Polemica razzismo: MARTINELLI risponde ad ABODI (era ora!), Mercato: Le 'novità' sono il difensore ABRUZZESE e l'attaccante MARCHI mentre Gibo chiude la porta a ITALIANO, 'FOSSATI? Bel giocatore ma in mezzo siamo già a posto'. Pareggio col SUEDTIROL...

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 3 agosto 2011 22:58, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


... E FINALMENTE LA SOCIETA' RISPONDE PER LE RIME
Il patròn MARTINELLI, dopo essere stato (pesantemente) chiamato in causa da ABODI, presidente della Lega Calcio di Serie B in merito alle polemiche esplose sul presunto razzismo di MANDORLINI durante la presentazione dell'HELLAS 2011-2012, decide di rispondere a tono al numero uno della cadetteria e a tutti coloro che si sentono in diritto di giudicare un'intera tifoseria e città in base a tristi luoghi comuni.

Ecco il testo integrale della lettera del presidente scaligero:
Egregio Presidente Abodi,
nel ringraziarLa per il messaggio di benvenuto riservato alla nostra società, sono a precisare alcuni aspetti relativi alla polemica nata dopo la presentazione della squadra alla città. Ironia e goliardia sono soggettivamente interpretabili, e possono talvolta intaccare la suscettibilità di alcuni, ma le parole espresse dal tecnico gialloblù vanno ricondotte nell’ambito di un clima di festa, caratterizzato anche da un simpatico siparietto assieme ad alcuni giocatori meridionali o di diversa etnia. Sono il primo a rammaricarsi per le polemiche sorte a pochi giorni di distanza dal via della stagione, riscontrando però come puntualmente a piazza, tifosi, ed in questo caso ad un addetto ai lavori venga apposta l’etichetta di razzista in virtù di alcuni spiacevoli episodi accaduti in passato. Le esternazioni di Mandorlini non avevano di certo l’intento di offendere Salerno o i sostenitori granata, ma ricordiamo il clima creato prima del ritorno della finale play-off, toccato con mano nel giorno della partita. A partire da un cronista locale che tramite social-network minacciava di morte l’ex Cluj, per passare dal lancio di telefonini, sassi, bottigliette ed aste di bandiere all’ingresso in campo di Ceccarelli e compagni per il riscaldamento, durato in tutti i 90’, allo scoppio di un petardo nei pressi dell’assistente arbitrale, all’aggressione ad un giornalista veronese in tribuna stampa e la caccia all’uomo, con obiettivo l’allenatore dell’Hellas, avvenuta in sala stampa dopo il fischio finale. Per motivi di sicurezza sono stato inoltre costretto ad assistere al match dal settore ospiti anziché dalle tribuna, perdendomi anche qualche frangente di partita. Tutto ciò ha messo a rischio l’incolumità di diversi tesserati, per essere punito solamente con un’ammenda di 23 mila euro dal Giudice Sportivo, a dispetto della grave entità dei fatti. Come patron del club esprimo il desiderio di smorzare definitivamente i toni per il bene di tutti, promettendo di attivarmi in prima persona, come fatto di recente con collaboratori e sostenitori, per promuovere iniziative di sensibilizzazione nei confronti del problema del razzismo e della discriminazione.
Cordiali Saluti
Giovanni Martinelli
[COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


LEGENDA: In grassetto i nomi sicuri del futuro HELLAS VERONA.
I ruoli con il link conducono alla scheda relativa al tesserato.
I nomi depennati sono di giocatori che non faranno più parte della rosa o giocheranno temporaneamente altrove.

 RUOLO NOMESTATO DEL CONTRATTO E NOTE
ALL.MANDORLINI Contratto rinnovato... A furor di popolo!
POR.NICOLAS Aggregato al gruppo da Febbraio
POR.RAFAEL Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
DIF.ABBATE Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
DIF.ANDERSON Definitivo, in scadenza a Giugno 2013
DIF.BERTOLUCCI In compr. con la SANGIOVANNESE, è stato acquisito alle buste
DIF.CAMPAGNA Era in comproprietà con la JUVENTUS, è stato acquisito alle buste
DIF.CANGI Definitivo, fino a Giugno 2013
DIF.CECCARELLI Definitivo, fino a Giugno 2012?
DIF.DIANDA Rientra dal prestito alla JUVE STABIA (20 presenze 0 gol)
DIF.MAIETTA Definitivo, in scadenza a Giugno 2013
DIF.PUGLIESE Torna dal prestito al VARESE (38 presenze 1 gol)
DIF.SCAGLIA Definitivo, in scadenza a Giugno 2012?
CEN.DONINELLI Prestato dal GENOA
CEN.CAMPISI Torna dal prestito al MONZA (24 presenze 0 gol)
CEN.ESPOSITO Definitivo, in scadenza a Giugno 2012?
CEN.FERREIRA Arriva dal VARESE in prestito con diritto di riscatto
CEN.GALLI Arriva dal PARMA in prestito con diritto di riscatto
CEN.HALLFREDSSON Risc. dalla REGGINA (350mila Euro), definitivo fino Giugno 2013?
CEN.JORGINHO Torna dal prestito alla SAMBONIFACESE
CEN.MANCINI Acquisito alle buste dal SIENA per 80mila Euro
CEN.RUSSO Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
CEN.TACHTSDIDIS Prestato con diritto di riscatto e controriscatto dal GENOA
ATT.BERRETTONI Definitivo, in scadenza a Giugno 2012
ATT.CIOTOLA Def. (Giu. 2012) torna dal prestito alla JUVE STABIA (via TARANTO)
ATT.FERRARI Definitivo, fino al 2013?
ATT.GOMEZ TALEB Def. (Giu. 2012) torna dal prestito al GUBBIO (31 Presenze 18 gol)
ATT.LE NOCI Definitivo, fino al 2013?
ATT.PICHLMANN Definitivo, in scadenza a Giugno 2013
ATT.TORREGROSSA Era in comproprietà con l'UDINESE, è stato acquisito alle buste
ALL.GIANNINI Esonerato l'8 Novembre scorso, in scadenza a Giugno 2012
POR.CAROPPO Era in comproprietà, è stato riscattato dal BRESCIA
DIF.MALOMO Prestato dalla ROMA è stato girato al PRATO a Gennaio
DIF.MASSONI Era in comproprietà è stato riscattato dal SASSUOLO
DIF.PERETTI Svincolato, è stato ingaggiato dalla SAMBONIFACESE (II Div.)
DIF.VERGINI Torna all'OLIMPIA ASUNCION in Paraguay per fine prestito
CEN.GARZON Scaduto il contratto con l'HELLAS ha firmato per il LECCO
CEN.KHADREJNANE Fino a Gennaio ha giocato con la Berretti... Poi?
CEN.MARTINA RINI Torna al BRESCIA per fine prestito
CEN.PAGHERA Torna al BRESCIA per fine prestito
ATT.DI GENNARO Dopo la rescissione consensuale si è accasato al BARLETTA
ATT.NAPOLI Tornato all'INTER e girato alla JUVE STABIA
ATT.SCAPINI Contratto scaduto probabilmente non verrà rinnovato
ATT.SELVA Scaduto il contratto con l'HELLAS si allena col SANTARCANGELO
ATT.TIBONI Tornato all'ATALANTA per fine prestito è stato prestato al FOGGIA


MERCATO
Nonostante la secca smentita di GIBELLINI da Padova rimbalza la notizia che l'HELLAS continua ad inseguire l'ex gialloblù ITALIANO (ma i 400mila Euro/Anno d'ingaggio sono il vero ostacolo) ed il difensore Trevor TREVISAN per il quale ci sarebbe già un accordo di massima tra le parti e si starebbe trattando con il giocatore per lo stipendio...
Dalla TRIESTINA appena retrocessa potrebbe arrivare l'attaccante MARCHI classe '85 (grande annata eh eh) 34 presenze e 6 reti con gli alabardati; su di lui anche il SASSUOLO.

Il SORRENTO insiste per PICHLMANN: dal paventato addio dei GAMBARDELLA al rilancio in grande stile della squadra costiera non è passato molto ed i rossoneri dopo vari colpi di mercato vogliono la ciliegina sulla torta ed il centravanti austriaco (già allenato da SARRI al GROSSETO) potrebbe essere l'indiziato numero uno...
GIBELLINI intanto 'scarta' ITALIANO «Il suo acquisto lo escludo nella maniera più categorica» ed invita tutti quelli interessati a RAFAEL e a GOMEZ TALEB a farsi da parte «Rafael non è in vendita, per noi è un elemento troppo importante. Lui è e sarà uno dei punti di forza di questo Verona. Un attaccante da quindici gol? Noi ce l'abbiamo già... Gomez sta facendo vedere buone giocate, è bravo ma può fare ancora di più. Sa fare tutto. E quando avrà trovato le coordinate giuste col resto dei compagni vedrete una punta ancora migliore e incisiva. Credo molto in Gomez, ci darà parecchio. Per il Verona sarà un giocatore molto importante, bravi come lui ce ne sono pochi in serie B».
FOSSATI? «Bel giocatore» ammette il 'Gibo' «ma in mezzo siamo coperti...»

Difesa: Il VERONA avrebbe messo gli occhi sull'esperto ABRUZZESE, in uscita dal CROTONE, già nelle mire di BENEVENTO e BARLETTA in Prima Divisione
Attacco: Continua la 'corte' dell'HELLAS a BJELANOVIC ma ci sono nche LIVORNO, NOCERINA (che potrebbe rinunciare dopo aver raggiunto PLASMATI) e NOVARA...


SERIE B: COMPOSTO IL CALENDARIO 2011-2012!
L'HELLAS aprirà la stagione ufficiale con il PESCARA al 'Bentegodi' (in una sorta di rivincita dopo i playoff persi proprio contro i biancazzurri nella stagione 2009-2010) e poi sarà atteso dai neopromossi della JUVE STABIA. Primo derby veneto col PADOVA alla quinta giornata, alla settima scontro esterno contro il GUBBIO che tanto ci fece soffrire nella stagione scorsa (ma stavolta GOMEZ c'e l'abbiamo noi), VERONA-SAMPDORIA all'ottava giornata, seguita dalla trasferta a Torino contro i granata e dal derby più atteso, contro il VICENZA alla decima!
Altra partita 'da urlo' quella contro il BRESCIA al 'Binti' alla 13^...

VERONA 0-0 SUEDTIROL
Partita con mezz'ora di ritardo causa maltempo la gara termina a reti inviolate.
MANDORLINI schiera il 4-3-3 con NICOLAS in porta, DIANDA terzino destro e SCAGLIA sulla corsia opposta, centro difeso dalla consolidata coppia formata da capitan CECCARELLI ed il gladiatorio MAIETTA, linea mediana con TACHTSIDIS in cabina di regìa spportato a destra da JORGINHO e a sinistra da HALLFREDSSON.
Terzetto d'attacco con PICHLMANN centrale, BERRETTONI a sinistra e GOMEZ TALEB dalla parte opposta.

Nella seconda metà di gara ABBATE ha giocato al fianco di CECCARELLI al posto di MAIETTA e PUGLIESE ha sostituito SCAGLIA sulla corsia mancina, il centrocampo ha giocato a quattro con
RUSSO che ha preso il posto di JORGINHO, ESPOSITO che è entrato per TACHTSIDIS e l'esterno sinistro BERRETTONI che ha fatto posto a GALLI.
In attacco spazio a 'Nick Dinamite' FERRARI al posto dell'austriaco, LE NOCI ha sostituito GOMEZ nell'ultima mezz'ora, venti minuti sono stati concessi infine a CANGI (al rientro dopo il difficile avvio in ritiro) e
CAMPAGNA.
RAFAEL e DAVIA' sono rimasti in panca, DONINELLI e FERREIRA tenuti a riposo dopo aver svolto nel pomeriggio un lavoro differenziato.


Immagini dal ritiro...

DICONO
Dopo l'amichevole ATZORI, tecnico della SAMPDORIA, esalta MANDORLINI e 'promuove' RAFAEL «È presto per poter dare giudizi definitivi, credo però che la garanzia del Verona sia proprio il suo allenatore. Conosco Mandorlini molto bene, mi ha allenato quando giocavo a Ravenna. So quanto riesce ad incidere in una squadra, quanto è preparato, la sua mentalità vincente. Per affrontare la serie B ritengo che la rosa vada certamente migliorata, ma per quel che ho visto io il Verona ha tenuto comunque molto bene il campo. Ha giocato di rimessa, il possesso d'altronde l'abbiamo avuto sempre noi. Ho visto però un bel collettivo».
Atzori ha un pallino su tutti, scoperto tre anni fa quando affrontò l'Hellas col suo Ravenna. «Il Verona può contare su un portiere come Rafael che ho sempre ammirato. Mi piace da morire, anche contro di noi ha compiuto due interventi prodigiosi. Bravissimo davvero. Per il resto è stata la classica partita che si vede spesso in questo periodo di preparazione, in cui le carenze fisiche si notano ancor di più quando ci si allunga e le squadre non riescono a mantenere le distanze fra i reparti. Vedremo più avanti, di sicuro adesso io e la Samp sappiamo dove intervenire...» LArena.it

Mister MANDORLINI commenta il calendario stagionale dei gialloblù che esordiranno col PESCARA «Sarà subito una sfida difficile, contro una squadra reduce da una stagione molto positiva come quella passata, alla quale va aggiunta la presenza di un allenatore esperto ed importante come Zeman. Avremo bisogno del contributo di tutti i giocatori a disposizione, ognuno tornerà utile per gestire le varie fasi delle partite. L'avvio non è dei più agevoli, ma se vogliamo essere protagonisti dovremo farci trovar pronti».
Dopo aver affrontato la Sampdoria, Ceccarelli e compagni dovranno vedersela con Torino e Vicenza: «Due di queste partite sono previste in casa nel girone d'andata, cercheremo di sfruttare il fattore-campo contro blucerchiati e granata, vere corazzate della Serie B».
In chiusura, un'indicazione sulle favorite: «Appunto Torino e Sampdoria; non so come si stia muovendo il Brescia, poi aggiungo il Bari. Le retrocesse dalla massima serie meritano la massima considerazione, poi il Padova si è mosso con grande ambizione sul mercato. Spero che l'Hellas sia una sorpresa positiva di questo campionato» HellasVerona.it

Parla BONAZZI il nuovo allenatore della Primavera scaligera «Rosa al completo? Decisamente no... Diciamo che la squadra non è ancora definita nell'organico ma sarà senz'altro abbastanza nuova e molto ringiovanita. Una squadra quindi che va vista in prospettiva. Oltre ad alcuni giocatori dell'ex Berretti, infatti, faranno parte della rosa anche ragazzi degli Allievi Nazionali, ma troveranno spazio pure giovani del 95».
Come schiererà la squadra? «L'idea è quella di un 4-3-3, sulla falsariga della prima squadra, ma prima dovrò valutare le caratteristiche della rosa. Sono comunque dell'avviso che coi giovani è importante non fossilizzarsi solo su uno schema, ma è opportuno mirare all'aspetto migliorativo dal punto di vista tecnico e tattico».
La società le ha intimato traguardi precisi? «No, nel modo più assoluto».
E lei che obiettivi si è imposto? «Voglio far crescere i ragazzi che mi sono stati messi a disposizione e prepararli ad essere dei buoni giocatori, ma anche dei veri uomini. Poi riuscire a dare alla squadra un gioco e una propria fisionomia» LArena.it


ALTRE NEWS IN ALLEGATO
POLEMICA RAZZISMO legata alle esternazioni di MANDORLINI: L'onda lunga fa mettere la mani avanti al presidente dello JUVE STABIA che si appella alla civiltà dei suoi tifosi...
CALCIOSCOMMESSE: Il procuratore federale Stefano Palazzi chiede 50.000 Euro di multa all'HELLAS ed un anno di squalifica per GIBELLINI! Il diesse patteggia e becca 10.000 Euro di multa e 5 mesi di squalifica...
SPONSOR AGSM: Se ti abboni all'HELLAS avrai sconti sulla bolletta e se cambi gestore la nuova casacca gialloblù! Ma quelli del CEO vogliono lasciare l'Azienda di Gestione dei Servizi Municipali veronesi mentre l'azienda comunale è felice per il buon risultato dell'iniziativa...


The Next Lionel Messi?

IN BREVE A PIÉ PAGINA
MERCATO SERIE A: La JUVE sceglie VUCINIC! Alla ROMA 15 milioni...
VITA DA EX: Il 32enne 'Caio' FERRARESE, appena svincolatosi dallo SPEZIA, non lascia anzi raddoppia (forse proprio con la SALERNITANA in Serie D)
VITA DA EX: TOMMASI, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, felice per il ritorno dell'HELLAS fra i cadetti...
CALCIOSCOMMESSE: Il CHIEVO patteggia e paga 80.000 Euro di multa a causa di responsabilità oggettiva nei confronti del un suo tesserato (come uomo immagine) Stefano BETTARINI, ex calciatore ed ora, fra l'altro, commentatore tecnico... Per l'ATALANTA Palazzi chiede un pesante handicap: -7 punti e 3 anni a DONI per il quale la carriera potrebbe considerarsi conclusa (male).
ECO TOMY, IL NUOVO MESSI! Gioca nei L.A. GALAXY ma è ancora troppo piccolo per le giovanili a dispetto dei 'numeri' impressionanti che espone...
CERCHI SOCI PER IL CALCETTO? Usa 'FUBLES' il social network del calcio a 5...

RASSEGNA STAMPA
Calciomercato Verona, ESCLUSIVO/ agente Bjelanovic: “Tre squadre di Serie B su di lui”
Sasa Bjelanovic è un attaccante dalle grandi caratteristiche, capace di fare reparto da solo. L’attaccante è stato accostato a diverse squadre in questa sessione di mercato, ma ancora non c’è niente di definitivo.
E’ intervenuto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com il suo agente, Danilo Caravello che ha chiarito la situazione del suo assistito.

Ci sono novità sulla situazione di Sasa Bjelanovic?
“Non ci sono novità, è tutto fermo come prima”.
Certo il passaggio di Danilevicius dal Livorno alla Juve Stabia deve aver cambiato qualcosa?
“Sì, il Livorno è sul giocatore dopo aver ceduto il lituano. Mentre i campani si sono sistemati il reparto proprio con lo stesso attaccante”.
Ci sono altre squadre sull’attaccante croato?
“Si ci sono altre due squadre”.
Ci può svelare i nomi delle due squadre?
“Il Verona, ma questo si sapeva da tempo. E la Nocerina che però sta per prendere Gianvito Plasmati”.
Matteo Fantozzi

Calciomercato Verona e Sassuolo, occhi su Marchi della Triestina
Sassuolo e Verona sono sulle tracce dell’attaccante della Triestina Ettore Marchi, classe ’85, prodotto del settore giovanile del Gubbio. Il giocatore nell’ultima stagione ha collezionato 34 presenze e 6 reti con la maglia degli alabardati e, nonostante la retrocessione in Lega Pro, è stato uno degli uomini migliori della sua squadra.

FONTE: SerieBNews.com


Pescara Calcio, il calendario della nuova stagione: esordio a Verona
MARTEDÌ 02 AGOSTO 2011 14:26 DANIELE GALLI SPORT - CALCIO
Pescara. Appena sorteggiata, presso la sede milanese della Lega Calcio, la composizione del calendario 2011/2012 della Serie B Win. Per i biancoazzurri subito una gara particolare: l'Hellas Verona.

Inizio evocativo quello che aspetta il Pescara per il campionato di serie B, previsto per sabato 27 agosto. Le danze biancoazzurre si apriranno con l'evocativo match contro l'Hellas Verona, la squadra contro la quale il Pescara guadagnò la promozione in serie cadetta due anni fa grazie al goal decisivo di Massimo Ganci nella finale di ritorno dei play-off.

Una stagione che parte in salita: dopo la trasferta dell'esordio, all'Adriatico arriverà alla seconda giornata l'Empoli, notoriamente una delle più quotate per l'aggangio alla A.

FONTE: CityRumors.it


LIVE! SCOMMESSE, PALAZZI CHIEDE UN ANNO DI SQUALIFICA PER GIBELLINI E 50.000 EURO DI MULTA AL VERONA. IL CHIEVO PATTEGGIA 80.000 EURO DI MULTA!
Scritto da Dimitri Canello il ago 3, 2011 00:44
Ore 13.18 – Confermate le richieste della Procura nei confronti di Gibellini e del Verona.

Ore 13.10 – Respinta la richiesta di patteggiamento presentata da Claudio Furlan, lo scorso anno portiere del Portogruaro.

Ore 13.04 – Lunghe discussioni in aula fra legali dell’Atalanta e componenti della Commissione disciplinare.

Ore 12.42 – Micolucci all’uscita dalla Procura: “Oggi è uno dei giorni più importanti della mia vita, pena gravisissima ma grazie ai miei avvocati e alle mie verità abbiamo ottenuto il patteggiamento. Non ho mai giocato contro la mia squadra per nessun motivo, ho sbagliato e verrò punito. Io ho avuto una telefonata su 50000 e da lì è nato tutto, ma non sono a conoscenza di nessuna associazione esistente per alterare le partite”.

Ore 12.27 – La Commissione disciplinare respinge l’istanza del Varese e stabilisce che è il Padova, nel caso, a dover usufruire del ripescaggio.

Ore 12.26 – Si apprende che Palazzi non si era opposto all’istanza del Varese, mentre è stato Chiappero (avvocato dell’Atalanta) a opporsi sostenendo che l’eventuale ripescaggio spetterebbe al Padova.

Ore 12.24 – Accolte le due richieste di patteggiamento: il Chievo prende 80000 euro di multa, per Micolucci 1 anno e 2 mesi di squalifica, entrambe le sentenze sono da intendersi come definitive.

Ore 11.55 – Il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi livido di rabbia nei corridoi della Procura. Sanzioni pesantissime per il club nerazzurro?

Ore 11.44 – Un anno e due mesi patteggiati di squalifica la richiesta di Palazzi per Vittorio Micolucci (Ascoli).

Esclusiva Ore 11.27 – Ottantamila euro la richiesta della Procura accettata e patteggiata per il Chievo

Ore 10.49 – La Commissione disciplinare ha respinto la richiesta del Varese di costituirsi contro la mancata retrocessione dell’Atalanta, in quanto il Padova viene ritenuto l’eventuale controinteressato.

Ore 10.32 – Il Varese chiede, come la Sampdoria, il ripescaggio in serie A: “Ci si deve basare sulla classifica della regular season e non su quella dei playoff. I playoff non dovevano essere disputati, essendo già esploso lo scandalo scommesse. Se mi accorgessi che le sanzioni non sono adeguate, lascerei seduta stante il mondo del calcio”

Esclusiva Ore 01.11 – Cinquantamila euro di multa al Verona per responsabilità oggettiva e un anno di squalifica al direttore sportivo Mauro Gibellini. Sono queste le richieste che oggi il procuratore federale Stefano Palazzi formulerà nell’udienza che si terrà davanti alla Commissione disciplinare nell’ambito dell”inchiesta Last Bet che ha portato al deferimento del dirigente gialloblù e del club scaligero lo scorso 26 luglio. Il Verona è difeso dall’avvocato Stefano Fanini, mentre Gibellini si è affidato al duo composto da Massimo Diana e da Vittorio Rigo, già legale di Zlatan Ibrahimovic e Mario Balotelli. Rigo difende anche il Ravenna, che ha una posizione gravissima e per il quale sono già filtrate sensazioni di una stangata memorabile a causa del tentato illecito commesso dal suo direttore sportivo Giorgio Buffone. Palazzi potrebbe chiedere almeno inizialmente sanzioni severe per l’Atalanta (forse addirittura l’esclusione dalla serie A), ma alla fine il club bergamasco se la caverà quasi certamente con una semplice, sia pure robusta penalizzazione. Tutti i particolari sull’edizione in edicola del Corriere di Verona

FONTE: PadovaGoal.it


CALCIOMERCATO
ESCLUSIVA TLP - Duello Benevento-Barletta per un difensore di Serie B
02.08.2011 18:00 di Nicolò Schira
Benevento e Barletta sono alla ricerca di un difensore per puntellare le rispettive retroguardie. I due club hanno messo gli occhi su un esperto difensore in uscita dal Crotone. Si tratta dell'ex Lecce Giuseppe Abruzzese che fra l'altro è nel mirino anche dell'Hellas Verona.

ALTRE NEWS
Sudtirol, domani amichevole con il Verona
02.08.2011 14:30 di Luca Esposito
Fonte: Ufficio Stampa
Domani, mercoledì 3 agosto, quinta amichevole estiva per il nuovo FC Suedtirol di mister Govanni Stroppa. Con inizio alle ore 19.00, allo stadio comunale di Bressanone, capitan Kiem e compagni affronteranno l’Hellas Verona, neopromosso in serie B ed in ritiro a Castelrotto. La formazione scaligera, allenata da mister Mandolini, militava nella scorsa stagione nello stesso girone di Prima Divisione dell’FC Suedtirol. Nelle due partite di campionato scaturirono altrettanti pareggi. Nella gara d’andata, giocata allo stadio Bentegodi, finì 1-1, con gol biancorosso di Marchi (ora al Pavia) e rete veronese a firma di Hallfredsson.

Nella gara di ritorno allo stadio Druso, invece, il punteggio finale fu di 0-0.Tre gli ex biancorossi che ritroverà domani l’FC Suedtirol, ovvero il Direttore Sportivo, Mauro Gibellini, il centrocampista offensivo Manuel Mancini e l’attaccante Giuseppe Le Noci. Contro l’Hellas Verona mister Giovanni Stroppa non potrà certamente disporre del terzino destro Alessio Grea, che nell’amichevole con la seconda squadra del Bayern Monaco ha rimediato la distorsione del ginocchio sinistro con interessamento del legamento collaterale. I tempi di recupero sono quantificabili in 4-5 settimane. Di seguito la probabile formazione che mister Stroppa schiererà contro l’Hellas Verona.

FC Suedtirol (4-3-3): Iacobucci; Kiem, Cascone, Franchini, Martin; Furlan, Uliano, Fink; Albanese, Ferrari, Fischnaller.

CALCIOMERCATO
Sorrento, dal Verona potrebbe arrivare Pichlmann
Prosegue il lavoro del Sorrento per trovare l'attaccante

02.08.2011 13:00 di Clemente De Gaetano
Fonte: SoloSorrento.it
Il ritorno di Paulinho è un sogno irrealizzabile, Cellini (Varese) prende tempo mentre la Sampdoria pensa di trattenere Scappini. Quindi la ricerca all’attaccante da affiancare a Ginestra del Sorrento prosegue e nelle ultime ore ha prodotto una nuova ipotesi da aggiungere alla lista della spesa. Un’idea importante, “possibile”, accattivante: Thomas Pichlmann. Il centravanti del Verona piace ai costieri che, a quanto pare, hanno già effettuato un paio di sondaggi ricevendo responsi abbastanza incoraggianti. Non solo: l’allenatore rossonero Sarri lo conosce bene avendolo avuto due anni fa a Grosseto in B. Una spinta in più per il presidente Mario Gambardella che, ormai è chiaro, vuole piazzare l’ennesimo botto della campagna acquisti.

FONTE: TuttoLegaPro.com


ALTRE NOTIZIE
Scommesse: altri 7 patteggiamenti
Tra loro Bettarini (stop 14 mesi), Parlato e Tuccella (3 anni)

03.08.2011 18.05 di Redazione TMW.
Fonte: ANSA
(ANSA) - ROMA, 3 AGO - Anche Gianfranco Parlato (tecnico, collaboratore del Viareggio), Stefano Bettarini (Chievo), Claudio Furlan (Portogruaro), Ivan Tisci (calciatore), Mauro Gibellini (ds Verona), Gianluca Tuccella (Cus Chieti) e Federico Zaccanti (Virtus Entella) hanno ottenuto il patteggiamento dal collegio giudicante della Disciplinare al processo sul calcioscommesse. Parlato e Tuccella squalificati 3 anni, Bettarini 14 mesi, Zaccanti e Tisci un anno, Furlan 6 mesi e Gibellini 5 mesi (piu' 10mila euro di ammenda).

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Atalanta, Bjelanovic in vendita: tre club interessati
Con la collaborazione di Raffaella Bon
03.08.2011 19.57 di Raimondo De Magistris
E' sul mercato l'attaccante croato in forza all'Atalanta Saša Bjelanovic (32). Il calciatore non rientra nei progetti tecnico-tattici di mister Colantuono e per questo motivo si stanno vagliando le varie offerte. Al momento, tre le richieste giunte per acquistare il centravanti: Novara, Hellas Verona e Livorno i club interessati.

HELLAS VERONA NEWS
Campagna abbonamenti, botteghini presi d'assalto
01.08.2011 16.30 di Martina Forciniti per tuttohellasverona.it
Fonte: TGGialloblù.it
Questa mattina allo stadio "Bentegodi" è iniziata la vendita degli abbonamenti per la prossima stagione calcistica, vendita che già al suo primo giorno ha visto una quantità record di tifosi accalcarsi davanti al botteghino numero uno. Come comunicato dalla società dell'Hellas Verona la scorsa settimana, ogni tifoso avrà il vantaggio di acquisire l'abbonamento sotto forma di ricarica effettuata direttamente sulla propria tessera del tifoso che, a partire da quest'anno, è stata denominata “Non vi lasceremo mai”. Contemporaneamente AGSM ha avviato la propria campagna promozionale, attraverso la quale i tifosi potranno godere di agevolazioni e offerte particolarmente convenienti.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Hellas Verona, i nodi con il Padova
03.08.2011 18:32 di Federico Errante
Fonte: padovasport.tv
Anche ieri in Lega, Padova e Verona hanno parlato di possibili affari: Trevisan è uno dei maggiori indiziati a cambiare maglia, da quella biancoscudata a quella gialloblu. C'è un accordo di massima tra le due società mentre ancora si tratta sul possibile ingaggio. Da escludere invece che possa fare lo stesso percorso Vicenzo Italiano: il Verona in questo momento non può garantire l'ingaggio che il regista percepisce al Padova (400.000 euro).

PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB - Hellas Verona, per i rinforzi si guarda al Padova
03.08.2011 00:10 di Nicolò Schira
L'Hellas Verona è pronto ad imbastire una duplice trattativa con il Padova per assicurare a mister Mandorlini i rinforzi richiesti. Nel mirino degli scaligeri ci sono infatti il terzino Trevor Trevisan e soprattutto, come già anticipato proprio da TuttoB.com in tempi non sospetti, il regista Vincenzo Italiano. Nella giornata di ieri presso la Lega Calcio i due club hanno avviato i primi contatti: nei prossimi giorni la trattativa potrebbe prendere forma e materializzarsi.

PRIMO PIANO
Hellas Verona, Martinelli risponde ad Abodi
02.08.2011 23:36 di Federico Errante
Il presidente del Verona Martinelli ha speidto una lettera di risposta al presidente della Lega Abodi. Ecco il testo integrale.
Egregio Presidente Abodi,
nel ringraziarLa per il messaggio di benvenuto riservato alla nostra società, sono a precisare alcuni aspetti relativi alla polemica nata dopo la presentazione della squadra alla città. Ironia e goliardia sono soggettivamente interpretabili, e possono talvolta intaccare la suscettibilità di alcuni, ma le parole espresse dal tecnico gialloblù vanno ricondotte nell’ambito di un clima di festa, caratterizzato anche da un simpatico siparietto assieme ad alcuni giocatori meridionali o di diversa etnia. Sono il primo a rammaricarsi per le polemiche sorte a pochi giorni di distanza dal via della stagione, riscontrando però come puntualmente a piazza, tifosi, ed in questo caso ad un addetto ai lavori venga apposta l’etichetta di razzista in virtù di alcuni spiacevoli episodi accaduti in passato. Le esternazioni di Mandorlini non avevano di certo l’intento di offendere Salerno o i sostenitori granata, ma ricordiamo il clima creato prima del ritorno della finale play-off, toccato con mano nel giorno della partita. A partire da un cronista locale che tramite social-network minacciava di morte l’ex Cluj, per passare dal lancio di telefonini, sassi, bottigliette ed aste di bandiere all’ingresso in campo di Ceccarelli e compagni per il riscaldamento, durato in tutti i 90’, allo scoppio di un petardo nei pressi dell’assistente arbitrale, all’aggressione ad un giornalista veronese in tribuna stampa e la caccia all’uomo, con obiettivo l’allenatore dell’Hellas, avvenuta in sala stampa dopo il fischio finale. Per motivi di sicurezza sono stato inoltre costretto ad assistere al match dal settore ospiti anziché dalle tribuna, perdendomi anche qualche frangente di partita. Tutto ciò ha messo a rischio l’incolumità di diversi tesserati, per essere punito solamente con un’ammenda di 23 mila euro dal Giudice Sportivo, a dispetto della grave entità dei fatti. Come patron del club esprimo il desiderio di smorzare definitivamente i toni per il bene di tutti, promettendo di attivarmi in prima persona, come fatto di recente con collaboratori e sostenitori, per promuovere iniziative di sensibilizzazione nei confronti del problema del razzismo e della discriminazione.
Cordiali Saluti
Giovanni Martinelli

FONTE: TuttoB.com


Subito il Pescara E Mandorlini lancia la sfida a Zeman
NOVE MESI INFUOCATI. Il 30 agosto il primo turno infrasettimanale
«Sarà una gara molto difficile, contro una squadra che ha fatto bene nell'ultimo campionato. Oltretutto hanno in panchina un allenatore molto carismatico»

03/08/2011
Le danze si aprono con il Pescara al Bentegodi, si chiudono nove mesi dopo al Braglia contro il Modena. È stato presentato ieri mattina in Lega - in collegamento diretto su Sky - il nuovo calendario della serie B Win. Grande attesa per l'Hellas che ritrova i cadetti dopo quattro anni nell'inferno della serie C. Si parte sabato 27 agosto, si chiude domenica 27 maggio, sono in programma tre soste (24 e 31 dicembre, 25 febbraio) cinque turni infrasettimanali - martedì 30 agosto, mercoledì 5 ottobre, martedì 1. novembre, martedì 31 gennaio, martedì 1. maggio - e sono previsti anche anticipi e posticipi il venerdì e il lunedì che saranno decisi di volta in volta da Lega e Sky.

Fra quattro settimane l'esordio in campionato. I gialloblù ritrovano il Pescara, la squadra che, solo un anno fa, ha negato a Ceccarelli e compagni la promozione in B. Una sfida nella sfida visto che il Verona ritrova sulla panchina degli avversari Zdenek Zeman, uno degli allenatori più carismatici nel panorama del calcio italiano. «Sarà subito una sfida difficile - ammette Andrea Mandorlini dopo aver letto il calendario dell'Hellas - dovremo affrontare al Bentegodi una squadra reduce da una stagione molto positiva come quella passata, alla quale va aggiunta la presenza di un allenatore esperto e importante come Zeman».

Pronti, via. Subito tre sfide molto impegnative tra il 27 agosto e il 4 settembre. Dopo il Pescara, la formazione scaligera farà visita alla neopromossa Juve Stabia nel turno infrasettimanale del 20 agosto, per ospitare successivamente il Sassuolo ancora il Bentegodi. si giocherà domenica 4 settembre visto che la serie A si ferma per l'impegno della Nazionale. «Avremo bisogno del contributo di tutti i giocatori a disposizione - continua Mandorlini - ognuno tornerà utile per gestire le varie fasi delle partite. L'avvio non è dei più agevoli, ma se vogliamo essere protagonisti dovremo farci trovar pronti».
Grosseto in trasferta alla quarta, poi il derby con il Padova in casa, doppia trasferta ad Ascoli e Gubbio, poi due «corazzate» come Sampdoria e Torino, una dopo l'altra in casa, a quattro giorni di distanza. Alla decima giornata, sabato 15 ottobre, il derby con il Vicenza. Si gioca al Menti. «Due di queste partite sono previste in casa nel girone d'andata, cercheremo di sfruttare il fattore campo contro blucerchiati e granata, sono le vere big di questa serie B - continua il tecnico del Verona - poi sposteremo l'obiettivo sulla sfida con i cugini biancorossi».

Si avvicina la prima partita di campionato e parte anche il «totofavorite». Un pronostico per la promozione in serie A? Ci prova anche Mandorlini. «Torino e Sampdoria partono davanti a tutti gli altri - conclude Mandorlini - non so come si stia muovendo il Brescia, poi aggiungo il Bari. Le retrocesse dalla serie A meritano la massima considerazione, poi il Padova si è mosso con grande ambizione sul mercato. Spero che l'Hellas sia una sorpresa positiva di questo campionato». Sarà un campionato di grandi nomi vista la tradizione di tante società che dovranno ripartire dai cadetti, club che vantano una militanza in A. Non solo Samp e Toro ma anche Brescia e Bari, Livorno e Padova, Reggina e Ascoli. «Mi sembra di poter dire che si tratta di una super B - ha commentato il presidente della Lega Andrea Abodi -. Lo scorso anno abbiamo avuto numeri importanti. Inoltre nostri giocatori come Ogbonna e El Shaarawi hanno ottenuto grandi traguardi e addirittura conosciuto la nazionale. Questo è l'esempio che lavorando bene si possono valorizzare anche i nostri vivai».
Luca Mantovani

Martinelli scrive ad Abodi «E la violenza di Salerno?»
03/08/2011
Riceviamo e pubblichiamo la lettera che il patron dell'Hellas, Giovanni Martinelli, ha spedito al presidente della Lega di B Andrea Abodi.
Egregio Presidente Abodi,
nel ringraziarla per il messaggio di benvenuto all'Hellas sono a precisare alcuni aspetti relativi alla polemica nata dopo la presentazione della squadra alla città. Ironia e goliardia sono soggettivamente interpretabili e possono talvolta intaccare la suscettibilità di alcuni ma le parole espresse dal tecnico gialloblù vanno ricondotte nell'ambito di un clima di festa, caratterizzato anche da un simpatico siparietto assieme ad alcuni giocatori meridionali o di diversa etnia. Sono il primo a rammaricarmi per le polemiche sorte a pochi giorni di distanza dal via della stagione, riscontrando però come puntualmente a piazza, tifosi e, in questo caso, ad un addetto ai lavori venga apposta l'etichetta di razzista in virtù di alcuni spiacevoli episodi accaduti in passato. Le esternazioni di Mandorlini non avevano di certo l'intento di offendere Salerno o i sostenitori granata ma ricordiamo il clima creato prima del ritorno della finale playoff. A partire da un cronista locale che su social network minacciava di morte il nostro mister, per passare dal lancio di telefonini, sassi, bottigliette e aste di bandiere all'ingresso in campo di Ceccarelli e compagni per il riscaldamento, durato in tutti i 90', allo scoppio di un petardo vicino all'assistente arbitrale, all'aggressione ad un giornalista veronese in tribuna stampa e la caccia all'uomo, con obiettivo l'allenatore dell'Hellas, avvenuta in sala stampa dopo il fischio finale. Per motivi di sicurezza sono stato costretto ad abbandonare la tribuna e assistere al match dal settore ospiti , perdendomi anche qualche frangente di partita. Tutto ciò ha messo a rischio l'incolumità di diversi tesserati, per essere punito solo con un'ammenda di 23 mila euro dal Giudice Sportivo, a dispetto della grave entità dei fatti. Come patron del club esprimo il desiderio di smorzare definitivamente i toni per il bene di tutti, promettendo di attivarmi in prima persona, come fatto di recente con collaboratori e sostenitori, per promuovere iniziative di sensibilizzazione nei confronti del problema del razzismo e della discriminazione.
Giovanni Martinelli

Agsm-Hellas, sponsor che fa scintille
CALCIO & POLITICA. L'avvio della campagna abbonamenti con sconti su luce e gas provoca polemiche. Paternoster: «Invidiosi». Protestano i clienti. Su Facebook nasce il gruppo «Cambia gestore». Il Pd: «Tosi torni indietro»
03/08/2011
Tifosi dell’Hellas in coda per l’abbonamento con le hostess dello sponsor Agsm che promuovono gli sconti
Verona. Sconto sulle bollette Agsm ai tifosi dell'Hellas Verona: la polemica infuria e la città si divide. Dopo la decisione della multiutility cittadina che fornisce gas ed energia elettrica di sponsorizzare la squadra di calcio appena risalita in serie B, ecco un'altra "mossa di marketing" che fa discutere. Ai tifosi che sottoscrivono l'abbonamento per il Verona e che decidono di aderire ad Agsm verrà garantito, come abbiamo riportato ieri, il 5,5 per cento di sconto e un centesimo in meno per ogni metro cubo di gas utilizzato. Immediata la pioggia di critiche da parte sia di chi si sente un cliente "di serie B", sia di chi cavalca la polemica politica, definendo "discriminatoria" l'iniziativa di Agsm. Proteste raccolte anche agli sportelli di lungadige Galtarossa, sede dell'azienda.

«Non è giusto che distinguano tra tifosi e non tifosi, non vedo perché io devo pagare di più», è il commento di Chiara Martini, cliente Agsm. Contraria anche Roberta Martone, che replica: «Se dopo aver sponsorizzato una squadra di calcio, hanno ancora soldi per fare sconti, allora potrebbero ridurre le bollette a noi. Ai tifosi dell'Hellas andrebbe applicata piuttosto una sovratassa, visto che la società li ha aiutati a sostenere la squadra». Roberto Longo spezza una lancia a favore dell'Hellas, ma rimane dubbioso: «Il Verona è sempre nel nostro cuore, ma ci sono cose più importanti: Agsm dovrebbe essere più attenta alle esigenze dei clienti, invece di fare sconti ai gialloblù».

E la discussione prosegue anche sul web. Su Facebook è stato creato un gruppo con oltre 425 membri, dal nome «L'Agsm sponsorizza l'Hellas? E io cambio gestore». C'è chi si lamenta perché non riceve le bollette da aprile e chi discute con altri sull'opportunità di una scelta simile da parte della multiutility. Botta e risposta anche sul nostro sito l'arena.it, dove sono decine e decine i commenti di clienti insoddisfatti e sostenitori gialloblù favorevoli all'iniziativa. «Le critiche ad Agsm per la sponsorizzazione all'Hellas sono frutto di stupidità e ignoranza: per le medesime ragioni edotte dai predetti lettori, bisognerebbe cambiare banca, automobile, addirittura regione», commenta andreadaf.

Nel frattempo, l'opposizione affonda i colpi contro l'amministrazione comunale. «Sugli sconti ai tifosi dell'Hellas chiederemo conto con apposita interrogazione, ma è ovvio già da ora che si tratta dell'ennesima forzatura che il sindaco Tosi e il segretario politico della Lega Nord Paternoster hanno voluto imprimere a questa grottesca vicenda della sponsorizzazione», è il commento del gruppo consiliare comunale del Pd. Il capogruppo Stefania Sartori consiglia al sindaco e al presidente di Agsm di tornare sui propri passi: «Stavolta i cittadini non li seguiranno: l'uso politico e propagandistico che stanno facendo delle aziende pubbliche locali ha superato ogni limite di decenza».

Immediata la replica di Paolo Paternoster, presidente Agsm. «È una normale campagna commerciale, come quelle realizzate da tutti gli altri gestori: Enel ha scelto Federica Pellegrini, noi l'Hellas che costa di meno e ci darà risultati importanti», commenta Paternoster. «La polemica politica non ci interessa, noi puntiamo ad accaparrarci nuovi clienti e questa strategia ci garantirà molta visibilità: mi dispiace se qualcuno è invidioso, poteva pensarci prima di noi». Dall'azienda, intanto, spiegano di aver già stretto accordi negli ultimi anni con numerosi «gruppi di acquisto», cioè organizzazioni in grado di raccogliere almeno 100 aderenti, come dipendenti di gruppi industriali o gruppi di acquisto solidale. «Resta inteso che chiunque, cliente domestico o impresa, può aderire singolarmente alle offerte commerciali di Agsm», si legge in una nota dell'azienda. «Per la famiglia, Agsm ha creato l'offerta Chiara, con uno sconto del 5 per cento sulla fornitura di energia elettrica. Analoghe offerte sono attive anche per il gas».M.Tr.

«Niente paura: questo è già un Verona forte»
IL PERSONAGGIO. La soddisfazione del direttore sportivo dopo l'amichevole con la Sampdoria: «Contro la numero uno del prossimo campionato ho visto belle cose»
Gibellini si gode i primi passi della nuova squadra: «Il vecchio blocco dà personalità e qualità. L'attacco? Per me potrebbe anche restare così...»

02/08/2011
Mauro Gibellini è un direttore sportivo sereno, soprattutto dopo la Sampdoria. Per completare l'Hellas non gli manca molto. Un paio di giovani, qualche rinforzo in difesa più un'eventuale ciliegina che il mercato distribuirà con i suoi tempi. La fine di agosto è lontana, almeno per lui.
Il Verona di Trento gli ha suggerito di aspettare, di non avere particolare fretta, di andare avanti per la propria strada senza dover per forza accelerare le operazioni.

NON SOLO SCHEMI. «Con la Sampdoria ho già rivisto la personalità e i movimenti dello scorso campionato e questo è importante. Dare continuità al progetto tecnico era un passaggio-chiave della nostra stagione», precisa. «Bisognava partire dal solito blocco e su quello abbiamo puntato, dai valori tecnici individuali al collettivo. Sarebbe stato un peccato buttare dalla finestra quanto siamo riusciti a creare. C'è solo da attendere adesso il perfetto inserimento dei nuovi, poi ci esprimeremo ancora meglio. Serve un po' di tempo, ma è tutto normale».
Restando a sabato «il risultato della partita lascia il tempo che trova, le prestazioni dipendono soprattutto dal diverso grado di preparazione. Adesso c'è chi è un po' più brillante, chi più pesante. Attenzione però, con la Samp non abbiamo dimostrato solo organizzazione e intesa. Il Verona ha anche giocatori di qualità, gente brava, non esclusivamente schemi di gioco. E la Sampdoria per me è la squadra più forte del campionato, basti guardare i giocatori che ha preso e che continuerà ad acquistare. Quel che ho visto mi è piaciuto e me lo tengo stretto».

TANGO ARGENTINO. Juanito Gomez sta incantando. Gibellini è convinto di aver dato a Mandorlini un asso vero e proprio, come l'amichevole con la Samp ha lasciato intravedere.
Attaccante totale, consapevole di quanto vale, pericoloso appena si muove, capace da solo di crearsi l'occasione giusta e di accendersi quando meno te l'aspetti. «Un attaccante da quindici gol? Noi ce l'abbiamo già», è stata la risposta di Gibellini durante la prima uscita contro lo Sciliar alla domanda di un tifoso in tribuna che cercava di strappargli magari il grande nome.
E, per meglio chiarire: «Gomez sta facendo vedere buone giocate, è bravo ma può fare ancora di più. Sa fare tutto. E quando avrà trovato le coordinate giuste col resto dei compagni vedrete una punta ancora migliore e incisiva. Credo molto in Gomez, ci darà parecchio. Per il Verona sarà un giocatore molto importante, bravi come lui ce ne sono pochi in serie B». Il top player è già in tasca. Meglio, almeno per adesso, lasciar tutto com'è.

ATTACCO A POSTO. «L'attacco potrebbe restare così», racconta ancora il «Gibo», «anche se poi molto dipenderà da altre eventuali opportunità che verranno dal mercato. E tenete d'occhio Ferreira. Gioca per la squadra, è un esterno alto mancino di ottime qualità. Il centrocampo? Ho una mezza idea, un giocatore di qualità e di prospettiva. Anche così però saremmo a posto. Fossati? Eccellente giocatore, ma in mezzo siamo coperti. Italiano? Lo escludo nella maniera più categorica».

RAFAEL BLINDATO. Il Cesena sta provando a prendersi Rafael, anche se timidamente. Una trattativa vera e propria non è mai cominciata, ma qualche messaggio in società è arrivato. Gibellini registra e rispedisce tutto al mittente. «Rafael non è in vendita, per noi è un elemento troppo importante. Lui è e sarà uno dei punti di forza di questo Verona».
In entrata, invece, la priorità è una, almeno adesso. «Dobbiamo prima di tutto completare la lista degli under», ricorda ancora il diesse, «ma prima bisogna aspettare che tutte le squadre tornino dai rispettivi ritiri. Difficile che i giocatori si muovano prima. Qualcosa ci manca, in difesa ad esempio qualcuno dobbiamo prendere». Felice Natalino dell'Inter sarà il prossimo.

LEZIONE DI GRECO. Castelrotto sta promuovendo anche Panagiotis Tachtsidis, un bel cavallo per la mediana.
Davanti alla difesa ci sta benissimo, uno di quelli su cui poter contare ad occhi chiusi.
Gibellini è pronto a scommetterci. «Stiamo parlando di un nazionale greco, non dell'ultimo arrivato», rammenta sorridendo. «Il ragazzo ha doti fisiche notevoli ma possiede anche ottime qualità tecniche. Non è molto veloce ma assicura grande solidità, ha un calcio lungo molto preciso e se arriva ai trenta metri può diventare pericoloso. Il suo tiro fa male. E anche gli altri faranno vedere quanto sono bravi. Il Verona è sulla buona strada, anche se dovremo ancora lavorare molto. Ma se riusciamo a far quadrare il cerchio come dico io possiamo prenderci belle soddisfazioni. Anche in serie B».
Alessandro De Pietro

«Tifosi, state tranquilli: Mandorlini è un grande»
02/08/2011
Gianluca Atzori conosce bene Mandorlini. Gli incroci in carriera non si contano, quello di sabato a Trento è stato solo l'ultimo di una lunga serie. Il Verona gli è piaciuto, parecchio anche. Di pensieri Atzori deve averne più dell'amico Andrea, con una Samp costretta a tornare subito in Serie A.
Storia e blasone mettono fretta, l'Hellas ne sa qualcosa. «È presto per poter dare giudizi definitivi, credo però che la garanzia del Verona sia proprio il suo allenatore», osserva subito Atzori vicino al pullman della Samp prima di ripartire, circondato da giornalisti doriani che da lì a un paio di minuti avrebbero avanzato mille dubbi sulle sue scelte.

MENTALITÀ VINCENTE. Tutto il mondo è paese. «Conosco Mandorlini molto bene, mi ha allenato quando giocavo a Ravenna. So quanto riesce ad incidere in una squadra, quanto è preparato, la sua mentalità vincente. Per affrontare la serie B ritengo che la rosa vada certamente migliorata, ma per quel che ho visto io il Verona ha tenuto comunque molto bene il campo. Ha giocato di rimessa, il possesso d'altronde l'abbiamo avuto sempre noi. Ho visto però un bel collettivo».
Atzori ha un pallino su tutti, scoperto tre anni fa quando affrontò l'Hellas col suo Ravenna. «Il Verona può contare su un portiere come Rafael che ho sempre ammirato. Mi piace da morire, anche contro di noi ha compiuto due interventi prodigiosi. Bravissimo davvero. Per il resto è stata la classica partita che si vede spesso in questo periodo di preparazione, in cui le carenze fisiche si notano ancor di più quando ci si allunga e le squadre non riescono a mantenere le distanze fra i reparti. Vedremo più avanti, di sicuro adesso io e la Samp sappiamo dove intervenire. Al di là del mercato, dovrò lavorare soprattutto sulla mentalità dei miei giocatori».

«DEFERIMENTO? ERA UNA BURLA». Fra una domanda e l'altra ci scappa anche quella sul deferimento a Mandorlini, su quel coro che sta diventando il ritornello dell'estate e che la Procura Federale ha trasformato in deferimento. Il pensiero di Atzori è limpido. «Andrea voleva scherzare, in quella che è stata sì una battuta ma sicuramente poco felice soprattutto visto quello che poi ha suscitato in giro. Ma io so chi è Mandorlini, non solo su un campo da calcio. E certamente lui non ha opinioni negative sul Sud. Assolutamente». A.D.P.

Primavera, niente fretta «Obiettivi? Serve pazienza»
GIOVANILI. Mister Bonazzi presenta una squadra molto ringiovanita
02/08/2011
È stata una presentazione soft ma con tanto entusiasmo quella che ha caratterizzato il primo appuntamento della Primavera dell'Hellas Verona.
Ieri alle 9 al Centro Fiorito di Borgo Roma è suonata l'adunata per i gialloblù che, desiderosi di far bene, hanno risposto «presente» all'appello di mister Roberto Bonazzi, da tre anni a Verona e con un passato calcistico da professionista. Disponibile e gioviale, il nuovo tecnico non nasconde la grande volontà di mettersi subito al lavoro conoscendo le difficoltà che un campionato Primavera comporta.
Così Bonazzi sin dalla prima giornata impegna i giovani gialloblù in un allenamento di ripristino. «Rosa al completo? Decisamente no», risponde con schiettezza. «Diciamo che la squadra non è ancora definita nell'organico ma sarà senz'altro abbastanza nuova e molto ringiovanita. Una squadra quindi che va vista in prospettiva. Oltre ad alcuni giocatori dell'ex Berretti, infatti, faranno parte della rosa anche ragazzi degli Allievi Nazionali, ma troveranno spazio pure giovani del 95».
Come schiererà la squadra?
«L'idea è quella di un 4-3-3, sulla falsariga della prima squadra, ma prima dovrò valutare le caratteristiche della rosa. Sono comunque dell'avviso che coi giovani è importante non fossilizzarsi solo su uno schema, ma è opportuno mirare all'aspetto migliorativo dal punto di vista tecnico e tattico».
La società le ha intimato traguardi precisi?
«No, nel modo più assoluto».
E lei che obiettivi si è imposto? «Voglio far crescere i ragazzi che mi sono stati messi a disposizione e prepararli ad essere dei buoni giocatori, ma anche dei veri uomini. Poi riuscire a dare alla squadra un gioco e una propria fisionomia». F.L.

Agsm e lo sconto tariffe ai gialloblù
Offerta al via tra novità e polemiche

02/08/2011
Verona. «È terminato da pochi minuti il primo giorno della campagna abbonamenti 2011/12», scrivono sul sito dell'Hellas ... e già scoppiano le polemiche. Non passa inosservata, infatti, l'iniziativa di Agsm (contestato sponsor dell squadra di Martinelli) ai nuovi abbonati: Ti abboni all'Hellas? Agsm ti fa lo sconto.

La sponsorizzazione sottoscritta tra comune e la multiutility cittadina che fornisce gas e energia elettrica si arricchisce di nuovi dettagli. Ieri ai bigonci dello stadio veniva dato del materiale informativo sotto la dicitura "Offerta Agsm gialloblu": se ti abboni all'Hellas -5,5 % sull'elettricità e sconto di 1 centesimo di euro per ogni metro cubo di gas consumato. Ma non è finita: se cambi gestore c'è pure la maglia ufficiale del Verona.

E di cambiare gestore ci stanno pensando in tanti. Molti cittadini e tifosi del Chievo, infatti, indignati dalla corsia preferenziale riservata ai gialloblu vogliono cambiare sì, ma lasciare Agsm.

Per chi cercasse informazioni sui siti di Agsm e Hellas Verona sappia che dell'offerta non c'è menzione. A dire il vero sul sito dell'Hellas Agsm non risulta nemmeno come sponsor...

FONTE: LArena.it


Hellas Verona-Sudtirol 0-0
03/08/2011 - 21:18
La terza amichevole estiva dei gialloblù, iniziata con mezzora di ritardo causa maltempo, termina con un pari a reti bianche
BRESSANONE - Dopo Sciliar e Sampdoria i gialloblù affrontano il Sudtirol, a poco più di sei mesi di distanza dalla sfida in Prima Divisione. Inizio del match ritardato di mezzora a causa della pioggia incessante. Mandorlini si affida a Dianda sulla corsia di destra, con Jorginho a centrocampo insieme ad Hallfredsson e Tachtsidis, quest'ultimo in cabina di regia. Davanti il trio Berrettoni-Pichlmann-Gomez. Stroppa risponde con un 4-2-3-1: Bacher e Iuliano davanti alla difesa, Furlan, Fink e Schenetti a sostegno di Ferrari.

All'8' scambio Gomez-Hallfredsson con l'ex Reggina che arriva al tiro dal limite e scocca un diagonale, l'argentino non riesce nel tap-in da pochi passi. Tachtsidis riceve da Berrettoni in posizione centrale (11'), ma il mancino del greco è fuori misura. Primo tentativo altoatesino al 25', con Ferrari, conclusione dalla distanza che termina sul fondo di qualche metro. Bel traversone di Hallfredsson per Pichlmann (32'), l'impatto di testa dell'austriaco è alto sopra la traversa. Destro di Gomez, appena entrato all'interno dei sedici metri (37'), Iacobucci risponde mandando in angolo.

Pronti-via ed al 46' discesa sulla destra di Furlan, rasoterra a lato di un metro. Cross rasoterra dalla sinistra di Hallfredsson per Ferrari (59'), la difesa biancorossa spazza in angolo. Al 72' Iacobucci si esalta su un tiro di potenza dalla trequarti di Russo, deviato sopra la traversa. Ancora il centrocampista siciliano sale in cattedra (82') dopo una buona difesa del pallone da parte della punta trentina, il destro di collo esterno finisce sul fondo. Dalla bandierina Galli trova Abbate, autore di una pregevole incornata, Iacobucci controlla. All'89' iniziativa di Galli, che serve in profondità Ferrari, il numero uno del Sudtirol anticipa in uscita l'attaccante scaligero.

Hellas Verona-Sudtirol 0-0
Marcatori: -

Hellas Verona: Nicolas; Dianda (71' Cangi), Ceccarelli, Maietta (46' Abbate), Scaglia (46' Pugliese); Jorginho (46' Russo), Tachtsidis (46' Esposito), Hallfredsson (71' Campagna); Berrettoni (46' Galli), Pichlmann (46' Ferrari), Gomez (63' Le Noci).
A disposizione: Rafael, Davià.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Sudtirol: Iacobucci; Kiem, Cascone, Franchini, Martin; Bacher (46' Albanese), Uliano (54' Ciaghi); Furlan, Fink (54' Santonocito), Schenetti (54' Fodor); Ferrari (62' Chinellato).
A disposizione: De Martino, Giardiello, Nazari, Nale, Calì, Salah.
Allenatore: Giovanni Stroppa

Arbitro: Sig. Mery (Sez. arbitrale di Bolzano)
Note. Ammoniti: -. Espulsi: -. Recupero: 0'-0'. Spettatori: 1.000 circa
Ufficio Stampa

Campagna abbonamenti, siamo a quota 2.407
03/08/2011 - 18:53
Sono proseguite mercoledì le sottoscrizioni in vista del campionato di Serie bwin 2011/12. Prelazione fino al 17 agosto
VERONA - E' proseguita anche mercoledì la campagna abbonamenti 2011/12 dell'Hellas Verona, per il campionato di Serie bwin.

Nel terzo giorno di prelazione le sottoscrizioni hanno raggiunto quota 2.407.
Ufficio Stampa

Castelrotto: seduta mattutina prima del Sudtirol
03/08/2011 - 11:55
Un'ora e mezza di lavoro caratterizzata da riscaldamento tecnico, possesso palla, tattica e conclusioni a rete. Differenziato per Doninelli e Ferreira
CASTELROTTO - Nel giorno dell'amichevole contro il Sudtirol, in programma alle 19 a Bressanone, i gialloblù hanno affrontato una seduta mattutina presso il centro sportivo di Castelrotto.

Un'ora e mezza di lavoro caratterizzata da riscaldamento tecnico, possesso palla, tattica e conclusioni a rete. Differenziato per Doninelli e Ferreira.
Ufficio Stampa

Castelrotto: verso il Sudtirol, martedì doppia seduta
02/08/2011 - 19:24
Lavoro di forza e trasformazione sul campo al mattino, torelli, tattica difensiva ed offensiva e partitelle nel pomeriggio
CASTELROTTO - Doppia seduta nella giornata di martedì per la formazione scaligera: presso il centro sportivo di Castelrotto lavoro di forza e trasformazione sul campo al mattino, torelli, tattica difensiva ed offensiva e partitelle nel pomeriggio.

Col gruppo Cangi e Ferreira, a riposo precauzionale Doninelli, Esposito e Ferrari.
Ufficio Stampa

Calendari, il commento di Andrea Mandorlini
02/08/2011 - 17:27
Da Castelrotto le parole del tecnico gialloblù: "L'avvio non è dei più agevoli, ma se vogliamo essere protagonisti dovremo farci trovar pronti"
CASTELROTTO - A commentare il sorteggio per la composizione dei calendari, mister Andrea Mandorlini. Per i gialloblù esordio casalingo contro il Pescara: "Sarà subito una sfida difficile, contro una squadra reduce da una stagione molto positiva come quella passata, alla quale va aggiunta la presenza di un allenatore esperto ed importante come Zeman".

Tra il 27 agosto ed il 4 settembre, tre impegni ufficiali. Dopo il Pescara, la formazione scaligera farà visita alla Juve Stabia, per ospitare successivamente il Sassuolo: "Avremo bisogno del contributo di tutti i giocatori a disposizione, ognuno tornerà utile per gestire le varie fasi delle partite. L'avvio non è dei più agevoli, ma se vogliamo essere protagonisti dovremo farci trovar pronti".

Dopo aver affrontato la Sampdoria, Ceccarelli e compagni dovranno vedersela con Torino e Vicenza: "Due di queste partite sono previste in casa nel girone d'andata, cercheremo di sfruttare il fattore-campo contro blucerchiati e granata, vere corazzate della Serie B".

In chiusura, un'indicazione sulle favorite: "Appunto Torino e Sampdoria; non so come si stia muovendo il Brescia, poi aggiungo il Bari. Le retrocesse dalla massima serie meritano la massima considerazione, poi il Padova si è mosso con grande ambizione sul mercato. Spero che l'Hellas sia una sorpresa positiva di questo campionato".
Ufficio Stampa

"Non vi lasceremo mai", siamo a quota 1.695
02/08/2011 - 18:36
Procede costante la sottoscrizione degli abbonamenti in vista del campionato bwin 2011/12. Terminato da pochi minuti il secondo giorno di prelazione
VERONA - E' terminato da pochi minuti il secondo giorno della campagna abbonamenti 2011/12 avviata dal club di Via Torricelli.

Procedono costanti le sottoscrizioni da parte della tifoseria gialloblù: il dato che si registra alle 18:30, orario di chiusura della biglietteria, è quota 1.695.
Ufficio Stampa

Serie bwin 2011/12: si parte con H. Verona-Pescara
02/08/2011 - 13:51
A poco più di un anno di distanza dalla finale play-off dell'Adriatico, i gialloblù affronteranno la formazione abruzzese nella gara d'esordio in campionato
MILANO - E' terminato poco fa il sorteggio per la composizione del calendario della Serie bwin 2011/2012, in programma presso la sede della Lega di Serie B in via Rosellini 4 a Milano.

I gialloblù esordiranno il 27 agosto al "Bentegodi" contro il Pescara, che ebbe la meglio su Ceccarelli e compagni nei play-off di Prima Divisione 2009/10, ottenendo la promozione in cadetteria. Il 18 settembre sfida interna col Padova, il 15 ottobre derby a Vicenza. La regular-season terminerà il 27 maggio con Modena-Hellas Verona.

Questi gli impegni dell'Hellas Verona:
1a giornata: Hellas Verona-Pescara (27/08/2011, 14/01/2012)
2a giornata: Juve Stabia-Hellas Verona (30/08/2011, 21/01/2012)
3a giornata: Hellas Verona-Sassuolo (04/09/2011, 28/01/2012)
4a giornata: Grosseto-Hellas Verona (10/09/2011, 31/01/2012)
5a giornata: Hellas Verona-Padova (17/09/2011, 04/02/2012)
6a giornata: Ascoli-Hellas Verona (24/09/2011, 11/02/2012)
7a giornata: Gubbio-Hellas Verona (01/10/2011, 18/02/2012)
8a giornata: Hellas Verona-Sampdoria (05/10/2011, 03/03/2012)
9a giornata: Hellas Verona-Torino (09/10/2011, 10/03/2012)
10a giornata: Vicenza-Hellas Verona (15/10/2011, 17/03/2012)
11a giornata: Hellas Verona-Nocerina (22/10/2011, 24/03/2012)
12a giornata: Cittadella-Hellas Verona (29/10/2011, 31/03/2012)
13a giornata: Hellas Verona-Brescia (01/11/2011, 06/04/2012)
14a giornata: Bari-Hellas Verona (05/11/2011, 14/04/2012)
15a giornata: Hellas Verona-Crotone (13/11/2011, 21/04/2012)
16a giornata: Empoli-Hellas Verona (19/11/2011, 28/04/2012)
17a giornata: Hellas Verona-Reggina (26/11/2011, 01/05/2012)
18a giornata: Livorno-Hellas Verona (03/12/2011, 05/05/2012)
19a giornata: Hellas Verona-Albinoleffe (10/12/2011, 12/05/2011)
20a giornata: Varese-Hellas Verona (17/12/2011, 20/05/2011)
21a giornata: Hellas Verona-Modena (06/01/2012, 27/05/2012)
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it





[OFFTOPIC]
MERCATO SERIE A: La JUVE sceglie VUCINIC! Alla ROMA 15 milioni...
VITA DA EX: Il 32enne 'Caio' FERRARESE, appena svincolatosi dallo SPEZIA, non lascia anzi raddoppia (forse proprio con la SALERNITANA in Serie D)
VITA DA EX: TOMMASI, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, felice per il ritorno dell'HELLAS fra i cadetti...
CALCIOSCOMMESSE: Il CHIEVO patteggia e paga 80.000 Euro di multa a causa di responsabilità oggettiva nei confronti del un suo tesserato (come uomo immagine) Stefano BETTARINI, ex calciatore ed ora, fra l'altro, commentatore tecnico... Per l'ATALANTA Palazzi chiede un pesante handicap: -7 punti e 3 anni a DONI per il quale la carriera potrebbe considerarsi conclusa (male).
ECO TOMY, IL NUOVO MESSI! Gioca nei L.A. GALAXY ma è ancora troppo piccolo per le giovanili a dispetto dei 'numeri' impressionanti che espone...
CERCHI SOCI PER IL CALCETTO? Usa 'FUBLES' il social network del calcio a 5...

'FUBLES', IL SOCIAL NETWORK PER GIOCARE A CALCETTO
Mercoledì 03 Agosto 2011 - 19:08
ROMA - Trovare un campo da calcetto in piena estate, una squadra in cui giocare, conoscere altri appassionati in città e mettersi in contatto con loro on line: tutto questo è possibile grazie al 'soccer social network' 'Fubles.com', che promette di rendere più facile l'organizzazione del calcetto tra amici, permettendo inoltre di trovare nuove persone disposte a scendere in campo, in mancanza dei soliti compagni di squadra che magari si trovano al mare per le ferie estive. È possibile organizzare sfide di calcio a 5, a 8 o a 11, e allo stesso tempo di scrutare e studiare avversari ancor prima di scendere sul terreno di gioco. Il sito infatti riporta commenti e dati su ogni giocatore. Sono già oltre 40 mila gli iscritti al sito e oltre 150 le partite già organizzate ancora da giocare. «Con una media di 7-8 partite prenotate al giorno per tutto agosto, contro 1-2 dello stesso periodo dell'anno scorso, stiamo assistendo a un trend decisamente inaspettato, nel mese che meno si penserebbe dedicato al calcio in città», spiega Mirko Trasciatti, ideatore e responsabile del portale. Grafica semplice e immediata, e grande possibilità di personalizzazione dei propri spazi riservati, queste le novità che hanno decretato il successo del sito. Ogni utente avrà infatti una pagina personale con tanto di statistiche, media voto e ultime prestazioni, creando in questo modo un vero e proprio ranking, che seguirà come un'ombra le prestazioni reali e le renderà visibili a tutti gli altri utenti. Voti e commenti saranno lasciati da compagni di squadra e avversari. Un vero e proprio 'screening' di personalità e competenza pallonara, insomma. È stata inoltre lanciata l'applicazione per supporti mobili, direttamente scaricabile dal sito, compatibile sia per cellulari che per tablet. In questo modo sarà possibile tenersi informati sull'evolversi dell'organizzazione della partita in qualsiasi momento. Una trovata utile specialmente per chi lavora o non ha a disposizione un computer. Il portale cerca di unire e far confluire in un unico progetto tutti i precedenti tentativi di creare un portale web per coordinare le partite in una città o in una zona. Il funzionamento è semplice: ci si iscrive, si cerca una partita e ci si mette in lista per un posto. E si va a giocare. Attenti quindi a non 'sgarrarè gli impegni presi. Il parametro 'credibilita« è infatti uno dei più considerati da chi non vuole ritrovarsi a giocare con un uomo in meno. Vietato tradire la fiducia: più il livello di credibilità è basso più si rischia di non vedersi accettata la proposta di giocare. Se invece si ha già una squadra, il sito dà l'opportunità di poter sfidare altre formazioni già collaudate. Basta inserire luogo e data e, in base alla forza certificata dagli altri utenti, si riceveranno le richieste di partecipazione. Accettarle o rifiutarle sarà compito del capitano della squadra o del delegato. Anche per quanto riguarda le formazioni c'è un ranking, dato sia dai risultati ottenuti dalla compagine, sia dalla bravura dei singoli giocatori. Per arrivare in alto bisogna vincere tanto e giocare di più. Un buon modo per chi deve rimettersi in forma.

TOMY, 8 ANNI: IL NUOVO MESSI FA IMPAZZIRE IL WEB -VIDEO
Mercoledì 03 Agosto 2011 - 17:20
Ultimo aggiornamento: 17:22
LOS ANGELES - Sembra un nuovo Messi in miniatura, tanto che i video con le sue giocate stanno facendo impazzire tutti gli internauti appassionati di calcio. Si tratta di un 'figlio d'arte', in quanto il ragazzino che ha tutta l'aria di essere un fenomeno del futuro, di soli 8 anni, e' l'erede di Juan Pablo Angel, 35enne centravanti dei Los Angeles Galaxy, ex idolo dell'Aston Villa e poi dei New York Red Bulls, 33 volte nazionale colombiano. Angel junior di nome si chiama Tomy, e' in possesso di una straordinaria tecnica individuale, esibita (www.ansa.it) tutta con il sinistro, di una rapidita' doppia rispetto ai suoi coetanei e di un tiro gia' molto potente. Se son rose fioriranno, intanto papa' Juan Pablo (che in passato ha giocato anche nell'Atletico Nacional di Medellin e nel River Plate) avrebbe gia' ricevuto offerte da alcuni grandi club. Ma per ora preferisce che il figlio giochi nelle squadre della scuola, in attesa di poterlo 'svezzare' 'Academy' dei Galaxy, ovvero le giovanili, che partono dal team under 12 per il quale Tomy e' ancora troppo piccolo.

CALCIOSCOMMESSE, CHIEVO PATTEGGIA: MULTA DI 80.000 €
Mercoledì 03 Agosto 2011 - 11:54
ROMA - Il pagamento di un'ammenda di 80 mila euro. Questa la sanzione inflitta al Chievo dal collegio giudicante della Commissione Disciplinare nell'ambito del processo sul calcioscomesse scaturito dall'indagine avviata dalla Procura di Cremona sull'inchiesta 'Last Bet'. La società di Luca Campedelli, dopo aver patteggiato col procuratore federale Stefano Palazzi, ha chiuso il procedimento a suo carico e pagherà la sola ammenda legata alla responsabilità oggettiva per scommesse da parte del suo tesserato Stefano Bettarini. Oltre al Chievo ha chiesto e ottenuto il patteggiamento anche Vittorio Micolucci (Ascoli), accusato per associazione, illecito, scommesse e omessa denuncia. Micolucci, che rischiava tre anni di squalifica più le aggravanti, grazie al patteggiamento (per aver collaborato con la procura federale) dovrà scontare 'solò 14 mesi. Respinte invece le istanze di patteggiamento richieste da Claudio Furlan (Portogruaro) e Federico Zaccanti (Virtus Entella).

VUCINIC ALLA JUVE PER 15 MLN. "GIOCO IN TUTTI I RUOLI" FOTO
Lunedì 01 Agosto 2011 - 20:45
TORINO - È stato il giorno di Mirko Vucinic. Visite mediche al mattino, firma sul contratto (3,5 milioni per quattro anni a lui, 15 milioni in tre rate alla Roma) e primo allenamento con i nuovi compagni al pomeriggio. È stato un lunedì intenso per l'attaccante montenegrino che ha iniziato a prendere confidenza con il mondo Juve. A salutarlo a Vinovo è arrivato anche il presidente, Andrea Agnelli, che si è intrattenuto una quarantina di minuti ad assistere al lavoro della squadra dopo aver fatto, come Conte, un breve discorso al gruppo. Mirko ha salutato la Roma («È un capitolo chiuso, ma nonostante tutto è rimasta nel mio cuore») e si è detto «felicissimo» dell'approdo a Torino, «sono molto emozionato». Sulla collocazione in campo, nessuna preclusione e massima disponibilità. «Posso fare la prima e la seconda punta - aggiunge l'attaccante montenegrino - e anche l'esterno sinistro. Ma non importa il ruolo quanto la possibilità di giocare con continuità. E poi se Conte mi trovasse una quarta posizione, mi metterei a sua disposizione...». Il tecnico non ha perso tempo e per le prime prove l'ha schierato da attaccante centrale. Sistemato l'attacco, ora restano da inserire almeno due tessere per completare il puzzle bianconero: servono infatti un difensore centrale e un esterno sinistro d'attacco. Arriveranno, ma senza fretta. La priorità infatti è vendere, per fare cassa e per sfoltire la rosa. Per la retroguardia in pole position c'è sempre Diego Lugano, capitano della nazionale uruguaiana fresca vincitrice della Copa America, che costa 3,5 milioni stabiliti dalla clausola rescissoria fissata dal Fenerbahce. L'ad Beppe Marotta è pronto ad affondare il colpo, ma attende gli sviluppi della giustizia sportiva turca che potrebbe retrocedere il club di Istanbul per illecito sportivo. Nell'eventualità, Lugano potrebbe liberarsi a costo zero. È uruguaiano anche l'altro candidato: si tratta del giovane emergente Sebastian Coates (Nacional Montevideo), valutato però 10 milioni. A favore di Lugano, oltre al costo, giocano l'esperienza, anche a livello internazionale, la capacità di guidare la difesa e impostare la manovra; Coates fa valere la classe nonostante la giovane età (20 anni) e le possibilità di crescita in prospettiva. Capitolo esterno sinistro. Il nome tornato d'attualità è quello di Juan Manuel Vargas, da tempo tenuto d'occhio dai dirigenti juventini che ora sembrano più convinti dopo la brillante Copa America disputata dal giocatore con la maglia del Perù. Il problema è la formula per arruolarlo. Marotta vorrebbe scambiarlo con Martinez, che piace al tecnico viola Mihajlovic, oppure con Amauri (in corsa per l'italo-brasiliano c'è anche il Parma) o Bonucci, per il quale intanto lo Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti ha offerto 6-8 milioni. La Fiorentina però spara forte e punta a Fabio Quagliarella, soluzione che oggettivamente appare fuori logica per una Juve che può contare su un attacco al top con Del Piero, Matri e Vucinic e non potrebbe privarsi di uno come Quagliarella.

FONTE: Leggo.it


SERIE D
ESCLUSIVA TMW - Ferrarese: "Spezia, mi dispiace. Salerno, perché no?"
Claudio Ferrarese, esterno classe '78, attualmente svincolato. Nel suo curriculum ricordiamo le esperienze con Verona, Pistoiese, Cittadella, Napoli, Piacenza, Ternana, Salernitana, Cagliari, Torino, Cremonese e Spezia.

02.08.2011 16.11 di Claudio Sottile
Andare via, all'alba di una nuova era, fatta di acquisti faraonici per la Lega Pro e progetti di grandeur. È la strana storia di Claudio Ferrarese (32), che non vestirà più la maglia dello Spezia, tagliato fuori dal nuovo corso ligure. È pronto a ricominciare a Salerno, dalla Serie D: D come destino, che lo vide segnare uno dei gol decisivi per la salvezza dei granata in B nel 2004/2005, D come dovere di riportare nel calcio che conta una piazza così prestigiosa, D come divertimento nel correre ancora dietro ad un pallone. In esclusiva a TMW spiega che non dipende solo da lui.

Claudio, sei stato accostato alla nuova Salernitana di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma.
"Ho letto che mi sarei proposto, questo no. Il mio procuratore Grimaldi mi ha detto questa cosa, ed io essendo molto legato a Salerno, ho preso in considerazione l'eventualità, anche se parliamo di Serie D perché no? Solo per la Salernitana lo farei, anche perché ho notato che c'è un progetto serio sotto. La società è nuova, c'è Lotito che è sinonimo di garanzia, e un organigramma nel quale potrebbe entrare anche Igli Tare. È una scelta difficile andare in D, ma sono stato benissimo a Salerno tanto da riguadagnarmi poi la A col Cagliari. È una città che adoro. Non escludo niente. Mi vogliono bene, ero il capitano, ho fatto il gol più importante nella corsa della salvezza qualche anno fa, sono cose indelebili in me".

È 2 agosto e sei ancora svincolato: come vivi la situazione?
"Non bene, cerco di occupare la testa, passo un po' più di tempo con i bambini e mi tengo in forma. Mi sto allenando con un ex preparatore di Verona e Cesena, si chiama Luca Coghi, in un centro di Verona, il CEMS. Faccio palestra e pesi, provo a stare al passo almeno sotto il punto di vista fisico".

Sei senza contratto dopo che lo Spezia, tua ultima squadra, ti ha lasciato andare il 30 giugno scorso.
"La società ha fatto delle scelte, puntando su altri giocatori. Di comune accordo con l'allenatore credo, perché se non ha preso una posizione definita, vuol dire che andava bene anche a lui. Ho creduto nel rinnovo, ma credo che sia proprio finita. Io sono stato benissimo a Spezia nonostante l'anno scorso molto difficile, con il sig. mister Pane che mi ha tagliato fuori dagli schemi. Oltre ai motivi tattici c'era qualcosa di strano, non ho mai capito questo comportamento nei miei confronti".

I bianconeri stanno allestendo uno squadrone in grado di vincere il campionato, hai particolari rammarichi nell'esservi separati proprio ora?
"Certo. Dispiace da morire, ma fa parte del calcio, lo accetto. Il rammarico è sapere che Gustinetti gioca come piace a me, e non poter dimostrare di poter essere anch'io utile alla causa. Questo mister potrebbe valorizzarmi molto, mi dispiace tantissimo".

Escludi un ritiro dal calcio giocato?
"Sì, lo escludo, ho ancora tanta voglia di giocare. A trentatré anni non ancora compiuti ho voglia di campo. Non mi sono mai infortunato, gesti scaramantici a parte sono integro, mai subito un intervento, con il mio fisico brevilineo penso di poter giocare ancora qualche campionato".

Hai avuto qualche abboccamento in chiave mercato?
"Sì, con il Lumezzane, tramite l'allenatore Davide Nicola, con il quale ho giocato a Terni e Torino. Poi un contatto con il Mantova, ma in entrambi i casi non ci sono ancora i presupposti tecnici, visto che di cifre non abbiamo neanche ancora parlato. Sicuramente andrò a giocare in una squadra dove c'è voglia di calcio, non ho voglia di svernare. Chi mi prenderà troverà un giocatore motivatissimo, con voglia di rimettersi in discussione, disponibile come sempre. Ho avuto la fortuna di giocare in squadre importanti, quindi so come ci si deve comportare in queste situazioni".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


PRIMO PIANO
CALCIOSCOMMESSE, Atalanta -7, 3 anni a Doni
03.08.2011 18:35 di Federico Errante
Fonte: TMW
Cinque anni di squalifica piu' preclusione (radiazione), piu' 1 anno e 6 mesi di squalifica in continuazione, per l'ex calciatore Giuseppe Signori, ora tesserato come tecnico; 3 anni e 6 mesi di squalifica per l'atalantino Doni; 3 anni per il compagno di squadra, Thomas Manfredini; e 7 punti di penalizzazione per l'Atalanta da scontare nel prossimo campionato. Sono le richieste del procuratore federale Stefano Palazzi alla Disciplinare nell'ambito del processo sul calcioscommesse.

Anche Gianfranco Parlato (tecnico, collaboratore del Viareggio), Stefano Bettarini (Chievo), Claudio Furlan (Portogruaro), Ivan Tisci (calciatore), Mauro Gibellini (ds Verona), Gianluca Tuccella (Cus Chieti) e Federico Zaccanti (Virtus Entella) hanno ottenuto il patteggiamento dal collegio giudicante della Disciplinare al processo sul calcioscommesse. Parlato e Tuccella squalificati 3 anni, Bettarini 14 mesi, Zaccanti e Tisci un anno, Furlan 6 mesi e Gibellini 5 mesi (piu' 10mila euro di ammenda).

LE INTERVISTE
Hellas Verona, Tommasi: "Un piacere vedere gli scaligeri in B"
03.08.2011 10:15 di Federico Errante
Fonte: tuttohellasverona.it
In occasione della presentazione dei calendari di Serie B, Damiano Tommasi (in veste di rappresentate dell'Associazione Italiana Calciatori) ha parlato della situazione del calcio italiano, ma si è soffermato anche sul suo Verona: "Sono di parte, inutile nasconderlo - ha affermato col sorriso sulle labbra a Sportitalia - e mi fa molto piacere che l'Hellas abbia scalato il primo gradino. I tifosi aspettavano da tempo il ritorno in Serie B e a Verona c'è molto entusiasmo. Tra l'altro - ha aggiunto Tommasi - sono contento che sia Zeman, persona che ho sempre stimato, ha tenere a battesimo il ritorno in B del Verona".

FONTE: TuttoB.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#Primiero 2017, tutti i dettagli

Hellas Verona premiato in Piazza dei Signori

Wallpapers gallery