Anteprima CARPI-VERONA: Ai padroni di casa mancherà l'ex MARTINHO ma sopratutto BORRIELLO squalificato per tre gare ma l'HELLAS non sorride di certo per quanto riguarda le assenze con HALLFREDSSON quasi fuori dai giochi e PAZZINI in dubbio; gara fondamentale per entrambe le formazioni all'ultimo posto in classifica

Pubblicato da andrea smarso venerdì 30 ottobre 2015 21:08, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


#CarpiVerona +   -   =

CARPI e HELLAS a 5, BOLOGNA a 6 poi le altre che concorrono al traguardo salvezza (leggi EMPOLI e FROSINONE) a 10: A Modena Domenica ci si gioca una buona fetta di Serie A con PAZZINI ma probabilmente senza HALLFREDSSON che, con i gialloblù, ne ha viste di cotte e di crude dalla C alla massima serie e che si va ad aggiungere alla lunga lista di infortunati 'non lievi' di questo avvio di stagione maledetto!
Il problema è che nemmeno gli infortunati meno gravi riescono a recuperare appieno perchè costretti in maggioranza a giocare con le infiltrazioni per ignorare il dolore ne consegue una sorta di lenta agonia che gara dopo gara sembra viaggiare spedita verso la retrocessione...

Ma se è vero (e speriamo vivamente che lo sia) che sfortuna e fortuna sono destinate ad annullarsi nell'arco di un campionato, un ritorno in cui la dea bendata butti definitivamente la fascia che la accieca e ponga il suo benevolo sguardo sulle malandate sorti scaligere è da attendersi senz'altro!
Anche l'altroieri, tra GOLLINI e MÁRQUEZ, una carambola che nemmeno in 1000 tentativi, a cercare di ripeterla uguale, potrebbe uscire così maligna da risultare perfetta nella sua crudeltà: KALINIC sponda sul petto del Gollo in disperata uscita e palla che rimbalza sul tacco del Gran Capitàn acquisendo quel tanto di forza che serve a correre verso la porta e varcare la linea prima dell'arrivo di MORAS... Senza parole!
Alcune respondabilità sono senz'altro di una difesa lenta di gamba e di pensiero, questo è fuor di dubbio, ma quella palla non poteva rimbalzare in qualsiasi altro modo? Persino se l'attaccante croato avesse insaccato immediatamente il senso di frustrazione sarebbe stato minore; così invece, sembra davvero che il VERONA giochi anche contro la malasorte!

Ma ormai è andata e bene ha fatto il presidente SETTI a sostenere direttamente il tecnico gialloblù (era pure ora dopo settimane di inevitabili chiacchiere, più o meno avvedute, sul futuro scaligero di MANDORLINI) nonostante in certe frasi abbia sollevato più dubbi di quanti ne abbia risolti:

  1. Il tecnico non si tocca (almeno fino a Dicembre) perchè in questo momento più che mai, conoscendo piazza e ambiente, è il meglio che l'HELLAS possa avere...
  2. Il VERONA si salverà perchè quando rientreranno gli infortunati ha una rosa nettamente superiore alle altre che annaspano in bassa classifica
  3. Il gruppo è unito e compatto, niente potrà andar storto perchè alla fine il lavoro paga e i gialloblù in allenamento stanno dando il massimo

Tutte opinioni libere e senz'altro lecite da parte del patròn di Via Belgio ma discutibili data l'opinabilità della materia che da ragione a tutti e a nessuno; nel frattempo... Una città una maglia: Tutti uniti contro il CARPI (e che dio ce la mandi buona!)

Quote che vedono favoriti i padroni di casa a 2,25 contro i 3,20 a cui è quotata la vittoria scaligera; pareggio a 3,25.
Nessun precedente tra le due squadre in Serie A.
Più di 1000 i tifosi scaligeri attesi al Braglia di Modena!

Il punto sugli infortunati

QUI CARPI
BORRIELLO squalificato, l'ex MARTINHO fuori per infortunio come FEDELE al quale sono stati diagnosticati 4 mesi per il recupero, tridente d'attacco con LASAGNA al centro e MATOS e DI GAUDIO che agiranno da esterni, a centrocampo possibilità per LAZZARI? In difesa è al momento ballottaggio tra SPOLLI-GAGLIOLO al centro e ZACCARDO-LETIZIA sulla destra mentre in porta BELEC è in netto vantaggio su BRKIC.

Convocati
Fuori anche MBAKOGU! CARPI con gli attaccanti contati...

Portieri: 1 Brkic, 22 Benussi, 27 Belem
Difensori: 2 Wallace, 3 Letizia, 5 Zaccardo, 6 Gagliolo, 18 Bubnjic, 21 Romagnoli, 33 Spolli, 34 Gabriel Silva
Centrocampisti: 4 Cofie, 8 Bianco, 10 Lazzari, 11 Di Gaudio, 14 Gino, 19 Pasciuti, 20 Lollo, 39 Marrone
Attaccanti: 7 Matos, 9 Wilczek, 15 Lasagna

Probabile formazione
4-3-3 con Belec; Letizia-Gagliolo-Romagnoli-Gabriel Silva; Cofie-Marrone-Bianco; Borriello-Matos-Di Gaudio


QUI VERONA
Ballottaggio in porta tra GOLLINI e RAFAEL col primo probabilmente in leggero vantaggio, in mediana ritorno al centro per GRECO con IONITA che farà eventualmente le veci di HALLFREDSSON a sinistra... Dubbi per PAZZINI al centro dell'attacco ma stringendo ancora una volta i denti dovrebbe esserci...

Convocati
Buone notizie dall'ultima seduta: HALLFREDSSON e PAZZINI sono ritornati a lavorare col gruppo e sono stati regolarmente convocati...

Portieri: 37. Coppola, 95. Gollini, 1. Rafael
Difensori: 5. Helander, 4. Marquez, 18. Moras, 3. Pisano, 69. Souprayen, 41. Winck, 40. Badan
Centrocampisti: 19. Greco, 10. Hallfredsson, 23. Ionita, 27. Matuzalem, 26. Sala, 13. Wszolek, 20. Zaccagni, 97. Checchin
Attaccanti: 7. Jankovic, 21. Gomez, 11. Pazzini, 16. Siligardi

Probabile formazione
4-3-3 Gollini; Pisano-Moras-Márquez-Souprayen; Sala-Greco-Hallfredsson; Jankovic-Pazzini-Gomez

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Mister SANNINO «Dobbiamo andare in campo sapendo che in palio ci sono punti molto importanti. Il Verona sarà incattivito dagli ultimi risultati ma troverà un Carpi deciso e determinato a giocarsela nonostante le mille difficoltà. La preparazione? Non ho mai detto che ci sono problemi in tal senso. L'unico problema è l'aggressività, ma lascia il tempo che trova. La difesa? Non possiamo parlare di sfortuna, perché la fortuna uno se la crea. Se prendiamo gol nei minuti finali vuol dire che abbiamo un problema non sfortuna. Questo succedeva anche prima che arrivassi io e quindi dobbiamo lavorarci perché sia chiaro, il calcio è un lavoro» TuttoMercatoWeb.com

Mister MANDORLINI «La sfida con il Carpi? Guardiamo i nostri problemi. È una sfida importante e delicata, ma non decisiva. In questo momento bisogna muovere una classifica che non va, non so quello che sarà ma nella nostra testa c'è la vittoria, giocare per vincere è sempre stato il nostro obiettivo. Andiamo per fare il massimo, con le nostre qualità. Gollini in porta? Vedremo domani, è un ragazzo di grandi prospettive, un bene importante per la società. Il modulo? Abbiamo provato tante cose, ma conterà l'atteggiamento. Ogni partita ha la sua storia e noi l'abbiamo preparata in maniera giusta. Il calendario? Ci giochiamo tanti scontri diretti in poco tempo, ma conta poco fare discorsi a medio-lungo periodo. Ci sono ancora tanti punti a disposizione e sarà importante farli. Contro la Fiorentina abbiamo fatto una partita di impegno e sacrificio, i conti li faremo alla fine. Perdere non è mai bello, ma ora c'è una partita da giocare» HellasVerona.it

Ciccio MASCETTI, diesse del tricolore, sul momento no dell'HELLAS «E' un anno difficile per il Verona. Riconfermarsi a certi livelli è sempre difficile e ne abbiamo un chiaro esempio sotto gli occhi. Non è stata baciata dalla fortuna perché martoriata da defezioni importanti. A questa squadra quando viene a mancare un terminale offensivo come Toni, viene a mancare il 50% della propria potenzialità. Se a questo aggiungiamo che il normale erede (Pazzini) è indisponibile, la frittata è fatta. Ho assistito al match contro la Fiorentina ed è evidente che concedere Halfredsson, Romulo, Viviani, Pazzini e Toni ad una squadra che è comunque costruita per ben altri obiettivi è un autentico suicidio. Guidolin in caso di esonero di Mandorlini? L'attuale tecnico gialloblù ha fatto grandi cose. Pensare sia in bilico, mi fa sorridere, perché nel calcio è così: si è fenomeni a Maggio, ma si è da cambiare ad Ottobre. Da semplice spettatore mi piacerebbe vedere più utilizzato un ragazzo come Bianchetti, ma sono ben conscio che il Mister li alleni e valuti tutta la settimana e le sue scelte siano ben ponderate. E' un campionato che si delineerà presto perché il divario tecnico delle ultime 4 squadre è, ad oggi, evidente e molto si giocherà negli scontri diretti, già dalle prossime due domeniche con Carpi e Bologna» TuttoMercatoWeb.com


VIVIANI al lavoro a Cesenatico «Lavoro per tornare il prima possibile, per aiutare la squadra ma per prima poca sto cercando di stare bene. Piano piano continuo a migliorare, spero di essere presto in campo per dare una mano a tutti. Tra quanto torno? Non lo so. Sono rientrato con un po' di fastidio, l'ultima settimana si è riacutizzato il dolore quando ero a Verona. Voglio giocare al 100%, è la cosa più importante, sono il primo ad essere dispiaciuto per la situazione ma quando stai male rischi di non essere utile. E' importante rimettersi in sesto. E' stato fatto un mercato importante in estate, io ho sempre ringraziato presidente, direttore e mister per la fiducia. Dobbiamo solo cercare di lavorare, purtroppo non sono riuscito a dare continuità. Seguo sempre i miei compagni, siamo un grandissimo gruppo, unito, non meritiamo questa situazione, ma uniti come siamo possiamo uscirne, lavorando nel migliore dei modi. Seguiamo il mister, è la cosa più importante, poi i risultati arriveranno. Ho parlato col direttore: andrò a trovare i ragazzi dopo un paio di settimane, a Modena. Disputeremo un'ottima partita, verremo fuori da questo momento» TuttoMercatoWeb.com

Claudio CALIUMI presidente del CARPI «E' il momento di restare tutti uniti e spingere la squadra nella gara col Verona. Perché questa Serie A è un sogno di cui Carpi e i suoi tifosi devono essere orgogliosi. Basta polemiche, bisogna remare tutti dalla stessa parte. Purtroppo ci sta girando anche male, perché con Bologna e Frosinone avremmo meritato almeno due pareggi. Però i ragazzi in campo si stanno impegnando e anche il mister va sostenuto: è arrivato da poco e sta cercando di far sentire la sua mano. Devo dirlo, perché non riesco a tacere: a Frosinone non mi è andato giù vedere lo striscione su Castori appena le squadre sono entrate in campo. Bisogna lasciar lavorare Sannino in serenità, altrimenti non potremo mai giudicare. Stessa cosa vale per Sogliano: si è preso una bella gatta da pelare nell'accettare la chiamata di una squadra che per la prima volta affronta la A. D'altronde Giuntoli è andato via lui, non l'abbiamo mandato via noi. E Sogliano è stata la prima scelta e crediamo in lui» TuttoMercatoWeb.com

...RÔMULO sbugiarda il procuratore che lo vedeva pronto a tornare in campo «a quello che mi ha detto il chirurgo brasiliano, sono più avanti. Sto lavorando ogni giorno, vedo dei progressi e sta andando tutto bene. E' stato un grosso intervento, non è stato facile farlo ma l'importante è aver risolto il problema. Sto riprendendo, sono sicuro che tra poco sarò a Verona. Non so i tempi, tra dieci giorni sarò sul campo a lavorare, penso, magari tra due-settimane a lavorare con la palla, per tornare a lavorare il prima possibile. Ai tifosi dico che tornerò presto, non ci metterò tanto. Dico loro di stare tranquilli, sono tranquillissimo, sicuro, il campionato è lungo e faremo tutti i punti che dobbiamo fare» TuttoMercatoWeb.com

Parla Firmino (l'agente di RÔMULO) ma, come al solito, senza dire niente (anzi stavolta una realtà tutta sua visto che il suo assitito, sentito da Hellas Verona Channel, afferma che solo tra una settimana ricomincerà a toccar palla e per ora lavora a Cesenatico) «Romulo? Sta bene e si sta allenando al meglio, adesso tutto dipenderà da mister Mandorlini. Perché non gioca ancora? Posso dire che lui è a disposizione del Verona e si allena. Ha un contratto e vuole solo il bene della squadra. Se a Gennaio cambierà squadra? E' presto per dirlo, al momento è un discorso prematuro. Tra un mese ci saranno sicuramente indicazioni più precise in questo senso» TuttoMercatoWeb.com



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

NUOVA CONVOCAZIONE NELLA NAZIONALE MAGGIORE PER HELANDER, Il difensore dell'Hellas tornerà a vestire la maglia della Svezia in occasione del primo turno di playoff contro i 'cugini' della Danimarca, in una doppia sfida che vale un posto all'Euro 2016 HellasVerona.it



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Anche al GRANADA, società satellite dell'UDINESE proprietaria del cartellino, Nico LÓPEZ non si ritrova e a Gennaio pensa al ritorno in Italia...

MOTOGP: Continua la polemica dopo il calcio di ROSSI a MARQUEZ ma nessuno parla più di un campionato purtroppo falsato...

NBA 'TRICOLORE', GALLINARI trionfa con i NUGGETS mentre BELINELLI e BARGNANI vanno ko con SPURS e THUNDERS



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Carpi-Verona: probabili formazioni e statistiche
Di Enrico Turcato
LaPresse

Ultimo aggiornamento 7 ore fa - Pubblicato on 31/10/2015 at 11:30

Confronto inedito in Serie A. Mandorlini, dopo la fiducia ottenuta dalla società, vuole far uscire l'Hellas dalla crisi: Pazzini ci prova, ma resta in dubbio

PROBABILI FORMAZIONI
Carpi (4-3-3): Belec; Zaccardo, Spolli, Romagnoli, Gabriel Silva; Bianco, Marrone, Lollo; Matos, Lasagna, Di Gaudio. All.: Sannino
Squalificati: Borriello Indisponibili: Martinho, Iniguez, Fedele

Verona (4-3-3): Gollini; Pisano, Moras, Marquez, Souprayen; Sala, Greco, Ionita; Jankovic, Pazzini, Juanito Gomez. All.: Mandorlini Squalificati: - Indisponibili: Fares, Romulo, Toni, Albertazzi, Viviani, Wszolek, Hallfredsson

STATISTICHE OPTA
Sfida inedita in A tra Carpi e Verona: le due squadre non si sono mai affrontate nemmeno in Serie B. Gli emiliani vengono da tre sconfitte consecutive in campionato – con Fabrizio Castori non erano mai caduti in una striscia negativa così lunga tra Serie A e Serie B. Il Carpi ha subito almeno un gol in quattro delle cinque gare interne di questo campionato. I veneti sono gli unici a non aver mai vinto in questo campionato – con cinque punti in 10 giornate è il loro peggior inizio di stagione in Serie A dal 1989/90 (4 punti). Tuttavia, il Verona è la squadra che ha pareggiato più partite finora in questa Serie A (cinque). Il Verona non vince in trasferta da aprile contro la Fiorentina: da allora cinque pareggi e otto sconfitte. I gialloblu sono al contempo la squadra che ha segnato più gol di testa (cinque, come il Palermo) e quella che ha subito più gol di testa (sei, come l’Empoli). Il Verona ha perso 11 punti da situazione di vantaggio in questo campionato (frutto di quattro pareggi e una sconfitta) – record negativo nei cinque maggior campionati europei. Eros Pisano è l’unico giocatore del Verona ad aver segnato più di un gol finora – sono due le sue reti, nessun difensore è stato più prolifico di lui nella Serie A in corso. Mancherà per squalifica Marco Borriello che ha partecipato attivamente a cinque degli ultimi sei gol del Carpi in campionato con due reti e tre assist.

FONTE: It.EuroSport.com


Carpi-Hellas Verona, le probabili formazioni
Gara valida per l'undicesima giornata del campionato di Serie A, in programma domenica 1 novembre 2015 alle 15:00

Scritto da Ciro Brancone il 31 ottobre 2015 alle 08:00.

QUI CARPI – Sono diversi i dubbi di formazione di Sannino in vista della gara contro gli scaligeri. Partendo dal modulo, al momento gli emiliani dovrebbero schierarsi col 3-5-2 (meno probabile il 4-3-3 con Di Gaudio in campo dall’inizio) e quindi con Zaccardo e Romagnoli in difesa insieme a uno tra Spolli e Gagliolo, con quest’ultimo che dovrebbe accomodarsi ancora in panchina. A centrocampo Bianco è favorito, al momento, su Cofie per partire titolare, mentre in avanti è Lasagna l’indiziato a spalleggiare Matos. Assente Fedele per un problema al ginocchio, insieme a Borriello, squalificato per tre turni.

Carpi (3-5-2): Belec; Zaccardo, Romagnoli, Spolli; Letizia, Bianco, Marrone, Lollo, Gabriel Silva; Lasagna, Matos. Allenatore: Sannino.

QUI HELLAS VERONA – Autentica delusione in questo avvio di campionato, l’Hellas Verona è chiamato al riscatto nella trasferta in terra emiliana. Sono tre, alla vigilia, i dubbi di Mandorlini. Partendo dal portiere, tra i pali dovrebbe essere confermato Gollini, con Rafael in panchina, mentre in difesa ad affiancare Moras dovrebbe esserci l’esperto Márquez, con il giovane Helander ancora una volta escluso dai titolari. In attacco, infine, con Siligardi e Juanito dovrebbe esserci Janković, favorito su Ioniță per giocare dal primo minuto. In dubbio la presenza di Pazzini, che ha lamentato un fastidio alla caviglia.

Hellas Verona (4-3-3): Gollini; Pisano, Moras, Márquez, Souprayen; Sala, Matuzalém, Greco; Janković, Juanito, Siligardi. Allenatore: Mandolini.

Carpi-Hellas Verona: precedenti, statistiche e curiosità
Scritto da Stefano Tomat il 30 ottobre 2015 alle 09:00.

Al Braglia va in scena lo scontro tra le due ultime della classe, Carpi ed Hellas Verona: la sfida si presenta già come decisiva, anche se siamo solo all’undicesima giornata di campionato.

I PRECEDENTI – Carpi-Hellas Verona è una sfida inedita, non solo per la Serie A ma in tutte le competizioni. In questo campionato i gialloblù sono l’unica squadra a non aver ancora vinto nemmeno una partita, mentre il Carpi è la seconda squadra più battuta dopo il Bologna.

LE STATISTICHE – Carpi ed Hellas Verona sono appaiate all’ultimo posto della classifica con 5 punti; le due squadre sono le più perforate della Serie A: il Carpi ha sinora subìto 23 reti, mentre l’Hellas ne ha incassate 17. La squadra veneta è stata meno prolifica sottoporta, avendo segnato 2 reti in meno rispetto a quella emiliana (8-10).

Carpi ed Hellas si sfideranno per migliorare la loro attuale media di mezzo punto a partita: gli scaligeri sono ancora privi di molti effettivi: prevediamo una partita da Under 2,5.

FONTE: MondoPallone.it


SERIE A
Carpi, tutti a rischio: la sfida con il Verona è fondamentale
Non solo Sannino in discussione nel drammatico confronto tra cenerentole al Braglia, ma anche la gestione Sogliano

30 ottobre 2015

CARPI. La partita con il Verona? Fondamentale. Fondamentale non per uno, ma per tanti motivi. Siamo solamente alla vigilia dell’undicesima giornata e la stagione del Carpi è già arrivata ad una svolta decisiva. A compromettere tutto le pesanti sconfitte subite di recente con Bologna e Frosinone, due dirette concorrenti per la salvezza che tra l’altro sono riuscite a battere i biancorossi oltre il 90’. Scontato dire che, visto il momento davvero delicato, urge un cambio deciso di rotta. E così patron Stefano Bonacini, persona a cui perdere piace davvero poco, ha preso più che mai le redini della situazione mettendo in discussione non solo l’allenatore, nella fattispecie Giuseppe Sannino, ma l’intera gestione sportiva che ha caratterizzato la parte iniziale della prima serie A e che al timone vede il direttore sportivo Sean Sogliano. Pur in assenza di conferme ufficiali, pare che già nella giornata di ieri mister Gaudì abbia chiamato tutti a rapporto nei propri uffici carpigiani. Un incontro utile per fare il punto della difficile situazione in vista della sfida, quella col già citato Verona, che suona davvero come un ultimatum per tutto l’ambiente biancorosso. Per spazzare in un colpo tutte queste nubi sembra esserci una sola medicina, una medicina più che mai scontata: la vittoria e i conseguenti tre punti che questa porterebbe in dote. In caso contrario, come dicevamo, i vertici di via Marx potrebbero avviare una sorta di “controrivoluzione” buttandosi alla ricerca di nomi nuovi da far sedere in panchina, sotto contratto c’è sempre Fabrizio Castori, e pure da spedire nelle stanze dei bottoni (il profilo nuovo è quello dell’ex Pro Vercelli e Spezia Giancarlo Romairone, si tratterebbe di un ritorno di fiamma).

Voci insistenti, inoltre, riportano pure di una sorta di “alleanza” con l’ex direttore sportivo biancorosso Cristiano Giuntoli che da Napoli, dove è blindato da un lungo e ricco contratto, potrebbe guardare con un occhio di favore, e magari “aiutare” nel mercato di riparazione, la società con la quale è sbarcato nel massimo campionato del nostro calcio. In tal caso si tornerebbe a sposare la strada tracciata dal Carpi nelle ultime stagione, una strategia che inevitabilmente riporterebbe al centro del progetto lo staff tecnico. Il collaudato trio Costi-Perrone-Nuti che, sino ad ora, è parso infatti in una posizione più defilata rispetto a quanto accaduto nei campionati che hanno portato il Carpi dai Dilettanti sino alla serie A. Discorsi che, almeno per il momento, possono risultare interessanti quanto prematuri.

All’appello, evidentemente, manca la sfida con il Verona che, in un senso o nell’altro, dirà molto sul futuro del club capitanato da Bonacini. Un risultato negativo, contro l’altra “cenerentola” di questa prima parte di stagione, significherebbe perdere ulteriore terreno rispetto alla zona salvezza che al momento dista cinque lunghezze. Un gap, già di per se difficile da rintuzzare, che diventerebbe ancora più ampio andando a rendere inutile, o quasi, un eventuale mercato invernale vissuto da protagonista. Una sfida, tra l’altro, che mister Sannino dovrà affrontare senza un certo Marco Borriello che oggi sarà squalificato dal giudice sportivo (2 turni?) dopo l’espulsione rimediata nel secondo tempo di Frosinone-Carpi. Un’assenza importante che, inoltre, apre un grande punto interrogativo: chi sostituirà il bomber napoletano al centro dell’attacco biancorosso?
Enrico Ballotti

FONTE: GazzettaDiModena.Gelocal.it


Carpi-Verona: Probabili Formazioni, Diretta Tv e Streaming (2015-16)
Di Marco Stile - 30 ottobre 2015

La Serie A 2015-16 arriva alla undicesima giornata e al Braglia si giocherà Carpi-Verona. Ecco probabili formazioni, diretta tv e streaming della gara tra i ragazzi di Sannino e quelli di Mandorlini. L’evento sarà trasmesso in diretta tv dai canali Sky Calcio e Premium Calcio; sarà inoltre possibile seguire lo streaming online sulle piattaforme Sky Go e Premium Play; vi proponiamo inoltre, a scopo informativo, il sito streaming Rojadirecta; naturalmente è bene chiarire fin da subito che si tratta di un servizio che in ogni momento può essere sospeso in quanto si vengono a violare le norme di copyright; il servizio, dunque, viene qui descritto a scopo puramente informativo, e non intendiamo promuoverne l’utilizzo. I biancorossi sono attualmente all’ultimo posto con 5 punti, anche il Verona ha 5 lunghezze ed è ultimo assieme agli emiliani.

Gara dall’importanza capitale, al momento, per il futuro dei due allenatori. Mandorlini è in bilico da diverse settimane: il suo Verona non è riuscito a vincere neppure una partita e, con questo ruolino di marcia, il destino degli scaligeri appare segnato. La trasferta di Modena contro il Carpi, dunque, appare quasi come un’ultima spiaggia: vincere non sarà impossibile, soprattutto considerando la migliore caratura tecnica dei gialloblù, che potrebbero compiere il blitz esterno. Ma dall’altra parte abbiamo una squadra altrettanto affamata come quella di Sannino. Il Carpi è ultimo a pari punti con i veneti, ha vinto solo in casa contro il Torino e potrebbe sfruttare questa grande chance contro un avversario non in forma per piazzare la seconda vittoria.

Ecco le probabili formazioni!
4-3-3 per i padroni di casa con Belec tra i pali; terzini Zaccardo e Gabriel Silva, al centro Spolli e Romagnoli. I tre centrocampisti sono Bianco, Marrone e Lollo; in avanti Matos e Di Gaudio supportano Lasagna.

Identico schieramento per gli scaligeri con Gollini in porta; difesa formata da Pisano, Moras, Marquez e Souprayen. I tre in mediana saranno Sala, Greco e Ionita, davanti Jankovic e Gomez supportano Pazzini.

FONTE: CalcioNow.it


Redazione Goal Italia
31/ott/2015 09.59.00
Sannino è senza Borriello e decide di cambiar modulo: Carpi col 4-3-3, Lasagna punta centrale. Il Verona ritrova Pazzini e Hallfredsson, riecco Rafael.
Non serve nemmeno girarci troppo attorno: è la gara più delicata dell'intero turno. Classifica canta. Carpi e Verona occupano mestamente l'ultimo posto, sono due delle candidate alla discesa in B e considerano già il match del Braglia come uno dei primi crocevia per ribaltare una stagione iniziata male.

In più, il Carpi ha il peso di dover convivere con la squalifica di Marco Borriello, fermato per tre turni dopo l'alterco con Soddimo (Frosinone) durante l'infrasettimanale di mercoledì. Senza il suo centravanti, Sannino darà spazio a Kevin Lasagna, favorito su Wilczek e sostenuto da Matos e dall'avanzato Letizia, che potrebbe scalzare Di Gaudio.

Probabile conferma dunque per il 4-3-3 proposto dal nuovo tecnico contro i ciociari, con Gabriel Silva arretrato a terzino mancino e Zaccardo sull'altro lato. Marrone confermato in mezzo al campo: con lui il rientrante Lollo e uno tra Bianco e Cofie al posto di Fedele, fuori per un problema a un ginocchio.

Il Verona ha il solito, drammatico problema degli infortuni. Toni è ancora out, ma non è il solo. In compenso si rivede Giampaolo Pazzini, out dalla gara contro la sua ex Fiorentina e di rientro al Braglia: l'ex rossonero giocherà come punta centrale del tridente di Mandorlini assieme a Jankovic (in vantaggio su Siligardi) e Gomez.

Il polivalente Sala, impiegato in attacco contro i viola, scala dunque in mezzo al campo assieme a Greco e forse ad Hallfredsson, che torna a disposizione di Mandorlini e potrebbe avere subito una maglia. Difesa confermata nonostante i tanti goal al passivo, con l'eccezione del portiere: tra i pali è nuovamente il momento di Rafael per Gollini.

FONTE: Goal.com


Carpi – Hellas Verona, le probabili formazioni
Sannino dovrà rinunciare a Borriello e Fedele, pronti Lazzari e Lasagna; Mandorlini spera di recuperare Pazzini

Autore: Francesco Maria Romano - 29 ottobre 2015 - 15:31
Probabili formazioni Carpi-Verona (fonte foto: stopandgoal.net)

Ultima spiaggia, o quasi. Domenica, Carpi ed Hellas Verona si sfideranno in un match che potrebbe avere importanti ripercussioni, soprattutto in caso di sconfitta. Entrambe le compagini, infatti, sono ultime in classifica con soli 5 punti all’attivo e con gli scaligeri ancora a secco di vittorie.

CARPI – Mister Sannino dovrà probabilmente fare a meno di Fedele, vittima di una lesione al ginocchio, per cui si attende il responso degli accertamenti diagnostici. Nel caso in cui il tecnico biancorosso dovesse confermare il 4-3-3 visto al Matusa, il tridente, con il solo Matos certo di un posto da titolare, potrebbe essere completare da Lasagna e Di Gaudio, vista l’assenza di Borriello per squalifica. A centrocampo potrebbe rivedersi Lazzari, mentre tra i pali Belec dovrebbe essere favorito su Brkic.

HELLAS VERONA – Ancora alle prese con l’emergenza in attacco, Mandorlini potrebbe confermare il 4-3-3 visto conto la Fiorentina, con Jacopo Sala nel tridente assieme a Juanito Gomez e Jankovic; Pazzini, out contro i viola, potrebbe essere recuperato in extremis. A centrocampo, con Viviani fermo ai box, toccherà ancora a Matuzalem sistemarsi in cabina di regia; in difesa, Moras e Marquez dovrebbero essere i centrali a proteggere il portiere: Gollini favorito su Rafael.

PROBABILI FORMAZIONI CARPI-VERONA:
CARPI (4-3-3): Belec; Letizia, Romagnoli, Spolli, Gabriel Silva; Cofie, Marrone, Lazzari; Lasagna, Matos, Di Gaudio. In panchina:

Squalificati: Borriello
Diffidati: Cofie
Indisponibili: Fedele, Martinho, Iniguez, Pasciuti,

HELLAS VERONA (4-3-3): Gollini; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Ionita, Matuzalem, Greco; Sala, J. Gomez, Jankovic. In panchina: Rafael, Coppola, Helander, Bianchetti, Zaccagni, Wszolek, Siligardi, Pazzini. Allenatore: Mandorlini

Squalificati: nessuno
Diffidati: Sala
Indisponibili: Toni, Halfreddson, Viviani, Romulo, Albertazzi

FONTE: StopAndGoal.net


Carpi-Hellas Verona, in tanti a Modena per sostenere i gialloblù
La curva sud (foto Alberto Fraccaroli)

verona.iamcalcio.it scritto il 29 Ottobre 2015, ore 15:30
Nonostante la sconfitta di ieri con la Fiorentina, nonostante il penultimo posto in classifica a pari punti con il Carpi, l'amore per i colori gialloblù non ha limiti. Sono oltre 400 infatti i tifosi che hanno già acquistato i tagliandi per prendere parte alla trasferta di Modena. Un segnale chiaro e tondo, a dimostrazione che anche nei momenti più difficili tutti si uniscono per remare dalla stessa parte e con lo stesso obiettivo. L'Hellas infatti ora più che mai ha bisogno dei propri sostenitori, e anche ieri sera al Bentegodi, nonostante il risultato il popolo gialloblù è stato vicino alla squadra per tutta la durata della gara.

La prevendita per il 'Settore Ospiti' per la gara Carpi-Hellas Verona in programma domenica alle ore 15.00 allo 'Stadio Braglia' terminerà alle ore 19 di sabato 31 ottobre. Per ulteriori informazioni clicca qui.
Lorenzo Morandini

FONTE: IAmCalcio.it


Verona: ultimatum a Mandorlini
Mandorlini Verona

29 ottobre alle 12:27
Futuro in bilico per Andrea Mandorlini. L'allenatore del Verona deve invertire la rotta a partire dalla sfida contro il Carpi, in caso contrario il suo esonero è molto probabile. Il club gialloblù è ultimo in classifica proprio in compagnia degli uomini di Sannino.

FONTE: CalcioMercato.com


Carpi - Hellas Verona Le probabili formazioni | Sfida in coda alla clasifica
Si gioca domenica 1 novembre allo stadio Braglia di Modena una sfida determinante per il prosieguo del campionato, finora poco esaltente, del Verona. Contro il Carpi che è a pari punti con l'Hellas ultimo in classifica, sarà uno vero e prorio scontro diretto


La Redazione 31 Ottobre 2015
Va in scena domenica 1 novembre la sfida tra le ultime della classe Carpi ed Hellas Verona, entrambe ferme all'ultimo posto in classifica a quota cinque punti dopo 10 giornate. Le due formazioni detengono anche il record di peggiori difese del campionato, con la squadra di Sannino che finora ha subito ben 23 reti, mentre l'Hellas ha al passivo 17 goals incassati. Ma al di là dei numeri, al Braglia di Modena alle ore 15:00 di domenica si giocherà una partita fondamentale per entrambe le compagini. Si tratta di un vero e proprio scontro diretto che potrebbe dare ancora un po' d'ossigeno alla squadra che dovesse riuscire a vincere. Per Mandorlini non sarà forse l'ultima spiaggia della sfortunata, finora, stagione 2015/2016, ma è evidente che se dovessero perdere ancora, in casa Gialloblu inizierebbe a tirare davvero una gran brutta aria. In questa stagione l'Hellas non è ancora riuscito a vincere una partita e la sconfitta contro la Fiorentina è solo l'ultima di una serie di prestazioni deludenti.

I PRECEDENTI - Sfida totalmente inedita tra le due formazioni che non si sono mai scontrate prima in nessuna serie.

QUI CARPI - In settimana l'attenzione in casa Carpi è stata catalizzata dall decisione del Giudice sportivo di squalificare il bomber Borriello per tre giornate di squalifica, dopo l'episodio dell'accenno di testata durante il match col Frosinone. L'attaccante si è difeso dicendo di non aver mai toccato nessuno, mentre la società ha annunciato che presenterà ricorso. Intanto il tecnico Sannino nel corso dell'odierna conferenza stampa è apparso sicuro e determinato: "E' una partita con punti importanti in palio ma noi dobbiamo giocarcela. Non ho mai detto che abbiamo un problema di preparazione, ma di aggressività. Poi abbiamo preso troppi gol nei finali di gara, anche quando non c'ero io, e questo è un problema e su questo dobbiamo lavorare. Il Verona sarà incattivito dagli ultimi risultati, ma troverà un Carpi deciso e determinato a giocarsela nonostante le mille difficoltà. In merito alla difesa non possiamo parlare di sfortuna, perché la fortuna uno se la crea. Se prendiamo gol nei minuti finali vuol dire che abbiamo un problema, non sfortuna".

QUI HELLAS VERONA - Sul fronte degli infortuni arriva qualche buona notizia, con Romulo che dovrebbe tornare a lavorare coi compagni nel giro di una decina di giorni, per tornare poi a disposizione di Mandorlini nel giro di un mesetto. Anche Viviani, fermo per la solita pubalgia, sta migliorando, così come lo stesso Luca Toni sembrerebbe poter tornare a correre nel giro di una settimana. Nell'ambito dell'odierna conferenza stampa il tecnico dei Gialloblu Mandorlini è parso sereno e concentrato: "È una sfida importante e delicata, ma non decisiva. In questo momento bisogna muovere una classifica che non va, non so quello che sarà ma nella nostra testa c'è la vittoria, giocare per vincere è sempre stato il nostro obiettivo. Andiamo per fare il massimo, con le nostre qualità. Hallfredsson e Pazzini convocati? Finalmente arrivano delle buone notizie, soprattutto in questo periodo. Molto probabilmente saranno anche della gara e siamo molto contenti, è importante che siano con noi. Non possono essere in condizioni ottimali, entrambi hanno avuto una settimana di tempo per recuperate e siamo stati bravi. Vedremo quella che sarà la tenuta, ma dal punto di vista nervoso è importante averli. I tifosi a Modena? Hanno capito il momento, so quello che sentono e provano. Sarebbe bellissimo dargli una grandissima gioia, hanno capito le difficoltà e insieme daremo tutto quello che avremo. Il pubblico ci è sempre stato vicino, ora è un momento particolare e difficile e ci stanno dando una mano".

ARBITRO - Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo

FONTE: VeronaSera.it


12:42 | venerdì 30 ottobre 2015
Probabili formazioni: Carpi - Hellas Verona
Le probabili formazioni della sfida dell'undicesima giornata di serie A

di Antonio Parrotto - twitter:@AntonioParr8 © Foto: www.imagephotoagency.it

CARPI HELLAS VERONA PROBABILI FORMAZIONI ULTIMISSIME - Sfida tra le ultime della classe al Braglia di Modena tra Carpi ed HellasVerona. Entrambe le compagini hanno conquistato 5 punti soffrendo non poco l'avvio di stagione e sperano di dare una volta alla propria annata conquistando i 3 punti nella sfida dell'undicesima giornata di serie A. Il Carpi ha perso gli ultimi due scontri diretti contro Bologna e Frosinone con lo stesso risultato (1-2) mentre l'Hellas Verona arriva all'appuntamento dopo le sconfitte con Sampdoria e Fiorentina (i gialloblù sono gli unici a non aver ancora vinto in questo campionato, solo 5 pareggi).

INFO UTILI -Sannino conferma il 4-3-3 visto a Frosinone ma deve rinunciare allo squalificato Borriello, fermato per 3 giornate dal Giudice Sportivo. In avanti spazio a Lasagna con Matos e DiGaudio ai suoi lati. In difesa ballottaggio Spolli - Gagliolo e Zaccardo - Letizia per una maglia da titolare con i secondi leggermente favoriti sui primi. Nell'Hellas Verona di Mandorlini si rivede in porta Rafael con Gollini che si riaccomoda in panchina mentre a centrocampo dovrebbe esserci la conferma per il trio Sala - Matuzalem - Greco. In avanti torna Pazzini.

PROBABILI FORMAZIONI
CARPI (4-3-3): Belec; Letizia, Gagliolo, Romagnoli, Gabriel Silva; Cofie, Marrone, Bianco; Borriello, Matos, Di Gaudio. A disp.: Brkic, Benussi, Wallace, Zaccardo, Spolli, Wilczek, Lazzari, Federico Gino, Lasagna, Bubnjic, Pasciuti. All.: Sannino

HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Pisano, Moras, Márquez, Souprayen; Sala, Matuzalem, Greco; Jankovi?, Pazzini, Gómez. A disp.: Gollini, Coppola, Helander, Siligardi, Zaccagni, Bianchetti, Speri, Riccardi, Badan, Wink, Guglielmelli, Ionita. All.: Mandorlini

INFO DIRETTA TV/STREAMING - La partita sarà trasmessa in diretta a partire dalle ore 15 via satellite (Sky Sport), oppure in streaming su piattaforme per pc, tablet e smartphone tramite SkyGo.

QUOTE E PRONOSTICO - Carpi ed Hellas Verona è una sfida all'ultimo sangue. Previsti pochi gol (l'Under 2,5 si gioca a 1,65, l'Over 2,5 a 2,10), tanto nervosismo e una sfida equilibrata (l'X vale 3,25 volte la posta). L'1 dei padroni di casa si gioca a 2,25 mentre il successo degli ospiti è bancato da Snai a 3,20.

PRECEDENTI E STATISTICHE - Il Carpi è alla prima stagione in serie A e non ci sono precedenti in massima serie e anche in tutte le competizioni ufficiali tra le due squadre.

FONTE: CalcioNews24.com


ALTRE NOTIZIE
Carpi, i convocati di Sannino per il Verona. Ancora out Mbakogu
31.10.2015 17.45 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Questi i convocati del Carpi per la gara di domani contro l'Hellas Verona:

PORTIERI: 1 Brkic, 22 Benussi, 27 Belem
DIFENSORI: 2 Wallace, 3 Letizia, 5 Zaccardo, 6 Gagliolo, 18 Bubnjic, 21 Romagnoli, 33 Spolli, 34 Gabriel Silva
CENTROCAMPISTI: 4 Cofie, 8 Bianco, 10 Lazzari, 11 Di Gaudio, 14 Gino, 19 Pasciuti, 20 Lollo, 39 Marrone
ATTACCANTI: 7 Matos, 9 Wilczek, 15 Lasagna

SERIE A
Carpi, Sannino: "In palio punti importanti. Vogliamo giocarcela"
31.10.2015 15.31 di Pietro Lazzerini
Il tecnico del Carpi Giuseppe Sannino ha parlato in conferenza stampa in vista della partita di domani contro l'Hellas Verona: "Dobbiamo andare in campo sapendo che in palio ci sono punti molto importanti. Il Verona sarà incattivito dagli ultimi risultati ma troverà un Carpi deciso e determinato a giocarsela nonostante le mille difficoltà. La preparazione? Non ho mai detto che ci sono problemi in tal senso. L'unico problema è l'aggressività, ma lascia il tempo che trova. La difesa? Non possiamo parlare di sfortuna, perché la fortuna uno se la crea. Se prendiamo gol nei minuti finali vuol dire che abbiamo un problema non sfortuna. Questo succedeva anche prima che arrivassi io e quindi dobbiamo lavorarci perché sia chiaro, il calcio è un lavoro".

RASSEGNA STAMPA
Hellas, il Corriere di Verona titola: "Carpi diem"
31.10.2015 09.23 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
L'ex direttore sportivo dell'Hellas, Sean Sogliano, ritroverà, da avversario, il gialloblù. Era la coppia ideale, quella formata da Sogliano e Maurizio Setti: il presidente che aveva assegnato ampi poteri al ds, che in cambio portava riscontri sportivi ed economici. Ma, come in tutti i rapporti all'apparenza ideali, qualcosa si è rotto e, inevitabile, è arrivata, dopo tre anni di successi, la fine del legame con il Verona. Sogliano si è trasferito al Carpi - caso del destino: la squadra della terra in cui è nato Setti -, realtà in cui non è ancora stato accettato appieno, riporta il Corriere di Verona.

SERIE A
Sogliano, rimpianto a Verona non amato a Carpi
31.10.2015 09.08 di Raffaella Bon
Domenica al Braglia sarà (anche) la sua partita. Carpi-Verona rappresenta infatti una sfida molto particolare per il direttore sportivo Sean Sogliano: sarà particolare per la classifica, ma sicuramente per l'aspetto emozionale. Sogliano è stato tre anni al Verona: una promozione in A e due campionati dove ha realizzato 100 punti (alla prima stagione ha perfino sfiorato l'Europa League). Oggi, a Verona, i tifosi rimpiangono la sua professionalità e il suo modo di lavorare. Sul mercato, soprattutto. Con le intuizioni Iturbe, Toni e Romulo, oltre alla costruzione di un ottimo settore giovanile, che hanno portato linfa nelle casse del Verona. Un amore che non è mai finito, nemmeno dopo il suo addio nello scorso maggio. Amore, invece, che oggi non è ancora sbocciato a Carpi. Vuoi per i risultati che tardano ad arrivare, vuoi perché l'ambiente biancorosso ancora non ha capito la sua professionalità. Tifosi e piazza (almeno una parte) che non hanno digerito ancora il cambiamento con la vecchia gestione e intravedono in Sogliano quasi un "nemico". Un'altra sfida da vincere per l'ex direttore gialloblù: rimpianto a Verona, non amato a Carpi...

ALTRE NOTIZIE
Le probabili formazioni di Carpi-Verona - Lasagna-Matos, dubbio Pazzini
Live testuale, pagelle e dichiarazioni post-match su TuttoMercatoWeb a partire dalle ore 15.00 di domenica 1 novembre

31.10.2015 06.42 di Francesco Fontana
Le probabili formazioni di Carpi-Verona - Lasagna-Matos, dubbio Pazzini
"Ultima contro... ultima". Può essere così riassunto il match che andrà in scena domani pomeriggio al 'Braglia' di Modena, con l'Hellas Verona che farà visita al Carpi attualmente ultimo in classifica a pari punti proprio con l'avversario di questa 11a giornata. Nonostante il campionato sia solamente all'inizio, la parte bassa della graduatoria ha già creato un piccolo distacco tra le ultime tre e il Frosinone, al momento 17° con 10 punti a +4 sul Bologna e +5 sulla coppia che si sfiderà in questa assoluta sfida-salvezza. I padroni di casa sono reduci dal pesante ko esterno proprio contro i canarini, mentre la squadra di Andrea Mandorlini è probabilmente una delle delusioni più grandi di questa prima parte di Serie A con 5 sconfitte, altrettanti pareggi e 0 vittorie. E proprio quest'ultimo è il dato che fa più riflettere.

COME ARRIVA IL CARPI - Assenza molto pesante per il tecnico Giuseppe Sannino, che dovrà fare a meno del bomber Marco Borriello, out 3 turni per squalifica. E come se non bastasse fuori per infortunio anche lo svizzero Matteo Fedele. Non vi è ancora certezza, invece, circa il modulo che sarà utilizzato: 3-5-2 o 4-3-3? Nel primo caso spazio per Nicolas Spolli, nel secondo toccherebbe a Riccardo Gagliolo. In attacco ballottaggio Kevin Lasagna-Antonio Di Gaudio con l'opzione doppio attaccante, considerando che l'altra maglia sarà di Ryder Matos.

COME ARRIVA L'HELLAS VERONA - Come detto, avvio di Serie A da incubo per i veneti che inseguono ancora la prima vittoria stagionale. L'occasione da non fallire arriva proprio contro i 'colleghi' di posizione, l'appuntamento ideale per dare ossigeno a una graduatoria assolutamente deludente dopo ben 3 sconfitte nelle ultime 5 uscite. Per quanto riguarda la formazione, molto dipenderà dalle condizioni di Giampaolo Pazzini, ancora dolorante alla caviglia: qualora non fosse al 100% spazio per Juanito Gomez. In porta possibile conferma per Pierluigi Gollini, con la conseguente panchina per Rafael. Per il resto, Jacopo Sala confermato mezzala destra a centrocampo, mentre in difesa Rafael Márquez guiderà un reparto alla ricerca di una solidità che oggi appare molto lontana.

PROBABILI FORMAZIONI
CARPI (3-5-2): Belec; Zaccardo, Romagnoli, Spolli; Letizia, Bianco, Marrone, Lollo, Gabriel Silva; Lasagna, Matos. Allenatore: Giuseppe Sannino.
HELLAS VERONA: Gollini; Pisano, Moras, Marquez, Souprayen; Sala, Matuzalem, Greco; Jankovic, Gomez, Siligardi. Allenatore: Andrea Mandolini.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Mascetti: "Mandorlini a rischio? Fa sorridere, ma il calcio è così"
30.10.2015 21.12 di Raffaella Bon
L'Hellas Verona è precipitato all'ultimo posto della classifica e in vista dello scontro diretto contro il Carpi di domenica Tuttomercatoweb.com ha interpellato l'ex dirigente gialloblù Matteo Mascetti

Si aspettava un inizio così complicato per gli scaligeri?
"E' un anno difficile per il Verona. Riconfermarsi a certi livelli è sempre difficile e ne abbiamo un chiaro esempio sotto gli occhi. Non è stata baciata dalla fortuna perché martoriata da defezioni importanti. A questa squadra quando viene a mancare un terminale offensivo come Toni, viene a mancare il 50% della propria potenzialità. Se a questo aggiungiamo che il normale erede (Pazzini) è indisponibile, la frittata è fatta. Ho assistito al match contro la Fiorentina ed è evidente che concedere Halfredsson, Romulo, Viviani, Pazzini e Toni ad una squadra che è comunque costruita per ben altri obiettivi è un autentico suicidio".

In caso di sconfitta domenica Mandorlini potrebbe essere esonerato. Al suo posto è pronto Guidolin.
"Mandorlini ha fatto grandi cose. Pensare sia in bilico, mi fa sorridere, perché nel calcio è così: si è fenomeni a Maggio, ma si è da cambiare ad Ottobre. Da semplice spettatore mi piacerebbe vedere più utilizzato un ragazzo come Bianchetti, ma sono ben conscio che il Mister li alleni e valuti tutta la settimana e le sue scelte siano ben ponderate. E' un campionato che si delineerà presto perché il divario tecnico delle ultime 4 squadre è, ad oggi, evidente e molto si giocherà negli scontri diretti, già dalle prossime due domeniche con Carpi e Bologna".

Anche il Bologna, squadra che in passato ha avuto come diesse suo padre Emiliano, non se la passa bene...
"Il Bologna ha cambiato da poco il Mister ed eventuali fratture di spogliatoio saranno di facile risoluzione per un allenatore moderato come Donadoni. Sono fiducioso".
In chiave scudetto sono in ascesa le quotazioni del Napoli.
"Ho avuto modo di seguire la squadra in un paio di occasioni. E' evidente la mano del miser e di un grande lavoro svolto, sia fisico che tattico. La scelta di Giuntoli e di Mister Sarri, che leggevo con stupore essere criticata ad inizio campionato, si sta rivelando vincente. Ci vuole tempo e pazienza, perché se il Napoli ha optato su certe figure vuol dire che crede in un progetto che ha bisogno di tempo per dare i suoi frutti".

Possono restare in alto sino allo fine?
"A differenza di Fiorentina e Lazio, il Napoli ha probabilmente delle seconde linee in grado di garantire lo stesso apporto tecnico, soprattutto nel reparto offensivo. Se pesiamo a Mertens, Callejon , Insigne, Higuain e Gabbiadini è chiaro che in ogni ruolo, anche grazie al duttilità Manolo, c'è sempre un'alternativa e per i Club che affrontano tre competizioni in una stagione è un valore aggiunto non da poco. Forse soffre un pochino nel reparto arretrato, dove invece la Roma può contare su individualità più pronte. Rispetto all'inter è chiaro che abbia molta più qualità e meno fisicità. In mezzo al campo ha ritrovato un Hamsik nel ruolo di mezzala di grande personalità e al centro della mediana c'è l'imbarazzo della scelta con un Valdifiori più tecnico, geometrico e in grado di verticalizzare come pochi in Italia ed un Jorginho che ha dalla sua più attidunini in fase di riconquista della palla e sette mesi in più di esperienza in una piazza esigente come Napoli".

SERIE A
Verso Carpi-Verona - Pazzini e tridente: così Mandorlini cerca la salvezza
30.10.2015 21.00 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Aggrappato a Pazzini, per salvare la panchina. Mandorlini rilancia la punta dal primo minuto, perché con Toni infortunato, serve assolutamente un ariete d'area al tecnico dell'Hellas per il suo gioco contro il Carpi. Ai fianchi del Pazzo, dubbio tra Jankovic e Siligardi, c'è invece Juanito Gomez. In mediana la sensazione è che il terzetto possa essere composto da Greco, Matuzalem e Sala, anche se Ionita si gioca il posto con l'ex Bologna. Dietro nessun dubbio: Pisano e Souprayen terzini, Marquez e Moras in mezzo alla retroguardia, mentre Rafael potrebbe tornare dal 1' tra i pali in luogo di Gollini.

LA PROBABILE FORMAZIONE: Rafael (Gollini); Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala, Matuzalem (Ionita), Greco; Jankovic (Siligardi), Pazzini, Gomez.

SERIE A
Verso Carpi-Verona - Lasagna per Borriello. Due dubbi in difesa
30.10.2015 20.45 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Con Marco Borriello squalificato per tre giornate, spazio a Lasagna nell'attacco di Giuseppe Sannino. 4-3-3 per il Carpi per la delicatissima sfida salvezza contro l'Hellas Verona. Ai suoi lati dovrebbero agire Matos e Di Gaudio, con Wilczek ancora una volta in panchina. Il polacco non sembra aver colpito neanche l'ex tecnico del Watford, che contro l'Hellas dovrebbe riproporre Belec tra i pali. Difesa a quattro, dunque, con Zaccardo o Letizia terzino destro, Gagliolo o Spolli in mezzo alla difesa al fianco di Romagnoli e Gabriel Silva terzino destro. In mediana, invece, Cofie, Marrone e Bianco (o Lollo) con Lazzari verso la panchina.

LA PROBABILE FORMAZIONE: Belec; Zaccardo (Letizia), Romagnoli, Spolli (Gagliolo), Gabriel Silva; Cofie, Marrone, Bianco (Lollo); Matos, Lasagna, Di Gaudio.

SERIE A
Verona, Romulo: "Sto facendo progressi, tornerò presto"
30.10.2015 19.49 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Queste le parole di Romulo al sito ufficiale dell'Hellas Verona. "Da quello che mi ha detto il chirurgo brasiliano, sono più avanti. Sto lavorando ogni giorno, vedo dei progressi e sta andando tutto bene. E' stato un grosso intervento, non è stato facile farlo ma l'importante è aver risolto il problema. Sto riprendendo, sono sicuro che tra poco sarò a Verona. Non so i tempi, tra dieci giorni sarò sul campo a lavorare, penso, magari tra due-settimane a lavorare con la palla, per tornare a lavorare il prima possibile. Ai tifosi dico che tornerò presto, non ci metterò tanto. Dico loro di stare tranquilli, sono tranquillissimo, sicuro, il campionato è lungo e faremo tutti i punti che dobbiamo fare".

SERIE A
Verona, Viviani: "Voglio rientare al 100%. Usciremo da questa situazione"
30.10.2015 19.19 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
"Stiamo lavorando ogni giorno dalle 9 alle 19,30, doppia seduta ogni giorni. E' dura, si fatica, ma lavoro per recuperare". Parola di Federico Viviani al sito ufficiale dell'Hellas Verona. "Lavoro per tornare il prima possibile, per aiutare la squadra ma per prima poca sto cercando di stare bene. Piano piano continuo a migliorare, spero di essere presto in campo per dare una mano a tutti. Tra quanto torno? Non lo so. Sono rientrato con un po' di fastidio, l'ultima settimana si è riacutizzato il dolore quando ero a Verona. Voglio giocare al 100%, è la cosa più importante, sono il primo ad essere dispiaciuto per la situazione ma quando stai male rischi di non essere utile. E' importante rimettersi in sesto. E' stato fatto un mercato importante in estate, io ho sempre ringraziato presidente, direttore e mister per la fiducia. Dobbiamo solo cercare di lavorare, purtroppo non sono riuscito a dare continuità. Seguo sempre i miei compagni, siamo un grandissimo gruppo, unito, non meritiamo questa situazione, ma uniti come siamo possiamo uscirne, lavorando nel migliore dei modi. Seguiamo il mister, è la cosa più importante, poi i risultati arriveranno. Ho parlato col direttore: andrò a trovare i ragazzi dopo un paio di settimane, a Modena. Disputeremo un'ottima partita, verremo fuori da questo momento".

ALTRE NOTIZIE
Verona, buone nuove per Toni: tra una settimana inizia a correre
30.10.2015 19.03 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Fonte: HellasVerona.it
Punto sugli infortunati lungodegenti in casa Hellas. Innanzitutto le prime, buone notizie arrivano da capitan Toni. La prossima settimana inizierà a correre, così come Fares, che sta facendo dei lavori a carico parziale. Per quanto concerne Viviani, le sue condizioni migliorano di giorno in giorno, è necessario però essere cauti sul recupero.

SERIE A
Verso Carpi-Verona - Panchine in bilico: vale più di 3 punti
30.10.2015 15.00 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Sussurri carpigiani. La panchina di Giuseppe Sannino non sarebbe stabile al cento per cento. La società, però, giustamente difende la propria scelta. E' troppo caldo il cambio tra l'ex Watford e Fabrizio Castori, per trarre bilanci. Certo. Una vittoria e tre ko, la posizione che resta buia in classifica, non è certo ruolino di marcia da sorrisi e festeggiamenti. Però Sannino merita fiducia, o quanto meno tempo. Quello che è invece scaduto ed agli sgoccioli per Andrea Mandorlini all'Hellas Verona. La verità, che filtra anche da ambienti vicini al club scaligero, è che non è stata cambiata panchina solo perché non c'erano tempi tecnici. Non ci fosse stato l'infrasettimanale, probabilmente Francesco Guidolin sarebbe già l'allenatore dell'Hellas. E può diventarlo, lunedì, a meno di un successo scaligero a Carpi.

SERIE A
Carpi, Caliumi conferma Sannino: "Stiamo uniti, dobbiamo sostenerlo"
30.10.2015 12.40 di Pietro Lazzerini
Claudio Caliumi, presidente del Carpi, ha parlato al Resto del Carlino confermando Giuseppe Sannino sulla panchina degli emiliani: "E' il momento di restare tutti uniti e spingere la squadra nella gara col Verona. Perché questa Serie A è un sogno di cui Carpi e i suoi tifosi devono essere orgogliosi. Basta polemiche, bisogna remare tutti dalla stessa parte. Purtroppo ci sta girando anche male, perché con Bologna e Frosinone avremmo meritato almeno due pareggi. Però i ragazzi in campo si stanno impegnando e anche il mister va sostenuto: è arrivato da poco e sta cercando di far sentire la sua mano. Devo dirlo, perché non riesco a tacere: a Frosinone non mi è andato giù vedere lo striscione su Castori appena le squadre sono entrate in campo. Bisogna lasciar lavorare Sannino in serenità, altrimenti non potremo mai giudicare. Stessa cosa vale per Sogliano: si è preso una bella gatta da pelare nell'accettare la chiamata di una squadra che per la prima volta affronta la A. D'altronde Giuntoli è andato via lui, non l'abbiamo mandato via noi. E Sogliano è stata la prima scelta e crediamo in lui".

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona e la crisi dell'Hellas: "L'ultimo crocevia"
30.10.2015 08.53 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Verona di questa mattina titola: "Crisi Hellas, l'ultimo crocevia". Prima il Carpi, poi il Bologna per provare a dare una svolta a una stagione iniziata sotto il segno della sfortuna. Questi due scontri diretti saranno fondamentali per capire cosa potrà accadere a squadra e tecnico. Intanto, verso Modena, lo staff medico gialloblu sta tentando di recuperare almeno Pazzini.

SERIE A
Carpi, la sfida col Verona sarà decisiva per Sannino e Sogliano
29.10.2015 20.39 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
E' già davanti a un bivio Giuseppe Sannino, allenatore del Carpi che dopo la vittoria nella gara d'esordio col Torino ha perso contro Atalanta, Bologna e Frosinone. L'ex tecnico del Palermo è già in discussione e - secondo Parlandodisport.it - la prossima sfida contro il Verona sarà decisiva sia per lui che per il direttore sportivo Sean Sogliano.

SERIE A
La caduta degli dei. Rafa Marquez dal Barça all'imbarcata veronese
29.10.2015 20.30 di Simone Bernabei
A leggere il suo palmares c'è da impallidire. Quattro campionati spagnoli, una Copa del Rey e una Supercoppa. Ma anche e soprattutto due Champions League, una Supercoppa Europea, e un Mondiale per Club. Sono i numeri, a tratti impressionanti, di Rafa Marquez ai tempi del Barcellona. Era il periodo del rilancio dei colori catalani e Marquez nell'arco di 7 anni fu uno dei grandi protagonisti nonché leader dell'assemblamento di campioni blaugrana. Poi le esperienze al New York con i Red Bulls e il ritorno nel suo Messico, prima del nuovo viaggio continentale con destinazione Verona. Il messicano è alla seconda stagione al Bentegodi e quest'anno è stato uno dei protagonisti, suo malgrado, del tormentato avvio di campionato degli scaligeri. Con l'apice raggiunto ieri sera con il goffo autogol che ha spianato la strada alla vittoria degli uomini di Paulo Sousa. Non solo quello però, visto che in quasi tutte le prime gare stagionali il giocatore è sembrato lontano parente del campione blaugrana che fu. Ma Mandorlini non può ancora fare a meno di lui e soprattutto della sua esperienza, del suo carattere. Con la speranza che le prestazioni, quelle si, tornino a raggiungere almeno in parte i livelli passati.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, ag. Romulo: "Sta bene. Futuro? Valuteremo più avanti"
29.10.2015 20.15 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Ha giocato pochi minuti e non è riuscito ad aiutare un Hellas Verona in evidente difficoltà. Romulo, finora, è stato spettatore non pagante della Serie A, ma adesso è pronto a tornare in campo: "Sta bene e si sta allenando al meglio, adesso tutto dipenderà da mister Mandorlini", ha dichiarato ai nostri microfoni il suo agente Alex Firmino.

Perché non gioca ancora?
"Posso dire che lui è a disposizione del Verona e si allena. Ha un contratto e vuole solo il bene della squadra".

A gennaio cambierà squadra?
"E' presto per dirlo, al momento è un discorso prematuro. Tra un mese ci saranno sicuramente indicazioni più precise in questo senso".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


31.10.2015
Mandorlini ritrova Emil e il "Pazzo": «Partita delicata»
Tanti pensieri per mister Mandolini

Mandorlini tira un sospiro di sollievo. Anzi, due. Hallfredsson e Pazzini saranno titolari domani a Modena nello scontro diretto col Carpi. «Una grande notizia, soprattutto in un momento come questo», le parole dell'allenatore del Verona oggi pomeriggio a Peschiera, prima della partenza per Modena.
Convocati Rafael, Gollini, Coppola, Souprayen, Helander, Pisano, Badan, Marquez, Moras, Winck, Hallfredsson, Matuzalem, Zaccagni, Checchin, Sala, Ionita, Greco, Wszolek, Jankovic, Siligardi, Gomez e Pazzini. L'infortunio di Hallfredsson, in un primo momento una distrazione muscolare alla coscia sinistra, era in realtà soprattutto una forte contusione, smaltita - anche se non del tutto - nell'arco della settimana. Titolare pure Pazzini, lasciato a riposo precauzionale mercoledì con la Fiorentina. «Ci aspetta una partita delicata – ha evidenziato Mandorlini - in un momento particolarmente difficile come quello che stiamo attraversando. Dobbiamo muovere la classifica, ma non vuol dire che dobbiamo accontentarci del pareggio. Non l'abbiamo fatto neanche con la Fiorentina mercoledì».

Alessandro De Pietro

29.10.2015
Sfida da ultima spiaggia contro gli «amici» di Carpi
Sean Sogliano, ora ds del Carpi

Chi avrebbe mai pensato quest’estate che l’Hellas e il Carpi si sarebbero scontrate all’inizio di dicembre all’ultimo posto in classifica, con cinque punti all’attivo dopo dieci gare da giocare. Questa volta non si può far finta di niente, è una sfida da ultima spiaggia, chi perde resta fuori dai giochi e diventerà durissima risalire visto che già oggi sono cinque i punti che separano le ultime della classe - proprio le due squadre che si troveranno domenica prossima al Braglia - dalla quartultima, quindi dalla zona salvezza. Sono pochi? Certo, basterebbero un paio di vittorie ma sono gli stessi punti che Hellas e Carpi hanno raccolto in dieci partite. Tutti si aspettavano una partita diversa, con tanti incroci interessanti a cominciare da Maurizio Setti, carpigiano doc, per tanti anni nella dirigenza biancorossa, ora presidente del Verona. (...)

FONTE: LArena.it


Mandorlini: «Regaliamo una gioia ai tifosi»
Postata il 31/10/2015 alle ore 16:35

Peschiera - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate durante la conferenza stampa alla vigilia di Carpi-Hellas Verona.

CARPI, SFIDA IMPORTANTE
«La sfida con il Carpi? Guardiamo i nostri problemi. È una sfida importante e delicata, ma non decisiva. In questo momento bisogna muovere una classifica che non va, non so quello che sarà ma nella nostra testa c'è la vittoria, giocare per vincere è sempre stato il nostro obiettivo. Andiamo per fare il massimo, con le nostre qualità. Gollini in porta? Vedremo domani, è un ragazzo di grandi prospettive, un bene importante per la società. Il modulo? Abbiamo provato tante cose, ma conterà l'atteggiamento. Ogni partita ha la sua storia e noi l'abbiamo preparata in maniera giusta. Il calendario? Ci giochiamo tanti scontri diretti in poco tempo, ma conta poco fare discorsi a medio-lungo periodo. Ci sono ancora tanti punti a disposizione e sarà importante farli. Contro la Fiorentina abbiamo fatto una partita di impegno e sacrificio, i conti li faremo alla fine. Perdere non è mai bello, ma ora c'è una partita da giocare».

FINALMENTE BUONE NOTIZIE
«Hallfredsson e Pazzini convocati? Finalmente arrivano delle buone notizie, soprattutto in questo periodo. Molto probabilmente saranno anche della gara e siamo molto contenti, è importante che siano con noi. Non possono essere in condizioni ottimali, entrambi hanno avuto una settimana di tempo per recuperate e siamo stati bravi. Vedremo quella che sarà la tenuta, ma dal punto di vista nervoso è importante averli. Gli acciaccati? La situazione non è cambiata più di tanto, qualcosina abbiamo potuto recuperare ma l'importante è avere con noi Hallfredsson e Pazzini. L'esordio di Checchin? Siamo contenti, anche se è un momento di difficoltà. Magari domani toccherà a Badan, un ragazzo interessante che sarà con noi a Carpi. Zaccagni è un altro giovane, ha già fatto esperienza in Lega Pro e ha tutte le qualità per fare bene».

GRAZIE TIFOSI
«I tifosi a Modena? Hanno capito il momento, so quello che sentono e provano. Sarebbe bellissimo dargli una grandissima gioia, hanno capito le difficoltà e insieme daremo tutto quello che avremo. Il pubblico ci è sempre stato vicino, ora è un momento particolare e difficile e ci stanno dando una mano».

LE PAROLE DEL PRES
«Le parole del presidente? Ci parliamo tutti i giorni, conosciamo il momento delicato e dobbiamo andare a cercare di fare punti. Tutti insieme, in un momento che non è dei migliori».

Carpi-Hellas Verona: 22 convocati
Postata il 31/10/2015 alle ore 14:20

Verona - Dopo la rifinitura mattutina, mister Mandorlini ha convocato 22 calciatori per la sfida contro il Carpi, 11a giornata del campionato Serie A TIM 2015/16 in programma domenica 1 novembre (ore 15) allo stadio 'Braglia'.

Non saranno disponibili gli infortunati Albertazzi, Bianchetti, Fares, Romulo, Toni e Viviani. Aggregati al gruppo i Primavera Badan e Checchin.

CARPI-HELLAS VERONA
CONVOCATI

Portieri
37. Coppola
95. Gollini
1. Rafael

Difensori
5. Helander
4. Marquez
18. Moras
3. Pisano
69. Souprayen
41. Winck
40. Badan

Centrocampisti
19. Greco
10. Hallfredsson
23. Ionita
27. Matuzalem
26. Sala
13. Wszolek
20. Zaccagni
97. Checchin

Attaccanti
7. Jankovic
21. Gomez
11. Pazzini
16. Siligardi

Peschiera: Pazzini e Hallfredsson in gruppo
Postata il 31/10/2015 alle ore 13:30

Peschiera - Squadra in partenza verso la vicina Modena dopo la rifinitura svolta questa mattina, alla presenza anche di Luca Toni che e' venuto a suonare la carica nel quartier generale gialloblù. Hallfredsson e Pazzini hanno lavorato con il resto del gruppo e sono da considerarsi abili e arruolati per il match del 'Braglia'. Idroterapia invece per Bianchetti, presso la struttura amica del Centro Termale Villa dei Cedri; lavoro differenziato personalizzato per Albertazzi con il rieducatore Bellini e il preparatore atletico Panzarasa.

Terza rifinitura in sette giorni
Postata il 30/10/2015 alle ore 19:10

Peschiera - Continua la preparazione in vista della sfida contro il Carpi. Hallfredsson e Pazzini hanno aumentato i carichi lavorando insieme al preparatore atletico Bellini e al collaboratore tecnico Zanchetta sul campo 2. Albertazzi continua con il differenziato, anche Bianchetti, limitato dalla lombalgia, ha lavorato a parte. Rafa Marquez, prima dell'allenamento, ha rilasciato un'intervista al prestigioso media americano 'Univision' in vista della convocazione con il Messico per le due gare contro El Salvador (13 novembre, Città del Messico) e Honduras (17 novembre, San Pedro Sula), entrambe valide per le qualificazione al prossimo Mondiale. Impegno internazionale anche per Evangelos Moras, convocato dalla Grecia per le amichevoli contro Lussemburgo (13 novembre, Lussemburgo) e Turchia (17 novembre, Instanbul). Domani mattina in programma la terza rifinitura (a porte chiuse) in 7 giorni.

Il punto sugli infortunati
Postata il 30/10/2015 alle ore 18:30

Verona - Punto sugli infortunati lungodegenti in casa Hellas. Innanzitutto le prime, buone notizie arrivano da capitan Toni. La prossima settimana inizierà a correre, così come Fares, che sta facendo dei lavori a carico parziale. Per quanto concerne Viviani, le sue condizioni migliorano di giorno in giorno, è necessario però essere cauti sul recupero. Un discorso a parte merita Romulo: a differenza di quanto emerso nell'intervista al procuratore del calciatore, pubblicata da Tuttomercatoweb (i cui contenuti non sono stati verificati) e ripresa da Hellas Live, Hellas News, Hellas 1903 e TgGialloblù, seppur a conoscenza della situazione oggettiva e reale, vi raccontiamo come stanno le cose attraverso lo speciale sopra pubblicato di Hellas Verona Channel.

Euro2016, Helander sfida la Danimarca
Postata il 29/10/2015 alle ore 18:30

Verona - Nuova convocazione in nazionale maggiore per Filip Helander. Il difensore dell'Hellas tornerà a vestire la maglia della Svezia in occasione del primo turno di playoff contro i 'cugini' della Danimarca, in una doppia sfida che vale un posto all'Euro 2016. La gara d'andata del sentito derby scandinavo si giocherà sabato 14 novembre alle 20.45 alla Friends Arena di Solna, mentre il ritorno è previsto per martedì 17 novembre, sempre alle 20.45, al Telia Parken di Copenhagen.

Filip ha deciso di svelarsi raccontando entusiasmo ed emozioni di questo particolare momento della sua carriera in un'intervista esclusiva rilasciata a Hellas Verona Magazine. Il quinto numero del match program gialloblù sarà distribuito allo Store, nelle edicole di Verona e provincia e allo stadio in occasione della settimana di Hellas Verona-Bologna.

Wszolek di nuovo in gruppo
Postata il 29/10/2015 alle ore 18:10

Peschiera - E' iniziato nel pomeriggio a Peschiera l'avvicinamento alla sfida di Modena con il Carpi. Mentre i reduci della gara si sono dedicati a fisioterapia e al lavoro di scarico in palestra, sul campo hanno agito i Primavera aggregati e chi non ha partecipato al match, tra cui Wszolek, che è da considerarsi recuperato per domenica. Domani allenamento pomeridiano a porte chiuse.

Tutti a Modena a sostenere la squadra
Postata il 29/10/2015 alle ore 14:35

Verona - Oltre 400 tifosi hanno già acquistato i tagliandi per prendere parte alla trasferta di Modena. Ora più che mai l'Hellas ha bisogno del calore dei propri sostenitori, dopo l'incredibile testimonianza di affetto di ieri, durata 90', a prescindere dal risultato del campo. Intanto la Società, ancora una volta, ringrazia i supporter per un attaccamento senza eguali.

La prevendita per il 'Settore Ospiti' per la gara Carpi-Hellas Verona in programma domenica alle ore 15.00 allo 'Stadio Braglia' terminerà alle ore 19 di sabato 31 ottobre. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Peschiera: oggi la ripresa degli allenamenti
Postata il 29/10/2015 alle ore 11:40
Peschiera - La ripresa degli allenamenti per l'Hellas Verona è fissata per qusto pomeriggio alle ore 15.30 (porte aperte), presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra si ritroverà agli ordini di mister Mandorlini per preparare la sfida con il Carpi, 11a giornata di campionato in programma domenica 1 novembre (ore 15) allo stadio 'Braglia'.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Anche al GRANADA, società satellite dell'UDINESE proprietaria del cartellino, Nico LÓPEZ non si ritrova e a Gennaio pensa al ritorno in Italia...

MOTOGP: Continua la polemica dopo il calcio di ROSSI a MARQUEZ ma nessuno parla più di un campionato purtroppo falsato...

NBA 'TRICOLORE', GALLINARI trionfa con i NUGGETS mentre BELINELLI e BARGNANI vanno ko con SPURS e THUNDERS

MotoGp. Vettel si schiera al fianco di Rossi: "Ha fatto la cosa giusta"

«Rossi in Malesia ha fatto la cosa giusta. Ha ancora la possibilità di vincere, è un combattente per natura». Alla vigilia del Gp del Messico Sebastian Vettel prende le difese di Valentino Rossi dopo lo scontro con Marquez a Sepang. «È un lottatore - aggiunge il tedesco della Ferrari a Sky - spero possa vincere il suo decimo Mondiale».

MotoGp, Lorenzo: "Io d'accordo con Marquez contro Valentino Rossi? Tutte falsità"

Jorge Lorenzo non ci sta e replice alle accuse.
«Non c'e' mai stato alcun incontro o patto segreto tra Jorge Lorenzo o Marc Marquez», a discapito di Valentino Rossi. Lo sostiene un comunicato ufficiale diffuso dal team personale del pilota spagnolo della Yamaha, riportato dal sito MotoGp.com.

Nella nota si parla di «informazione ridicola e infondata» e si afferma che «non volendo alimentare più questa spiacevole situazione, il pilota vuole solo esprimere il proprio disagio per queste voci, assolutamente false, che non sono state verificate prima di essere pubblicate». «Vogliamo anche negare che Jorge Lorenzo sia stato nell'ufficio della direzione gara dopo il Gran Premio della Malesia, come alcuni media hanno commentato e come Jorge ha anche spiegato in conferenza stampa», si legge ancora nel comunicato del team di Lorenzo.

In particolare, la nota prende di mira «Repubblica» e altri i media italiani che hanno riportato un articolo del quotidiano in cui di parlava appunto di un incontro segreto tra Marquez e Lorenzo ad Andorra per condizionare il finale di stagione a svantaggio del pilota italiano leader del mondiale. La notizia era stata ripresa e rilanciata anche dai media spagnoli.

Gallinari super, per Denver buona la prima.
Sconfitti Beli e Bargnani, Spurs ko con OKC


Un super Danilo Gallinari trascina Denver al successo per 105-85 contro Houston nel match d'esordio della regular season Nba. Al Toyota Center il 'Gallo' firma una prestazione da 23 punti, 8 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi ed è ben supportato da Kenneth Faried (18 punti e 9 rimbalzi) e Joffrey Lauverghne (11 punti e 7 rimbalzi).

Esordio con alti e bassi per il rookie Emmanuel Mudiay a referto con 17 punti, 9 assist ma anche 11 palle perse. Prova negativa dei Rockets che tengono il passo solo nel primo tempo chiuso sotto di 4 punti per poi uscire di partita nel terzo periodo. Top scorer per i texani James Harden a quota 22.

GLI ALTRI ITALIANI Esordio con sconfitta per gli altri due italiani Marco Belinelli e Andrea Bargnani. Il bolognese va ko in casa con i suoi Sacramento Kings per 111-104 contro i Los Angeles Clippers. Il Beli segna 9 punti ma con un mediocre 3/12 al tiro e serve 7 assist partendo dalla panchina e restando sul parquet per 32'. Ai Kings non basta un DeMarcus Cousins da 32 punti e 13 rimbalzi. Tra i Clippers ottime prove dei soliti Blake Griffin (33 punti e 8 rimbalzi) e Chris Paul (18 punti e 11 assist).

Sconfitta casalinga anche per il 'Mago' con i Brooklyn Nets ko per 115 a 100 contro i Chicago Bulls. Il 30enne romano gioca comunque una buona partita andando a referto con 17 punti e 7 rimbalzi nei 22' di utilizzo. Grande prova corale dei Bulls che piazzano 6 uomini in doppia cifra con Jimmy Butler best scorer con 24 punti.

LE ALTRE Tra le altre partite della serata Nba bella vittoria casalinga di Oklahoma su San Antonio per 112-106. I Thunder volano grazie a un Russell Westbrook da 33 punti e 10 assist e un Kevin Durant da 22 punti e 6 rimbalzi. Per gli Spurs non è sufficiente un Kawhi Leonard che sfodera una prova da 33 punti e 8 rimbalzi.

Inizia con un passo falso in casa la ventesima stagione di Kobe Bryant con la maglia dei Los Angeles Lakers, battuti in rimonta per 112-111 dai Minnesota Timberwolves. Il Black Mamba firma 24 punti con un modesto 33% dal campo. Tra i T'Wolves bene Ricky Rubio (28 punti e 14 assist), Kevin Martin (23 punti) e il rookie Karl Anthony Towns (14 punti e 12 rimbalzi).

Pronto riscatto per i Cleveland Cavaliers che, dopo la sconfitta nell'opening night contro Chicago, si impongono per 106-76 sul campo dei Memphis Grizzlies. LeBron James limitato dai problemi alla schiena va a referto con 12 punti, 7 rimbalzi e 5 assist.

FONTE: Leggo.it


EUROPA
ESCLUSIVA TMW - Granada, Nico Lopez verso l'addio
30.10.2015 17.21 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
Il Granada è alla ricerca di un nuovo attaccante. Come riportano i colleghi di TodoMercadoWeb.es Nico Lopez, ex Udinese ed Hellas Verona, dovrebbe lasciare gli iberici. Possibile un suo ritorno in Italia.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#Primiero 2017, tutti i dettagli

Hellas Verona premiato in Piazza dei Signori

Wallpapers gallery