#NovaraVerona in anteprima: I piemontesi non stanno attraversando una fase particolarmente brillante con 3 punti conquistati negli ultimi 5 turni e 2 sconfitte di fila contro TERNANA e SPAL ma anche all'andata dovevano essere praticamente vittime sacrificali e invece... Nell'HELLAS fuori ZACCAGNI e molto probabilmente anche PISANO

Pubblicato da andrea smarso venerdì 7 aprile 2017 21:04, vedi , , , , , , , , | Nessun commento


#NovaraVerona +   -   =

Non è per come si perde ma il modo: Quello dell'ultimo turno di campionato con lo SPEZIA, in particolare, ha rivelato un VERONA a corto di idee e pure povero di spirito soprattutto dopo l'ennesimo stop di Franco ZUCULINI che a quanto pare è l'unico in squadra ad incarnare l'animus pugnandi che si deve ad un campionato duro come la Serie B ma, più in generale, alla vittoria che rarissime volte si fa conquistare dal più debole ma ancora meno da chi non combatte.
Per questo patròn SETTI ha strigliato per bene la squadra nell'immediato dopogara negli spogliatoi (i soliti bene informati scrivono che siano addirittura volati oggetti sui muri!) e ancora per questo nelle interviste dopopartita l'aria era pesante per PAZZINI, BIANCHETTI e PECCHIA che probabilmente avrebbero voluto essere ovunque ma non davanti ai microfoni in quella circostanza...
Il tecnico scaligero pare più che mai sulla griglia ed è tra i più bersagliati dalle critiche (alcune anche ingenerose): Con ogni probabilità questa stagione doveva essere il battesimo del fuoco per un allenatore molto bravo ad allenare in settimana (l'ho visto personalmente e devo dire di essere rimasto letteralmente affascinato dalla sua efficacia nello spiegare calcio) ma forse un po' meno nel preparare le partite e magari a prendere decisioni in corsa quando le cose volgono al peggio.
C'era da aspettarselo visto che in fondo questa è per Fabio la prima vera esperienza da capo-coach in una piazza importante e prestigiosa come quella gialloblù, il guaio è che qualunque risultato arrivasse in questa stagione, diverso dalla promozione, sarebbe giustamente da prendere come un fallimento dal momento che oggettivamente l'HELLAS è la squadra con più qualità sulla carta, anche al netto del mercato di Gennaio, certo altra cosa è non perdere il timone, motivare e far giocare al meglio gente che appare davvero un lusso in una cadetteria che anno dopo anno è sempre più carente di qualità...
Cambiare allenatore? A mio avviso in questo momento sarebbe rischiosissimo (in fin dei conti la promozione diretta è 'solo' a +3) ed in situazioni come questa chi ha ragione è sempre quello col senno di poi come accadde con REMONDINA e quell'incredibile epilogo nel 2009-10


Precedenti
L'ultima gara col NOVARA rimarrà molto a lungo nelle menti della tifoseria scaligera brutalmente scaraventata a terra dopo settimane passate a fare voli pindarici quando la Promozione sembrava una formalità e qualcuno addirittura si lamentava della noiosa facilità con cui la squadra di PECCHIA vinceva (sembra incredibile ma era identica ad ora con un Bruno ZUCULINI ed un Alex FERRARI in meno!) poi l'1-2 sotto il mento iniziato proprio con lo 0 a 4 patito dalla compagine diretta da mister BOSCAGLIA e l'inizio di una fase tra alti e bassi ma in generale abbastanza avara di soddisfazioni per gli scaligeri che nel girone di ritorno hano racimolato solo 17 punti ad una media non certo all'altezza dei sogni da tutti cullati...
16 in tutto le partite giocate in Serie B dall'HELLAS allo stadio Piola: 9 le vittorie del NOVARA, 3 quelle del VERONA e 4 i pareggi, l'ultima partita in Piemonte risale all'annata 2012-13 ed i gialloblù furono condannati dal gol di PESCE dopo l'espulsione di BACINOVIC.
Il primo punto conquistato dagli scaligeri al Piola risale al 1956 (0 a 0 il 7 Ottobre) mentre la prima e ultima vittoria è del 1959 (2 a 1 gialloblù dell'8 Novembre grazie ai gol di BARUFFI e CERA).

Ad arbitrare la prossima sfida sarà il signor Davide Ghersini della sezione Aia di Genova.

17 Febbraio 2013: Novara-Verona 1-0, la sintesi

QUI NOVARA
I piemontesi non stanno attraversando una fase particolarmente brillante con 3 punti conquistati negli ultimi 5 turni e 2 sconfitte di fila contro TERNANA e SPAL ma anche all'andata dovevano essere praticamente vittime sacrificali (avendo sempre perso lontano dalle mura amiche) ed in questo momento, a -4 dalla zona playoff, motivazioni e ambizioni potrebbero fare la differenza contro i terzi in classifica già sonoramente battuti all'andata.
Mister BOSCAGLIA dovrà fare a meno di ORLANDI e LANCINI vittime di infortuni muscolari.

Convocati
Portieri: David Da Costa, Elia Benedettini, Lorenzo Montipò
Difensori: Marco Calderoni, Marco Chiosa, Lorenzo Dickmann, Philippe Koch, Andrea Malberti, Andrea Mantovani, Gennaro Scognamiglio, Magnus Troest
Centrocampisti: Krisztian Adorjan, Francesco Bolzoni, Federico Casarini, Moutir Chajia, Antonio Cinelli, Hicham Kanis, Tomasz Kupisz, Ransford Selasi
Attaccanti: Francesco Di Mariano, Andrey Galabinov, Antonio Lukanovic, Federico Macheda, Gianluca Sansone

Probabile formazione
3-5-2 con Da Costa; Mantovani-Chiosa-Troest; Calderoni-Orlandi-Casarini-Cinelli-Adorjan; Galabinov-Macheda


QUI VERONA
Parecchi i dubbi nella mente di mister PECCHIA che anche col cambio modulo non riesce a far esprimere al meglio i suoi, ZACCAGNI fuori per somma d'ammonizioni, GANZ al rientro, FERRARI e SOUPRAYEN non al meglio.
In forte dubbio Eros PISANO fermatosi oggi a causa di un risentimento muscolare al quadricipite sinistro.

Convocati
Oltre a GOMEZ e Franco ZUCULINI anche PISANO non ce la fa, rientra GANZ...

Portieri: 12. Coppola, 1. Nicolas:
Difensori: 4. Bianchetti, 5. Boldor, 30. Caracciolo, 32. Casale, 28. Ferrari A., 18. Souprayen:
Centrocampisti: 24. Bessa, 8. Fossati, 2. Romulo, 27. Valoti, 33. Zuculini B.:
Attaccanti: 25. Cappelluzzo, 23. Fares, 9. Ganz, 10. Luppi, 11. Pazzini, 26. Siligardi, 7. Troianiello

Probabile formazione
3-5-2 con Nicolas; Ferrari-Bianchetti-Caracciolo; Romulo-Zuculini B.-Fossati-Bessa-Souprayen; Pazzini-Siligardi

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister BOSCAGLIA tecnico del NOVARA «Da adesso in poi tutte le partite avranno una doppia importanza, quella di lunedì è fondamentale, avremo di fronte una squadra che nell’ultimo periodo ha avuto qualche problema ma sappiamo che è costruita per vincere. Abbiamo le nostre carte, le nostre armi, andremo in campo per conquistare i tre punti. E’ passato un girone dal 4-0 dell’andata, erano un treno inarrestabile e in base a questo abbiamo preparato la partita; le loro certezze adesso sono cambiate e questo, paradossalmente, può crearci qualche problema in più. Dall’altra parte ci siamo noi, reduci da due sconfitte: contro la Ternana abbiamo sbagliato tanto e non deve più succedere, vogliamo riprendere la marcia lasciata poco fa» NovaraCalcio.com

Mister PECCHIA «A Novara vogliamo vedere qualcosa di diverso. Abbiamo la forza di riprendere il nostro cammino. Serve il giusto atteggiamento, quello avuto fino ad ora, di vivere la partita con voglia di vincere, quella è imprescindibile: trovando il giusto equilibrio, creando più opportunità. Ma il gol non è appannaggio esclusivo di Pazzini, possiamo arrivare alla conclusione anche con gli esterni o le seconde linee. Il cambio di modulo ci ha dato vantaggi in alcune situazioni, deve essere un nostro valore aggiunto. Il 4-3-3 è l’”abito” che la squadra ha indossato più spesso, nel quale è più facile riconoscersi, il 3-5-2 va interpretato meglio, ci vuole tempo e ne abbiamo poco: trovare una soluzione è compito mio. Gli avversari contro di noi giocano in maniera diversa rispetto al solito, quindi devo interpretare le partite anche in questo senso. A livello generale, osservando le dirette concorrenti, si segna un po’ meno. Siamo inciampati ma è ancora tutto aperto, dobbiamo sbloccare quanto prima il risultato» HellasVerona.it

Lo scrittore inglese Tim Parks autore di “Questa pazza fede” alla 'Gazzetta dello Sport' «Quando una persona segue il Verona, sa già che dovrà scordarsi di vincere con facilità, di competere per i più grandi traguardi. Ma non gliene frega nulla: è una questione d’identità. Al di là della categoria, l’Hellas è qualcosa che fa parte di te. Non essere promossi sarebbe una delusione sportiva, ma il Verona c’era ieri, c’è oggi e ci sarà domani. Il mio ultimo libro s’intitola “In extremis”. Mi auguro che proprio in questo modo il Verona sia promosso. Quest’anno sembrava tutto semplice, invece eccoci qua, alle solite. Nessuna sorpresa: se sei dell’Hellas sei nato per soffrire» Hellas1903.it

Antonio DI GENNARO alla 'Gazzetta dello Sport' inquadra il finale del campionato cadetto «Determinante per il Verona sarà tornare con un buon numero di punti dalla doppia trasferta di Bari e Perugia. A fine aprile il quadro sarà definito. Per l’Hellas, in questo momento, l’obbligo è non staccarsi dal vertice. L’ago della bilancia è Pazzini: se ha recuperato al meglio, ce la si può fare» Hellas1903.it

Eugenio FASCETTI conquistò la Promozione in A da tecnico dell'HELLAS nel campionato 1990-91 e alla 'Gazzetta dello Sport' parla del VERONA attuale «Cosa farei in questo momento? Chiuderei la porta dello spogliatoio e guarderei i giocatori negli occhi. Certe partite, come quella con lo Spezia, sono indecifrabili. Pecchia ha delle responsabilità, ma le colpe non sono mai soltanto di uno, anche se è facile far credere che sia così. Consigli a Pecchia? Di tapparsi le orecchie, di fregarsene delle critiche e di andare avanti. Sappia lui per primo, però, che tocca a lui tenere il comando e non farselo sfuggire. Si trova in una piazza esigente. L’ho vissuta e so bene che se le cose non funzionano non te le mandano a dire» Hellas1903.it


BoscagliaPecchia

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

FATTI DI AVELLINO: Gli 8 ultrà irpini arrestati per aggressione e danneggiamento in occasione di AVELLINO-VERONA sono stati tutti prosciolti causa mancanza di fotogrammi che individuino responsabilità certe, continueranno comunque le indagini e saranno riascoltati dalla Procura di Avellino in qualità TONI, SETTI e gli altri occupanti dell'auto su cui viaggiava il presidente per accogliere eventuali nuovi elementi..,.

NAZIONALI GIALLOBLÙ: Terza chiamata stagionale con la Nazionale Italiana Under 16 per il difensore gialloblù Darrel AGBUGUI, attualmente in forza agli Under 17 del Verona allenati da Andrea Vitali. Dopo le positive prestazioni contro la Germania di marzo, il CT Daniele Zoratto ha scelto di confermare la convocazione al classe 2001 nato a Isola della Scala, per un'altra doppia amichevole, stavolta in trasferta, contro i pari età dell'Ungheria. Sarà proprio la capitale, Budapest, a ospitare le sfide dell'11 e del 13 marzo, con raduno azzurro fissato a Roma il 9 marzo. (HellasVerona.it)



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: CALVANO autore di una grande stagione fin'ora alla REGGIANA in Lega Pro, il procuratore 'Il futuro? Parola al Verona'

SERIE B: Riccardo BROSCO, nuovo acquisto del VERONA in difesa, sarà a disposizione solo da Novembre dopo la delicata operazione di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Novara Hellas Verona: le probabili formazioni
Il Novara gioca in posticipo ospitando l'Hellas Verona al Piola. Fischio d'inizio alle 20.30. Si concluderà così la 35esima giornata di campionato di serie B. Gli Azzurri sono ancora in corsa per giocarsi la massima serie

Redazione
09 aprile 2017 19:01

Mister Boscaglia, rispetto al suo collega scaligero, potrà contare su una rosa quasi al completo.

Le probabili formazioni di Novara Verona:

Novara (3-4-3): Da Costa; Mantovani, Chiosa, Troest; Dickmann, CInelli, Casarini, Calderoni; Sansone, Galabinov, Macheda. All.: Boscaglia

Verona (4-3-1-2): Nicolas; Souprayen, Bianchetti, Caracciolo, Ferrari; Romulo, Valoti, Zuculini; Bessa, Pazzini, Siligardi. All.: Pecchia

La quaterna arbitrale che dirigerà l'incontro di lunedì sera del Silvio Piola tra Novara e Hellas Verona è capitanata da Ghersini della sezione di Genova, sarà coadiuvato dagli assistenti Robilotta e Rossi. Il quarto ufficiale sarà Marinelli di Tivoli.

FONTE: NovaraToday.it


Novara - Hellas Verona, le probabili formazioni | Pecchia vuole "riprendere il cammino"
Dopo la brutta casalinga contro lo Spezia, i gialloblu sfidano i piemontesi al Piola per provare a riscattarsi e a non far scappare Spal e Frosinone. Il tecnico gialloblu però deve fare i conti con un altro stop: infatti si è fermato Pisano

Luca Stoppele
09 aprile 2017 14:59

Nella trentacinquesima giornata di Serie B, l'Hellas Verona fa visita al Novara nel posticipo di lunedì sera.

Con tre punti raccolti nelle ultime cinque partite, la squadra di Boscaglia ha perso posizioni in classifica e ora guarda la zona playoff da quattro lunghezze di distacco. I piemontesi all'andata inflissero una bruciante sconfitta agli scaligeri e ora puntano a ripetersi per cercare di risalire la china.
Il club scaligero è chiamato ad una reazione convicente dopo la brutta battuta d'arresto arrivata in casa con lo Spezia, anche per non vedere allontanarsi ulteriormente la coppia di testa con sole sette partite alla fine del campionato. Pecchia quindi è chiamato a dare nuova linfa ai suoi e a lanciare lo sprint per la Serie A.

QUI NOVARA - "Da adesso in poi tutte le partite avranno una doppia importanza, quella di lunedì è fondamentale, avremo di fronte una squadra che nell’ultimo periodo ha avuto qualche problema ma sappiamo che è costruita per vincere. Abbiamo le nostre carte, le nostre armi, andremo in campo per conquistare i tre punti. È passato un girone dal 4-0 dell’andata, erano un treno inarrestabile e in base a questo abbiamo preparato la partita; le loro certezze adesso sono cambiate e questo, paradossalmente, può crearci qualche problema in più. Dall’altra parte ci siamo noi, reduci da due sconfitte: contro la Ternana abbiamo sbagliato tanto e non deve più succedere, vogliamo riprendere la marcia lasciata poco fa. È un ambiente particolare, chi va a Verona sa che ci possono essere momenti difficili, ma è una squadra costruita per andare oltre; la pressione, e questo vale per noi, ti da l’idea del pericolo e ti fa scendere in campo più attento e concentrato. Non c’è nulla di semplice in questo campionato, sono partite importanti e belle da giocare, tutti hanno ancora obiettivi da raggiungere, la matematica non ha ancora offerto verdetti e quando ci sono queste gare diventa tutto più bello. Da giocatore non vedrei l’ora di giocare. Appagamento? Non è il nostro caso, questa è una squadra che nei momenti di difficoltà è venuta fuori con fame e voglia superando critiche e ostacoli, dobbiamo dimostrare a noi stessi e agli altri che possiamo dare di più".
Dopo cinque giornate senza trovare la vittoria, Boscaglia sprona i suoi per cercare di recuperare terreno nei confronti delle concorrenti alla zona playoff. Orlandi e Lancini a parte, che non dovrebbero recuperar dai rispettivi acciacchi, il tecnico avrà a disposizione l'intera rosa e si affiderà probabilmente ad un 3-4-3 con Sansone, Macheda e Galabinov in attacco. Sulle fasce dovrebbero muoversi Dickmann e Calderoni, mentre Mantovani e Troest affiancheranno Chiosa in difesa.

QUI HELLAS VERONA - "A Novara vogliamo vedere qualcosa di diverso. Abbiamo la forza di riprendere il nostro cammino. Serve il giusto atteggiamento, quello avuto fino ad ora, di vivere la partita con voglia di vincere, quella è imprescindibile: trovando il giusto equilibrio, creando più opportunità. Ma il gol non è appannaggio esclusivo di Pazzini, possiamo arrivare alla conclusione anche con gli esterni o le seconde linee. Il cambio di modulo ci ha dato vantaggi in alcune situazioni, deve essere un nostro valore aggiunto. Il 4-3-3 è l’abito che la squadra ha indossato più spesso, nel quale è più facile riconoscersi, il 3-5-2 va interpretato meglio, ci vuole tempo e ne abbiamo poco: trovare una soluzione è compito mio. Gli avversari contro di noi giocano in maniera diversa rispetto al solito, quindi devo interpretare le partite anche in questo senso. A livello generale, osservando le dirette concorrenti, si segna un po’ meno. Siamo inciampati ma è ancora tutto aperto, dobbiamo sbloccare quanto prima il risultato. La partita con lo Spezia? L’abbiamo rivista a mente fredda, è stata una gara sottotono sotto molti punti di vista: mentale, fisico e tattico. C’è grandissima delusione, si trattava di un’occasione importante. Venivamo da un risultato positivo, il pubblico ci spingeva, c’erano tutti i presupposti per fare bene. La delusione è stata molto forte, e per giunta ora il margine di errore si riduce. Per questo siamo in ritiro: dopo essere tornati subito al lavoro, abbiamo avvertito la necessità di guardarci negli occhi e ricaricare insieme le energie e darci l’un l’altro la spinta necessaria per ripartire, dobbiamo trasformare questa delusione in forza ed energia. Adesso voglio vedere una reazione. Il Presidente? E’ incazzato, come tutti noi, perché non si sarebbe mai aspettato una prestazione del genere".
Pecchia vuole un pronto riscatto allo stadio Piola, ma oltre a Zaccagni, Gomez e Franco Zuculini, dovrà rinunciare anche ad Eros Pisano per un'elongazione al bicipite femorale della gamba destra. Difficile stabilire quale schema l'allenatore cucirà addosso alla sua squadra, ma sembra probabile un ritorno al 4-3-3, con Alex Ferrari a destra e in mezzo la coppia Bianchetti-Caracciolo. A centrocampo sembra abbasstanza sicura la presenza di Romulo e Bruno Zuculini, con Fossati e Valoti che si giocherebbero quindi la terza maglia, con Bessa più avanzato a dare man forte a Pazzini e Siligardi.

ARBITRO - Davide Ghersini di Genova.


FONTE: VeronaSera.it


Novara-Verona: le probabili formazioni
Le probabili formazioni, pronostico e diretta streaming di Novara-Verona, posticipo della 35a giornata di Serie B, in programma lunedì 10 aprile alle ore 20:30
Getty Images

Giovanni Bottari 09 aprile 2017, 08:03
Probabili formazioni Novara-Verona, pronostico e dove vedere il match in streaming gratis, 10 aprile 2017

Lunedì 10 aprile allo Stadio Silvio Piola di Novara andrà in scena il monday match del 35° turno di Serie B 2016-2017 tra Novara e Verona. Calcio d'inizio fissato alle ore 20:30.


Il Novara arriva alla sfida reduce dalla sconfitta contro la Spal per 2-0 nel turno infrasettimanale di martedì scorso, che testimonia il periodo non esaltante dei Gaudenziani. Si tratta del secondo k.o consecutivo dopo il tonfo casalingo contro la Ternana, capace di espugnare il Piola 1-2. Il successo manca da cinque giornate, con la classifica che ne ha risentito parecchio. Gli uomini di Boscaglia sono scivolati infatti in dodicesima posizione con 46 punti, con la zona play-off che si fa 4 punti distante. L'obiettivo stagionale è ancora alla portata, ma sarà necessario non fallire ancora davanti al proprio pubblico.

Il turno infrasettimanale non ha sorriso neanche al Verona, sorpreso in casa 0-1 dallo Spezia, abile ad approfittare di un'ingenuità difensiva degli avversari siglando dagli 11 metri. Una sconfitta inaspettata dopo la bella prestazione offerta a Trapani, che ha interrotto una striscia di sei risultati utili, di cui tre vittorie e altrettanti pareggi. L'Hellas è rimasto così appaiato al terzo posto a quota 58, a -4 dalla vetta occupata dal Frosinone. Vero e proprio crocevia stagionale, la gara di Novara consentirebbe ai gialloblu di continuare a lottare per la promozione (per via diretta) in Serie A.

Sul fronte formazioni, nessuna assenza rilevante per il Novara, che si schiererà con un 3-5-2 con Macheda e Galabinov terminali d'attacco. Il Verona dovrà rinunciare a Zaccagni squalificato, con Pecchia intenzionato a puntare ancora sul 4-3-1-2 con Bessa a supporto delle due punte Siligardi e Pazzini.

Probabili formazioni Novara-Verona, 35a giornata Serie B | 10 aprile 2017
Novara (3-5-2): da Costa; Mantovani, Chiosa, Troest; Calderoni, Orlandi, Casarini, Cinelli, Adorjan; Galabinov, Macheda. All.: Boscaglia.

Verona (4-3-1-2): Nicolas; Souprayen, Bianchetti, Caracciolo, Ferrari; Romulo, Valoti, Zuculini F.; Bessa; Pazzini, Siligardi. All.: Pecchia.

[...]

FONTE: SportNotizie24.it


VERSO #NOVVER: I CONVOCATI DI MISTER BOSCAGLIA

Sono 24 i giocatori convocati da Mister Boscaglia per #novver, gara valevole per la 35^ giornata del campionato di Serie B ConTe.it, ecco l’elenco completo.

Portieri: David Da Costa, Elia Benedettini, Lorenzo Montipò

Difensori: Marco Calderoni, Marco Chiosa, Lorenzo Dickmann, Philippe Koch, Andrea Malberti, Andrea Mantovani, Gennaro Scognamiglio, Magnus Troest

Centrocampisti: Krisztian Adorjan, Francesco Bolzoni, Federico Casarini, Moutir Chajia, Antonio Cinelli, Hicham Kanis, Tomasz Kupisz, Ransford Selasi

Attaccanti: Francesco Di Mariano, Andrey Galabinov, Antonio Lukanovic, Federico Macheda, Gianluca Sansone

VERSO #NOVVER: MISTER BOSCAGLIA IN CONFERENZA STAMPA
By Ufficiostampanovara | 8 Aprile 2017

A 2 giorni da #NovaraVerona, gara valevole per la 35^ giornata del campionato di Serie B ConTe.it, si rinnova l’appuntamento con la conferenza stampa pre-gara. Alle 12,30 Mister Boscaglia ha incontrato i giornalisti nella sala stampa dello stadio ‘Piola’ per fare il punto sulla gara di lunedì.


Boscaglia: “Da adesso in poi tutte le partite avranno una doppia importanza, quella di lunedì è fondamentale, avremo di fronte una squadra che nell’ultimo periodo ha avuto qualche problema ma sappiamo che è costruita per vincere. Abbiamo le nostre carte, le nostre armi, andremo in campo per conquistare i tre punti. E’ passato un girone dal 4-0 dell’andata, erano un treno inarrestabile e in base a questo abbiamo preparato la partita; le loro certezze adesso sono cambiate e questo, paradossalmente, può crearci qualche problema in più. Dall’altra parte ci siamo noi, reduci da due sconfitte: contro la Ternana abbiamo sbagliato tanto e non deve più succedere, vogliamo riprendere la marcia lasciata poco fa.”

Sulla pressione: “E’ un ambiente particolare, chi va a Verona sa che ci possono essere momenti difficili, ma è una squadra costruita per andare oltre; la pressione, e questo vale per noi, ti da l’idea del pericolo e ti fa scendere in campo più attento e concentrato. Non c’è nulla di semplice in questo campionato, sono partite importanti e belle da giocare, tutti hanno ancora obiettivi da raggiungere, la matematica non ha ancora offerto verdetti e quando ci sono queste gare diventa tutto più bello. Da giocatore non vedrei l’ora di giocare.”

Sul Presidente De Salvo: “Quando il Pres viene agli allenamenti è sempre una cosa bella, le sue parole ti entrano dentro in maniera incisiva, ci ha parlato per qualche minuto prima della seduta invitandoci a lavorare con serenità e concentrazione senza guardare oltre la prossima partita. Appagamento? Non è il nostro caso, questa è una squadra che nei momenti di difficoltà è venuta fuori con fame e voglia superando critiche e ostacoli, dobbiamo dimostrare a noi stessi e agli altri che possiamo dare di più”

#NOVVER, I PRECEDENTI
vernov 13 11 2016166
By Ufficiostampanovara | 6 Aprile 2017

Il primo storico confronto tra Hellas Verona e Novara risale al 2 aprile 1922, le formazioni giocano nel Girone A della Prima Divisione e la gara termina con il punteggio di 2-2. Dopo la prima vittoria del Verona (1926) le due compagini impattano nuovamente sul risultato di parità.

La prima sfida in serie B si riferisce al campionato 1929/1930 e coincide con la prima gioia Azzurra, il 25 maggio 1930, il Novara vince con il punteggio di 4-0. Negli anni ’30 le due società dimostrano il loro valore vincendo lo stesso numero di gare, prima di una pausa di quasi 20 anni (0-0, 7 ottobre 1956).

Gli ultimi precedenti, facendo un lungo salto temporale, appartengono all’album dei ricordi “campionato 2008/09”, quando l’11 aprile 2009 le squadre si dividono la posta in palio (1-1, Sinigaglia e Rantier). Tiboni, Bellavista e Parolo ribaltano il vantaggio di Sinigaglia nella gara di ritorno dello stessa stagione.

Le ultime tre sfide regalano 7 punti, un pareggio ed una vittoria al Bentegodi e una vittoria del Piola, nel segno di Simone Pesce.

In totale: 24 gare disputate; 11 vittorie del Novara, 8 pareggi e 5 trionfi veronesi.

FONTE: NovaraCalcio.com


Altre Squadre
NOVARA-VERONA, PROBABILI FORMAZIONI (SERIE B 2016-2017)
Le due squadre si affronteranno per riscattare le sconfitte subite nella giornata precedente

di Alfonso Parisi - 8 aprile 2017

Novara-Verona è una delle gare in programma, valevole per il posticipo della 35° giornata del Campionato di Serie B, che si disputerà lunedì 10 aprile, alle ore 20:30, allo Stadio “Silvio Piola”. Questa sfida vede il Verona, terza in classifica, a caccia della vittoria per conquistare la promozione diretta in Serie A, mentre il Novara è ancora in corsa per i Play-Off.

NOVARA: La formazione guidata da Roberto Boscaglia, arriva a questo match dopo che, nella scorsa giornata, è stata battuta per 2-0 dalla Spal, capolista del torneo, incassando così la seconda sconfitta consecutiva. I piemontesi, quindi, dovranno ritornare la successo che manca da ben cinque gare. L’ultima risale allo scorso 4 marzo, battendo per 2-1 l’Ascoli.

Attualmente, il Novara, si trova al 12esimo posto in classifica a quota 46 punti (a pari merito con la Salernitana), a quattro punti di distanza dalla zona Play-Off (occupata dal Bari).

Nessun giocatore nelle fila azzurre è squalificato ma nell’elenco dei diffidati ci sono ben quattro giocatori, ovvero Casarini, Da Costa, Kupisz e Sansone.

VERONA: Così come il Novara, anche il Verona del tecnico Fabio Pecchia è stata sconfitta nella scorsa giornata quando, allo Stadio “Marcantonio Bentegodi”, lo Spezia si è imposto per 1-0 con il rigore trasformato da Granoche.

Gli “Scaligeri”, quindi, andranno a caccia del successo per uscire da un momento non proprio positivo. Infatti, nelle ultime cinque giornate ha ottenuto solamente un successo (lo scorso 1° aprile a Trapani per 2-0), dopo di che ha collezionato tre pareggi ed una sconfitta.

Nonostante questo andamento, la formazione veneta è al terzo posto a quota 58 punti, a tre punti di svantaggio dalle due leader del campionato, ovvero il Frosinone e la Spal, inoltre è a tre punti di vantaggio dalla quarta classificata (ovvero il Benevento).

Pecchia non potrà avere a disposizione il centrocampista centrale Mattia Zaccagni, squalificato per somma di ammonizioni. Inoltre, sono nella lista dei diffidati Siligardi, Valoti e i fratelli Bruno e Franco Zuculini.

Ecco le probabili formazioni di Novara e Verona:

NOVARA (3-5-2): da Costa; Mantovani, Chiosa, Troest; Calderoni, Orlandi, Casarini, Cinelli, Adorjan; Galabinov, Macheda. Allenatore: Roberto Boscaglia.

VERONA (4-3-1-2): Nicolas; Souprayen, Bianchetti, Caracciolo, Ferrari; Romulo, Valoti, Zuculini F.; Bessa; Pazzini, Siligardi. Allenatore: Fabio Pecchia.

Ad arbitrare il match sarà il signor Ghersini della sezione di Genova, i guardalinee Robilotta e Rossi, quarto uomo il signor Marinelli.

FONTE: AvellinoCalcio.it


ULTIM’ORA
VERONA, 20:41
CALCIO, VERONA: SQUADRA IN RITIRO A PESCHIERA
Prosegue la preparazione del Verona in vista del match di lunedi' sera in casa del Novara. Mattinata di allenamento presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera tra riscaldamento, lavoro aerobico, circuiti di forza, possesso palla e partitella. Torna ad allenarsi con il gruppo Simone Andrea Ganz. Prosegue nella fase di recupero Juanito Gomez. Lavoro differenziato per Samuel Souprayen e Alex Ferrari, quest'ultimo a causa della contusione all'anca subita nel finale di Hellas Verona-Spezia. Al termine dell'allenamento la squadra ha iniziato il ritiro presso il Parc Hotel di Peschiera, dove restera' fino alla partenza per Novara prevista nella giornata di sabato 8 aprile.

FONTE: Sport.Repubblica.it


AVELLINO CALCIO CRONACA IN EVIDENZA PRIMO PIANO
Avellino Calcio – Caso Toni, ultras coinvolti: le ultime sul procedimento
7 aprile 2017

Nuovi sviluppi nel procedimento che vede coinvolti otto tifosi dell’Avellino per il danneggiamento dell’auto sulla quale viaggiavano nei pressi dello stadio alcuni dirigenti del Verona, tra i quali il presidente Maurizio Setti e Luca Toni. Un vetro rotto e tante polemiche da quell’11 febbraio con tanto di divieto di trasferta in occasione della successiva trasferta a Cittadella.

Non hanno commesso il reato ma gli otto sostenitori biancoverdi restano comunque indagati. Nell’ordinanza del Gip del Tribunale di Avellino Giovan Francesco Fiore si legge: “Non c’è alcun elemento per affermare che gli 8 indagati abbiano preso parte all’aggressione nei confronti dell’auto del presidente Setti: nessuno li ha visti fare ciò, i fotogrammi delle telecamere di sorveglianza della macelleria non sono utili allo scopo, e molte delle SIT raccolte dai difensori scagionano totalmente alcuni di essi; anzi diversi soggetti hanno visto Iannuzzi Francesco interporsi per calmare i facinorosi e tutelare l’incolumità dei passeggeri della Bmw”.

Gli otto tifosi, che sul piano amministrativo restano destinatari di Daspo, non sarebbero gli autori del reato (decadrebbe l’accusa di danneggiamento e violenza privata) ma adesso sarebbero indagati per favoreggiamento. Conclamata l’insufficienza di prove da parte del Gip Fiore che nell’ordinanza ha emesso la prosecuzione delle indagini per i prossimi 4 mesi”.

In merito alla vicenda, abbiamo ascoltato uno degli avvocati degli ultras, Costantino Sabatino che, ad Irpinianews, ha dichiarato: “Il caso non è chiuso. Il procedimento è ancora in corso. Gli otto tifosi irpini – seguiti anche dall’avvocato Fabio Tulimiero – sono stati esclusi dal coinvolgimento nei fatti violenti che portarono alla rottura del finestrino dell’auto che trasportava il presidente del Verona Setti, il dirigente Luca Toni ed altri due dirigenti del Verona Calcio”.

“Saranno visionati dei filmati appartenenti alle videocamere di sorveglianza di alcuni locali commerciali situati nella zona del presunto atto vandalico. Il Gip – continua Sabatino – ha disposto la proroga delle indagini per altri 4 mesi. Setti, Toni e gli altri due occupanti, saranno ascoltati di nuovo e dovranno tornare ad Avellino per fornire le loro testimonianze”.
di Anna Vecchione

FONTE: IrpiniaNews.it


Avanti con Pecchia
By Redazione - 5 aprile 2017

Ad otto giornate dal termine la guida tecnica gialloblù non è in discussione. L’allenatore di Formia ha la fiducia della Società che crede ciecamente nella ripresa della squadra per ambire fino alla fine alla promozione. Pecchia rimane quindi il Mister dell’Hellas Verona

FONTE: HellasNews.it


Ex gialloblù: “Hellas, hai sprecato troppo al Bentegodi, adesso devi fare punti in trasferta. Pazzini è determinante”
aprile 8, 2017

A otto giornate dal termine del campionato, otto illustri pareri di ex giocatori dell’Hellas Verona.

“ tutte le partite saranno decisive, non c’è un turno che valga più dell’altro. Le sorprese si vedono di giornata in giornata. Il verona ha dalla sua il vantaggio negli scontri diretti con Frosinone e Spal. La promozione sarà in gioco fino all’ultimo – ha dichiarato Nico Penzo a La Gazzetta dello Sport – La corsa sembra ristretta alle tre squadre davanti, ma attenti al ritorno del Benevento: basta poco per entrare. Se vuole andare in a Il Verona deve vincere in trasferta. E quella con Novara sarà già quindi una sfida determinante – dichiara Beniamino Vignola – Vanno recuperati i punti gettati con lo Spezia”.

“Il Verona ha sciupato troppo occasioni nelle partite interne, adesso lo aspettano più gare esterne, dovrà cercare delle imprese fuori casa. La condizione psicologica di Frosinone, come quella della Spal, è migliore. Ci vorranno nervi saldi” l’analisi di Piero Fanna.

“Determinante per il Verona sarà tornare con un buon numero di punti dalla doppia trasferta di Bari e Perugia. A fine mese il quadro sarà definito. Per le Hellas Live in questo momento, l’obbligo a non staccarsi dal vertice. L’ago della bilancia è Pazzini: se ha recuperato al meglio ce la si può fare“ spiega Antonio Di Gennaro.

“La Serie B è un terno al lotto. Si va sempre in altalena. Il Verona ha buttato via un vantaggio netto. Adesso deve anche guardarsi le spalle, evitando il rischio di perdere delle posizioni per i playoff. Bisogna cambiare marcia” racconta Gigi De Agostini.

“Sarà una volata a tre – spiega Graziano Battistini – Stanno meglio sia Frosinone che Spal, in particolare sul piano della testa. L’Hellas si è mostrato troppo preoccupato”.

“Il calendario conta poco. Il Verona ha potenzialità superiore a tutte e può vincere otto partite fare 24 punti, sempre che si ritrovi – analizza Totó De Vitis – Non deve guardare la classifica, nè gli impegni degli altri”.

“Il Frosinone e la Spal non sono superiori – dichiara Livio Luppi – Bisogna continuare con il modulo a due punte: la rimonta passa per gol e vittorie. Andare ai playoff sarebbe un rischio enorme, anche se noi salimmo allo spareggio, battendo il Catanzaro. E fu una bella lotta”.

Hellas Verona, 13 punti in meno rispetto al girone d’andata
aprile 6, 2017

La squadra gialloblù di Fabio Pecchia dopo la tredicesima giornata del girone di ritorno del campionato cadetto, ha raccolto appena 17 punti. All’andata, dopo le stesse giornate, erano ben 30 i punti raccolti da Pazzini e compagni.

Fabio Pecchia non è in discussione
aprile 5, 2017

L’allenatore dell’Hellas Verona, Fabio Pecchia, non è in discussione. Da quanto appreso da Hellas Live, il presidente Maurizio Setti non ha alcuna intenzione di cambiare la guida tecnica.

FONTE: HellasLive.it


INVITATO SPECIALE
Tim Parks: “Se tifi Verona sei nato per soffrire”
Lo scrittore inglese: “Hellas in A in extremis, come il mio ultimo libro”

di Redazione Hellas1903, 09/04/2017, 11:15

Tim Parks, scrittore inglese, ha raccontato in “Questa pazza fede” la passione per il Verona.
Ora vive a Milano per lavoro e parla dell’Hellas in un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola.
Dice Parks: “Quando una persona segue il Verona, sa già che dovrà scordarsi di vincere con facilità, di competere per i più grandi traguardi. Ma non gliene frega nulla: è una questione d’identità. Al di là della categoria, l’Hellas è qualcosa che fa parte di te. Non essere promossi sarebbe una delusione sportiva, ma il Verona c’era ieri, c’è oggi e ci sarà domani”.

Sulla corsa alla Serie A, l’autore originario di Manchester aggiunge: “Il mio ultimo libro s’intitola “In extremis”. Mi auguro che proprio in questo modo il Verona sia promosso. Quest’anno sembrava tutto semplice, invece eccoci qua, alle solite. Nessuna sorpresa: se sei dell’Hellas sei nato per soffrire”.

NEWS
Di Gennaro: “Ora si decide tutto”
L’ex centrocampista: “Per il Verona fondamentali le prossime trasferte. Pazzini ago della bilancia”

di Redazione Hellas1903, 08/04/2017, 10:37

Antonio Di Gennaro, leggenda del Verona, in gialloblù dal 1981 al 1988, parla con “La Gazzetta dello Sport” del momento dell’Hellas e della volata per la A.
Dice: “Determinante per il Verona sarà tornare con un buon numero di punti dalla doppia trasferta di Bari e Perugia. A fine aprile il quadro sarà definito. Per l’Hellas, in questo momento, l’obbligo è non staccarsi dal vertice. L’ago della bilancia è Pazzini: se ha recuperato al meglio, ce la si può fare”.

NEWS
Verso il Novara, stop per Pisano
Il terzino bloccato da un problema muscolare. In dubbio per lunedì

di Redazione Hellas1903, 07/04/2017, 16:32

Eros Pisano in dubbio per la trasferta del Verona a Novara.
Il terzino oggi si è fermato per un problema muscolare.
Pisano è alle prese con un risentimento alla coscia sinistra. Nelle prossime ore le sue condizioni saranno verificate e lo staff gialloblù deciderà se portarlo con il resto della squadra per la gara di lunedì allo stadio Piola.

NEWS
Fanna: “Romulo deve dare di più”
Piero: “Adesso tocca a lui fare la differenza”

di Redazione Hellas1903, 07/04/2017, 08:10

Intervistato dal “Corriere di Verona” oggi in edicola, Piero Fanna, bandiera gialloblù, parla di Romulo, apparso in netto calo di forma nelle ultime giornate.
Spiega l’ex giocatore dell’Hellas: “Se le difficoltà sono di atteggiamento, spetta all’allenatore prendere delle decisioni e, all’occorrenza, mettere al suo posto un altro ragazzo”.
Continua Fanna: “Questo è il momento in cui è determinante che torni a esprimere le qualità che gli sono riconosciute e che gli appartengono. Deve fare la differenza”.

NEWS
Fascetti: “Verona, ora ci si guardi negli occhi”
L’ex allenatore: “Pecchia non ha tutte le colpe, ma è in una piazza esigente”

di Redazione Hellas1903, 06/04/2017, 14:08

Eugenio Fascetti, allenatore promosso in Serie A con il Verona nel 1990-91, parla, intervistato da “La Gazzetta dello Sport”, della situazione dell’Hellas.
Dice Fascetti: “Cosa farei in questo momento? Chiuderei la porta dello spogliatoio e guarderei i giocatori negli occhi. Certe partite, come quella con lo Spezia, sono indecifrabili. Pecchia ha delle responsabilità, ma le colpe non sono mai soltanto di uno, anche se è facile far credere che sia così”.
Prosegue l’ex tecnico: “Consigli a Pecchia? Di tapparsi le orecchie, di fregarsene delle critiche e di andare avanti. Sappia lui per primo, però, che tocca a lui tenere il comando e non farselo sfuggire. Si trova in una piazza esigente. L’ho vissuta e so bene che se le cose non funzionano non te le mandano a dire”.

NEWS
Qui Novara, col Verona assenti Orlandi e Lancini
Entrambi infortunati, salteranno la sfida di lunedì con l’Hellas

di Redazione Hellas1903, 06/04/2017, 09:15
COPENHAGEN, DENMARK - AUGUST 16: Andrea Orlandi of Apoel FC during line up prior the UEFA Champions League Playoff match between FC Copenhagen and Apoel FC at Telia Parken Stadium on August 16, 2016 in Copenhagen, Denmark. (Photo by Jan Christensen / Getty Images)

Doppio infortunio in casa del Novara, prossima avversaria del Verona lunedì 10 aprile.
Andrea Orlandi, ha patito nella gara contro la Spal uno stiramento al flessore, mentre il difensore Edoardo Lancini ha riportato una lesione muscolare.

NEWS
Setti furioso, strigliata la squadra
Dopo il match con lo Spezia duro confronto negli spogliatoi

di Redazione Hellas1903, 06/04/2017, 09:02

Un duro confronto negli spogliatoi con la squadra e l’allenatore.
Maurizio Setti, dopo la partita con lo Spezia non le ha mandate a dire, e a fine gara ha chiesto spiegazioni sulla deludente prova dei suoi a Pecchia e ai calciatori.
Il presidente del Verona ha dato sfogo al suo malcontento per la prestazione negativa che ha portato l’Hellas ad allontanarsi dalle prime due posizioni della classifica.

Una strigliata, quella di Setti, che si spera possa far reagire il gruppo per affrontare al meglio il finale di campionato.

FONTE: Hellas1903.it


PRONTI PER IL POSTICIPO
Hellas, rifinitura a Novara
09/04/2017 14:25
Allenamento mattutino per il Verona allo stadio 'Piola' di Novara. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, torello, lavoro di rapidità, possesso palla, esercitazioni tattiche e partitella.

Domani in programma l'ultima sgambata mattutina (ore 11) prima di Novara-Hellas Verona (calcio d'inizio ore 20.30).

I calciatori non convocati per Novara-Verona (Juanito Gomez, Franco Zuculini e Zaccagni), hanno proseguito nel lavoro personalizzato allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera.
L.VAL.

LA SFIDA DI LUNEDI'
Novara, il granello di sabbia...
08/04/2017 08:51
Tutto iniziò con il Novara. Il classico granello di sabbia destinato a bloccare un ingranaggio perfetto. Il Verona arrivava dalla brillantissima vittoria con lo Spezia, le fanfare allora suonavano alte, tutti pronosticavano il Verona come l’ammazzacampionato. Sky mandò una troupe a Peschiera per seguire tutta la giornata dei gialloblù, Pecchia fu invitato in redazione dalla Gazzetta dello Sport, giocatori e presidente partecipavano allegramente a cene di benficienza.

Il tonfo era dietro l’angolo. Il Novara di Boscaglia, in piena crisi, venne al Bentegodi e usando alcune armi che poi in molti emularono, bloccò il Verona.

Ne venne fuori una gara strana, che il Verona perse di brutto. Il Novara segnò due gol in fuorigioco, altra storia quella arbitrale che poi si ripetè più volte nel campionato.

Ma l’Hellas non riuscì a segnare, e frustrato si buttò in avanti, non aiutato dalle mosse di Pecchia in panchina.

Il Novara dilagò, finì 4-0. Una piccola crepa nell’autostima, che poi, la settimana successiva avrebbe ricevuto un’ulteriore mazzata nel 5-1 di Cittadella.

Da quel giorno il Verona fu bello a sprazzi, non più bellissimo, spesso normale, qualche volta orrendo. Il girone di ritorno è stato fino ad oggi un disastro non all’altezza di una squadra che vuole andare in A direttamente e la gara con lo Spezia uno dei punti più bassi. Proprio a Novara si capirà se il Verona è finito o se invece potrà ricominciare la sua cavalcata. (g.vig.)

SERIE B
Pecchia, le scelte di Novara
08/04/2017 08:22
Su chi potrà contare Fabio Pecchia dopo la prestazione indecente contro lo Spezia? Quali saranno le scelte del tecnico nella decisiva gara con il Novara? Ci saranno ancora Romulo e Bessa? Tante domande prima del match di lunedì sera che sancirà il destino dell'allenatore.

IL GRUPPO. La risposta più importante che Pecchia deve avere è di poter puntare ancora sul suo "gruppo". Un concetto che Pecchia ripete come un mantra sin da quest'estate, elogiando, sempre e comunque, le doti morali della sua squadra, mai mettendone in dubbio la coesione. Ma quello che si è visto martedì sera va in direzione contraria. Giocatori abulici, incapaci di incidere, polemici. Tutti segnali che purtroppo vanno in senso contrario.

BRASILIANI. In molti hanno notato che rispetto alla gara contro il Trapani, vinta per 2-0, Pecchia ha rimesso nel motore Bessa e Romulo che in Sicilia erano squalificati. Possibile che i due brasiliani siano diventati un problema? Pecchia ha fortemente allontanato questi dubbi, ma lunedì sera saranno le sue scelte a parlare. C'è poi un caso Fossati. Architrave del centrocampo è ora sparito dai radar. In effetti Fossati non ha dato molti segnali all'allenatore quando è stato chiamato in causa. Con il Pisa non è entrato bene, più in generale è il giocatore che ha accusato l'involuzione più evidente. Pecchia anche su questo tasto è ottimista: Fossati sarà ancora utilissimo. Si vedrà a Novara se le chiavi del centrocampo verranno ancora consegnate all'ex Cagliari, o se si continuerà con Bruno Zuculini.

DIFESA. C'è poi la posizione di Caracciolo. Che martedì sera si è accomodato in panchina, non felicissimo della decisione del suo allenatore. Caracciolo è stato escluso per far posto a Pisano che nell'arco della partita ha giocato praticamente in ogni zona della difesa, tranne che in porta. Ora Pisano si è bloccato per un malanno muscolare, è probabile che la difesa tornerà a quattro. Altre scelte che Pecchia stavolta non potrà sbagliare. Una vittoria a Novara potrebbe spazzare via ogni dubbio e rafforzare moltissimo anche la posizione del tecnico.
GIANLUCA VIGHINI

VERSO NOVARA
Pecchia: Siamo incazzati ma ancora in corsa
07/04/2017 14:38
"Dopo la brutta prestazione con lo Spezia c'è tanta rabbia. Sì, siamo tutti incazzati, ma la corsa verso la promozione diretta continua. Il margine d'errore è sempre più piccolo, però tutto può ancora accadere". Fabio Pecchia usa parole dure per esprimere la delusione dopo la brutta partita con lo Spezia di martedì sera. Ma l'atteggiamento resta garbato, il tono di voce tutto sommato tranquillo. Qualche giocatore lo ha tradito? Risposta secca: "Parlare di tradimento è esagerato. Diciamo che tutta la squadra ha giocato male. Adesso voglio vedere la reazione con il Novara. Attendo la partita di lunedì sera per capire alcune cose".
Romulo e Fossati. Il discorso scivola presto sui singoli. Romulo è divantato un problema? "No - ribatte l'allenatore - non lo è. Martedì non avrà fatto la differenza, ma la sua è stata una prestazione in linea con quella dei suoi compagni. Non c'è un caso Romulo. L'ho fatto giocare perché aveva riposato nel turno precedente (per squalifica, ndr). Fossati? Resta un giocatore importante e vedrete che da qui alla fine ci darà una grande mano".
Atteggiamento e moduli. "Non voglio soffermarmi troppo sui numeri, sui moduli, sulla difesa a tre o sulle due punte. Il Verona non deve perdere la voglia di vincere, di giocare, di attaccare. L'atteggiamento non può essere quello visto contro lo Spezia. E' chiaro - continua Pecchia - che la squadra si sente più addosso il 4-3-3, visto che ha lavorato per otto mesi su quel modulo. Ma saper cambiare è un punto di forza, deve essere un punto di forza. A Trapani abbiamo vinto la partita quando eravamo a quattro dietro, tanto per fare un esempio. E' comunque evidente che nell'ultimo periodo abbiamo creato troppo poco in zona gol. Un aspetto da migliorare già dal match con il Novara". (L.F.)

NOVARA-VERONA, I PRECEDENTI IN B
A Novara in B non si vince dal 1959
06/04/2017 18:39
Dopo la brutta sconfitta in casa rimediata con lo Spezia, i gialloblù di Pecchia proveranno a rifarsi contro il Novara (lunedì 10 aprile alle ore 20.30) allo stadio Piola. Per l’Hellas, 3° in classifica, sarà un bel banco di prova. L’obiettivo è quello di avvicinarsi alla coppia capolista, Frosinone e Spal. Non sarà facile perché i padroni di casa sono a 4 punti dalla zona playoff e tenteranno di recuperare terreno dalle altre concorrenti (in primis Entella e Bari a quota 50).

La storia tra Novara e Verona in Piemonte, vanta ben 16 sfide in cadetteria. Il bilancio conta 3 vittorie scaligere, 4 pari e 9 successi degli azzurri rosso crociati. Il primo match in B è del 25 maggio 1930 (Campionato 1929/30) e vinse il Novara per 4-0. Altro ko (3-2) per i veneti nel 1930/31 (8 dicembre 1930), ma prima vittoria nel 1931/32 (25 ottobre 1931): 1-3 e segnarono per i gialloblù Busini, Biagini e Cipriani. L’anno dopo (1932/33), ed esattamente il 5 marzo 1933, Hellas ancora corsaro: 2-3 e gli autori delle sue reti furono Raguzzi, Biagini e Andreoli. Il primo pareggio (0-0) è datato 7 ottobre 1956 (stagione 1956/57), mentre il 3° e ultimo successo è dell’8 novembre 1959 (torneo 1959/60): 1-2 grazie ai gol di Baruffi e Cera. Nuovo 0-0 nel 1960/61 (5 marzo 1961) a cui seguì quello del 1961/62 (15 aprile 1962). L’ultimo punto conquistato dal Verona in B, in terra piemontese, risale al Campionato 1967/68: 1-1 (gol di Giulio Sega). Gli ultimi 2 scontri in cadetteria, hanno visto prevalere sempre il Novara: nel 1974/75 la gara finì 2-0, mentre nel 2012/13, 1-0 per effetto del gol di Pesce al 54’.

Nel computo delle reti realizzate, Novara in vantaggio per 28 a 12.

NOVARA-VERONA, I PRECEDENTI IN SERIE B
PARTITE DISPUTATE: 16
VITTORIE NOVARA: 9
PAREGGI: 4
VITTORIE VERONA: 3
GOL FATTI NOVARA: 28
GOL FATTI VERONA: 12
ANDREA FAEDDA

PANCHINA BOLLENTE
Toto allenatore: Pavanel
Malesani e...

06/04/2017 13:16
Fiducia. Ma la sfuriata di Setti potrebbe avere ripercussioni sulla panchina di Pecchia. E' ovvio che se il Verona dovesse fare un'altra partitaccia contro il Novara, la posizione del tecnico sarebbe fortemente a rischio. Pecchia gode ancora della completa fiducia di Fusco, ma in società esiste un'altra anima rappresentata da Toni, da sempre vicinissimo al presidente che spingerebbe per un'altra soluzione. Novara, insomma, è un viatico e la squadra dovrà dimostrare chiaramente di lottare anche per il proprio allenatore.

Ma chi potrebbe venire al posto di Pecchia in caso di rovescio? Un'ipotesi, abbastanza accreditata, parla di una promozione di Massimo Pavanel, il tecnico della Primavera che da quattro anni sta facendo miracoli lanciando giovani a ripetizione. Una soluzione interna, di basso costo che potrebbe da una parte portare entusiasmo e freschezza ma che ha, logicamente, anche molti rischi.

Sulla piazza c'è sempre Alberto Malesani, la cui bravura non si discute. Malesani sarebbe pronto a rimettersi in gioco con l'Hellas, convinto di dover "saldare" un debito dopo la retrocessione del 2002. Soldi e durata dell'ingaggio non sarebbero un problema. Malesani, al richiamo del Verona, non saprebbe dire di no.

C'è poi la strada che porta a Guidolin: ma qui c'è un ostacolo quasi insormontabile, cioè l'ingaggio.

S'era parlato anche di Reja, ma il fatto che con il vecchio allenatore non ci sia più il suo vice Bollini, oggi alla Salernitana, ne avrebbe raffreddato la candidatura.

Sono disponibili anche Andrea Stramaccioni dopo l'esperienza in Grecia e Delio Rossi, che il Verona aveva contattato due stagioni fa per sostituire Mandorlini.
GIANLUCA VIGHINI

IL RETROSCENA
Setti perde le staffe
Urla dopo Spezia

06/04/2017 10:54
Così non l'hanno mai visto: dopo la sconfitta con lo Spezia, Maurizio Setti ha perso il suo aplomb ed è letteralmente sbroccato. Il presidente si è tuffato negli spogliatoi e ha pesantemente redarguito la squadra. Secondo la ricostruzione di Tggialloblu.it, Setti ha espresso il suo rammarico anche attraverso urla e improperi. Non solo: avrebbe persino scagliato contro le mura degli spogliatoi alcuni oggetti mandandoli in frantumi.

E' stato probabilmente in seguito a questa sfuriata, esclusivamente rivolta verso i giocatori, che poi Pecchia e Pazzini sono apparsi molto dimessi in sala stampa. Molto probabilmente la squadra andrà in ritiro a Peschiera per preparare la partita delicatissima con il Novara. (g.vig.)

AVVERSARIO HELLAS
Dal Novara a Novara si chiude il cerchio
di Redazione Hellas1903, 03/04/2017, 10:06
06/04/2017 10:09
Era il 13 novembre 2016. Dopo un inizio di stagione dove il Verona vinceva e convinceva, il Novara vinse con un rotondo 0-4 al Bentegodi: da quel momento l'Hellas di Pecchia non è stato quasi più lo stesso, avendo un andamento singhiozzante da medio-alta classifica.

Dopo che è passato un intero girone con 20 squadre affrontate, il Verona ritrova il Novara sulla sua strada: si andrà in Piemonte dopo la brutta sconfitta casalinga con lo Spezia. La squadra di Boscaglia non sta bene: viene da 3 pareggi e due sconfitte consecutive (Ternana e Spal). Dal Novara a Novara: l'andata segnò l'improvviso calo, nel ritorno si spera che Novara sia la tappa del rilancio per questo travagliato finale di stagione.
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Novara-Verona - Pecchia conferma il 3-5-2
Fischio d'inizio alle 20.30. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!

10.04.2017 06.50 di Andrea Piras
Chi vuole entrare nei playoff e chi vorrebbe evitarli. Si può sintetizzare così la sfida di questa sera fra Novara e Verona che andrà a chiudere la 35a giornata di Serie B. I piemontesi occupano l'undicesima piazza in classifica con 46 punti, quattro in meno di Entella e Bari che rappresentano l'ultimo posto disponibile per i playoff. Gli scaligeri invece sono terzi a quota 58 punti, a -3 dalla SPAL che raggiungerebbero in caso di successo. Il Monday night del “Piola” sarà certamente avvincente con i padroni di casa che davanti al proprio pubblico hanno fatto molto bene con 32 punti raccolti su 46 complessivi e soltanto 15 reti subite contro le 37 totali. I gialloblu di Fabio Pecchia hanno vinto soltanto una gara nelle ultime cinque uscite ufficiali, al Provinciale di Trapani, mentre nell'ultimo match sono stati sconfitti al “Bentegodi” contro lo Spezia. Gli azzurri di Boscaglia sono reduci da due sconfitte consecutive contro Ternana e SPAL mentre negli ultimi cinque turni hanno raccolto solamente tre punti frutto di tre pareggi. Quello di questa sera sarà il 17° confronto fra le due squadre in Serie B con nove vittorie del Novara, quattro pareggi e solo tre vittorie del Verona con l'ultimo successo degli scaligeri datato 1959. L'ultima sfida fra le due squadre si è disputata il 17 febbraio 2013 e ha visto il successo della squadra di casa per 1-0 con gol di Pesce. L'incontro sarà affidato al signor Ghersini della sezione arbitrale di Genova.

COME ARRIVA IL NOVARA - Roberto Boscaglia schiererà la sua squadra con il 3-4-3. Nel tridente offensivo non ci sarà l'infortunato Orlandi, al suo posto ipotesi Cinelli insieme a Galabinov e Sansone. A centrocampo invece possibile impiego di Casarini e Bolzoni con Dickmann e Calderoni a percorrere le corsie laterali. In difesa invece, davanti a Da Costa, la linea a tre sarà formata da Mantovani, Chiosa e Troest.

COME ARRIVA IL VERONA - Fabio Pecchia dovrebbe confermare il 3-5-2 con Nicolas fra i pali, Bianchetti, Ferrari e Caracciolo a formare il trio difensivo. Le chiavi del centrocampo saranno affidate a Bruno Zuculini con Romulo da una parte e Bessa dall'altra mentre le corsie laterali saranno percorse da Pisano e Souprayen. In attacco ci sarà come sempre Pazzini insieme a Siligardi, in vantaggio su Ganz.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Novara (3-4-3): Da Costa; Mantovani, Chiosa, Troest; Dickmann, Bolzoni, Casarini, Calderoni; Cinelli, Galabinov, Sansone. Allenatore: Roberto Boscaglia.

Verona (3-5-2): Nicolas; Bianchetti, Ferrari, Caracciolo; Pisano, Romulo, B. Zuculini, Bessa, Souprayen; Pazzini, Siligardi. Allenatore: Fabio Pecchia.

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona titola: "Hellas sotto accusa: tutti in ritiro"
07.04.2017 09.23 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Il Corriere di Verona di questa mattina apre la propria pagina sportiva titolando: "Hellas sotto accusa: tutti in ritiro". Dopo gli sfoghi del presidente Setti e di mister Pecchia, scatta la punizione in vista del Novara. Gruppo da ritrovare, a partire da Romulo.

SERIE B
Hellas, Pecchia al bivio: gara col Novara può essere decisiva per il tecnico
06.04.2017 17.26 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Il portale Tggialloblu.it prova a fare il punto sul Verona, reduce dal ko interno contro lo Spezia. E' ovvio che se l'Hellas dovesse fare un'altra partitaccia contro il Novara, la posizione del tecnico Fabio Pecchia sarebbe fortemente a rischio. L'ex vice di Rafa Benitez sulle panchine di Napoli, Real Madrid e Newcastle gode ancora della completa fiducia del ds Filippo Fusco, ma in società esiste un'altra anima rappresentata da Luca Toni, da sempre vicinissimo al presidente che spingerebbe per un'altra soluzione. Novara, insomma, è un viatico e la squadra dovrà dimostrare chiaramente di lottare anche per il proprio allenatore.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


#NovaraVerona: ecco i 20 gialloblù
08/APRILE/2017 - 13:15
Verona - Dopo l'allenamento mattutino, in cui la squadra ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche ed esercitazioni sui calci piazzati, è stata diramata la lista dei 20 convocati per la sfida contro il Novara, 35a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma lunedì 10 aprile allo stadio 'Piola' (ore 20.30). Non convocato Eros Pisano. Il calciatore gialloblù è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato un'elongazione al bicipite femorale della gamba destra. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

#NOVARAVERONA
CONVOCATI

Portieri

12. Coppola
1. Nicolas

Difensori

4. Bianchetti
5. Boldor
30. Caracciolo
32. Casale
28. Ferrari A.
18. Souprayen

Centrocampisti

24. Bessa
8. Fossati
2. Romulo
27. Valoti
33. Zuculini B.

Attaccanti

25. Cappelluzzo
23. Fares
9. Ganz
10. Luppi
11. Pazzini
26. Siligardi
7. Troianiello

Progetto Affiliazioni: che pomeriggio per il Caprino Calcio
07/APRILE/2017 - 19:40
Almenno San Bartolomeo (Bergamo) - Una seduta tecnico-formativa con gli istruttori del Settore Giovanile gialloblù, conclusa con il saluto di Mattia Zaccagni e in attesa dei Football Camp. Un pomeriggio speciale per le squadre (dagli Esordienti 2004 ai Primi Calci 2009, ndr) della Società Affiliata Caprino Calcio, sponsorizzata da Metano Nord, che presso gli impianti di Almenno San Bartolomeo hanno vissuto un antipasto di quella che sarà la loro estate. Dal 12 al 24 giugno, infatti, verrano organizzati, insieme all'Atletic Almenno S.B. e con la collaborazione dell'Hellas Verona FC, i "Football Camp", per passare un'estate tra allenamenti tecnico-tattici e attività ludico-ricreative con gli istruttori gialloblù. Una giornata conclusa con la visita, durata circa 30 minuti, di Mattia Zaccagni che, prima di tornare in ritiro insieme ai compagni, ha voluto salutare e firmare autografi insieme agli 80 giovani calciatori presenti.

Continua dunque il percorso del Progetto Affiliazioni, con lo sguardo rivolto non solo al territorio veronese ma anche a livello nazionale. Un entusiasmo condiviso da Giancarlo Austoni, presidente del Caprino Calcio: «Riproponiamo per il secondo anno l'affiliazione con L'Hellas Verona, un'esperienza importante per tutti noi. Siamo cresciuti molto, sotto tanti punti di vista, e siamo orgogliosi di essere una squadra fuori dalla provincia veronese ad essere affiliata con una società serie e organizzata, dalla storia gloriosa».

Pecchia: «A Novara per riprendere il cammino, ne abbiamo la forza»
07/APRILE/2017 - 13:15
Peschiera - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate in vista di Novara-Hellas Verona, 35a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

REAGIRE SUBITO
«A Novara vogliamo vedere qualcosa di diverso. Abbiamo la forza di riprendere il nostro cammino. Serve il giusto atteggiamento, quello avuto fino ad ora, di vivere la partita con voglia di vincere, quella è imprescindibile: trovando il giusto equilibrio, creando più opportunità. Ma il gol non è appannaggio esclusivo di Pazzini, possiamo arrivare alla conclusione anche con gli esterni o le seconde linee. Il cambio di modulo ci ha dato vantaggi in alcune situazioni, deve essere un nostro valore aggiunto. Il 4-3-3 è l’”abito” che la squadra ha indossato più spesso, nel quale è più facile riconoscersi, il 3-5-2 va interpretato meglio, ci vuole tempo e ne abbiamo poco: trovare una soluzione è compito mio. Gli avversari contro di noi giocano in maniera diversa rispetto al solito, quindi devo interpretare le partite anche in questo senso. A livello generale, osservando le dirette concorrenti, si segna un po’ meno. Siamo inciampati ma è ancora tutto aperto, dobbiamo sbloccare quanto prima il risultato».

ANALISI A MENTE LUCIDA
«La partita con lo Spezia? L’abbiamo rivista a mente fredda, è stata una gara sottotono sotto molti punti di vista: mentale, fisico e tattico. C’è grandissima delusione, si trattava di un’occasione importante. Venivamo da un risultato positivo, il pubblico ci spingeva, c’erano tutti i presupposti per fare bene. La delusione è stata molto forte, e per giunta ora il margine di errore si riduce. Per questo siamo in ritiro: dopo essere tornati subito al lavoro, abbiamo avvertito la necessità di guardarci negli occhi e ricaricare insieme le energie e darci l’un l’altro la spinta necessaria per ripartire, dobbiamo trasformare questa delusione in forza ed energia. Adesso voglio vedere una reazione. Il Presidente? E’ incazzato, come tutti noi, perché non si sarebbe mai aspettato una prestazione del genere».


Peschiera: report seduta mattino
07/APRILE/2017 - 13:10
Peschiera - Seduta mattutina per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla e partita. Prosegue nella fase di recupero Juanito Gomez. Alex Ferrari si è allenamento con il gruppo, differenziato per Samuel Souprayen.

Domani in programma un allenamento mattutino a porte chiuse (ore 11).

PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Sabato 8 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 9 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 10 aprile: Novara-Hellas Verona (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Peschiera: report seduta mattino. Squadra in ritiro al Parc Hotel
06/APRILE/2017 - 13:30
Peschiera - Seduta mattutina per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro aerobico, circuiti di forza, possesso palla e partitella. Torna ad allenarsi con il gruppo Simone Andrea Ganz. Prosegue nella fase di recupero Juanito Gomez. Lavoro differenziato per Samuel Souprayen e Alex Ferrari, quest'ultimo a causa della contusione all'anca subita nel finale di Hellas Verona-Spezia.

Al termine dell'allenamento la squadra ha iniziato il ritiro presso il Parc Hotel di Peschiera, dove resterà fino alla partenza per Novara prevista nella giornata di sabato 8 aprile.

PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Venerdì 7 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 8 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 9 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 10 aprile: Novara-Hellas Verona (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Peschiera: report seduta mattino. Squadra in ritiro all'Active Hotel
06/APRILE/2017 - 13:30
Peschiera - Seduta mattutina per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro aerobico, circuiti di forza, possesso palla e partitella. Torna ad allenarsi con il gruppo Simone Andrea Ganz. Prosegue nella fase di recupero Juanito Gomez. Lavoro differenziato per Samuel Souprayen e Alex Ferrari, quest'ultimo a causa della contusione all'anca subita nel finale di Hellas Verona-Spezia.

Al termine dell'allenamento la squadra ha iniziato il ritiro presso l'Active Hotel di Peschiera, dove resterà fino alla partenza per Novara prevista nella giornata di sabato 8 aprile.

PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Venerdì 7 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 8 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 9 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 10 aprile: Novara-Hellas Verona (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Nazionali: doppia sfida all'Ungheria per Agbugui con l'Italia U16
06/APRILE/2017 - 13:00
Verona - Terza chiamata stagionale con la Nazionale Italiana Under 16 per il difensore gialloblù Darrel Agbugui, attualmente in forza agli Under 17 del Verona allenati da Andrea Vitali. Dopo le positive prestazioni contro la Germania di marzo, il CT Daniele Zoratto ha scelto di confermare la convocazione al classe 2001 nato a Isola della Scala, per un'altra doppia amichevole, stavolta in trasferta, contro i pari età dell'Ungheria. Sarà proprio la capitale, Budapest, a ospitare le sfide dell'11 e del 13 marzo, con raduno azzurro fissato a Roma il 9 marzo.

UNGHERIA U16-ITALIA U16
Martedì 11 marzo, ore 16.30
Telki Sport Complex (Budapest)

UNGHERIA U16-ITALIA U16
Giovedì 13 marzo, ore 11
Telki Sport Complex (Budapest)

Giudice Sportivo: Zaccagni salterà #NovaraVerona
05/APRILE/2017 - 14:15
Verona - Il Giudice Sportivo, Emilio Battaglia, ha squalificato per una giornata il calciatore gialloblù Mattia Zaccagni, ammonito durante Hellas Verona-Spezia «per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato» (quinta sanzione). Non sarà quindi a disposizione per Novara-Hellas Verona, 35a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

Peschiera: report seduta mattino
05/APRILE/2017 - 13:50
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, si è divisa in due gruppi. Lavoro defaticante per chi ha giocato contro lo Spezia, riscaldamento, possesso palla, lavoro atletico e partitella per gli altri.

Allenamento con il gruppo per Fares. Differenziato per Souprayen, a causa di un affaticamento muscolare alla coscia sinistra. Si è allenato in parte con il gruppo Ganz, prima di proseguire nel lavoro differenziato. Procede la fase di recupero per Juanito Gomez, che ha svolto corsa sul campo.

Domani in programma una seduta mattutina a porte aperte (ore 11).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Giovedì 6 aprile: allenamento mattutino (ore 11)
Venerdì 7 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 8 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 9 aprile: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 10 aprile: Novara-Hellas Verona (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: CALVANO autore di una grande stagione fin'ora alla REGGIANA in Lega Pro, il procuratore 'Il futuro? Parola al Verona'

SERIE B: Riccardo BROSCO, nuovo acquisto del VERONA in difesa, sarà a disposizione solo da Novembre dopo la delicata operazione di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro...

L'EX VERONA
Bordin, da mister in 2^ al primato in Moldova
IL DIFENSORE
Brosco, il Verona lo
avrà solo a Natale
06/04/2017 18:47
Riccardo Brosco non prenderà parte al ritiro estivo di San Martino di Castrozza per la prossima stagione (o almeno non si potrà allenare con i compagni). Il difensore centrale del Latina, già acquistato dal Verona per la prossima stagione, si è rotto il crociato. Brosco, che ha subito l'operazione alla gamba (perfettamente riuscita), tornerà a giocare una partita solo prima di Natale (al massimo a Novembre).

Questo il comunicato del Latina che riguarda l'operazione chirurgica al difensore scuola Roma: "Riccardo Brosco nella mattinata odierna è stato operato presso l’ospedale ICOT di Latina dal professor Agostino Tucciarone e dallo staff composto dai dottori Roberto Fabbrini, Oreste Sacchetti, Lanfranco Del Ferraro e Luca Godente. Al calciatore è stato ricostruito il legamento crociato anteriore con sutura del menisco mediale e ulteriore sutura del punto d’angolo postero interno del ginocchio destro. L’intervento, durato circa 50 minuti, è perfettamente riuscito. Brosco svolgerà il lavoro di riabilitazione presso il Centro Medical San Gallo di Anzio sotto la direzione del professor Vigliano De Cupis. Tempi di recupero previsti: 7-8 mesi nel rispetto della biologia di guarigione dei legamenti".
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


LEGA PRO
ESCLUSIVA TMW - Ag. Calvano: “Reggiana, stagione top. Futuro, parola al Verona"
07.04.2017 11.59 di Giuseppe Granieri
“Calvano, da grande promessa del Milan quando militava nel settore giovanile e nella Primavera, ha poi fatto una lunga gavetta in Lega Pro, quasi 3 anni e mezzo, collezionando 109 presenze, 4 gol e 5 assist. Quest’anno, poi, alla Reggiana ha messo insieme 27 presenze e 3 assist fino ad ora, risultando il centrocampista più utilizzato della rosa e, nonostante il cambio di allenatore, è riuscito comunque a battere la concorrenza interna”. Parla così, a TuttoMercatoWeb.com, il procuratore Carlo Alberto Belloni.

Qual è la situazione contrattuale del giocatore?
“Appartiene all’Hellas Verona, società con la quale ha ancora un anno di contratto: alla Reggiana è in prestito con diritto di riscatto e controriscatto”.

Quale potrà essere il futuro, dopo l’ottima stagione in Emilia?
“Dipenderà, ovviamente, dal club scaligero: il destino di Simone potrebbe cambiare se il Verona il prossimo anno sarà in A, come tutti speriamo, o in B”.

Le richieste, comunque, non mancano.
“A gennaio scorso abbiamo ricevuto due offerte da club di B: sul piatto c’era un triennale ma, alla fine, abbiamo preferito restare a Reggio Emilia per completare il percorso”.

Soddisfatti della piazza emiliana?
“Assolutamente sì: è stata una scommessa vinta, sia per Simone, sia per il direttore sportivo Andrea Grammatica che per il sottoscritto. La Reggiana è un club blasonato, con un passato importante e che ora disputerà i play-off”.

Dopo qualche sbandata, il giocatore ha ripreso la giusta strada che uno con le sue potenzialità merita di fare.
“Simone ha fatto degli errori di gioventù che ha pagato a caro prezzo, se ne è reso conto ed ora è più maturo ed è diventato uomo: oggi è un giocatore completo, una mezzala capace di fare la doppia fase egregiamente. Può ambire a palcoscenici importanti e non mi stupirei se tra un paio d’anni si dovesse riparlare di lui in serie A: la strada, ovviamente, è ancora lunga ma Simone ha finalmente trovato la via giusta”.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento Caracciolo


Wallpapers gallery