Coppa Disciplina e Trofeo Scirea 2014-2015: Il SASSUOLO sbaraglia tutti davanti al CEO, 14° il VERONA. Amichevoli: Prima contro la Rappresentativa della Val d'Isarco a Racines poi col SUEDTIROL... 'Sole di mercato': MAKSIMOVIC storia del colpo che poteva essere e non è stato! CASTIGLIONE società satellite dell'HELLAS?


News gialloblù... +   -   =

COPPA DISCIPLINA E TROFEO 'GAETANO SCIREA': SASSUOLO primo in entrambe le classifiche seguito dal CEO, ultimo il CAGLIARI, HELLAS al 14° posto in A...

NUOVA AMICHEVOLE, prima di quella ormai tradizionale fissata per il 19 Luglio col SUEDTIROL, contro una rappresentativa della Valle d'Isarco alle ore 17.00 di Giovedì 16 Luglio a Racines sede del ritiro gialloblù...

MAKSIMOVIC il perno davanti alla difesa 'scoperto' da SOGLIANO e parcheggiato al DOMZALE che poi in maniera assolutamente scorretta l'ha girato in Kazakistan e ora è inseguito a suon di milioni dopo il grande mondiale Under 20! Alessandro Di Pietro giornalista de L'arena ci spiega la storia del colpo che poteva essere e non è stato...

CASTIGLIONE NEI GUAI FINANZIARI NUOVA SOCIETÀ SATELLITE DELL'HELLAS? La società scaligera potrebbe diventare la chioccia del Castiglione. I rossoblù diventerebbero così una sorta di club satellite per valorizzare i giovani dell’Hellas... I particolari in questo articolo della Gazzetta Di Mantova

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Il diggì GARDINI sulla nuova campagna abbonamenti «Come già annunciato dal presidente, i prezzi non sono stati assolutamente aumentati, abbiamo cercato di creare nicchie diverse per dare la possibilità anche a coloro che hanno meno disponibilità di fare l’abbonamento, cercando di andare incontro alle esigenze di tutti. Ci sarà perciò un abbonamento al settore Parterre a 100 euro, in quel settore i posti sono limitati perché abbiamo una capienza di circa 800 seggiolini. L’abbonamento sarà caricato sulla tessera ‘Non vi lasceremo mai’. Un’altra novità importante è che nella Tribuna Superiore Est ci sarà la possibilità di fare l’abbonamento 1+1, un intero e un ridotto a 500 euro. Il prezzo dell’abbonamento è netto, non ci sarà alcun sovrapprezzo a carico dell’utente, anche questo è un segnale che vogliamo dare nei confronti dei nostri tifosi. Infine, una precisazione sull'offerta famiglia in Poltrone Est: il prezzo è di 480 euro con un figlio e 560 con due o più figli, questo vuol dire che dal terzo figlio in poi gli abbonamenti sono gratuiti, cosa che non era prevista l’anno scorso. Ci sarà il solito omaggio a favore degli abbonati e un regalo particolare per i più giovani che vanno ancora a scuola. Infatti, sempre nell’ottica di andare incontro alle famiglie, regaleremo ai ragazzi che sottoscriveranno l’abbonamento un diario del Verona» HellasVerona.it


22 giugno 2015 - Giovanni Gardini

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Javier SAVIOLA accolto come una star al RIVER PLATE! Damiano TOMMASI torna a giocare in Champions League! Lo farà con LA FIORITA, club sanmarinese di non professionisti, grazie ad una battuta (rivelatasi poi non così battuta) di Andy SELVA attuale presidente del sindacato calciatori di San Marino che sarà suo collega in campo...

DRAFT NBA: Tutto più o meno come previsto all'evento NBA che assegna alle 30 squadre i nuovi giocatori privilegiando le 14 che non sono entrate ai playoff nella stagione precedente...

REFUSO CLAMOROSO SU LEGGO EDIZIONE MILANO! A causa di una svista esce titolo 'Pezzone sulla rubentus', dopo le telefonate indignate dei tifosi bianconeri oggi il quotidiano ammette l'errore e chiede scusa...

SERIE B: Arrestati 7 dirigenti del CATANIA causa truffe e gare 'comprate', tra loro anche il presidente PULVIRENTI...

FORMULA 1: MERCEDES ancora imprendibili per tutti, nella gara tutta interna alla scuderia tedesca è ROSBERG che sorprende il compagno HAMILTON stavolta, terzo l'ex ferrarista MASSA sulla WILLIAMS mentre VETTEL si deve accontentare del 4° posto; bruttissimo incidente per RAIKKONEN che centra in pieno ALONSO al primo giro ma nessuna conseguenza per i piloti...

SERIE A, ufficiale la panchina viola per PAULO SOSA mentre l'INTER 'soffia' KONGDOBIA al MILAN con un contratto da Top Player... Il PARMA è fallito, ripartirà dai dilettanti (si spera almeno dalla D ma non è affatto detto)

SUPERBIKE: Dopo il rientro che ha stupito tutti nelle libere BIAGGI conclude al 6° posto a Misano non male dopo 3 anni di inattività, il britannico REA vince e domina ancora...


Campagna Abbonamenti 2015/16

RASSEGNA STAMPA +   -   =
Amichevoli a Moena, il 18 luglio Fiorentina-Hellas Verona
Pubblicato il: 21 Giu 2015 14:49 Autore: Redazione Fiorentina.it
partita moena kalloniA meno di un mese dall'inizio del ritiro estivo della Fiorentina, la squadra viola sta organizzando le varie amichevoli e partitelle estive per prepararsi al meglio al prossimo campionato, che la verrà impiegata pure questa volta su tre fronti: Campionato, Europa League e Coppa Italia. Il 18 luglio, a Moena, la squadra viola affronterà l'Hellas Verona di Luca Toni sul terreno dello del Centro Sportivo "Benatti". Il calcio di inizio si terrà alle 17.30.

FONTE: Fiorentina.it


NEWS
L'Hellas riparte da Hallfredsson, sarà lui il perno della squadra
24.06.2015 11:00 di Stefano Bentivogli
Il Verona 2015/16 ripartirà da Emil Hallfredsson. Il fedelissimo di Andrea Mandorlini sará il perno del prossimo centrocampo dell'Hellas. Con i vari Obbadi e Campanharo che non sono stati riscattati e Sala sul piede di partenza per un grande club, Hallfredsson è pronto a prendersi per mano il cuore del gioco del Verona in attesa che Riccardo Bigon possa completare la mediana gialloblù.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Anche Luca Toni nelle 8 figurine speciali Panini che celebrano l'ultima stagione
Il bomber dell'Hellas Verona viene ritratto insieme a Mauro Icardi dell'Inter per essersi laureato capocannoniere del campionato di serie A appena terminato

La Redazione 25 Giugno 2015
La Panini realizzerà otto figurine speciali per celebrare la Juventus Campione d’Italia, la vittoria del Carpi in Serie B e gli altri grandi protagonisti della stagione appena conclusa. Ai neo-Campioni d’Italia sono dedicate due figurine che ritraggono, rispettivamente, la festa-scudetto della Juventus e un primo piano dell’allenatore Massimiliano Allegri che alza il trofeo. Altre figurine sono dedicate poi alle prime tre squadre classificate in Serie B e promosse in Serie A TIM: vi sono raffigurati, infatti, i momenti di esultanza dei calciatori del Carpi, del Frosinone e del Bologna. Ulteriori tre figurine ritrarranno gli altri protagonisti dello scorso Campionato: la prima è ancora a tinte bianconere ed elegge Carlos Tevez come “uomo dell’anno”; la seconda ritrae la coppia di capocannonieri, Luca Toni e Mauro Icardi; mentre la terza è dedicata al centrocampista della Lazio Felipe Anderson per il suo “alto rendimento” stagionale. Queste otto figurine extra saranno distribuite in omaggio lunedì prossimo 29 giugno, nell’esclusiva bustina “Il Film del Campionato – Lo Sprint Scudetto” abbinata ai quotidiani Corriere dello Sport/Stadio e Tuttosport. Andranno così a completare la collezione “Calciatori 2014-2015”, insieme alle altre otto figurine speciali sui protagonisti del girone d’andata, distribuite ai primi di febbraio.

[...]

FONTE: VeronaSera.it


SERIE A
Coppa Disciplina e Fair Play: Chievo secondo, Hellas più giù

verona.iamcalcio.it scritto il 25 Giugno 2015, ore 18:00
La Lega di serie A ha reso noto con un comunicato ufficiale la Classifica della Coppa Disciplina e la Classifica del Trofeo Fair Play "Gaetano Scirea" del campionato di serie A Tim 2014-15. In testa a tutti il Sassuolo, piazzandosi al primo posto in entrambe le classifiche, seguito al secondo posto dal Chievo Verona. Sul gradino più basso del podio è arrivato invece il Cagliari. Per quanto riguarda invece l'Hellas Verona bisogna scorrere un po' di più la classifica, e scendere fino al 14mo posto.

La classifica è aggiornata con i provvedimenti disciplinari adottati nella stagione sportiva 2014/2015 riguardanti il Trofeo Fair-Play “Gaetano Scirea” istituito dal Consiglio di Lega per premiare le tifoserie più corrette delle Società di Serie A. La classifica tiene conto esclusivamente dei provvedimenti disciplinari adottati per comportamento dei tifosi.
Lorenzo Morandini

FONTE: Verona.IAmCalcio.it


LEGA PRO
Castiglione satellite dell'Hellas Verona, un'ipotesi per il futuro dei rossoblù
Il club aloisiano sta vagliando le varie soluzioni per poter proseguire l'attività. Al vaglio anche un accordo con i gialloblù, in alternativa caccia a sponsor locali o a un investitore esterno

di Andrea Gabbi
Castiglione, il direttore sportivo Erminio Gizzarelli e il presidente Ernesto Valerio

CASTIGLIONE. La grande speranza dopo l’immensa paura. Il Castiglione vuole a tutti i costi trovare una soluzione alla crisi che lo ha investito una decina di giorni fa. L’iscrizione al torneo di Lega Pro, al momento, sembra al sicuro. La dirigenza aloisiana sta procedendo con la burocrazia e il 30 giugno (termine per presentare la domanda di ammissione alla serie C) dovrebbe arrivare il via libera per partecipare al prossimo campionato, il terzo nei professionisti nella storia rossoblù. Il problema ora è il come partecipare. Manca infatti una parte di budget per mettere in cantiere l’annata. Le strade percorribili sono al momento 3 e nei prossimi giorni dovrebbero portare a una soluzione positiva.

Soluzione 1. Il Castiglione ha messo in moto tutti i suoi canali (anche istituzionali) per cercare sponsor in grado di sostenere il progetto Lega Pro. Uno di questi è la Sterilgarda che si è detta pronta a fare la sua parte. Proprio Sterilgarda (che pochi anni fa era main sponsor) sta cercando di convogliare altri imprenditori della zona per arrivare alla cifra del quale il Castiglione ha bisogno per impostare una rosa all’altezza della situazione nel nuovo campionato.

Soluzione 2. Il Castiglione ha intavolato diverse trattative anche con società di serie A per cercare collaborazione e sostegno. Contatti avviati con Chievo, Sassuolo e altre realtà. La pista più calda però sembra essere quella che porta all’Hellas Verona. La società scaligera potrebbe diventare la chioccia del Castiglione. I rossoblù diventerebbero così una sorta di club satellite per valorizzare i giovani dell’Hellas. Una partnership molto simile a quella instaurata nella scorsa stagione dal Mantova con il Genoa (in biancorosso arrivò mister Ivan Juric con diversi elementi della rosa genoana). I veronesi sarebbero anche pronti a dare un contributo per valorizzare il settore giovanile.

Soluzione 3. Il Castiglione cede parte del suo capitale societario a un nuovo soggetto imprenditoriale. Un soggetto al momento senza un nome e un cognome che però ha manifestato la volontà di entrare nel club non solo come sponsor, ma anche operativamente. Si tratterebbe di una cessione di quote che oscilla dal 60 al 70%. Ieri “mister X” ha presentato ai vertici societari aloisiani diversi documenti per attestare la volontà di chiudere la trattativa.
Tre piste percorribili, tutte piene di scogli ma fondate su basi importanti. Il tempo però inizia a stringere. Il Castiglione deve ancora ufficializzare il suo staff tecnico (Delpiano e Gizzarelli sono confermati ma attualmente in stand by). Non c’è ancora chiarezza sui confermati e sugli obiettivi di mercato. Insomma, il momento della svolta è arrivato e bisogna chiudere il cerchio. La campanella è suonata.

24 giugno 2015

FONTE: GazzettaDiMantova.Gelocal.it


25.06.2015
Tutto pronto per il ritiro a Racines
Gialloblù in ritiro a Racines

Altre due settimane di vacanza prima dell'inizio della nuova stagione. Il conto alla rovescia è già iniziato. L'Hellas sta definendo le ultime date fra raduno, probabilmente il 7 o l'8 luglio, oltre alla presentazione alla città di venerdì 10 prima della partenza fissata per la mattina successiva per Racines, in Val Ridanna, sede del ritiro per la terza stagione di fila, dove la squadra resterà fino al 26 luglio. Fra doppie sedute, tattica e percorsi in salita si incastra il primo test, fissato per domenica 19 a Stanghe di Racines contro il SudTirol, tradizionale partita con cui l'Hellas apre il ciclo di amichevoli precampionato. Terminata la prima fase di ritiro, dopo un paio di giorni di riposo è prevista la partenza per la Germania per l'amichevole di lusso del primo agosto contro l'Amburgo, terzultimo in Bundesliga e salvo dopo i playout giocati fra andata e ritorno con il Karlsruher, terza classificata della Seconda Divisione tedesca. La partita si giocherà al Volksparkstadion, impianto da 57mila posti che ha anche ospitato gare dei Mondiali del 2006, ed avrà inizio alle 17 in un pomeriggio in cui l'Amburgo si presenterà ufficialmente al suo pubblico. Dopo la gara di Amburgo il Verona partirà direttamente per la seconda parte del ritiro in Austria, per concludere il lavoro di preparazione al campionato. La A inizierà nel fine settimana fra sabato 22 e domenica 23 agosto, in anticipo di una settimana rispetto all'anno scorso per gli Europei in programma in Francia.
A.D.P.

25.06.2015
Il bomber Toni finisce sulle «figu» speciali Panini
Panini, le figurine speciali

La Panini realizzerà otto figurine speciali per celebrare la Juventus campione d’Italia, la vittoria del Carpi in Serie B e gli altri grandi protagonisti della stagione appena conclusa, come il bomber Toni dell'Hellas Verona. Ai neo-campioni d’Italia sono dedicate due figurine che ritraggono, rispettivamente, la festa-scudetto della Juventus e un primo piano dell’allenatore Massimiliano Allegri che alza il trofeo.
Altre figurine sono dedicate poi alle prime tre squadre classificate in Serie B e promosse in Serie A: vi sono raffigurati, infatti, i momenti di esultanza dei calciatori del Carpi, del Frosinone e del Bologna.
Ulteriori tre figurine ritrarranno gli altri protagonisti dello scorso Campionato: la prima è ancora a tinte bianconere ed elegge Carlos Tevez come “uomo dell’anno”; la seconda ritrae la coppia di capocannonieri, Luca Toni e Mauro Icardi; mentre la terza è dedicata al centrocampista della Lazio Felipe Anderson per il suo “alto rendimento” stagionale.

[...]

24.06.2015
L'AMICHEVOLE. Esordio stagionale con il Sudtirol. Domenica 19 luglio sul campo di Stanghe di Racines
Il 19 luglio test a Racines

L'AMICHEVOLE. Esordio stagionale con il Sudtirol. Domenica 19 luglio sul campo di Stanghe di Racines, si svolgerà la tradizionale amichevole estiva tra l'Hellas e i biancorossi del FC Südtirol. Il test match avrà luogo durante il ritiro estivo in Val Ridanna.

EUROTEST. Alla fine del ritiro in Val Ridanna, l'Hellas volerà nuovamente all'estero per confrontarsi con realtà stranierà di alto lignaggio. In questo senso va inquadrata l'amichevole del 1° agosto. I gialloblù di mister Mandorlini saranno di scena al celebre Volksparkstadion per l'eurotest con i padroni di casa dell'Amburgo, che si presenteranno nell'occasione al loro pubblico. Il fischio d'inizio è in programma alle 17.

IL RISCATTO. L'Hellas Verona ha riscattato dall'Alessandria Calcio il cartellino del centrocampista classe 1997 Luca Checchin. Grande protagonista con la Primavera di Pavanel, in copertina al Torneo di Viareggio, il baby gialloblù è stato convocato anche per qualche partita con la prima squadra.

23.06.2015
Il Bentegodi nella Top Ten della A E l'Hellas ringrazia i tifosi gialloblù
Gardini non nasconde la sua soddisfazione «Quasi quattrocentomila persone allo stadio nell'ultima stagione, vorrei consolidare questo dato»

Il direttore generale Giovanni Gardini con il responsabile della biglietteria Moris Rigodanze FOTO EXPRESS

Fra le prime dieci della A. Il Bentegodi si conferma parecchio frequentato, di sicuro in controtendenza rispetto ad un panorama generale in cui la gente allo stadio ci va sempre meno. Se l'Italia guarda con tanta invidia agli impianti stracolmi di Spagna, Germania e Inghilterra almeno Verona può staccarsi da gran parte della massa e vivere di luce propria. Come d'altronde è sempre stato. Dagli 11.500 abbonati per la C fino agli oltre sedicimila di due campionati fa. Dai tempi bui a quelli belli di adesso, grazie ad uno zoccolo duro intramontabile e a valori aggiunti in serie. Ventimila quasi le presenze per le gare dell'Hellas, con picchi di 28.200 col Milan e un tetto minimo dei 15.915 spettatori col Parma. Il pubblico del Verona, cifre alla mano, viene dopo Roma, Juve, Inter, Milan, Lazio, Napoli, Fiorentina, Samp e Genoa, ma anche davanti a piazze espressione per di più di bacini parecchio consistenti come Palermo e Toro.

CIFRE DA APPLAUSI. «Sono l'uomo dei numeri, quindi ve ne dico alcuni di particolarmente positivi. Abbiamo avuto una presenza di 387mila persone, anche se purtroppo penalizzati per i picchi negativi con la Roma, partita in cui abbiamo perso cinquemila biglietti, ma anche con la Juve considerato che dal punto di vista della classifica non era una gara di cartello perché contro chi era già diventato campione d'Italia. Nonostante tutto abbiamo venduto più biglietti nella parte veronese della stagione precedente. Vuol dire che la gente ha interesse verso le performance della nostra squadra del cuore», diceva ieri Giovanni Gardini, diggì dell'Hellas, alla presentazione della campagna abbonamenti, raccontando il dietro le quinte dell'annata del Verona e di un Bentegodi migliorato di continuo presto anche grazie a lavori in agenda che riguarderanno soprattutto la sicurezza fra migliorie ai tornelli e in generale alle infrastrutture.

VERSO IL 2016. La previsione per la prossima stagione? Gardini non ci pensa. Niente numeri, guarda solo a un tetto che sarebbe bello toccare: «Non voglio pormi limiti per gli abbonamenti, per questo una cifra non la dico. Se però riuscissimo a portare allo stadio altre 400mila persone sarebbe certamente motivo di soddisfazione. Di sicuro ci promettiamo di migliorare ed implementare i dati della passata stagione». In Serie A solo la Roma è andata oltre le quarantamila presenze, esattamente 40.118 contro le 38.553 ed un totale spettatori di 732.504 della Juventus. L'Hellas è vicinissimo al nono posto del Genoa, più distante in proporzione dall'ottavo occupato dalla Samp ma comunque ad un passo da società di primissimo livello, dalla grande tradizione e protagoniste entrambe da un campionato straordinario. Roma, Juve e Inter sono le uniche tre della Serie A a superare quota 700mila. Oltre trentamila spettatori di media li hanno anche Milan, Lazio, Napoli e Fiorentina prima di un vuoto notevole scavato fra le 575.049 presenze della Viola alle 423.241 della Sampdoria. Il Verona è subito dietro, neanche tanro distante. Deciso a confermarsi nella top ten del calcio italiano, fra le tifoserie più appassionate d'Italia e d'Europa. Senza mai un cedimento, con la solita incrollabile fede. I dati parlano chiaro. Il popolo dell'Hellas non tradisce mai, più forte anche dei momenti neri. Comunque presente, mentre l'italiano medio sceglie sempre più di frequente il salotto di casa e la poltrona per vedersi una partita di Serie A.
Alessandro De Pietro

23.06.2015
Quell'infinita voglia di gol Toni, esempio da seguire
Luca Toni

Ha riscritto la storia del calcio italiano. Non solo con i gol. Ventidue alla fine, capocannoniere della A a 38 anni. Nessuno era mai andato così oltre, nessuno aveva mai osato sfidare fino a questo punto le leggi della natura. Toni ha stracciato la sua carta d'identità da un pezzo, ha fatto parlare solo il campo Alla faccia delle nuove generazioni. Quei 22 gol però non dicono tutto. Non dicono ad esempio che Toni è l'unico dal 1929, da quando la A esiste, ad aver vinto la classifica marcatori a distanza di nove anni. Un'eternità.

Con la Fiorentina nel 2006 furono 31, meglio di Batistuta ed Hamrin che fino ad allora detenevano un record che pareva inattaccabile. Il calcio l'aveva dato per finito dopo l'ultima stagione alla Fiorentina, svista colossale di cui si accorse per primo proprio il Verona. Venti gol subito, due in più l'anno dopo anche senza Iturbe, Romulo e una squadra che produceva più dell'ultima e gli garantiva quindi più rifornimenti. Nessun problema, perché Toni ha avuto anche la forza di ripartire, di dare di più, di crearsi da solo occasioni che prima viaggiavano lungo un percorso più agevole senza dimenticare il gioco di squadra ed il bene dell'Hellas, fosse anche una rimessa laterale.

Quella che per molti era una vecchia gloria alla frutta, a Verona solo di passaggio, è diventata invece il riassunto di due campionati e probabilmente anche del terzo, il prossimo, dopo una firma pesantissima che ha aperto il mercato dell'Hellas. La ciliegina sulla torta sono le 38 partite inanellate da Toni, le ultime 22 senza saltare nemmeno un minuto. Un prodigio autentico, figlio della maniacale cura nei dettagli di un professionista esemplare che ora raccoglie i frutti di un percorso impeccabile e di anni in cui ha saputo gestirsi benissimo. Il bomber più prolifico della storia del Verona, a cinque gol da Riva, Mancini e Inzaghi nella classifica all time del calcio di A, ha la voglia di quand'era ragazzino e nessuno avrebbe scommesso un euro su quel ragazzo soprattutto grande e grosso senza troppi margini di manovra. Non è andata esattamente così, fra un Mondiale e la Scarpa d'Oro. E la corsa non è ancora finita.
A.D.P.

23.06.2015
Ha vinto ancora una volta il suo calcio. Di sacrificio, di lotta, di sostanza.
Ha vinto ancora una volta il suo calcio. Di sacrificio, di lotta, di sostanza. Andrea Mandorlini ha cambiato strada poche volte, rifugiandosi anche in un 5-3-2 portato avanti a lungo durante i mesi invernali che però non ha elevato più di tanto il rendimento di una squadra che nella sua testa ha sempre avuto due attaccanti esterni fedeli alla fase di non possesso e una mediana robusta, imperniata su Tachtsidis.

Il Verona può piacere o non piacere, ma Mandorlini al traguardo ci arriva sempre. Anche in anticipo. Col suo 4-3-3 cautelativo ed una predisposizione naturale prima di tutto a guardarsi le spalle. Il suo Hellas ha dovuto convivere per un anno intero con un equivoco come Saviola, meraviglioso campione più del passato che del presente, mai davvero dentro al calcio di Mandorlini se non quando il Verona è passato alle due punte. Spesso con gli uomini contati per infortuni vari che hanno bloccato a lungo mezza rosa e soprattutto Obbadi e Sala, il Verona s'è appoggiato a una vecchia guardia che come al solito non ha tradito.

Partendo da Hallfredsson per finire a Gomez, anche se la fase difensiva ha continuato a soffrire tantissimo. Solo Cagliari, Cesena e Parma, le tre retrocesse, hanno subito più dei 65 gol incassati dal Verona che dietro non ha avuto il contributo migliore possibile da parte di Rafa Marquez. Per la prossima stagione servirà una difesa molto diversa dalle ultime versioni. E questo lo sa anche Mandorlini.

22.06.2015
Ricordate Maksimovic? L'astro serbo era dell'Hellas
Maksimovic durante la finale del mondiale Under 20 decisa dal suo gol

Nemanja Maksimovic era del Verona. Il centrocampista della Serbia che ha deciso il campionato del mondo Under 20 con un assist e il gol-vittoria al Brasile nei supplementari nella finale di Auckland, in Nuova Zelanda, è stato uno dei colpi segreti dell'Hellas che - come spesso capita in questi casi - quando di mezzo c'è un profilo d'alta qualità ma non ci sono i mezzi per reggere un'asta era andata con grande anticipo dritta al punto, assicurandosi uno dei mediani più promettenti d'Europa.Il blitz del Verona spiazzò molte società di primo livello, italiane ed europee, tutte certe del fatto che Maksimovic sarebbe diventato un giocatore di grido come ha dimostrato anche al mondiale in cui è stato uno dei migliori insieme a Rajkovic della Stella Rossa e Zivkovic del Partizan, gente già affermata.

L'Hellas, completato l'investimento e chiuso l'accordo, lasciò «Maksi» parcheggiato agli sloveni del Domzale perché giovane e extracomunitario, impossibile quindi da tesserare subito in Italia. Un classe 1995 come lui aveva ancora bisogno di maturare e crescere senza troppe pressioni. Al momento giusto l'Hellas avrebbe deciso il da farsi. L'inganno però era dietro l'angolo. Il Domzale s'è tenuto Maksimovic fino a dicembre ma poi l'ha ceduto all'Astana, squadra campione del Kazakistan, con una mossa che ha di fatto ignorato il patto con l'Hellas. Un colpo basso che ha tolto al Verona un colosso perfetto davanti alla difesa, titolare nell'ultima stagione sia col Domzale che con l'Astana. Peccato, perché il Verona era arrivato prima delle big che da adesso in poi se lo contenderanno a suon di milioni.
A.D.P.

22.06.2015
Hellas, abbonamenti al via
Niente aumenti, più sconti

Una campagna abbonamenti all'insegna della stabilità, senza ritocchi e con qualche valore aggiunto. Il Verona ha svelato oggi prezzi e condizioni delle tessere per la stagione 2015-2016, in una conferenza stampa a cui hanno partecipato Giovanni Gardini, direttore generale del Verona, e il responsabile della biglietteria Moris Rigodanze.

Le novità riguardano l'offerta-famiglie, rimodulata rispetto al passato: 480 euro con un figlio o 560 euro con due o più figli. Introdotta la gratuità dal terzo figlio in poi, necessario certificato stato di famiglia rilasciato dopo il primo gennaio 2015.
Varato anche il pacchetto "1+1 Intero+Ridotto" al costo di 500 euro in tribuna superiore ovest per chi acquista un abbonamento intero e un ridotto in un'unica soluzione.
Sarà possibile inoltre sottoscrivere un nuovo abbonamento al costo di 100 euro in parterre est, con 800 posti disponibili. L'acquisto online dell'abbonamento sarà senza costi aggiuntivi rispetto alla biglietteria. I prezzi vanno dai 530 euro delle poltronissime est ai 350 euro delle poltrone est, dai 250 euro per la curva sud ai 790 per le poltronissime ovest, dai 450 euro per le poltrone est ai 350 per la tribuna superiore ovest. Gli abbonamenti saranno in vendita da domani sul sito dell'Hellas Verona nei punti vendita Vivaticket e alla biglietteria numero 1 del Bentegodi aperta con orario continuato lunedì e mercoledì dalle 10.30 alle 18.30, sabato dalle 9.30 alle 12.30.

«Abbiamo cercato di venire incontro alle esigenze dei nostri tifosi», ha commentato Gardini. «Non ci sono stati aumenti e in più abbiamo inserito il parterre, rivisto lo sconto-famiglie nelle poltrone est e inserito l'offerta adulto più ragazzo o over 60 a 500 euro in tribuna superiore ovest. L'obiettivo è raggiungere i 400mila spettatori totali nell'anno, dopo i 387mila della passata stagione».
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


Postata il 26/06/2015 alle ore 13:05

Il Presidente Setti, la Società e lo staff tecnico
augurano tanti auguri di buon compleanno a Riccardo Bigon.
Il Direttore Sportivo gialloblù compie 44 anni

Racines: amichevole con la Valle Isarco
Postata il 25/06/2015 alle ore 11:10
Verona – Dopo la conferma del test contro il Sudtirol, in calendario alle 17 di domenica 19 luglio, l’Hellas Verona FC informa che la stagione si aprirà con l’amichevole che metterà di fronte i gialloblù di mister Mandorlini alla Rappresentativa della Valle Isarco. Salvo contrordini, il match si disputerà alle 17 di giovedì 16 luglio, a Racines

Gardini: «Ecco la Campagna Abbonamenti 15-16»
Postata il 22/06/2015 alle ore 12:30
Verona - Le dichiarazioni del Direttore Generale gialloblù, Giovanni Gardini, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione della Campagna abbonamenti 2015-16 - #insiemeavoi. La stessa è stata anticipata a beneficio dei tifosi sulla pagina di un noto quotidiano a tiratura nazionale.

AL VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI
«Da martedì 23 giugno comincia la Campagna Abbonamenti 2015-16. Come già annunciato dal presidente, i prezzi non sono stati assolutamente aumentati, abbiamo cercato di creare nicchie diverse per dare la possibilità anche a coloro che hanno meno disponibilità di fare l’abbonamento, cercando di andare incontro alle esigenze di tutti. Ci sarà perciò un abbonamento al settore Parterre a 100 euro, in quel settore i posti sono limitati perché abbiamo una capienza di circa 800 seggiolini. La prelazione inizia martedì 23 giugno e terminerà martedì 14 luglio, fino a sabato 18 luglio ci sarà la possibilità di effettuare il cambio posto. Come al solito, l’abbonamento sarà caricato sulla tessera ‘Non vi lasceremo mai’. Un’altra novità importante è che nella Tribuna Superiore Est ci sarà la possibilità di fare l’abbonamento 1+1, un intero e un ridotto a 500 euro. Il prezzo dell’abbonamento è netto, non ci sarà alcun sovrapprezzo a carico dell’utente, anche questo è un segnale che vogliamo dare nei confronti dei nostri tifosi. Infine, una precisazione sull'offerta famiglia in Poltrone Est: il prezzo è di 480 euro con un figlio e 560 con due o più figli, questo vuol dire che dal terzo figlio in poi gli abbonamenti sono gratuiti, cosa che non era prevista l’anno scorso. Ci sarà il solito omaggio a favore degli abbonati e un regalo particolare per i più giovani che vanno ancora a scuola. Infatti, sempre nell’ottica di andare incontro alle famiglie, regaleremo ai ragazzi che sottoscriveranno l’abbonamento un diario del Verona».

22 giugno 2015 - Giovanni Gardini

IL BILANCIO DELLA STAGIONE 2014-15
«Mi piace ricordare i numeri della passata stagione e colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri tifosi che sono stati presenti sulle tribune del Bentegodi. Abbiamo avuto una presenza di 387mila persone, 40mila in meno di anno scorso, purtroppo l’anno scorso siamo stati penalizzati dalla squadre avversarie perché abbiamo patito picchi negativi con la Roma, in cui abbiamo perso 5mila biglietti, e con la Juventus ovviamente, perché era già campione d’Italia e chiaramente non era una partita di cartello dal punto di vista numerico. Per parte veronese abbiamo venduto più biglietti rispetto all’anno precedente, questo è motivo di grande soddisfazione perché vuol dire che la gente ha interesse verso le performance della nostra squadra del cuore. Questi sono dati che ci ripromettiamo di migliorare e di implementarli. Nella stagione 2013/14 la partita con più spettatori è stata quella con la Juventus in cui abbiamo fatto 26.700, quest’anno è stata quella col Milan in cui abbiamo registrato 28.200 presenze. Sempre nella stagione 2013/14, la partita con meno spettatori è stata quella con il Livorno (18.600 spettatori), quest’anno quella con l’Atalanta (17.700 spettatori), mentre la media delle presenze al Bentegodi quest’anno è stata di oltre 20.000 persone».

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Javier SAVIOLA accolto come una star al RIVER PLATE! Damiano TOMMASI torna a giocare in Champions League! Lo farà con LA FIORITA, club sanmarinese di non professionisti, grazie ad una battuta (rivelatasi poi non così battuta) di Andy SELVA attuale presidente del sindacato calciatori di San Marino che sarà suo collega in campo...

DRAFT NBA: Tutto più o meno come previsto all'evento NBA che assegna alle 30 squadre i nuovi giocatori privilegiando le 14 che non sono entrate ai playoff nella stagione precedente...

REFUSO CLAMOROSO SU LEGGO EDIZIONE MILANO! A causa di una svista esce titolo 'Pezzone sulla rubentus', dopo le telefonate indignate dei tifosi bianconeri oggi il quotidiano ammette l'errore e chiede scusa...

SERIE B: Arrestati 7 dirigenti del CATANIA causa truffe e gare 'comprate', tra loro anche il presidente PULVIRENTI...

FORMULA 1: MERCEDES ancora imprendibili per tutti, nella gara tutta interna alla scuderia tedesca è ROSBERG che sorprende il compagno HAMILTON stavolta, terzo l'ex ferrarista MASSA sulla WILLIAMS mentre VETTEL si deve accontentare del 4° posto; bruttissimo incidente per RAIKKONEN che centra in pieno ALONSO al primo giro ma nessuna conseguenza per i piloti...

SERIE A, ufficiale la panchina viola per PAULO SOSA mentre l'INTER 'soffia' KONGDOBIA al MILAN con un contratto da Top Player... Il PARMA è fallito, ripartirà dai dilettanti (si spera almeno dalla D ma non è affatto detto)

SUPERBIKE: Dopo il rientro che ha stupito tutti nelle libere BIAGGI conclude al 6° posto a Misano non male dopo 3 anni di inattività, il britannico REA vince e domina ancora...

La vera pagina di Leggo di ieri, le vere scuse di Leggo oggi

di Alvaro Moretti
Il linguaggio 2.0 lo chiama epic fail: per un errore tipografico è stata stampata su alcune copie milanesi di Leggo di ieri una bozza incompleta e non la vera pagina che vedete qui a fianco riprodotta, per come è stata portata a termine dai redattori.
Un titolo lì abbozzato ha offeso la Juventus e molti lettori, generando un tourbillon di reazioni in Rete. La nostra reazione è stata il dispiacere per l’errore e la voglia di chiedere scusa. A tutti.

Draft NBA, Towns prima scelta a Minnesota. D'Angelo Russell ai Lakers, Okafor a Phila

Tutto come previsto, per i Draft, l'evento tra spettacolo e mercato che assegna alle 30 squadre i nuovi giocatori, privilegiando le 14 franchigie che nell'anno precedente non hanno avuto accesso ai playoff.
Protagonista assoluto il lungo di Kentucky Karl-Anthony Towns, prima chiamata del draft NBA 2015 assegnata ai Minnesota Timberwoves. Al numero 2 la guardia di Ohio State,
D'Angelo Russell, ai Lakers, mentre i Philadelphia 76ers hanno chiamato al numero 3 un altro lungo, Jahlil Okafor.
Primo giocatore europeo, la chiamata numero 4 per il lettone Kristaps Porzingis, scelto da New York, mentre alla 5 è andato l'esterno croato del Barcellona Mario Hezonja, scelto da Orlando. Nella top ten Willie Cauley-Stein a Sacramento, Emmanuel Mudiay a Denver, Stanley Johnson a Detroit, Frank Kaminsky a Charlotte e Justise Winslow a Miami.

Il Parma è fallito, ripartirà dai dilettanti: "La speranza è l'iscrizione alla Serie D"

È finita alle 14 la storia del Parma nel calcio professionistico. Ed è finita nella maniera più scontata, ma anche più triste.
Con il fallimento scompare la società gialloblù, già scesa matematicamente in B sul campo lo scorso 29 aprile, dopo il 4-0 incassato in casa della Lazio. C'era stata, è vero, una retrocessione in B nel 2008, con immediata risalita l'anno seguente, ma questa volta per gli emiliani si chiude davvero un quarto di secolo ricco di gloria e di trofei. La data del 22 giugno 2015 resterà tristemente nella storia centenaria del Parma Fc, nato nel dicembre 1913.


L'isola felice del calcio va alla deriva. I tifosi, ormai rassegnati al peggio, ripassano i momenti di gloria. Tanti, a partire dal 1986 quando la sponsorizzazione del Parmalat apre sentieri nuovi e ricche prospettive. Sacchi e Zeman insegnano calcio moderno, ma è il pragmatismo di Nevio Scala, sergente di ferro, a fertilizzare l'entusiasmo della provincia che scala i quartieri nobili del calcio italiano. Promozione nel 1990 e dopo due stagioni Coppa Italia a spese della Juve del Trap con gol di Osio e Melli, eroi della prima fase con Benarrivo, Zoratto, Apolloni, Asprilla e 'Condor' Agostini. Alla terza con Melli e Cuoghi vince la Coppa delle Coppe (3-1 all'Anversa). Ecco Dino Baggio, Crippa, Zola e Sensini per la Supercoppa europea a spese del Milan di Capello.

Nel maggio 1995 il Parma fa il suo lusinghiero bilancio: terzo posto dopo lunga lotta con la Juve di Lippi che la batte in finale di Coppa Italia, ma si arrende nell'epilogo di Coppa Uefa, terzo sigillo europeo, protagonista Dino Baggio. Poi la realtà si fa dura, Tanzi affida la presidenza al figlio, la panchina al giovane Ancelotti, gli investimenti e le esposizioni diventano faraoniche, si creano le premesse per il disastro. Dopo Cannavaro arrivano Thuram, Chiesa e Crespo, dal vivaio esce Buffon e nel 1997 ecco lo scudetto sfumato per due punti con la Juve, che vale l'accesso alla Champions. Con Malesani il Parma vola in paradiso nel 1999: Coppa Uefa con 3-0 al Marsiglia, Coppa Italia dopo due pari con la Fiorentina, poi Supercoppa Italia sul Milan di Zac.

Comincia la diaspora dei campioni, la società scricchiola, ma fa in tempo a vincere un ultimo trofeo, una Coppa Italia nel 2002 con Junior e Carmignani in panchina. Nel 2006 arriva Tommaso Ghirardi, che l'anno dopo si affida a Cuper la cui gestione conduce alla retrocessione dopo 18 anni. Il Parma riparte dalla B e Guidolin ottiene subito la promozione. Negli anni arrivano Giovinco, Amauri, Candreva, Pellé, Biabiany ma è solo a metà 2011-'12, con Roberto Donadoni in panchina, che il Parma riprende quota: sette vittorie consecutive e ottavo posto il primo anno, decimo il secondo, 17 risultati utili consecutivi il terzo. Donadoni fa miracoli nonostante una società sempre in difficoltà, tanto che per i mancati pagamenti Irpef perde l'Europa League conquistata sul campo. È l'inizio della fine, neanche l'ex ct riesce a fermare la crisi che porta alla retrocessione e, oggi, al fallimento.

SPERANZA SERIE D La speranza, per il Parma, a questo punto è quella di ripartire almeno della Serie D. Il regolamento federale prevede che il titolo sportivo, ritornato nelle mani degli organismi federali, venga consegnato, sentito il parere del sindaco della città, ad una nuova società che dimostri di essere in grado di partecipare la campionato di serie D. Nei mesi scorsi, alcuni imprenditori locali, si erano incontrati per dare vita ad un progetto per l'eventuale iscrizione alla Serie D, ma negli ultimi tempi il loro lavoro si era fermato in attesa di conoscere gli esiti delle trattative con Corrado e Piazza. Ora, però, c'è il rischio, visti i tempi ristrettissimi, che non siano più in grado, loro o altri, di fare in tempo a mettere in piedi una società che possa affrontare la serie D.

Fiorentina, Paulo Sousa è il nuovo allenatore.
Il portoghese chiede Destro, Xhaka e Danilo


Paulo Sousa è il nuovo allenatore della Fiorentina. Il nuovo tecnico sarà presentato domani dal club viola. Partono Diamanti, Gilardino e Pizarro, forse Gomez, incerta la questione Salah che il Chelsea vorrebbe lasciare un altro anno. Per l'erede di Montella gli obiettivi sembrano Mirante, Xhaka, Danilo, Borini e Destro.

Superbike, Rea vince anche a Misano.
Biaggi ottimo sesto al rientro


Il pilota britannico Jonathan Rea (Kawasaki) continua a dominare in Superbike, oggi ha vinto anche sul circuito di Misano, nel giorno del rientro alle corse del 44enne Max Biaggi (Aprilia) giunto sesto, un risultato straordinario a quasi tre anni dalla sua ultima gara. Dietro a Rea si sono classificati Davide Giugliano (Ducati) e al terzo posto Leon Haslam (Aprilia). Rea era stato superato in gara 1 dal compagno di squadra Tom Sykes, ma poi si è rifatto ampiamente in gara 2, andando a vincere e conquistando il suo undicesimo successo in stagione su 16 gare disputate, e portando a 133 i punti di vantaggio sul primo degli inseguitori, che è proprio Sykes. La classifica iridata infatti ora vede Rea con 475 punti, seguito da Sykes a 242 punti, Haslam 226 e Davies 213.

Rea ha preso la guida della corsa al 16mo giro, con un sorpasso straordinario ai danni di Giugliano, che si trovava in testa dal settimo passaggio. Il pilota italiano dovrà attendere la prossima trasferta di Laguna Seca, per cercare di ottenere il tanto agognato primo successo nel Mondiale, che equivarrebbe inoltre alla centesima vittoria di un pilota italiano nel mondiale di superbike. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) ha chiuso anche gara 2 al sesto posto dopo una bella bagarre con il compagno di marca Jordi Torres (Aprilia). Molto atteso alla vigilia, il ritorno in pista del campione romano non ha deluso le aspettative. Biaggi ha combattuto a lungo per avvicinarsi alla zona podio.

FONTE: Leggo.it


Epic fail di Leggo: "Pezzone sulla rubentus" come titolo, pubblicata la bozza

Di Alessandro Brunetti
Ultimo aggiornamento Il 24/06/2015 alle 10:55 - Pubblicato on 24/06/2015 at 09:09Clamorosa svista per il giornale free che, almeno nell'edizione milanese, presenta una clamorosa gaffe nel titolo dedicato a un pezzo sulla Juventus ("pezzone rubentus"). Errore grossolano, in stampa evidentemente le bozze come si intuisce dalle "aaa" utilizzate nelle altre parti e il "altre news succulente di pallone"

Chi questa mattina, almeno a Milano, ha ricevuto il free press Leggo ha trovato una clamorosa sorpresa nella pagina sportiva. "pezzone sulla rubentus" come titolo, e poi un approfondimento sul mercato dei bianconeri con tanto di foto di Pogba. Una gaffe clamorosa, un epic fail che in poche ore ha fatto il giro dei social newtork.

Ma come è stato possibile? Probabilmente il giornale free ha mandato in stampa la bozza della pagina: "altre news succolente di pallone" nella notizia di spalla, e una serie di "aaa" a completare altre parti di giornale. Il problema è quel "rubentus", parola usata principalmente da tutti i tifosi anti juventini che non potrà certo far piacere al club bianconero. Pronte le scuse del Direttore Alvaro Moretti...

FONTE: It.EuroSport.com


Damiano Tommasi: “Giocherò di nuovo a centrocampo con La Fiorita. Tutto merito di Andy Selva…”
Damiano Tommasi

Redazione 23-06-2015 11:20
Gli anni passano, ma la passione resta, più viva che mai. Ritiro? Solo di facciata, per Damiano Tommasi, che di smettere di giocare a calcio non ne vuole proprio sapere. Sei anni nel Sant'Anna d'Alfaedo, squadra dilettantistica, tanto per non perdere il ritmo. Adesso la chiamata del La Fiorita, club sanmarinese, che gli darà l'opportunità di tornare a giocare in Europa. Come è nata questa idea? Lo racconta lo stesso Tommasi, in un intervista concessa a "La Gazzetta dello Sport": "Qualche settimana fa ho incontrato Andy Selva, presidente del sindacato calciatori di San Marino, che conoscevo dai tempi del Verona. Parlavamo di politica sportiva, a un certo punto mi ha fatto una battuta: 'Perché non vieni con noi in Europa League?'. Io ci ho riflettuto e ho detto sì".

Tommasi ha abbandonato da tempo il calcio professionistico, ma non ha mai smesso di giocare: "Non mi sento più un professionista. Con il Sant’Anna D’Alfaedo, in Seconda categoria, riesco a fare più le partite che gli allenamenti. Troppi impegni. Venerdì giocherò un’amichevole a San Marino, poi mi allenerò a casa aumentando i carichi. I dubbi sono legati alla tenuta fisica per 90 minuti". Centrocampo o difesa? Nella nuova squadra si tornerà al vecchio: "Per la verità al Sant’Anna ho giocato di più come centrale di difesa, per necessità. Con La Fiorita tornerò a centrocampo. Spero di non essere un peso per la squadra...".

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


24-06-2015
E' periodo di commoventi e romantici ritorni in Argentina. Dopo quello quasi certo di Tevez al Boca, in casa River è a ridosso dell'ufficiale quello di Saviola. "El Conejo" ritrova così la sua squadra del cuore, dopo aver girovagato (e vinto anche tanto) per l'Europa dal 2001 ad ora.
Saviola e il River, quando certi amori sono eterni

RAFFAELE CAMPO
Manca poco e Saviola sarà di nuovo un giocatore dei "Milionarios". Il numero 7 ha sempre sognato di un giorno di tornare a giocare e a segnare all'ombra del "Monumental", il suo primo stadio da calciatore professionista. E ora, a 33 anni, questo desiderio diventerà a breve realtà. Il legame tra lui e il River è qualcosa che va oltre le attuali regole non scritte di calcio mercato.

Più che esaltante è stata la carriera dell'argentino in Europa, tra il 2001 ad oggi, con le maglie di Barcellona, Monaco, Siviglia, di nuovo Barcellona, Real Madrid, Malaga, Benifca, Olimpiakos e, in ultimo, Hellas Verona. Solo con gli scaligeri Saviola ha lasciato sbiaditi ricordi. Poche presenze (15 totali) e solo una rete segnata in Coppa Italia contro il Perugia e l'assit vincente a Nico Lopez che ha regalò all'Hellas il 2-2 nella sfida di San Siro contro l'Inter a metà novembre.

Ma guai a dimenticare il Palmares di "El Conejo": in particolare, la Liga vinta con il Real nel 2008 e l'Europa League alzata al cielo un anno prima con la maglia del Siviglia. Senza dimenticare l'oro olmpico con l'Argentina ad Atene nel 2004.

Ora è venuto il momento il momento di tornare a casa. Queste le sue ultime dichiarazioni, riportate da Gazzetta.it: "Devo solo firmare il contratto però è tutto pronto per tornare. Non vedo l'ora di cominciare ad allenarmi, è arrivato il momento giusto per tornare. La gente non vede l'ora di rivedermi e io farò di tutto per non deluderla. mi sento amato come quando me ne andai. Voglio fare le cose per bene".

Dopo Tevez, Buenos Aires è dunque pronta a (ri)accogliere un'altra leggenda.

FONTE: Vavel.com


SERIE A
Tevez contro Saviola, quindici anni dopo
26.06.2015 07.15 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
Si sono sfiorati, ma non si sono mai scontrati. Almeno in Argentina. I due attaccanti simbolo di River Plate e Boca Juniors a cavallo del millennio hanno rischiato di scrivere la storia del Superclasico di Buenos Aires, uno degli scontri più feroci - sia in campo che sugli spalti - dell'intero pianeta. Storie simili, di ragazzini precoci (e fortissimi): il Conejo è esploso a sedici anni, giocando con la maglia dei Millionarios, guadagnandosi l'apelido di nuovo Maradona - non è stato l'unico, a onor del vero - anche a causa di un'Apertura 1999 meraviglioso, stravinto a 18 anni: dopo due stagioni da capocannoniere finì al Barça, sulle orme del Pibe. La sua storia non è finita lì, passando da Monaco a Siviglia, da Real Madrid, Benfica e Malaga. Concludendo con Olympiacos, benino, ed Hellas Verona, un solo gol. Troppe cartucce sparate in gioventù, forse.

Dall'altra parte della barricata c'è Carlos Tevez, faccia sporca e piedi veloci, senza dubbio il miglior giocatore della scorsa Serie A. Incredibile che voglia ritornare in Argentina da perdente (in una finale di Champions League), ma le scelte possono anche essere rispettate, soprattutto dalla Juventus, società modello capace di creare un impero formato dai tanti giovani che è riuscita ad attirare con la propria forza di gravità. Tevez in Argentina non era meraviglioso come Saviola, e il trasferimento al Corinthians (20 milioni di dollari nel 2004) lo ha fatto esplodere. Storie diverse per una sfida che accende Buenos Aires: là dove anche i più forti rischiano di essere imbrigliati.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


23.06.2015
Tommasi va a sfidare il Vaduz
Damiano Tommasi

Un sogno possibile. Damiano Tommasi ha pescato il Vaduz. Viaggio in Liechtenstein e sfida a Serravalle. La sua avventura con il La Fiorita, club sammarinese che ha richiesto i servigi di Damiano esclusivamente per le due sfide del primo turno di Europa League, potrebbe anche trovare un seguito.Il Vaduz non è avversario impossibile, l'urna è stata benevole. Ma il La Fiorita è pur sempre squadra formata per lo più da dilettanti. Ecco allora i rinforzi. Oltre a Damiano anche Adrian Ricchiuti, il fantasista argentino che a lungo ha calcato i campi del professionismo in Italia e pure Andy Selva, ex attaccante dell'Hellas Verona, icona sacrà del calcio sotto il monte Titano.Ci proveranno Damiano e compagni a superare l'ostacolo del primo turno. In campo il 2 e il 9 luglio. Qualcuna aveva sognato pure una sfida affascinante ma impossibile contro il West Ham United. Il viaggio in Liechtenstein sarà magari meno affascinante ma alza di qualche punto percentuale le possibilità del La Fiorita di restare in Europa un po' di più del previsto.Per il resto, tutto è già molto chiaro. Tommasi è stato prestato dal Sant'Anna d'Alfaedo al club sammarinese giusto lo spazio di 180'. Necessari per provare a stupire. Finita (prima o dopo) l'avventura di Coppa, il centrocampista di Vaggimal tornerà a dare il suo contributo ai Falchi della Lessinia.

23.06.2015
Catania, partite «comprate» e truffe: arrestati 7 dirigenti
Pulvirenti, presidente del Calcio Catania

Sette dirigenti del Catania, tra i quali il presidente Antonino Pulvirenti, il suo vice Pablo Cosentino e l'ex direttore sportivo del Catania Daniele Delli Carri, sono stati arrestati su ordine della Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Catania. Gli arrestati sono accusati a vario titolo, di frode in competizioni sportive e truffa: avrebbero comprato le partite alterando così i risultati degli incontri della squadra etnea e l'esito del campionato di Serie B. Perquisizioni sono in corso in tutta Italia.

IL PRESIDENTE CON IL RECORD IN A. Pulvirenti, imprenditore 53enne ex numero uno della compagnia aerea a basso costo Windjet chiusa nel 2012, è il patron della società etnea dal 2004, e in 11 anni ha portato il club in Serie A, battendo il record di permanenza nella massima serie, salvo poi retrocedere in Serie B al termine della stagione 2013/14.

DALLI CARRI. È stato arrestato ai domiciliari nella sua abitazione di Francavilla al Mare, l’ex direttore sportivo del Pescara Daniele Delli Carri, raggiunto dal provvedimento dalla Procura di Catania in merito alla nuova inchiesta sul calcio scommesse della magistratura etnea. Delli Carri è stato protagonista con il Pescara di Zeman nella promozione di tre anni fa in Serie A. Dopo l’esperienza con il Pescara aveva lavorato con il Genova e recentemente con il Catania.

21.06.2015
Gp d'Austria, vince Rosberg
Niente podio per le Ferrari

Rosberg celebra la vittoria al Gran Premio d'Austria

SPIELBERG (AUSTRIA). Nico Rosberg ha vinto il Gran Premio d’Austria. Il tedesco della Mercedes, scattato dalla seconda posizione, ha sorpreso in avvio il compagno di scuderia Lewis Hamilton, chiudendo con un margine di poco più di due secondi sul campione del mondo in carica, costretto a un drive through di 5 secondi. Alle spalle delle Mercedes, alla sesta doppietta stagionale, la Williams di Felipe Massa, che ha preceduto di pochi decimi la Ferrari di Sebastian Vettel, con il tedesco penalizzato da un pit-stop durato 13'' per un problema alla posteriore sinistra. Per la Ferrari seconda gara senza podio.
Quinta l’altra Williams, con Valtteri Bottas, seguono Nico Hulkenberg, Pastor Maldonado e Max Verstappen.
Weekend da dimenticare per Kimi Raikkonen, protagonista di uno spaventoso incidente, per fortuna senza conseguenze, al primo giro, con Fernando Alonso. La McLaren dello spagnolo è finita sopra la Ferrari del finlandese. Alonso e Raikkonen sono scesi dalle rispettive monoposto senza difficoltà ma per loro, che scattavano dalle retrovie, gara subito finita e dentro la safety car.

VETTEL: «UN PO' DI AMAREZZA MA SENSAZIONI POSITIVE». «C’è un po' di amarezza perchè volevo salire sul podio e portare a casa un trofeo, ma a volte va così. I nostri ragazzi sono i più veloci della pit-lane ma queste cose possono accadere, siamo una squadra e queste sono le gare. Ci riproveremo l’anno prossimo». Sebastian Vettel ’assolvè i meccanici dopo il contrattempo ai box che di fatto ha compromesso le sue chance di salire sul podio al Gran Premio d’Austria.
«Ma ci sono molti aspetti positivi», continua il tedesco. «È stata una gran bella gara, uno splendido weekend dal punto di vista organizzativo che merita un 10, ambiente e circuito sono fantastici e noi siamo riusciti a spingere con questa ottima macchina. Abbiamo fatto un altro passo avanti, abbiamo un ottimo passo gara ma con giri molto piccoli era dura creare grossi distacchi. Credevo che fossimo più vicini alle Mercedes più di quanto non dica il risultato, abbiamo buone sensazioni per la prossima gara».

Ma la Williams sta tornando. «Sono rimasto sorpreso nel vedere quanto fossero veloci», confessa Vettel. «Credo che con questo nuovo motore possano correre con più potenza e questo rende le cose più interessanti. Ma stiamo andando nella direzione giusta, sia in pista che a Maranello. Abbiamo bisogno però di tempo, non dimentichiamo da dove veniamo e dove siamo ora. Siamo quarti e siamo delusi ma portiamo a casa un buon bottino di punti e guardiamo ora alla prossima gara».

FONTE: LArena.it

Calciomercato HELLAS: Tutti i 'rumors' del web e la lista continuamente aggiornata dei nomi che 'girano' in entrata ed in uscita attorno al VERONA...

Pubblicato da andrea smarso venerdì 26 giugno 2015 08:00, vedi , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#MercatoHellas +   -   =

Alessandro Di Pietro dai microfoni di Radio Verona 'cassa' la pista INIGUEZ dopo il non certo positivo riscontro del Gennaio scorso quando, secondo fonti scaligere, l'ARGENTINOS JUNIORS cambiò le carte in tavola facendo saltare l'affare: Il VERONA non sembra più intenzionato a tornare sul pezzo.
Anche la pista MEJIA sarebbe tramontata...
Solo rimandato l'arrivo di WINCK che oggi, al contrario di quanto sostenevano più finti web, non era in città a fare le visite mediche (non era nemmeno in Italia a dire il vero) ma l'ingaggio è ormai definito, si attende solo il momento giusto per l'ufficialità, senza fretta...
Per quanto riguarda ZAMPANO PESCARA e VERONA si sono accordate ora si attende (più o meno) la volontà del giocatore per la cessione definitiva (si parla di circa 1,3 mln per l'intero cartellino).
CalcioMercato.it vocifera di un possibile rilancio del NAPOLI per SALA: I partenopei arriverebbero a 4 milioni ma difficilmente l'HELLAS scenderà sotto i 6 forte anche del rinnovo di Jacopo.
BONERA, SPOLLI e CAMPAGNARO potrebbero non essere prime scelte per la difesa... Caso a parte per MARCHESE?
La sensazione è che il vero obiettivo di BIGON, per sollevare definitivamente un reparto in emergenza da un paio di stagioni almeno, non è stato ancora rivelato (e fra l'altro anche FEDDAL per la difesa è più che mai in ballo).
Per NICOLAS il LANCIANO sembrava in vantaggio ma le ultime dicono che il portiere fresco di rinnovo con l'HELLAS passerà la prossima stagione ancora in B ma al TRAPANI di Serse COSMI (che si mette in fila con NOVARA e PESCARA anche per TORREGROSSA), a rivelarlo è Sky Sport.

...Per la zona centrale della difesa spunta il nome di Norbert GYOMBER; a farlo è il quotidiano TuttoSport che aggiunge anche le concorrenti dell'HELLAS al nazionale slovacco classe '93: SAMP e PALERMO.

Ritorno di fiamma per Gaspar INIGUEZ che SOGLIANO aveva provato a prendere già a Gennaio e poi non se n'era fatto nulla (con tanto di strascico polemico finale tra scaligeri e ARGENTINOS JUNIORS sulle responsabilità dell'affare sfumato): Come rivela la Gazzetta dello Sport sul centrocampista argentino classe '94 c'è anche l'interessamento del TORINO.
Fatta per WINCK terzino/esterno di centrocampo brasiliano dell'INTERNACIONAL PORTO ALEGRE che probabilmente sarà a Verona per le visite già oggi poi partirà per il ritiro e comincerà la 'cura' mandorliniana sulla fase difensiva che, come per tutti i brasiliani, pare sia carente...
Secondo Sky Sport 24 lo SPEZIA sarebbe interessato a MARTIC, per SPOLLI rientrato al CATANIA duello HELLAS-EMPOLI, per CAMPAGNARO ci sono anche MALAGA e MONTREAL.

Nonostante le smentite di BIGON, SALA sarebbe già del NAPOLI che attende solo lo sbrogliarsi dell'affare VRSALJKO, lo rivela il quotidiano 'Il Mattino' che conferma anche la cifra sborsata dai partenopei 'solo' 3 milioni + bonus.
Di Marzio confrema: ZAMPANO di ritorno al PESCARA per un milione circa, nel 'pacchetto' anche il prestito di Alejandro GONZÁLEZ, l'ufficialità tra oggi e domani (per quanto mi riguarda rimango molto perplesso)...
Dalla B anche il NOVARA chiama TORREGROSSA...

Pescarasport24.it da quasi per certo il ritorno di ZAMPANO al Delfino ma personalmente qualche dubbio mi rimane, Francesco potrebbe essere pronto al grande salto e SETTI già nella passata stagione aveva posto i riflettori su questo interessante terzino classe '93 in grado di giocare anche sulla fascia mancina; tuttavia i biancazzurri avrebbero offerto un milione e sarebbero interessati anche al prestito di TORREGROSSA reduce da una buona stagione al CROTONE.
Secondo Gazzetta.it il NAPOLI aveva chiuso per SALA sulla base di 3 'miseri' milioni, interviene poco dopo BIGON a chiarire che per il giocatore non sono state avanzate ancora offerte a dispetto di rumors e cifre da considerarsi del tutto inventati.


Per la difesa il nome caldo è SPOLLI, sul giovane BUBNIC dell'UDINESE piomba anche il CARPI.
Su SALA il NAPOLI e la FIORENTINA ma i partenopei sembrano in vantaggio (anche se mister SARRI cerca un terzino e Jacopo potrebbe non essere proprio considerato tale dal tecnico campano).
SØRENSEN lascia definitivamente la JUVE (e la Serie A), per i prossimi 4 anni giocherà in Bundesliga col COLONIA nel frattempo anche OBBADI lascia il Principato e si trasferisce al LILLE sempre in Ligue 1.

Colpaccio HELLAS che si aggiudica lo svincolato PAZZINI che con l'amico TONI formerà una coppia d'attacco micidiale in Serie A! Stasera l'ufficialità dell'ingaggio alla presentazione dell'HELLAS 2015-16 allo stadio Olivieri di via Sogare.
I primi rumors dicono che la società di via Belgio ha offerto al giocatore 5 anni di contratto a circa un milione di Euro a stagione...

Per SALA c'è anche il NAPOLI dato il complicarsi dell'affare VRSALJKO, BIGON a colloquio con l'agente di PAZZINI per limare gli ultimi dettagli, stasera alla presentazione dell'HELLAS 2015-16 potrebbe arrivare una grandissima sorpresa.

In attesa della decisione di PAZZINI ormai imminente (e sulla quale Verona sembra la pista più concreta), secondo Di Marzio l'HELLAS avrebbe chiesto all'UDINESE la disponibilità per il prestito di Igor BUBNIC, difensore centrale croato del '92 con 8 presenze in Serie A coi friulani nella passata stagione; l'esperto di mercato rivela inoltre di un incontro tra HELLAS e SPEZIA per la cessione definitiva di NENÊ agli aquilotti.
Si raffredda la pista TORINO per SALA: Il giocatore non sarebbe del tutto convinto della destinazione (e se così fosse come dargli torto? Se proprio ci deve lasciare almeno lo faccia per una vera grande)... Inutile in questo senso anche il corteggiamento del SASSUOLO se pur fosse confermato.
Ritorno di fiamma per ALBERTAZZI? VERONA ed EMPOLI sul centrale rientrato al MILAN dopo due stagioni (non del tutto convincenti) in Riva all'Adige...


Il PESCARA non ha abbandonato ancora l'idea di riavere ZAMPANO per il prossimo campionato cadetto e, secondo TuttoMercatoWeb.com, avrebbe presentato offerta per il terzino: Difficile credere che il Delfino la spunterà dopo aver avuto la possibilità di riscattarlo precedentemente ad un prezzo ritenuto probabilmente troppo alto... A meno che il club scaligero non abbassi le pretese (cosa anche questa poco probabile per un quasi-giovane ritenuto in piena rampa di lancio) oppure decida per un rinnovo del prestito.

Al momento per PAZZINI SAMP e HELLAS sembrano leggermente avanti sulle altre pretendenti, i gialloblù in particolare, essendosi mossi prima di tutti, secondo SportItalia hanno offerto al giocatore un quinquennale da 1,5 milioni a stagione: Gianpaolo riflette, senza fretta (intanto però il presidente dei blucerchiati sembra estrarsi dalla lotta 'Pazzini? Sicuramente non verrà da noi. Almeno per il momento')

...Anche RAFAEL e NICOLAS hanno rinnovato il loro legame con l'HELLAS: DE ANDRADE probabilmente fino al 2017 mentre per NICOLAS non è dato sapere se non che il rinnovo è pluriennale (non si capisce questo segreto nel comunicare per quanti anni suscita un contratto tra giocatore e società).
Nel frattempo SOGLIANO dal CARPI pensa a PISANO per l'esterno della difesa ma al momento è tutto in divenire ed Eros ha dimostrato di potersi dimostrare molto utile sia a destra che a sinistra se chiamato in causa con continuità (come gli è successo dal suo arrivo a Verona a Gennaio dell'anno scorso): A destra arriverà WINCK e probabilmente rimarrà ZAMPANO, a sinistra c'è SOUPRAYEN... Possibile che il mister decida di rinunciare al terzino ex PALERMO? Al momento secondo me no.

Rinnova anche Bosko JANKOVIĆ!
Secondo TuttoMercatoWeb.com BIGON cerca esperienza e qualità a buon prezzo in difesa ecco perchè stà 'puntando' il 35enne Hugo CAMPAGNARO appena svincolatosi dall'INTER e Nicolas SPOLLI 32enne di ritorno al CATANIA dopo la deludente esperienza alla ROMA.

Il TORINO 'inquadra' SALA: Non appena DARMIAN sarà ufficializzato allo UNITED, secondo Di Marzio, la squadra granata farà una prima offerta, si parla di 5 milioni più bonus legati probabilmente a presenze/assist/gol...
Per CAPPELLUZZO, bomber della Primavera aggregato qualche volta alla prima squadra nella passata stagione, sono in fila MODENA e LANCIANO (che età riottenendo il prestito del portiere NICOLAS dal VERONA)


Rinnovano sia Juani GOMEZ TALEB (fino a Giugno 2018) che VALOTI (fino a Giugno 2019) come annunciato la scorsa settimana dal presidente SETTI.
Con loro TuttoMercatoWeb.com invia a Verona il 18enne ANDRIUOLI attaccante classe '97 e svela che per il colombiano MEJIA c'è la concorrenza dell'ATLETICO NACIONAL di Medellin che lo cedette ai messicani del MONTEREY nel 2014.
Domani l'incontro tra l'HELLAS e l'agente di RAFAEL in scadenza nel 2016, si parlerà di rinnovo...
Ufficiale il secondo di MANDORLINI sarà Diego BORTOLUZZI dall'UDINESE, ex centrocampista che incrociò la sua carriera con quella di TONI al TREVISO, con lui anche Andrea ZANCHETTA collaboratore tecnico.
Secondo il Corriere dello Sport il VERONA è interessato al centrale difensivo ASTORI tornato al CAGLIARI dopo una stagione grigia alla ROMA ma sul classe '87 (dall'ingaggio non leggero per le casse gialloblù) ci sarebbero anche le inglesi SUNDERLAND ed EVERTON oltre allo SCHALKE 04 dalla Bundesliga...
NOCERINO in uscita dal MILAN: SAMP, ATALANTA e VERONA alla finestra ma anche qui l'ingaggio potrebbe essere un problema.
Parla in esclusiva a InterCafe24 l'agente di Cristiano BIRAGHI terzino sinistro azzurro Under 21 di proprietà INTER: 'AUGSBURG e VERONA piste concrete'.

Per la zona centrale della difesa torna in auge l'idea SPOLLI argentino del CATANIA già cercato in passato dall'HELLAS.
Oggi, giorno del raduno del VERONA a Peschiera, potrebbe essere il giorno del rinnovo per Mattia VALOTI svincolatosi dall'ALBINOLEFFE precipitato fra i dilettanti, su di lui il PERUGIA e altre squadre cadette.
PAZZINI, è asta in Italia fra ATALANTA, TORINO, SAMPDORIA, FIORENTINA e VERONA mentre dall'estero sarebbero interessati all'attaccante a parametro zero BETIS SIVIGLIA e GALATASARAY!

CALDIROLA rifiuta l'offerta dell'HELLAS, troppa la differenza tra l'ingaggio attualmente percepito al WERDER BREMA e quello che i gialloblù avevano in mente, per lui ci prova il DARMSTADT neopromossa in Bundesliga: Poco male, il difensore non è mai stato una prima scelta per il club scaligero.
Per ANTEI, difensore del SASSUOLO, sarebbero rimasti in lizza l'HELLAS e il CARPI anche se fonti bene informate non pongono il giocatore neroverde tra i pensieri fissi di BIGON.

Secondo la Gazzetta dello Sport il TORINO avrebbe già le mani su SALA mentre BIGON avrebbe chiesto la disponibilità di MEJIA, centrocampista colombiano 26enne, al MONTERREY squadra di calcio messicana proprietaria del calciatore.


Preso Claudio WINCK! Secondo la Gazzetta dello Sport il terzino destro brasiliano 21enne di proprietà dell'INTERNACIONAL di Porto Alegre arriverà in prestito con diritto di riscatto; seguito fin da Gennaio da SOGLIANO, la società di Via Belgio avrebbe chiuso l'accordo col talento sudamericano (fermo da qualche mese per un problema muscolare) nella notte.
Mentre si spegne rapidamente in difesa la pista che porta ad ANTEI del SASSUOLO se ne accende subito un'altra per il terzino destro Giulio DONATI del BAYER LEVERKUSEN, continua ad essere caldo invece il nome di un altro giocatore della Bundesliga: CALDIROLA anche se non sembra al momento essere una priorità per l'HELLAS che dietro si muoverà coi piedi di piombo per non commettere gli errori del passato e valutare appieno la soluzione migliore...

Rinnovo fino al 2017 per SALA, poi che rimanga un'altra stagione in gialloblù è tutto da vedere... L'importante è dare un segnale al mercato: Volete il giocatore? Lo dovete pagare quanto vale e non un po' di meno perché va in scadenza il prossimo anno!
Lo svincolato BENUSSI raggiunge SOGLIANO al CARPI, ufficiale l'accordo annuale con opzione sul 2017.
Centrale di difesa oggi spunta il nome di ANTEI classe '92 appena riscattato dal SASSUOLO sul quale insistono anche GENOA, ATALANTA, CHIEVO e CAGLIARI.

LANCIANO, MODENA e LATINA in fila per CAPPELLUZZO che potrebbe essere pronto per una stagione da titolare in cadetteria...
Si chiama Sandro WAGNER e potrebbe essere uno dei possibili vice-TONI (soprattutto dopo l'uscita del presidente su PAZZINI): Centravanti tedesco 27enne dell'HERTA BERLINO, 194 cm per 87 kg, ha il contratto in scadenza il prossimo anno e piace molto in Inghilterra...

Come anticipato ieri è ufficiale anche la firma di SILIGARDI, esterno d'attacco svincolatosi dal LIVORNO e a lungo inseguito dai gialloblù, contratto triennale per lui.
Per FEDDAL in lizza anche UDINESE e LEVANTE, per BONERA è derby col CHIEVO ed il fatto che entrambi siano svincolati non fa altro che aumentarne l'appeal ovviamente...
Nella corsa di mezza Serie B a TORREGROSSA si infila anche la SALERNITANA.


...Dalla Serie B l'AVELLINO punta deciso MONACHELLO, attaccante ex LANCIANO di proprietà del MONACO associato anche all'HELLAS nei giorni scorsi, e chiede lumi al VERONA per BIANCHETTI appena riscattato dai gialloblù dall'INTER: A rivelarlo Gianluca di Marzio.
Su PAZZINI inserimento dell'ATALANTA (squadra che ha lanciato il calciatore ai massimi livelli) ma ad essere in vantaggio sembrano comunque i gialloblù.

Domani 2 Luglio sarà con ogni probabilità il giorno della presentazione di SILIGARDI che ha sostenuto le visite mediche e firmato nei giorni scorsi; a seguire JANKOVIĆ e GOMEZ ma anche SALA e VALOTI per i quali, per dirla col presidente SETTI, siamo ai dettagli.
...Per la difesa si valuta anche BONERA in uscita dal MILAN.
LANCIANO non solo NICOLAS! Il club rossonero chiede anche le disponibilità di RABUSIC e TORREGROSSA.
L'agente di MARCHESE 'Confermo l'interesse del Verona ma per ora nessuna trattativa concreta', l'agente di VIVIANI 'Nello scegliere Verona decisione non c'è nulla contro Palermo'

Secondo il quotidiano 'Il Tempo' la ROMA avrebbe mantenuto una clausola di riacquisto in qualsiasi momento sul neoacquisto gialloblù VIVIANI, clausola non ricocnosciuta dalla FIGC ma perfettamente legale in quanto scrittura privata tra aziende.
SOGLIANO porta BENUSSI al CARPI? Il portiere che nelle mire dell'ex diesse poteva sostituire RAFAEL e dare a GOLLINI il tempo di crescere continua ad essere molto stimato da Sean che lo stà inseguendo per ingaggiarlo a parametro zero nella squadra emiliana neopromossa...
Intanto il presidente SETTI parla di PAZZINI: 'Obiettivo molto difficile ma... Vediamo'.
Su NENÊ si muove l'AVELLINO dalla Serie B.

Visite mediche superate per VIVIANI che, preso definitivamente dalla ROMA, firma un quinquennale con l'HELLAS! Colpaccio di BIGON per un regista 23enne dalle potenzialità davvero importanti; ufficialità anche per Samuel SOUPRAYEN 26enne terzino sinistro svincolatosi dal DIJON in grado di giocare al centro della difesa...
Per CALDIROLA, difensore italiano del WERDER BREMA, c'è l'offerta dell'HELLAS ma anche l'AMBURGO è sul giocatore (probabilmente con mezzi economici ben superiori a quelli gialloblù).


...È sempre caccia ad un difensore autorevole per la prossima stagione dell'HELLAS, nuovi nomi nascono (e muoiono) praticamente ad ogni ora, questa volta spunta quello del 35enne Hugo CAMPAGNARO vice campione del mondo con l'ARGENTINA ai mondiali dell'anno scorso...
E dopo il comunicato di fuoco del presidente del PALERMO ZAMPARINI sul (presunto) voltafaccia ai rosanero, sono in molti a dare l'affare VIVIANI fatto per i gialloblù che, in attesa di capire come si evolverà la situazione in mediana, metterebbero le mani sul sicuro talento del regista di scuola ROMA.

Sondaggio HELLAS per Leonardo CAPEZZI 20enne del vivaio fiorentino che ha giocato con buoni risultati al VARESE in Serie B: In quella posizione il pallino del mister è TACHTSIDIS ed in società faranno più o meno di tutto per accontentarlo ma, non dovesse succedere, il centrocampista/mediano di proprietà FIORENTINA potrebbe essere un'alternativa come del resto VIVIANI della ROMA con la quale il VERONA, secondo Di Marzio, avrebbe già un accordo di massima.
Vicinissimo, secondo CalcioMercato.com, il difensore centrale '89 dell'HAJDUK SPALATO Mario MALOCA.

Altro nome per la difesa: Giovanni MARCHESE del GENOA 'conteso' (da tempo) anche dal CHIEVO.
Per l'inizio della nuova stagione SOGLIANO dovrebbe portarsi al CARPI anche Massimiliano DIBROGNI e Roberto GEMMI che manterranno fondamentalmente gli stessi ruoli che avevano in Via Belgio e cioè Segretario Generale il primo e Capo Osservatore il secondo.
Il LANCIANO spinge per riavere NICOLAS in prestito: Il portiere 27enne ha disputato una stagione da titolare in cadetteria distinguendosi come numero uno affidabile sul quale puntare per almeno un'altra stagione, rimane da vedere se anche l'HELLAS proprietario del cartellino è dello stesso avviso o ha in mente per il brasiliano soluzioni alternative.
Alla fila per SALA si aggiunge anche il SASSUOLO...


Secondo la redazione Sport di Mediaset l'HELLAS avrebbe chiuso l'acquisto di PAZZINI dal MILAN! Per il forte centravanti, 'lanciato' proprio da MANDORLINI nell'ATLANTA nel 2003, sarebbe pronto un quadriennale; se confermato, sarebbe il primo vero grande colpaccio di BIGON e il VERONA acquisirebbe un giocatore potenzialmente devastante in coppia con TONI!
Altro nome per la zona centrale della difesa: Il diesse scaligero avrebbe parlato con i colombiani del DEPORTIVO CALÌ di German MERA seguito anche dal PALERMO in queste ore, a riportarlo è Di Pietro sulle colonne de L'Arena.

BIGON cerca di convincere VALOTI a rinnovare in maglia gialloblù dato che la mezzala riadattato a centrale di centrocampo da MANDORLINI è molto apprezzato dal mister e perdipiù sarebbe un colpo a parametro zero ma il figlio di Aladino ha parecchi estimatori e, primo fra tutti sembra il PERUGIA che lo segue da molto vicino...

Il sito web Hellas1903.it parla di un inserimento dell'HELLAS nella trattativa che il SASSUOLO avrebbe intavolato con la ROMA per avere Federico VIVIANI playmaker nazionale azzurro Under 21 del '92 che molto bene ha fatto al LATINA nella stagione appena trascorsa.
Per la difesa spuntano come funghi nuovi papabili: È il turno di Mario MALOCA classe 1989 di Zagabria che è esploso con la maglia dell'HAJDUK SPALATO e, sempre secondo CalcioNews24.com, sarebbe pronto per reggere il palcoscenico della Serie A italiana.
Secondo Gazzetta TV il nome nuovo nel reparto arretrato dell'HELLAS VERONA potrebbe essere Diego POLENTA arrivato al GENOA 19enne nel 2011 e Campione d'Italia con la Primavera di quell'anno, si è poi un po perso e, dopo aver militato per 3 stagioni in Serie B al BARI, e tornato in prestito nel natio Uruguay a giocare col NACIONAL...


...Anche SALA avrebbe trovato l'accordo per prolungare il suo contratto in scadenza nel 2016 (poi che rimanga anche nella prossima stagione è tutto da vedere) e far si che il suo prezzo al borsino giocatori salga sensibilmente.
Per ROMULO nessuna offerta concreta, solo un tenue interessamento da parte del MARSIGLIA: Il mercato deve ancora cominciare ma sarà difficile che una squadra di fascia medio-alta (visto l'ingaggio del brasiliano) decida di scommettere su un giocatore piagato da più di una stagione da pubalgia e quant'altro... Al momento tutte le ipotesi sono plausibili.
Secondo TGGialloBlu.it l'HELLAS potrebbe dare una chance in Serie A al rientrante CHANTURIA, fondamentale la chiacchierata tra MANDORLINI e il giocatore che sicuramente sarà in ritiro coi gialloblù per cercare di convincere definitivamente il mister.

Non solo l'ATALANTA su GOMEZ per il quale si fa viva la LAZIO e, dalla Ligue 1, il NIZZA anche se molto probabilmente (e sperabilmente) Juani come del resto JANKOVIC hanno già rinnovato ma il club scaligero attende di ufficializzare dal primo Luglio per questioni extracalcistiche.
Continua l'interessamento scaligero nei confronti di Massimo CODA libero da impegni contrattuali col PARMA ma sull'attaccante oltre a mezza cadetteria è sempre vigile il CHIEVO e si è aggiunto pure il CARPI di SOGLIANO: A rivelarlo è l'esperto di mercato Alfredo Pedullà ma non è difficile da credere in quanto l'occasione è ghiotta e vale più o meno per tutti gli ex ducali (come MIRANTE e FEDDAL) che sono in regime di svincolo dopo il fallimento del club...

Risolte le comproprietà con l'ingaggio definitivo di BIANCHETTI dall'INTER e l'altrettanto definitiva cessione di JORGINHO al NAPOLI per una cifra totale di circa 8,5 milioni in due tranche da Gennaio 2014 a oggi, BIGON si tuffa nel mercato che partirà ufficialmente solo il 1° di Luglio.
Con AGOSTINI in scadenza e al passo d'addio e BRIVIO tornato all'ATALANTA, la priorità per il diesse è di trovare un terzino sinistro di ruolo (dato che al momento gli unici in grado di giocare in quella posizione sono PISANO e ZAMPANO entrambi però 'prestati' alla mancina): Si discute col PALERMO per Fabio DAPRELÀ ma anche con l'INTER ci sarebbe stato una sorta di abboccamento per BIRAGHI terzino Nazionale Under 21 che al CEO nella passata stagione ha subito una sorta di involuzione...
Una suggestione particolare porta però anche a FARIAS, completamente riscattato dal CAGLIARI retrocesso, che probabilmente tornerà a giocare in Serie A: Sulle sue tracce oltre all'HELLAS anche il SASSUOLO.

Qui il mercato fino al 25 Giugno...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



SOMMARIO...
 RUOLO NOMESTATO DEL CONTRATTO E NOTE
ALL.MANDORLINI Definitivo fino a Giugno 2017
POR.BENUSSI Arrivato a titolo definitivo dall'UDINESE con contratto annuale si è accasato al CARPI a parametro zero
POR.GOLLINI Ingaggiato a parametro zero dal MANCHESTER UNITED, contratto fino a Giugno 2019
POR.NICOLAS Rientra dal prestito alla VIRTUS LANCIANO in Serie B, ha firmato un rinnovo pluriennale
POR.RAFAEL Definitivo fino a Giugno 2017
DIF.AGOSTINI Definitivo fino a Giugno 2015
DIF.BIANCHETTI Riscattato definitivamente dal VERONA il 25 Giugno 2015
DIF.BRIVIO Arrivato in prestito con obbligo di riscatto dall'ATALANTA non ha raggiunto il tetto di presenze previsto
DIF.GONZÁLEZ Definitivo fino a Giugno 2017 dal PEÑAROL, rientra dal prestito al CAGLIARI
DIF.MARQUES Definitivo fino a Giugno 2015 dall'ATLETICO MINEIRO
DIF.MARQUEZ Definitivo fino a Giugno 2016 (con opzione di rinnovo per un altro anno) dal LEON
DIF.MARTIĆ Ingaggiato a parametro zero dagli svizzeri del SAN GALLO, definitivo fino a Giugno 2017
DIF.MEMOLLA Ingaggiato a titolo definitivo dal MARTINA FRANCA (e probabilmente rimasto in Lega Pro in prestito con la vecchia società)
DIF.MORAS Definitivo fino a Giugno 2016
DIF.PISANO Riscattato definitivamente dal PALERMO, contratto fino a Giugno 2017
DIF.RODRIGUEZ Definitivo dal TORINO con contratto fino a Giugno 2016
DIF.SØRENSEN Arrivato in prestito dalla JUVE è tornato alla base
DIF.SOUPRAYEN Arriva da svincolato dal DIJON
DIF.ZAMPANO Definitivo, rientra dal prestito al PESCARA in Serie B
CEN.CALVANO Definitivo fino a Giugno 2015, rientra daa prestito alla PISTOIESE in Lega Pro
CEN.CAMPANHARO Ingaggiato in prestito dai brasiliani del BRAGANTINO è tornato alla base
CEN.CHRISTODOULOPOULOS Ingaggiato a titolo definitivo dal BOLOGNA fino a Giugno 2017
CEN.ESPOSITO Rientrato dal prestito al VENEZIA si è svincolato dai gialloblù
CEN.GRECO Riscattato definitivamente dall'HELLAS per circa 300mila Euro
CEN.HALLFREDSSON Definitivo fino Giugno 2017
CEN.IONITA Ingaggiato a parametro zero dagli svizzeri dell'AARAU 1902, contratto fino a Giugno 2017
CEN.JORGINHO Riscattato definitivamente dal NAPOLI per circa 8,5 milioni il 25 Giugno 2015
CEN.LANER Rientrato dal prestito al CARPI, definitivo fino a Giugno 2016
CEN.MAKSIMOVIC Ingaggiato dagli sloveni del DOMZALE per quasi 100mila Euro e lì rimasto in prestito è stato impropriamente ceduto anche ad una squadra del Kazakistan: Ci sono di mezzo gli avvocati ma il giocatore è ormai perso...
CEN.MOISÉS Ingaggiato dal PORTUGUESA a Gennaio 2015 rimane in prestito al RIJEKA
CEN.OBBADI Arrivato in prestito dal MONACO è tornato alla base
CEN.ROMULO Definitivo dalla FIORENTINA rientra dal prestito alla JUVE
CEN.SALA Definitivo fino a Giugno 2017
CEN.TACHTSIDIS Arrivato dal GENOA in prestito è rientrato alla base
CEN.VIVIANI Arriva con contratto definitivo dalla ROMA (acquistato per 4 milioni)
CEN.VALOTI Definitivo fino al 2019
ATT.CHANTURIA Rientra dal prestito al CLUJ in Romania
ATT.FERNANDINHO Arriva in prestito dal GRÊMIO di Porto Alegre è ritornato alla base
ATT.GOMEZ TALEB Definitivo fino a Giugno 2018
ATT.GROSSI Rientrato dal prestito al BRESCIA è stato girato alla VIRTUS LANCIANO, (dopo il fallimento del SIENA con cui era in comproprietà il contratto del giocatore in scadenza a Giugno 2016 sarà a carico dell'HELLAS)
CEN.JANKOVIĆ Riscattato dal GENOA a titolo definitivo con contratto fino a Giugno 2017
ATT.LÓPEZ Arrivato in prestito dall'UDINESE è tornato alla base
ATT.NENÊ Rientrato dal prestito allo SPEZIA in Serie B ha un contratto definitivo fino a Giugno 2016
ATT.PAZZINI Definitivo fino a Giugno 2020
ATT.RABUSIC Definitivo (fino a Giugno 2017?) rientra dal prestito al CROTONE in Lega Pro
ATT.SAMB Rientrato dal prestito al KF TEUTA in Serie A albanese è stato prestato al FLORIANA a Malta
ATT.SAVIOLA Svincolatosi è tornato al BOCA JUNIOR in Argentina
ATT.SGRIGNA Rientrato dal prestito al CITTADELLA in Serie B si è svincolato
ATT.SILIGARDI Svincolatosi dal LIVORNO ha firmato fino a Giugno 2018
ATT.TONI Definitivo fino a Giugno 2015
ATT.TORREGROSSA Definitivo, rientra dal prestito al CROTONE in Serie B

14 Luglio +   -   =
Genoa: derby di mercato a Verona per Marchese
14 luglio alle 23:35
Il primo derby d'estate tra Hellas Verona e Chievo non sarà in campo ma un derby di mercato. Secondo Torinogranata.it su Giovanni Marchese del Genoa ci sono entrambe le squadre di Verona. Il 30enne esterno è legato ai rossoblù fino al 2017.

FONTE: CalcioMercato.com


Calciomercato Napoli, rilancio per Sala
Gli azzurri offrono 4 milioni di euro, il Verona ne chiede 6

14/07/2015 18:16
CALCIOMERCATO NAPOLI SALA VERONA / NAPOLI - Rilancio Napoli per Jacopo Sala: gli azzurri, come ripora 'Sky', avrebbero avuto nuovi contatti con il Verona per il terzino. La nuova offerta sarebbe di 4 milioni di euro, ancora bassa rispetto ai 6/7 chiesti dal club veneto.
B.D.S.

FONTE: CalcioMercato.it


Napoli, continuano i contatti con il Verona per Sala: la situazione
Gianluca Di Marzio 14-07-2015 18:19
In attesa di sistemare le situazioni relative alle trattative per Astori e Allan, il Napoli, che a breve accoglierà anche Gabriel in ritiro, continua a lavorare sul fronte terzino. Proseguono i contatti infatti, tra il club azzurro e l'Hellas Verona per Jacopo Sala, con il Napoli che ha fatto sapere di poter arrivare fino a 4 mln di euro per l'esterno di Mandorlini. Cifra, ancora lontana dalle richieste del Verona, che in caso di vendita dovrà destinare il 30% dell'incasso all'Amburgo. Il Napoli resta comunque vigile su Sala, ma anche su Vrsaljko, considerata ancora la prima scelta di Maurizio Sarri per il ruolo di terzino destro. Tra Sala e Vrsaljko, il Napoli si muove sul mercato, alla ricerca del rinforzo giusto per la corsia di destra.

Trapani, dall’Hellas Verona arriva Nicolas
Ata Hotel - Calciomercato
Gianluca Di Marzio14-07-2015 14:03
Movimenti di mercato anche in Serie B, il Trapani si rinforza in vista della prossima stagione. Secondo quanto riporta Dario Massara per Sky Sport, dall'Hellas Verona arriva infatti il portiere classe 1988 Nicolas, che nell'ultima stagione ha giocato in prestito con la maglia del Lanciano. Nuova avventura per il giocatore brasiliano, che riparte ancora dalla Serie B e dalla squadra di Serse Cosmi.

Hellas Verona, preso il giovane Winck dell’Internacional
Hellas Verona, preso il giovane Winck dell’Internacional
Gianluca Di Marzio 14-07-2015 00:04
E' bastata una visita del presidente dell'Internacional di Porto Alegre in Italia per convincere l'Hellas. Claudio Winck convince, terzino classe 1994. Tanto che la trattativa è andata a buon fine e il ragazzo 21enne sarà a Verona nelle prossime ore. Probabilmente già domattina effettuerà le visite mediche, per poi unirsi al gruppo di Mandorlini.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


16:18 | martedì 14 luglio 2015
Hellas Verona: su Torregrossa inserimento del Trapani
L'attaccante piace a Novara e Pescara: le ultimissime

di Daniele Longo - twitter:@86_longo
CALCIOMERCATO HELLAS VERONA TORREGROSSA - Nuove pretendenti per il possente attaccante di proprietà del Verona Ernsto Torregrossa. Dopo il sondaggio del Pescara, che aveva preso informazioni nell'ambito dell'operazione Zampano, si sono iscritte diverse altre società alla lista delle pretendenti. Nella giornata di ieri, l'agente Davide Torchia ha cenato con il ds del Novara Teti. Il club piemontese vuole stringere i tempi per anticipare la concorrenza che vede anche l'inserimento deciso del Trapani, società che gli permetterebbe di riavvicinarsi a casa essendo Torregrossa nativo di Caltanissetta. Novara avanti ma occhio al Trapani che cerca una prima punta di valore.

09:02 | martedì 14 luglio 2015
C'è Winck per il Verona | Ts
Il giocatore è in arrivo dall'Internacional di Porto Alegre

di Gianmarco Lotti - twitter:@GianmarcoLotti
WINCK CALCIOMERCATO VERONA INTERNACIONAL - Le ultime di calciomercato dell'Hellas Verona si spostano perlopiù sulla fascia destra perché il Verona sta per chiudere un bel colpo dal Sudamerica. In arrivo alla corte di Andrea Mandorlini ecco Claudio Winck Neto, un terzino destro che può giocare anche come esterno di centrocampo e ha pure militato nel ruolo di mezzala a volte. Winck arriva dall'Internacional, società brasiliana con sede a Porto Alegre, e nel pomeriggio di oggi potrebbe già essere un acquisto ufficiale.

CLAUDIO WINCK NETO - Il Verona ha messo a segno un vero e proprio blitz di mercato per assicurarsi le prestazioni di Winck e nelle prossime ore ecco che potrebbero già arrivare i documenti ufficiali per questo 21enne esterno destro e destrorso. Secondo Tuttosport è quindi vicino l'approdo di Winck, che prenderà in rosa il posto di Francesco Zampano, il cui ruolo è simile a quello del brasiliano. Zampano è davvero vicino al ritorno a Pescara, ve ne abbiamo parlato in esclusiva.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
Hellas Verona, oggi le visite mediche di Winck
14.07.2015 13.06 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Il laterale destro brasiliano Claudio Winck è vicinissimo a diventare un nuovo rinforzo per la fascia destra dell'Hellas Verona: secondo quanto raccolto da Sky, il giocatore sarà oggi in città per le visite mediche col club gialloblù.

SERIE A
Verona, per la difesa spunta il nome di Gyomber del Catania
14.07.2015 10.45 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88
Una nuova pretendente per il difensore del Catania Norbert Gyomber. Dopo gli interessamenti registrati nei giorni scorsi da parte di Sampdoria e Palermo anche il Verona starebbe pensando al giocatore in uscita dal Catania. A riportarlo è TuttoSport.

SERIE A
Verona, concorrenza di Malaga e Montreal per Campagnaro
14.07.2015 00.04 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Hugo Campagnaro è un obiettivo di mercato dell'Hellas Verona. Il club veneto ha da tempo allacciato i contatti per portarlo nella squadra di Toni e Pazzini. Secondo quanto riporta GazzettaTv ci sarebbe da registrare anche la concorrenza di Malaga e Montreal.

SERIE B
Novara, incontro per l'attaccante Torregrossa
14.07.2015 00.03 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Arriva attraverso Sportitalia la conferma in merito all'interesse del Novara per Ernesto Torregrossa (23), l'attaccante rientrato al Verona dal proficuo prestito di Crotone. Al punto che - secondo l'esperto di mercato Alfredo Pedullà - nelle prossime ore è previsto un incontro per capire la fattibilità dell'operazione, si può davvero entrare nel vivo. Il Novara segue anche Riccardo Maniero (27) e Francesco Caputo (27), mentre per Torregrossa c'è stato un sondaggio non ancora approfondito del Pescara.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


14.07.2015
Lavori sulla fascia, è il momento di Winck
Obbadi approda al Lilla, Sorensen passa al Colonia Il Pescara vuole Zampano e porta via anche Gonzalez

Lavori sulla fascia destra. Il Verona sta facendo spazio a Claudio Winck, il ventunenne terzino dell'Internacional di Porto Alegre che l'Hellas ha visionato a gennaio e bloccato da un pezzo. Winck, giocatore di grande spinta e bella personalità, è considerato in Brasile un potenziale crack, già protagonista del massimo campionato carioca a fianco di due vecchie conoscenze del campionato italiano come Dida e Juan, in A con Milan e Roma. Winck è un giocatore molto versatile, pericoloso quando arriva sul fondo e in grado di occupare tutta la fascia. Qualche volta all'Internacional è stato schierato anche da centrocampista puro, grazie a piedi molto educati e capacità di andare al tiro. Emblematico il suo approccio al grande calcio, con due gol nelle prime otto presenze quando di anni non ne aveva nemmeno venti. L'arrivo di Winck e il riscatto di Pisano chiudono la porta a Francesco Zampano, ormai vicinissimo al Pescara dove nell'ultimo campionato, da titolare, ha sfiorato la promozione in A. Tornato all'Hellas, per la verità Zampano non è mai stato una vera prima scelta.

Il Pescara non ha fatto valere l'opzione del riscatto solo perché troppo alta, superiore al milione e mezzo di euro. La trattativa, ridiscussa, è stata tarata con cifre inferiori. Il pacchetto verso Pescara includerà anche Alejandro Gonzalez, al terzo dei quattro anni di contratto col Verona, reduce da sei mesi senza acuti a Cagliari. Il difensore uruguaiano, ex capitano del Penarol costato due milioni e mezzo, cercherà almeno in B di dimostrare di valere il calcio italiano. Della catena di destra non farà parte Ivan Martic, prima cercato dal Rijeka e adesso chiesto dallo Spezia in B e comunque già in partenza lontano dai desideri di Mandorlini così come Lazaros Christodoulopoulos, primo acquisto del mercato estivo del Verona l'anno scorso ben presto però finito nelle retrovie dell'organico. Fra le altre facce viste di sfuggita all'Hellas c'è Antonio Luna, un anno fa meteora del Verona, da gennaio allo Spezia e da giugno tornato all'Aston Villa, ha firmato un biennale con l'Eibar, società retrocessa dalla Liga ma ripescata per i debiti dell'Elche. Accordo fino al 2017 anche per Mounir Obbadi, non riscattato dal Verona e rientrato temporaneamente al Monaco. Si stacca dal cordone della Juve in maniera definitiva Frederik Sorensen, che ha firmato un quadriennale col Colonia, dodicesimo nell'ultima Bundesliga, dopo il mancato riscatto da parte del Verona. Sorensen è stato pagato due milioni e mezzo.
A.D.P.

FONTE: LArena.it


13 Luglio +   -   =
Verona: duelli con Empoli e Torino per due argentini
13 luglio alle 21:21
Secondo la Gazzetta dello Sport, nel mirino del Torino c'è il trequartista dell’Argentinos Juniors, Gaspar Iniguez (classe 1994) seguito anche dal Verona. Proprio il club veneto è sulle tracce di un altro argentino: il difensore Spolli, rientrato al Catania dalla Roma, che interessa pure all'Empoli.

FONTE: CalcioMercato.com


Verona, duello con l'Empoli per Spolli
Il difensore argentino, ex Roma, è in uscita dal Catania

13/07/2015 11:32
CALCIOMERCATO VERONA EMPOLI SPOLLI / MILANO - Continua il pressing del Verona per Nicolas Spolli. L'ex romanista, in uscita da Catania, secondo 'La Gazzetta dello Sport' resterebbe nel mirino del club scaligero, alla ricerca di un centrale difensivo per la prossima stagione. Per l'argentino potrebbe andare in scena un duello con l'Empoli, che avrebbe individuato in Spolli il sostituto di Tonelli in caso di partenza di quest'ultimo.
G.M.

FONTE: CalcioMercato.it


SERIE B
Spezia, in arrivo Martic dall'Hellas Verona
13.07.2015 13.02 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Ivan Martic dovrebbe lasciare presto l'Hellas Verona. E la direzione sembra essere sempre la stessa: perché prima lo seguiva con forza il Rijeka, adesso, secondo quanto raccolto da Sky Sport 24, potrebbe invece andare allo Spezia, altro club di Volpi.

SERIE A
Napoli, Jacopo Sala in pugno: tre milioni all'Hellas Verona
13.07.2015 07.23 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Mattino oggi in edicola, il Napoli ha in pugno l'esterno destro dell'Hellas Verona Jacopo Sala. L'ex Amburgo non è la prima scelta per quella fascia ma, qualora non si dovesse trovare un accordo col Sassuolo per Vrsaljko, il ds Giuntoli potrebbe chiudere con la società scaligera grazie a un'intesa di massima già raggiunta sulla base di un'offerta da tre milioni di euro.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


12 Luglio +   -   =
Pescara-Hellas, c’è l’accordo per Zampano: nell’operazione anche Gonzalez, i dettagli
Hellas Verona - Presentazione della squadra 2015/2016

Gianluca Di Marzio 12-07-2015 21:42
Pescara ed Hellas Verona sul mercato, tra entrate e uscite. Francesco Zampano in comune, per una operazione nei suoi momenti decisivi: il terzino classe 1993 ha trovato l'accordo che lo legherà dalla prossima stagione al club di Oddo, si attende solo l'ok dell'agente del ragazzo, Maselli: al Verona un milione di euro più il prestito di Alejandro Gonzalez, difensore centrale 27enne. Trattativa che si dovrebbe concludere tra lunedì e martedì, con le firme e le ufficializzazioni. Zampano e Gonzalez ad un passo dal Pescara.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Pescara, vicino il ritorno di Zampano
Francesco Zampano
12 luglio alle 14:59
Il Pescara vuole riabbracciare Francesco Zampano. Il terzino classe '93 ha già ha vestito la maglia degli abruzzesi 31 volte nella scorsa Serie B. Il tecnico Massimo Oddo ha richiesto il giocatore, il cui cartellino è di proprietà dell'Hellas Verona. A riportarlo è Pescarasport24.it.

FONTE: CalcioMercato.com


11:13 | domenica 12 luglio 2015
Hellas Verona, Zampano dice sì al Pescara
Anche Torregrossa potrebbe essere inserito nell'operazione: le ultimissime

di Daniele Longo - twitter:@86_longo

HELLAS VERONA PESCARA ZAMPANO TORREGROSSA CALCIOMERCATO - Il Pescara e Massimo Oddo attendono Francesco Zampano nel ritiro di Pizzoferrato. Il tecnico biancoazzurro stravede per l'esterno classe 1993 e ha chisto alla società uno sforzo importante per farlo tornare in riva all'Adriatico. Secondo le ultime indiscrezioni apprese dalla nostra reazione, l'Hellas Verona sta valutando con attenzione l'offerta recapitata. Sul piatto una cifra vicina al milione di euro per il terzino, le sensazioni sono molto positive. Il giocatore ha già dato l'ok al trasferimento a titolo definitivo in biancoazzurro, convinto di tornare in serie A proprio con il club che lo ha visto protagonista nella passata stagione.

IDEA TORREGROSSA - Nella trattativa potrebbe entrare anche Ernesto Torregrossa, attaccante classe 1992' nell'ultima stagione a Crotone. Il suo agente Davide Torchia spinge per la soluzione Pescara che ci sta pensando. Torregrossa potrebbe arrivare in prestito con diritto di riscatto ma Oddo vuole prendere prima una decisione definitiva su Alfredo Donnarumma, appena tornato dal Teramo che è in pressing per riaverlo.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE B
Novara, si cerca un attaccante: nel mirino Torregrossa e Maniero
12.07.2015 23.13 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Alla ricerca di un attaccante, il Novara sta valutando due profili per rinforzare il suo reparto avanzato. Secondo l'esperto di calciomercato di SportItalia Alfredo Pedullà, nel mirino della società di patron De Salvo ci sono Ernesto Torregrossa, calciatore rientrato a Verona dopo la buona stagione a Crotone, e Riccardo Maniero, bomber in uscita dal Catania.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


12.07.2015
«Sala al Napoli? Fantasie»
Jacopo resta, Jacopo va, Jacopo che fa? Risponde la voce autorevole di Riccardo Bigon. Il diesse dell'Hellas Verona è stato costretto ad intervenire ieri pomeriggio per correggere un'informazione passata di prima mattina. In sintesi: Sala va al Napoli, tre milioni al Verona e tutto fatto. Ma come? Ha appena rinnovato, al Toro non va più e pure il presidente Setti si era sbilanciato nel dire che Jacopo era pronto a restare ancora in gialloblù. Ma allora che cosa succede? Succede che Bigon intervenga per chiarire: «Il periodo del mercato è normalmente molto concitato e caotico. Si susseguono idee, notizie e pseudo trattative, oggi, però, mi vedo costretto a precisare alcune cose a proposito di quanto sta emergendo su Sala. Sto leggendo tante amenità in merito a presunte cifre, che non rispecchiano assolutamente la realtà e il valore reale di un calciatore come Jacopo. Per cui, a prescindere dal fatto che in questo momento non sono in corso trattative ufficiali, sottolineo che, anche solo in fase di ipotesi, sarebbe opportuno ragionare approfonditamente sui valori in gioco».Capito? Sala è ancora un giocatore del Verona. Ieri si è allenato regolarmente con i suoi compagni a Racines e soprattutto il suo cartellino non vale tre milioni. Intanto, il Pescara è pronto a versare un milione per Zampano e prendere in prestito Gonzalez.

12.07.2015
Jacopo Sala entra nel mirino del nuovo Napoli di Sarri
VERONA. Il ds Cristiano Giuntoli del Napoli, riferisce l'Ansa, è impegnato a chiudere le trattative di mercato. A breve dovrebbe concretizzarsi l’accordo con Astori, mentre la settimana prossima sarà decisiva per Allan. L’obiettivo successivo del nuovo Napoli di Sarri resta l’esterno destro: perso Darmian, complicatosi Vrsaljko, il Napoli lavora su Jacopo Sala del Verona, ma anche su Stefan Savic, difensore della Fiorentina che può agire sia da centrale che da terzino, senza dimenticare l’alternativa empolese rappresentata da Elseid Hysaj.

FONTE: LArena.it


11 Luglio +   -   =
Le precisazioni del Ds Bigon a proposito di Jacopo Sala
Postata il 11/07/2015 alle ore 17:30
Racines - Precisazione del DS Bigon a proposito delle voci rincorse stamani sul calciatore Jacopo Sala: «Il periodo del mercato è normalmente molto concitato e caotico. Si susseguono idee, notizie e pseudo trattative, oggi, però, mi vedo costretto a precisare alcune cose a proposito di quanto sta emergendo su Sala. Sto leggendo tante amenità in merito a presunte cifre, che non rispecchiano assolutamente la realtà e il valore reale di un calciatore come Jacopo. Per cui, a prescindere dal fatto che in questo momento non sono in corso trattative ufficiali, sottolineo che, anche solo in fase di ipotesi, sarebbe opportuno ragionare approfonditamente sui valori in gioco».

'Pazzo' per l'Hellas
Postata il 11/07/2015 alle ore 11:05

Verona - Coup de théâtre del Presidente Setti, con la regia del Direttore Sportivo Bigon. Giampaolo Pazzini è infatti ufficialmente un giocatore dell’Hellas Verona. Dopo aver svolto le pratiche burocratiche necessarie e le visite mediche, il ‘Pazzo’ ha firmato il contratto che lo lega al Club di via Belgio. Il calciatore è regolarmente partito con la squadra per il ritiro di Racines.

FONTE: HellasVerona.it


Calciomercato Napoli, accordo per Sala: i dettagli
Gli azzurri avrebbero chiuso per l'esterno del Verona

11/07/2015 12:08
CALCIOMERCATO NAPOLI SALA VERONA / NAPOLI - Dopo Astori altro colpo in difesa chiuso dal Napoli: come riporta 'gazzetta.it', gli azzurri avrebbero trovato l'accordo con il Verona per il trasferimento di Jacopo Sala. L'esterno, 23 anni, è seguito anche dal Torino: i partenopei avrebbero però battuto la concorrenza mettendo sul piatto circa tre milioni di euro più bonus.
B.D.S.

FONTE: CalcioMercato.it


Fiorentina: Donati o Sala per la fascia destra
11 luglio alle 14:29
La Fiorentina è alla ricerca di rinforzi per la fascia destra. Secondo il Corriere Fiorentina in edicola oggi, due sono gli obiettivi della dirigenza viola: uno è Jacopo Sala, ora al Verona. L'altro è Giulio Donati, ex Inter e Grosseto, attualmente al Bayer Leverkusen.

Verona su Spolli: sfida al Carpi per un difensore all'Udinese
11 luglio alle 10:36
Secondo la Gazzetta dello Sport, il Carpi fa una proposta a Borriello (Genoa, ora svincolato) e sonda Bubnjic (Udinese). Quest'ultimo era già nel mirino del Verona, che cerca un difensore sul mercato: in alternativa piace l'argentino Spolli, rientrato al Catania dalla Roma.

Juventus, UFFICIALE: Sorensen ceduto in Germania
11 luglio alle 10:18
Frederik Sorensen è ufficialmente un giocatore del Colonia. Il danese lascia la Juventus e vestirà la maglia numero 4 del club tedesco per i prossimi 4 anni.

Saponara e Vrsaljko prenotati dalla Juve: Napoli su Sala
11 luglio alle 09:45
Secondo il Corriere della Sera, la Juventus ha già prenotato per la stagione 2016/2017 Saponara (Empoli) e Vrsalyko (Sassuolo). Così il Napoli vira su un altro terzino destro: Jacopo Sala del Verona (occhio al Sassuolo) o Hysaj dell'Empoli.

FONTE: CalcioMercato.com


Hellas Verona, l’agente di Sala: “Napoli grande squadra ma non ci sono stati contatti con nessuno”
Gianluca Di Marzio 11-07-2015 13:55
Nelle ultime ore il giocatore dell'Hellas Verona Jacopo Sala è al centro delle trattative di mercato. Dopo l'interesse del Torino, il difensore classe 1991 è stato avvicinato al Napoli di Maurizio Sarri. A GianlucaDiMarzio.com il suo agente ha voluto fare chiarezza sulla posizione del calciatore: "Jacopo Sala considera il Napoli un grande club e una grande squadra, ma ci tengo a precisare che in questo momento non esistono contatti né con noi né tra club e quindi non c'è una trattativa in corso".

Sala, confermato l’interesse del Napoli: le richieste dell’Hellas Verona
Gianluca Di Marzio 11-07-2015 12:28
Saltato l'arrivo di Matteo Darmian, direzione Manchester, il Napoli guarda nuovamente al mercato per il ruolo di terzino. Il nome buono, oltre a Vrsaljko (prima scelta) e ad Hysaj, è quello di Jacopo Sala, esterno del Verona. La richiesta della società veneta per l'ex giocatore dell'Amburgo è vicina ai 6 milioni di euro, da soddisfare anche con un'offerta da 5 milioni più 1 di bonus. Un giocatore che Sarri sta studiando attentamente, per valutare se davvero possa esprimersi al meglio come esterno in una difesa a 4: l'allenatore lo considera maggiormente un interno di centrocampo, e tra mille valutazioni deciderà se dare il via libera ad una possibile offerta all'Hellas. Tra Vrsaljko, Hysaj e Sala, il Napoli sfoglia la margherita dei terzini: Giuntoli è pronto a rinforzare anche la fase difensiva azzurra.

Napoli, si insiste per Vrsaljko: Hysaj e Sala le alternative
Gianluca Di Marzio 11-07-2015 00:09
Mercato che entra nel vivo, Napoli tra le squadre più attive. Scatenato il nuovo ds Giuntoli che dopo aver chiuso per Astori, sta portando avanti la trattativa per Allan e continua a seguire la pista che porta all’esterno del Sassuolo Vrsaljko. La società neroverde spinge per il giocatore croato e avrebbe voluto inserire nella trattativa anche Zapata, già destinato all’Udinese nell’affare Allan.

Trattativa difficile con il Napoli che comunque non molla la pista, ma valuta le alternative: Hysaj (pupillo di Sarri) dell’Empoli e Sala del Verona. Girandola di esterni, può essere il Napoli a far partire questo effetto-domino.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE A
Napoli, accordo con l'Hellas Verona per Sala
11.07.2015 17.12 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Jacopo Sala (23) è sempre più vicino al Napoli: secondo tggialloblu.it, il Verona e la società partenopea avrebbero raggiunto l'accordo per il duttile esterno destro, che si dovrebbe quindi trasferire alla corte di Maurizio Sarri per 3 milioni di euro più bonus. Probabile l'annuncio in giornata.

SERIE A
Verona, non solo Pazzini. Ora un difensore, in lizza Spolli e Bubnjic
11.07.2015 10.17 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Dopo il grande colpo Giampaolo Pazzini, il mercato dell'Hellas Verona non si ferma qui. Andrea Mandorlini avrà presto anche un difensore, scrive oggi La Gazzetta dello Sport. Nonostante l'Empoli sia in netto vantaggio, per la rosea ci sono forti anche gli scaligeri su Nicolas Spolli mentre piace anche Igor Bubnjic, classe 1992 croato di casa Udinese.

EUROPA
UFFICIALE: Lille, due anni di contratto per l'ex Verona Obbadi
11.07.2015 09.10 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Attraverso il suo sito ufficiale, il Lille ha reso noto l'acquisto del centrocampista Mounir Obbadi. Lo scorso anno in prestito al Verona, il calciatore marocchino quest'oggi si sottoporrà a visite mediche e lascerà a titolo definitivo il Monaco. Per lui pronto un contratto di durata biennale.

SERIE A
Hellas Verona, il Napoli interessato a Sala
11.07.2015 00.48 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Nonostante il recente rinnovo con l'Hellas, il futuro di Jacopo Sala (23) potrebbe essere lontano da Verona a partire da questa estate. L'ex Amburgo sembrava bloccato dal Torino, mentre Gazzetta Tv rivela l'interesse del Napoli in crescita nell'arco delle ultime ore. Gli azzurri, dunque, mettono nel mirino il giovane calciatore.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


10 Luglio +   -   =
Verona: è sempre più vicina la fima di Pazzini
10 luglio alle 11:43
Secondo quanto riporta SkySport, in questa mattinata l'agente di Giampaolo Pazzini incontrerà il ds del Verona Riccardo Bigon per mettere nero su bianco l'intesa trovata nei giorni scorsi.

FONTE: CalcioMercato.com


Calciomercato Milan, il Verona rivuole Albertazzi
Il 24enne difensore ha già giocato all'Hellas per due stagioni

10/07/2015 09:31
CALCIOMERCATO HELLAS ALBERTAZZI VERONA / MILANO - Non c'è solo il Carpi sulle tracce di Michelangelo Albertazzi. Secondo quanto scrive oggi il 'Corriere dello Sport', il 24enne difensore del Milan è di nuovo nel mirino dell'Hellas Verona, che lo ha già avuto nei suoi ranghi dal 2012 al 2014, sempre con Mandorlini allenatore.
M.D.F.

FONTE: CalcioMercato.it


Hellas Verona, c’è la firma di Pazzini
Gianluca Di Marzio 10-07-2015 18:09
Un colpo in attacco, partner di lusso per Luca Toni. L'Hellas Verona e Pazzini, adesso davvero insieme. L'attaccante ex Milan, svincolatosi al termine della scorsa stagione, ha firmato il contratto che lo legherà al club gialloblù. Nuova avventura per Pazzini, che ricomincia a Verona.

Hellas Verona, domani Pazzini può firmare
Gianluca Di Marzio 10-07-2015 00:27
Un rinforzo importante, per regalare ulteriore peso offensivo all'attacco gialloblù. Il Verona è pronto ad affiancare a Luca Toni Giampaolo Pazzini: l'ormai ex attaccante del Milan, svincolatosi dal club rossonero, potrebbe firmare domani con l'Hellas. Decisiva, in tal caso, anche la grande opera di sponsorizazione dello stesso Toni, grande amico di Pazzini e vicino a ritrovarlo come compagno di squadra. Possibilità concreta, ore d'attesa: Giampaolo Pazzini, domani, potrebbe diventare un nuovo giocatore del Verona.

Sassuolo, se parte Vrsaljko, pronta un’offerta per Sala dell’Hellas Verona
Gianluca Di Marzio 10-07-2015 00:21
Prima in Inghilterra, poi il ritorno in Italia ed una stagione molto positiva all'Hellas Verona. E il futuro? Per Jacopo Sala potrebbe essere lontano dal Bentegodi, tanti i club su di lui. Il Torino era vicinissimo a chiudere l'affare, adesso però la pista si è raffreddata, anche se resta ancora aperta. Pronto a provarci c'è il Sassuolo, che potrebbe avanzare una super-offerta per portare l'ex Chelsea a disposizione di Di Francesco. Con Vrsaljko in uscita, con Napoli e anche Juventus (se dovesse andar via Isla) su di lui, il club neroverde avrebbe trovato in Sala il profilo ideale per sostituirlo. Intrecci sugli esterni che proseguono...

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


08:42 | venerdì 10 luglio 2015
Sala obiettivo anche del Napoli | Ts
Che intrighi di calciomercato per gli azzurri!

di Gianmarco Lotti - twitter:@GianmarcoLotti
SALA NAPOLI VERONA CALCIOMERCATO - Un bell'intreccio di calciomercato riguarda Napoli, Hellas Verona, Udinese e Sassuolo (con la Juventus spettatrice interessata) e ha come denominatore comune Jacopo Sala. Partiamo dall'inizio: il Napoli è alla ricerca di un terzino destro e, sfumata l'ipotesi Matteo Darmian del Torino, ha messo nel mirino Sime Vrsaljko, esterno neroverde. Intanto però il Napoli porta avanti l'affare Allan con l'Udinese e inserisce nella trattativa Duvan Zapata come contropartita tecnica a titolo temporaneo. Questo però fa storcere il naso al Sassuolo.

CHE INTRIGHI - Gli emiliani infatti avevano messo Zapata come prerogativa principale nel passaggio di Vrsaljko al Napoli e, se sfumasse il colombiano al Mapei Stadium, ecco che la Juventus andrebbe in pole per Vrsaljko. Qui entra in gioco Jacopo Sala del Verona, è lui infatti il giocatore che fa gol al Napoli per la fascia destra se non dovesse arrivare il croato. Secondo Tuttosport il team azzurro starebbe pensando sia a Sala che a Elseid Hysaj dell'Empoli e Silvan Widmer dell'Udinese per la corsia destra.

07:00 | venerdì 10 luglio 2015
Sassuolo: Sala erede di Vrsaljko | Sky Sport
Intanto tre no: Baselli, Zappacosta e Zapata

di Gianmarco Lotti - twitter:@GianmarcoLotti
SASSUOLO SALA CALCIOMERCATO ULTIMISSIME - Il Sassuolo è al lavoro per il calciomercato e sta pensando a Jacopo Sala per la fascia destra. Il difensore del Verona è valutato sui cinque milioni di euro e pare in uscita dal club veneto, con il quale ha rinnovato il suo contratto solo pochi giorni fa. Sala è un esterno alto riadattato alla perfezione come terzino destro nell'ultimo anno e il Sassuolo ci sta pensando per sostituire un altro terzino destro, vale a dire Sime Vrsaljko in partenza verso Napoli o Juventus.

ZAPATA, BASELLI E ZAPPACOSTA - Sala non piace solo al Sassuolo, perché il Torino si è mosso per prenderlo come alternativa a Matteo Darmian ancor prima che venisse fuori la doppia trattativa per Daniele Baselli e Davide Zappacosta con l'Atalanta. Adesso la pista Sala per il Torino si è raffreddata e il Sassuolo ci prova con il Verona come riporta Sky Sport. Vanno segnalati anche tre rifiuti per il team neroverde che ci aveva provato per Duvan Zapata del Napoli (già prenotato dall'Udinese) e per gli stessi Baselli e Zappacosta, ormai del Torino.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
Verona, il giorno di Pazzini: accordo ad un passo
10.07.2015 10.59 di Pietro Lazzerini
Secondo quanto riportato da Sky Sport oggi è il giorno che porterà Giampaolo Pazzini a vestire la maglia dell'Hellas Verona. Il giocatore ha già detto sì al club scaligero, con l'agente che stamani incontrerà nuovamente la società per trovare l'accordo definitivo. Fondamentale l'intervento di Luca Toni, ex compagno ai tempi della Fiorentina, che lo ha convinto a scegliere il progetto di Mandorlini.

SERIE A
Napoli, si complica Vrsaljko: Giuntoli ha tre alternative
10.07.2015 08.33 di Antonio Gaito Twitter: @antonio_gaito
Definiti gli arrivi di Allan e Astori, si complica invece la pista Sime Vrsaljko per il Napoli. Il Sassuolo aveva indicato Duvan Zapata come la condizione necessaria per arrivare al laterale croato classe '92, ma il colombiano finirà all'Udinese in prestito biennale. Per questo - riferisce Tuttosport - ora su Vrsaljko è in pole la Juventus ed il Napoli valuta tre alternative: il classe '94 Hysaj dell'Empoli reduce da una bella stagione con Sarri, lo svizzero '93 Widmer dell'Udinese e Jacopo Sala del Verona

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


9 Luglio +   -   =
Spezia-Verona, in programma un incontro per Nenê: si prova a chiudere
Gianluca Di Marzio 09-07-2015 14:36
Dopo sei mesi giocati in prestito allo Spezia, dove ha totalizzato diciassette presenze e quattro gol, Nenê è pronto a tornare in Liguria, questa volta a titolo definitivo. Lunedì ci sarà un incontro tra l'Hellas Verona, club proprietario del cartellino, e i bianconeri, per provare a chiudere la trattativa di cui vi avevamo già parlato nel giorni scorsi. Il brasiliano potrebbe così essere nuovamente a disposizione di Bjelica, per continuare l'avventura della seconda metà dell'annata scorsa.

Hellas Verona, chiesto Bubnic all’Udinese
Gianluca Di Marzio 09-07-2015 14:05
Nomi nuovi in casa Hellas Verona, prosegue il lavoro del neo ds Bigon sul mercato. La società gialloblù ha individuato in Igor Bubnic un possibile rinforzo per la sua difesa nella prossima stagione. Il giocatore croato classe 1992 attualmente è di proprietà dell'Udinese, squadra con cui nell'ultima stagione ha collezionato 8 presenze. Il Verona vorrebbe portarlo in gialloblù con la formula del prestito ed ha avanzato la prima richiesta al club di Pozzo. In attesa di conoscere quali siano le possibilità di un suo trasferimento nella squadra di Mandorlini.

Pazzini, testa a testa tra Hellas Verona e Sampdoria
Gianluca Di Marzio 09-07-2015 01:02
28 presenze e 5 gol nell'ultima stagione, passata con la maglia rossonera del Milan. Ma adesso Giampaolo Pazzini è pronto a trasferirsi. Possibili destinazioni? Sampdoria o Hellas Verona, escluso il Bologna, che si è interessato al ragazzo. Adesso l'ex Fiorentina è conteso tra il club blucerchiato e quello gialloblù, futuro di Pazzini ancora da decifrare. Con il mercato che scalda i motori, pronta ad entrare nel vivo anche questa trattativa.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE A
Verona, ritorno di fiamma per Albertazzi. Anche l'Empoli sul difensore
09.07.2015 19.04 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Tra coloro che potrebbero lasciare Milanello nelle prossime settimane c'è anche Michelangelo Albertazzi: secondo quanto riferisce Milan Channel, nelle ultime ore ci sarebbero dei contatti con il Verona e l'Empoli per il terzino rossonero. Vedremo se questi semplici contatti porteranno a qualcosa di concreto in questa finestra di mercato.

SERIE A
Verona, Mandorlini e il sogno una coppia da 'Pazzo'
09.07.2015 18.07 di Pietro Lazzerini
La stagione dell'Hellas Verona è ripartita con entusiasmo ma anche con la voglia di sognare sempre più in grande. Lo ha confermato ieri lo stesso Mandorlini parlando di una delle trattative che stanno scaldando il mercato gialloblu, ovvero quella che potrebbe portare in Veneto Giampaolo Pazzini. Dopo i rinnovi di Jankovic e Juanito Gomez infatti, la volontà del ds Bigon è quella di regalare un colpo ad effetto per rilanciare ulteriormente il progetto scaligero. Riunire la coppia formata dal 'Pazzo' e da Toni, potrebbe far decollare un reparto offensivo che sta regalando già grandi soddisfazioni al club di Setti. E' vero, sull'ex Milan ci sono tante squadre, ma il fascino di tornare a giocare al fianco di uno come il 'Lucone' nazionale potrebbe permettere all'Hellas di dare uno sprint alla trattativa e portare nella città di Giulietta e Romeo uno degli svincolati di lusso di questo pazzo calciomercato.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, Sala non è convinto del trasferimento al Torino
09.07.2015 16.10 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Secondo quanto raccolto da Tuttomercatoweb il Torino, oltre a Zappacosta, lavora per arrivare a Jacopo Sala del Verona. Il giocatore dell'Hellas, tuttavia, non è convinto di trasferirsi in granata. La volontà del giocatore, fresco di rinnovo, è quella di rimanere.

RASSEGNA STAMPA
Hellas, Corriere di Verona: "Forcing del Torino per Sala"
09.07.2015 08.43 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Il Torino ha deciso, vuole puntare su Jacopo Sala (23) per il futuro. Il centrocampista ha da poco rinnovato col Verona ma potrebbe lasciare l'Hellas a breve, come confermato anche dal tecnico scaligero Andrea Mandorlini al Corriere di Verona. "Mi dispiacerebbe perderlo, ma ci sono da considerare le esigenze del club. Intanto ha prolungato il contratto che lo lega al Verona ed è felice di restare qua", ha dichiarato l'allenatore mentre lo stesso quotidiano scrive che i granata sono in forcing e stanno trattando l'acquisto dell'ex Amburgo. Tuttavia l'Hellas non farà sconti, la base per discutere della vendita è di cinque milioni di euro.

RASSEGNA STAMPA
Atalanta, Corriere di Bergamo: "Denis-Inter, può tornare Pazzini"
09.07.2015 08.33 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
L'edizione odierna del Corriere di Bergamo fa il punto sull'attacco dell'Atalanta, spiegando che German Denis (33) potrebbe lasciare la Dea per diventare il vice di Maurito Icardi (22) tra le file dell'Inter. Con la cessione dell'ex Napoli e Udinese, diventa possibile il ritorno di Giampaolo Pazzini (30) a Bergamo. Il centravanti svincolatosi dal Milan, secondo le ultime indiscrezioni, ha recentemente ricevuto un'allettante offerta dal Verona.

SERIE A
Hellas Verona, offerto un contratto fino al 2020 a Pazzini
09.07.2015 00.12 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Offerta molto importante presentata dall'Hellas Verona al centravanti attualmente svincolato Giampaolo Pazzini. Secondo quanto rivelato da SportItalia, il club scaligero ha messo sul piatto un contratto quinquennale da 1.5 milioni di euro netti a stagione.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


8 Luglio +   -   =
Siamo ancora in ottime mani
Postata il 08/07/2015 alle ore 13:55

Verona – Si colora improvvisamente di verdeoro la mattinata in via Belgio 12. L’Hellas Verona FC informa infatti che Rafael de Andrade Bittencourt Pinheiro e Nicolas David Andrade hanno rinnovato i rispettivi contratti che li legano all’Hellas. I due portieri gialloblù, giunti in sede alle 12.30, hanno apposto la firma in contemporanea, alla presenza del Direttore Sportivo Riccardo Bigon.

Avanti tutta Bosko!
Postata il 08/07/2015 alle ore 12:30

Verona – Anche Bosko Jankovic prosegue la sua avventura in gialloblù. L’attaccante serbo infatti stamani, accompagnato dal procuratore Silvano Martina, ha firmato nella sede di via Belgio il rinnovo di contratto. Una volta certificato l’allungamento, Bosko ha dichiarato: «Mai avuto dubbi: volevo fortemente continuare ad essere un giocatore dell’Hellas e così sarà. Qui sto benissimo, i miei figli e mia moglie pure. Verona è una piazza eccezionale e statene certi: continuerò a dare tutto me stesso per questa maglia. Non è una promessa, è una certezza!». Avanti tutta Bosko.

FONTE: HellasVerona.it


Ferrero molla Pazzini, il Verona ci crede
"Sicuramente non verrà da noi. Almeno per il momento", ammette il presidente della Sampdoria, lasciando di fatto l'attaccante toscano agli scaligeri.

08/07/2015 - 20:40
Il futuro di Giampaolo Pazzini sembra sempre più condurre a Verona (sponda Hellas) piuttosto che a Genova (sponda Sampdoria).

A confermarlo è stato Massimo Ferrero, che in occasione della presentazione del suo libro 'Una vita al massimo' è stato chiaro: "Sicuramente Pazzini non verrà da noi. Almeno per il momento". Una dichiarazione arrivata a poche ore dall'apertura del tecnico scaligero Mandorlini, un altro indizio che sembra suggerire l'effettivo passaggio dell'attaccante di Monsummano Terme in gialloblù.

[...]

FONTE: Sportal.it


Pescara, Zampano può tornare: contatti con l’Hellas Verona per il terzino
di Pasquale Rosolino il 8 luglio 2015 alle 11:10
Il futuro di Francesco Zampano potrebbe essere ancora con la maglia biancoazzurra: secondo quanto riportato dal quotidiano Il Messaggero, il Pescara chiesto nuovamente all’Hellas Verona il giovane terzino, già in Abruzzo nella passata stagione in prestito.
La dirigenza gialloblù nei giorni scorsi ha comunicato al calciatore che non sarebbe una prima scelta agli ordini del tecnico Mandorlini e che, per questo motivo, sarebbe propensa ad un rinnovo del prestito.

Formula che il Pescara vorrebbe evitare, preferendo fare un investimento importante per la categoria per acquisire a titolo definitivo uno dei prospetti più interessanti del calcio italiano.

FONTE: SoccerWeb24.it



Di Andrea Rapino | CALCIO, SPORT | 8 luglio 2015
Calciomercato Virtus Lanciano: si complica il ritorno di Nicolas, aumentano le opzioni per il centrocampo
Morellini è il nuovo preparatore atletico. Le indagini sulle frodi sportive fanno slittare il ritiro?

LANCIANO. Si complica a sorpresa la trattativa con l’Hellas Verona per il ritorno di Nicolas Andrade: nei giorni scorsi si era vicini addirittura alla cessione definitiva, ma il brasiliano ora è pronto a partire per il ritiro con gli scaligeri, che potrebbero tenerlo in organico come terzo portiere.

[...]

Per quanto riguarda le trattative con l’Hellas, anche Ernesto Torregrossa (1992), che pure piace alla Virtus, va in ritiro, tra l’altro con qualche possibilità di entrare seriamente nel giro della prima squadra. Per l’altro prestito da rinnovare, quello di Paolo Grossi (1985), il problema è invece legato all’ingaggio.

[...]

FONTE: lanciano24.it


Pazzini: futuro in bilico tra Serie A e Liga
08 luglio alle 17:00
Tutti pazzi per Pazzini. L'attaccante italiano, conclusa la sua esperienza al Milan è ora svincolato ed è alla ricerca di un nuovo club che possa garantirgli minuti importanti e un posto da titolare. Tanti i club interessati, sia dalla Serie A che dall'estero dove Galatasaray e soprattutto Betis Siviglia sono in forte pressing.

LA SERIE A IN CODA - In Italia è la Sampdoria il club più interessato alla punta classe '84. I blucerchiati sognano un ritorno al centro del proprio attacco dopo lo strepitoso biennio 2009-2011 in cui la Samp è tornata a sfiorare la Champions League. La trattativa non è mai andata oltre i semplici contatti ed è per questo che un club come il Verona, che vorrebbe affiancare Pazzini all'altro bomber italiano, il capocannoniere dell'ultima stagione, Luca Toni. Da tenere sotto osservazione anche i timidi contatti che ci sono stati con Bologna e Atalanta. Entrambi i club potrebbero lanciarsi sul mercato degli attaccanti in caso di una cessione nel reparto avanzato.

BETIS IN PRESSING - Intervenuto in conferenza stampa, il direttore sportivo del Betis Siviglia, Eduardo Macia (ex ds della Fiorentina) ha parlato anche di mercato sottolineando come l'attaccante ex Milan sia un obiettivo concreto: "Pazzini è il tipo di giocatore dal profilo che ci interessa. Può essere un nostro obiettivo di mercato e vedremo se ci saranno le possibilità di prenderlo. Ho un buon rapporto con lui, quindi vedremo. Abbiamo bisogno di rinforzare l'attacco e lui potrebbe arrivare per darci una mano a tal proposito".

GALATASARAY LONTANO - Solo una richiesta di informazioni, invece, quella presentata all'entourage di Pazzini da parte del Galatasaray. Il club turco è alle prese con una piccola rifondazione dopo il titolo conquistato al termine della passata stagione, ma è anche condizionato da una pesante spending review che impone il contenimento dei costi non soltanto per l'acquisto di giocatori, ma anche del monte ingaggi.

FONTE: CalcioMercato.com


Calciomercato, ESCLUSIVO: Betis-Pazzini, le ultime
Il bomber è libero da vincoli contrattuali

08/07/2015 16:49
CALCIOMERCATO BETIS PAZZINI ESCLUSIVO / SIVIGLIA (Spagna) - Giampaolo Pazzini è uno dei giocatori più ricercati sul mercato. Libero da vincoli contrattuali dopo la scadenza del contratto con il Milan, il bomber è seguito da molti club: Sampdoria, Verona, Atalanta e Forentina. Ma l'insidia più grande per le società italiane arriva dalla Spagna dove il Betis Siviglia si è detto molto interessato attraverso le parole del direttore sportivo Eduardo Macia.

Per il 30enne attaccante toscano, però, non ci sarebbe solo un interesse preliminare: stando, infatti, alle indiscrezioni raccolte da Calciomercato.it, il club andaluso si è spinto oltre e ha già presentato una prima offerta all'entourage del calciatore. La risposta è stata negativa, ma le parti continuano a negoziare. Il Betis, tornato quest'anno in Liga, ha tutta l'intenzione di allestire una rosa competitiva e punta sulla vena realizzativa del 'Pazzo'. Le altre pretendenti sono avvisate, gli spagnoli fanno sul serio.

FONTE: CalcioMercato.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Carpi, idea Eros Pisano per la fascia destra
08.07.2015 15.04 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Un'idea per il Carpi. Occhi in casa Hellas Verona. Nel mirino Eros Pisano, terzino destro che si è trasferito in gialloblù nel mercato di gennaio. E ora ci pensa il Carpi, una possibilità che potrebbe svilupparsi nei prossimi giorni. Il Carpi mette gli occhi su Pisano...

SERIE A
Sampdoria, continui contatti con Pazzini ma la concorrenza è tanta
08.07.2015 13.05 di Pietro Lazzerini
Continuano i colloqui tra la Sampdoria e Giampaolo Pazzini. Secondo Tuttosport il club blucerchiato è tornato a parlare con l'attaccante recentemente svincolato dal Milan, che però piace anche a tante altre squadre di Serie A. In coda ci sono anche Hellas Verona, che però sembra essere in netto calo, l'Atalanta, il Bologna e la Fiorentina.

SERIE A
Hellas Verona, mosse in difesa: Campagnaro o Spolli per Mandorlini
08.07.2015 10.31 di Pietro Lazzerini
Riccardo Bigon continua la costruzione del nuovo Hellas Verona in vista della prossima stagione. L'ex ds del Napoli partirà col puntellare la difesa, cercando di ingaggiare almeno uno tra Hugo Campagnaro, svincolato ma dall'ingaggio molto alto, e Nicolas Spolli, rientrato al Catania dopo l'esperienza in prestito alla Roma. Luca Caldirola, obiettivo sensibile del club veronese, è destinato a restare soltanto un sogno proibito. A riportarlo è Il Corriere di Verona.

SERIE A
Verona, Bigon cerca esperienza in difesa: Campagnaro e Spolli nel mirino
08.07.2015 08.23 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Riccardo Bigon cerca difensori di esperienza per l'Hellas di Andrea Mandorlini. Il Corriere di Verona scrive che il ds punta Hugo Campagnaro (35) e Nicolas Spolli (32): il primo è svincolato dopo l'esperienza all'Inter, il secondo non è stato riscattato dalla Roma ed è tornato al Catania. Luca Caldirola (24) del Werder Brema resta invece fuori portata per il Verona.

RASSEGNA STAMPA
Hellas, Corriere di Verona: "Adesso i rinnovi di Rafael e Jankovic"
08.07.2015 07.53 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
In casa Hellas Verona è giunto il tempo dei rinnovi. Ieri sono stati ufficializzati quelli di Juanito Gomez (30) e Mattia Valoti (21), a breve toccheranno al portiere Rafael (33) e al centrocampista Bosko Jankovic (31). Il Corriere di Verona scrive infatti che l'estremo difensore chiuderà in queste ore il prolungamento fino al 2017 del contratto con il Verona in scadenza il 30 giugno 2016. Favorevole l'esito dei contatti tra i dirigenti gialloblù e il procuratore João Santos. Entro 48 ore sarà completata la documentazione necessaria per arrivare all'okay. Il serbo ex Genoa e Palermo, invece, ha già detto sì all'Hellas da settimane e oggi scatterà l'ufficialità dell'intesa.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, Cappelluzzo piace a Modena e Lanciano
08.07.2015 00.18 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Fonte: Gianluigi Longari
Possibile avventura in Serie B per Pierluigi Cappelluzzo, attaccante classe '96 di proprietà dell'Hellas Verona. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, sulle sue tracce ci sono Modena e Virtus Lanciano.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


08.07.2015
Hellas, rinnovi a raffica: Jankovic e Rafael in gialloblù

VERONA. Rinnovi in serie per l'Hellas. Bosko Jankovic, a fine contratto, ha firmato stamattina un accordo col Verona fino al 2017. «Mai avuto dubbi. Volevo fortemente continuare ad essere un giocatore dell’Hellas e così sarà. Qui sto benissimo, i miei figli e mia moglie pure. Verona è una piazza eccezionale e statene certi: continuerò a dare tutto me stesso per questa maglia. Non è una promessa, è una certezza", le parole di Jankovic nella sede dell'Hellas di via Belgio, dopo la firma alla presenza del direttore sportivo Riccardo Bigon e di Silvano Martina, agente dell'attaccante serbo. Dopo Jankovic è toccato a Rafael, che ha allungato fino al 2017 il suo precedente contratto in scadenza a giugno 2016. Contratto pluriennale pure per Nicolas, reduce da un buon campionato nel Lanciano e a lungo vice di Rafael fra Prima Divisione e Serie B.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


7 Luglio +   -   =
Ufficiale, Mattia Valoti ancora gialloblù
Postata il 07/07/2015 alle ore 17:48
Verona - Dopo Juanito, anche Mattia Valoti prolunga il suo rapporto con l’Hellas Verona. La Società infatti conferma di aver sottoscritto un nuovo contratto con il calciatore classe 1993.


«Sono chiaramente molto legato al Club gialloblù, che mi ha fatto esordire in Serie A e pertanto felice di questo rinnovo. Ringrazio il Presidente, la dirigenza e tutta la famiglia Hellas, con i tifosi in testa».

Ufficiale, Juanito ha rinnovato
Postata il 07/07/2015 alle ore 15:00

Verona - L’Hellas Verona FC è felice di comunicare che il calciatore Juanito Gomez Taleb ha prolungato il suo legame con il Club. Juanito, accompagnato nella sede di via Belgio 12 dal procuratore Antonio Dell’Aglio, ha apposto la firma sul contratto alle 13.21. 21 come il numero di maglia, scelto anche per questa stagione.

FONTE: HellasVerona.it


Gomez rinnova con l'Hellas fino al 2018. Con il Chievo è derby di mercato per Bonera
L'argentino e la società di via Belgio hanno siglato oggi l'accordo che li lega per altre tre stagioni. Mandorlini intanto accoglie il nuovo allenatore in secondo Diego Bortoluzzi

La Redazione 7 Luglio 2015
"L’Hellas Verona FC è felice di comunicare che il calciatore Juanito Gomez Taleb ha prolungato il suo legame con il Club. Juanito, accompagnato nella sede di via Belgio 12 dal procuratore Antonio Dell’Aglio, ha apposto la firma sul contratto alle 13.21. 21 come il numero di maglia, scelto anche per questa stagione".
Con questo breve comunicato la società scaligera comunica un rinnovo fino al 2018 atteso già da qualche giorno e che farà certamente felice Mandorlini.

Il tecnico inoltre ha visto rinnovarsi, nel corso di queste settimane, anche il suo staff. Diego Bortoluzzi infatti sarà il nuovo allenatore in seconda: il 49enne ha già ricoperto questo ruolo sulle panchine di Udinese, Parma e Palermo, mentre i collaboratori tecnici saranno Enrico Nicolini e Andrea Zanchetta.

Si profila invece all'orizzonte un derby di mercato per Daniele Bonera. Il Chievo infatti è interessato al difensore ex Milan e in questo momento sarebbe in pole, stando a quanto affermano su Gazzetta.Tv, per aggiudicarsi le sue prestazioni.
Su Alexander Mejia invece, è finito l'interesse dell'Atletico Nacional, che proprio lo scorso anno lo cedette ai messicani del Monterrey.
Per quanto riguarda Romulo invece, non ci sono trattative che lo riguardano: solo Napoli e Marsiglia stanno valutando attualmente se presentare un'offerta per il giocatore o meno.

FONTE: VeronaSera.it


ESCLUSIVA – Ag. Biraghi “Può Partire, Augsburg E Verona Piste Concrete”
La redazione di InterCafe24 ha sentito in esclusiva Mario Giuffredi, agente tra gli altri di Cristiano Biraghi, baby terzino proveniente dalla Primavera dell’Inter e quest’anno in prestito al Chievo. Di seguito vi proponiamo il contenuto dell’esclusiva.
“Dott. Giuffredi, Biraghi è passato l’anno scorso al Chievo in prestito biennale. L’esperienza in Veneto può però considerarsi terminata già questa estate?”
“No, il giocatore al momento può ancora essere considerato del Chievo”

“E’ concreta la pista che vorrebbe Cristiano all’Augsburg, come sostituto del partente Baba?”
“Sì, è una cosa di cui stiamo parlando, vediamo nei prossimi giorni”

“L’Inter quindi è disposta a cedere a titolo definitivo il giocatore?”
“Sì, se ci sarà un’offerta economica adeguata Biraghi partirà”

“In Italia invece il giocatore piace all’ Hellas Verona, quale pista è più concreta?”
“Anche il Verona è interessato al ragazzo, valuteremo tutte le soluzioni nei prossimi giorni, al momento non saprei dire quale società ha più possibilità di prendere Cristiano”

L’Inter quindi è pronta a monetizzare vendendo il giovane e promettente terzino dell’Under 21 italiana, non considerandolo pronto per tornare a vestire la maglia nerazzurra. Resta da capire se il futuro di Biraghi sarà in Bundesliga (seguendo le orme di Donati e Caldirola) o se continuerà ad essere in Serie A.
Si ringrazia Mario Giuffredi per la disponibilità. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte www.intercafe24.com
Jacopo Gino (@jacopogino)

FONTE: InterCafe24.com


Torino, bloccato Sala per il dopo Darmian: le cifre del operazione
Gianluca Di Marzio 07-07-2015 23:26
Per un giocatore importante che parte, ecco un nuovo innesto pronto a prenderne l'eredità. Il Torino si appresta a salutare Matteo Darmian, ad un passo ormai dal Manchester United. Il nome del sostituto corrisponde a quello di Jacopo Sala del Verona. Il Torino ha offerto 5mln + 1 di bonus. Per concludere l'operazione si aspetta l'addio di Darmian. Il Torino riparte da Sala, questo il nome per sostituire Darmian.

Hellas Verona, si pensa alla difesa: Spolli l’ultima idea
Gianluca Di Marzio 07-07-2015 10:00
Avventura alla Roma terminata senza particolari ricordi, ora per Nicolas Spolli potrebbero riaprirsi le porte della Serie A. Dopo le attenzioni dell’Empoli nei giorni scorsi, l'argentino infatti è l'ultima idea per la difesa dell’Hellas Verona che potrebbe aver individuato nel difensore del Catania il giusto rinforzo. Valutazioni in corso, Spolli l’ultima idea per la difesa gialloblù.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Calciomercato, Pazzini trasloca: nuova destinazione più vicina?
Sampdoria e Verona sarebbero sulle tracce dell'ex Milan

07/07/2015 18:41
CALCIOMERCATO MOGLIE PAZZINI VERONA SAMPDORIA / MILANO - Tempo di traslochi per la famiglia Pazzini. La moglie dell'attaccante, Silvia Slitti, ha postato su Instagram una foto con scatoloni e pacchi vari, svelando difatto l'imminente partenza da Milano dopo il mancato rinnovo del marito con il Milan. L''indizio' della Signora Pazzini dà ancora più forza ai rumors che vogliono il 'Pazzo' accasarsi alla Sampdoria, al Verona o eventualmente all'estero.
G.M.

Verona, oggi il giorno di Valoti
I veneti chiudono per il centrocampista. Per lui quattro anni di contratto

Mattia Valoti (Getty Images)

07/07/2015 12:48
MERCATO VERONA VALOTI RISCATTO / VERONA - Secondo quanto scrive il 'Corriere dello Sport' oggi potrebbe essere la giornata decisiva in casa Verona per l'acquisizione a titolo definitivo di Mattia Valoti. Il centrocampista classe 1993 era in prestito dall'Albinoleffe che, retrocesso in Serie D, ha liberato il giocatore. Pronto un contratto per i prossimi quattro anni.
J.T.

Calciomercato Fiorentina, asta internazionale per Pazzini
L'attaccante, attualmente svincolato, piace in Italia e all'estero

07/07/2015 08:40
CALCIOMERCATO FIORENTINA ASTA INTERNAZIONALE PER PAZZINI / MILANO - Il futuro di Giampaolo Pazzini, attaccante attualmente svincolato dopo la fine del contratto col Milan, è un rebus. Per lui - scrive 'La Gazzetta dello Sport' - si profila all'orizzonte un'asta internazionale: il giocatore piace a Fiorentina, Verona, Sampdoria, Betis Siviglia e Galatasaray.
S.D.

FONTE: CalcioMercato.it


19:03 | martedì 07 luglio 2015
Verona, domani incontro tra Bigon e l'agente di Rafael: i dettagli
Si discuterà del futuro del portiere brasiliano

di Massimo Balsamo - twitter:@Massimo_Bals ©Foto: CalcioNews24

ESCLUSIVE CALCIOMERCATO HELLAS VERONA RAFAEL RINNOVO - Jankovic, Juanito Gomez, Valoti ma non solo: l'Hellas Verona sta lavorando sui rinnovi di alcuni dei cardini della formazione di Andrea Mandorlini. Il prossimo calciatore con il quale la dirigenza gialloblu intavolerà le trattative per il rinnovo è l'estremo difensore Rafael, classe 1982 di San Paolo. Arrivato nel 2007 dal Sao Bento, Rafael è una delle colonne del Verona e ci sono novità sul suo futuro.

I DETTAGLI - Infatti, secondo quanto raccolto da Calcionews24.com, domani è previsto un incontro tra il direttore sportivo gialloblu Riccardo Bigon e l'agente del calciatore: verrà valutato il futuro dell'estremo difensore, con i veneti pronti ad offrire un prolungamento. Si attendono aggiornamenti dunque, la situazione di Rafael è in continua evoluzione.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, per Mejia c'è anche l'Atletico Nacional
07.07.2015 17.45 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato come il Verona abbia effettuato un sondaggio nei confronti del centrocampista colombiano del Monterrey Alexander Mejia. Sul giocatore classe 1988, secondo quanto appreso dalla nostra redazione, ci sarebbe però la pesante ombra dell'Atletico Nacional, club che lo scorso anno lo cedette ai messicani e che oggi appare pronto a riprenderlo.

ALTRE NOTIZIE
ESCLUSIVA TMW - Inter, il giovane Andriuoli verso Verona
07.07.2015 17.32 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Secondo quanto raccolto da Tuttomercatoweb Lorenzo Andriuoli, giovane attaccante classe 1997 dell'Inter, sarebbe molto vicino al Verona.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


07.07.2015
Idea Mejia per l'Hellas Il Toro spinge per Sala
Petrachi cerca il gialloblù per sostituire Darmian ma Jacopo piace a Inter, Roma e alle grandi d'Europa Si allontana Caldirola, più vicino il rinnovo per Valoti

Per adesso s'intravede solo all'orizzonte. Un'idea lontana, ma che più avanti potrebbe diventare molto più concreta. Il Verona ha messo gli occhi su Alexander Mejia, nazionale colombiano, centrocampista soprattutto centrale ma anche di destra all'occorrenza, da gennaio a maggio ai messicani del Monterrey dopo tre campionati all'Atletico Nacional de Medellin e una all'Once Caldas. Mejia, 27 anni sabato, ha un bel piede e geometrie precise, perno mobile davanti alla difesa capace di vedere gioco con filtranti e aperture di qualità. Il suo nome circola da parecchio tempo in Italia, cercato tre anni fa dal Cagliari, successivamente da Cesena e Roma, quindi dall'Udinese che avrebbe voluto girarlo alla consorella Watford. L'Hellas non vuole sbagliare la scelta dei due metodisti, anche se in fondo uno ce l'ha in casa (Viviani) e l'altro (Tachtsidis) non è ancora un pensiero così remoto, nonostante di incontri fissati col Genoa per ridiscutere il futuro della colonna greca nell'agenda dell'Hellas non ce ne siano ancora. Mejia ha appena concluso la Copa America in Cile, titolare nei quarti di finale nella gara persa ai rigori con l'Argentina dove non ha affatto sfigurato contro i più celebri avversari Biglia e Mascherano. Non impiegato al debutto col Venezuela, Mejia è andato in campo per pochi minuti col Brasile e poi preso il posto, dalla partita col Perù, dell'infortunato Edwin Valencia. Al suo attivo quattro presenze da titolare sulle 27 convocazioni totali della Colombia, protagonista anche contro Costa d'Avorio, Giappone, Uruguay e la Grecia di Lazaros, Moras e Tachtsidis ai Mondiali del Brasile di un anno fa. Il Verona ce l'ha nel mirino, pronto ad accelerare al momento giusto se il mercato lo suggerirà.

SALA PER TUTTI. Mercato sulle fasce. Jacopo Sala potrebbe presto entrare in un grande giro, prima scelta ad esempio del Torino che sta trattando le cessioni di Darmian a mezza Europa e di Bruno Peres soprattutto alla Roma. Sala continua ad andare parecchio di moda in giro per la Serie A, senza che nessuno però abbia mosso per adesso passi perentori. Il Torino, fra i più pimpanti in queste prime settimane di trattative, vuole fare cassa dai suoi due laterali. Da Bruno Peres ma soprattutto da Darmian, desiderato dal Napoli così come dalla Roma e dal Manchester United. Gianluca Petrachi, direttore sportivo del Toro, ha più volte dato un'occhiata a Sala ricavandone sempre spunti positivi. Per ora il Verona aspetta sereno, il contratto fino al 2017 appena firmato dal giocatore è una certezza in più e la mossa iniziale toccherà agli altri farla, mica all'Hellas.

NIENTE TEDESCHI. Di sicuro dal Verona si sta progressivamente allontanando Luca Caldirola, mai comunque obiettivo primario dell'Hellas per la difesa. E il discorso vale anche per Giulio Donati, altro italiano emigrato in Germania, uomo di fascia destra del Bayer Leverkusen per cui c'è l'interessamento soprattutto della Fiorentina ma anche del solito TorinoPOKER D'ASSI. L'Hellas è pronto a far firmare a Rafael un contratto fino al 2017, di un anno più in là rispetto alla precedente scadenza. L'accordo con l'agente Joao Santos c'è già da un pezzo, manca solo l'ufficialità così come per Bosko Jankovic e Juanito Gomez, entrambi in scadenza, che già da un pezzo si sono legati sulla parola al Verona rispettivamente per altri due e tre stagioni. Nel nuovo Verona ci sarà spazio anche per Mattia Valoti, talento che Mandorlini ha cominciato a plasmare l'anno scorso concedendogli finestre sulla Serie A, dieci in tutto, in un'annata servita al ragazzo che prima dell'Hellas giocava in C1 con l'Albinoleffe per crescere giorno dopo giorno e per allargare il suo raggio d'azione da mezzapunta a centrocampista totale. Un'opera che Mandorlini vuole continuare, anche se su Valoti ci sono sempre Perugia e Vicenza. L'intesa c'è gia. Valoti è uno dei tanti pupilli giovani del presidente Maurizio Setti. A 22 anni anche per lui è arrivato il momento del salto in avanti.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


6 Luglio +   -   =
14:06 | 06/07
CdS: Hellas Verona in pressing su Astori
L'Hellas Verona prova a piazzare il colpo Astori. Il centrale azzurro, stando a quanto riportato dal Corriere dello Sport, sarebbe il primo obiettivo per rinforzare il reparto arretrato della squadra allenata da mister Mandorlini. L'ex Roma, di nuovo al Cagliari dopo la non esaltante stagione in giallorosso, non resterà in Serie B.

Sul classe '87, che piace alle inglesi Sunderland ed Everton e alla tedesca Schalke 04, si è inserito il Verona, alla ricerca di un centrale difensivo di assoluto livello. Difficile comunque che i gialloblù riescano a convincere il bergamasco a trasferirsi in Veneto. L'alternativa ad Astori è il sassolese Antei.
di Marco Guerra

FONTE: CagliariNews24.com


Chievo ed Hellas Verona, derby sul mercato: Bonera l’obiettivo
Chievo ed Hellas Verona si sfidano per Daniele Bonera, difensore libero sul mercato dopo il mancato rinnovo di contratto con il Milan

6 luglio 2015 13:52 - Nino Caracciolo
Derby di mercato intorno a Daniele Bonera. Il difensore classe 1981, a cui il Milan non ha rinnovato il contratto dopo otto stagioni in rossonero, è conteso dalla due squadre di Verona. Come riportato da Sky Sport, il primo club a prendere contatti è stato il Chievo, ma nelle ultime ore anche l’Hellas si è mosso in questa direzione. Occasione a parametro zero che fa gola, per Bonera è derby a tinte gialloblù.

Nocerino, ritiro con il Milan e futuro diviso tra Samp, Hellas e Atalanta
Dopo il prestito al Parma negli ultimi sei mesi della scorsa stagione, Nocerino prova a convincere Mihajlovic in ritiro. Ma il suo futuro sarà lontano da Milanello

6 luglio 2015 11:02 - Nino Caracciolo
Presente in rossonero, futuro lontano dal Milan. Sembra essere questo il destino di Antonio Nocerino, centrocampista rientrato alla base dopo i prestiti a Torino e Parma nella scorsa stagione. Nocerino in questi primi giorni di ritiro sta provando a convincere Mihajlovic a puntare su di lui, ma il suo futuro sembra essere lontano da Milanello.

Su di lui ci sono le attenzioni di Atalanta (ma l’ingaggio è un problema), Sampdoria ed Hellas Verona: nessuna trattativa al momento è decollata, ma i contatti continuano a fari spenti e la situazione potrebbe subire un’accelerata improvvisa. Ma, come dichiarato dallo stesso Nocerino, al Milan la priorità. Ed a Mihajlovic l’ultima parola.

FONTE: CalcioWeb.eu


Finite le vacanze per i giocatori dell'Hellas. Bigon pensa ad un colombiano il centrocampo
Il 7 luglio la cena tra squadra e staff inaugura la stagione, con gli allenamenti che iniziano il giorno dopo. Bigon intanto è stuzzicato dall'idea di provare a prendere il colombiano Alexander Mejia

La Redazione 6 luglio 2015
La stagione 2015/16 dell'Hellas Verona sta per iniziare. Dopo la cena fra squadra e staff in programma martedì 7 luglio allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera, i gialloblù si troveranno il giorno successivo per la prima giornata di allenamenti, nella splendida cornice del Parco Termale Villa dei Cedri. L'inizio dell'attività è previsto alle ore 10.30, con l'arrivo dei calciatori e una seduta in palestra e in piscina. Dopo il pranzo ed il riposo pomeridiano, sempre nelle strutture del Parco Termale, la squadra tornerà in "campo" alle ore 16.30 per svolgere lavoro atletico nello splendido parco di Villa dei Cedri, prima del termine delle attività previsto per le ore 19.

Intanto trattative e rinnovi proseguono in questa calda sessione di mercato.
Annunciato il rinnovo con il portiere brasiliano Rafael, che ha rinnovato fino al 2017, ora tocca ad un suo connazionale approdare sulle sponde dell'Adige. Stando a quanto afferma la stampa verdeoro infatti, la società di via Belgio avrebbe trovato l'accordo con l'Internacional di Porto Alegre per il prestito di Claudio Winck, 21 anni, terzino destro finito anche nel mirino dell'Udinese.
Chi invece saluta il capoluogo scaligero è il portiere Benussi, che l'anno prossimo difenderà la porta della neo promossa Carpi, che contende proprio ai gialloblu il difensore 25enne Luca Antei del Sassuolo.

Si complica inoltre la trattativa che dovrebbe portare a Verona il difensore del Werder Brema Luca Caldirola: secondo GianlucaDiMarzio.com infatti, il giocatore avrebbe rifiutato l'offerta economica messa sul piatto dall'Hellas.

Dopo essere stato accostato alla Juventus, il centrocampista colombiano Alexander Mejia, classe 1988, avrebbe stuzzicato l'interesse di Riccardo Bigon. È il sito tuttomercatoweb.com a riportare l'indiscrezione riguardante il giocatore in forza al Monterrey.

FONTE: VeronaSera.it


Caldirola, no all’Hellas Verona. Per lui e Donati spunta l’ipotesi Darmstadt
Fabrizio Romano 06-07-2015 15:10
Ritorno in Italia? Forse. O forse no. Luca Caldirola, difensore del Werder Brema, ha rifiutato l'offerta dell'Hellas Verona. Non è stato trovato l'accordo sull'aspetto economico, la distanza tra le parti è rimasta troppa. Nel frattempo il Darmstadt - squadra neopromossa in Bundesliga - ha richiesto in prestito sia l'ex Inter che Giulio Donati, terzino del Bayer Leverkusen. Si tratta, nei prossimi giorni è previsto un incontro tra le parti. Incroci e trattative, Caldirola richiesto sia in Germania che in Italia. Donati, invece, potrebbe rimanere in Bundesliga, ma con una maglia diversa.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Toro: individuati gli eredi di Bruno Peres e Darmian
06 luglio alle 10:18
Il Torino mette le mani su Sala (Verona), sonda Gabriel Silva (Udinese, destinato al Granada) e non molla Cigarini (Atalanta) secondo la Gazzetta dello Sport.

Toro alle prese col giallo Bjarnason (Pescara): sembrava tutto fatto, ma per la firma dell’islandese ballano ancora 50 mila euro sui 500 mila richiesti dagli agenti. I granata spingono per ratificare, ma la melina dell’entourage del giocatore nasconde il ritorno di fiamma del Basilea: c’è il rischio che vada in ritiro col Pescara in caso di fumata nera col Torino.

FONTE: CalcioMercato.com


23:34 | lunedì 06 luglio 2015
Sampdoria, in settimana incontro con Pazzini
Dopo il no a Cassano, Zenga potrebbe far tornare Pazzini

di Antonio Parrotto - twitter:@AntonioParr8
CALCIOMERCATO SAMPDORIA PAZZINI CASSANO - Walter Zenga, allenatore della Sampdoria, ha bocciato il ritorno di Antonio Cassano. Il tecnico ha dichiarato apertamente nelle scorse ore di aver bocciato il ritorno di FantAntonio ma dopo aver dato il suo assenso al Silvestre-bis, il tecnico è in attesa di un nuovo ritorno. La Sampdoria a inizio mercato ha provato a trattare Pazzini, attaccante attualmente svincolato, ma le richieste del calciatore di Pescia avevano fatto ritirare la Samp dalle trattative lasciando pista libera all'Hellas Verona.

LE ULTIME - La Sampdoria però è pronta a rimettersi in carreggiata. Secondo quanto emerso dagli studi di "Sky Sport" nel corso della trasmissione "Calciomercato l'originale", i doriani hanno programmato un incontro con Pazzini nei prossimi giorni. La Samp non molla Pazzini e i blucerchiati lo vorrebbero in caso di partenza di uno tra Okaka ed Eder.

PIACE A TANTI - Nel frattempo, come emerso da "Speciale Calciomercato" in onda su "Sportitalia", su Pazzini non mancano le pretedenti. L'Hellas Verona resta in vantaggio, il Torino tratta con l'agente dell'attaccante ma occhio all'Atalanta: il club nerazzurro, dopo i timidi tentativi dei giorni scorsi, ha deciso di accelerare per inserirsi prepotentemente nella trattativa.

17:52 | lunedì 06 luglio 2015
Virtus Lanciano: vicino il ritorno di Nicolas dal Verona
Per l'attacco tutto su Inglese: le ultimissime

di Daniele Longo - twitter:@86_longo
Il Lanciano è molto attivo sul mercato, con il direttore Luca Leone che sta cercando di costruire l'ennesima formazione di livello per il campionato cadetto. Secondo le ultissime indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione la Virtus sta stringendo con il Verona per il portiere Nicolas Andrade che tanto bene aveva fatto nella scorsa stagione con la maglia rossonera. Si lavora ad un nuovo prestito ma non è escluso che le due società trovino la quadratura per un passaggio a titolo definitivo.

[...]

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Atalanta, prosegue il pressing per Pazzini: le ultime
06.07.2015 23.46 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Fonte: Gianluigi Longari
Si accende il mercato attorno al nome di Giampaolo Pazzini, attaccante attualmente svincolato dopo la scadenza del contratto col Milan. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, arrivano conferme riguardanti l'interessamento dell'Atalanta per il bomber classe '84. Si profilo al momento una sfida a tre, in corsa anche Torino ed Hellas Verona.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Sassuolo, sfida fra Hellas e Carpi per Antei
06.07.2015 13.24 di Raffaella Bon
Lo scorso 25 giugno il Sassuolo ha riscattato l'intero cartellino di Luca Antei. Secondo quanto raccolto in esclusiva dalla nostra redazione, il difensore potrebbe comunque lasciare il club emiliano: sulle sue tracce si registrano, infatti, Verona e Carpi.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, sondaggio per Mejia del Monterrey
06.07.2015 12.38 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Si fa sempre più caldo il mercato in Italia per Alexander Mejia, centrocampista colombiano del Monterrey. Secondo quanto raccolto dalla redazione di TuttoMercatoWeb.com, dopo i rumors dal Sudamerica legati alla Juventus, nelle ultime ore il Verona avrebbe effettuato un sondaggio per l'ex Atletico Nacional. Meija (26) è approdato al club messicano lo scorso gennaio.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


5 Luglio +   -   =
Hellas Verona, Bigon: “Zamparini arrabbiato per Viviani? Abbiamo sfruttato l’occasione”
Riccardo Bigon in compagnia di Andrea Mandorlini

Gianluca Di Marzio 05-07-2015 15:00
Era pronto a giocare a Palermo, Federico Viviani; visite già programmate, poi si è inserito il Verona e ha rovinato i piani di Zamparini: trattativa lampo, accordo trovato in poche ore con la Roma e col giocatore. A raccontare il trasferimento del giocatore a Verona è il nuovo direttore sportivo gialloblù Riccardo Bigon, come riporta la Gazzetta dello Sport: "Il sogno di ogni ds è consegnare la squadra intera pronta per il raduno, ma rimane un’utopia: il mercato si dovrebbe chiudere fine luglio, noi in quindici giorni abbiamo già chiuso due acquisti: il francese Souprayen e Viviani. Zamparini si è arrabbiato? Ci hanno chiamato all’1.15 di notte e abbiamo sfruttato subito l’occasione”.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


08:10 | domenica 05 luglio 2015
Bigon rivela: «Provai a prendere Bale»
Il diesse del Verona su Pazzini: «Ci pensiamo»

di Silvana Palazzo - twitter: @silvpalazzo
CALCIOMERCATO NAPOLI VERONA BIGON - Ha preso una decisione molto delicata Riccardo Bigon lasciando il Napoli, ma dopo le esperienze a Reggio Calabria e in Campania il direttore sportivo ha deciso di ripartire dall’Hellas Verona, avvicinandosi così a casa: «E’ il club giusto per dare continuità al mio modo di lavorare: filosofia aziendale moderna, grandi possibilità di sviluppo nel futuro e dopo 100 punti in due stagioni è l’ora di consolidarci. Ho firmato per 3 anni e credo nella crescita sia del club sia personale», ha dichiarato il dirigente gialloblù a La Gazzetta dello Sport, a cui ha confessato poi il momento in cui ha deciso di lasciare il Napoli: «Tra febbraio e marzo ho fatto un bilancio e pensato che era il momento di prendere una strada nuova. L’ultimo anno? C’era un’aspettativa iniziale troppo elevata e in una stagione considerata negativa abbiamo vinto la Supercoppa Italiana e raggiunto le semifinali di Europa League e Coppa Italia».

RETROSCENA – Bigon ha poi rivelato un retroscena: ha rifiutato di seguire Rafael Benitez al Real Madrid, senza che glielo chiedesse, ma avrebbe potuto dire sì a seguirlo al West Ham. «Lì c’era stato un certo discorso. Poi quando è venuto fuori il Real, ho bussato alla sua stanza e gli ho detto: ”Mister, io a Madrid non vengo, perché un giorno voglio raccontare ai nipotini di aver rifiutato il Real”. La verità è che non mi ha chiesto di seguirlo...», ha spiegato il diesse. Ma non è finita qui, perché Bigon ha rivelato di aver provato a prendere Gareth Bale nel 2010: «Nel 2010 cercai di prendere Bale quando faceva panchina al Tottenham. Flop Vargas? Colpa mia. E’ arrivato in Italia nel momento sbagliato, quando non c’erano le condizioni per dare il meglio. E la falsa partenza ha condizionato anche i giudizi: lo pagai 11 milioni, ora ne vale molti di più».

MERCATO – Bigon, che ha creato con i suoi collaboratori un software per garantire agli allenatori profili adatti alle necessità in pochissimo tempo, ha parlato del mercato dell’Hellas Verona: «Ufficializzeremo i rinnovi di Rafael, Nicolas e Valoti tra pochi giorni. E anche due acquisti: il francese Souprayen e Viviani. Ho fatto arrabbiare Zamparini con Viviani? Ci hanno chiamato all’1.15 di notte e abbiamo sfruttato l’occasione. Pazzini? Suggestione estiva, ci pensiamo sotto l’ombrellone... (sorride). Stiamo parlando, vediamo se ci saranno le condizioni».

FONTE: CalcioNews24.com


05.07.2015
Il Verona prenota Winck Baby talento per la fascia
Non è ancora fatta, ma l'intesa è stata trovata. Il Verona ha prenotato Claudio Winck terzino destro brasiliano già adocchiato a gennaio ed inseguito in passato anche da Inter e Roma, a giugno cercato pure dall'Udinese. Winck è uno dei ragazzi d'oro della classe 1994, campione sudamericano nel 2011 con l'Under 17, passato dal Gremio prima di trasferirsi all'Internacional di Porto Alegre che l'ha legato con un contratto fino al 31 marzo del 2018.

Dopo l'arrivo in gialloblù di un punto di forza della Nazionale Under 21 italiana come Federico Viviani, il ritorno all'Hellas di Zampano e Torregrossa che hanno fatto molto bene in Serie A, la conferma di Pierluigi Gollini in prima squadra, Riccardo Bigon va a caccia di nuovi talenti e varca i confini continentali per regalare a Mandorlini l'entusiasmo di tanti ragazzi. Ventuno anni compiuti il 15 aprile, nato a Portao nello stato del Rio Grande do Sul, Winck ha vissuto il suo periodo d'oro nella prima parte del campionato brasiliano di un anno fa, da aprile a fine agosto, quando si ritagliò uno spazio consistente nell'Internacional ad un certo punto addirittura in testa alla classifica grazie alla vittoria sul Gremio propiziata da un suo gol, dopo quello ininfluente segnato al Corinthians. Due reti nelle prime otto gare il suo biglietto da visita nella squadra capitanata da Dida e Juan, vecchie colonne in passato di Milan e Roma. Winck viene da un disgraziato avvio di stagione, segnato da un infortunio muscolare ad una coscia che l'ha tenuto fuori dai giochi dalla seconda alla decima giornata, dopo aver giocato titolare la prima contro l'Atletico Paranaense il 10 maggio.

Giocatore di spinta, Winck ama proporsi in attacco e andare al tiro, compagno di nazionale under 20 di talenti come Wallace, appena passato al Chelsea, e di Doria del Marsiglia, cercato a lungo anche lo scorso gennaio dal Verona. La formula sarà quella del prestito con diritto di riscatto, in attesa di valutare i suoi reali tempi di recupero e capire esattamente quando Winck potrà essere a disposizione di Mandorlini. Un colpo di grande effetto per l'Hellas. Winck, da under 21, non graverà sulla lista dei 25 giocatori senior, da quest'anno tetto massimo in Serie A. In Brasile, dove il ragazzo è considerato un talento limpidissimo, danno l'affare per fatto. Non è così, manca ancora la firma sull'accordo ma ci siamo quasi.
A.D.P.

05.07.2015
Bigon cerca gli ultimi tasselli per l'Hellas
Resta calda la pista che porta a Caldirola e Bonera Non si può escludere il ritorno di Taxi. Pazzini? Il sogno

Il presidente Maurizio Setti con il diesse Riccardo Bigon FOTO EXPRESS

Due giorni al raduno di Peschiera, sei alla partenza per il ritiro di Racines. Al Verona manca qualcosa ma non moltissimo. È forte l'Hellas di oggi, senza un paio di difensori di spessore che dovranno per forza essere presi ma anche con un paio di profili in casa di livello superiore che difficilmente rimarranno. Non ci sono più Saviola, Sorensen, Obbadi, Nico Lopez, Benussi, Marques, Brivio, Campanharo, Agostini e Fernandinho. Altri ancora partiranno, altri arriveranno. Al loro posto per adesso Zampano, Bianchetti, Siligardi, Viviani e Souprayen, oltre a vari prestiti tornati alla base come Gonzalez e Nenè comunque fuori dal progetto. Classico periodo da lavori in corso.L'HELLAS DI OGGI. In questo momento il Verona ha una catena di destra che vale la Nazionale fra Sala e Romulo, impareggiabile per corsa e dinamismo ma con pochi rivali anche per capacità di difendere e far male nella metà campo avversaria.

Mandorlini adesso però non ha Tachtsidis, che intanto andrà in ritiro col Genoa a cui il direttore sportivo Riccardo Bigon non ha ancora chiesto un appuntamento per discutere del suo eventuale acquisto dopo che l'Hellas non ha fatto valere l'opzione di riscatto. Davanti alla difesa c'è però Viviani, mister quattro milioni. Sala, fresco di rinnovo fino al 2017, non partirà a breve. Finora le sirene di mercato sono solo virtuali. Tutti lo vogliono, ma è anche vero che un'offerta davvero adeguata il Verona non l'ha ancora ricevuta. A sinistra quella di Souprayen pare una scelta definitiva, il francese è stato protagonista in Ligue 2 chiudendo al quarto posto col Digione, di cui è stato anche capitano, a tre punti dall'Angers terzo promosso in Ligue 1 con Troyes e Ajaccio. Souprayen ha giocato 28 partite di cui 23 a sinistra e cinque da centrale, posizione a cui può anche adattarsi e in cui è stato impiegato ai tempi dell'Under 21 in coppia con Sahko, giocatore ora del Liverpool.

In mezzo al campo Romulo in teoria è destinato a partire, ma ancora per lui non c'è vero mercato. Vale il discorso di Sala, con l'aggravante di un ingaggio parecchio pesante. Davanti l'unica variabile è per adesso Luca Siligardi, nato come mezzapunta ma bravo a trasformarsi anche in attaccante moderno e ad acquisire una certa dedizione per la fase difensiva. Intoccabile il tridente formato da Toni, Gomez e Jankovic. Ma le bocce non sono ancora ferme.PASSO IN AVANTI. La versione definitiva del Verona, fra i giocatori ancora sotto contratto, non comprenderà Rodriguez e probabilmente Lazaros. Di sicuro l'Hellas dovrà essere molto diverso in difesa. Winck, quando e se partirà Sala, dovrebbe essere titolare a destra ma la chiave di tutto è il secondo centrale da affiancare ad uno fra Marquez (più probabile) o Moras, la coppia più affidabile del Verona dello scorso anno. Il Verona ha escluso fra i candidati Antei del Sassuolo, il troppo caro Astori del Cagliari e lo svincolato Bonera in uscita dal Milan.

Non è un pensiero fisso nemmeno Luca Caldirola del Werder Brema, che comunque Bigon tiene d'occhio. Vicino a Marquez, al di là di tanti nomi, c'è un grande punto di domanda. Stavolta il Verona non può sbagliare la scelta, Bigon vuole decidere con calma. A centrocampo Tachtsidis, dovesse tornare, si giocherebbe il posto di metodista con Viviani che però è stato un grosso investimento, senza dimenticare che Mandorlini ha un giocatore versatile come Ionita fuori dai giochi dai primi di aprile per un infortunio serio ma fino ad allora elemento molto prezioso. Così come Leo Greco. L'attacco è tutto in evoluzione. E dipende da quel che sarà di Pazzini, che il Verona vuole per l'immediato e per il dopo Toni ma su cui ogni giorno piomba una squadra in più. L'ultima è il Palermo. Un sogno d'estate, ma non impossibile da coronare. Il Verona proverà ad alzare l'asticella con quattro anni di contratto ed un ingaggio appena sopra il milione. Pazzini ne vorrebbe due, ma se dovesse abbassare le pretese il punto d'incontro non sarebbe difficilissimo da trovare.
A.D.P.

FONTE: LArena.it


4 Luglio +   -   =
Verona: occhi su due ex interisti in Germania
04 luglio alle 22:11
A Verona continua il corteggiamento a Pazzini (Milan), ma c’è il nodo ingaggio. Rinnova Sala (2017), Caldirola (Werder Brema) resta nel mirino come Donati (Bayer Leverkusen). Lo Spezia tratta il ritorno di Nenè (Verona).

FONTE: CalcioMercato.com


Calciomercato Verona, derby per Bonera
Il difensore piace anche al Chievo

04/07/2015 21:44
MERCATO VERONA CHIEVO BONERA/ VERONA - Derby di calciomercato per Daniele Bonera. Il difensore, svincolatosi dal Milan dopo nove stagioni, è stato accostato nei giorni scorsi al Chievo. L'ex Brescia - secondo quanto riportato da 'gianlucadimarzio.com' - piace anche al Verona di Mandorlini.
M.S.

FONTE: CalcioMercato.com


11:31 | sabato 04 luglio 2015
Hellas Verona, fatta per Claudio Winck
Affare chiuso nella notte con l'internacional di Porto Alegre: prestito con diritto di riscatto

di Giuseppe Carotenuto - twitter:@GiuCarotenuto
CALCIOMERCATO HELLAS VERONA WINCK - Il calciomercato dell'Hellas Verona si è acceso improvvisamente. Dopo aver chiuso per il rinnovo di Sala scacciando via le voci di mercato, gli scaligeri nella notte hanno piazzato un importante colpo soprattutto in prospettiva futura. Fatta per Claudio Winck, esterno destro di proprietà dell'Internacional di Porto Alegre.

BLITZ GIALLOBLU - Come riportato dall'edizione online de La Gazzetta dello Sport, l'Hellas nella notte ha trovato l'accordo con il club brasiliano dopo i primi contatti già avviati a gennaio dall'ex direttore sportivo Sean Sogliano. Winck arriverà in Italia in prestito con diritto di riscatto e nelle prossime ore partirà dal Brasile per le consuete visite mediche di rito e per mettere nero su bianco. Affare fatto quindi, siamo veramente ai dettagli per una trattativa che dura ormai da mesi: il Verona pronto a dare il benvenuto Claudio Winck.

08:57 | sabato 04 luglio 2015
Oltre a Caldirola, anche Donati per il Verona | GdS
I due cavalli di ritorno dalla Bundesliga puntano verso il Bentegodi. Pazzini rimane il chiodo fisso

di Gianmarco Lotti - twitter:@GianmarcoLotti
VERONA CALDIROLA DONATI PAZZINI - Il Verona pensa a mettere a posto la rosa in questi giorni di calciomercato prima dell'inizio del ritiro. Il nome caldo è quello di Giampaolo Pazzini per l'attacco ma si continua ad aspettare una risposta dall'attaccante toscano. Intanto, in attesa di capire il futuro di Pazzini, l'Hellas Verona punta a fare qualche colpo in difesa. Nel mirino due giocatori italiani emigrati in Bundesliga: da giorni infatti si parla di Luca Caldirola come nuovo obiettivo del Verona ma non c'è solo il difensore del Werder Brema.

DONATI HELLAS - Giulio Donati, terzino destro versiliese, due anni fa ha lasciato l'Italia per andare al Bayer Leverkusen e giocare (e segnare) in Champions League. Adesso il nome di Donati è quello che viene fatto per l'out di destra del Verona nonostante il ruolo sia già coperto da Jacopo Sala, il quale ha firmato il rinnovo nelle ultime ore. Secondo la Gazzetta dello Sport Caldirola e Donati sarebbero pronti a riabbracciare il nostro campionato ripartendo dal Bentegodi di Verona.

FONTE: CalcioNews24.com


RASSEGNA STAMPA
Hellas, Corriere di Verona: "Sala prolunga, mezza Europa lo vuole"
04.07.2015 09.03 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
Jacopo Sala (23) al Verona fino al 2017. Il Corriere di Verona in edicola questa mattina sottolinea il rinnovo del centrocampista, la cui ufficialità è arrivata nella giornata di ieri. Un anno in più con l'Hellas: mossa che, tuttavia, va registrata come una garanzia prestata nell'ottica di una cessione che rimane pista probabilissima. Roma, Inter, Fiorentina, Genoa sono le principali pretendenti in Italia dell'ex Amburgo. A visionarlo, al Bentegodi, ci sono stati anche Liverpool, Tottenham e West Ham. Il Verona, per privarsi di Sala, chiede almeno cinque milioni di euro.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


04.07.2015
L'Hellas prende il «talentino» brasiliano Claudio Winck
Rinforzo sulla fascia destra del Verona, con l'arrivo del 21enne laterale Claudio Winck, considerato uno dei talenti più interessanti del calcio brasiliano. Il direttore sportivo dell'Hellas, Riccardo Bigon, ha raggiunto nella notte l'accordo con l'Internacional Porto Alegre, con cui Winck è legato da un contratto fino al 31 marzo del 2018, sulla base del prestito con diritto di riscatto. Winck ha saltato però gli ultimi mesi di stagione in Brasile per un problema muscolare a una coscia.
Alessandro De Pietro

04.07.2015
Rafael prepara la penna Benussi giocherà a Carpi
Non solo Sala. Anche Rafael è pronto ad allungare la sua vita al Verona. Presto il portiere brasiliano firmerà un contratto fino al 2017, un anno in più della scadenza dell'accordo fino al 30 giugno 2016 che ha nel cassetto negli uffici di Istanbul il suo procuratore Joao Santos, in Italia la settimana scorsa per discutere con Riccardo Bigon dell'altra metà di Jorginho ma anche per coprire ancor di più le spalle di Rafael. Il Verona aveva già in preventivo questa mossa, deciso a rendere più stabile il rapporto con Rafael e ad accontentare sia l'agente che il giocatore, ormai cittadino onorario di Verona. Bigon e Joao Santos hanno lavorato nella stessa direzione, presto ci sarà anche la firma.

Proprio ieri intanto Francesco Benussi, a fine contratto col Verona dov'è stato portiere titolare a lungo la passata stagione, ha firmato col Carpi, primo acquisto di Sean Sogliano. Portieri a parte, l'Hellas continua a concentrarsi molto per potenziare la sua difesa. Nelle ultime ore però il Verona ha allontanato nomi rimbalzati dal mercato verso via Belgio. Uno è Luca Antei del Sassuolo, l'altro Davide Astori tornato al Cagliari dopo la parentesi alla Roma. Nessuno dei due è fra gli obiettivi di Bigon.

Resta a metà strada Luca Caldirola, centrale ma anche esterno sinistro del Werder Brema che Bigon ha inserito nel suo taccuino ma non fra le sue primissime scelte. Magari capiterà un giorno di parlarne col suo agente, Marco De Marchi, ma finora un contatto diretto non c'è stato. Il Verona non ha ancora incontrato nemmeno il Genoa per discutere di Panagiotis Tachtsidis, rientrato alla base dopo il mancato riscatto da parte dell'Hellas. Ci sarà tempo per parlarne, specie ora che il Verona ha già in casa in quel ruolo un giocatore di livello come Federico Viviani.
A.D.P.

04.07.2015
Quanto vale Jacopo Sala? Il prezzo, come sempre, lo farà il mercato.
Una vera offerta per Sala non è ancora arrivata sul tavolo di Riccardo Bigon, anche se il ragazzo ha da tempo attirato le attenzioni di molti. Della Roma ad esempio, che mosse persino il suo direttore sportivo Walter Sabatini in tribuna il 26 aprile scorso nella partita del 3-2 al Sassuolo per dargli un'occhiata.«Sì, lo stiamo seguendo», ammise Sabatini. Sala starebbe bene nel centrocampo a tre della Roma ma anche come esterno di difesa, là dove Garcia per ora ha adattato Florenzi e dove Maicon, 34 anni ormai, non è più il treno dei tempi dell'Inter di Mourinho. Anche se nelle ultime ore la Roma si sta buttando su Darmian e Bruno Peres del Torino.

Sala piace parecchio anche alla Fiorentina, monitorato più volte. A primavera, subito dopo la Roma, anche l'Inter aveva guardato più volte verso il Bentegodi. Più difficile che a Sala possa arrivare una società pur ambiziosa come il Genoa. Ad avvicinarsi a Sala ci ha provato il Torino, che cerca in giro sostituti di Darmian. La verità è che il miglior Sala non sfigurerebbe nemmeno a confronto con l'esterno del Toro, proprio per questo il suo valore non può che essere parecchio alto. Una plusvalenza sicura, se dovesse partire. Ma soltanto alla giusta offerta, dall'Italia o dall'estero. Perché in Inghilterra nessuno si è dimenticato di lui.
A.D.P.

04.07.2015
Sala abbraccia l'Hellas e prenota la Nazionale
«Devo ringraziare la società per la fiducia dimostrata Sono contento, qui ho trovato il mio ambiente ideale» Ma ci sono grandi club che bussano alla porta di Setti

Il presidente Setti con Sala dopo la firma del contratto HELLASVERONA.T

Un altro anno di contratto. Strategico. Jacopo Sala è ancor di più del Verona di quanto non dicesse quella vecchia scadenza di giugno 2016 ratificata dal triennale di un paio di estati fa, quando l'Hellas riportò in Italia a parametro zero uno dei suoi talenti più precoci scappati in Inghilterra. Sala ha messo una firma dal peso specifico notevole, nel quartier generale di Milano del presidente Setti, sotto lo sguardo compiaciuto di Riccardo Bigon. Un prolungamento annunciato, un accordo che in teoria lascerebbe Sala al Verona fino a 26 anni anche se è molto dura ipotizzare a un giocatore così forte e futuribile sordo al mercato e soprattutto a direttori sportivi d'alta fascia poco sensibili al suo talento e alla sua versatilità. Sala per adesso non ci pensa: «Sono proprio contento. E non è la classica frase di circostanza. A Verona sto molto bene. Mi bene con i compagni e con tutti coloro che lavorano in società, con cui ho instaurato un rapporto più che amichevole. Un grazie sincero al presidente Setti per la fiducia dimostrata. Ora non mi resta che abbracciare voi tifosi, il 10 sera, in occasione della presentazione ufficiale della squadra». Da qui a fine agosto però può accadere di tutto.

UNO DA NAZIONALE. Un Verona con Sala avrebbe ovviamente un altro passo, soprattutto Sala avrebbe bisogno di una stagione finalmente a pieno regime dopo i guai di quella passata quando gli infortuni muscolari lo tormentarono di continuo, costringendolo a saltare le prime 16 partite e delle prime 24 a giocarne solo cinque. Per lasciarsi tutto alle spalle gli è bastato poco. Il riassunto di Sala è la naturalezza con cui lascia partire il destro che inchioda il Parma al Bentegodi, una settimana dopo i primi minuti del campionato in cui s'è visto in campo, con l'Empoli il 6 gennaio, così come l'interpretazione del ruolo di terzino destro, posizione in cui il Verona vorrebbe inquadrarlo là dove di materia prima in giro per la Serie A non ce n'è tanta. Sala è la fortuna di tanti allenatori, se restasse lo sarebbe anche di Mandorlini e di Luca Toni, che dei suoi cross saprebbe esattamente cosa fare e che un giorno su quel ragazzo diventato suo amico vero s'è anche sbilanciato. «Credo che Sala possa diventare un giocatore importante dell'intero panorama italiano», l'investitura di Toni, uno che non spende mai troppi complimenti a caso. Tanto forte da poter ambire alla maglia azzurra senza neanche troppo preavviso. In giro non c'è tanto di meglio.

PASSAGGIO DOVEROSO. Anche molte squadre di A la pensano come Toni, ma per adesso Sala è un giocatore del Verona, di un club che sta abbracciando un disegno sempre più italiano e di una dirigenza che ha giustamente rafforzato la posizione di uno dei suoi elementi di maggior valore, proprio per non lasciarlo seminudo davanti ad una qualsiasi offerta e non permettere a chi lo vorrà di giocare al ribasso perché il ragazzo fra meno di un anno. Il rischio non c'è mai stato, già a primavera Sala s'era mostrato disponibile di allungare la sua vita all'Hellas. Contento grazie al Verona di aver riabbracciato l'Italia dopo anni e anni al Chelsea, guidato da Carlo Ancelotti nei suoi periodi in prima squadra e adottato dai vari Ivanovic, Drogba, Lampard e Terry. All'Amburgo aveva lasciato il segno con un gran gol al Bayern Monaco, in Italia è diventato in fretta uno dei giovani esterni fra i più eclettici in circolazione. Del Verona fino al 2017, fino a smentita ufficiale da parte del mercato.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


3 Luglio +   -   =
Ufficiale, Jacopo Sala rinnova fino al 2017
Postata il 03/07/2015 alle ore 10:50

Verona - L'Hellas Verona FC comunica ufficialmente di aver prolungato il contratto fino al 2017 del calciatore classe 1991 Jacopo Sala.

FONTE: HellasVerona.it


Bonera, quanti alla porta
3 LUGLIO 2015 - 20:00 TOMASO PALLI
Come confermato dallo stesso presidente Silvio Berlusconi, Daniele Bonera lascerà la società rossonera in questa sessione di mercato. Il giocatore nato a Brescia cambia aria dopo 9 anni di Milan.
Dopo 152 presenze con il Diavolo, Daniele Bonera non ha rinnovato ed è attualmente svincolato. Il centrale difensivo ex-Parma è molto ricercato sul mercato a livello nazionale. Su di lui l’Hellas Verona ha già messo gli occhi da tempo, anche se nell’ultimo periodo è l’altra squadra di Verona, il Chievo, leggermente avvantaggiata. Sponda Hellas, potrebbe ritrovare anche Giampaolo Pazzini, nel caso in cui Setti (attuale presidente della squadra) voglia dare a Mandorlini una valida alternativa Luca Toni.

A 34 anni Bonera non vuole di certo smettere e potrebbe quindi accasarsi in provincia, lontano da qualsiasi pressione.

FONTE: IVM.IlCalcioMagazine.it


Lanciano, trattativa per tre giocatori del Verona
03 luglio alle 21:10
Nuovi affari per il Lanciano. La società di Valentina Maio sta trattando con l'Hellas Verona tre giocatori: uno è il portiere Nicolas Andrade, destinato a rimanere in rossonero dopo la stagione in prestito. Gli altri sono Michael Rabušic ed Ernesto Torregrossa: probabile che arrivi soltanto uno dei due. A riportarlo è lanciano24.it.

Fiorentina-Torino: quanta concorrenza per Guidetti
03 luglio alle 15:09
Secondo Firenzeviola.it, la Fiorentina ha messo nel mirino l'attaccante svedese John Guidetti. I viola, per assicurarsi il classe '92 appena svincolatosi dal Manchester City, dovrà battere la concorrenza di Udinese, Verona, Lazio e Siviglia.

La Gazzetta dello Sport scrive che Guidetti interessa anche al Torino in alternativa al connazionale Bahoui, Okaka e Belotti (ma il Palermo alza il muro), oltre al contesissimo Defrel.

FONTE: CalcioMercato.com


Carpi, dall’Hellas Verona arriva Benussi: il comunicato ufficiale
Redazione 03-07-2015 13:18
Un nuovo portiere per il Carpi, Francesco Benussi, la scorsa stagione all'Hellas Verona, è pronto per la sua nuova esperienza. La società neopromossa lo ha annunciato con un comunicato apparso sul sito ufficiale: "Il Carpi F.C. 1909 comunica l’ingaggio di Francesco Benussi, portiere classe 1981 che approda in biancorosso dopo l’esperienza all’Hellas Verona, della quale ha difeso la porta per 16 volte nell’ultimo campionato. Benussi si è legato al Carpi fino al 30 giugno 2016 con opzione per la stagione 2016-17."

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


2 Luglio +   -   =
Ufficiale: Mantovani, Micheli e Zunino in gialloblù
Postata il 02/07/2015 alle ore 13:26

Verona - L'Hellas Verona FC informa che, a partire dalla giornata odierna, Leonardo Mantovani (a sinistra), Maurizio Micheli (al centro) e Marco Zunino (a destra) sono entrati a far parte ufficialmente dell'area sportiva, rispettivamente con le cariche di: International Scouting, Responsabile Scouting e Coordinatore Scouting.

Ufficiale, Siligardi firma per l'Hellas
Postata il 02/07/2015 alle ore 11:00

Verona - L’Hellas Verona FC informa di aver ufficialmente acquisito i diritti alle prestazioni sportive dell’attaccante classe 1988 Luca Siligardi.

Ecco le prime dichiarazioni di Luca da neo tesserato gialloblù:
«NON VEDO L'ORA DI INIZIARE»
«Sono davvero felice di essere arrivato a Verona, ringrazio il Presidente Setti e la Società per l’opportunità che mi è stata concessa. Non vedo l’ora di iniziare e di godermi l’abbraccio e il calore dei tifosi gialloblù, forza Hellas!»


FONTE: HellasVerona.it


Derby di Verona per Bonera
02 luglio alle 10:49
Da ieri è ufficialmente svincolato, ma per l'ex difensore del Milan, Daniele Bonera, non mancano le offerte. Nelle ultime ore si è scatenato un vero e proprio derby per lui: sulle sue tracce ci sono Verona e Chievo.

FONTE: CalcioMercato.com


Verona, sfida a cinque per Wagner
Il centravanti tedesco dell'Hertha Berlino piace soprattutto in Inghilterra

02/07/2015 15:46
CALCIOMERCATO VERONA WAGNER HERTHA / BERLINO (Germania) - Nome nuovo per l'attacco del Verona. Secondo quanto riportato da 'bz-berlin.de', i gialloblu sarebbero sulle tracce di Sandro Wagner, 27enne centravanti tedesco dell'Hertha Berlino che piace anche al neopromosso Darmstadt e agli inglesi di Hull City, Blackburn e Nottingham Forest.
M.R.

Udinese, insidia spagnola per Feddal
Sull'ex Parma resta in pressing anche il Verona

02/07/2015 10:48
CALCIOMERCATO UDINESE FEDDAL VERONA LEVANTE / UDINE - C'è la fila per Zouhair Feddal. Il laterale marocchino con passaporto spagnolo, libero da vincoli contrattuali dopo il fallimento del Parma, piace a Verona ed Udinese che però, riporta 'Tuttosport', dovranno guardarsi dalla concorrenza del Levante.
L.P.

FONTE: CalcioMercato.it


Avellino, vicino l’arrivo di Monachello: chiesto Bianchetti al Verona
Gianluca Di Marzio 02-07-2015 01:24
Mercato dell’Avellino che entra nel vivo, trattative importanti per cercare di chiudere alcune operazioni che rinforzerebbero la rosa in vista della prossima stagione. Una di queste è quella che porta a Monachello: l’attaccante classe 1994 nell’ultima stagione al Lanciano ma di proprietà del Monaco è vicino all’Avellino, che ha deciso di puntare su di lui visto che il Napoli non ha ancora deciso se privarsi o meno di Roberto Insigne.

Attacco ma non solo, perché l’Avellino pensa anche alla difesa: dopo i tentennamenti del Bari per Ligi, è stato richiesto Bianchetti all’Hellas Verona. Dall’attacco alla difesa, ore intense per il mercato dell’Avellino.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


11:26 | giovedì 02 luglio 2015
Verona: Cappelluzzo nel mirino di tre squadre di B
L'attaccante sarà valutato in ritiro da Mandorlini: le ultimissime

di Daniele Longo - twitter:@86_longo
CAPPELLUZZO VERONA CALCIOMERCATO LANCIANO LATINA MODENA - Il Verona riparte dalla nuova coppia Mandorlini-Bigon con la volontà di centrare un'altra salvezza tranquilla. Riflettori puntati su Pierluigi Cappelluzzo, bomber della passata stagione con la formazione Primavera scaligera. Grande fisico e senso del gol per un attaccante che nei piani della società sarà valutato in ritiro dal mister Mandorlini. L'idea sarebbe quella di farlo partire come principale alternativa a Luca Toni e cercare di valorizzare un classe 96' che già nella sua esperienza a Siena aveva lasciato intravedere doti importanti. Attenzione però alle sirene che squilanno dalla serie cadetta, sempre più incessanti.

UN TRIS PER CAPPELLUZZO - Secondo le ultimissime indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione, Cappelluzzo è entrato nel radar del Lanciano del direttore Luca Leone che lo vorrebbe portare in Abruzzo. Non solo la formazione frentana ha mosso passi per l'attaccante: Modena e Latina si sono messe in fila, in attesa che il Verona prenda una decisione definitiva sul giocatore, magari dopo il ritiro.

11:34 | giovedì 02 luglio 2015
Roma: torna l'idea Pazzini | CdS
Sul giocatore svincolato dal Milan anche Verona e Bologna

di Michele Ruotolo - twitter:@michelenews24

CALCIOMERCATO PAZZINI ROMA VERONA BOLOGNA - Torna in auge per il calciomercato della Roma il nome di Giampaolo Pazzini: una mossa decisamente low cost, visto che il giocatore è attualmente svincolato, che potrebbe interessare ai giallorossi ed al direttore sportivo Walter Sabatini. Pazzini al momento pare molto vicino all'Hellas Verona, anche se su di lui ci sarebbe da registrare anche l'interessamento del Bologna. Dunque? Per il momento nulla è deciso. La Roma potrebbe decidere di puntare sul giocatore nel caso in cui dovesse servire una prima punta a costi decisamente ridotti, e cioè qualora nessuno dei giocatori cedibili in questo momento dovesse partire (da Seydou Doumbia a Gervinho). Per Pazzini le acque, lentamente, si muovono...

PAZZI PER PAZZINI - Non è una novita che Sabatini abbia già sondato a gennaio e nei mesi successivi il terreno per Pazzini: ne parla ora anche il Corriere dello Sport, secondo cui la Roma potrebbe pensare all'attaccante, svincolato dal Milan, nelle prossime settimane. Vedremo cosa succederà adesso.

FONTE: CalcioNews24.it


EUROPA
Werder Brema, Caldirola: "Ritorno in Italia? Non so nulla"
02.07.2015 23.49 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Accostato all'Hellas Verona, il difensore di proprietà del Werder Brema Luca Caldirola - intercettato dalla redazione di SportItalia - ha risposto così alla domanda riguardante il suo futuro: "Ritorno in Italia? Al momento non so nulla, in questo momento mi trovo in Germania in ritiro".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Torino, anche i granata su Guidetti: occhio al Siviglia
02.07.2015 18.08 di Gianluca Losco Twitter: @MrLosco
John Guidetti è di fatto un giocatore svincolato. Già da tempo l'attaccante è seguito da molti club italiani: si è parlato di Udinese, Verona, Lazio e Fiorentina. Naturalmente lo svedese è appetito anche all'estero. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, nelle ultime ore per l'ex Manchester City si registrerebbe l'interesse anche da parte del Torino, che dovrà guardarsi dalla concorrenza soprattutto del Siviglia.

SERIE A
Verona, nel pomeriggio incontro con l'entourage di Caldirola
02.07.2015 14.51 di Simone Bernabei
Giornata di incontri di mercato per il ds dell'Hellas Verona Riccardo Bigon. Secondo Sky Sport nel pomeriggio il dirigente scaligero si vedrà con l'entourage di Luca Caldirola, centrale in forza al Werder Brema, che potrebbe diventare un obiettivo caldo per la squadra di Mandorlini.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Salernitana, contatti con Torregrossa
02.07.2015 11.33 di Luca Esposito Twitter: @lucesp75
Secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra Redazione, il diesse della Salernitana Angelo Fabiani ha intensificato i contatti con l'agente dell'attaccante Ernesto Torregrossa (23), di proprietà del Verona, il quale nel campionato appena trascorso ha fatto parte della rosa del Crotone con cui ha segnato 8 gol in 35 partite. Nuovi contatti con l'entourage sono previsti all'inizio della prossima settimana, quando la chiacchierata informale si potrebbe trasformare in una trattativa vera e propria sulla base di un contratto biennale. Seguiranno sviluppi.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


02.07.2015
Dal Livorno arriva Siligardi con un contratto di tre anni
Il Verona ha ufficializzato l'arrivo di Luca Siligardi, attaccante l'ultima stagione autore di 10 gol in 31 partite col Livorno. Per lui contratto di tre anni, fino al 2018. Il giocatore è passato ieri dalla sede di via Belgio per firmare l'accordo con l'Hellas ed ha incontrato il presidente Setti, il direttore generale Gardini ed il direttore sportivo Bigon. Bloccato già a gennaio, Siligardi era in scadenza dopo tre anni a Livotrno fra Serie A e Serie B.
Alessandro De Pietro

02.07.2015
Ma il Pazzo può arrivare Bonera e Taxi nel mirino

Setti frena, ma è giusto sia così. Esistono variabili impazzite che possono inserirsi ancora nella trattativa che la società di via Belgio ha impostato con Giampaolo Pazzini, uno degli svincolati di lusso. Finita l'avventura al Milan il «Pazzo» è stato contattato dal Verona. Ingaggio elevato quello dell'attaccante. Ma operazione che è apparsa da subito possibile.Pazzini avrebbe trovato un accordo quadriennale con l'Hellas. Si era parlato anche dell'ingaggio: 1,2 milioni a stagione. Elevato, molto elevato anche per il club di Setti. Tuttavia, con cifre probabilmente da rivedere, sembra proprio che tra le parti sia stato trovato un accordo di massima.

Gli ostacoli? L'inserimento di un club blasonato, tipo la Roma che è andata a vedere che aria tira in casa Pazzini. E poi c'è anche una valutazione di tipo tattico. Se arriva Pazzini come gioca Mandorlini? Cambia modulo? Riesce a trovare una soluzione che possa far convivere l'ex attaccante rossonero e il suo amico Toni? Bel dilemma, certo. Ma anche queste sono riflessioni che pesano.E poi c'è Daniele Bonera. Pure lui un freschissimo ex del Milan. Dopo nove anni in rossonero, il difensore si è trovato svincolato. E il Verona avrebbe già avuto modo di avanzare la propria proposta al giocatore. Primi passi, al momento, e pare nulla di più. Anche se la società gialloblù ha dimostrato di sapersi muovere con grande velocità sul mercato.

Oggi, intanto, è la giornata di Luca Siligardi. Finalmente dovrebbe arrivare l'ufficialità dell'arrivo dell'ex attaccante del Livorno. Per lui è pronto un contratto fino al 2018. Ieri il giocatore si è presentato a Verona per la firma del contratto. E poi sembra esserci sempre Panagiotis Tachtsidis nei pensieri del Verona. Il primo faccia a faccia con il Genoa non ha portato a nulla e per il momento il centrocampista greco partirà in ritiro con la squadra di Gasperini. Ma pare che il ds Bigon possa tornare alla carica per avere il giocatore ancora in gialloblù. Per la difesa restano in piedi le piste che portano a Biraghi dell'Inter e Marchese del Genoa. Nenè rientra ma potrebbe andare all'Avellino. Il Lanciano vuole riconfermare il portiere Nicolas e puntare anche su Rabusic.
S.ANT.

FONTE: LArena.it


1 Luglio +   -   =
Doppio colpo per l'Hellas: ufficiali Viviani e Souprayen. Idea Bonera per la difesa
La società scaligera ha annunciato nella serata di martedì l'ingaggio del centrocampista italiano proveniente dalla Roma e quello del terzini sinistro francese, che la scorsa stagione militava nel Dijon


La Redazione 1 Luglio 2015
"L’Hellas Verona FC informa di aver raggiunto l’accordo per il tesseramento dal 1° luglio del calciatore francese classe 1989 Samuel Souprayen. Il calciatore, a fine contratto, è reduce dall’esperienza nel Dijon Football Côte-d'Or, dove militava dal 2011".

Due colpi in solo giorno per la società scaligera, che nella serata di ieri ha comunicato l'ingaggio del centrocampista soffiato al Palermo e del terzino sinistro francese. Se per il primo si attendeva solo l'ufficialità, il secondo è stato una vera sorpresa per gli addetti ai lavori. Ma l'attività di Riccardo Bigon non si ferma certo ora. Secondo la Gazzetta dello Sport infatti, Daniele Bonera è finito nel mirino degli scaligeri: il difensore infatti non ha rinnovato il proprio contratto con il Milan e Mandorlini vede in lui l'uomo giusto per dare solidità alla difesa. I contatti tra le parti avrebbero già preso vita e si aspetta di sapere come evolverà la vicenda.
Questa mossa potrebbe essere stata fatta anche per avere tra le mani un'alternativa a Luca Caldirola: il difensore del Werder Brema infatti dovrebbe lasciare il club tedesco e il suo volere sarebbe quello di rientrare in Italia ma, stando a quanto afferma l'emittente televisiva Sky, anche l'Amburgo vorrebbe aggiudicarsi le prestazioni del giocatore.

Intanto i rinnovi di Jankovic e Gomez sono praticamente stati definiti: il primo vestirà il gialloblu fino al 2017 e il secondo fino al 2018.

FONTE: VeronaSera.it


Calciomercato Carpi, è Benussi l'obiettivo per la porta
L'estremo difensore del Verona sembra molto vicino alla neopromossa

30/06/2015 22:45
CALCIOMERCATO CARPI BENUSSI HELLAS VERONA / CARPI - Castori, allenatore del Carpi, potrebbe presto avere un nuovo portiere a disposizione. Secondo quanto riportato da 'Sky Sport' la squadra neopromossa sarebbe molto vicina all'ingaggio di Benussi, estremo difensore dell'Hellas Verona. Il ds Sogliano è, infatti, al lavoro per chiudere in tempi brevi l'operazione.
A.D.S.

FONTE: CalcioMercato.it


Verona, parla Setti: “Pazzini? Vediamo, ma è molto difficile”
Redazione 01-07-2015 13:16
Un bomber a costo zero che fa gola, a tante società di Serie A. 101 reti nella massima serie italiana e un profilo di tutto rispetto, per Giampaolo Pazzini: contratto con il Milan scaduto e nuove esperienze alle porte. Magari con l'Hellas Verona, interessato all'attaccante: una possibilità, quella di arrivare a Pazzini, che il Ds Setti ha commentato così ai microfoni di Sky Sport: "Pazzini? Vediamo, ma è molto difficile". Il sogno di una grande coppia con Luca Toni resta vivo, tra difficoltà e trattative da portare avanti: Giampaolo Pazzini resta nei pensieri del Verona.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


16:00 | mercoledì 01 luglio 2015
Verona, Setti: «Viviani e Souprayen bei colpi»
Setti presenta la seconda e la terza maglia del Verona

di Gianmarco Lotti - twitter:@GianmarcoLotti

VERONA SETTI VIVIANI SOUPRAYEN MAGLIE - Federico Viviani e Samuel Souprayen sono due nuovi giocatori dell'Hellas Verona, due colpi importanti per il presidente Maurizio Setti e per i gialloblu, che soprattutto per il centrocampista hanno messo a referto un bel colpo di scena sul mercato. Oggi il Verona ha presentato la nuova maglia away e third e le due casacche sono state indossate dai nuovi acquisti, dei quali lo stesso Setti ha avuto modo di parlare davanti ai giornalisti presenti.

DUE NUOVI - «Visto che Viviani e Souprayen erano qua abbiamo detto che le nuove maglie dovevano indossarle loro per fare più bella figura. Siamo contenti di aver preso sia Viviani che Souprayen, sono due colpi importanti per la nostra società, daranno il loro apporto durante la prossima stagione e anche lo sponsor ha apprezzato. Quest'anno andiamo in ritiro con tanti tasselli messi al loro posto, penso sia una delle prime volte» ha detto il presidente del Verona Setti ai microfoni di Sky.



11:22 | mercoledì 01 luglio 2015
Roma: clausole Viviani e Pellegrini | Tempo
Accordi privati con Hellas Verona e Sassuolo: i dettagli

di Michele Ruotolo - twitter:@michelenews24 © www.imagephotoagency.it

CALCIOMERCATO ROMA VIVIANI PELLEGRINI ULTIME - Ieri è stato il giorno delle cessioni in casa Roma: i giallorossi hanno dato luogo a due addii di calciomercato in ottica futura molto importante. Da una parte è stato ceduto Federico Viviani all'Hellas Verona, dall'altra invece il giovanissimo Lorenzo Pellegrini al Sassuolo. Non sono ancora noti i dettagli ufficiali delle operazioni, ma pare proprio che per entrambi i giocatori la cessione possa essere a titolo definitivo, con un trucchetto... Sì, perché la Roma avrebbe deciso di mantenere per entrambi i giocatori una opzione di riacquisto in qualsiasi momento, analogamente a quanto avviene solitamente con i giovani del Barcellona. Un modo come un altro per tutelarsi in caso di esplosione dei due talentuosi ragazzi.

LA CLAUSOLA ROMA - Ne parla oggi Il Tempo, secondo cui i dettagli degli accordi non sono e non saranno di sicuro rivelati: per i regolamenti federali infatti non esiste l'opzione di una clausola di "recompra" dei giocatori, che però è pienamente legittima da un punto di vista legale con una scrittura privata presso un qualsiasi notaia. Verona e Sassuolo per il momento restano avvisate...

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
Atalanta, sondaggio per lo svincolato Pazzini
01.07.2015 23.35 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Non solo l'Hellas Verona sulle tracce di Giampaolo Pazzini. Secondo SportItalia, negli ultimi giorni c'è stato anche un sondaggio dell'Atalanta, club alla ricerca di un attaccante per la prossima stagione. Il calciatore classe '84 è attualmente svincolato dopo la scadenza del contratto col Milan.

SERIE A
Hellas Verona, Setti: "Vogliamo riportare qui Valoti, siamo ai dettagli"
01.07.2015 22.23 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
L'Hellas Verona vuole riscattare il cartellino del centrocampista classe '93 di proprietà dell'Albinoleffe Mattia Valoti. Ad annunciarlo quest'oggi è stato il presidente del club scaligero, Maurizio Setti: "Valoti è un giovane di qualità, ha iniziato a muovere i primi passi in serie A dimostrando di avere la determinazione giusta, il carattere ed anche piedi buoni. Crediamo in lui e manca pochissimo per riportarlo da noi. Sì, siamo ai dettagli", riporta Tggialloblu.it.

SERIE A
Genoa, ag. Marchese: "Confermo interesse del Verona. Per ora no trattative"
01.07.2015 19.24 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Umberto Calaiò,agente di Giovanni Marchese, ai microfoni di PianetaGenoa1893.net, in merito all'interesse del Verona nei confronti dell'esterno: "Dieci giorni fa c'è stato un contatto con il Verona per Marchese nell'ambito di una ordinaria discussione di mercato. Il ragazzo interessa ai gialloblù, ma per ora c'è solo una manifestazione di interesse. Giovanni ha intenzione di rispettare il suo contatto con il Genoa; qualora la società avesse progetti diversi ci guarderemo attorno per andare incontro alle rispettive esigenze. Al momento però non c'è nessuna trattativa".

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Pocetta su Viviani: "Nella decisione non c'è nulla contro Palermo"
01.07.2015 15.13 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
"Nessuna polemica" e questo Giampiero Pocetta lo sottolinea subito, per Tuttomercatoweb.com. Il nodo della questione è il passaggio di Federico Viviani all'Hellas Verona, dopo che era stato ad un passo dal Palermo. "Il calciatore è consapevole di aver aperto un caso, ma non ha voluto offendere nessuno. E questo ci tengo a sottolinearlo. Federico è stato apostrofato come uno che 'non è un uomo'".
Perdoni l'interruzione: ma ha dimostrato carattere, invece, prendendosi le responsabilità di una scelta importante.

"Esatto. Si è preso la responsabilità di entrare nel tritacarne mediatico, prendendo una decisione così. Io conosco la città di Palermo, capisco l'amarezza del momento ma la Palermo che ho sempre avuto nel cuore, dove ho giocato e che ho vissuto è fatta di gente calda, ospitale, di cuore e capirà presto che è nei diritti di un ragazzo prendere le sue decisioni. E la sua l'ha presa senza nulla togliere alla bellezza del club e dei tifosi, ma perché così si è sentito. Però nè lui, nè il sottoscritto, hanno nulla contro Palermo ed il Palermo, anzi. E' solo la vita che è fatta di scelte e lui ha preso la sua".

SERIE B
Avellino, in attacco c'è anche l'idea Nenè
01.07.2015 12.25 di Gianluca Losco Twitter: @MrLosco
Potrebbe esserci una nuova avventura in Serie B per l'attaccante Nenè. Secondo il portale cittàdellaspezia.com, sulle tracce del brasiliano, che si è svincolato dall'Hellas Verona, ci sarebbe l'Avellino. Nenè potrebbe essere un'alternativa a Francesco Tavano.

SERIE A
Hellas Verona, tutto fatto per i rinnovi di Jankovic e Juan Gomez
01.07.2015 11.37 di Pietro Lazzerini
Bosko Jankovic e Juanito Gomez continueranno le proprie carriere con la maglia dell'Hellas Verona. Nella giornata di ieri il club scaligero ha trovato l'accordo con entrambi. Il primo firmerà fino al 2017. Il secondo siglerà il rinnovo al rientro dalle vacanze e si legherà al club per altre tre stagioni. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


01.07.2015
L'Hellas pensa già al futuro In mediana arriva Viviani
Trattativa lampo e cinque anni di contratto per il talento dell'Under 21 Ora sforzi concentrati sull'operazione-Pazzini, cercato pure dalla Roma

Federico Viviani, lecchese di 23 anni, è il nuovo rinforzo della mediana dell'Hellas Verona

Giovane, italiano ma soprattutto molto forte. Il Verona ha in mano da ieri Federico Viviani, nazionale under 21 cresciuto e plasmato dalla Roma che l'ha sempre considerato uno dei suoi talenti più limpidi. Luis Enrique, allenatore campione d'Europa col Barcellona, gli diede fiducia quando il ragazzo aveva appena 19 anni, gettato nella mischia in un rovente match con la Juve all'Olimpico. Un predestinato, mediano d'ordine e di sostanza davanti alla difesa su cui in tanti sono pronti a scommettere ad occhi chiusi. Soprattutto l'Hellas, entrato in gioco al momento giusto anticipando tutti. L'operazione ha un peso specifico bello alto, il contratto è di cinque anni. Fino al 2020.

DIETRO LE QUINTE. Tutto è nato nella notte di lunedì, quando Viviani ha rifiutato di andare a Palermo. «Sono contento non sia venuto. Voglio uomini, non quaquaraqua», le parole furiose di Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, come sempre senza troppe mezze misure. In realtà Viviani non è mai stato davvero convinto della destinazione. «La colpa è mia, sono stato io a spingerlo verso Palermo, evidentemente più di quanto lui in realtà desiderasse. Al Verona guadagnerà di meno, il che dimostra che non è un mercenario», la versione di Giampiero Pocetta, agente del giocatore, subito cercato dal Verona quando anche il mercato è venuto a conoscenza che un cavallo di razza come Viviani era di nuovo senza squadra. Così l'Hellas ha cominciato la sua di trattativa dopo i semplici contatti dei giorni precedenti, ha avviato il discorso con la Roma e con Pocetta in una giornata senza rinvii. «O si fa tutto oggi o non si fa niente», la promessa fra le due parti, mentre la trattativa comunque andava avanti a passo spedito ed il Palermo raccontava la sua amarissima versione dei fatti in un comunicato ufficiale. «Alle 23 di lunedì sera», il racconto secondo il club rosanero, «l'agente di Federico Viviani ci ha comunicato che il calciatore rifiutava il trasferimento al Palermo per via di un ripensamento personale. Il nostro club era già in possesso dei documenti firmati da parte dell'As Roma e condiviso gli accordi contrattuali con il Procuratore di Viviani che li aveva a sua volta accettati. Per questo motivo, nella giornata di oggi, il calciatore avrebbe dovuto sostenere, a Palermo, le visite mediche ma un clamoroso dietrofront di Viviani ha fatto saltare la trattativa». Le visite invece Viviani le ha fatte ieri pomeriggio a Verona.

GIOVANE VECCHIO. Viviani, nativo di Lecco, è stato preso dalla Roma a 14 anni, partito come attaccante ma spostato nella posizione di metodista negli Allievi Nazionali da Andrea Stramaccioni. La sua crescita è stata continua, titolare anche nella Primavera di Alberto De Rossi campione d'Italia nel 2011 battendo in finale 3-2 il Varese in cui giocava Matteo Bianchetti, che martedì Viviani ritroverà a Peschiera. Per Luis Enrique era un potenziale grande giocatore, a tal punto da consegnargli una maglia da titolare nelle due sfide di Europa League contro lo Slovan Bratislava, nella partita di ritorno a Roma in una mediana con Fabio Simplicio e Perrotta. Era il 25 agosto di quattro anni fa, da lì Viviani si guadagnò sempre più la fiducia di Luis Enrique e un paio di gettoni in campionato partendo dal primo minuto. Una volta con la Juve, l'altra col Siena. La Roma l'ha mandato poi a maturare in Serie B prima a Padova, in campo dal 1' contro l'Hellas sia all'andata che al ritorno, quindi a Pescara prima del trasferimento a Latina di cui Viviani è stato uno dei leader segnando otto gol in 31 gare. Grande agonista e buon geometra della mediana, Viviani ha qualità molto simili a quelle di Tachtsidis di cui può diventare il vice ma anche il sostituto. Molto dipenderà dall'esito dell'appuntamento che oggi il Verona avrà col Genoa, che si è ripresa per ora il cartellino del greco.

MODA ITALIANA. Il mercato del Verona prosegue a gran ritmo. Di sicuro l'Hellas sta voltando pagina, molto più sensibile a giocatori italiani che stranieri seguendo una direttiva precisa partita ancora mesi fa dal presidente Maurizio Setti e che potrebbe raggiungere il punto più alto se il Verona riuscisse ad arrivare a Giampaolo Pazzini, cui sta però pensando anche la Roma. L'Hellas ci sta lavorando, senza per forza doversi spingere ai due milioni annui richiesti dal giocatore. Pronti quattro anni di contratto. Il Verona ci crede sempre di più.
Alessandro De Pietro

01.07.2015
Gomez, ancora tre anni Souprayen per la difesa
Contratto fino al 2018. La storia fra Juanito Gomez e il Verona si allungherà di altri tre anni, arrivando a dieci, partendo dal 2008 in Lega Pro fino agli ultimi due campionati di Serie A. Tutto è andato secondo copione, d'altronde da una parte c'era la volontà della società di confermare uno dei suoi tasselli-chiave e dall'altra l'intenzione del giocatore di restare all'Hellas, al di là del gradimento espresso dal mercato nei suoi confronti. A Gomez aveva per un attimo pensato il Nizza, che ben presto però ha desistito. Un tentativo fiacco che non poteva competere con la proposta dell'Hellas. Le ultime conferme ieri, semplici dettagli formali che non hanno fatto altro che confermare quel che presto sarà anche ufficiale. Gomez, ancora in vacanza in Argentina, sarà un punto fermo anche del prossimo Hellas.

NUOVO COLPO. E ieri la società di via Belgio ha ufficializzato l'arrivo del difensore classe '89 Samuel Souprayen, prelevato dal Digione. Il francese ha vestito a lungo anche la maglia del Rennes.

LUCA ASPETTA. Il Verona a breve annuncerà anche l'arrivo di Luca Siligardi, da tempo preso dall'Hellas con cui l'attaccante in scadenza col Livorno ha firmato un contratto di tre anni. Siligardi, che vive a Carpi proprio come il presidente Maurizio Setti, ha perfettamente recuperato dopo la rottura del menisco sinistro nella gara col Frosinone di fine aprile ed il successivo intervento chirurgico. Ora è pronto. Ci sarà anche lui martedì sera al raduno del Verona a Peschiera.
A.D.P.

FONTE: LArena.it


30 Giugno +   -   =
Colpo Hellas, ecco Federico Viviani
Postata il 30/06/2015 alle ore 20:43

Verona - L’Hellas Verona FC comunica di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni professionali del calciatore classe 1992 Federico Viviani dall’A.S. Roma. Viviani, reduce dalle finali del Campionato Europeo Under 21, nell’ultima stagione ha vestito la maglia dell’U.S. Latina Calcio.

Ufficiale, Souprayen diventa gialloblù
Postata il 30/06/2015 alle ore 20:33
Verona - L’Hellas Verona FC informa di aver raggiunto l’accordo per il tesseramento dal 1° luglio del calciatore francese classe 1989 Samuel Souprayen. Il calciatore, a fine contratto, è reduce dall’esperienza nel Dijon Football Côte-d'Or, dove militava dal 2011.

FONTE: HellasVerona.it


Di Andrea Rapino | CALCIO, SPORT | 30 giugno 2015
Calciomercato Virtus Lanciano, con l’Hellas Verona si trattano anche due attaccanti
LANCIANO. Non solo Nicolas: dall’Hellas Verona potrebbe arrivare anche il rinforzo che la Virtus Lanciano cerca per l’attacco, reparto che va ricostruito pressoché completamente dopo le partenze di Alberto Cerri, Leonardo Gatto, Gaetano Monachello e Mame Thiam. Il club rossonero sta trattando infatti anche il prestito di uno tra Michael Rabušic (1989, passaporto ceco e origini croate) ed Ernesto Torregrossa (nato a Caltanissetta nel 1992).

Il primo ha passato l’ultima stagione tra Perugia e Crotone; con gli scaligeri ha giocato una manciata di partite nel 2014.

Rabušic manca l’appuntamento con il gol dal periodo della militanza nello Slovan Liberec, dove tra il 2011 e il 2014 ha disputato 69 partite e segnato 23, guadagnando anche un paio di convocazioni per le qualificazioni ai Mondiali del 2014.

Torregrossa invece di reti ne ha segnate 8 in 35 partite, 30 delle quali da titolare, in questo suo primo anno in Serie B, a Crotone. In precedenza aveva giocato in Lega Pro, oltre che con l’Hellas, con Siracusa, Monza, Como e Lumezzane.

La conferma del prestito di Nicolas dal club gialloblù viene considerata una formalità, in quanto il portiere non rientra nei piani della società, e lui vuole essere ceduto a una squadra che gli assicuri un posto da titolare. Per quanto riguarda i due centravanti, entrambi gli affari sono considerati fattibili.

Restano tuttavia aperte anche le strade che possono portare all’arrivo di un’altra punta: Mamadou Tounkara (1996, Lazio Primavera), Roberto Inglese (1991, nell’ultima stagione prestato dal Chievo Verona al Carpi), Pietro Iemmello (1992, dallo Spezia al Foggia) e Lorenzo Rosseti (1994, dalla Juventus all’Atalanta).

FONTE: Lanciano24.it


RASSEGNA STAMPA
Corriere di Verona: "Pazzo per l'Hellas, l'ingaggio frena l'affare"
30.06.2015 12:31 di Enrico Ferrazzi Twitter: @enricoferrazzi
"Pazzo per l'Hellas". Il Corriere di Verona in edicola fa il punto sulla trattativa legata al possibile approdo diGiampaolo Pazzini all'Hellas Verona di Andrea Mandorlini. Si tratta su base quadriennale ma, al momento, è cifra dell'ingaggio che fa saltare il banco e che stoppa qualsiasi volo pindarico. L'attaccante ormai ex Milan chiede due milioni di euro a stagione, cifra fuori portata per le casse dell'Hellas che non vuole sballare il bilancio. Anche Luca Toni (38) guadagna di meno (un milione di euro), mentre non mancano le rivali per arrivare a mettere le mani sul Pazzo: c'è la Sampdoria interessata, mentre il Bologna ha già avviato dei contatti, allo stesso modo del Sassuolo e della Lazio. La città di Verona sogna dunque Pazzini insieme a Toni con la maglia scaligera, l'ostacolo all'operazione è rappresentato dall'ingaggio della punta classe '84.

FONTE: MilanNews.it


Palermo, comunicato UFFICIALE su Viviani
Il trasferimento in Sicilia del centrocampista della Roma è saltato all'ultimo secondo

30/06/2015 12:53
CALCIOMERCATO PALERMO COMUNICATO VIVIANI / PALERMO - Dopo le dichiarazioni in esclusiva a Calciomercato.it del patron Zamparini, il Palermo ha emanato sul proprio sito web un comunicato sul mancato arrivo in rosanero di Federico Viviani, destinato ad indossare la maglia del Verona dopo essere stato ad un passo dai siciliani.

"Alle 23 di ieri sera, l'agente di Federico Viviani ci ha comunicato che il calciatore rifiutava il trasferimento al Palermo per via di un ripensamento personale - si legge sul sito ufficiale del club di Viale del Fante - Il nostro club era già in possesso dei documenti firmati da parte dell'AS Roma e condiviso gli accordi contrattuali con il Procuratore di Viviani che li aveva a sua volta accettati. Per questo motivo, nella giornata di oggi, il calciatore avrebbe dovuto sostenere, a Palermo, le visite mediche ma un clamoroso dietrofront di Viviani ha fatto saltare la trattativa".
G.M.

Mercato Palermo, ESCLUSIVO Zamparini: "Viviani? Fortunati a non prenderlo. Non è uomo di parola"
Il numero uno rosanero commenta l'affare saltato per il centrocampista della Roma, ad un passo dall'andare in porto

30/06/2015 12:26
CALCIOMERCATO PALERMO ESCLUSIVO ZAMPARINI SU VIVIANI / PALERMO - Un colpo saltato quando sembrava ormai tutto fatto. E' finita così, la lunga 'telenovela' tra il Palermo e il centrocampista della Roma, Federico Viviani, il cui arrivo in rosanero è definitivamente tramontato nella tarda serata di ieri (come raccontato in esclusiva da Calciomercato.it, Viviani è in procinto di trasferirsi al Verona).

Duro il commento - in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it - del patron dei siciliani, Maurizio Zamparini: "Siamo stati molto fortunati a non prendere il calciatore. Io per la mia squadra, voglio solo uomini e quando una persona tiene questo atteggiamento e non mantiene la parola, dimostra di non conoscere il significato del termine etica".

Il numero uno di viale del Fante però, non chiude le porte all'arrivo di un giocatore in quel ruolo: "Al momento siamo coperti con Jajalo, ma non nascondo che eravamo già preparati a uno scenario di questo tipo e abbiamo già un paio di alternative individuate - ha sottolineato il presidente dei rosanero a Calciomercato.it - Con Viviani ho avuto un 'aiuto divino', che mi ha permesso di eliminare la scelta sbagliata. Un giocatore con questo carattere fa bene a non venire a Palermo. Brugman? No, non lo stiamo seguendo".

Verona, Bigon lavora sul rinnovo di Sala
Sul piatto un prolungamento biennale fino al 2018

30/06/2015 10:30
CALCIOMERCATO VERONA RINNOVO SALA / VERONA - Il Verona è pronto a blindare Jacopo Sala. Stando al 'Corriere di Verona', il nuovo Ds degli scaligeri Bigon continuerebbe a lavorare alacremente per il rinnovo di contratto del 23enne centrocampista ex Amburgo, attualmente in scadenza tra un anno. L'Hellas avrebbe messo sul piatto un contratto biennale fino al 2018 con un ingaggio vicino ai 700 mila euro. Nelle ultime settimane Sala è stato accostato in particolare alla Fiorentina.
G.M.

Calciomercato, ESCLUSIVO: sprint Verona per Viviani, le ultime
Palermo beffato: gli scaligeri vicini all'ingaggio del giovane regista

30/06/2015 10:26
CALCIOMERCATO VERONA ESCLUSIVO VIVIANI PALERMO ROMA / ROMA - Palermo beffato. Dopo lo stop della trattativa con i rosanero, Federico Viviani è in procinto di accasarsi al Verona come raccolto in esclusiva da Calciomercato.it. La situazione è in evoluzione, le parti stanno lavorando in questi minuti per limare gli ultimi dettagli, ma a meno di clamorosi colpi di scena il regista di proprietà della Roma sbarcherà alla corte di Mandorlini in questa sessione del calciomercato. L'Hellas adesso è in pole, la definizione può arrivare in giornata a meno di nuovi e improvvisi problemi nella trattativa.

FONTE: CalcioMercato.it


Verona: nel mirino due difensori ex Inter
30 giugno alle 11:54
Il Verona cerca un difensore e valuta Campagnaro (Inter, c’è anche il Palermo) e Caldirola (Werder Brema). Secondo la Gazzetta dello Sport, possibile derby di mercato col Chievo per Marchese del Genoa.

FONTE: CalcioMercato.com


Hellas Verona, offerta per Caldirola: è sfida con l’Amburgo
Gianluca Di Marzio 30-06-2015 17:40
Mercato nel vivo, il Verona tra le squadre più attive nelle ultime ore. Dopo aver ormai concluso per Viviani, l'Hellas ha fatto un'offerta anche per Luca Caldirola del Werder Brema. L'ex difensore dell'Inter piace a Mandorlini, che avrebbe individuato in lui il rinforzo giusto per la difesa. Sul giocatore però, vivo l'interesse dell'Amburgo che in queste ore sta preparando la sua offerta. Il Verona ci crede però, Caldirola è una pista concreta.

Hellas Verona, visite mediche in corso per Viviani
Gianluca Di Marzio 30-06-2015 16:58
Il responso dei test medici, poi la tanto attesa ufficialità. Federico Viviani corre verso l’Hellas Verona, trattativa nata la notte scorse e adesso vicinissima a concludersi positivamente. Il centrocampista classe 1992 proprio in questo momento sta svolgendo le visite mediche con il club gialloblù, ultimo passo prima della fumata bianca. Palermo ormai alle spalle, nel futuro di Viviani c’è l’Hellas.

Hellas Verona, trovato l’accordo per il rinnovo di Juanito Gomez: presto la firma
Juanito Gomez - Hellas Verona

Gianluca Di Marzio 30-06-2015 16:22
La storia di Juanito Gomez a Verona prosegue; l'attaccante gialloblù è pronto a prolungare il suo contratto con l'Hellas per altre tre stagioni. La firma che ufficializzerà l'accordo tra le parti arriverà presto; attualmente Gomez si trova in vacanza in Argentina e nei prossimi giorni è previsto il suo rientro in Italia per la nuova firma sul contratto. Per un'avventura che potrà continuare ancora, dopo un'annata da protagonista con 29 presenze e 6 gol.

Hellas Verona, proseguono i contatti con Viviani: si avvicina la chiusura dell’operazione
Gianluca Di Marzio 30-06-2015 10:36
Un Riccardo Bigon a gamba tesa, non appena il Palermo ha perso la palla. Così l'inserimento dell'Hellas Verona sul giovane regista della Roma Federico Viviani, che era in trattativa col Palermo. Ma la trattativa si è intoppata nella serata di ieri, con il fulmineo inserimento del club veronese. Contatti iniziati già ieri e subito positivi, che proseguono anche questa mattina. La sensazione è che l'operazione va definendosi ora dopo ora. Verona a gonfie vele su Viviani: Mandorlini aspetta il giovane talento per il suo centrocampo.

Hellas Verona, trattativa in corso con Viviani: c’è l’intesa con la Roma, le ultime
Gianluca Di Marzio 30-06-2015 01:39
Dal Palermo al Verona, è corsa a Federico Viviani. Il centrocampista classe 1992, dopo i problemi in serata che hanno rallentato la chiusura dell’affare con il Palermo con tanto di visite mediche previste per domattina sfumate, adesso si avvicina all’Hellas Verona. L’intesa con la Roma è già stata raggiunta, adesso gli uomini mercato del club gialloblù lavorano per cercare di trovare l’accordo con il giocatore: trattativa notturna, contatti in corso e appuntamento fissato a domattina. Per un faccia a faccia che potrebbe essere decisivo per il futuro di Viviani. Notte di riflessione, con l'Hellas sullo sfondo.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE A
Hellas Verona, Bonera nel mirino per puntellare la difesa
30.06.2015 19.56 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Daniele Bonera non vivrà la decima stagione consecutiva col Milan, che ha deciso di non rinnovare il proprio legame col centrale bresciano: secondo gazzetta.it, il difensore potrebbe però non rimanere presto uno svincolato. L'Hellas Verona sarebbe molto interessato al suo profilo in vista della stagione che va a iniziare.

SERIE A
Verona, si pensa all'esperto Storari per la porta
30.06.2015 18.10 di Gaetano Mocciaro Twitter: @gaemocc
Il Verona sta valutando Marco Storari come portiere per la prossima stagione. Classe 1977, l'ormai ex vice di Buffon alla Juventus, il cui contratto in bianconero scade oggi, piace molto al Bologna, anche se i felsinei sembrano aver virato su Mirante. Lo riporta tggialloblu.it. Su Storari, però, c'è forte anche la Fiorentina oltre al Cagliari che valuta anche Frey.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Romulo: "Sono pronto. Tra una settimana si decide il futuro"
30.06.2015 15.33 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
"Sono pronto, sono guarito". La carica e la voglia di Romulo si sentono dalla voce. E' in Brasile, pronto a tornare in Italia la prossima settimana, dopo l'avventura alla Juventus, per rientrare all'Hellas Verona. "Sto abbastanza bene, sono guarito -dice Romulo a Tuttomercatoweb.com-. Il problema principale era quello, mi sto già allenando e tornerò in Italia il prossimo lunedì. Sarò pronto per fare la preparazione, mi sto allenando forte e sto bene".

Cosa le riserverà il futuro?
"Dobbiamo parlare, non sappiamo niente. E' arrivato il ds Bigon all'Hellas, il mio agente lo conoscerà la prossima settimana e cercherà di trovare una soluzione".

Vuole restare o lasciare Verona?
"Vedremo la prossima settimana, il direttore col mio agente ne discuterà sicuramente e valuteranno insieme la situazione a livello globale".

Ha rimpianti per l'avventura con la Juventus?
"Non ho giocato a causa di un infortunio ed è stato un peccato; sono certo che se avessi avuto l'opportunità, sarei sceso in campo più spesso. Mi è dispiaciuto non scendere in campo di più ma la vita continua, guardiamo avanti e sappiamo che le cose migliori arriveranno".

La gioia più grande?
"Quando sono arrivato, è stato davvero bello, era un sogno da tanto tempo. Poi la prima partita, quando ho ricevuto la medaglia. Ci sono stati tanti momenti belli, purtroppo offuscati in parte dall'infortunio".

SERIE A
Verona, Bigon a lavoro per le conferme di Tachtsidis e Sala
30.06.2015 14.00 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
C'è Panagiotis Tachtsidis al centro dei pensieri di mercato del Verona. Come riporta il Corriere Veneto il ds Riccardo Bigon sta lavorando per ottenere il greco nuovamente in prestito dal Genoa. Sempre sul fronte delle conferme si sta lavorando al rinnovo di Jacopo Sala, esterno in scadenza nel giugno 2016 e già nel mirino di Fiorentina, Inter, Roma e lo stesso Genoa.

RASSEGNA STAMPA
Corriere di Verona: "Pazzo per l'Hellas, l'ingaggio frena l'affare"
30.06.2015 09.53 di Marco Frattino
"Pazzo per l'Hellas". Il Corriere di Verona in edicola fa il punto sulla trattativa legata al possibile approdo di Giampaolo Pazzini all'Hellas Verona di Andrea Mandorlini. Si tratta su base quadriennale ma, al momento, è la cifra dell'ingaggio che fa saltare il banco e che stoppa qualsiasi volo pindarico. L'attaccante ormai ex Milan chiede due milioni di euro a stagione, cifra fuori portata per le casse dell'Hellas che non vuole sballare il bilancio. Anche Luca Toni (38) guadagna di meno (un milione di euro), mentre non mancano le rivali per arrivare a mettere le mani sul Pazzo: c'è la Sampdoria interessata, mentre il Bologna ha già avviato dei contatti, allo stesso modo del Sassuolo e della Lazio. La città di Verona sogna dunque Pazzini insieme a Toni con la maglia scaligera, l'ostacolo all'operazione è rappresentato dall'ingaggio della punta classe '84.

SERIE A
Verona, avviati i contatti col Genoa per trattenere Tachtsidis in prestito
30.06.2015 09.23 di Marco Frattino
Il Corriere di Verona fa il punto sui movimenti di mercato dell'Hellas, scrivendo che il ds Riccardo Bigon si muove per accontentare il proprio allenatore. Andrea Mandorlini vorrebbe a disposizione nuovamente Panagiotis Tachtsidis (24), in forza al Verona nella scorsa stagione visto il prestito con diritto di riscatto concesso dal Genoa nell'estate 2014. Il quotidiano scrive che sono stati avviati i contatti con il sodalizio ligure per ottenere un nuovo prestito per il giocatore greco. Il grifone, per il suo riscatto, secondo l'accordo chiuso un anno fa, richiede 2.5 milioni di euro ma il Verona punta a una nuova cessione temporanea.

SERIE A
Verona, Pazzini a un passo: Toni decisivo nella trattativa
30.06.2015 00.07 di Marco Frattino
Giampaolo Pazzini (30) è vicinissimo al Verona. La conferma arriva da Alfredo Pedullà, esperto di mercato presente negli studi di Sportitalia. L'attaccante in uscita a parametro zero dal Milan dovrebbe firmare per quattro anni, oppure per tre anni più opzione. La presenza di Luca Toni al Bentegodi ha fatto la differenza, il grande rapporto tra i due ha portato a un'intesa che va soltanto perfezionata.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


30.06.2015
Viviani «snobba» il Palermo ed è pronto per l'Hellas
Il Verona sta per definire l'arrivo a titolo definitivo di Federico Viviani, ventitreenne centrocampista centrale di proprietà della Roma fra i migliori prodotti del calcio italiano, nazionale under 21 protagonista di un'ottima stagione in Serie B con la maglia del Latina.
Viviani ieri sera ha detto no al Palermo, che aveva programmato le visite mediche già per oggi. L'Hellas è entrato in scena subito dopo il rifiuto del giocatore a trasferirsi in Sicilia, facendo leva anche sui buoni rapporti da sempre avuti con la Roma. Stamattina l'accelerata definitiva, quando Verona e Roma si sono dati tempo fino a stasera per chiudere la trattativa. Sì o no, senza ulteriori rinvii a domani. Molti dettagli sono stati comunque sistemati, presto Viviani potrebbe diventare un giocatore del Verona.

LA FURIA DI ZAMPARINI. Federico Viviani non andrà dunque al Palermo. A confermare che la trattativa è sfumata, quando si pensava fosse già chiusa, è lo stesso club rosanero che in una nota ne spiega le motivazioni.
«Alle 23 di ieri sera, l’agente di Federico Viviani ci ha comunicato che il calciatore rifiutava il trasferimento al Palermo per via di un ripensamento personale scrive il Palermo - Il nostro club era già in possesso dei documenti firmati da parte dell’AS Roma e condiviso gli accordi contrattuali con il Procuratore di Viviani che li aveva a sua volta accettati. Per questo motivo, nella giornata di oggi, il calciatore avrebbe dovuto sostenere, a Palermo, le visite mediche ma un clamoroso dietrofront di Viviani ha fatto saltare la trattativa». Sembrerebbe che Viviani nelle ultime ore abbia deciso di dire sì al Verona. «Siamo stati molto fortunati a non prendere il calciatore - si sfoga il presidente rosanero Maurizio Zamparini - Io per la mia squadra, voglio solo uomini e quando una persona tiene questo atteggiamento e non mantiene la parola, dimostra di non conoscere il significato del termine etica».

Sul possibile sostituto per il ruolo di centrocampista Zamparini risponde: «Al momento siamo coperti con Jajalo, ma non nascondo che eravamo già preparati a uno scenario di questo tipo e abbiamo già un paio di alternative individuate - Con Viviani ho avuto un aiuto divino, che mi ha permesso di eliminare la scelta sbagliata. Un giocatore con questo carattere fa bene a non venire a Palermo. Brugman? No, non lo stiamo seguendo».

MARCONATO. Simone Marconato è il nuovo segretario sportivo del Verona, operativo dal primo di luglio. Marconato, che ha lavorato per nove stagioni nel Padova e nell'ultima all'Udinese, prende il posto di Massimiliano Dibrogni che ha seguito Sean Sogliano al Carpi.

GOMEZ. Tre anni di contratto per Juanito Gomez, che sarà un giocatore del Verona fino al 30 giugno del 2018. Gomez, attualmente in vacanza in Argentina, rientrerà nei prossimi giorni in Italia. Un altro tassello importante per l'Hellas. L'ufficialità è attesa a breve.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


29 Giugno +   -   =
20:51 | lunedì 29 giugno 2015
Hellas Verona, Torregrossa torna alla base ma dalla B ci provano
L'attaccante sarà valutato in ritiro. Intanto alcuni club di B hanno chiesto informazioni

di Antonio Parrotto - twitter:@AntonioParr8
CALCIOMERCATO HELLAS VERONA TORREGROSSA - Studiare per crescere e migliorare all'ombra del capocannoniere della passata stagione. Non male come esperienza per il giovane Ernesto Torregrossa, attaccante classe 1992 reduce da una positiva stagione al Crotone. Il calciatore, di proprietà dell'Hellas Verona, farà ritorno alla base e, stando alle indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione, partirà in ritiro con la prima squadra.

IL FUTURO - Ma il futuro di Torregrossa non è ancora scritto. L'attaccante inizierà la stagione all'ombra di Luca Toni, capocannoniere in carica della serie A, e verrà valutato in ritiro da Mandorlini e dal suo staff che decideranno, insieme all'agente DavideTorchia, al ragazzo e alla società, il da farsi. Torregrossa ha diversi estimatori in serie B e qualcosa si è già mosso ma è ancora presto. Prima di parlare bisognerà aspettare la decisione dell'Hellas.

19:28 | lunedì 29 giugno 2015
Fiorentina: Capezzi verso il rinnovo e il nuovo prestito
Ecco le ultimissime indiscrezioni: Livorno, Lanciano, Perugia e Verona

di Daniele Longo - twitter:@86_longo
La Fiorentina al lavoro per blindare i propri gioielli. I dirigenti viola incontreranno in settimana l'agente di Leonardo Capezzi per discutere del rinnovo, una volontà di entrambe le parti. Capezzi ha disputato una buona stagione al Varese in prestito ma potrebbe maturare ultieriore esperienza lontano dal Franchi. Dopo il vertice tra entourage e Daniele Pradè tutto sarà più chiaro ma iniziano a muoversi le società interessate.

POKER DI SQUADRE - Capezzi ha molto mercato sopratutto nel campionato cadetto, dove il Lanciano si è mosso in anticipo per provare a bruciare la concorrenza. Non sarà facile e di questo il ds Leone ne è sicuro, Capezzi è finito nel mirino di Livorno e Perugia che hanno ambizioni diverse. Tutto ancora aperto nella corsa per Capezzi: l'agente prende tempo, sullo sfondo c'è anche un sondaggio dell'Hellas Verona.

FONTE: CalcioNews24.com


Verona: Maloca ad un passo
29 giugno alle 20:58
Il Verona è vicino a chiudere l'arrivo dall'Hajduk Spalato del difensore centrale Mario Maloca, classe 1989.

Sbrissa al Sassuolo: occhi su Sala, Puscas e Situm
29 giugno alle 12:19
Secondo la Gazzetta dello Sport, il Sassuolo ha quasi chiuso per Sbrissa (che resterebbe ancora in prestito al Vicenza), contende Puscas (Inter) al Bologna, prova anche per Sala (Verona che rinnova fino al 2017) aspetta il via libera dalla Roma per Politano e Pellegrini. Ai neroverdi piace anche Situm (Spezia).

Verona: il ds Bigon è al lavoro su tre pedine
29 giugno alle 11:54
Secondo Il Corriere di Verona, il ds del Verona Riccardo Bigon è alla ricerca di due pedine fondamentali per completare la rosa: un centrocampista centrale e un terzino. Al momento i due indiziati sono Tachtsidis del Genoa e Daprelà del Palermo.
In settimana sono attesi sviluppi riguardanti Juanito Gomez: l’attaccante è in scadenza di contratto e dovrebbe rinnovare con l’Hellas per altre tre stagioni.

FONTE: CalcioMercato.com


Verona, 'Juanito' Gomez pronto al rinnovo
L'esterno offensivo è in scadenza di contratto

29/06/2015 10:01
VERONA RINNOVO GOMEZ / VERONA - Futuro ancora al Verona per 'Juanito' Gomez. L'esterno offensivo argentino, in scadenza di contratto, dovrebbe presto firmare un nuovo triennale, riporta 'La Gazzetta dello Sport'.
L.P.

FONTE: CalcioMercato.it


29.06.2015
L'Hellas punta la torre: tutto su Pazzini
Contatti avviati per affiancare il bomber in scadenza a Toni, che potrebbe giocare sul fattore-amicizia Già pronto un quadriennale, si lavora sull'ingaggio

L'obiettivo è reale, l'idea affascinante. Il Verona vuole Giampaolo Pazzini, progetto vivo nella testa di Riccardo Bigon senza però tempi ancora certi e soprattutto esiti scontati come è rimbalzato invece ieri da Milano, dove tanti davano l'affare già concluso e la trattativa definita. La realtà è molto diversa: l'Hellas proverà ad arrivare a Pazzini ma il disegno è tutto da completare. Bigon ci sta lavorando, deciso ad assicurare al Verona un giocatore capace di rendere al meglio vicino a Toni ma soprattutto di diventarne il naturale successore perché nessuno nel calcio è davvero eterno. Svincolato di lusso, Pazzini ha voglia di ricordare a tutti di essere ancora un grande attaccante e di cancellare soprattutto l'ultima stagione milanista, con appena quattro gol in 26 presenze ma solo quattro volte titolare, spesso dimenticato in panchina da Pippo Inzaghi.

TONI E MANDORLINI. Pazzini è molto amico di Luca Toni, compagni d'attacco nella Fiorentina dal 2005 al 2007 ai tempi di Cesare Prandelli, autori in quel biennio di 59 gol in due. Parecchio amiche sono diventate anche Silvia Slitti, moglie di Pazzini, e Marta Cecchetto, da anni compagna di Toni. Le due coppie si frequentano abitualmente, insieme pure in vacanza. Anche questo può incidere nella scelta di Pazzini, nei due anni alla Fiorentina letteralmente guidato per mano da Toni che gli spiegò per filo e per segno la complicata arte del far gol. Pazzini sarebbe quindi il benvenuto per Toni, uno che ha sempre oscurato al Verona le sue alternative ma che avrebbe facile dialogo con l'amico, perfetto alter ego nelle aree avversarie come ideale compagno di reparto magari in quel 4-3-1-2 già adottato dall'Hellas. Anche Mandorlini farebbe i salti gioia. Pazzini l'ha cresciuto proprio lui all'Atalanta, protagonista a 19 anni della promozione in Serie A del 2004 con nove gol in 39 presenze e capace di confermarsi anche la stagione successiva, quando a gennaio passò alla Fiorentina e subito dopo venne nominato miglior giovane del campionato.

QUESTIONE-INGAGGIO. Pazzini ha guadagnato al Milan due milioni e mezzo netti nell'ultima stagione, tetto che vorrebbe più o meno conservare. Per il Verona sono tantissimi sulla carta ma Pazzini in questo momento costa zero di cartellino perché a fine contratto col Milan e quindi libero di trattare direttamente il suo futuro attraverso il suo agente Tullio Tinti, lo stesso di Mandorlini.Quella cifra che a prima vista sembra astronomica, magari abbassata a due milioni, potrebbe essere digerita attraverso un milione all'anno di ingaggio al giocatore più altri quattro, per un accordo fino al 2019 quando Pazzini avrà 35 anni, che certamente qualsiasi società che ha in mano una punta di quel valore domanderebbe per cederlo. Vista così l'operazione non è utopia e consentirebbe allo stesso tempo al Verona di garantire un certo equilibrio fra gli ingaggi senza sforare rispetto al massimo fissato a un milione, esattamente quel che percepisce Toni.

LE ALTRE PISTE. Uno come Pazzini fa gola a molti, non solo al Verona. Il Bologna americano, deciso a non prendere nemmeno in considerazione una semplice salvezza ma a guardare ben oltre, sarebbe disposto a fargli i ponti d'oro. Per di più Pantaleo Corvino, diesse del Bologna, ha già avuto Pazzini ai tempi della Fiorentina, che ai primi di giugno non aveva escluso un suo ritorno prima di cambiare strada. A Pazzini ha pensato anche la Sampdoria così come il Monaco come prima alternativa a Destro e la Lazio di Pioli, un'altra alla ricerca di un bomber di qualità. Pure l'Hellas ha però le sue carte da giocarsi. Parecchie anche. Bigon vuole il grande colpo.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, fumata bianca Jankovic. Ha rinnovato fino al 2017
29.06.2015 19.13 di Simone Bernabei
Bosko Jankovic sarà ancora un giocatore del Verona. Per l'ufficialità del rinnovo con l'Hellas infatti manca soltanto il comunicato, ma tutto è già stato deciso. Il giocatore, secondo quanto raccolto da TuttoMercatoWeb, nelle scorse ore è volato a Milano dove assieme al suo entourage ha incontrato Bigon e limato gli ultimissimi dettagli riguardanti i bonus. Tutto fatto quindi, presto arriverà anche il comunicato sulla permanenza di Jankovic al Verona sino al 2017.

SERIE A
Carpi, insieme a Sogliano in arrivo tre uomini di fiducia
29.06.2015 17.07 di Pietro Lazzerini
Secondo quanto riporta ModenaNoi.it, il nuovo ds del Carpi Sean Sogliano ha iniziato la riorganizzazione del club chiedendo l'ingaggio di tre fedeli collaboratori. Il primo è Fabio Gatti che sarà un nuovo collaboratore per l'area tecnica. Il secondo Massimiliano Di Brogni, che sarà il segretario generale come ai tempi del Verona e infine Roberto Gemmi, che entrerà con il ruolo di responsabile degli osservatori gialloblu.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Verona, sondaggio per Marchese del Genoa
29.06.2015 16.17 di Raffaella Bon
E' derby di Verona per Giovanni Marchese. Secondo quanto appreso dalla redazione di TuttoMercatoWeb.com, infatti, nelle ultime ore ci sarebbe stato un sondaggio del Verona per il difensore di proprietà del Genoa. Marchese, ex Catania, è da tempo nel mirino del Chievo.

RASSEGNA STAMPA
Corriere di Verona: "Hellas, due caselle da riempire"
29.06.2015 08.53 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
"Hellas, due caselle da riempire". E' il titolo col quale il Corriere di Verona oggi in edicola apre la sua sezione sportiva. Il riferimento è ai movimenti in entrata riguardanti la società di patron Setti. "Per completare l'ossatura della squadra mancano un regista e un terzino sinistro - si legge nel sottotitolo -. Continua il pressing sul Genoa per Tachtsidis, piace Daprelà dal Palermo".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


28 Giugno +   -   =
PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB- Lanciano, nuovo tentativo per Nicolas: i dettagli
28.06.2015 20:00 di Attilio Malena Twitter: @AttilioMalena
Il Lanciano vuole confermare a tutti i costi Nicolas per la porta: nuovi contatti con l'Hellas Verona per consegnare nuovamente a Roberto D'Aversa il solido estremo difensore. Secondo quanto ci risulta, si starebbe trattando sulla base di un nuovo prestito, filtra cauto ottimismo. Una garanzia tra i pali per ripartire al meglio, Nicolas si riavvicina al Lanciano...

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Pazzini al Verona con Toni
28 giugno alle 16:30
Giampaolo Pazzini riparte da Verona. Secondo quanto riporta Sportmediaset, è stata chiusa la trattativa che porterà l'attaccante del Milan a vestire gialloblù. Superata la concorrenza di Lazio, Bologna e Sassuolo: pronto un contratto di quattro anni.

ALLENATORE E COMPAGNO - Un'occasione unica per il giocatore, che all'Hellas ritroverà Andrea Mandorlini. Il tecnico romagnolo lo fece esordire in Serie A, nella stagione 2004-2005, con la maglia dell'Atalanta, dopo la splendida promozione conquistata l'anno prima. Oltre all'allenatore, Pazzini godrà della compagnia di un'altra vecchia conoscenza: Luca Toni. Amici da anni (stanno trascorrendo le vacanze estive in Sardegna insieme, con le rispettive famiglie), Toni e il Pazzo hanno fatto coppia alla Fiorentina dal 2005 al 2007, prima che il centravanti ex Palermo approdasse al Bayern Monaco. In quelle due stagioni hanno segnato in tutto 59 gol in Serie A con la maglia viola.

NUOVA GIOVINEZZA - L'aria del Bentegodi può avere per Pazzini lo stesso effetto terapeutico che ha avuto per Toni. Quest'ultimo è già a quota 42 gol in campionato con l'Hellas Verona. L'ex di Sampdoria, Inter e Milan, al contrario, si è fermato a cinque reti la scorsa stagione (una in Coppa Italia), complice lo scarso uso che Inzaghi ha fatto di lui. La voglia di tornare decisivo non manca di certo: basti pensare che sono trascorsi due anni dall'ultima stagione in doppia cifra. Il nuovo attaccante andrà a sostituire nello scacchiere di Mandorlini i partenti Saviola (andato al River Plate) e Nico Lopez (rientrato all'Udinese dopo il prestito). Il Verona che guarda al futuro...si affida al passato. In fondo, anche i 'vecchietti' possono essere decisivi.

Mattia Carapelli
@mcarapex

FONTE: CalcioMercato.com


Pazzini, non solo Bologna e Sampdoria: contatti in corso con l’Hellas Verona
Pazzini, non solo Bologna e Sampdoria: contatti in corso con l’Hellas Verona

Gianluca Di Marzio 28-06-2015 18:00
Tre stagioni al Milan, l’ultima fatta di 28 presenze e 5 reti; ora Giampaolo Pazzini è pronto a cambiare. Sull’attaccante classe 1984 nelle ultime ore si è mosso l’Hellas Verona, che ha già avviato i contatti con il calciatore. Le parti stanno discutendo, si stanno valutando i presupposti e i margini di trattativa; non c’è ancora nessun accordo né nessuna firma sui contratti, con Pazzini che parla con il club veronese e che resta anche un’idea del Bologna, ancora alla ricerca di un attaccante.

Inoltre, l’ormai ex rossonero rimane sempre nel mirino della Sampdoria, che pensa ad un suo ritorno a Genova dopo il biennio 2009-2011 - impreziosito da 36 gol e dalla conquista del preliminare di Champions League. A Verona, Pazzini potrebbe poi ritrovare Luca Toni, con cui aveva già giocato per due anni a Firenze; oltre che dal passato viola, i due sono legati anche da una forte amicizia ed al momento si trovano in vacanza insieme con le rispettive famiglie.

Chissà che questi giorni di relax non siano anche l’occasione per parlare di un futuro di nuovo insieme anche in campo, questa volta con i colori dell’Hellas addosso. Il Verona si muove, Pazzini potrebbe ricominciare dal gialloblù.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Verona, anche il Livorno pensa a Monachello
Il calciatore è di proprietà del Monaco ed ha già militato in Serie B con la maglia del Lanciano

28/06/2015 17:02
CALCIOMERCATO VERONA LIVORNO MONACO MONACHELLO / LIVORNO - Stando a quanto rivela 'Sky Sport', il Livorno starebbe pensando a Gaetano Monachello del Monaco. L'anno scorso ha giocato in Italia con il Lanciano e dopo l'interesse di Hellas Verona e Carpi, ora anche i toscani potrebbero fare un'offerta.
O.P.

FONTE: CalcioMercato.it


SERIE A
Hellas Verona, che colpo: è fatta per Pazzini! Pronto un quadriennale
28.06.2015 16.22 di Rosa Doro
Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Sportmediaset, l'Hellas Verona avrebbe chiuso per Giampaolo Pazzini. L'attaccante del Milan è infatti a pronto a ripartire dalla squadra di Mandorlini e dall'amico Luca Toni, con il quale potrebbe generare una grande coppia del gol. Il Verona ha offerto al giocatore un contratto di quattro anni e ha beffato così Lazio, Sassuolo e Bologna che si erano fatte avanti per Pazzini.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


15:43 | domenica 28 giugno 2015
Hellas Verona, colpo Pazzini dal Milan | SM
Accordo raggiunto: il Pazzo firmerà un contratto di quattro anni

di Andrea Bartolone - twitter: @andreabartolone
CALCIOMERCATO HELLAS VERONA PAZZINI MILAN - Trattativa inaspettata quella che è venuta a galla negli ultimi minuti e che parrebbe essere già in fase avanzata: Giampaolo Pazzini è ad un passo dall’essere il nuovo attaccante dell’Hellas Verona. L’attaccante toscano, in forza al Milan, è in partenza dal club rossonero e diversi club si erano messi sulle sue tracce, a partire da Lazio e Sampdoria fino ad arrivare alle proposte emiliane di Bologna e Sassuolo. Tuttavia, queste offerte si sono rivelate poco convincenti per il Pazzo, che nel frattempo aveva ricevuto una proposta praticamente irrinunciabile da parte dell’Hellas Verona.

LE ULTIME - Il club di Setti, infatti, ha proposto un quadriennale e una soddisfacente proposta economica e, secondo quanto rivelato dalla redazione di Sportmediaset, Pazzini sarebbe ormai più che propenso ad accettare la destinazione Hellas Verona. Ritroverà, così, il mister Mandorlini ma anche il suo migliore amico, Luca Toni, con cui potrebbe formare una coppia offensiva importante da far sognare i tifosi.

FONTE: CalcioNews24.com


28.06.2015
Piazza pulita in difesa Bigon pensa a Caldirola
Ha giocato poco con il Werder Brema e ha voglia di tornare in Italia L'Hellas punta l'obiettivo anche su German Mera, il «pupillo» di Cordoba

Piazza pulita o quasi. Di sicuro sarà una rivoluzione. Il nuovo Verona avrà una nuova difesa. Troppo fresche le ferite degli ultimi due anni per non ricostruire dalle fondamenta un reparto che ha avuto negli ultimi due campionati rispettivamente il terz'ultimo e quart'ultimo peggior rendimento di tutta la Serie A per un totale di 133 gol subiti. Il colpo di spugna della società è stato fermo, l'Hellas da agosto avrà tante facce nuove davanti a Rafael. Alla ricerca di una solidità finora mai davvero trovata.

ADDIO PER SEI. Il Verona rivedrà interamente la fascia di sinistra, senza più Agostini in scadenza di contratto e Brivio non riscattato dall'Atalanta. Marques, convincente solo a tratti ed anche lui in scadenza, è tornato in Brasile. Non ci sarà spazio nel prossimo Verona nemmeno per Sorensen, rispedito alla Juventus. Verrà di sicuro ceduto Martic, spazzato via da febbraio in poi dall'arrivo di Pisano e adesso nel mirino del Rijeka. Martic ha altri due anni di contratto, ma è già sul mercato così come Guillermo Rodriguez, del Verona fino al 2016, il cui rendimento non è stato pari alle attese. L'Hellas puntava sulla sua voglia di rivincita dopo un campionato fatto di sole sei presenze al Torino, ma a parte qualche eccezione Rodriguez non ha dato quella sicurezza di cui la difesa aveva invece assoluto bisogno.

MODULO BASE. Il nuovo Verona avrà meno varianti difensive della passata stagione, orientato sempre più sul 4-3-3 rispetto ad un 5-3-2 che non ha prodotto risultati migliori quando Mandorlini ha provato a cambiare strada nel momento in cui i risultati gli hanno voltato le spalle. La linea a quattro sarà una costante, un sentiero unico alla ricerca immediata di equilibri finalmente stabili. Il punto di partenza dell'Hellas sarà il solito calcio di sacrificio da sempre perseguito dal suo allenatore, dove anche gli attaccanti dovranno dare una grande mano nella fase di non possesso palla. Al di là del valore dei difensori. La chiave di tutto sarà ancora una volta Rafa Marquez, legato al Verona da un altro anno di contratto ma soprattutto obbligato a dover alzare e di parecchio il livello del suo calcio dopo i tentennamenti dell'ultima stagione. Rafa Marquez resterà all'Hellas così come Moras e Pisano, gli unici superstiti di un pacchetto che ha mostrato parecchie lacune anche la scorsa stagione. In casa c'è ora anche Bianchetti, che potrebbe essere ceduto ma anche rimanere come quarto centrale. Vicino a Marquez nelle intenzioni del Verona dovrà agire un giocatore di livello e di esperienza, atletico e veloce, capace di dare energia ad un reparto spesso in ansia anche quando è stato preso in velocità.

IDEA CALDIROLA. Riccardo Bigon, da profondo conoscitore del calcio tedesco, ha pensato per un attimo a Luca Caldirola, pochissimo impiegato nella sua seconda stagione al Werder Brema dopo una prima annata giocata quasi sempre da titolare. Caldirola potrebbe in effetti tornare in Italia ma su di lui ci sono anche Palermo, Genoa e Sampdoria. Nella lista di Bigon c'è pure German Mera, venticinquenne centrale colombiano del Deportivo Calì pressato però dal solito Palermo e gestito da Ivan Ramiro Cordoba, l'ex dell'Inter ora agente che la settimana scorsa ha incontrato Bigon proprio a Verona per proporgli anche altri suoi assistiti, fra tutti anche German Mera.

ZONA MANCINA. Sarà rifondazione anche a sinistra, fascia che ha avuto poca fortuna fin dalla stagione di Serie B fra i problemi fisici di Pugliese e le amnesia di Fatic, fino a costringere Mandorlini ad indietreggiare Martinho sulla linea dei difensori. La falla l'ha tappata a lungo Agostini, che adesso però di anni ne ha 36 e non ha avuto da Brivio il giusto cambio. Attorno a Cristiano Biraghi, nome spuntato al momento di trattare la compartecipazione di Bianchetti con l'Inter, comincia ad esserci un certo affollamento e soprattutto la proposta dell'Augusta, quinta nell'ultimo campionato di Bundesliga pronta ad acquistare a titolo definitivo il Nazionale Under 21 reduce dal prestito al Chievo. Da monitorare anche Fabio Daprelà, in uscita sicura da Palermo dove non si è però mai espresso come a Brescia. Altra idea da coltivare, una delle tante, nell'opera sulla carta più laboriosa: quella di riuscire a creare una difesa finalmente affidabile.
Alessandro De Pietro

28.06.2015
Gonzalez, prima gioiello ora oggetto misterioso...
Alejandro Gonzalez è un bel punto di domanda per il Verona, rientrato dopo quattro mesi al Cagliari dove il suo rendimento non è stato molto diverso rispetto al campionato e mezzo giocato nell'Hellas. Due milioni e mezzo spesi per il suo cartellino e un contratto quadriennale pesano parecchio adesso sulle spalle del Verona, che dopo due stagioni si ritrova in casa un giocatore certamente svalutato e difficile da rianimare. Gonzalez, che ha passaporto italiano ed è quindi comunitario, fu blindato dal Verona con un accordo fino al 2017 anche perché erano in tanti a credere che l'ex capitano del Penarol, dove è stato compagno di squadra anche di Guillermo Rodriguez, avrebbe sfondato anche in Serie A a tal punto da ingolosire club di fascia più alta.

Il campo ha detto il contrario, così l'Hellas si ritrova a gestire un profilo che da febbraio in avanti non è stato una prima scelta neanche nella difesa del Cagliari retrocesso, utilizzato per lo più a destra così come nel Verona quando a mister Mandorlini sono venuti a mancare in un sol colpo Martic, Sala e Sorensen. Gonzalez dai primi di aprile non ha praticamente mai visto il campo dopo il primo periodo in cui Zeman gli diede molta fiducia. Di certo Gonzalez non è stato fortunato, bloccato nella prima stagione di Serie A da un problema fisico che gli ha impedito di svolgere il ritiro e penalizzato l'estate scorsa, quando il Cagliari promise di prenderlo entro fine agosto salvo poi ritirarsi all'ultimo giorno costringendo il Verona a tenerlo nonostante fosse chiaro già in partenza che di spazio per lui non ce ne sarebbe stato. Gonzalez sarà un giocatore dell'Hellas fino al 2017, investimento poco produttivo da ogni punto di vista che ora Riccardo Bigon dovrà cercare di piazzare in giro nel migliore dei modi.
A.D.P.

28.06.2015
Il Verona in trattativa per Gianpaolo Pazzini
Il Verona vuole Gianpaolo Pazzini, attaccante l'ultima stagione al Milan da cui è ora svincolato. La trattativa col giocatore è stata avviata ma è ancora tutta la sviluppare, come confermato oggi pomeriggio dal direttore sportivo Riccardo Bigon. Pazzini, grande amico di Toni con cui ha formato una grande coppia d'attacco alla Fiorentina, ha offerte anche dalla Lazio e dall'estero ma vorrebbe il Verona dove troverebbe Andrea Mandorlini, suo allenatore anche ai tempi dell'Atalanta.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


27 Giugno +   -   =
CALCIOMERCATO
Retroscena di mercato: ecco perchè ha firmato Jankovic
27.06.2015 12:51 di Stefano Bentivogli
Bosko Jankovic resta ancora in gialloblu ma sono stati svelati alcuni retroscena che l'hanno portato a firmare il prolungamento del contratto.

Il giocatore si è incontrato con Bigon a Milano e in pochi minuti ha trovato l'accordo nonostante avesse un paio di offerte interessanti dall'estero. Jankovic sarà a Verona il prossimo 7 luglio e probabilmente parlerà alla stampa attraverso i canali ufficiali del club.

E' molto felice della scelta fatta, si trova bene a Verona e continuerà a vivere in centro.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Calciomercato Inter, Sala verso il rinnovo con l'Hellas Verona
Il centrocampista sta per trovare il nuovo accordo con i gialloblu

27/06/2015 18:17
CALCIOMERCATO INTER SALA RINNOVA / VERONA - Poche possibilità di vedere Jacopo Sala con la maglia dell'Inter nella prossima stagione. Le voci di mercato sull'esterno del Verona stanno scemando e finiranno completamente quando ci sarà il rinnovo del contratto di Sala con l'Hellas Verona, in scadenza 2016. Secondo 'L'Arena', il nuovo accordo è già sul tavolo e il nuovo ds Riccardo Bigon sembra aver convinto il centrocampista, che comunque aveva come priorità la permanenza al Verona. Si parla di un prolungamento fino al 2018.
A.P.

Calciomercato Fiorentina, Mirante: "Viola grande società, vedremo"
L'ex portiere del Parma: "Inizierò ora a pensare al mio futuro"

27/06/2015 21:35
CALCIOMERCATO FIORENTINA MIRANTE/ ROMA - L'ex portiere del Parma Antonio Mirante, ha parlato così delle voci di mercato che lo vedono accostato alla nuova Fiorentina di Paulo Sousa: "Non so nulla dell'interesse viola, sono rientrato da poco dalle vacanze - ha spiegato ai microfoni di 'Radio Blu' - i viola sono una grande squadra e una società di livello, ha avuto tanti grandi portieri come Frey, Toldo e lo stesso Neto. In questo momento noi del Parma siamo tutti svincolati, inizierò solo ora a pensare al mio momento". Come anticipato da Calciomercato.it, i club che sguono Viviano sono Bologna, Verona e Fiorentina, con l'ipotesi Trabzonspor da non sottovalutare.
S.F.

FONTE: CalcioMercato.it


Focus Hellas Verona – Tra Zuculini e Storari, già al lavoro il nuovo ds Bigon: il punto sul mercato
Redazione 27-06-2015 22:30
Un'ottima stagione alle spalle, il Verona vuole continuare a stupire e far bene in Serie A. Passaggio di testimone dietro la scrivania gialloblù, con il ds Sean Sogliano che ha salutato dopo tre anni per Riccardo Bigon. Subito tanto lavoro per l’ex Napoli, che in difesa sta pensando a Fabio Daprelà del Palermo. Non solo, giovedì (ultimo giorno utile per risolvere le comproprietà) il Verona ha dato solo l’arrivederci a Matteo Bianchetti: il giocatore infatti è stato riscattato dall’Inter, ma dal primo luglio si trasferirà in gialloblù.

In extremis è stata risolta anche la situazione legata a Jorginho, a metà con il Napoli: il centrocampista basiliano è stato riscattato dagli azzurri per quattro milioni di euro. Dopo i 65 gol subiti la scorsa stagione (quarta difesa peggiore del campionato, solo le tre retrocesse hanno fatto peggio) la società vuole rinforzarsi dietro, e allora dopo Daprelà e Bianchetti ecco che si pensa di riportare in Italia Luca Caldirola: trattativa difficile per l’ingaggio del giocatore del Werder e per la concorrenza in Germania (c’è anche il Palermo, altra soluzione complicata).

A centrocampo spunta l’idea Bruno Zuculini, classe ’93 del City e fratello del giocatore del Bologna Franco. Zuculini è un nome che piace a Bigon dai tempi di Napoli, ed ora vuole provare a portarlo a Verona. La casella potrebbe essere lasciata libera da Ivan Martic, che ha offerte da Rijeka anche se non sembra gradire più di tanto la destinazione.

Centrocampo, difesa e… In porta? Occhi puntati su Marco Storari, fresco di rinnovo con la Juventus ma già sul piede di partenza: su di lui anche Bologna e Cagliari, con il quale ci sono stati dei contatti ma il portiere preferirebbe rimanere in Serie A. Il mercato del Verona prende il largo, Bigon ha iniziato a lavorare fitto fin da subito.
Francesco Guerrieri

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Inter, due club in fila per Biraghi
27 giugno alle 12:41
Dopo la parentesi a fasi alterne con il Chievo Verona, Cristiano Biraghi è pronto a lasciare nuovamente l'Inter. Sul giocatore c'è forte l'interesse dell'Empoli, ma nelle ultime ore si è attivato anche il Verona di Riccardo Bigon che dopo aver riscattato Bianchetti, è pronta a rilanciare per un'altra colonna dell'Italia Under 21.

FONTE: CalcioMercato.com


09:10 | sabato 27 giugno 2015
Hellas Verona, obiettivo Maloca dell'Hajduk per la difesa: i dettagli
Il classe 1989 è pronto al salto di qualità: gialloblu interessati

di Massimo Balsamo - twitter:@Massimo_Bals
ESCLUSIVA CALCIOMERCATO HELLAS VERONA MALOCA - Dopo il restyling a livello dirigenziale, con l'addio a Sean Sogliano e l'arrivo di Riccardo Bigon in qualità di direttore sportivo, l'Hellas Verona è pronto a rinforzarsi sul mercato. Si ripartirà da Luca Toni, capitano e bomber gialloblu, ma la formazione di Andrea Mandorlini ha bisogno di nuovi profili per fare il salto di qualità. Arriverà Bianchetti dall'Inter per il reparto difensivo, ma non solo: spunta una nuova pista dalla Croazia.

PIACE MALOCA - Infatti, secondo quanto raccolto dalla redazione di Calcionews24.com, l'Hellas Verona ha messo nel mirino Mario Maloca: classe 1989 di Zagabria, Maloca è esploso con la maglia dell'Hajduk Spalato, formazione di Prva HNL con la quale ha raccolto 39 presenze e 2 reti nell'ultima stagione. Negli ultimi anni la sua crescita è stata esponenziale ed ora Maloca è pronto al salto di qualità: nell'ultimo periodo il Verona lo ha seguito con attenzione ed ha comunicato il suo interessamento: il mercato entra nel vivo, l'Hellas è pronto al colpo in difesa.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Perugia, obiettivo Valoti. Può arrivare a titolo definitivo
27.06.2015 16.18 di Simone Bernabei
Il Perugia mette gli occhi su Mattia Valoti. Il centrocampista del Verona, secondo quanto raccolto da TuttoMercatoWeb, è un obiettivo forte dei grifoni, che vorrebbero acquistarlo a titolo definitivo.

RASSEGNA STAMPA
Corriere di Verona: "Jankovic e Gomez, iIntesa con l'Hellas per il rinnovo"
27.06.2015 08.58 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Juanito Gomez e Bosko Jankovic ancora al Verona, il rinnovo è a un passo. La definizione, quella dettata dalle formalità di rito, ufficializzazione compresa, avverrà la settimana prossima. Intanto c'è già il sì dell'uno e dell'altro. Jankovic ha incontrato in queste ore Riccardo Bigon a Milano, accompagnato dal proprio agente, Silvano Martina, scrive il Corriere di Verona. Accordo trovato in tempi record sulla base di un rinnovo biennale del contratto in scadenza il 30 giugno. Martedì Juanito rientrerà in Italia dopo le vacanze in Argentina. Incontrerà Antonio Dell'Aglio, suo rappresentante, e con lui raggiungerà la sede dell'Hellas. Per lui si va verso un triennale: gialloblù fino al 2018.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


27.06.2015
Hellas-Sala, c'è l'intesa per il prolungamento
Bigon avverte i corteggiatori: contratto prorogato al 2017 (o 2018) Vicino anche il vertice col Genoa per discutere del futuro di Tachtsidis
Il rinnovo è pronto. Jacopo Sala sta per allungare il suo contratto con l'Hellas. Ci sta lavorando da un po' Riccardo Bigon, a Milano anche ieri nel giorno del suo compleanno numero 44, intento fra un appuntamento e l'altro a chiudere il cerchio pure attorno alla perla del mercato del Verona. Il passaggio era doveroso ma non scontato, Bigon invece ha deciso di estendere un legame che adesso scadrebbe a giugno del prossimo anno ma che, così com'è, potrebbe indurre le società interessate a giocare al ribasso, proprio perché Sala fra un anno si libererebbe a costo zero. Bigon ha voluto cautelarsi, avviando una trattativa apparsa subito in discesa come d'altronde era già emerso negli approcci iniziali già prima della fine della stagione. Il nuovo contratto è ai dettagli, un prolungamento fino al 2017 o al 2018 che verrà presto perfezionato e firmato. Sala sta attirando le attenzioni di mezza Serie A ma per adesso senza che sul tavolo di Bigon sia pervenuta una richiesta ufficiale. Solo mezzi interessamenti. Questione di tempo, perché rinnovi e comproprietà hanno finora monopolizzato il lavoro di giugno. Solo dalla prossima settimana si comincerà davvero a fare sul serio. Il Verona ha in mano uno dei giocatori di fascia destra più forti d'Italia, a 23 anni pronto per il salto in una grande. Come la Roma, passata dal Bentegodi a vederlo dal vivo col suo direttore sportivo Walter Sabatini. Come l'Inter, che non l'hai perso di vista nonostante un mercato rivolto soprattutto all'estero. Come la Fiorentina, a cui Sala è sempre piaciuto. Ci sarà tempo per ascoltare tutti, prima però c'è un rinnovo da firmare. E non ci vorrà molto prima della stretta di mano finale.

SI RISALE SUL TAXI. Fra le scadenze immediate del Verona c'è anche l'incontro fissato per mercoledì col Genoa per Panagiotis Tachtsidis, non riscattato coi due milioni e mezzo stabiliti l'estate scorsa. L'obiettivo dell'Hellas è naturalmente quello di vedersi ridurre la cifra, di trovare un equilibrio diverso con una società comunque amica come il Genoa a cui però Tachtsidis non dispiace, come ha spesso e volentieri ammesso lo stesso Gianpiero Gasperini. Dalla parte del Verona c'è la volontà ferma del giocatore di tornare in fretta a Peschiera, dopo una stagione che ha ribadito seppur fra alti e bassi quanto Tachtsidis sia importante nell'economia del gioco di Mandorlini nonostante venisse da due campionati non proprio fortunatissimi fra Roma, Catania e Torino, dov'è stato decisamente più riserva che titolare. La fiducia nei suoi confronti resta molto alta, certificata già dalla scelta iniziale del Verona che ha deciso subito di non esercitare col Monaco il diritto di riscatto per Mounir Obbadi proprio perché la scelta del prossimo metodista era già caduta di nuovo su Tachtsidis.

SILENZIO-ROMULO. A Bigon nessuno ha chiesto notizie di Romulo, situazione non facilissima da gestire dopo il rientro del brasiliano dal prestito alla Juventus. Zero richieste, neanche dall'estero. Ma c'è tempo. Il Verona adesso guarda Romulo e vede un giocatore potenzialmente fortissimo di nuovo suo, torna indietro con la memoria e rievoca la prima stagione di Serie A quand'era uno dei centrocampisti più forti del campionato ma si ricorda benissimo anche che il suo ingaggio ora è fuori dalla sua portata e che fra i quattro milioni per prenderlo dalla Fiorentina e il milione di prestito avuto dalla Juventus il bilancio è pesantemente in rosso. Difficile ora come ora trovare un club in grado di spendere tre milioni per Romulo, più facile ipotizzare un prestito e un riscatto a giugno del prossimo anno. Romulo dovrebbe a questo punto partire per il ritiro di Racines col resto del gruppo, in attesa della chiamata giusta. L'interesse dell'Olympique Marsiglia era un'ipotesi caduta subito nel vuoto. Attorno a lui tutto tace.
Alessandro De Pietro

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


26 Giugno +   -   =
Tachtsidis torna al Genoa: si riapre la trattativa. L'Hellas cerca un terzino sinsitro
Il centrocampista greco, una delle colonne portanti del centrocampo di Mandorlini, non è stato riscattato dal club scaligero che ora si sederà al tavolo con i rossoblu per ridiscutere le condizioni

La Redazione 26 giugno 2015
Risolte nella giornata di giovedì le comproprietà senza andare alle buste, l'Hellas Verona guarda ora al mercato con un gruzzolo un po' più consistente.
Una delle questioni più spinose era quella che riguardava Jorginho, con il Napoli, detentore dell'altra metà del cartellino, che chiedeva uno sconto sulla seconda parte. Ma la società gialloblu ha tenuto duro e i partenopei alla fine hanno ceduto: nelle casse scaligere entrerà quindi una cifra tra i 3.5 e i 4 milioni di euro.
La seconda vicenda in ballo riguardava il giovane difensore Matteo Bianchetti. È lo stesso club scaligero a twittare che la compartecipazione è stata risolta a favore dell'Inter, ma che il difensore verrà acquistato a titolo definitivo il 1° luglio.
Chi invece fa le valige è Tachtsidis. Il greco doveva essere riscattato entro mercoledì sera, ma le due parti non hanno trovato l'intesa, con il Genoa che chiede 2.5 milioni. Mandorlini intende comunque riportare il giocatore sulle sponde dell'Adige e le trattative quindi riprenderanno ma su altre basi.

Intanto Riccardo Bigon (che oggi compie 44 anni), continua a sondare il mercato alla ricerca degli uomini giusti da mettere a disposizione di Mandorlini. Visto il mancato riscatto di Brivio dall'Atalanta, il ds ha tastato il terreno con l'Inter per Cristiano Biraghi, che nonostante il prestito biennale, sembra essere in uscita dal Chievo. In alternativa si guarda anche in casa Palermo, dove Bigon è stato attirato da Fabio Daprelà, mancino di 24 anni, che ha già raccolto 47 presenze in serie A.

Per l'attacco, Alfredo Pedullà di SportItalia lancia l'indiscrezione che le due veronesi e il Carpi vorrebbero acquisire il cartellino di Massimo Coda, libero dopo la nota vicenda che ha coinvolto il Parma.
Pare invece manchi solo l'ufficialità per i rinnovi di Gomez e Jankovic.

FONTE: VeronaSera.it


Verona: sirene francesi per Juanito Gomez
26 giugno alle 12:36
Secondo la Gazzetta dello Sport, l'attaccante del Verona, Juanito Gomez piace al Nizza.

FONTE: CalcioMercato.com


12:09 | venerdì 26 giugno 2015
Lazio, trattativa col Southampton per Ramirez | Messaggero
Intanto, dalla Francia, Nizza su Cavanda. E spunta Juanito Gomez

di Andrea Bartolone - twitter: @andreabartolone
CALCIOMERCATO LAZIO RAMIREZ SOUTHAMPTON - La Lazio sta programmando il mercato in vista della prossima stagione e vuole aumentare il livello qualitativo della rosa. Circolano diversi nomi come possibili rinforzi per la società capitolina, in particolar modo per quel che concerne il reparto offensivo...

Infine, per quel che concerne il mercato in entrata, la Lazio sta studiando il profilo di Juanito Gomez, esterno offensivo 30enne in forza all’Hellas Verona.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
Verona, nuova idea per la difesa: sondato l'uruguaiano Polenta
26.06.2015 20.12 di Alessandra Stefanelli
Verona, nuova idea per la difesa: sondato l'uruguaiano Polenta
Possibile nuova esperienza in Italia per Diego Polenta dopo il flop al Genoa. Come riportato da Gazzetta TV, infatti, il difensore uruguaiano ora al Nacional sarebbe stato contattato dal Verona, a caccia di un rinforzo proprio nel reparto arretrato.

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona e le compartecipazioni: "Addio Jorginho per 3,5 milioni"
26.06.2015 08.23 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Verona di questa mattina, dedica l'apertura sportiva all'esito dell'ultima giornata di compartecipazioni titolando: "Addio Jorginho per 3,5 milioni". L'Hellas ha trovato l'accordo con il Napoli che però voleva, senza ottenere il sì dei gialloblu, anche Ionita. Niente riscatto per Tachtsidis che dunque torna al Genoa, ma Mandorlini spera di riaverlo a disposizione per il ritiro.

SERIE A
Carpi, sfida ai due club di Verona per Massimo Coda
26.06.2015 00.30 di Raimondo De Magistris Twitter: @RaimondoDM
Tramite il suo blog ufficiale, l'esperto di calciomercato di SportItalia Alfredo Pedullà ha fatto il punto sul futuro di Massimo Coda, calciatore svincolato dopo il fallimento del Parma: "Le qualità non si discutono, Massimo Coda lo ha dimostrato anche in serie A con il Parma. Ora è libero di accettare qualsiasi proposta, ha mezza B alle costole. Ma vorrebbe restare nella massima serie e anche in questo caso può scegliere: si sono già mossi i due club di Verona e il Carpi, in attesa di ulteriori approfondimenti".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


26.06.2015
Hellas, Jankovic e Gomez c'è l'ok: manca solo la firma
Bosko Jankovic e Juanito Gomez

VERONA. È tutto fatto per i rinnovi di Bosko Jankovic e Juanito Gomez, attaccanti del Verona entrambi in scadenza di contratto. Per rendere ufficiali gli accordi, già definiti in ogni dettaglio, mancano solo le firme dei due giocatori. Prevista prima quella di Jankovic, che si legherà al Verona fino al 2017. Gomez firmerà invece a metà della prossima settimana.
Alessandro De Pietro

26.06.2015
Ecco Biraghi e Daprelà, idee per la fascia sinistra
Riccardo Bigon sta sondando il mercato in primis per le zone di campo in questo momento più scoperte. La sua teoria è questa. Gli sguardi del direttore sportivo dell'Hellas sono per lo più rivolti a sinistra, dove l'Hellas non ha riscattato Brivio dall'Atalanta e lascerà andare Agostini in scadenza di contratto. Le giornate a Milano per discutere di riscatti e comproprietà hanno permesso a Bigon anche di sondare il terreno per obiettivi che presto potrebbero valere ben più di una semplice chiacchierata. È venuto facile a Bigon chiedere di Cristiano Biraghi all'Inter, fra un discorso e l'altro nella trattativa che ha portato il Verona a definire nei dettagli l'operazione legata a Matteo Bianchetti, da ieri tutto dell'Inter ma dal primo luglio a titolo definitivo dell'Hellas.

Biraghi, reduce da buone partite all'Europeo con l'Under 21, non resterà al Chievo nonostante un prestito biennale valido quindi anche per la prossima stagione dopo un'annata in cui era titolare con Eugenio Corini in panchina ma comprimario dopo l'arrivo di Rolly Maran, che chiuse il cerchio a sinistra spostando Zukanovic dal centro relegando l'ex promessa nerazzurra ai margini della squadra. Per Biraghi, comunque convincente quando è stato chiamato in causa nelle ultime gare, si è mosso anche l'Empoli. A Milano c'era in questi giorni anche Manuel Gerolin, uomo-mercato del Palermo a cui Bigon ha chiesto notizie di Fabio Daprelà, ventiquattrenne mancino italo-svizzero legato da un contratto fino al 2016 con un opzione anche per la stagione successiva.

Daprelà viene da 47 presenze negli ultimi due campionati di Serie A, titolare solo 11 volte però quest'anno visto che Beppe Iachini gli ha spesso e volentieri preferito Lazaar. Presto il Verona metterà al centro del suo mercato anche la trattativa col Genoa per Panagiotis Tachtsidis, non riscattato entro mercoledì sera. Il Grifone per lui chiedeva due milioni e mezzo, adesso la trattativa dovrà ripartire daccapo. Con altre condizioni ed altre cifre. Tachtsidis, che resta nelle intenzioni un punto fermo del Verona, potrebbe però cominciare la stagione in ritiro col Genoa e poi rifare le valigie.
A.D.P.

26.06.2015
Si chiude la «telenovela Jorginho» Il Napoli si prende tutto il cartellino
La società campana versa quattro milioni di euro nelle casse gialloblù, nel gennaio 2014 ne aveva già dati quattro e mezzo per prendere la metà del regista

Il sì all'ora di pranzo, pochi minuti dopo l'una. Il Verona stava aspettando una risposta dal Napoli, a cui in mattinata aveva ribadito che non avrebbe concesso sconti sul prezzo per il riscatto della seconda metà del cartellino di Jorginho. E così è stato. Il Napoli ci ha pensato, quasi con le spalle al muro perché per l'Hellas a quel punto l'unica alternativa, prendere o lasciare, sarebbe stata andare alle buste. Evitate, quando il silenzio dei giorni scorsi, i tentennamenti di lunedì e martedì a Milano e il freno nella serata dell'altro ieri si sono trasformati in un accordo raggiunto alle condizioni poste da Riccardo Bigon. L'ufficialità alle 16.36 sul sito del Verona, quando il cordone ombelicale che legava ancora Jorginho al Verona s'è spezzato definitivamente.

GRANDE AFFARE. Quattro milioni più i quattro e mezzo della prima metà consegnano al Verona una plusvalenza notevolissima, superiore a quella della cessione di Iturbe alla Roma. Una grande operazione, avviata a gennaio dell'anno scorso dopo che Jorginho aveva giocato sei mesi di A a livelli da star, con sette gol e gli occhi di tutti addosso. Bigon era dall'altra parte della barricata, motore di una trattativa diventata per il Verona un autentico affare un anno e mezzo dopo. Perché il Verona, a dicembre già con 28 punti, era già salvo e poteva digerire la cessione. E il Napoli del ragazzo aveva bisogno subito.

DIETRO LE QUINTE. Jorginho, cento presenze e undici gol col Verona dalla C alla Serie A dal 2009 al 2013, è costato all'Hellas trentacinquemila euro più undici e mezzo al giorno di convitto per un letto e due pasti caldi, in Italia poco più che bambino e talmente bravo da conquistare il Verona dopo una sola partitella, con altri ragazzi brasiliani come lui a caccia di sogni, al centro Monsignor Carraro nel lontano 2007. Il nuovo Verona ha sempre creduto in Jorginho, che ai tempi bui quando il campo proprio non lo vedeva voleva raggiungere a Mantova, e ci provò più volte, Claudio Valigi che l'aveva allenato ai tempi della Sambonifacese. Bisognava solo aspettare, prima della consacrazione nel primo anno di B grazie alla mano esperta di Andrea Mandorlini così come nel campionato della promozione in A, quando gli anni di Jorginho erano solo 22 e le sue presenze già 77 in due stagioni, sempre lottando per il vertice ed in una piazza fra le prime dieci d'Italia che ti fa maturare in fretta. Jorginho però era molto di più, un sicuro punto di forza dell'Under 21 se a bloccarlo non ci fossero stati paletti rigidissimi sulla nazionalità e magari anche della selezione maggiore di Cesare Prandelli, che definì più volte Jorginho «un profilo molto interessante davvero».

SPALLE COPERTE. L'Hellas ha adesso un gruzzolo interessante, risorse in più da investire sul mercato ora che la questione-chiave delle prime settimane è stata sciolta nel migliore dei modi. Nessun margine possibile per il Verona, che al giorno decisivo si è presentato a Milano a testa alta e senza alcuna intenzione di indietreggiare a costo di arrivare alle 19 e di sfidare il Napoli alle buste. Le certezze dell'Hellas erano poggiate sulla voglia del Napoli di avere comunque Jorginho, per dare a Maurizio Sarri un giocatore con le qualità giuste per il suo gioco ma anche e soprattutto per avere in mano una carta potenzialmente decisiva per ammorbidire la trattativa col Torino ed arrivare così a Matteo Darmian percorrendo una strada meno in salita. Così lo scenario, farraginoso mercoledì fino a sera, è diventato ieri mattina molto più favorevole ad un'intesa anche rapida. Il Napoli ci ha pensato, il Verona ha atteso con pazienza. Prima di ricevere l'unica risposta possibile per archiviare il fascicolo Jorginho proprio come voleva l'Hellas.
A.D.P.

FONTE: LArena.it

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli RÔMULO

#VeronaNapoli highlights

Wallpapers gallery