Anteprima VERONA-PALERMO: Gara da dentro fuori? Il 'Dentro' per l'HELLAS è ormai passato da tempo purtroppo... Siciliani in pieno caos dopo la quarta sconfitta in cinque gare che ha mandato in bestia il vulcanico ZAMPARINI, a fare da parafulmine il tecnico BALLARDINI prima licenziato e poi riassunto in poche ore

Pubblicato da andrea smarso venerdì 8 gennaio 2016 21:14, vedi , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#VeronaPalermo +   -   =

Dentro o fuori? Purtroppo sono tra quelli che credono che il 'Dentro' se ne sia andato da un po', anche in caso di vittoria...
Bastano due conti: Supponendo verosimilmente una quota salvezza intorno a 36 punti, il VERONA necessiterebbe di 25 punti nel girone di ritorno il che significherebbe mettere in carniere più del doppio dei punti guadagnati in tutta l'andata ad una media superiore a quella tenuta fin'ora da ATALANTA, UDINESE e LAZIO e soli 2 punti sotto a quella del sorprendente EMPOLI, senza considerare che la seconda metà di campionato è tradizionalmente più difficile e sono poche le squadre che riescono a superare il bottino ragranellato nella metà precedente.
Anche analizzando più in profondità il prossimo futuro scaligero i numeri non sono affatto incoraggianti: Pensando (forse ottimisticamente) di approfittare appieno delle 3 partite casalinghe contro GENOA, CARPI e FROSINONE rimarrebbero altri 16 punti da trovare nelle altre 16 giornate che si riducono a 8 togliendo le prime 8 in classifica dato che ben difficilmente è pensabile di ottenere qualcosa da quelle gare... Ma siamo ottimisti e diciamo 3 punti?
Ok nell'ipotesi più rosea mancano altri 13 punti all'appello da strappare a squadre come LAZIO, SAMP, CHIEVO, TORINO, BOLOGNA e ad un PALERMO in un'ultima giornata al Barbera che potrebbe valere la salvezza anche per i rosanero: Chiaro che se di miracolo non possiam parlare poco ci manca!

...Ma concentriamoci sulla gara di Domenica contro il PALERMO quint'ultimo e pur sempre a +10 (!!!) dall'HELLAS, i siciliani arrivano al Bentegodi avendo perso 4 delle ultime 5 partite di campionato ed in pieno caos dopo la sconfitta interna subita dalla FIORENTINA: Il patròn ZAMPARINI ha 'sbroccato' licenziando e poi riassumendo in poche ore mister BALLARDINI ed il successivo ritiro a Brescia non ha certo rasserenato gli animi anche su questo dovranno far leva i gialloblù favoriti dalle statistiche che li vedono fin'ora imbattuti contro gli isolani e vincenti in Serie A in 3 occasioni su 4.
La prima fu il 2 Marzo 1969 con la doppietta di BUI a regolare i rosanero, l'ultima nel posticipo del 15 Settembre 2014 in cui la vittoria fu del VERONA in rimonta per 2 a 1 grazie a TONI e Juani GOMEZ.

Verona 2-1 Palermo, immagini & highlights dallo scorso 15 Settembre 2014

Doppi ex contro: TONI e GILARDINO sono i due doppi ex più prestigiosi della gara con il capitano scaligero in particolare ad aver fatto sognare i tifosi siciliani grazie ai 30 gol in 45 presenze nella stagione di Serie B 2003-04 e ai 20 in 35 gare nella stagione successiva in massima serie.
Dall'altra parte Alberto che, arrivato troppo giovane in maglia gialloblù, non ebbe il tempo di lasciare il segno prima di essere ceduto al PARMA in quel famoso 'patto di rivalutazione' che alla fine premiò solo i ducali...

Curiosità: Alberto GILARDINO non ha mai segnato in campionato contro il VERONA ma il gol-bandiera realizzato contro la FIORENTINA nella scorsa giornata è stato l'ottavo di testa sui 18 messi a segno dai siciliani, una sorta di record! Degli attuali componenti della rosa palermitana solo VÁZQUEZ ha segnato hai gialloblù.
Attualmente a quota 798, in caso di vittoria i gialloblù supereranno il muro degli 800 punti nella storia di tutti i tempi della Serie A.


QUI VERONA
Rientra SALA ma si ferma GRECO squalificato dopo l'ammonizione allo Stadium, a disposizione anche TONI nonostante il lavoro differenziato degli ultimi giorni mentre per PISANO e SILIGARDI, vittime di problemi muscolari, i tempi di recupero potrebbero essere di almeno un paio di settimane...

Convocati
Portieri: 37. Coppola, 95. Gollini, 1. Rafael
Difensori: 22. Bianchetti, 5. Helander, 18. Moras, 69. Souprayen, 41. Winck
Centrocampisti: 97. Checchin, 28. Emanuelson, 10. Hallfredsson, 23. Ionita, 26. Sala, 24. Viviani, 13. Wszolek, 20. Zaccagni
Attaccanti: 93. Fares, 21. Gomez Taleb, 7. Jankovic, 11. Pazzini, 9. Toni

Probabile formazione
4-4-2 con Gollini; Sala-Bianchetti-Moras-Souprayen; Ionita-Viviani-Hallfredsson-Wszolek; Toni-Pazzini


QUI PALERMO
BALLARDINI licenziato, torna IACHINI... Anzi no! Dopo la sconfitta interna contro la FIORENTINA in quel di Palermo hanno assistito ad una delle solite pantomime del patròn ZAMPARINI che prima ha praticamente esonerato l'attuale tecnico dei rosanero per poi, ricevuto il secco no dell'allenatore precedente, riassumerlo on the fly almeno fino alla prossima gara al Binti: Cose da pazzi che però quando il 'Zampa' è al timone possono capitare...

Convocati
Tra i 25 convocati anche il nuovo acquisto CRISTANTE, dopo il duro confronto tra mister BALLARDINI e SORRENTINO si profila la clamorosa esclusione di quest'ultimo? ZAMPARINI vorrebbe l'ex CHIEVO tra i pali vedremo chi la spunterà...

Portieri: Alastra, Colombi, Sorrentino.
Difensori: Andelkovic, Goldaniga, Gonzalez, Lazaar, Morganella, Pirrello, Pezzella, Rispoli, Struna.
Centrocampisti: Bolzoni, Brugman, Chochev, Cristante, Hiljemark, Jajalo, Quaison.
Attaccanti: Arteaga, Djurdjevic, Gilardino, La Gumina, Trajkovski, Vazquez.

Probabile formazione
4-3-1-2 con Sorrentino; Struna-Gonzalez-Goldaniga-Lazaar; Hiljemark-Jajalo-Chochev; Vazquez; Trajkovski-Gilardino

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

DELNERI «La sfida con il Palermo ha un'importanza vitale per il prosieguo di questo campionato, soprattutto dal punto di vista mentale. Si potrebbe aprire una realtà diversa, la squadra come prestazioni sta bene e avere qualche punto in più non sarebbe male. In questo mese ci sono stati grandi impegni, abbiamo giocato sei partite e il lavoro è stato importante. Fisicamente stiamo bene e siamo motivati, dobbiamo migliorare certe situazioni di campo, avere più attenzione e la forza mentale per combattere tutta la partita. Quanto pesa la mancanza di una vittoria? Pesa sicuro, una vittoria ci darebbe la sensazione di uscire da questo brutto momento. Mentalmente dobbiamo essere disposti a lottare, perché tre punti porterebbero tranquillità e serenità. Dobbiamo cercare di vincere questa partita a tutti i costi e dare continuità, per proiettarci verso un girone di ritorno diverso» HellasVerona.it



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: TMW dedica un articolo ad Adrian MUTU, un talento sprecato finito 37enne a giocare in India! Il centrocampista 23enne Mattia SPEZZANI, che ha giocato con la Primavera scaligera prima dei prestiti al MANTOVA, alla PROVERCELLI e al MELFI, rescinde e si accasa all'ISCHIA. Mister SALVIONI, poco rimpianto tecnico pastorelliano dell'HELLAS in Serie B del 2003, è il nuovo allenatore del MONZA.

PRESIDENZA FIFA, Michel si ritira ma ricorrerà contro gli 8 anni di squalifica...

BASKET NBA: NUGGETS corsari a casa dei TIMBERWOLVES con le difese (e gli errori) a farla da protagoniste, niente da fare per i NETS a Toronto nonostante la prova positiva...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Hellas Verona - Palermo Le probabili formazioni | Del Neri: "Toni-Pazzini? Ci Siamo"
Si torna a giocare domenica 10 gennaio alle ore 15.00 con i Gialloblu impegnati al Bentegodi contro il Palermo. Una sfida "fondamentale" come l'ha definita lo stesso tecnico Luigi Del Neri.


La Redazione 8 Gennaio 2016
La denuncia del tosiano Bragantini "Tifosi dell'Hellas obbligati a togliersi le scarpe"
Juventus - Hellas Verona 3-0 | Gialloblu mai davvero in partita, sconfitta pesante
L'Hellas Verona reduce dalla sconfitta di metà settimana contro la Juventus a Torino, torno in campo domenica 9 gennaio alle 15.00 contro il Palermo. Una sfida difficile che è anche uno scontro diretto per la salvezza, un traguardo che appare oggi come oggi quanto mai difficile da raggiungere, ma che nessuno in casa Gialloblu vuole smettere d'inseguire prima del tempo. Il tecnico del Palermo Ballardini rischia la panchina, ma di fronte troverà un Verona che non ha ancora conquistato i suoi primi tre punti in una gara di campionato. Si tratterà di una gara davvero delicata, tra due formazioni entrambe obbligate a vincere.

I PRECEDENTI - Sono quattro le partite disputate al Bentegodi finora tra le due formazioni. Lo storico va decisamente a vantaggio dei padroni di cas che si sono imposti per ben tre volte, mentre i Rosanero non sono mai riusciti a vincere ottenendo al massimo un solo pareggio. Lo scorso anno la sfida si concluse sul risultatato di 2 a 1 per il Verona.

QUI HELLAS VERONA - Dopo gli accertamenti di questi giorni che hanno escluso lesioni gravi per Luca Toni, c'è ottimismo circa la possibilità di veder scendere in campo il bomber gialloblu già domenica. Nel frattembo hanno tenuto banco la rescissione del contratto di Matuzalem e purtroppo anche un nuovo infortunio eccellente. Questa volta a fermarsi è stato Siligardi, a causa di uno stiramento. Così Del Neri nell'odierna conferenza stampa: "La sfida con il Palermo ha un'importanza vitale per il prosieguo di questo campionato, soprattutto dal punto di vista mentale. Si potrebbe aprire una realtà diversa, la squadra come prestazioni sta bene e avere qualche punto in più non sarebbe male. Toni e Viviani sono recuperati, ci sarà anche Sala. Toni e Pazzini insieme? Penso sia arrivato il momento. Giampaolo ci dà profondità e dovremo essere bravi a sostenerli e giocare per loro. La squadra è disposta al sacrificio, sono due calciatori importanti che daranno filo da torcere alle difese avversarie, rappresentano due opzioni offensive che elevano il nostro tasso di pericolosità. Emanuelson titolare? Vedremo come si potranno amministrare tutte le energie a nostra disposizione, valuteremo se utilizzarlo subito o a partita in corso. Bianchetti o Helander? Sono due ragazzi interessanti, vedremo domani. Ci servirà una difesa mentalmente solida e giocherà chi starà meglio. Ionita centrale di centrocampo? Ho ancora dei dubbi e voglio tenerli per me. Ionita può giocare in ogni zona del centrocampo".

QUI PALERMO - A seguito della gara contro la Fiorentina in casa Rosanero è successo un po' di tutto per quanto riguarda la panchina. Dato inizialmente per certo l'arrivo di Iachini, alla fine il tecnico Ballardini pare avrà un'ultima occasione da giocarsi proprio domenica al Bentegodi. Nel frattempo dal Portogallo è arrivato il primo rinforzo: si tratta di Cristante, centrocampista arrivato in prestito dal Benfica.

ARBITRO - Luca Banti di Livorno

FONTE: VeronaSera.it


Pubblicato on 08/01/2016 at 17:53
Verona-Palermo: probabili formazioni e statistiche
Nessuna di queste due squadre è mai riuscita a segnare più di due gol nei precedenti giocati finora nella massima serie

Giampaolo Pazzini Verona Udinese 2015 LaPresse

Di Enrico Turcato
PROBABILI FORMAZIONI Verona (4-4-2): Gollini; Sala, Moras, Helander, Souprayen; Wszolek, Hallfredsson, Viviani, Ionita; Siligardi; Pazzini. All.: Delneri Squalificati: Greco (1)
Indisponibili: Romulo, Albertazzi, Pisano Palermo (4-3-1-2): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Goldaniga, Lazaar; Hiljemark, Jajalo, Chochev; Vazquez; Trajkovski, Gilardino. All.: Ballardini Squalificati: - Indisponibili: Vitiello

STATISTICHE OPTA
Il Verona conduce per tre vittorie a due in Serie A contro il Palermo, tre anche i pareggi finora. Nessuna di queste due squadre è mai riuscita a segnare più di due gol nei precedenti giocati finora nella massima serie. Scaligeri imbattuti in casa contro il Palermo, grazie a tre vittorie e un pareggio. Il Verona condivide coi francesi del Troyes il primato negativo di zero vittorie dall’inizio della stagione nei cinque maggiori campionati europei. Il Palermo ha perso quattro delle ultime cinque partite di campionato - in mezzo il successo sul Frosinone. Il Verona è la squadra che si è fatta riacciuffare più volte sul pareggio dopo essere stata in vantaggio in questo campionato – è già successo quattro volte agli scaligeri.

Luca Toni fu protagonista per il Palermo sia della promozione in A nel 2003/04 (45 presenze e 30 gol in campionato), che nella stagione del ritorno nella massima serie dei rosanero (35 presenze e 20 gol). Alberto Gilardino non ha mai segnato in campionato contro il Verona: l’Hellas potrebbe diventare la sua 38ª vittima, permettendogli di eguagliare Francesco Totti e Roberto Baggio in testa a questa graduatoria nella storia della Serie A. Quello di Gilardino nell’ultima partita contro la Fiorentina è stato l'ottavo gol di testa del Palermo: un record in questo campionato. Tra gli attuali componenti della rosa del Palermo, Franco Vázquez è l’unico ad avere già fatto gol contro il Verona in Serie A.

FONTE: It.EuroSport.com


Pubblicato il: 7 gennaio 2016
ALESSANDRO CARIOCA - Esperto di Calcio
SERIE A, DICIANNOVESIMA GIORNATA: PRONOSTICI DI TORINO-EMPOLI E VERONA-PALERMO
Sono due match molto importanti validi per il 19esumo turno del campionato e si giocheranno domenica 10 gennaio: i consigli per le scommesse.


Torino-Empoli e Verona-Palermo sono due match molto importanti validi per la diciannovesima giornata del campionato di serie A e si giocheranno domenica 10 gennaio. Cosa accomuna tutte queste formazioni? Senz'altro il fatto che nell'ultimo turno del torneo hanno perso e dunque hanno assolutamente bisogno di muovere la classifica. Pronostici molto difficili: non conta solo la tecnica in questa fase della stagione, ma anche la condizione atletica e le energie che si hanno da spendere. Ecco dunque i consigli per le scommesse.

[...]

Verona-Palermo: il pronostico
Pressoché scontata, per il Verona, la sconfitta contro la Juventus, così come quella casalinga per il Palermo contro la Fiorentina. Il Palermo, oltre alla sconfitta, però, ha denotato pecche serie già emerse nelle gare precedenti e 4 sconfitte nelle ultime cinque gare la dicono lunga, così come la quintultima posizione in classifica. Una situazione senz'altro difficile per i rosanero. Per la squadra di Del Neri potrebbe essere l'occasione, proprio all'ultima giornata del girone di andata, per cogliere la prima vittoria, anche se non sarà di certo facile, ma dovrà provarci per non abbandonare del tutto le speranze di salvezza, alquanto modeste per la verità. Pronostico: 1

FONTE: It.BlastingNews.com


PROBLEMI FISICI SENZA FINE
Lazzaretto Hellas: Siligardi in dubbio
08/01/2016 11:00
Problemi fisici senza fine in casa Hellas: in tarda mattinata, Luca Siligardi si sottoporrà ad accertamenti medici, a causa di un risentimento muscolare accusato a Torino. Il fastidio, all'altezza dell'adduttore, è aumentato nelle ultime 48 ore. E' molto difficile che sia pienamente disponibile contro il Palermo.
L.VAL.

H.VERONA-PALERMO, I PRECEDENTI IN SERIE A
Hellas, coi rosanero 3 vittorie su 4 match
07/01/2016 17:42
Scaligeri e siciliani non hanno una grande tradizione nella massima serie. Si sono affrontati solo 4 volte ed il resoconto generale premia nettamente i padroni di casa con 3 vittorie e un pareggio.
La prima gara si giocò il 2 marzo 1969. L’Hellas vinse 2-0 grazie ad una doppietta di Bui al 13’ e al 71’.
L’anno dopo, il 9 novembre 1969, stesso risultato (2-0) e stesso marcatore. Bui trafisse il Palermo al 16’ e all’89’ su rigore.
Nel 1973 invece, la rete del provvisorio vantaggio gialloblù venne siglata da Zigoni al 21’, a cui seguì il pari palermitano, causato da un autogol di Mascalaito al 54’.

Dopo 41 anni, Verona e Palermo si sono riaffrontate in Serie A la scorsa stagione 2014/15. L’incontro, valido per la 2^ giornata è stato giocato nel posticipo di lunedì 15 settembre ’14 alle 20.45. L’Hellas s’è opposto per 2-1 in rimonta, andando prima sotto per effetto del gol di Vazquez al 18’, ma ribaltando il risultato grazie al rigore battuto da Toni al 40' e al gol di Gomez al 77’.

Domenica 10 gennaio (ore 15), le due squadre incroceranno nuovamente i guantoni. Per il Verona ancora ultimo in classifica e senza una vittoria, non ci sono alternative se vuole sperare nella salvezza: deve conquistare solo i 3 punti. Recentemente però non se la sta passando bene nemmeno la truppa rosanero, quintultima a 18 punti e con una situazione tecnica e societaria in piena confusione. Al termine della gara persa contro la Fiorentina per 1-3, nel giro di un’ora (o poco meno), il presidente Zamparini prima esonera Ballardini, richiamando Iachini, poi ci ripensa e rimette in sella il ravennate.

PRECEDENTI H.VERONA-PALERMO IN SERIE A:
Partite giocate: 4
Vittorie H.Verona: 3
Pareggi: 1
Vittorie Palermo: 0
Gol fatti H.Verona: 7
Gol fatti Palermo: 2

ANDREA FAEDDA

FONTE: TGGialloBlu.it


Verona-Palermo: le probabili formazioni

08 gennaio alle 09:26
Ecco le probabili formazioni di Verona-Palermo:
Hellas Verona (4-4-2): Gollini; Sala, Moras, Helander, Souprayen; Hallfredsson, Viviani; Wszolek, Ionita; Siligardi; Pazzini.
A disp.: Rafael, Coppola, Winck, Bianchetti, Zaccagni, Checchin, Emanuelson, Jankovic, Juanito Gomez, Toni, Fares. All.: Delneri

Palermo (4-3-1-2): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Goldaniga, Lazaar; Hiljemark, Jajalo, Chochev; Vazquez; Trajkovski, Gilardino.
A disp.: Colombi, Alastra, Andelkovic, Pezzella, Morganella, Rispoli, Bolzoni, Quaison, La Gumina, Djurdjevic, Brugman, Arteaga. All.: Ballardini

Giudice Sportivo, Verona: squalificato Greco

07 gennaio alle 17:27
Il Giudice Sportivo ha reso noti i provvedimenti presi dopo l'ultima giornata di Serie A.
GRECO Leandro (Hellas Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

FONTE: CalcioMercato.com


Palermo, duro confronto Ballardini-Sorrentino: la ricostruzione e lo scenario
Stefano Sorrentino - US Palermo

Gianluca Di Marzio 09-01-2016 21:44
Momento delicato per il Palermo, rosanero in crisi di risultati e ambiente poco sereno negli ultimi giorni. Oggi, durante la seduta di rifinitura a Coccaglio, momenti di tensione e qualche parola di troppo tra l'allenatore Ballardini e il capitano Sorrentino, il tutto alla presenza di alcuni dei tifosi presenti all'allenamento. Il motivo? Ballardini sarebbe convinto di non far giocare il portiere nella gara di domani contro l'Hellas Verona, nonostante il parere contrario manifestato dal presidente Maurizio Zamparini.

Clima pesante, pomeriggio segnato da continue riunioni e confronti in campo, con il resto della squadra che ha espresso vicinanza al proprio capitano e con l'intervento in prima persona del ds Manuel Gerolin.

Domani sfida salvezza fondamentale, il gruppo rosanero vuole comunque onorare la maglia e disputare una partita di orgoglio, a prescindere da chi scenderà in campo e chi, in futuro, potrebbe sedere in panchina.

Tra i pali, resta comunque vivo il dubbio tra Colombi e lo stesso Sorrentino, con quest'ultimo che potrebbe comunque scendere in campo nell'ipotesi - sempre più probabile nelle ultime ore - che Ballardini cambi idea.

Palermo, squadra in campo con Ballardini: nel pomeriggio il ritiro
Davide Ballardini - Palermo

Redazione 07-01-2016 11:32
La quiete (relativa) dopo la tempesta. Il Palermo volta pagina e, dopo la sconfitta di ieri contro la Fiorentina e l’ipotesi del ritorno di Iachini, riprende a correre in vista dei prossimi impegni. La sfida importantissima contro l'Hellas Verona è dietro l’angolo (domenica ore 15), così questa mattina, agli ordini di Ballardini, i rosanero hanno svolto regolare seduta d’allenamento. Scarico per chi ha giocato ieri, tattica per il resto del gruppo. Nel pomeriggio, invece, è prevista la partenza per il ritiro di Coccaglio.

Palermo, squadra in ritiro dopo la sconfitta con la Fiorentina
Maurizio Zamparini - US Città di Palermo

Gianluca Di Marzio 06-01-2016 19:39
Sedicesimo posto in classifica per il Palermo, a +3 sulla zona retrocessione. Il presidente Zamparini non ci sta e ha deciso che i rosanero, dopo la sconfitta contro la Fiorentina, andranno in ritiro per preparare il match di Verona contro l'Hellas. La località dovrebbe essere Coccaglio in provincia di Brescia, dove la squadra verrà raggiunta anche da Cristante.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


LE STATISTICHE
Verona-Palermo? Decide sempre Toni!
10.01.2016 09.27 di Redazione Footstats Twitter: @FootStatsCalcio
Sono solamente tre le sconfitte del Verona in casa con il Palermo e questa potrebbe essere un'indicazione che dà fiducia ad una squadra come quella gialloblu che è alla ricerca disperata di punti salvezza.
L'ultima vittoria rosanero contro gli scaligeri è del 23 aprile 2004. Allora finì 2-1 per il Palermo. Mentre l'ultimo successo veronese è della scorsa stagione (sempre 2-1). Ma sapete cosa c'è accomuna queste due partite? Il fattore Toni. Il centravanti è andato a segno in entrambe le gare, solo che nel 2004 vestiva la maglia del Palermo e fece una doppietta, mentre l'anno scorso era col Verona e diede il via alla rimonta gialloblu realizzando il rigore dell'1-1.

TUTTI I PRECEDENTI A VERONA
14 vittorie Verona
11 pareggi
3 vittorie Palermo
38 gol Verona
21 gol Palermo
LA PRIMA SFIDA A VERONA
1930/1931 Serie B Verona vs Palermo 4-1
L'ULTIMA SFIDA A VERONA
2014/2015 Serie A Verona vs Palermo 2-1

RASSEGNA STAMPA
Palermo, Gazzetta: "Ballardini litiga con Sorrentino"
10.01.2016 08.28 di Antonio Gaito Twitter: @antonio_gaito
"Bufera al Palermo", titola l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport nelle pagine interne, raccontando della situazione di Davide Ballardini, che a Verona si gioca la panchina che sembrava già compromessa con l'esonero poi successivamente rientrato. Il tecnico opererà scelte radicali - si legge - e tra queste potrebbe esserci l'esclusione di Sorrentino con cui ha avuto un duro diverbio, dopo un primo confronto sulla panchina di oggi. Zamparini ha provato a mediare tra allenatore e giocatore, ma se ne saprà di più solo alla lettura delle formazioni.

ALTRE NOTIZIE
Palermo, 25 convocati per Verona. C'è anche il nuovo arrivo Cristante
09.01.2016 19.23 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Sono venticinque i calciatori convocati da Dario Ballardini, allenatore del Palermo, per la trasferta di Verona contro l'Hellas. C'è anche il nuovo arrivo Bryan Cristante.

Portieri: Alastra, Colombi, Sorrentino.
Difensori: Andelkovic, Goldaniga, Gonzalez, Lazaar, Morganella, Pirrello, Pezzella, Rispoli, Struna.
Centrocampisti: Bolzoni, Brugman, Chochev, Cristante, Hiljemark, Jajalo, Quaison.
Attaccanti: Arteaga, Djurdjevic, Gilardino, La Gumina, Trajkovski, Vazquez.

SERIE A
Palermo, tutto fatto per Balogh: si aggrega alla rosa nelle prossime ore
09.01.2016 18.37 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Norbert Balogh si aggregherà nelle prossime ore al Palermo. Colpo fatto e definito, l'ungherese classe 1996 del Debrecen sarà con la squadra di Ballardini e sarà un giocatore rosanero a titolo definitivo. Domani guarderà la partita contro l'Hellas Verona al Bentegodi. Lo riporta Sky Sport 24.

SERIE A
Palermo, arrivato il transfer per Cristante. A disposizione contro il Verona
09.01.2016 18.00 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Bryan Cristante a disposizione di Dario Ballardini, sin da subito: secondo quanto riferito da gianlucadimarzio.com, è arrivato infatti il transfer per l'approdo del centrocampista dal Benfica al Palermo. Il ragazzo sarà quindi impiegabile già nella prossima di campionato, domani al Bentegodi contro il Verona.

PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Verona-Palermo - Torna Toni, Gila titolare
Diretta testuale su TMW a partire dalle ore 15 di domenica.

09.01.2016 06.45 di Marco Gulla
Chi sta peggio tra Verona e Palermo? Lo dirà il campo domani pomeriggio. Scontro diretto per la salvezza, una delle ultime chiamate probabilmente per gli scaligeri che non possono davvero più sbagliare. Contro i rosanero servono necessariamente tre punti per tornare in corsa per la salvezza. Sull'altra sponda ci sarà una squadra che sta male fisicamente e moralmente. Dopo il virtuale esonero di Ballardini e poi il conseguente dietrofront di Zamparini, il tecnico ravennate chiede ai suoi una prestazione orgogliosa ma soprattutto vincente.

COME ARRIVA IL VERONA - Ultimo posto in classifica e un dato che è a dir poco clamoroso: ancora nessuna vittoria in questo campionato. Un girone d'andata maledetto per questo Verona che però per la gara contro il Palermo ritrova Toni, assente per infortunio nel match contro la Juventus. L'ex rosanero giocherà in avanti assieme a Pazzini, entrambi cercano gol per regalare ai tifosi veronesi la prima gioia. Torna Sala dopo la squalifica. Niente da fare per l'altro ex rosanero, Eros Pisano.

COME ARRIVA IL PALERMO - Dopo la sconfitta interna con la Fiorentina, Zamparini ha praticamente appesantito la situazione esonerando e poi richiamando Ballardini. Una scelta quasi irreale, eppure è successo. Il Palermo cerca punti salvezza, ma contro l'Hellas dovrà cambiare atteggiamento e giocare con maggiore determinazione. In avanti torna Gilardino che farà coppia sicuramente con Trajkovski, dietro ci sarà Vazquez. In difesa torna Gonzalez, mentre Morganella insidia Struna per una maglia da titolare. Solo panchina per l'ultimo arrivato, Bryan Cristante.

Le probabili formazioni
VERONA (4-2-3-1) - Gollini; Sala, Bianchetti, Moras, Souprayen; Wszolek, Viviani; Hallfredsson, Emanuelson, Pazzini; Toni. All. Delneri.

PALERMO (4-3-1-2) - Sorrentino; Morganella, Goldaniga, Gonzalez, Lazaar; Hiljemark, Jajalo, Chochev; Vazquez; Trajkovski, Gilardino. All. Ballardini.

SERIE A
Verso la 19esima - Verona e Palermo, quando l'esonero cambia poco
08.01.2016 15.00 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Cambi in panchina, panacea di tutti i mali. O forse no: ne sanno qualcosa Verona e Palermo, prossime avversarie, domenica ore 15 al Bentegodi. I rosanero, per dire la verità agli esoneri ci hanno abituato: quest'anno, per restare in tema, Maurizio Zamparini ha salutato Giuseppe Iachini per puntare su Davide Ballardini. Musica cambiata non poi troppo, se all'Epifania si è rischiato il nuovo ribaltone: sms a Ballardini, Iachini pronto a tornare. Anzi no, perché nel frattempo il primo ha festeggiato il proprio compleanno, il secondo ha avuto qualcosina da ridire sul mercato e il patron è tornato sui suoi passi, confermando la fiducia a Ballardini. Fra doverose virgolette.

Dall'altra parte della barricata, Maurizio Setti non aveva mai cambiato allenatore dal suo avvento alla guida dell'Hellas: fino all'esonero di Andrea Mandorlini, quasi doveroso dopo i 6 punti ottenuti in 14 partite, nonostante la grandissima stima (anzi il vero amore) per il tecnico. Anche qui, dal valzer non si è passati certo al merengue: 4 punti in altrettante giornate con la guida di Luigi Delneri, piccoli passi in avanti se ne sono fatti, ma gli scaligeri attendono sempre la prima vittoria in stagione. A dimostrazione, forse, che non sempre cambiare nocchiero porta a correggere la rotta.

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona titola: "L'Hellas sorride. Col Palermo torna Toni"
08.01.2016 08.43 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Verona di questa mattina apre titolando: "L'Hellas si consola. Contro il Palermo ci sarà bomber Toni". Delneri dopo la sconfitta contro la Juve è pronto a riabbracciare il proprio bomber. Possibile anche il recupero di Viviani.

RASSEGNA STAMPA
Palermo, Il Giornale di Sicilia rilancia: "Ancora caos"
08.01.2016 08.28 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
"Ballardini rischia tutto, a Verona l'ultima chance". Con questo sottotitolo Il Giornale di Sicilia fotografa la situazione nel Palermo, con il tecnico rosanero che continua a rischiare dopo l'esonero - poi ritirato - di mercoledì. In caso non dovesse arrivare una vittoria contro l'Hellas il destino dell'allenatore sarebbe segnato. "Ancora caos", il titolo, eloquente, per spiegare come le decisioni di Zamparini siano state decisamente poco digerite dall'ambiente.

RASSEGNA STAMPA
Palermo, Giornale di Sicilia in prima pagina: "Il valzer di Zamparini"
07.01.2016 07.53 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
"Il valzer di Zamparini: no di Iachini, resta Ballardini". E' il titolo col quale il Giornale di Sicilia oggi in edicola già in prima pagina dà spazio alle ultime vicende di casa Palermo. "La sconfitta contro i viola aggrava la situazione. In serata telefonata fra Zamparini e l'ex tecnico. Da oggi squadra in ritiro a Brescia in vista del Verona", si legge nel sottotitolo.

SERIE A
Licenziato, anzi no. Buon compleanno Ballardini: una giornata surreale
07.01.2016 00.49 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Fai il compleanno, ricevi i classici sms di auguri per la ricorrenza, hai una partita da giocare e il tuo telefono continua a ricevere messaggi. Auguri, buon compleanno e così via. Poi, lo stesso giorno, anche un altro sms, che non vorresti mai ricevere: sei stato licenziato. Per tre-quattro ore Davide Ballardini è stato esonerato dalla panchina del Palermo dopo la sconfitta contro la Fiorentina (squadra da posizioni di vertice). Al suo posto sarebbe dovuto ritornare Giuseppe Iachini, nome caldeggiato da qualche veterano della squadra a lui particolarmente legato. E invece no, Iachini ci ripensa. E quindi Zamparini richiama Ballardini, magari questa volta con una telefonata e non con il più freddo degli sms. "Davide, scusa mi sono sbagliato. Non ti volevo esonerare, rimani e sei il mio allenatore". Ballardini è rimasto in silenzio, nessuna parola fuori posto. Ha incassato, magari pronto a rispondere ai colpi - sul campo, sia chiaro - domenica al Bentegodi contro l'Hellas Verona. Lavoratore silenzioso, sempre con la testa al lavoro, alla partita da preparare. Lui e il suo staff. Tutti insieme.

Poi però ti accorgi anche di avere una squadra che ha dei limiti importanti e che se guidi una Peugeot 106 difficilmente puoi superare una Ferrari (la Fiorentina). Il Palermo ha bisogno di rinforzi, pur avendo un direttore sportivo praticamente inesistente e un altro che fa il mercato mentre è impegnato con il Cesena (Rino Foschi). Che confusione. E così a fare il calciomercato del Palermo ci pensano i procuratori amici. Nessuna figura di spessore tra squadra e società, solo Zamparini e l'allenatore di turno che a sua volta deve fare i conti con qualche capriccio del presidente (chiedere a Gasperini, che prima di una partita trovò un foglio con la formazione da mandare in campo: magari ancora lo conserva). La mancanza di un direttore sportivo che ricopra giornalmente il ruolo senza andare in giro tutti i giorni e presentarsi - a volte - direttamente alle partite, in Sicilia si sente. Ma Perinetti è a Venezia, Baccin è tornato al settore giovanile e Sabatini è a Roma. E al Palermo non resta che fare mercato tra i consigli di un procuratore, i profili visionati da un ds che in realtà fa l'osservatore e a giugno andrà via e le intuizioni particolari del presidente. Immaginate quanto sia facile per un allenatore lavorare così.

Se poi ci si mette pure la comunicazione dell'esonero con conseguente dietrofront, tutto questo a pochi giorni da una partita importante in chiave salvezza, allora le cose si complicano ulteriormente. Ballardini resiste, gran parte della squadra - che lo segue - sarà contenta. Qualcun altro - un po' più anziano - magari no. Ma al Bentegodi il tecnico romagnolo sarà ancora lì a guidare il Palermo. E se poi dovesse scattare l'esonero beh, non sarebbe un fallimento. Da Palermo di allenatori ne sono passati tanti. A Ballardini non resta che lavorare, come è solito fare. Testa bassa e massimo impegno, alla ricerca di punti salvezza per il Palermo. E oggi, comunque, classifica alla mano, i rosanero non sarebbero retrocessi. Parla la classifica. Ma se il Genoa - in lotta per lo stesso obiettivo - si rinforza con profili come Rigoni e Suso e pensa a Giuseppe Rossi (o El Shaarawy) e il Palermo risponde con Arteaga e Cristante, diventa tutto più complicato. Ah, anche se in ritardo, buon compleanno a Ballardini. Arriveranno giorni migliori.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


09.01.2016
Delneri: «L'Hellas pronto a giocare una partita tosta»
Delneri: secondo il mister il Verona è pronto e determinato a vincere

Il momento di Toni e Pazzini. Tutti e due in campo dall'inizio, nella partita col Palermo «non da dentro o fuori ma certamente vitale per la prosecuzione del nostro campionato», come ha sottolineato oggi Delneri, prima della rifinitura a porte aperte di Peschiera. Punto di domanda su Emanuelson, «giocatore importante ma che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, un conto è l'allenamento ed uno è la partita». Delneri ritrova Viviani a centrocampo e Sala in difesa a destra. «Non dobbiamo pensare che Toni e Pazzini debbano essere riforniti solo di cross – ha proseguito Delneri – ma anche col gioco a terra e con varie combinazioni che abbiamo preparato. La difesa? Per me con la Juve si è comportata bene, magari si poteva fare meglio sul secondo gol ma guardiamo avanti. Di sicuro la squadra è pronta a giocare una partita tosta, maschia, di grande attenzione. Lo stadio dovrà essere una bolgia positiva. Proveremo a vincere in tutti i modi».
Alessandro De Pietro

08.01.2016
I tosiani: Tifosi, troppi controlli»
Ma ormai è prassi

Tifosi dell'Hellas a Torino (Dienne)

«È inaudito quanto accaduto mercoledì scorso allo Juventus Stadium, dove gli steward (ci sono parecchie foto e video che documentano l’accaduto) hanno costretto moltissimi tifosi del Verona a togliersi addirittura le scarpe durante i controlli di sicurezza». Lo dichiara il deputato di Fare! Matteo Bragantini.
I sostenitori dell’Hellas, «e purtroppo non è una novità, sono stati trattati come individui pericolosi per la sicurezza dell’intero impianto - attacca il parlamentare - mentre in altri stadi d’Italia, puntualmente, ogni settimana entra di tutto, bombe carta comprese». «Per questo, in accordo col sindaco di Verona e segretario di Fare! Flavio Tosi - annuncia - ho deciso di presentare un’interrogazione parlamentare per chiedere al ministro dell’Interno Alfano se sia al corrente dell’accaduto ed eventualmente quali provvedimenti intende adottare».
In realtà non si tratta di operazioni... inaudite. Bragantini forse ignora che la perquisizione delle scarpe è uno dei controlli ormai di prassi in vari stadi italiani. In partite nazionali e internazionali. Prima di Lazio-Bayer Leverkusen, preliminare di Champions League, gli steward hanno controllato i tifosi facendo loro togliere scarpe e cinture, come succede sempre negli aeroporti. Un procedimento già attuato prima di una partita di alto livello come Roma-Siviglia. Anche al San Paolo di Napoli - lo scorso novembre, poche ore prima di un Napoli-Inter ad alta tensione - gli steward controllavano a campione le scarpe dei tifosi ma anche dei giornalisti.
E a San Siro controlli così accurati ci sono ormai da diversi anni. Prima di un Milan-Livorno del 2007 - solo per fare un esempio - davanti ai tornelli le file erano infinite: gli appassionati che volevano entrare dovevano levarsi anche le scarpe. D'altra parte, come mostra un video diffuso lo scorso anno dalla polizia di Roma, ci sono tifosi che nascondevano petardi nelle scarpe o addirittura all’interno di un panino.
Giulio Brusati

07.01.2016
Furia Zamparini
Esonera Ballardini ma poi ci ripensa


Passano gli anni ma Maurizio Zamparini non invecchia, anzi trova sempre qualcosa di nuovo per stupire. Questa volta ha tirato fuori dal cilindro magico non il «solito» esonero, ma un ribaltone ed un dietrofront in poco più di un’ora.
Dunque, ecco cosa è successo: il Palermo perde in casa contro la Fiorentina e il presidente del club rosanero rimuove dalla panchina il suo allenatore Davide Ballardini e richiama Beppe Iachini, esonerato qualche settimana fa.
Ma un confronto telefonico con lo stesso Iachini sembra aver fatto saltare tutto. Dietrofront immediato e tutto resta come prima.
Ballardini, dunque, si ritrova a distanza di neanche un’ora ancora sulla panchina del Palermo.

FONTE: LArena.it


Hellas Verona-Palermo, 21 convocati
Postata il 09/01/2016 alle ore 17:00

Verona - Dopo la rifinitura pomeridiana, mister Delneri ha convocato 21 calciatori per la sfida contro il Palermo, 19a giornata del campionato Serie A TIM 2015/16 in programma domenica 10 gennaio (ore 15) allo stadio 'Bentegodi'.

Non saranno disponibili gli infortunati Albertazzi, Pisano, Romulo e Siligardi. Assente lo squalificato Greco.

HELLAS VERONA-PALERMO
CONVOCATI

Portieri
37. Coppola
95. Gollini
1. Rafael

Difensori
22. Bianchetti
5. Helander
18. Moras
69. Souprayen
41. Winck

Centrocampisti
97. Checchin
28. Emanuelson
10. Hallfredsson
23. Ionita
26. Sala
24. Viviani
13. Wszolek
20. Zaccagni

Attaccanti
93. Fares
21. Gomez Taleb
7. Jankovic
11. Pazzini
9. Toni

Toni c'è, pronto per il Palermo!
Postata il 09/01/2016 alle ore 16:45

Peschiera - Dopo aver lavorato a parte e a fondo ieri, oggi Luca Toni è tornato con il gruppo. E dunque sarà regolarmente al suo posto, con la fascia al braccio domani al ‘Bentegodi’. Siamo alle porte della gara con i rosanero e mister Delneri ha voluto nuovamente le porte aperte a Peschiera per sentire da vicino il calore dei sostenitori gialloblù. A rompere le uova nel paniere però la pioggia, che non ha lasciato scampo. La squadra si è intrattenuta sul terreno di gioco per poco più di un’ora. Riscaldamento a secco per rompere il ghiaccio poi tattica a go-go. Provati e ri provati i movimenti del reparto arretrato. Lavoro al coperto per Albertazzi, Pisano, Romulo e Siligardi.

Delneri: «Palermo? Partita importantissima»
Postata il 09/01/2016 alle ore 15:00

Peschiera - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù, Luigi Delneri, rilasciate durante la conferenza alla vigilia di Hellas Verona-Palermo.

PARTITA DI IMPORTANZA VITALE
«La sfida con il Palermo ha un'importanza vitale per il prosieguo di questo campionato, soprattutto dal punto di vista mentale. Si potrebbe aprire una realtà diversa, la squadra come prestazioni sta bene e avere qualche punto in più non sarebbe male. In questo mese ci sono stati grandi impegni, abbiamo giocato sei partite e il lavoro è stato importante. Fisicamente stiamo bene e siamo motivati, dobbiamo migliorare certe situazioni di campo, avere più attenzione e la forza mentale per combattere tutta la partita. Quanto pesa la mancanza di una vittoria? Pesa sicuro, una vittoria ci darebbe la sensazione di uscire da questo brutto momento. Mentalmente dobbiamo essere disposti a lottare, perché tre punti porterebbero tranquillità e serenità. Dobbiamo cercare di vincere questa partita a tutti i costi e dare continuità, per proiettarci verso un girone di ritorno diverso».

IL MOMENTO DI TONI E PAZZINI
«Toni e Viviani sono recuperati, ci sarà anche Sala. Toni e Pazzini insieme? Penso sia arrivato il momento. Giampaolo ci dà profondità e dovremo essere bravi a sostenerli e giocare per loro. La squadra è disposta al sacrificio, sono due calciatori importanti che daranno filo da torcere alle difese avversarie, rappresentano due opzioni offensive che elevano il nostro tasso di pericolosità. Emanuelson titolare? Vedremo come si potranno amministrare tutte le energie a nostra disposizione, valuteremo se utilizzarlo subito o a partita in corso. Bianchetti o Helander? Sono due ragazzi interessanti, vedremo domani. Ci servirà una difesa mentalmente solida e giocherà chi starà meglio. Ionita centrale di centrocampo? Ho ancora dei dubbi e voglio tenerli per me. Ionita può giocare in ogni zona del centrocampo. Tanti infortuni muscolari? Abbiamo giocato molte partite, i tempi di recupero non erano ampi e abbiamo aumentato i carichi di lavoro».

NIENTE ULTIMA SPIAGGIA PER IL PALERMO
«La situazione del Palermo? Hanno qualche punto in più di noi, questi momenti possono dare stimoli importanti ai calciatori. Il pareggio non è mai nei miei pronostici, dobbiamo cercare di fare di tutto per vincere la sfida. Noi, ogni domenica, siamo proiettati ai tre punti».

LA DIFESA E IL MERCATO
«La difesa? Sta facendo i progressi che chiedevo. A Torino, contro la Juventus, si è comportata bene. I bianconeri hanno segnato con due palle inattive e hanno grandi calciatori. Risultato con il Palermo importante in ottica mercato? Abbiamo le qualità per poter vincere la partita, poi altri risultati possono determinare il mercato. Qualcosa arriverà, manca la quantità. Noi dobbiamo affrontare una partita tosta, maschia, di grande dedizione. Domani una bolgia positiva ci dovrà dare fiducia per un grande ritorno. In questo momento dobbiamo far rendere al meglio i calciatori che abbiamo».

Intensa seduta sviluppata su due campi
Postata il 08/01/2016 alle ore 17:00

Peschiera - Mentre Luca Toni ha lavorato in palestra, la squadra è stata divisa in due gruppi da mister Delneri e a sua volta “spalmata” su altrettanti terreni di gioco. Da una parte D’Angelo con i difensori e Zanchetta con le punte, sul campo 1 invece mister Delneri con un nutrito drappello di uomini, a definire aspetti tattici fondamentali in previsione della sfida con il Palermo. Continui gli interventi del tecnico di Aquileia, carico come non mai, consapevole dell’importanza ricoperta dalla gara di domenica. La rifinitura di domani è prevista nel pomeriggio, alle 14.30, a porte aperte.

Comunicato medico: Luca Siligardi
Postata il 08/01/2016 alle ore 15:00

Verona - L'Hellas Verona FC comunica che gli accertamenti diagnostici a cui è stato sottoposto il calciatore Luca Siligardi hanno evidenziato uno stiramento all'adduttore lungo della gamba sinistra. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

Ripresa a Peschiera: Viviani in gruppo
Postata il 07/01/2016 alle ore 14:55

Peschiera - La squadra si è ritrovata allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera per preparare l'importantissima sfida con il Palermo. I gialloblù sono stati divisi in due gruppi da mister Delneri e dal suo staff: chi è sceso in campo contro la Juventus ha svolto lavoro di scarico in palestra e in campo, mentre gli altri hanno effettuato un riscaldamento con la palla, partite a campo ridotto e lavoro atletico. Viviani si è allenato regolarmente con chi non ha giocato contro la Juventus, mentre hanno effettuato un lavoro differenziato Albertazzi, Pisano, Romulo e Toni. La preparazione continuerà domani con una seduta pomeridiana a porte chiuse (ore 14.30).

Comunicato medico - Luca Toni
Postata il 07/01/2016 alle ore 12:00

Verona - L'Hellas Verona FC comunica che gli accertamenti medici a cui è stato sottoposto Toni hanno dato esito negativo. Pertanto non sono state evidenziate lesioni muscolari.

Comunicato medico: Eros Pisano
Postata il 07/01/2016 alle ore 10:01

Verona - L'Hellas Verona FC informa che gli accertamenti diagnostici a cui si è sottoposto stamani il calciatore Eros Pisano hanno evidenziato una lesione di primo grado al bicipite femorale della gamba destra. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

Tanti auguri Michelangelo!
Postata il 07/01/2016 alle ore 10:00

Tanti auguri Michelangelo!
La Società, lo staff tecnico e tutti i compagni di squadra
augurano buon compleanno a Michelangelo Albertazzi.
Il difensore compie oggi 25 anni.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: TMW dedica un articolo ad Adrian MUTU, un talento sprecato finito 37enne a giocare in India! Il centrocampista 23enne Mattia SPEZZANI, che ha giocato con la Primavera scaligera prima dei prestiti al MANTOVA, alla PROVERCELLI e al MELFI, rescinde e si accasa all'ISCHIA. Mister SALVIONI, poco rimpianto tecnico pastorelliano dell'HELLAS in Serie B del 2003, è il nuovo allenatore del MONZA.

PRESIDENZA FIFA, Michel si ritira ma ricorrerà contro gli 8 anni di squalifica...

BASKET NBA: NUGGETS corsari a casa dei TIMBERWOLVES con le difese (e gli errori) a farla da protagoniste, niente da fare per i NETS a Toronto nonostante la prova positiva...

Michael Platini si ritira dalla corsa alla presidenza della Fifa

Michael Platini si ritira dalla corsa alla presidenza della Fifa, le cui elezioni sono in programma il 26 febbraio. Lo ha annunciato lo stesso presidente dell'Uefa, squalificato per otto anni per lo scandalo che ha investito la Federcalcio internazionale.
Platini ha dichiarato all'Associated Press di essere determinato a ricorrere per far annullare la squalifica a otto anni inflittagli dal Comitato etico della Fifa per la questione dei due milioni di franchi svizzeri ricevuti nel 2011 dal presidente della federazione internazionale, Sepp Blatter - anche lui squalificato - ma la data delle elezioni, ha spiegato, è troppo vicina e rende la sua candidatura impraticabile.

Gallinari trascina Denver, battuti i T-Wolves.
Bargnani non gioca, Brooklyn ko con Toronto


Danilo Gallinari trascina i Denver Nuggets (13-23) alla vittoria sul campo dei Minnesota Timberwolves (12-24) per 78-74 al termine da una partita contrassegnata da un predominio delle difese sugli attacchi e da tanti errori.

Per l'azzurro 20 punti, 7 rimbalzi e 4 assist fondamentali per permettere alla franchigia del Colorado di tornare alla vittoria dopo 6 ko di fila. Oltre al 'Gallo' bene anche Jusuf Nurkic autore di una doppia doppia da 15 punti e 10 rimbalzi. Per i T'Wolves non basta un Karl Anthony Towns da 14 punti e 14 rimbalzi.

Ancora poco spazio per Andrea Bargnani che resta in campo solo 6 minuti nella sconfitta dei suoi Brooklyn Nets (10-25) per 91-74 contro i Toronto Raptors (22-15). Per la squadra newyorchese non serve la solita prova positiva di Brook Lopez a referto con 24 punti e 13 rimbalzi. Tra i canadesi ottimi Jonas Valanciunas (22 punti e 11 rimbalzi) e Kyle Lowry (17 punti, 8 rimbalzi, 6 assist e 5 recuperi).

Continuano a volare i San Antonio Spurs (31-6) ancora imbattuti tra le mura amiche dell'At&T Center dove sono caduti anche gli Utah Jazz (15-19) superati con un netto 123-98. Tra i nero-argento ben 8 uomini raggiungono la doppia cifra con l'eterno Tim Duncan top scorer a quota 18.

FONTE: Leggo.it


SERIE A
Nato oggi - Mutu, fenomeno viola con una carriera non sfruttata al massimo
08.01.2016 05.00 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88
Un talento cristallino, capace di decidere le partite da solo, con una carriera che, a causa delle bravate fuori dal campo, non è stata come avrebbe potuto essere. Adrian Mutu ha trascorso la maggior parte della sua vita calcistica in Italia, partendo dall'Inter, nel 2000, e passando dopo appena sei mesi al Verona. Con i gialloblu ha messo a segno 17 reti in 63 partite e si è fatto conoscere dalle grandi, con il Parma che nell'estate del 2002 lo acquistò. In Emilia la sua stagione migliore, dal punto di vista realizzativo, con 18 gol in 31 presenza in Serie A, cifre che attirarono l'attenzione del Chelsea di Roman Abramovich. A Londra, durante la sua seconda stagione, fu però squalificato perché trovato positivo alla cocaina e questo fu il fatto che ne ha frenato la carriera. Al termine del periodo di stop fu la Juventus a tesserarlo, prima della sentenza di Calciopoli che lo spinse alla Fiorentina, dove diventò presto l'idolo della curva Fiesole. In viola mise a segno 69 reti in 143 gare totali. Prima di trasferirsi al Cesena e lasciare la Serie A la stagione successiva. Oggi Mutu compie 37 anni e nell'ultimo anno ha vestito la maglia del Pune, club indiano affiliato alla Fiorentina.

EUROPA
UFFICIALE: Monza, è Salvioni il nuovo tecnico
Il club biancorosso ieri aveva esonerato Del Piano

07.01.2016 10.42 di Andrea Zalamena
S.S.D. Monza 1912 ha comunicato che il nuovo allenatore della squadra biancorossa è Walter Salvioni. Classe '53, il neo mister ha iniziato la sua carriera di allenatore al Seregno, per poi sedersi sulle panchine di Crema, Vastese, Parma (Primavera), Nizza, Cosenza, Verona, Lumezzane, Caravaggese, Ancona, Triestina, Albinoleffe e Lugano. L' incarico di vice allenatore è stato affidato a Fabio Cinetti, giocatore del Monza nelle stagioni 1992/93 e 1994/95.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


COMUNICATI INGAGGIATO MATTIA SPEZZANI
By ss-ischiaisolaverde on 6 gennaio 2016
La Società Sportiva Ischia Isolaverde comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive di Mattia Spezzani. Centrocampista, nato a Sassuolo (MO) il 19 Maggio 1992. Cresciuto nel settore giovanile del Modena con il quale debutta all’età di 17 anni in Serie B. Nel Gennaio del 2012 viene girato in prestito alla Reggiana. Nella stagione successiva viene acquistato a titolo definitivo dall’Hellas Verona. La società scaligera lo gira in prestito prima al Mantova poi alla Pro Vercelli. Nella scorsa stagione ha totalizzato 32 presenze con il Melfi.

«Vengo a Ischia con entusiasmo – afferma Spezzani che ha rescisso il contratto che lo legava con l’Hellas Verona –. In questi primi giorni ho ricevuto una ottima impressione da parte del gruppo, ho peraltro il vantaggio di conoscere il tecnico Bitetto e i metodi di lavoro dello staff». Il centrocampista originario di Sassuolo, dopo Modena e Verona, è 12516818_10208048927848181_484133703_oalla terza esperienza con una squadra che ha come colori sociali il giallo e il blu. «Il gruppo è ottimo, ci sono tanti giovani ma anche calciatori esperti che ti danno una mano ad inserirti – prosegue Spezzani –. Secondo me la squadra è di assoluto valore, ci sono tutte le credenziali per risalire in classifica». Sulle caratteristiche tecniche del centrocampista che ha fatto tutta la trafila nel Modena fino a debuttare in prima squadra in Serie B nella stagione 2009/2010 (otto presenze e un gol), c’è poco da discutere: «Il mio ruolo è davanti alla difesa, in questa posizione riesco sicuramente a dare il meglio di me».

FONTE: SSIschiaIsolaVerde.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Maglie HELLAS su eBay

Gadget dell'Hellas Verona su Amazon!



#PerugiaVerona Pecchia

#BariVerona highlights & interviste

Wallpapers gallery