Le schede di B/=\S: Niccolò GALLI (23 anni)

Pubblicato da andrea smarso venerdì 1 luglio 2011 19:40, vedi , , , , , , , | Nessun commento

Niccolò Galli
Data di nascita:16/09/1988
Luogo di nascita:Parma (PR)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Centrocampista
Altezza:180 Cm
Peso:70 Kg
Posizione:

Carriera da giocatore:

 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2011-2012B111 
PergoCrema2010-2011C1295 
PergoCrema2009-2010C1210 
PergoCremaDa Gen. 2009C110 
Parma2008 - Gen. 2009B00 
MasseseDa Gen. 2008C170 
Parma2007 - Gen. 2008A00 
Giovanili ParmaFino al 2007--- 

Pergocrema 2-2 Spezia 25° giornata Lega Pro Prima Divisione Gir. A 2010/2011 gol di GALLIPERGOCREMA 3-0 FC SUEDTIROL gran doppietta di GALLI

News e curiosità:

Centrocampista promettente il biondo 23enne (solo omonimo dello sfortunato figlio, morto appena 17enne, dell'ex portiere della FIORENTINA e poi fra l'altro diesse di un mediocre VERONA Giovanni GALLI) che nella prima stagione da titolare appena disputata in Prima Divisione tra le file del PERGOCREMA è andato in gol per ben 5 volte in 27 partite (segnando anche all'ultimo minuto utile nei playout per la permanenza in Prima Divisione dei gialloblù lombardi): farà da secondo ad Emil HALFREDSSON nel 4-3-3 di mister MANDORLINI ma può cavarsela anche da mezzala.

Niccolò che era inseguito anche da LIVORNO, VICENZA, CROTONE e PADOVA arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto dal PARMA, società proprietaria del suo cartellino, ed è un giocatore della mediana abbastanza tecnico, veloce ed in possesso di una buona visione di gioco; il tecnico veronese l'ha voluto e lo conosce da quando, nelle giovanili della squadra del ducato, giocava con suo figlio Matteo (appena assunto dal BRESCIA)

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


«Felice di piacervi, ma sono solo all'inizio...»
UN RAGAZZO DA SEGUIRE. Lanciato a sorpresa da Mandorlini, il centrocampista è stato tra i più ammirati, nel vittorioso match di Castellammare di Stabia. Galli non si esalta per la bella prova di mercoledì: «Ci speravo, la soluzione l'avevamo provata. Ora voglio ripagare la fiducia in me»

02/09/2011
Ha incantato. Palloni di qualità ad ogni tocco. Con la grazia di un ballerino e l'autorità del veterano. Il biglietto da visita di Niccolò Galli è di quelli pesanti. Testa alta e personalità da vendere, la Juve Stabia che salta per aria al minimo suo affondo, avversari costretti a picchiarlo.
Spettacolo autentico, splendida sorpresa di una notte campana che ha recapitato nelle mani di Mandorlini un altro asso, preziosissima variante di una struttura che ha dimostrato di sapersi modellare con grande facilità ad ogni scenario. Versatile come solo le vere squadre sanno essere, con Niccolò a recitare il ruolo di attore protagonista. Dura non ridargli una maglia già alla prossima occasione. Non solo nei casi di turnover. «Se potessi, resterei qui a vita», disse il giorno del suo arrivo. Al Verona non dispiacerebbe affatto, soprattutto se continua così.

Galli, meglio di così il suo campionato non poteva cominciare...
«Non era facile, sono contento di come è andata. Per la squadra soprattutto. Una vittoria importante, ci voleva proprio. E ce la siamo meritata, non credo ci possano essere dubbi sul risultato».
Una prestazione anche di grande personalità...
«L'ambiente caldo ci ha esaltati, ci siamo caricati. Personalmente mi ha fatto bene entrare in campo e vedere lo stadio pieno. In un contesto così rendi di più. Sul campo poi il Verona di buone risposte ne ha date molte».
Si aspettava di giocare?
«Ci speravo, la soluzione col rombo di centrocampo l'avevamo provata in allenamento. Qualcosa potevo aver intuito. Di essere fra i titolari però l'ho saputo poco prima della partita».
È questa la sua posizione preferita?
«Mi trovo molto bene come vertice avanzato nel rombo, così come è successo con la Juve Stabia. La maggiore parte delle partite le ho giocate però da mezzala sinistra, nel centrocampo a tre. Ma io vado ovunque, credo di sapermi adattare».
Della famiglia Mandorlini ha conosciuto prima Matteo, suo figlio...
«Siamo stati compagni di squadra alla Primavera del Parma. So che il mister mi seguiva, mi ha voluto all'Hellas. Adesso vorrei ripagarlo per tutta questa fiducia. Qui ho la possibilità di vivere nuovi stimoli e nuove emozioni. E Verona è il top, sotto tanti punti di vista. Sto benissimo».
Fidanzato o single?
«Sto con Marta da cinque anni, conosciuta ai tempi della scuola».
Che fa nel tempo libero?
«Di tutto, ad esempio mi piace molto leggere».
L'ultimo libro?
«Una bambina, di Torey Hayden».
Telefonate ed sms dopo la partita?
«Tanti. Di amici, parenti, ex compagni di squadra, allenatori. D'altronde sono alle prime esperienze in un certo tipo di calcio. Felice di aver cominciato così, ma non devo fermarmi».
C'è un allenatore che si sente di ringraziare più di ogni altro per questa sua ascesa?
«Difficile rispondere, forse impossibile. A Parma ho avuto Guidolin, Di Carlo e Pioli. Senza dimenticare tutti gli altri. La verità? Ogni allenatore è diverso. E tutti, in un modo o nell'altro, ti lasciano qualcosa».
Galli, quanto vale veramente il Verona?
«Mi auguro tanto, anche se ogni giudizio in questo momento è prematuro. Siamo solo all'inizio di un lungo cammino, inutile costruirsi troppi castelli. Rimaniamo coi piedi per terra. Siamo una neopromossa, non dimentichiamolo. È anche vero però che abbiamo tutto il diritto di provare a prenderci certe soddisfazioni. Senza obiettivi né limiti».
Alessandro De Pietro

Giovane e sfrontato Niccolò Galli si presenta
07/08/2011
Niccolò Galli dixit. «Sono arrivato in un grande gruppo, in un gruppo affiatato, in un gruppo tosto. Perché un campionato non si vince per caso. E io credo che siamo destinati a fare bene ancora. Obiettivi? Io dico solo che questo è un Verona che può andare in campo e giocarsela contro chiunque, senza paura»: tutto si può dire di Niccolò Galli, uno dei volti nuovi del centrocampo gialloblù, meno che gli manchi la sfrontatezza.

Sarà che a 23 anni il mondo promette solo meraviglie, sarà che l'avventura nell'Hellas sta iniziando davvero ad affascinarlo, fatto sta che a quindici giorni dall'inizio della preparazione l'ex Pergo, passo svelto e parlantina brillante, è già pronto a lanciare la sfida al campionato: «In realtà sto cercando di entrare piano piano nelle geometrie della squadra e nelle logiche di mister Mandorlini», rivela. «In punta di piedi, ci mancherebbe. Qui ci sono compagni che possono insegnarmi parecchio. Ci sto bene, anzi benissimo. Merito anche dei tifosi, il loro entusiasmo è contagioso».
Prima i dilettanti, poi Sampdoria e Sudtirol: le amichevoli estive confermano la bontà dell'impianto di squadra ma tradiscono l'inevitabile disagio fisico. Il lavoro muscolare penalizza ritmi e qualità del gioco e mercoledì a Bressanone si è visto: «Ma questi sono impegni utili soprattutto a mettere minuti nelle gambe», ricorda il centrocampista, «e noi venivamo da una settimana durissima dal punto di vista fisico. Contro il Sudtirol giocare all'attacco era più difficile, i muscoli pesanti ti tolgono sempre un po' di lucidità».
L'importante è sapersi mettere a disposizione, obbedire nella maniera più fedele al dettato tattico dell'allenatore: «Se è per quello io mi metto a disposizione in tutto e per tutto. Il ruolo prediletto? A tre posso giocare sull'esterno ma posso anche fare il mediano davanti alla difesa. E se me lo chiedono faccio senza problemi anche il trequartista».
Con l'idea - a prescindere - di crescere, maturare, vincere. E sposare senza riserve la causa scaligera: «Se potessi resterei qui a vita», confessa ancora Galli. «Il mio sogno in questo momento è quello di arrivare il più in alto possibile con la maglia del Verona. Conosco la piazza di Parma, per dire, ma qui è diverso. I tifosi sono appassionati, straordinari. C'è un altro tipo di entusiasmo».
Intanto si avvicina a grandi passi il derby di Coppa Italia col Vicenza. Manca poco più di una settimana e l'ambiente si sta già surriscaldando: «La gente non perde occasione per ricordarci quanto conta quella partita. Ci teniamo a fare bene», garantisce lui. «E' la prima ufficiale della stagione: sarebbe importantissimo iniziare subito col piede giusto». F.AR.

FONTE: LArena.it


Calciomercato, Niccolò Galli all'Hellas Verona
11/07/2011 - 20:44
Il centrocampista classe '88 si trasferisce dal Parma al club di Via Torricelli in prestito con diritto di riscatto
VERONA - Nella serata di lunedì la dirigenza scaligera ha perfezionato un movimento in entrata per proseguire la composizione della rosa a disposizione di mister Mandorlini.

Il centrocampista Niccolò Galli si trasferisce dal Parma al club di Via Torricelli in prestito con diritto di riscatto. Nato nella città emiliana il 16 settembre 1988, ha militato negli ultimi due anni e mezzo nel Pergocrema, collezionando in Prima Divisione 51 presenze e 5 reti.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


Verona: ufficiale l’arrivo di Niccolò Galli
Pubblicato da Davide Martini il 11 luglio 2011
Primo, sospirato “vero” acquisto per il Verona. Il ds Gibellini ha concluso il prestito con diritto di riscatto dal Parma di Niccolò Galli, reduce da due stagioni e mezzo al Pergocrema, in cui è risultato decisivo per altrettante salvezze dei lombardi segnando nei playout contro Pro Patria e Monza.

Galli, classe ’89, nativo di Parma, è una mezzala col vizio del gol (cinque le reti realizzate col Pergocrema), discretamente tecnico e veloce ed in possesso di una buona visione di gioco. Cresciuto nel Parma ha esordito in C1 con la Massese nel gennaio 2008. E’ il primo rinforzo non proveniente dai settori giovanili della tribolata estate veronese, invocato a gran voce da Mandorlini che ben conosce Galli in quanto ex compagno nelle giovanili del Parma del figlio di Mandorlini, Matteo, attuale giocatore del Brescia.

FONTE: StadioBlog.it


SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Parma, Galli in comproprietà al Verona
11.07.2011 11.55 di Matteo Bursi
Fonte: Raffaella Bon
Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Tuttomercatoweb.com oggi è previsto un incontro tra la dirigenza del Parma e quella del Verona per il passaggio in Veneto del centrocampista Niccolò Galli (22), nell'ultima stagione al Pergocrema. Il centrocampista passerà al Verona in compartecipazione.

DOMENICA 12 GIUGNO 2011
ESCLUSIVA TMW - Galli nel mirino di quattro club di Serie B
E' reduce da un'ottima stagione in Prima Divisione al Pergocrema. Ora il centrocampista Niccolò Galli, classe '88 di proprietà del Parma, è pronto al salto di categoria. Sulle sue tracce ci sono Crotone, Padova, Vicenza e Livorno.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


PARMA NEWS
Parma, per Niccolò Galli fioccano le richieste dalla B
12.06.2011 07:04 di Claudio De Palma
Reduce da un'ottima stagione in Lega Pro con la maglia del Pergocrema, il centrocampista del Parma Niccolò Galli (23) è seguito con attenzione da molte di squadre di serie B quali Livorno, Vicenza, Crotone e Padova. La notizia è riportata in esclusiva da tuttomercatoweb. Vedremo quale destinazione sceglierà la società ducale senza trascurare la possibilità di dargli una chance e farlo valutare in ritiro da mister Colomba.

FONTE: SportsBook24.net


Prima Divisione, girone A: le pagelle della stagione. Terza parte
Pubblicato da Davide Martini il 10 giugno 2011
Penultima puntata del pagellone del girone A di Prima Divisione. Prima di occuparci delle protagoniste dei playoff, ecco il bilancio delle quattro squadre che hanno dato vita agli spareggi-salvezza. Tra conferme, delusioni e scandali.

Ravenna 5: ...

Pergocrema 6: salvezza doveva essere, e salvezza è stata. E poco importa se si è dovuto soffrire e sbuffare fino alla fine, se si è potuto alzare le braccia solo all’ultimo minuto del playout proprio come un anno fa, e come un anno fa grazie ad un gol di Niccolò Galli (nella foto). Dopo la Pro Patria, il Monza: i derby regionali portano bene al Voltini, e pensare che proprio dopo un derby, quello perso a Pavia il 21 marzo, il morale era andato sotto i tacchi e pure l’esperienza di Maurizi sembrava al capolinea. Ed invece l’aver dato fiducia fino alla fine all’allenatore ha rappresentato un titolo di merito, nel calcio di oggi e soprattutto a queste latitudini. Fiducia ben riposta ed alla fine ripagata, pure contro pronostico perché in pochi avrebbero pronosticato un successo contro un lanciatissimo e sicuramente tecnicamente più forte Monza. Una piccola grande storia da sano calcio di provincia.

Alto Adige 5.5: ...

Monza 4.5: ...

FONTE: StadioBlog.it


Il Gallo canta ancora ed il Pergo fà festa
Scritto da: Antonio Milanesi il: 5 giugno 2011
Calcio Lega Pro play out: Pergocrema – Monza 1-0
Con un gol di Nicolò Galli il Pergo batte il Monza e resta in Prima divisione. Le immagini della partita.


E’ stato un pomeriggio ad alta tensione quello all0 stadio Voltini di Crema e poco adatto ai deboli di cuore. Il cuore e tanto altro ce l’hanno messo tutti i giocatori del Pergo che hanno vinto la partita grazie ad un gol segnato da Galli al 30' del primo tempo che ha schiacciato di testa in porta un corner di Profeta. E’ stato l’episodio che ha cambiato la gara tatticamente ed anche psicologicamente. Il Monza comincia ad attaccare e il Pergo riparte in contropiede anche se non lo fà con precisione. Nel secondo tempo il Monza ha tre palle gol, nate tutte da calcio piazzato ma non è preciso nelle conclusioni. Nel finale di partita non c’è il forcing dei brianzoli che ci si poteva aspettare ma i gialloblù gestiscono bene il possesso palla e portano fino alla fine il preziosissimo vantaggio. Nel concitato recupero due espulsi Cudini del Monza e Guerci del Pergo.

FONTE: SportInLombardia.com


01/06/11 12:45
Esclusiva: Vicenza-Cittadella per Galli
Derby veneto per un giovane centrocampista, classe 1988, che si è messo in evidenza con il Pergocrema in Prima Divisione

Niccolò Galli, classe 1988, è un centrocampista che ha saputo mettersi in evidenza a Pergocrema, in Prima Divisione. La sua stagione non è finita perché domenica giocherà il ritorno dei playout dopo la sconfitta per 1-0 a Monza. Galli piace soprattutto a Vicenza e Cittadella: ha segnato cinque gol in stagione, dimostrando di avere buone qualità e di essere pronto per il salto di categoria.
Alfredo Pedullà

FONTE: DataSport.it


21 Aprile 2011
Pergocrema, contro la Reggiana sfida difficile
Di Samuel, in Pergocrema.
Il Pergocrema ringalluzzito dalla vittoria di domenica scorsa contro il Sudtirol è chiamato domani ad una delle trasferte più impegnative della stagione. A Reggio Emilia, i gialloblu se la vedranno contro una squadra che ha giocato 102 partite in A e ben 1296 in B. La Reggiana è la sesta della classifica con 41 punti,11 vittorie, 8 pareggi, 11 sconfitte, 35 gol realizzati e 34 subiti. In casa, nono posto con 25 punti, 7 vittorie, 4 pareggi, 4 sconfitte, 21 le reti segnate e 15 subite. Meno 4 punti rispetto al girone di andata. Nelle ultime 5 partite: 9 punti su 15 (60%), frutto di 3 vittorie e 2 sconfitte. Rigori: a favore 2, gol 2; contro 6, gol 5. Nei tre recenti precedenti: due vittorie della Reggiana ed 1 pari. Temellin è il capocannoniere con 9 reti.

Il derby di Milano: i tifosi, la partita, la festa, gli scontri!
Intanto in casa Pergocrema mister Agenore Maurizi ha fatto allenare duramente la squadra per essere al meglio domani al “Giglio”. Sul match di domenica invece è tornato a parlare Niccolò Galli. Ecco le sue parole: “Era una partita complicata, all’inizio non abbiamo osato, ma il goal ci ha dato fiducia e abbiamo iniziato a giocare senza paura. Adesso le partite contano e sono contento di poter dare il mio contributo concretamente. Incontreremo squadre forti nel finale, che all’andata ci hanno messo in difficoltà. Ogni incontro è decisivo, dobbiamo affrontarle con determinazione e se la fortuna comincia ad aiutarci, continuare a fare punti importanti già da sabato. Indubbiamente abbiamo un portiere che è un fenomeno, che ci ha salvato in molte occasioni. Come ho già detto, non dobbiamo più permetterci cali di concentrazione, dobbiamo essere sempre “sul pezzo”.

FONTE: LegaPro.it


19 Aprile 2011
1^ Divisione, la Top 11 del Girone A. Carlo Vicedomini titolare.
Plasmata secondo un canonico 4-4-2 la Top 11 del Girone A di Prima Divisione presenta molti elementi attualmente in lotta per non retrocedere, a testimonianza di come nel finale di stagione ad essere più affamate e motivate siano le compagini di bassa classifica rispetto alle prime della classe.

Portiere:
Rafael (Hellas Verona): la domanda potrebbe sorgere spontanea: cosa ci fa nella Top 11 un portiere che preso due gol? La risposta è altrettanto semplice: il numero uno brasiliano sfodera parate da campione e soccombe soltanto a due prodezze del capocannoniere Paulinho. Se gli scarigeri non prendono un'imbarcata a Sorrento lo devono al proprio estremo difensore.

Difesa:
...

Centrocampo:
...
Niccolò Galli (Pergocrema): da qualche mese il suo nome è segnato con un circoletto rosso da tutti gli operatori di mercato della Terza Serie, la gara contro il Sud Tirol ne rappresenta la summa enciclopedica delle qualità: visione di gioco, ottima interdizione e se serve tempismo da attaccante in zona-gol.
...

Attacco:
...

30 Marzo 2011
Orlando Urbano nella Top 11 del Girone A.
Modulo super offensivo quello sul quale puntiamo per disegnare la formazione Top 11 del Girone A di Prima Divisione con centrocampisti di qualità a supportare due mezze punte di classe come La Grotteria e Guadalupi, le quali dovranno innescare il puntero Germinale che da quando è arrivato in riva al Lago di Como è tornato a segnare con una continuità impressionante.

Portiere:
Vincenzo Grillo (Bassano Virtus): se Davide (Bassano) riesce a fermare Golia (Verona), copyrighy by mister Jaconi, il merito è soprattutto degli interventi dell'estremo difensore giallorosso che lucchetta a doppia mandata la propria porta.

Difesa:
...

Centrocampo:
Marco Martina Rini (Hellas Verona): primo gol da professionista per il giovane centrocampista bresciano che sta dimostrando di poter avere dinanzi a sè un grande avvenire nel calcio che conta.
...
Niccolò Galli (Pergocrema): il mille polmoni della mediana del Pergo sfodera una grande prova che soffoca i talentuosi avversari di ruolo del Gubbio permettendo alla sua squadra di arrestare la marcia della prima della classe.
Ondreij Herzan (Spezia): di gran lunga il migliore in campo della compagine aquilotta nella trasferta del Benelli, a questo aggiungeteci che ha pure vestito i panni del match-winner con un gol pesantissimo in chiave salvezza. Bèh cosa volete chiedere di più al centrocampista ceco?

Attacco:
Christian La Grotteria (Bassano Virtus): l'argentino è tornato ai livelli splendenti di qualche anno fa quando vestiva le maglie di Palermo e Padova. Se i veneti sognano i Playoff lo devono alle giocate del talento sudamericano a segno anche contro l'Hellas.
...

Allenatore:
...

FONTE: TuttoLegaPro.com


3 Marzo 2011
Galli e Caccavallo: «Salviamo il Pergocrema»
Di Samuel, in Pergocrema.
La nuova, o meglio l’ultima, coppia-gol del Pergocrema ha un nome che sembra anche cacofonico, ma di sicuro rende al meglio: Galli-Caccavallo.
Sono state segnate dai due calciatori le reti che hanno permesso ai gialloblu di pareggiare nella sfida contro lo Spezia.

Ecco le parole di Niccolò Galli:
«Il mio goal non nasce dall’improvvisazione, abbiamo provato ripetutamente in allenamento quello schema e grazie anche alle marcature allentate dello Spezia, sono riuscito a segnare. Dopo 8 mesi sono tornato a segnare, nella stessa porta in cui avevo siglato la rete-salvezza con la Pro Patria. Nel primo tempo abbiamo lasciato il gioco troppo in mano agli spezzini, mentre nella ripresa abbiamo interpretato al meglio la partita e siamo stati incisivi. La vittoria di Ferrara ci ha ridato morale e fiducia. Dobbiamo continuare così per scendere in campo fra due settimane con la Paganese determinati a conquistare i tre punti».

...

FONTE: LegaPro.it


domenica 27 febbraio 2011
Maurizi: " Non siamo bravi a gestire i tempi della partita"
Parzialmente soddisfatto a fine partita il tecnico dei gialloblù Agenore Maurizi, felice della doppia rimonta dei suoi, ma dispiaciuto per non aver saputo gestire alcuni tratti dell'incontro: "Sono decisamente contento dell'atteggiamento tenuto dalla squadra... ".

L'autore del gol che ha riaperto la gara, Niccolò Galli: "Siamo stati bravi a recuperare, per due volte. Nel primo tempo abbiamo sofferto tanto, non abbiamo giocato bene, poi ho segnato ad inizio ripresa e siamo andati meglio. Sono contento, mi serviva il gol. Avevamo preparato un altro tipo di partita, poi loro hanno trovato il gol subito e siamo andati in difficoltà. Siamo fiduciosi per il proseguo della stagione"
Pubblicato da Patrizio Moretti a 22:39

FONTE: PatrizioMoretti.BlogSpot.com


5 Gennaio 2011
Monza raggiunto nel finale a Crema
Pubblicato da Davide Martini il 5 gennaio 2011
Il problema del gol è ancora lontano dall’essere risolto, ma quanto meno il Monza ha dimostrato di essere vito. Nonostante tutto. La prima partita ufficiale del calcio italiano nel 2011 finisce in parità: Pergocrema e Monza si spartiscono la posta al termine di un classico spareggio salvezza valevole come recupero dell’ultima di andata non giocato per neve il 19 dicembre.

È di 1-1 il finale al Voltini ed alla fine il risultato esprime bene l’andamento della partita, anche se alla squadra di Verdelli rimane l’amaro in bocca per essere stata raggiunta a tre dalla fine da una rete di Daleno, che ha equilibrato il vantaggio iniziale, siglato al 9’ del primo tempo dal solito Carlo Ferrario, su calcio di rigore procurato da Ricci, fermato fallosamente su azione di contropiede dal portiere cremasco Russo. Il Pergo subisce il colpo e fatica a rendersi pericoloso, così sono gli ospiti a fallire clamorosamente il raddoppio con Stefano Seedorf che da ottima posizione calcia addosso a Russo. Un errore che peserà, ma non è un bel momento, a Monza, per la Seedorf’s family.

La ripresa però vive sul costante assedio della squadra di Maurizi: ci provano Maccan e Galli ma Mercandalli è sempre attento, dando ragione a Verdelli che lo ha promosso titolare in attesa della partenza di Westerveld e dell’arrivo di un nuovo portiere. Ma l’estremo brianzolo non può nulla all’87’ quando Daleno si ritrova sulla testa un tiro del solito Niccolò Galli e non fallisce. Pareggio giusto, ma la classifica piange ancora per entrambe.

Quella brianzola intanto continua ad essere una vera bomba ad orologeria, inevitabile conseguenza di anni gestiti senza programmazione. La crisi societaria dello scorso autunno, sfociata in un nuovo presidente tuttora fantasma, è così la punta dell’icerberg di una squadra che non è stata rinforzata in estate: ed ora il conto da pagare rischia di essere salatissimo. Dalla minaccia di sciopero dei tifosi per la partita di domenica contro la Spal, in protesta contro la gestione-Seedorf, capo occulto del Calcio Monza ma tutt’altro che vigile sulla situazione, all’appello di capitan Iacopino a non lasciare sola una squadra che ha già limiti oggettivi. Domenica al “Brianteo” arriva la corazzata Spal: non resta che la forza della disperazione.

La nuova classifica:
Gubbio 37
Sorrento 34
Spal (-1) 32
Alessandria 31
Reggiana 27
Alto Adige 24
Salernitana (-2) 23
Spezia 23
Lumezzane (-1) 24
Ravenna 23
Cremonese 21
Verona 21
Bassano 20
Como 20
Pavia 19
Pergocrema 19
Monza 15
Paganese 11

FONTE: StadioBlog.it


PRIMO PIANO
Livorno e Crotone si contendono Niccolò Galli
28.12.2010 12:47 di Daiana Di Nuzzo
Fonte: Amaranta.it
Stando a notizie che giugono dalla provincia di Cremona, il Livorno avrebbe messo gli occhi su Niccolò Galli, mediano 22enne del Pergocrema (Prima Divisione), ma di proprietà del Parma. Il giovane centrocampista risulta essere tra quelli che più si sono messi in luce nella sua squadra, diventando già da adesso un prezzo pregiato. Parmense, cresciuto nelle giovanili dello stesso Parma, Galli ha fatto esperienza nel 2007/08 alla Massese (in C1) con la quale ha esordito tra i professionisti, per poi essere prelevato proprio dal Pergocrema nella stagione successiva. Nella ex serie C conta 52 presenze ed una rete. Sul giocatore avrebbe posto attenzione un'altra società cadetta: il Crotone.

FONTE: TuttoB.com


Giugno 2010
Confermato Galli, dal Parma arriva anche Pambianchi
Con l'arrivo del nuovo allenatore, sono cominciate anche le prime manovre sul fronte giocatori. Oggi pomeriggio il presidente Bergamelli ha ottenuto dal Parma la conferma che Niccolò Galli resterà al Pergo anche per la prossima stagione. Il centrocampista, arrivato a Crema a gennaio, aveva esordito nella 4^ di ritorno contro il Monza, ma dovette poi rimanere in stand-by per un infortunio, sino alla 10^ gara: a Lecco infatti venne impiegato nel secondo tempo.

Oltre a Galli, oggi è stato definito, sempre dal Parma, il passaggio alla società di viale de Gasperi anche di Francesco Pambianchi, difensore, nato a Urbino il 12.01.1989. Pambianchi ha esordito nella corrente stagione in Serie B il 23 maggio 2009 (Parma- Vicenza 4-0), subentrando aPaci nel finale di gara (10' giocati).
Con la formazione parmense ha quindi prevalentemente disputato il campionato Primavera, pur figurando nella rosa della prima squadra, con la quale si è allenato. E' anche nel giro delle nazionali giovanili..
Per Francesco Palmieri, ex punta e attuale responsabile del settore giovanile del Parma, Pambianchi è potenzialmente candidato al salto di qualità. "Può giocare difensore centrale, ma anche sulla fascia, sa portare avanti il pallone, ha personalità e caratterialmente è formato: il prototipo del difensore moderno", aveva affermato il dirigente ad un sito internet all'inizio della stagione 2008/09. Il quale, ha aggiunto anche un difetto del neo acquisto del Pergo: "Gli manca un po' di cattiveria, a volte eccede in tranquillità, perché sa di avere qualità".

FONTE: USPergoCrema.it


LEGA PRO
UFFICIALE: Niccolò Galli al Pergocrema
02.01.2009 18.00 di Stefano Sica
Il Pergocrema ha raggiunto l'accordo con il Parma per l'ingaggio del centrocampista Niccolò Galli (20). Il giocatore si è già aggregato al gruppo allenato da mister Piantoni.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Pergocrema , arriva Galli
Prima divisione girone A
Venerdì 02 Gennaio 2009 18:26
Non sarà un ritorno, bensì un nuovo arrivo. Il "Galli" che arriverà a gennaio al Pergocrema è infatti Niccolò, giovane centrocampista che fa parte della rosa della prima squadra del Parma.

Nato nella città parmense il 16.09.1988, nella passata stagione ha disputato 7 incontri con la Massese, in Serie C1, cui era stato dirottato a metà campionato. Quest'anno, invece, non è stato sinora impiegato in prima squadra.
Niccolò Galli è peraltro omonimo del figlio dell'ex portiere Giovanni Galli, anch'egli cresciuto nel Parma e deceduto a 17 anni in un incidente stradale.
L'accordo tra le due società è già stato raggiunto e verrà perfezionato all'apertura del mercato di "riparazione", il 7 gennaio.
Lodovico Aprea - fonte Pergocrema Calcio

FONTE: IlGiornaleDelloSport.net


UN PARMA APPESANTITO "NE FA DUE" ALLA MELETOLESE
21-08-2008
Nell'amichevole di ieri a Collecchio, in gol i fratelli Lucarelli. Squadra imballata dai carichi di lavoro, bravi i giovani. Gigi Cagni: "Lavoriamo per poter correre tutto l'anno. Vedrete più avanti cosa siamo in grado di fare"
Test infrasettimanale per il Parma di Gigi Cagni, che ieri pomeriggio, al Centro Sportivo di Collecchio superato 2-0 la compagine reggiana dela Meletolese (Eccellenza). Nel primo tempo, in campo Pavarini, Zenoni, Castellini, Rossi e Alessandro Lucarelli in difesa; Galli, Budel, Mariga in mezzo al campo; Reginaldo e Pisanu sulle fascie a scambiarsi spesso posizione e Cristiano Lucarelli prima punta. Nella ripresa spazio ai giovani della primavera, Ronny, Lorenzini, Gasparri e Cavalieri, oltre ad Antonelli, apparso in buona condizione.

Per la cronaca, i gol sono stati realizzati dai fratelli Lucarelli: al 10' del primo tempo, Alessandro, imbeccato da un prezioso assist di Budel, si è infilato nell'area avversaria e, a tu per tu con il bravo portiere Artich è riuscito a trovare lo spiraglio per l'1-0. POche emozioni e poco gioco fino al 38', quando Niccolò Galli, anche ieri molto intraprendente, è stato atterrato in area sugli sviluppi di una delle poche azioni in velocità sulla destra: rigore. Cristiano Lucarelli, dal dischetto, prima si fa respingere il tiro e poi è lesto a ribattere sotto la traversa. Il Parma, in generale, è apparso pesante, lento e macchinoso.

Ma sulla condizione della squadra è intervenuto lo stesso Gigi Cagni, il quale sembra sicuro di dove sta andando la sua squadra: “L’indicazione più importante – ha detto l’allenatore crociato, al sito ufficiale del Parma, www.fcparma.com – è che la squadra è pesante e che ha le gambe imballate: per questo non può fare le cose che normalmente farà più avanti. Ma il mercoledì sarà sempre così perché se vogliamo correre fino alla fine dell’anno al sabato, al martedì e al mercoledì dobbiamo lavorare. Per questo motivo i ragazzi devono capire che al mercoledì, non essendo brillanti, devono fare delle cose diverse, non le stesse cose di quando stanno bene. Ed è un aspetto che devono capire. Oggi io continuavo a ripetere che dovevano giocare a 3 tocchi, mentre loro insistevano a voler fare le stesse cose come se stessero bene… Sbilanciandosi si perdono gli equilibri e si subiscono i contropiede, cosa che io non voglio. Ma questo è un passaggio obbligato che tutti gli anni succede, ma poi le cose funzioneranno: tra un mese e mezzo mi darete ragione, anche se adesso è difficile farlo perché ora la squadra non va. Ma io so cosa succederà…”.
www.fcparma.com

FONTE: Sport.Comune.Parma.it


Niccolò Galli, il sosia di Budel
di condottierocrociato martedì 29 luglio 2008, 7:36
Sarà stato anche perché entrambi sono biondi, però ieri, sugli spalti gremiti del Centro Sportivo di Collecchio, c’era chi pensava che fosse rimasto in campo Alessandro Budel, mentre all’inizio della ripresa, contro il Carpenedolo, il regista del Parma era Niccolò Galli, giovane parmigiano, cresciuto nel vivaio gialloblù, ora aggregato in prima squadra: “Lo prendo come un grande complimento: da lui posso solo imparare. Gli altri miei modelli sono Cigarini, e Morrone, tutti esempi positivi. Sono al Parma da quando avevo 13 anni, ed ero con gli Esordienti, ma è la prima volta che mi alleno con i grandi: è dura, ma mi sto trovando bene. La mia speranza è quella di restare anche dopo il ritiro, però è il mister che decide. Il Parma è una delle squadre che punta di più sui giovani, poi è logico che anche un giovane deve essere bravo a sfruttare le possibilità che gli si presentano. Se riuscirò a fare bene spero di rimanere nel giro e di avere qualche possibilità di giocare, però se si dovessero presentare opportunità valide altrove non farei problemi ad accettare di andare via. Del resto l’anno scorso ero andato a farmi le ossa a Massa: anche là giocavo sempre in un centrocampo a tre, però facevo la mezzala sinistra. Penso di cavarmela in entrambi i due ruoli.”
Fonte: FC Parma

FONTE: ForumSky.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaSampdoria CARACCIOLO

#VeronaSampdoria Highlights


Wallpapers gallery