HELLAS VERONA PRO PATRIA: A pochi minuti dall'inizio di un PLAY-OUT tragicamente storico, le ultime news, 12.500 cuori gialloblù indomiti al BENTEGODI

FORZA HELLAS VERONA 12.000 CUORI GIALLOBLU' TI SPINGERANNO!!!. HELLAS VERONA-PRO PATRIA: Gara 1 di PLAY-OUT analizzata da CALCIOPRESS. Serie C1 partono PLAY-OFF e PLAY-OUT: fari puntati su HELLAS VERONA-PRO PATRIA. Le ultime su HELLAS VERONA-PRO PATRIA: Probabile formazione, condizioni meteo, convocati, video conferenza stampa di Davide PELLEGRINI, arbitro, quote SNAI...
FORZA HELLAS VERONA 12.000 CUORI GIALLOBLU' TI SPINGERANNO!!!
- VINCI PER NOI, HELLAS VERONA!
Play-out, atto primo: Orfei e compagni chiamati ad una dimostrazione di carattere
Hellas Verona e play-out, destini incrociati. Dopo Reggina e Spezia, stavolta tocca alla Pro Patria. I gialloblù sono chiamati ad una dimostrazione di orgoglio, nelle due partite più importanti della stagione. Perchè una stagione nata sotto una cattiva stella può ancora ritrovare un senso, perchè negli ultimi mesi la squadra ha rincorso con grinta le proprie rivali, perchè tutto il popolo scaligero ci crede. Nessuno spazio ai rimpianti, per ciò che doveva essere ed invece non è stato. Ora serve la mente libera, con quella dose di determinazione che ti permette di arrivare per primo sulla palla. Lo spirito battagliero deve contraddistinguere gli undici in campo, spinti da un pubblico che evidenzia sempre quanto questo amore sia viscerale.

Complessivamente, nei due scontri diretti Orfei e compagni hanno avuto la meglio sulla formazione di Rossi. In questi match sono le motivazioni a fare la differenza: dentro o fuori, l’Hellas si trova nel purgatorio della Serie C1, un’ulteriore discesa di categoria vorrebbe dire l’inferno. Centocinque anni nel calcio che conta lanciano un brivido lungo la schiena, certe immagini imprimono un ricordo impossibile da cancellare. I ragazzi di Davide Pellegrini hanno la possibilità di scrivere nuove pagine di storia, al bivio li attendono due finali su cui pochi avrebbero contato. Adrenalina, passione, speranza, si incrociano in un vortice di emozioni che solo un vero gialloblù può capire. Domenica 18 maggio 2008, ore 16:00: Candussio darà il fischio d’inizio. Play-out, atto primo. Forza Hellas, siamo tutti con te!

- Biglietti a quota dodicimilacinquecento
Domenica 18 maggio aperto l’Hellas Verona Ticket Point dalle 10:00 fino al fischio d’inizio

FONTE: HellasVerona.it


Serie C1 partono PLAY-OFF e PLAY-OUT: fari puntati su HELLAS VERONA-PRO PATRIA:
- Serie C: Al via i playout, ultima occasione per salvare una stagione
Ci sono anche Verona e Pistoiese
Partono il 18 maggio i play out della C1 che determineranno le squadre che scenderanno di categoria e quelle che, invece, all'ultimo tuffo raddrizzeranno una stagione da dimenticare. Nel lotto delle partecipanti troviamo squadre che mai avresti pensato di trovare, squadre che avevano preventivato questa evenienza ed altre che, dopo un avvio promettente, sono crollate. Per ognuna di loro, adesso, c'è l'ultima chiamata utile per salvare la categoria.

VERONA: al peggio non c'è fine. Dopo l'inattesa retrocessione dalla B (persa nello spareggio con lo Spezia) il Verona si apprestava a disputare un campionato di C1 da protagonista e tutti ci credevano, per primi i tifosi scaligeri che avevano sottoscritto undicimila abbonamenti, sicuri di poter assistere ad una cavalcata gialloblu. La cronaca ci racconta tutt'altra storia, totalmente opposta, tanto che i play out sono stati accolti come un traguardo insperato e giunto solo all'ultima giornata. Annata totalmente disastrosa, con cambi di allenatore a ritmo record e con una squadra recalcitrante a digerire i ritmi della categoria. Adesso c'è da salvare assolutamente una stagione e la sfida con la Pro Patria non avrà altri appelli.

PRO PATRIA: il crollo. I bustocchi, dopo il girone di andata, potevano essere considerati una delle piacevoli rivelazioni del campionato. Poi, un calo improvviso e la situazione si è fatta critica, la squadra non ha saputo riprendersi e nelle ultime giornate, complici risultati negativi in serie ed è stata risucchiata nelle zone calde della; adesso si giocherà la salvezza contro il Verona. Deve assolutamente tornare ai livelli di inizio stagione o anche con il vantaggio dei due risultati su tre, per i biancoazzuri sarà davvero dura.

FONTE: Goal.com


HELLAS VERONA-PRO PATRIA: Gara 1 di PLAY-OUT analizzata da CALCIOPRESS...
- C1/A, verso i playout -1
Si giocano domenica i playout del girone A. Seguiremo le quattro formazioni impegnate negli spareggi per la retrocessione durante tutto il corso della settimana, con aggiornamenti in tempo reale. La situazione al 16 maggio.
H.Verona-Pro Patria. L’incubo della C2 incombe sui due club. Per il Verona, dopo la retrocessione dello scorso, il contraccolpo sarebbe davvero terribile. La Propatria, dopo il buon avvio di stagione, sembra essere precipitata in una crisi profonda.

Il Verona dopo un avvio di stagione disastroso è riuscito a risollevarsi grazie anche ai 10 punti conquistati nelle ultime 5 giornate. Per il momento la retrocessione è stata evitata ma non bisogna abusare della buona sorte. I biglietti venduti sono circa 11000. Domenica i cancelli dello stadio saranno aperti alle 14 per favorire l’afflusso dei tifosi. Gli allenamenti proseguono. Oggi assente Zeytulaev, a riposo precauzionale per i postumi di una storta. Ancora lavoro differenziato per Hurme, Rafael e Da Silva. Terapie per Gonnella. Domani lavoro di rifinitura a porte chiuse. Domenica la squadra dovrebbe scendere in campo con il consueto 4-3-3. Out Greco. Stamilla (3 reti nelle ultime 7 gare) salterà l’incontro di domenica per squalifica. Infine una piccola curiosità: Di Bari ha vinto 3 spareggi negli ultimi 4 anni.

La Pro Patria poteva essere già in vacanza, invece si ritrova invischiata nella lotta per non retrocedere. Alla ricerca della massima concentrazione, gli allenamenti proseguono a porte chiuse. Il Verona è un avversario che incute timore, giocare al Bentegodi non è facile. La squadra ieri ha battuto 8-0 gli Allievi in amichevole. Risentimento alla caviglia per Francioso. Indisponibili Tramezzani e Vecchio. I bustocchi hanno disputato gli ultimi spareggi 4 anni fa contro il Prato, che retrocesse in C2. Dirigerà il sig. Candussio di Cervignano del Friuli. In questa stagione al Bentegodi la gara si è chiusa sullo 0-0.

- C1/A, andata playout
Si giocano oggi i playout del girone A. In programma Hellas Verona Pro Patria e Lecco-Paganese. Un focus sulle due gare prima del fischio d'inizio.
Più di 12000 spettattori si apprestano ad incitare il Verona nella speranza di spingerlo verso la salvezza. Ed il numero potrebbe aumentare. I biglietti possono essere acquistati fino al fischio d’inizio (ore 16). I cancelli dello stadio saranno aperti alle 14 per favorire l’afflusso dei tifosi. Presenti 500 tifosi ospiti.

Verona – Sono 18 i giocatori convocati da mister Pellegrini. Ci sarà anche Zeytulaev che sembra aver recuperato. Insieme a Stamilla (squalificato) non ci saranno Vigna, Greco e Gonnella. La squadra dovrebbe schierarsi con il 4-3-3 con Rafael tra i pali, Mancinelli, Orfei, Sibilano e Di Bari in difesa, Garzon, Bellavista e Corrent a centrocampo, Zeytulaev e Minetti a sostegno di Cissè in avanti. Oggi lavoro di rifinitura a porte chiuse.

Pro Patria – La squadra è partita oggi per Villafranca dove si tiene il ritiro. Sembra ormai tutto pronto per la sfida di domani. A centrocampo ci saranno Pessotto e Gasparello, con Negrini e Trezzi alle spalle di Gasparello (13 reti in questa stagione). Out Francioso, Tramezzani e Vecchio. Dalla Bona è squalificato. Dirigerà il sig. Candussio di Cervignano del Friuli.

FONTE: CalcioPress.net


Le ultime su HELLAS VERONA-PRO PATRIA: Probabile formazione, condizioni meteo, convocati, video conferenza stampa di Davide PELLEGRINI, arbitro, quote SNAI...
- VERONA-PRO PATRIA, LA PROBABILE FORMAZIONE
Gonnella non ce la fa, ma Pellegrini dovrebbe recuperare Zeytualev che aveva saltato la partitella infrasettimanale per un problema alla caviglia. L'uzbeko è infatti tra i diciotto convocati per la gara di domenica al Bentegodi contro la Pro Patria. Preoccupano le condizioni del terreno: piove a dirotto e la gara tra Chievo e Vicenza sul campo pesante rischia di rovinare il manto erboso. E oggi le previsioni dicono che ci sarà ancora pioggia.

- H.VERONA: 18 CONVOCATI

- LA CONFERENZA STAMPA DI DAVIDE PELLEGRINI (video intervista)

- VENDUTI 12.500 BIGLIETTI, BIGONCIO STADIO APERTO ANCHE DOMANI

- H.VERONA-PRO PATRIA: ARBITRA CANDUSSIO

- PLAYOUT, SNAI: H.VERONA FAVORITO

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
Emiliano MONDONICO, tecnico della CREMONESE in attesa di affrontare i PLAY-OFF contro il FOGGIA, concede una lunga intervista e almeno 2/3 verità. Ieri DO PRADO, che ora gioca nel MANTOVA, ha riaperto una ferita ancora sanguinante: Gran giocatore a mio avviso, che gioco perfettamente in quella gara, me lo ricordo bene... In questa lettera il signor MARTINELLI descrive il diavolo più brutto di quello che è anche se, in tutta coscienza, non possiamo dargli torto su tutti i fronti purtroppo...
In questa lettera il signor MARTINELLI descrive il diavolo più brutto di quello che è anche se, in tutta coscienza, non possiamo dargli torto su tutti i fronti purtroppo...
- Verona: la "brutta" fama ha le sue ragioni
... 4) E' vero o no che l'allora patron del Verona Hellas, Pastorello, dichiaro' in conferenza stampa che non avrebbe potuto comprare giocatori di colore "perche' i tifosi non glielo avrebbero perdonato"? E potrei continuare con molti altri "e' vero o no"....

FONTE: Corriere.it


Emiliano MONDONICO, tecnico della CREMONESE in attesa di affrontare i PLAY-OFF contro il FOGGIA, concede una lunga intervista e almeno 2/3 verità:
- Mondonico: "Inizia una gara che dura 180 minuti". Occhio a Tozzi, arbitro dal rigore facile...
Il Foggia ha qualche punto debole?
"Difficile trovarne dopo un girone di ritorno come il loro e poi se ci fosse è meglio non dirlo.. La forza del Foggia è quella di avere giocatori di categoria, così come la nostra è stata quella di avere giocatori che pur venendo da categorie superiori hanno saputo calarsi nella categoria. Non fosse stato così avremmo fatto la fine di Padova e Verona: quando abbiamo battuto il Verona abbiamo pensato tutti di aver battuto la squadra più forte del campionato, poi si è visto come è andata a finire. Magari i suoi giocatori non hanno capito la categoria. Le squadre che sono arrivate ai primi posti hanno tutte giocatori di categoria. Chi aveva giocatori di categoria superiore ha fatto fatica, pensate a Padova, Verona, Venezia, Monza, Novara. Non è facile in un campionato di questo tipo. Io credo che se una squadra di serie A sfida a calcio a cinque una squadra di calcetto finisce col perdere, ogni campionato ha le sue logiche".



Ieri DO PRADO, che ora gioca nel MANTOVA, ha riaperto una ferita ancora sanguinante: Gran giocatore a mio avviso, che gioco perfettamente in quella gara, me lo ricordo bene...
- Do Prado: "Tornare al Picco sarà una grande emozione"
Guly carica lo Spezia: "Dopo tante battaglie, perchè fermarsi adesso?"
Tornare al Picco, dopo quel gol segnato al Verona e tutte le emozioni che mi ha regalato questo stadio, sarà una grande emozione”: parola di Guly Do Prado, il talento brasiliano risorto alla Spezia dopo un brutto infortunio ed un periodo difficile. Domani sarà alla Spezia con la sua nuova maglia, quella biancorossa del Mantova...

FONTE: CittaDellaSpezia.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#MilanVerona Pecchia

#Setti alla cena di Natale gialloblù


Wallpapers gallery