trascurare nulla. Quando e se arriverà ci penserà il mister a decidere chi far giocare, come sempre io mi metto a disposizione». Il primo ritiro in Val Ridanna ha riconsegnato a Mandorlini uno stantuffo in forma smagliante, efficace quanto nel finale della passata stagione quando i suoi inserimenti da lontano divennero uno dei grimaldelli preferiti dall´Hellas per abbattere difese chiuse e avversari eccessivamente prudenti.

COESIONE TOTALE. Cacciatore batte un chiodo in particolare, quello che ha permesso al Verona di avere una marcia in più nel finale della scorsa stagione e di mantenere una promessa con cui non era facile convivere. Mica facile ottenere un obiettivo se devi riuscirci per forza, ma quel Verona aveva qualcosa in più anche fuori dal campo. «Il gruppo c´è sempre stato, la squadra si sta formando. Difficile dire a che punto siamo rispetto a un´ipotetica tabella di marcia. Un´indicazione abbastanza veritiera ce la darà il primo test di Coppa ma non prima. Per adesso è stato basilare aver svolto una buona prima parte di ritiro, senza infortuni e con quasi tutti i giocatori a disposizione. L´amalgama inizi a crearlo adesso, così come ora hai il tempo di provare certe varianti come la difesa a tre. In Serie A bisognerà salire di livello anche sotto questo profilo, rispetto alla Serie B è un altro campionato. Per questo sarà utile avere in tasca delle carte in più anche a livello tattico».

TASSELLI PREZIOSI. La base di sempre e aggiunte di grande qualità, quel che ci vuole per affrontare a testa alta la A già dall´esordio. Dubbi? Neanche uno, Cacciatore si guarda attorno e vede solo facce rassicuranti. «Sapevamo quanto potesse darci uno come Toni - ammette - non lo scopriamo certo noi un giocatore come Luca. Si sta dimostrando importantissimo, per come lavora per la squadra e per la sua esperienza. Ci darà una grandissima mano, lui è uno su cui puoi sempre contare. Cirigliano si sta integrando, diamogli ancora un po´ di tempo e poi diventerà un giocatore prezioso per noi. Come Sala, a cui non servirà troppo tempo per ambientarsi. Adesso non ci resta che continuare a correre e faticare per farci trovare subito pronti con questa A che Verona aspettava da così tanto tempo».
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it




Ufficiale: riscatto per Cacciatore e Calvetti
Postata il 19/06/2013 alle ore 18:15
VERONA - L'Hellas Verona FC comunica le seguenti operazioni di mercato.
FABRIZIO CACCIATORE: esercitato il diritto di riscatto della metà del cartellino dalla società UC Sampdoria.
MARCO GUZZO: rinnovo dell'accordo di partecipazione con l'AC Siena, club che detiene la titolarità del tesseramento.
CARLO ALBERTO CALVETTI: esercitato il diritto di riscatto dell'intero cartellino con l'AC Milan.
Ufficio Stampa.

FONTE: HellasVerona.it


Jolly Cacciatore: «Destra o sinistra? Non c'è problema»
«PADRONE DELLA FASCIA». Un gol al PSV Eindhoven in Europa League. «I numeri dicono che questo Verona è più forte della Samp dell'anno scorso. E non mancano i nomi In questa squadra ci sono giocatori fortissimi»
14/11/2012
Cocco e Bojinov possono stare tranquilli, mettere lui al posto di Cacia venerdì sarebbe troppo. Da centravanti Fabrizio Cacciatore non ha mai giocato. Strano ma vero, esistono delle zone di campo in cui ancora non è andato. Ma c'è tempo. E se continua così prima o poi colmerà ogni vuoto. Va dappertutto, perfetta icona del calcio di Mandorlini. Neanche il mister faceva tante storie, nell'Inter e non solo. Eclettico come Claudio Marchisio, compagno di Fabrizio alla Juve ai tempi delle scuole elementari. Erano bambini. Cacciatore è partito da lì prima di passare al Torino, alla Pro Vercelli ed alla Primavera della Samp. Ha cominciato da centrocampista centrale, trasformato in difensore già negli Allievi e in terzino in C2 con la Reggiana di Alessandro Pane che perse la promozione per mano della Paganese, dopo aver eliminato la Cisco Roma di un Paolo Di Canio che stava per appendere le scarpe al chiodo. Da destra l'hanno adattato a sinistra, negli ultimi due anni Cacciatore è tornato in mediana. Giusto per rispolverare vecchi ricordi e non perdere l'abitudine ad adeguarsi ad ogni contesto. Del suo valore si accorse anche Paolo Berrettini, cittì della Nazionale Under 18 della nidiata di cui facevano parte i vari Bovo, Cerci, Criscito e Morosini. Tre gettoni in tutto, ad Eboli al torneo del Mediterraneo con Croazia, Turchia e Francia. L'azzurro gli donava.

DIECI E LODE. Cacciatore è un giocatore vero, il Bentegodi l'ha capito subito. Alla Samp ha frequentato la serie A e l'Europa, segnato il suo primo gol pesante a casa del PSV Eindhoven in Europa League, raccolto quella sera gli applausi di Antonio Cassano e Mimmo Di Carlo. «Dove preferisco giocare? Certamente da terzino destro, quello è il mio ruolo. Negli anni sono stato utilizzato un po' ovunque, cerco sempre di adattarmi al meglio per il bene della squadra», conferma Cacciatore, uno di quelli che vorresti sempre avere dalla tua parte in battaglia. A Verona ha presidiato la destra, ha permesso a sinistra di liberare in avanti il talento di Martinho, ha messo delle pezze in mediana. Problemi? Neanche uno.

MEGLIO DELLA SAMP. Si guarda un attimo indietro, ripensa alla Sampdoria dell'anno scorso. Quella che doveva spaccare il mondo, prima delusione cocente e poi micidiale fino a prendersi la serie A. «I numeri dicono che il Verona è più forte di quella Sampdoria - spiega Cacciatore -. La classifica parla chiaro ed anche quanto a nomi ce la giochiamo. In questa squadra ci sono elementi fortissimi, ma a questo punto della stagione anche il gruppo sta cominciando a fare la differenza. Basti vedere come siamo riusciti a portare a casa la partita di Terni, dove certo non ci siamo espressi al meglio». Cacciatore guarda anche avanti, il Verona gli piace parecchio. «Non so esattamente se già così siamo una squadra da massima serie, prima vinciamo il campionato e poi lo scopriremo. Secondo me però un gruppo come questo ha le qualità per potersi esprimere bene anche in un campionato come la serie A».

GUERRIERI CONTRO. Cacciatore è un giovane Mandorlini, naturale che il feeling sbocciasse subito. «Mi piace il suo temperamento, sa sempre tirarti fuori il meglio ad ogni partita. Ti dà qualcosa in più, ti stimola sempre. Così come il pubblico di Verona. I nostri tifosi non hanno nulla da invidiare a quelli di serie A, l'ho sempre detto anche ad inizio stagione». Saranno scintille in panchina venerdì. Da una parte Mandorlini, dall'altra Pierpaolo Bisoli che Cacciatore l'ha allenato a Foligno, in una squadra forte anche di Marco Parolo. «Bisoli è come Mandorlini, le sue squadre sono sempre molto concentrate e decise. Il Cesena doveva lottare per i primi posti, ha avuto qualche problema ma rimane un avversario da tenere in grande considerazione. Dovremo giocare al meglio, per me questa è una partita difficilissima. Contro il Verona tutti danno qualcosa in più, ormai sappiamo quel che ci aspetta».
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


giovedì, settembre 13th, 2012 | Posted by Matteo Fantozzi
Verona, ESCLUSIVO/ Cacciatore: “Verona citta’ fantastica, umili per vincere”
Intervista ESCLUSIVA per Seriebnews.com a Fabrizio Cacciatore, l’ex doriano (in prestito), ha espresso le sue sensazioni sul campionato di serieB, facendo il punto sul suo arrivo a Verona. Stimato dal suo tecnico per la sua duttilita’, Fabrizio ci tiene a precisare quale sia il suo vero ruolo.

Fabrizio, sei arrivato a Verona con entusiasmo e grandi ambizioni, che sensazioni hai per questa stagione?
“Si è vero, sono arrivato con grande entusiasmo, Verona è fantastica è una città dove si vive benissimo e ci si trova a proprio agio , i tifosi sono calorosi e soprattutto numerosi allo stadio, hanno sempre manifestato il loro affetto anche nei miei confronti, e per questo sono contento di aver scelto l’Hellas. Ricordiamoci che questa è una piazza importante per il calcio italiano e meritera palcoscenici prestigiosi, io ho grandi ambizioni come tutti qui in squadra”

Credi possa essere questa una stagione importante per te e per il Verona, magari per ambire alla serie A?
“Beh non possiamo nasconderci vista la squadra allestita dalla societa’, io pero’ vado cauto, sono del parere che bisogna fare sempre un passo alla volta, e rimanere sempre con la mentalita’ umile di una provinciale, perche’ se pensiamo di andare in campo con la convizione di essere il Verona ed essere piu’ forti non andiamo da nessuna parte, considerando anche la difficolta’ del campionato di serie B degli ultimi anni”

Ti considerano tutti un jolly, vista la tua duttilita’ in campo, ma Cacciatore quale ruolo preferisce?
“Il terzino è il ruolo che amo di piu’, e anche quello che faccio da piu’ tempo, certo è anche vero che li ho sperimentati un po’ tutti dalla difesa al centrocampo, ma in linea di massima il difensore di fascia è quello che mi viene piu’ facile fare, quello che sento piu’ mio. Allo stesso tempo so che devo farmi trovare sempre pronto a qualsiasi novita’ tattica e per questo sono disposto a giocare ovunque per il bene della squadra.”
Remigare Giovanni

FONTE: SerieBNews.com


«Il gol? Un brivido che parte dai piedi e arriva alla testa»
DESTINO GIALLOBLÙ. La favola del centrocampista nato nell'Hellas
Simon Laner ritorna sull'urlo della Sud dopo l'1-0: «Che scarica: è un momento che non dimenticherò» E sul risultato: «Grande gara. Decisivo lo spirito»

09/09/2012
...

POTENZIALITÀ DA BIG. Più o meno in sintonia Fabrizio Cacciatore: «Verona equilibrato e sicuro dei suoi mezzi? Confermo. Conosciamo le potenzialità che abbiamo e sappiamo anche che tutte le squadre che vengono al Bentegodi si chiudono, cercano di difendersi con tutti i mezzi. Chiaro che soltanto se sei una grande squadra poi riesci a prenderti i punti. Non era così facile. Speriamo di continuare». L'ex Samp ha bruciato le tappe. Acquistato, presentato e buttato nella mischia da titolare alla prima occasione: «In effetti in settimana non pensavo che il mio momento sarebbe arrivato così presto», confessa. «Poi in mattinata mi è stato spiegato che sarei finito negli undici. Contento? Ovviamente. Tanto più che poi è arrivata anche la vittoria». Quanto al cambio di posizione con Martinho, «io cerco sempre di farmi trovare pronto dovunque capiti. Importante che le cose poi funzionino, sia per me che per la squadra». Inevitabile una parola sul calore del Bentegodi: «Il pubblico qui è veramente il dodicesimo uomo. Quando le cose non vanno bene ti spinge, ti stimola, ti sostiene. È bellissimo giocare davanti a una tifoseria del genere».

UN DESTRO A SINISTRA. Con l'andare dei minuti ha stupito anche la sua facilità, da destro naturale, a giocare sulla corsia opposta: «Ma è da tempo che mi sono adattato. L'anno scorso ho fatto parecchie partite giocando da mancino per cui non mi trovo malissimo... Rubare il posto a Fatic? Qui nessuno ruba il posto ad altri», sorride lui. «Il mister fa delle scelte e a noi spetta andare in campo. Un giorno tocca a me, un altro toccherà a lui».
Francesco Arioli

FONTE: LArena.it


ALTRE NOTIZIE
Hellas Verona, Cacciatore: "Vogliamo vincere il campionato"
08.09.2012 22.40 di Tommaso Maschio
Fabrizio Cacciatore, difensore dell'Hellas Verona, premiato come migliore in campo da Sky Sport ai microfoni della tv satellitare parla della sua prima gara da titolare e degli obiettivi stagionali dei gialloblu: "Mi sono fatto trovare pronto e dove il mister mi mette io cerco di dare sempre il meglio. Questa è una piazza importante che è alla pari con tante squadre di Serie A. Quando hai una curva come questa alle spalle abbiamo una marcia in più. Non dobbiamo nasconderci, dobbiamo puntare a migliorarci partita dopo partita cercando di centrare un grande obiettivo come la vittoria del campionato. Il gruppo è compatto e sano, ci siamo integrati subito e in campo si vede. Mandorlini? È un tecnico di carattere che stimola tanto il gruppo".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Ecco Cacciatore e Berardi: Al Verona non puoi dire no
GLI ULTIMI ARRIVI. Parlano il difensore ex Varese e il portiere ex Lazio
06/09/2012
“Varese è il passato. In testa c'è solo Verona”. Fabrizio Cacciatore pochi mesi fa era tra quelli che hanno negato il sogno all'Hellas. In campo con il Varese nella doppia sfida playoff contro i gialloblù. Stagione straordinaria per i ragazzi allenati da Maran. La beffa in finale contro la Samp, però, ha vanificato tutto. Il difensore che arriva proprio dal club blucerchiato preferisce concentrarsi sul presente. Anche se il ricordo è ancora fresco. “Al Bentegodi fummo bravi e fortunati. Mi ricordo l'impatto con lo stadio. Passione pazzesca, una muraglia umana. Quando vedi uno scenario del genere, per forza di cose ti esalti. Mette paura, ma mette anche voglia di dare tutto”.

La scelta di vestire la maglia del Verona è fin troppo facile da motivare. “Non ho avuto dubbi: grande piazza, grande squadra. Si era parlato di poter tornare anche al Varese. Al Verona, però, è difficile rinunciare. Sia inteso: a Varese sono stato bene e abbiamo realizzato cose importanti”. Cacciatore è giocatore poliedrico. “Dietro – racconta – sono stati impiegato in qualsiasi posizione. Pure a centrocampo in situazioni di emergenza”. E la partenza lenta dell'Hellas? “Non ho dubbi: siamo una squadra forte. Il gruppo è nuovo, man mano che cresceremo sono convinto che la squadra uscirà alla distanza. Dobbiamo, per forza di cose, trovare ancora la nostra armonia”. Cacciatore è stato prelevato dalla Samp con la formula del prestito con diritto di riscatto...
S.A.

FONTE: LArena.it


Cacciatore: "Questo è un club prestigioso"
Postata il 05/09/2012 alle ore 14:13
Il difensore in prestito dalla Sampdoria si presenta: "Posso giocare in tutti i ruoli difensivi e, all'occorrenza, anche a centrocampo. La vera squadra? Presto la vedrete in campo"
VERONA - Ecco le dichiarazioni di Fabrizio Cacciatore, il nuovo difensore dell'Hellas Verona, che è stato presentato alla stampa: "Ho scelto l'Hellas Verona perché penso che sia una società prestigiosa alla pari di molti club di Serie A. Quando entri al Bentegodi e trovi ventimila persone non è mai facile e questo è uno stimolo in più. Il mio ruolo? L'anno scorso ho fatto tutti i ruoli difensivi, sia l'esterno che il centrale. Poi quando eravamo in emergenza nel campionato scorso il mister mi utilizzò anche da centrocampista. Ho visto le partite col Modena e con lo Spezia: abbiamo potenzialità enormi, inutile nascondersi. La squadra è forte, ma abbiamo cambiato tanto. Ci vuole un po' di tempo, ma partita dopo partita il vero Hellas uscirà fuori. Personalmente mi manca il ritmo della gara, ho giocato poco quest'estate ma perché sapevo che non rientravo più nei piani della Samp e avevo la certezza che sarei andato via".
Ufficio Stampa

Ufficiale: arriva Fabrizio Cacciatore
Postata il 31/08/2012 alle ore 17:13
Il difensore preso a titolo temporaneo dalla Sampdoria, un altro rinforzo per Mandorlini
VERONA - L'Hellas Verona comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del difensore Fabrizio Cacciatore a titolo temporaneo con accordo di opzione per la partecipazione dall'U.C. Sampdoria.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

PSV Eindhoven-Sampdoria 1-1 [Cacciatore, Dzsudzsak] highlights UEFA Europa League 2010/2011La presentazione ufficiale di Cacciatore e Berardi

CALCIOMERCATO
Sampdoria, Cacciatore richiesto dal Cagliari
29.08.2012 20.00 di Enea Zampoleri per tuttoatalanta.com
Fabrizio Cacciatore potrebbe finalmente lasciare la Sampdoria. E' da tempo fuori rosa e su di lui hanno messo gli occhi parecchi club di serie B ed alcuni di serie A, compresa l'Atalanta. Il Cagliari è l'ultima squadra che si è interessata al difensore 25enne e l'affare si potrebbe chiudere a breve.

SERIE B
TMW - Varese, si punta a far tornare Cacciatore
21.08.2012 12.11 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Fonte: Raffaella Bon
Secondo quanto appreso dalla redazione di Tuttomercatoweb.com il Varese starebbe valutando la possibilità di far tornare in rosa Fabrizio Cacciatore difensore classe 1986 di proprietà della Sampdoria ma che nella scorsa stagione ha militato proprio nel club lombardo.

SERIE B
Lecce, si lavora per Mumushaj e Cacciatore
22.07.2012 16.05 di Fabrizio Zorzoli
...Un altro giocatore che potrebbe approdare alla corte di Franco Lerda è il terzino destro/sinistro Fabrizio Cacciatore (26), tornato alla Sampdoria dopo l'ottima stagione disputata al Varese.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


lunedì, giugno 25th, 2012 | Posted by Matteo Fantozzi
Calciomercato Varese, ESCLUSIVO/ Fabrizio Cacciatore: “Spero di giocarmi le mie chance con la Sampdoria”
Fabrizio Cacciatore è stato uno dei giocatori più usati da Rolando Maran nella stagione che ha portato il Varese ancora una volta a un passo dalla Serie A. Impiegato prima da terzino e poi da interno di centrocampo il ragazzo è pronto a tornare da dove era venuto, Genova sponda Sampdoria. L’abbiamo raggiunto, in ESCLUSIVA per SerieBnews.com, e ci ha raccontato il suo momento.

Fabrizio, un giudizio su questa stagione….
“Era un sogno la Serie A, ma le cose sono andate come era previsto potessero andare. C’è rammarico perchè nelle due partite abbiamo meritato di più dei nostri avversari. Il calcio però a volte è strano…”
Per te sono state due partite particolari…
“Beh sì. Io contro la Sampdoria, contro la squadra che detiene il mio cartellino. Volevo dimostrare che si sbagliavano con me”.
Ora però sei un giocatore della Sampdoria?
“Ora sì, vediamo cosa vogliono fare”.
Tu cosa vorresti?
“Vorrei restare, anche dopo un annata di grande spessore. Spero di ritornare in prima serie, me lo auguro”.
Meglio titolare in Serie B o in panchina in Serie A?
“Io spero titolare in Serie A (ride ndr)”.

NEWS
Cacciatore: "Onorato dell'interesse del Cagliari"
07.06.2012 19:19 di Claudio Piredda
Il difensore del Varese, di proprietà della Sampdoria Fabrizio Cacciatore, ha commentato così a Seriebnews, le voci che sono circolate in questi giorni circa un interessamento del Cagliari nei suoi confronti: "“Non so niente anche se leggo i giornali. Mi fa piacere che un club così importante abbia solo pensato a me, vuol dire che sto facendo bene”. Il giocatore però non si sbilancia sul suo futuro in quanto concentrato sulla finale di ritorno dei play off di Serie B contro la Sampdoria: "Non credo sia il momento questo, siamo impegnati in una finale, poi ne parleremo di certo. Ora sono un giocatore del Varese e do’ il massimo per loro”.

FONTE: SerieBNews.com


A Cagliari si cercano rinforzi in difesa. La priorità è un terzino sinistro, ma anche l'erede di Agazzi...
In rossoblù potrebbe arrivare dal Varese il terzino sinistro, Fabrizio Cacciatore. Seguiti anche Luca Antonelli del Genoa e Alessandro Longhi del Sassuolo.
06/giu/2012 23.46.00
di Filippo Cannizzo
A Cagliari si cerca disperatamente un difensore. Un terzino sinistro in grado di garantire affidabilità e qualità all’intero reparto, in sostituzione di Alessandro Agostini, prossimo all’addio dopo anni e anni di ottime prestazioni con la maglia rossoblù.

Tanti i nomi che circolano nelle ultime ore. Si fa strada l’ipotesi di un arrivo in Sardegna di Fabrizio Cacciatore, terzino in forza al Varese ma di proprietà della Sampdoria. Altri nomi che circolano, ma comunque più staccati - cosi come ha riportato l’Unione Sarda - sono quelli di...

FONTE: Goal.com


ALTRE NOTIZIE
Varese-Ascoli: Le voci dallo spogliatoio
12 maggio 2012 alle 18:59
...Alla distanza esce il Varese, che dopo un paio di buone iniziative di Rivas e Pereira al 33' minuto passa in vantaggio: un velocissimo Rivas si esalta sulla destra, salta con facilità il diretto avversario, cross morbido in area di rigore, da dietro arriva Fabrizio Cacciatore che timbra il suo terzo gol stagionale...

FONTE: CalcioMercato.com


NEWS NAZIONALI
Varese, Cacciatore su sfide contro Brescia, Verona e Samp: "Partite di grandissimo spessore morale e tecnico"
26.04.2012 17.00 di Andrea Piras per sampdorianews.net
Interpellato dai taccuini di Varese Sport, il difensore biancorosso, ma di proprietà della Samp, Fabrizio Cacciatore ha parlato del campionato della sua squadra:
“Tutto si deciderà a partire dalla gara interna contro la Nocerina, che non possiamo sbagliare, e soprattutto proseguirà con gli scontri diretti contro Brescia, Verona e Sampdoria.
Partite di grandissimo spessore morale e tecnico nelle quali noi e i nostri avversari ci giocheremo il futuro. Avversari che, lo sappiamo, ne siamo perfettamente consapevoli, sono mediaticamente più appetibili.
Sarà una sorta di affascinante e terribile roulette russa che sul campo lascerà pochi vincitori, ma il Varese ci sarà perché la nostra voglia di playoff è enorme e dietro a noi c’è tutta la città che dopo la delusione patita dodici mesi fa, adesso vuole solo fare festa”.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ALTRE NOTIZIE
Varese-Reggina: Le voci dallo spogliatoio
24 marzo alle 19:09
...La svolta che chiude la partita arriva al 17': Cacciatore dalla destra pennella un cross delizioso che ancora Plasmati spinge in rete, anticipando Emerson...
Il difensore del Varese, Fabrizio Cacciatore: 'Oggi abbiamo ottenuto una grande vittoria, nonostante gli infortuni. Sapevamo che non era facile ma abbiamo gestito bene la gara e abbiamo portato a casa la vittoria. C'era davvero un caldo soffocante e aver trovato subito i due gol è stato determinante, ma poi non abbiamo sofferto quasi mai e abbiamo precluso alla Reggina ogni possibile reazione'.

FONTE: CalcioMercato.com


mercoledì, marzo 7th, 2012 | Posted by Matteo Fantozzi
Sampdoria, ESCLUSIVO/ Cacciatore: “Non penso ai blucerchiati, non hanno puntato su di me. Gastaldello? Un vero leader difensivo”
La Sampdoria ha ottenuto una vittoria importante ieri a Marassi contro l’Empoli. I blucerchiati sono riusciti a raccogliere i tre punti grazie a una rete di testa del capitano Daniele Gastaldello. Tra le dirette concorrenti per i playoff c’è il Varese dove gioca un terzino di proprietà blucerchiata, Fabrizio Cacciatore. L’abbiamo intervistato in ESCLUSIVA per SerieBnews.com.

Fabrizio, ci pensi mai alla Sampdoria?
“Sono un giocatore del Varese e per ora penso solo a questo, nonostante il mio cartellino appartenga alla Sampdoria. Per ora per me sono concorrenti nella corsa ai playoff”.

L’anno prossimo però potresti tornare in blucerchiato, come si fa a non pensarci?
“Il fatto che loro non abbiano puntato su di me mi da stimoli per pensare ancora di più a Varese. Qui ho trovato fiducia e continuità, quindi penso solo alla maglia che indosso. Domani? Vedremo”.

Hai giocato con Gastaldello, che ieri ha deciso la partita. Che giocatore è?
“E’ un vero leader difensivo, ora che è diventato capitano ancor di più. Daniele è un ragazzo serio e disponibile, molto tranquillo nella vita di tutti i giorni. In campo ti da una grossa mano, con lui mi sono trovato sempre bene sia in campo che fuori”.
M.F.

FONTE: SerieBNews.com


Fabrizio Cacciatore: "Avrei voluto dimostrare alla Samp quanto valgo"
Autore: admin Data: 02 gennaio 2012
Un campionato di Serie B è lungo, lunghissimo. Le partite sono addirittura 42, ma, per quasi tutti i giocatori, ce n'è una che è sempre la più importante. Per Fabrizio Cacciatore, ovviamente, sarebbe stata quella di venerdì con la Sampdoria, ma non ci sarà causa squalifica.

Quanto ti pesa non poter essere in campo a Marassi?
“Tanto, tantissimo. Avrei voluto giocare per dimostrare ai dirigenti della Samp tutto il mio valore. Quest'estate non sono stati troppo carini nel non tenermi per disputare con loro il campionato di B. Ma evidentemente non hanno avuto fiducia in me e nelle mie potenzialità“.

E così sei approdato al Varese. Qual è il bilancio di questa prima metà di stagione?
“Direi più che positivo. Ho giocato tanto ed è quello che più mi premeva, dato che venivo da un'annata in cui il campo l'ho visto molto poco. Posso affermare di aver fatto la scelta giusta”.

Ti aspettavi un campionato del genere?
“Sinceramente ero un po' scettico, considerato che, dopo la stagione scorsa, sarebbe stato molto difficile ripetersi, però sono contento di essermi sbagliato. Dobbiamo continuare con questo ritmo”.

Per raggiungere la salvezza o per ambire a qualcosa in più?
“Sempre prima la salvezza. Una volta raggiunta, penseremo al resto”.

Il Varese viaggia a gonfie vele, la Sampdoria un po' meno. Hai una spiegazione?
“Credo che il 2011 sia stato un anno orribile per loro. Finché c'ero io stavamo disputando un campionato tranquillo, in posizione medio-alta in classifica. Poi sono andati via Cassano e Pazzini e dunque è venuta a mancare la fiducia. E ritrovarsi a lottare nelle retrovie, per giocatori non abituati, è difficilissimo. La retrocessione l'ha dimostrato. Per quanto riguarda questa stagione penso che valga la stessa cosa: hanno una rosa fortissima, ma non sono giocatori abituati e preparati per giocare in serie B”.

E allora venerdì sarà una passeggiata per il Varese.
“No! Anzi, credo che loro vogliano dare una svolta alla loro stagione. E vogliono tornare a vincere davanti al loro fantastico pubblico. Non saranno sicuramente la Sampdoria vista sinora”.

Impatto Marassi: il Varese saprà attutirlo?
“Giocare in quello stadio è bellissimo. Hai la gente che ti sta davvero vicino e ti offre delle emozioni uniche. Per questo il Varese non dovrà farsi intimidire, ma al contrario caricarsi sfruttando un ambiente così”.

Capitolo calciomercato. Immagina di essere Milanese, pensi che il Varese abbia bisogno di rinforzi?
“Questo compito spetta a lui e alla società, io non ne voglio sapere. (Sorride, ndr). Penso che se questa rosa è dove sta in classifica ora non credo che abbia bisogno di tanti rinforzi. I risultati parlano chiaro”.

E queste voci che vogliono l'arrivo di un terzino ti stimolano o ti spaventano?
“Io sono serenissimo. E' chiaro che se dovesse arrivare qualcuno mi stimolerebbe maggiormente a fare il meglio. La concorrenza aiuta, ma io penso che siamo già a posto così”.

A proposito di concorrenza, come vivi quella con Pucino sulla corsia di destra?
“Bene, con Raffaele ho un buon rapporto. Penso che assieme a De Luca sia uno dei migliori giovani e quindi se merita di giocare è giusto che il mister lo metta in campo”.

Per concludere: un desiderio per questo nuovo anno che è appena iniziato?
“Nell'ambito lavorativo il mio desiderio è quello di proseguire così, in questo modo, il campionato che abbiamo iniziato. E a livello personale sarà un anno importante e felice perché a fine agosto nascerà il mio secondo bimbo, o bimba, ancora non si sa”.

FONTE: VareseSport.com


14/10/2011 - 22:42
SERIE B CALCIO 2011-2012, VARESE - PADOVA 3-0
Il Varese non si ferma più, Padova ko
Mirco Rabacchi
Al “Franco Ossola” di Varese, nell'anticipo della 10/a giornata del campionato di serie B arriva la terza vittoria in tre partite della gestione Rolando Maran, neo allenatore varesino. Il primo gol arriva al 3’ della ripresa dopo un primo tempo equilibrato: è Fabrizio Cacciatore, con una bella girata, ad aprire le danze nello scontro di alta classifica (il Varese sale ora a quota 15 punti). Tra l’84’ e l’85’ Marco Cellini su rigore e Jasmin Kurtic fissano il risultato sul 3-0.
E’ la seconda sconfitta consecutiva per i padovani lontano dall’Euganeo, dopo l’ultimo ko maturato in casa dell’Albinoleffe. Può gioire il Torino che, domani pomeriggio in campo contro la Juve Stabia, ha la possibilità di spiccare il volo a +6 punti sulla seconda in caso di vittoria.

FONTE: Sport.it


ALTRE NOTIZIE
Varese, Cacciatore: "Sono contento, cercavo da tempo il gol"
14.10.2011 22.47 di Antonio Gaito
Il difensore del Varese, Fabrizio Cacciatore, ha parlato a Sky dopo la vittoria convincente sul Padova: "Sono contento, cercavo da tanto questo gol che è importante per la squadra. Lo dedico a mia moglie e a mia figlia, penso sia il minimo. Maran? Sono arrivato quest'anno, non ho avuto Sannino ma posso dire che Maran ti sprona fino alla fine anche quando sei in difficoltà. Riesce a farti tirare fuori il massimo. Ora dobbiamo andare avanti così, abbiamo una partita dura a Reggio Calabria e dobbiamo dare il meglio. Speriamo di fare una bella prestazione perchè quando poi giochi bene quasi sempre il risultato arriva".

SERIE B
UFFICIALE: Sampdoria, Fabrizio Cacciatore in prestito al Varese
07.07.2011 23.28 di Fabrizio Zorzoli
Fonte: AS Varese
A.S. Varese 1910 comunica di aver perfezionato le seguenti operazioni, in data odierna, in questa prima fase di calcio mercato:

Fabrizio Cacciatore, difensore classe 1986, arriva in maglia biancorossa dalla Sampdoria con la formula del prestito con diritto di riscatto per il 50%.

Fabrizio Cacciatore è cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della Pro Vercelli, nel 2003 si trasferisce alla Primavera della Sampdoria. Nella stagione 2005-2006 viene ceduto, in prestito, all'Olbia in Serie C2 dove totalizza 32 presenze. La stagione successiva, sempre in prestito, gioca con la maglia della Reggiana (C2, 22 presenze). L'anno dopo fa il salto di categoria approdando in Serie C1 nel Foligno: 32 presenze con 2 reti. Nella stagione 2008-2009 un ulteriore passo in avanti: gioca in Serie B con la Triestina. Titolare della fascia destra difensiva della squadra alabardata, colleziona 36 presenze. Nella stagione 2009-2010 ritorna alla Sampdoria debuttando in Serie A. Rimane a Genova anche nella stagione seguente durante la quale debutta nelle coppe europee (UEFA Europa League contro il PSV Eindhoven). Il 31 gennaio 2011 Cacciatore si trasferisce al Siena dove ha giocato la seconda parte della stagione appena conclusa.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


NEWS DORIA
E' nata la figlia di Fabrizio Cacciatore: benvenuta Matilde
03.03.2010 18.00 di Andrea Piras per sampdorianews.net
Fiocco rosa a Bogliasco: il sito ufficiale della Sampdoria ha annunciato la nascita di Matilde Cacciatore.
La figlia del terzino blucerchiato è nata questa mattina all'ospedale San Martino di Genova. Al neo papà e alla neo mamma vanno i più sinceri auguri di Sampdorianews.



ARTICOLO N° 7304 DEL 31/01/2011 - 14:15
Sampdoria, il difensore Fabrizio Cacciatore in partenza per il Siena
Genova. Non è ancora terminata la stagione delle partenze in casa Samp. Il difensore Fabrizio Cacciatore, classe 1986, saluterà presto mister Di Carlo e i suoi ormai ex compagni di squadra per trasferirsi a Siena e continuare il campionato in serie B. Il giocatore è stato ceduto con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore della società toscana.
Di Carlo non aveva più utilizzato Cacciatore in seguito all’epilogo dell’avventura blucerchiata in Europa League. Nel corso di questa sua prima stagione in serie a, il laterale destro ha collezionato dieci presenze totali: cinque in campionato e cinque in Europa League, segnando anche un goal al Psv Eindhoven.

FONTE: Genova24.it


31/01/2011
Sampdoria: Fabrizio Cacciatore ceduto al Siena
Fabrizio Cacciatore, difensore della Sampdoria, e' stato ceduto al Siena con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore della societa' toscana.

Cacciatore, 24 anni, era arrivato alla Sampdoria nel 2009 proveniente dalla Triestina.

FONTE: BlobCalcio.MyBlog.it


DORIANI IN VANTAGGIO CON CACCIATORE SUL CAMPO DEL PSV, POI TUTTI DIETRO. DZSUDZSAK FIRMA L'1-1 AL 90'
Samp raggiunta al 90'
Doriani in vantaggio con Cacciatore sul campo del Psv, poi tutti dietro. Dzsudzsak firma l'1-1 al 90'

Mirco Rabacchi | 16/09/2010
Battute finali ancora beffarde per la Sampdoria formato continentale, sponda Gruppo I dell’Europa League. Dopo aver giocato con buona autorità e ritmo il primo tempo ed essere andata in vantaggio con Cacciatore al 25’, ancora una rete subita nel finale come nel preliminare di Champions contro il Werder Brema condanna i blucerchiati. Questa volta non è sconfitta, ma pareggio, quindi si può vedere il bicchiere mezzo pieno.

Difficile dire dove inizino i demeriti di una Samp che nel secondo tempo ha rinunciato a giocare e i meriti di un PSV Eindhoven tecnicamente più forte e spinto dai tifosi del Philips Stadion. La partita è apertissima fin dall’inizio e si mette in evidenza il giovane ungherese Koman, che fa il Cassano e al 25’ piazza un cross ad effetto per Cacciatore. Il terzino destro si eleva nel cuore dell’area biancorossa e segna un gol importantissimo. Sull’1-0 si vedono le cose migliori dei blucerchiati che amministrano bene il vantaggio fino all’intervallo.

Nella ripresa la stanchezza e la voglia di rivalsa degli olandesi prendono il sopravvento e i ragazzi di Di Carlo soffrono col passare dei minuti. Dzsudzsak ci prova con un destro da fuori, poi Curci ha due uscite a vuoto, ma presto si riscatta con buone parate. Al 56’ Affelay ha una clamorosa occasione, quasi un rigore in movimento, ma appoggia di piatto a fil di palo.

La Samp si difende disordinatamente e rischia grosso quando Lens, il migliore in campo, spara un gran destro: Curci vola. I blucerchiati sono là nel fortino e provano a servire Cassano in attacco, troppo solo e per la verità non in grandissima serata. Mancano le idee e sembra di giocare in apnea, con il Psv che attacca da tutte le parti.

Proprio quando sembra materializzarsi l’impresa corsara, una palla rinviata dalla difesa capita nei piedi sbagliati di Dzsudzsak: destro incrociato e 1-1. Tornano i fantasmi della serata di Marassi contro il Werder, ma a questa Samp non poteva andare meglio di così. Un punto guadagnato in una partita giocata solo a metà è già tanto.

FONTE: Sport.it


CACCIATORE, DEBUTTO AMARO: «PECCATO, MA CHE EMOZIONE»
giovedì 29 ottobre 2009
Malgrado il pesante passivo, il torinese Fabrizio può festeggiare il debutto in Serie A proprio nella sua città d'origine: «Era da tanto che aspettavo questo momento, sono contento di averlo fatto qui, ma mi dispiace per la sconfitta della squadra».

Un esordio nella sua città, contro la Juventus, non se lo sarebbe immaginato nemmeno lui. Questa sera, per la prima volta in carriera, il torinese Fabrizio Cacciatore ha calcato un campo di Serie A. Lo ha fatto subentrando al 15' della ripresa a Marius Stankevicius e contro campioni affermati come quelli bianconeri. Per la squadra è andata male, inutile nasconderlo, ma guardandolo negli occhi si capisce perché le sensazioni provata all'"Olimpico" diventino quasi impossibili da esprimere a parole. «Un'emozione incredibile, difficile da descrivere - afferma nel dopo-partita il giovane esterno destro doriano -. Per me, torinese e cresciuto nelle giovanili del Toro, esordire qui, praticamente a casa mia, contro la Juve, è qualcosa di davvero speciale».

Esordio amaro. Fin dai primi giorni di ritiro, Mister Del Neri non ha nascosto di puntare forte su di lui, peccato che la prima chiamata alle armi sia arrivata in una serata blucerchiata che definire storta sarebbe un eufemismo. «Era un po' che aspettavo questo momento - ammette Cacciatore -, ci credevo, ho lavorato per questo e sono contento; anche se purtroppo non è andata bene dal punto di vista della squadra. Sapevamo che avremmo avuto a che fare con una squadra attrezzata per lottare al vertice in Italia e in Europa. Purtroppo l'incontro è iniziato male e s'è concluso peggio. Sinceramente non so dire che cosa sia mancato questa sera alla Sampdoria. Di sicuro ci siamo trovati di fronte una grande Juventus e penso che questa sia l'unica chiave di lettura della partita».

Riscatto. Domenica però i blucerchiati torneranno subito in campo al "Ferraris", dove arriverà il sorprendente Bari degli ex Giampiero Ventura e Vitali Kutuzov. «Non sarà facile - conclude Fabrizio -, perché sappiamo che avremo di fronte una squadra in salute, che gioca sulle ali dell'entusiasmo per quanto è riuscita a far vedere in quest'avvio di stagione. Tuttavia noi giocheremo in casa, di fronte al nostro pubblico che in ogni gara non manca di supportarci con calore e affetto, com'è accaduto anche a Torino. E abbiamo sete di riscatto».

FONTE: Sampdoria.it


PRIMO PIANO
Cacciatore al raduno: "Ho realizzato un sogno"
07.07.2009 20:57 di Stefano Orengo
Per Fabrizio Cacciatore, cresciuto alla Sampdoria, è un ritorno a casa quello di questa stagione: "Sono contentissimo della chiamata della Samp, ho realizzato un piccolo sogno" - ha detto nel post conferenza stampa di Del Neri" - "mi fa piacere che la società mi abbia tenuto, significa che c'è un interesse nei miei confronti e non può che farmi piacere"

Interrogato poi dai giornalisti per un parere sull'allenatore Del Neri, che ha speso belle parole su di lui. ha detto: "Sicuramente fa piacere sapere che l'allenatore punta sui giovani. Io mi metterò a disposizione e mi impegnerò al massimo per ritagliarmi il mio spazio, poi vedremo le scelte che farà il mister".

"Il mio ruolo? Nella primavera ho iniziato centrale, ma ormai da tre anni mi hanno adattato a destra, quindi un terzino a tutti gli effetti e mi trovo benissimo nella difesa a quattro" ha concluso il giovane difensore.

NEWS DORIA
Bistazzoni lancia Fabrizio Cacciatore
04.06.2009 07:26 di Alessio Ciarlo
Guido Bistazzoni, ex portiere della Samp anni '80, con l'avvento di Gigi Del Neri è diventato preparatore dei portieri della squadra blucerchiata. La politica di Garrone e Marotta per la prossima stagione è quella di lanciare i giovani e l'avvento del tecnico friulano nè è una dimostrazione.Lo stesso Bistazzoni lancia in particolar modo Fabrizio Cacciatore, difensore di proprietà della Samp che ha giocato nell'ultima stagione in Serie B con la Triestina.

"C'è Fabrizio Cacciatore che sta facendo bene con la Triestina. Ha fatto tutta la trafila dalla C alla B e ha sempre fatto bene. Oltre ai vari Fiorillo, Marilungo e Poli va tenuto in considerazione".

FONTE: SampdoriaNews.net


28/5/2008, 17:53
GIOVANI DI TALENTO: CACCIATORE IN PRESTITO ALLA TRIESTINA
L'U.C. Sampdoria S.p.a. comunica di aver ceduto all'U.S. Triestina Calcio, a titolo temporaneo, i diritti sportivi del calciatore Fabrizio Cacciatore (nell'ultima stagione in forza al Foligno). Di seguito il comunicato stampa ufficiale.

FONTE: Sampdoria.it


SERIE A
UFFICIALE: la Samp cede in prestito Donato e Cacciatore
06.07.2007 14.50 di Diego Anelli
Il difensore centrale Nicola Donato, punto di forza della primavera blucerchiata vicecampione nazionale, è stato ceduto al Pavia appena retrocesso in C2. Il difensore Fabrizio Cacciatore, dopo la positiva esperienza di Reggio Emilia, passa in C1 al neo promosso Foligno. La formula scelta per entrambi i trasferimenti è il prestito annuale.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Mercato Hellas il punto di Vighini
#Primiero 2017, tutti i dettagli

Wallpapers gallery