Le schede di B/=\S: Fabrizio PAGHERA (20 anni)

Pubblicato da andrea smarso sabato 1 gennaio 2011 18:45, vedi , , , , , , , | Nessun commento

Fabrizio Paghera

 

Data di nascita:12/12/1991
Luogo di nascita:Brescia (BS)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Centrocampista
Altezza:170 Cm
Peso:65 Kg
Posizione:

Carriera da giocatore:

 SquadraStagionePartiteGoal 
Hellas Verona2010-2011130 
Brescia2009-2010120 
Giovanili Bresciafino al 2009-- 
Giovanili Roncadellefino al 2000-- 

Fabrizio Paghera orgoglio bresciano

News e curiosità:

Fabrizio può essere considerato un gran talento visto che nella passata stagione ha esordito appena 17enne contro l'ALBINOLEFFE (e ha influito pesantemente che, dall'1 a 1, il BRESCIA ha portato il risultato finale sul 4 a 1 a favore!) in Serie B e, con IACHINI in panchina, ha disputato 12 gare nella serie cadetta...
Si ispira nientemeno che a Paul Scholes, grandissimo centrocampista del Manchester United e all'italianissimo DE ROSSI perno della mediana romanista.

Il Baby di scuola BRESCIA, strappato l'estate scorsa addirittura al NAPOLI, ha fatto intravedere molte cose interessanti sopratutto ad inizio campionato quando ha sottratto il posto a gente come ESPOSITO e RUSSO, poi complice anche l'infortunio, l'accantonamento ed il recente ritorno in campo.
Fabrizio è il vice-ESPOSITO su cui si può contare in caso di bisogno per il resto ci sarà tempo e modo (ma probabilmente non a Verona visto che, come MARTINA RINI, è stato 'solo' prestato dalle Rondinelle)...
Questa la pagina FaceBook di PAGHERA (che però non piacerà moltissimo ai butèi)

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



Fabrizio Paghera
From Wikipedia, the free encyclopedia
Fabrizio Paghera (born December 12, 1991 in Brescia) is an Italian footballer who plays as a midfielder for Brescia Calcio.

- Club career
Paghera made his first team Serie B debut on October 24, 2009 at the age of 17, during a league derby against AlbinoLeffe.[1] Since then, he was regularly featured in the first team by head coach Giuseppe Iachini despite his tender age.[2]

- International career
Praghera has represented Italy at Under-19 level. He capped twice, both were friendlies.

FONTE: Wikipedia.org


ALTRE NOTIZIE
Avellino, Paghera: "I nostri tifosi non ci hanno mai abbandonati"
Avellino-Verona 2-0

11.02.2017 17.19 di Gennaro Di Finizio
Fabrizio Paghera, giocatore dell'Avellino ed autore di un gol contro il Verona, ha parlato cosi ai microfoni di Sky Sport nel post partita: "Devo ringraziare Daniele (Verde, ndr), non è facile cedere un rigore. Era un periodo che anche lui non stava trovando il gol. Ho avuto personalità ed anche un pizzico di follia, conoscevo Nicolas ed ero sicuro di riuscire a spiazzarlo. E' stato in piacere stringerci attorno ai nostri tifosi che non ci hanno mai abbandonato. Giusto gioire, abbiamo fatto una bella vittoria ed adesso andiamo a Cittadella perchè sarà difficile".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


News
FABRIZIO PAGHERA ALL’AVELLINO: UFFICIALE
di Pietro de Conciliis - 6 gennaio 2016

L’U.S. Avellino mette a segno il terzo colpo del mercato di gennaio tesserando Fabrizio Paghera, centrocampista centrale in arrivo dal Lanciano a titolo definitivo. Il classe ’91 ha firmato un contratto triennale, che scadrà il 30 giugno 2019, ed è ora pronto a vestire la prestigiosa maglia biancoverde. Il calciatore ha firmato a mezzogiorno.

Da alcune settimane, la situazione del sodalizio abruzzese era chiara: crisi profonda, stipendi non pagati e giocatori costretti a volare verso nuovi lidi, per alleggerire il monte ingaggi della società rossonera. Dopo quelle di Pucino, arrivato sempre alla corte di Tesser, e Di Cecco, trasferitosi a Catania, si tratta della terza cessione importante in pochi giorni.

L’Avellino, invece, arricchisce il suo centrocampo con un giocatore rapido, tecnico e cattivo dal punto di vista agonistico (caratteristica indispensabile se giochi per l’Avellino).

FONTE: Avellino-Calcio.it


«Bello l'applauso dei tifosi»
GLI AVVERSARI. La soddisfazione del giovane regista, che l'anno scorso vestiva il gialloblù
Paghera: «Non nascondo la mia fede bresciana ma ho molto apprezzato il saluto del Bentegodi»

02/11/2011
Parata di ex al Bentegodi. Chi dentro e chi fuori. Fabrizio Paghera si è visto subito in campo. Poi, quando è stato richiamato in panchina è arrivato il lungo applauso del popolo del Bentegodi che ha dimostrato di aver apprezzato il piccolo centrocampista bresciano nella sua breve avventura in gialloblù. «È stata un'emozione molto forte», ammette il centrocampista. «L'applauso dei tifosi veronesi mi ha fatto un grande piacere. Lo dico senza nascondere la mia fede bresciana. Da giocatore e tifoso del Brescia confermo ancora una volta di essermi trovato molto bene all'Hellas. Peccato per l'infortunio, ma sono entrato a far parte di un gruppo davvero eccezionale».

E poi «siamo riusciti a conquistare la promozione in serie B», aggiunge Paghera. «Ed è stata una grande cosa. Mi ha fatto piacere rivedere tra l'altro il mio grande amico Hallfredsson. Dispiace ovviamente per come è finita la partita. Verona, comunque, mi ha ricordato nel modo migliore. E io ho apprezzato».
Tra gli ex di giornata c'erano anche il centrocampista Marco Martina Rini e il portiere Andrea Caroppo, rimasti, però, in tribuna.

Beppe Scienza, invece, per il momento non sembra essere a rischio. A questo punto, dopo cinque sconfitte consecutive, il tecnico biancazzurro si giocherà molto probabilmente il suo futuro nel prossimo impegno di campionato contro la Sampdoria.
Partita delicatissima per lui ma anche per il Brescia che sta vivendo un momento davvero particolare.
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


Fabrizio Paghera (Brescia, 3 maggio 1991) è un calciatore italiano, centrocampista del Brescia Calcio.
Ha debuttato a 17 anni in serie B, il 24 ottobre 2009 nel derby contro l'Albinoleffe. Da allora ha fatto parte regolarmente della prima squadra guidata da Giuseppe Iachini; ha gocato con l'Italia Under 19 e gioca regolarmente nelle partite di qualificazione dell'europeo UEFA under 19.Al termine della stagione 2009/2010 a conferma delle sue buone prestazioni il Napoli si interessa al giovane centrocampista,che, come riporta "tuttomercatoweb.com",vorrebbe portarlo alla corte di Mazzarri,come in precedenza era accaduto per Marek Hamsik e Fabiano Santacroce.

FONTE: Forum di PianetaSerieA.it


30 Settembre 2010
CALCIO GIOVANILE
Convocazioni Under 20
di Davide La Rocca
In occasione della gara valida per il 10° Torneo “Quattro Nazioni” ITALIA - SVIZZERA in programma a
Cervia il 12 ottobre – ore 15:00, il Tecnico Federale della Nazionale Under 20 Sig. Francesco ROCCA
ha convocato i seguenti calciatori:
ALBERTAZZI MICHELANGELO A.C. MILAN
CALDIROLA LUCA BV VITESSE
CRESCENZI ALESSANDRO F.C. CROTONE
DONATI GIULIO U.S. LECCE
DUMITRU CARDOSO NICOLAO S.S.C. NAPOLI
FERRERO VITTORIO JUVENTUS F.C.
FISCHNALLER MANUEL FUSSBALLCLUB SUDTIROL
FRASCA VALERIO S.S. VILLACIDRESE
GABBIADINI MANOLO A.S. CITTADELLA
GALANO CRISTIAN A.S. GUBBIO 1910
GIANDONATO MANUEL JUVENTUS F.C.
MALOMO ALESSANDRO HELLAS VERONA F.C.
MARTINA RINI MARCO HELLAS VERONA F.C.
MISURACA GIANVITO VICENZA CALCIO
PAGHERA FABRIZIO HELLAS VERONA F.C.
PERPETUINI RICCARDO S.S. LAZIO
PETTI ALESSIO A.C. BELLARIA IGEA MARINA
REGINI VASCO U.S. FOGGIA
ROSSI FRANCESCO ATALANTA BERGAMASCA
SILVESTRI MARCO A.C. CHIEVO VERONA
TADDEI MAX FIORENTINA A.C.F.
TATTINI MARCO A.C. PAVIA
TESTARDI EMANUELE A.S. GUBBIO 1910

FONTE: NotiziarioCalcio.com


20 Luglio 2010
Paghera, Caroppo e Martina Rini passano al Verona
IL MERCATO. Tre giovani in uscita
E se Baiocco va in Inghilterra è Morrone la prima alternativa

20/07/2010
Il Verona ha tesserato tre giovani del Brescia: Fabrizio Paghera ('91), Marco Martina Rini e Andrea Caroppo, entrambi del ‘90. I primi due, centrocampisti, sono stati trasferiti in prestito, con diritto di riscatto; l'ultimo, portiere, in comproprietà. I gialloblu se la stanno vedendo con la Triestina per salire in B, e occupare il posto lasciato libero dall'Ancona, escluso dal Consiglio Federale a causa di gravi problemi finanziari. Paghera, 12 presenze nell'ultima stagione di B, è diventato titolare con Beppe Iachini, che lo ha lanciato nel ruolo di regista. Poi si è rotto il braccio con l'Under 19, ed è uscito di scena. Con il Brescia Martina Rini ha giocato solo due spezzoni (nel 2007-08). Caroppo, originario di Lecce, è stato prestato all'Olbia (Seconda Divisione) di Rusconi e, lo scorso gennaio, al Palermo Primavera, col quale ha raggiunto la finale di coppa Italia, persa con il Milan. È stato convocato da Rocca nell'Under 20.

Sul piede di partenza anche Davide Baiocco. Il centrocampista dovrebbe firmare un contratto biennale col Crystal Palace. Il Brescia sembrerebbe intenzionato a sostituirlo con Stefano Morrone, '78, del Parma, ex Cosenza, Empoli, Piacenza, Venezia, Palermo, Livorno. Si tratterrebbe dell'ennesima operazione sull'asse Ghirardi-Corioni. Il procuratore di Morrone, Moreno Roggi, ha però smentito. «Impossibile -ha commentato l'ex difensore della Fiorentina-. ma nel calcio può succedere di tutto». Sempre aperto il canale col Torino, che vorrebbe confermare Gigi Scaglia e cedere al Brescia David Di Michele. Dell'Inter fanno gola Jonathan Biabiany (22 anni), Viktor Obinna (23) e David Suazo (30), il cui ingaggio però è alto.

FONTE: BresciaOggi.it


19 Luglio 2010
Il Verona prende un altro baby d'oro: Fabrizio Paghera
Un altro baby d'oro per i centrocampo del Verona. Dopo Hakim Kadrejnane, ecco Fabrizio Paghera, classe 1991, che il Verona ha prelevato dalla Primavera del Brescia. Paghera, nazionale Under 19, ha giocato dodici gare con la formazione di beppe Iachini che ha raggiunto la serie A nell'ultima stagione.

FONTE: TGGialloBlu.it


19 Luglio 2010
Verona Arrivano Paghera e Martina Rini dal Brescia
Brescia Paghera come Hamsik e Santacroce?
Il Verona ha ufficializzato l'acquisto a titolo di prestito del centrocampista del Brescia Fabrizio Paghera, da tutti considerato un talento puro, e di un altro giovane centrocampista proveniente dal vivaio delle rondinelle, si tratta di Marco Martina Rini, capitano della formazione primavera del Brescia alle finali scudetto della scorsa stagione. Paghera , classe 1991 e Martina Rini, classe 1990, andranno a rinforzare la colonia bresciana presente sulle rive dell'Adige, considerando infatti che il Verona aveva da poco trovato l'accordo annche con il portiere Caroppo. Per i tre giovani l'opportunità di mettersi in mostra in una piazza importante con la possibilità di crescere e acquisire la necessaria esperienza nelle serie minori per poi tentare il ritorno da protagonisti nella prossima stagione alla casa madre.
Fabio Pettenò

FONTE: CalcioMercato.com


19 Luglio 2010
Calciomercato, in gialloblù tre giovani dal Brescia
19/07/2010 - 17:30
In compartecipazione il portiere Andrea Caroppo ('90), in prestito con diritto di riscatto i centrocampisti Marco Martina Rini ('90) e Fabrizio Paghera ('91)
VERONA - Nel pomeriggio di lunedì la dirigenza scaligera ha perfezionato il passaggio in gialloblù di tre calciatori provenienti dal Brescia: si tratta di Andrea Caroppo, Marco Martina Rini e Fabrizio Paghera. Il primo, estremo difensore classe 1990, passa al club di Via Torricelli in compartecipazione; gli altri due, centrocampisti del '90 e del '91, in prestito con diritto di riscatto.

Queste le scheda di Fabrizio Paghera
nato a Brescia il 12 dicembre 1991
ruolo centrocampista
Note: 12 presenze in cadetteria nell'ultima stagione

FONTE: HellasVerona.it


8 Luglio 2010
ESCLUSIVE
ESCLUSIVA - Paghera, il baby regista in orbita Napoli: "Mi ispiro a Scholes e De Rossi"
"Il club azzurro non poteva affidarsi a professionisti più esperti e qualificati del settore. Mantovani è una persona squisita, ha sempre creduto in me".

di Salvio Passante
"Mi manda Mantovani" non è una nuova rubrica di approfondimento di Rai Tre, ma l'attestato di stima che precede le gesta sportive di Fabrizio Paghera giovane centrocampista bresciano. L'osservatore azzurro, Leonardo Mantovani, l'ha coccolato come un figlio nel momento più difficile della sua carriera: le persone si allontanano, ma i rapporti umani restano. Figuriamoci la considerazione calcistica. Il suo nome è stato accostato al Napoli, ma negli ultimi giorni nemmeno l'ombra di una conferma o smentita. Mantovani, ne siamo certi, se potesse lo porterebbe in un baleno in Campania. Il giocatore, intanto, si gode le vacanze e concede la sua prima intervista "impegnativa", in esclusiva, ai microfoni di TuttoNapoli.net dando così soddisfazione alle curiosità dei nostri numerosissimi lettori. La personalità in risposta parla da sola...

La genesi del centrocampista bresciano oggetto di discussione del capuoluogo campano...
"La mia storia inizia da Roncadelle, piccolo comune della provincia di Brescia. Ho iniziato da piccolo proprio nella scuola calcio del mio paese. Lo scouting del Brescia mi notò durante uno stage e all'età di nove anni approdai nel settore giovanile delle Rondinelle, dove ho fatto l'intera trafila".

Categorie diverse e allenatori differenti, a quale ti senti più legato?
"Giampaolo Saurini della Primavera. Mi ha dato la possibilità di debuttare in prima squadra, gli sarò eternamente grato. Ogni tecnico mi ha insegnato qualcosa. Facchinetti nei giovanissimi e Danesi negli allievi sono stati fondamentali nel mio processo di crescita".

I paragoni ad illustri registi si sprecano, a quale centrocampista ti ispiri.
"Mi definisco un centrocampista tuttofare. Non ho nè i piedi di Pirlo nè la corsa di Gattuso, ma in mezzo al campo mi faccio sentire, non guardo in faccio a nessuno, non mi risparmio mai. Quando c'è da randellare sono sempre in prima fila. Cerco sempre di dare equilibrio alla squadra e aiutare i miei compagni. Mi rivedo molto in Paul Scholes e ammiro moltissimo De Rossi".

Tanti campioni hanno vestito la maglia del Brescia: Hagi, Guardiola, Pirlo e Baggio. Sogni di diventare l'icona vincente del Rigamonti?
"Assolutamente si. Sono bresciano doc, quando non faccio parte della lista dei convocati della prima squadra non perdo l'occasione di andare in curva a sostenere la mia squadra del cuore. Lascerei Brescia soltanto per un'offerta irrinunciabile".

Non c'è un'offerta ufficiale, ma la stima del Napoli per il giovane Paghera non manca...
"Mi lusinga che un club blasonato come il Napoli mi stimi, ma il mio entourage non è stato mai interpellato dal club partenopeo. Ho appena rinnovato per quattro anni, qui mi trovo benissimo. Spero di ritagliarmi uno spazio importante in prima squadra. Se ciò non dovesse accadere preferirei maturare in serie cadetta, dove le offerte sono già pervenute. Ho già comunicato ai vertici societari che il mio ciclo con la Primavera è da ritenersi concluso".

Per rendere l'idea ai tifosi del Napoli circa il tuo modo di agire in campo, ti senti più Gargano o Cigarini?
"Gargano, stessa cattiveria. Forse tocco qualche pallone in più rispetto al Mota".

Micheli e Mantovani, attuali osservatori del Napoli hanno fatto la fortuna del Brescia calcio valorizzando il vivaio: lo scouting azzurro è in buone mani?
"Il club azzurro non poteva affidarsi a professionisti più esperti e qualificati del settore. Mantovani è una persona squisita, ha sempre creduto in me. L' anno scorso quando volevo mollare tutto per problemi extracalcistici mi è stato molto vicino. E' un grande conoscitore di giovani, lungimirante per antonomasia. Riesce ad intravedere le potenzialità di un calciatore allorquando non sono ancora espresse totalmente. Micheli lo conosco di meno, ma qui a Brescia ha operato benissimo".

Toglici una curiosità, come nasce il soprannome "Pantera nera"?
"Il copyright è del telecronista bresciano Cristiano Tognoli. Ha giocato con l'assonanza tra il mio cognome e la pantera del libro della giungla Bagheera, da qui Paghera la Pantera nera".

L'infortunio al braccio ha spezzato il tuo sogno di disputare l'Europeo di categoria in Francia...
"Le possibilità di parteciparvi erano già poche visto che c'era già un gruppo ben consolidato ormai da tempo. Condivido la scelta del ct Piscedda di convocare tutti coloro che hanno intrapreso questo percorso sin dal primo giorno. Ho accantonato questo sogno non appena appresa l'entità del mio infortunio: 3 mesi fermo ai box. Per questo motivo sono riuscito a totalizzare soltanto due presenze con l'Under 19".

Quale canzone accompagna il tuo sogno da professionista?
"Una vita da mediano. Inutile dire, quindi, che Ligabue è il mio cantante preferito".

FONTE: TuttoNapoli.net


6 Luglio 2010
Scambio Blasi Paghera
Secondo quanto riferisce l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, Riccardo Bigon sarebbe pronto ad offrire Manuele Blasi al Brescia in cambio del talentuoso e giovanissimo regista Fabrizio Paghera seguito… con grandissima attenzione dagli scout azzurri Micheli e Mantovani.

FONTE: AmoNapoli.it


6 Luglio 2010
Il Napoli pensa al futuro: piace Paghera del Brescia
Il Napoli, finora immobile sul mercato, pensa al futuro ed insegue il giovane regista del Brescia Fabrizio Paghera. A confermare tale ipotesi, circolata nelle ultime ore, è anche la Gazzetta dello Sport, secondo il quotidiano rosa, infatti, il centrocampista delle rondinelle sarebbe stato suggerito al ds Bigon dagli scout del Napoli che ben lo conoscono. La trattativa non sembra folle, anche se tanto si potrebbe dire per il prezzo sparato da Corioni. Il Napoli vorrebbe inserire qualche giocatore come contropartita tecnica per il gioiellino bresciano ma per il momento tutto è ben lontano dalla parola fine.

FONTE: Gazzetta dello Sport


5 Luglio 2010
Il Napoli sul giovane talento bresciano Fabrizio Paghera
Ecco quanto ci evidenzia nei nostri commenti l'amico LaRadice (ovvero Nilo Di Stefano)
Il Napoli sta per prendersi il nuovo "Hamsik" dal brescia. Nuovo Hamsik inteso non tanto nel ruolo quanto nei piedi e nel carattere. 19 anni appena compiuti la Pantera Paghera , ovvero Fabrizio Paghera, potrebbe diventare presto un giocatore del napoli, virtualmente per la primavera, effettivamente è un predestinato alla hamsik e farà il salto diretto dalla B alla A senza passare per la primavera. E' l'esatta fusione fra Pirlo e De Rossi, il prezzo è salato per un ragazzino ma è un prodotto firmato Mantovani-Micheli, quindi possiamo metterci entrambe le mani sul fuoco. Se l'affare andrà in porto possiamo anche regalare Cigarini e Gargano.
Nilo Di Stefano

===========

Per saperne di più la redazione di Tuttonapoli.net ha contattato in esclusiva Gigi Maifredi, consulente tecnico del club lombardo: "E' una voce per adesso, ma non escludo che la trattativa possa decollare, i due club ne hanno parlato. Paghera è uno dei nostri giovani più interessanti. Diciannove anni da compiere a dicembre vanta già 12 presenze in serie B. Mantovani e Micheli, nostri ex collaboratori, sicuramente ne avranno tessuto le lodi al ds Bigon. E' un giocatore di prospettiva. Probabilmente il club azzurro sta cercando un regista con le caratteristiche di Fabrizio per la squadra Primavera. Bravo sia nella fase di interdizione che in cabina di regia, nonostante la giovane età dispone già di grande temperamento. Ha fatto parte anche della selezione Under 19. Ha firmato da poche settimane un quadriennale".

FONTE: AzzurrissimoNapoli.BlogSpot.com


10 Novembre 2009
Il Brescia si ferma e fa il giro del mondo
LO STOP. La società ha chiesto il rinvio della partita di domenica con il Frosinone: ben sette i giocatori impegnati con le nazionali
Martinez a caccia del terzo Mondiale con il Costarica Varga e Vass con l'Ungheria sfidano l'Italia under 21 Il bresciano Paghera è il perno dell'under 19 all'Europeo

10/11/2009
Gilberto Martinez, 30 anni: con il Costarica sfida l’Uruguay per un posto al Mondiale 2010. FOTOLIVE
Brescia. Il Brescia si ferma per fare il giro del mondo con i suoi giocatori, sette, convocati dalle Nazionali. Niente Frosinone domenica, dunque, ma Costarica e Uruguay; Turchia e Canton Ticino; Irlanda del Nord e San Marino.

DALL'AMERICA all'Europa ci sarà tanto Brescia in campo: i difensori Gilberto Martinez (Costarica) e Gaetano Berardi (Svizzera under 21); i centrocampisti Fabrizio Paghera (Italia under 19), Bartosz Salamon (Polonia under 19), Adam Vass (Ungheria under 21); gli attaccanti Libor Kozak (Repubblica Ceca under 21) e Roland Varga (Ungheria under 21). Non è un record, ma poco ci manca.
Per questo motivo la società, nonostante «non sia di regola favorevole al posticipo delle gare per impegni dei calciatori in nazionale - si legge nella richiesta di rinvio alla Lega Calcio firmata dal direttore sportivo Maurizio Micheli - ha deciso chiedere il rinvio della partita di domenica 15 a Frosinone». Il recupero deve essere ancora fissato, ma la data più probabile è martedì 8 dicembre.
Si fosse deciso di giocare domenica Iachini avrebbe avuto gli uomini contati, soprattutto in difesa: oltre a Martinez e Berardi, a Frosinone non ci sarebbero stati gli infortunati Mareco e Bega.
Sarebbero rimasti a disposizione per il ruolo di centrale (salvo intoppi, strada facendo) De Maio, Dallamano e il giovane Magli, classe 1991, nemmeno un minuto in prima squadra. Ma con la squadra che prende gol da 10 giornate di fila, chi avrebbe notato la differenza?

LA CONVOCAZIONE che fa più piacere, indubbiamente, è quella di Fabrizio Paghera, bresciano doc (è di Roncadelle), che con Iachini è diventato titolare. Con l'under 19 dell'Italia, a San Marino, in sei giorni gioca tre gare di qualificazione all'Europeo contro Albania, i padroni di casa e Irlanda. La più prestigiosa è il ritorno di Gilberto Martinez con la Nazionale maggiore della Costarica. Il ct Renè Simoes ha richiamato il terzino biancazzurro, tornato titolare sabato dopo un mese e mezzo in naftalina (non giocava dalla gara di Ascoli, datata 18 settembre), per lo spareggio andata-ritorno con l'Uruguay, che vale un posto al Mondiale in Sud Africa: per il Tuma sarebbe la terza partecipazione, dopo Giappone & Corea 2002 (quando il mondo lo scoprì, ma il Brescia lo aveva già acquistato per tempo) e Germania 2006, l'inizio del calvario durato due anni per il grave infortunio al ginocchio sinistro.
Venerdì Vass e Varga con l'Ungheria under 21 sfidano l'Italia di Casiraghi, che per restare aggrappato all'Europeo si affida ai gol di Mario Balotelli da Concesio. Gira e rigira il mondo, si finisce sempre a Brescia.
Vincenzo Corbetta

FONTE: BresciaOggi.it


25 Ottobre 2009
La scheda di Fabrizio Paghera

Nome: Fabrizio
Cognome: Paghera
Ruolo: Centrocampista
Classe: 1991
Squadra d'appartenenza: Brescia

Ecco l'ennesimo talento proveniente dal vivaio del Brescia: una società che lavora molto sui giovani, e dopo aver lanciato negli ultimi anni, tra gli altri, Viviano, Zambelli, Rispoli, Varga e Salomon, è ora la volta di Fabrizio Paghera. Si tratta di un centrocampista nato il 12 dicembre 1991 ed è il prossimo talento in rampa di lancio. Numero 20 della formazione bresciana, ha come idolo Paul Scholes, grandissimo centrocampista del Manchester United. Ha debuttato in Serie B ieri contro l'Albinoleffe: il risultato era fermo sull'1-1, e la gara è finita 4-1 per il Brescia. Paghera ha giocato nel secondo tempo, in cui Paghera è risultato tra i migliori in campo, dimostrando una sicurezza da veterano e contribuendo alla vittoria delle "rondinelle". Bresciano "purosangue", ha veramente sorpreso tutti all'esordio in Serie B, e siamo pronti a scommettere che entro la fine dell'anno il nuovo allenatore del Brescia, Iachini, lo schiererà molte altre volte. E' anche nel giro dell'Under 19 del Tecnico federale Massimo Piscedda.
di Pavi92

FONTE: GenerazioneDiTalenti.ForumFree.net

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#MilanVerona Pecchia

#Setti alla cena di Natale gialloblù


Wallpapers gallery