Si preannuncia un BENTEGODI bardato a festa in occasione di HELLAS VERONA-PRO PATRIA del 18 Maggio prossimo...

REGULAR SEASON: L'avvento di Maurizio SARRI dura poco, alla quinta sconfitta consecutiva il tecnico toscano viene cacciato e al suo posto torna Davide PELLEGRINI. Sale la tensione PLAY-OUT: una marea di butèi assalta le rivendite Ticket-One per accaparrarsi l'agognato biglietto; con la PRO PATRIA si preannucia il BENTEGODI delle grandi occasioni. In fila alle biglietterie, fra gli altri, anche Nicola CORRENT; battute e scaramanzie si sprecano
REGULAR SEASON: L'avvento di Maurizio SARRI dura poco, alla quinta sconfitta consecutiva il tecnico toscano viene cacciato e al suo posto torna Davide PELLEGRINI.
Sale la tensione PLAY-OUT: una marea di butèi assalta le rivendite Ticket-One per accaparrarsi l'agognato biglietto, con la PRO PATRIA si preannucia il BENTEGODI delle grandi occasioni. In fila alle biglietterie, fra gli altri, anche Nicola CORRENT; battute e scaramanzie si sprecano:

- CAMPIONATO IN PARALLELO/4.
SCOPRIAMO, DI GIORNO IN GIORNO, IL CAMMINO NELLA REGULAR SEASON DELLE SQUADRE CHE SI GIOCHERANNO LA SALVEZZA AI PLAY OUT
Una raffica di ko, a fondo anche Sarri. Il Verona incassa cinque sconfitte in cinque gare Cacciato il mister toscano, torna Davide Pellegrini

- LA GRANDE CORSA.
GRANDE RESSA DAVANTI AI PUNTI VENDITA TICKET ONE DI VERONA E PROVINCIA. MANCANO 7 GIORNI ALLA GARA CON LA PRO PATRIA MA TUTTI FREMONO
Sale la «febbre play out», parte la caccia al biglietto. Già venduti seimila tagliandi Esauriti quelli di Curva Sud? Oggi pomeriggio i gialloblù in amichevole a Vigasio
Tutti in fila per un biglietto dei play out. Tre ore sotto il sole in via Pallone o nella ressa di un supermercato per vedere in diretta la finale di Champions? Macchè, tutti insieme appassionatamente per sostenere il Verona nello spareggio che vale la permanenza in C1.

LA GRANDE CORSA. Roba da non credere ma questo è il popolo gialloblù. Ieri mattina è iniziata ufficialmente la vendita dei biglietti nei punti Ticket One e i tifosi dell’Hellas hanno preso d’assalto gli sportelli. Non solo a Verona ma anche in provincia: da Bussolengo a San Martino, da San Giovanni Lupatoto a Legnago. Basta fare un giro nei siti internet frequentati dai fedelissimi gialloblù per capire che la situazione è particolarmente difficile da una parte all’altra della città. Grande ressa anche alla Casa della Fortuna delle Golosine, davanti alla coda interminabile il responsabile dell’ufficio ha chiesto a tutti di lasciare nome, cognome e dati dei documenti. «Andate tranquilli - avrebbe detto - vi richiamo quando li ho compilati, così non state in fila per ore». C’è chi si è spinto fino a Rovereto e ha trovato il biglietto in un supermercato della zona, fuori dai punti vendita indicati dal sito ufficiale.

CURVA SUD ESAURITA? Sempre su Internet, intorno alle 17, si sparge la notizia che sarebbero esauriti i biglietti di Curva Sud. Qualcuno sostiene che si può trattare di un «ingolfamento» sui terminali, qualche altro dà per certa la comunicazione non ufficiale perchè i biglietti di tribuna si trovano, quindi non è un problema di computer. Quattromila biglietti già «fucilati» in poche ore? Nasce un po’ di tensione, anche la società non può dare notizie precise. «Solo lunedì avremo un aggiornamento sul numero dei biglietti venduti e sui settori occupati», chiarisce l’ufficio stampa di Corte Pancaldo.

AMICHEVOLE A VIGASIO. Sale la «febbre dei play out». I tifosi gialloblù non vedono l’ora di chiudere nel migliore dei modi una stagione tribolata. Chi non riesce a stare senza i gialloblù fino a domenica prossima può seguirli oggi pomeriggio a Vigasio nell’amichevole che Rafael e compagni giocheranno contro la formazione locale che ha appena chiuso all’undicesimo posto il campionato di Eccellenza. L’occasione buona per festeggiare la salvezza dei biancocelesti di casa e consentire al Verona di non perdere la condizione fisica in vista della gara d’andata dei play out. La truppa di Pellegrini si è allenata anche ieri pomeriggio all’antistadio. Dopo il riscaldamento tecnico, la squadra scaligera ha svolto esercizi di perfezionamento tattico e partitelle a campo ridotto. Ancora lavoro differenziato per Jarkko Hurme, terapie per Luca Vigna e Natale Gonnella che potrebbe tornare a disposizione di Pellegrini per la prima partita con la Pro Patria.

GRECO FUORI. Chi sicuramente non ci sarà è Leandro Greco. Il fantasista gialloblù, dopo uno scontro con il portiere della Berretti durante l’allenamento di venerdì, ha riportato la frattura del setto nasale e della clavicola. Una maledizione senza fine per Greco che ha perso una stagione importante a causa di tanti infortuni. Al centrocampista romano è stato applicato un bendaggio rigido che dovrà tenere per una decina di giorni. Poi i medici decideranno che cosa fare.

- Sfottò, speranze e riti scaramantici Anche Corrent in fila
Un’ora e mezzo: il tempo medio di attesa al Box Office di via Pallone dove i tifosi arrivano già prima dell’apertura. Ma almeno si è organizzati: biglietto con il numero e tutti in attesa del proprio turno. Pazientemente. A parlare delle persecuzione nei confronti della tifoseria («Vardine: semo tutti delinquenti?», guardateci: siamo tutti delinquenti?) ma soprattutto della prossima trasferta, quella di Busto Arsizio, dove si potrà andare solo in 600. Trovata la scappatoia: «Si manda uno a Busto con un bel pacco di documenti e lui compra i biglietti in un settore che non sia quello ospiti».

C'è persino Nicola Corrent, centrocampista gialloblù, in attesa: «La società ha potuto darci solo un biglietto a testa, così ha deciso la Lega», spiega rassegnato. Scatta la battuta: «Nicola, ghe comprito el biglietto a Da Silva che el va in tribuna?». Un tifoso si offre di prendere i biglietti per il giocatore per evitargli l’attesa. Affare fatto, ma al momento di fare i conti manca un euro di resto: «Lascia stare, Nicola. Segni un gol e andiamo pari». Andasse così, con un gol di differenza, il Verona si salverebbe...

Ci si aggrappa a tutto: alla speranza e alla scaramanzia. «Ho il biglietto C85, C come questo campionato, 85 come l'anno dello scudetto. Quasi quasi lo conservo...», spiega il fortunato possessore. «Vecio, mi g'ho l'86, l'anno dopo in Coppa Campioni. Vale anche il mio». E sui numeri si gioca: «Ho il 73, l'anno di Verona-Milan 5-3!». «04: eravamo ancora in B, con Ficcadenti. Bei tempi, da allora solo sofferenze. Ma noi ci siamo sempre». Sì, sempre. In B come in C. Un’ora e mezzo sotto il sole per soffrire altri 90 minuti.

FONTE: LArena.it




[OFFTOPIC]
In PREMIERSHIP il MANCHESTER UNITED è campione mentre in Serie A, l'INTER deve, come minimo, rimandare la festa a Domenica prossima, però occhio alla ROMA che ora è a -1!!!. GIRO D'ITALIA: RICCO' brucia DI LUCA in volata ma la MAGLIA ROSA va a PELLIZZOTTI. FORMULA 1: Felipe MASSA vince per la terza volta in TURCHIA, secondo Lewis HAMILTON e poi l'altra FERRARI di Kimi RAIKKONEN
In PREMIERSHIP il MANCHESTER UNITED è campione mentre in Serie A, l'INTER deve, come minimo, rimandare la festa a Domenica prossima, però occhio alla ROMA che ora è a -1!!!. GIRO D'ITALIA: RICCÒ brucia DI LUCA in volata ma la MAGLIA ROSA va a PELLIZZOTTI. FORMULA 1: Felipe MASSA vince per la terza volta in TURCHIA, secondo Lewis HAMILTON e poi l'altra FERRARI di Kimi RAIKKONEN...
- Manchester Utd campione
Nell'ultima giornata di Premier League, lo United passa 2-0 a Wigan. Il Chelsea pareggia 1-1 col Bolton e chiude a -2 dalla squadra di Ferguson. E' il 17° trionfo in campionato per i Red Devils, che ora sognano la Champions League

- Il Siena gela l'Inter. Il 2-2 riapre i giochi
Incredibili emozioni a Milano: i nerazzurri vanno in vantaggio due volte con Vieira e Balotelli ma sono raggiunti e ora la Roma è a -1. Materazzi sbaglia un rigore al 33' della ripresa. La squadra di Mancini si gioca lo scudetto domenica in casa del Parma di Hector Cuper a caccia della salvezza

- Riccò brucia Di Luca. Maglia rosa a Pellizotti
Il giovane scalatore della Saunier Duval s'impone in volata nella seconda tappa Cefalù-Agrigento di 207 chilometri. Al 3° posto Rebellin, cede Bettini sull'ultima salita. Il passista della Liquigas è il nuovo leader, beffato Valde Velde per un solo secondo

- Felipe: "Ormai sono turco". Lewis: "Io volevo vincere"
"Chiederò il passaporto di qui - scherza Massa dopo la terza vittoria a Istanbul -. Gara dura, difficile scegliere le gomme". Hamilton: "Meglio 2° che terzo, ma puntavo al massimo. Tre soste per evitare i guai del 2007". Raikkonen: "Peccato per il via, contava far punti"

FONTE: Gazzetta.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#SpalVerona Romulo

#SpalVerona Verde


Wallpapers gallery