HELLAS VERONA 1 - 0 PRO PATRIA: Tutte le foto e le immagini e le opinioni dei protagonisti, PELLEGRINI, ORFEI, GARZON e PRISCIANTELLI...

Davide PELLEGRINI: Bene così! Adesso a BUSTO ARSIZIO per chiudere la pratica. Giovanni ORFEI: Credo che siamo stati mentalmente superiori, la PRO PATRIA era scesa in campo con l'obiettivo di pareggiare ed in questo hanno commesso un errore... HELLAS VERONA 1-0 PRO PATRIA: Sintesi e tabellino della gara di andata dei play-out. Daniele MORANTE entra a pochi minuti dalla fine e decide l'esito di una gara che pareva stregata: filmati, tabellino, sintesi, video interviste con Davide PELLEGRINI, Giovanni ORFEI, Stefano GARZON e Riccardo PRISCIANTELLI. HELLAS VERONA-PRO PATRIA intervista ai protagonisti: Davide PELLEGRINI, Giovanni ORFEI e DE GIORGI che, sulla panchina bustocca, ha sostituito il tecnico titolare, Marco ROSSI
Davide PELLEGRINI: Bene così! Adesso a BUSTO ARSIZIO per chiudere la pratica. Giovanni ORFEI: Credo che siamo stati mentalmente superiori, la PRO PATRIA era scesa in campo con l'obiettivo di pareggiare ed in questo hanno commesso un errore...
- Pellegrini predica calma: "Ora completiamo l'opera"
"A Busto Arsizio ci aspetta una gara ancora più difficile, per uomini veri"
VERONA - Al termine della partita con la Pro Patria, finita col punteggio di 1-0 in favore dei gialloblù, il tecnico Davide Pellegrini ha rilasciato alcune dichiarazioni agli organi d’informazione. Il primo degli spareggi-salvezza ha regalato un ottimo successo tra le mura amiche: "E’ stato importantissimo aver trovato la via del gol, ma l’opera dev’essere completata domenica prossima. La squadra è stata brava ad aver pazienza, credendoci costantemente."

I gialloblù hanno dominato il match in lungo e in largo: "Oggi, guardando la prestazione, abbiamo fatto meglio dei nostri avversari. La classifica diceva il contrario, ma nell’ultimo periodo i risultati ci hanno dato ragione. Nel secondo tempo i ragazzi hanno attaccato con maggior ordine, sfiorando la rete in più di un’occasione." Il match-winner del "Bentegodi" è Daniele Morante, che in pieno recupero ha incornato alle spalle di Anania: "L’augurio di tutti è che segni ancora, a Busto Arsizio ci aspetta una gara ancora più difficile, per uomini veri. L’ex punta della Sambenedettese si è sempre allenata, ed oggi ha fatto il proprio dovere. Se domenica prossima l’atteggiamento sarà lo stesso, ci sono grandi probabilità di far bene."


- Orfei: "Si è visto il giusto approccio"
"Recuperiamo le energie e diamo il massimo per raggiungere l’obiettivo finale"
VERONA - La gara d’andata dei play-out ha visto l’Hellas avere la meglio sulla Pro Patria, di fronte a quindicimila spettatori sempre pronti ad incitare la squadra. A pochi minuti dal termine del match, Giovanni Orfei ha incontrato gli organi d’informazione per esprimere le proprie valutazioni: "Nella seconda frazione siamo usciti bene, ragionando in maniera migliore ed esprimendo un discreto palleggio. A causa del campo pesante abbiamo fatto un pò di fatica, ma alla fine abbiamo centrato il successo."

Solo un colpo di testa al 94’ di Morante ha riuscito a superare Anania "Sono davvero felice per lui, ha vissuto un anno molto difficile, ed oggi è stato decisivo. Il calcio è bello anche per questo. Daniele ha realizzato un gol veramente importante." Ora bisognerà andare a Busto Arsizio senza troppe pressioni mentali: "Nel primo spareggio-salvezza siamo stati noi ad avere più occasioni, si è visto il giusto approccio per una sfida del genere. In questo momento stiamo facendo bene sotto tutti i punti di vista, recuperiamo le energie e diamo il massimo per raggiungere l’obiettivo."

FONTE: HellasVerona.it

HELLAS VERONA 1-0 PRO PATRIA: Sintesi e tabellino della gara di andata dei play-out:
- Hellas Verona-Pro Patria 1-0
Nella gara di andata dei playout risolve Morante nei minuti di recupero. Una vittoria pesante per la squadra di Pellegrini, apparsa oggi in grande spolvero. Grande partecipazione dei tifosi giallolblu, dodicesimo uomo in campo. Sono accorsi in 15mila al Bentegodi. Numeri che non si erano mai visti in C1 in uno spareggio per la retrocessione.
Davanti a circa 15.000 spettatori, pubblico incredibile per una gara da play out di C1, l’Hellas Verona sconfigge la Pro Patria nei minuti di recupero. Una vittoria pesante, quella degli scaligeri, che mette una seria ipoteca sulla salvezza di una squadra che quest’anno ne ha viste di tutti i colori. I bustocchi, nella rivincita che si disputerà allo Speroni la prossima settimana, avranno un solo risultato a disposizione. Vale a dire la vittoria. Ma dovranno fare i conti con una squadra apparsa in grande salute e rigenerata dalla cura Pellegrini. L'Hellas, nel corso della gara, ha infatti sprecato molte occasioni per passare in vantaggio prima di quanto non sia poi avvenuto. Non solo.

La Pro Patria dovrà anche vedersela con gli impagabili tifosi gialloblu che oggi hanno dimostrato di essere il dodicesimo uomo in campo e che si preparano a invadere pacificamente Busto Arsizio. Esattamente come avvenne nella partita giocata in Lombardia durante la stagione regolare. La rete decisiva è stata segnata da Morante, subentrato a Minetti da una manciata di minuti. Un giocatore molto discusso e che, finora non aveva mai segnato (l’anno scorso, con la maglia della Sambenedettese, di gol ne aveva realizzati 17 in C1). E’ il 49’ del secondo tempo e, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Morante realizza di testa lasciando di sasso il portiere Anania. La rete fa esplodere di gioia i quindicimila del Bentegodi. L’urlo liberatorio del popolo gialloblu, che ha sostenuto incessantemente la squadra durante questa partita come in tutto il corso del campionato, è di quelli che resteranno impressi nella mente dei presenti.

HELLAS VERONA (4-3-3): Rafael; Mancinelli (36’st Comazzi), Sibilano, Orfei, Di Bari; Garzon (31’st Altinier), Bellavista, Corrent; Minetti (43’st Morante), Zeytulaev; Cissè.
PRO PATRIA (4-3-3): Anania; Candrina, Citterio, Giani, Imburgia; Cigardi, Pessotto, Castellazzi; Trezzi (42’st Rosso), Gasparello (36’st Ardemagni), Negrini (30’st Nossa).
Arbitro: Candussio di Cervignano del Friuli (Gambini, Cagnacci)
Rete: 49’st Morante
Note: Presenti circa 15.000 spettatori. Ammoniti: Negrini (PP), Cigardi (PP), Mancinelli (V), Trezzi (PP), Candrina (PP), Di Bari (V), Cissè (V). Espulso Candrina (PP), al 26’st, per doppia ammonizione.

FONTE: CalcioPress.net

Daniele MORANTE entra a pochi minuti dalla fine e decide l'esito di una gara che pareva stregata: filmati, tabellino, sintesi, video interviste con Davide PELLEGRINI, Giovanni ORFEI, Stefano GARZON e Riccardo PRISCIANTELLI...
- MORANTEEEEEEEEEEE! HELLAS PAZZESCO.
BATTE LA PRO PATRIA AL 94'. SALVEZZA PIU' VICINA
Pazzesca partita del Verona che batte la Pro Patria al 94' con un gol di Daniele Morante, in campo da cinque minuti. L'Hellas ha sbagliato tutto quello che c'era da sbagliare nei 90'. Il giocatore alla fine del match non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

- VERONA-PRO PATRIA: 1-0 AL 94', GOL DI MORANTE

- ANDIAMOOOOOOOOOO: (Guarda i minuti finali di Tuttocalcio)

- PELLEGRINI: GARE CHE DURANO 180' (vedi l'intervista)

- ORFEI: GRANDE IMPRESA

- GARZON: GRANDE EUFORIA (vedi l'intervista)

- PRISCIANTELLI: NON E' FINITA (guarda l'intervista)

FONTE: TGGialloblu.it

HELLAS VERONA-PRO PATRIA intervista ai protagonisti: Davide PELLEGRINI, Giovanni ORFEI e DE GIORGI che, sulla panchina bustocca, ha sostituito il tecnico titolare, Marco ROSSI...
- Verona-Pro Patria, la voce dei protagonisti
La partita del Bentegodi è la partita della vita per entrambe le formazioni. Il Verona per non dimenticarsi di essere stato grande, la Pro Patria per trovare nuovi stimoli in vista della prossima stagione. Una partita nervosa, tanti ammoniti e un espulso, Candrina dei bustocchi. Alla fine è il popolo gialloblù a fare festa. Soffre per novantatre minuti e un minuto dopo esplode quando Morante gonfia la rete. Per gli scaligeri la salvezza è sempre più vicina.

VERONA
Soddisfatto per la vittoria ottenuta, il tecnico dei veneti Pellegrini commenta così la gara: "Credo che il Verona abbia giocato una bella partita dal cuore grande. Dopo la gara di oggi quello che mi fa ben sperare in vista della gara di ritorno è la prestazione che i ragazzi hanno messo in campo. Le partite dei play-out sono complicate sotto ogni profilo e la vittoria di oggi ci darà la giusta carica per affrontare l’ultima battaglia a Busto. Un grazie di cuore ai nostri tifosi per il costante incitamento. Non meritano di certo queste categorie, ma purtroppo nel calcio queste annate un po’ storte possono capitare. Tocca a noi risalire la china, cominciando a portare a casa questa salvezza."

E’ stato uno dei migliori in campo. Orfei, commenta la partita: "Ho visto un bel Verona, sotto ogni aspetto. Abbiamo dimostrato di non meritare questa categoria e di essere attaccati alla maglia. Ora ci aspetta la gara di ritorno, non sarà facile, ma siamo molto fiduciosi. Sono contento che il gol sia arrivato da Morante, non ha vissuto una stagione facile e oggi la gloria è tutta sua."
Hellas Verona - Pro Patria (andata play-out)

PRO PATRIA
Oggi sulla panchina dei bustocchi c’era De Giorgi: "E’ stata una partita dai due volti, un primo tempo in cui, giocando in parità numerica, siamo riusciti a contenere i loro attacchi, mentre nella ripresa l’espulsione di Candrina ci ha messi in difficoltà, loro hanno inserito un’altra punta e hanno creato più di noi. Abbiamo sofferto molto la loro fisicità cosa che noi non abbiamo. Nonostante la sconfitta nulla è compromesso. Se prima avevamo noi un pizzico di vantaggio, adesso la situazione si è rovesciata. Ma non cambia niente, nel senso che noi come abbiamo preparato questa partita per vincere, lo faremo anche questa settimana. Martedì ci ritroveremo, analizzeremo gli errori commessi oggi e domenica proveremo a portare a casa la vittoria."





[OFFTOPIC]
HELLAS VERONA&AMARCORD: Quella volta, nel '73, contro il MILAN, sedeva sulla panchina scaligera un certo CADÈ...





HELLAS VERONA&AMARCORD: Quella volta, nel '73, contro il MILAN, sedeva sulla panchina scaligera un certo CADÈ...
- Cadè, lo scippa-scudetti: "Oggi è tutto diverso"
L'allenatore bergamasco decise i campionati del '67 e del '73, battendo all'ultima giornata Inter e Milan. Sulla volata fra i nerazzurri e la Roma dice: "Non ci sono analogie. Il mio Mantova e il mio Verona erano già salvi".

FONTE: Gazzetta.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Test match Verona-Trapani highlights
Alessio CERCI si presenta


Wallpapers gallery